Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 23 gennaio 2019

Senatore Cinque Stelle rievoca i Protocolli di Sion: scoppia la polemica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Il senatore del Movimento5stelle Elio Lannutti ha condiviso un link dove si accredita la tesi dei Protocolli dei Savi di Sion, un falso documento antisemita degli inizi del ‘900 che tuttora trova terreno fertile in chi vuole credere che gli ebrei controllino la finanza mondiale.Come accade sempre in questi casi, il diretto interessato ha provato a evitare le ovvie polemiche scoppiate, sostenendo che la condivisione fisica di un post sui social non equivale a una condivisione del contenuto.Il post incriminato è questo: “Gruppo dei Savi di Sion e Mayer Amschel Rothschild, l’abile fondatore della famosa dinastia che ancora oggi controlla il Sistema Bancario Internazionale, portò alla creazione di un manifesto: ‘I Protocolli dei Savi di Sion’. Suddiviso in 24 paragrafi, viene descritto come soggiogare e dominare il mondo con l’aiuto del sistema economico, oggi del globalismo, dei banchieri di affari e finanza criminale”. Che l’antisemitismo sia un fantasma ormai tornato nella nostra società non è una novità. Che il web in quanto specchio o emanazione della società rifletta e faccia rimbalzare l’odio contro gli ebrei non sorprende. Che però tale attacco agli ebrei venga lanciato da un senatore della Repubblica italiana deve far riflettere e far scattare l’allarme.Elio Lannutti è stato eletto a Palazzo Madama come capolista nel Lazio del Movimento Cinquestelle. È un onorevole, un termine che deriva dalla parola onore “Tale da procurare o salvaguardare il prestigio”, anche se qui c’è ben poco da onorare.Il parlamentare pentastellato ha rievocato un falso, architettato dalla polizia zarista all’inizio del secolo scorso per alimentare l’avversione nei confronti degli ebrei, attribuendogli l’obiettivo di guidare il mondo attraverso la massoneria.Si chiedono al popolo comportamenti giusti e appropriati. Si chiede ai giovani di fare delle diversità un vantaggio. Si chiede ai tifosi di non riservare il proprio odio utilizzando la popolarità del calcio.In estrema sintesi si chiede al cittadino comune di essere migliore di una classe politica, eletta propria da quel cittadino comune.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pressenza. Attivisti e giornalisti: costruire una rete

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

“Vogliamo celebrare, come tutte le redazioni di Pressenza sparse nel mondo, i 10 anni di esistenza della nostra agenzia stampa per la Pace e la Nonviolenza con una serie di iniziative che siano utili all’obiettivo di fondo per cui facciamo le cose: cambiare il mondo in una direzione pacifista, nonviolenta, umanista, nondiscriminatoria.E’ buono ricordare sempre perché facciamo le cose: non per il prestigio, non per il potere ma per un mondo migliore; non per il proprio personale tornaconto ma per il bene di tutti. E questo non è retorico perché corrisponde a una pratica che si può vedere, valutare tutti i giorni.In questo contesto stiamo organizzando incontri in varie città italiane e un convegno al Monastero del Bene Comune ad Aprile che cercherà di sintetizzare quanto uscito dagli incontri locali (alla fine di questo articolo trovate anche i dettagli pratici degli incontri già definiti) ed anche di cominciare a costruire questa rete. Il convegno è ancora in fase di organizzazione pratica ed ogni suggerimento o proposta è assolutamente bene accetto, scrivere al sottoscritto che coordina l’organizzazione.
Inoltre stiamo cercando di aumentare la nostra diffusione sui social con interventi mirati su Facebook e Twitter.
In questo momento di crisi il vecchio mondo delle violenza (economica, sociale, mediatica, interpersonale) sta, speriamo, dando i suoi ultimi colpi di coda attraverso una preoccupante deriva razzista e fascista che investe molti paesi; il nuovo mondo si esprime e cresce, ma non trova ancora il suo spazio. I media tradizionali credono ancora di essere il famoso quarto potere, ma sono sempre più al servizio della speculazione finanziaria e di quel modello socio-culturale costruito da una minoranza accentratrice ed affarista.Ma esiste anche una diversa tendenza informativa e mediatica: un’altra voce, un nuovo modello che è iniziato dalle prime radio libere, dai fogli di quartiere e da altre forme di divulgazione di prossimità e oggi è cresciuto consolidando un nuovo concetto di informare e fare informazione, grazie all’avvento di Internet e delle reti sociali. Questa tendenza si manifesta anche nei tanti giornalisti che non accettano le regole del mercato, ma rivendicano la loro professionalità e indipendenza, denunciano la violenza in tutte le sue forme e promuovono forme di aggregazione e lavoro basate sul consenso, la reciprocità e la collaborazione.Se per un verso queste nuove tendenze sono capaci di rilevare e raccogliere le espressioni, le aspirazioni e le esigenze di umanità, solidarietà e rispetto dei diritti umani di tanta gente, per un altro talvolta mostrano difficoltà nel fare rete, nel parlare e comunicare tra loro, nuocendo così fortemente al rafforzamento e alla crescita di un’informazione indipendente. Occorre dotare questa informazione indipendente di strumenti sinergici adeguati per dargli potere e presenza e per renderla la voce di chi non ha voce, in una stretta relazione con gli attivisti, che a loro volta hanno spesso problemi a coordinarsi tra loro e rischiano di scoraggiarsi davanti all’avanzare della violenza, alla criminalizzazione della solidarietà e alla difficoltà a far conoscere iniziative e posizioni.” (fonte: Pressenza international press agency)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bipersonale di scultura: sottili convergenze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Roma 2 febbraio h 18.30 e fino al 9 marzo 2019 Orario visite: martedì – giovedì – venerdì h 10.00 – 13.00 e h 15.00 – 19.00 sabato h 15.00 – 19.30 (ingresso libero) Alphagamma Arte Via Filippo Nicolai, 81 mostra Bipersonale di scultura: sottili convergenze di Annalia Amedeo e Paola Grizi a cura di Domenico Iaracà. Un nuovo spazio espositivo arricchisce il panorama romano dei luoghi dedicati alla ricerca contemporanea. Prima mostra in programma è la doppia personale di Annalia Amedeo e Paola Grizi. E’ sul mondo naturale che vertono le creazioni di Annalia Amedeo: una sintesi astratta di foglie dall’andamento sinuoso, sottili metafore presenti in maschere di preziosa porcellana, stratificazioni che assumono le cangianze della madreperla per difendersi dall’esterno e custodire segreti. Esempi, tra i tanti possibili, che si impongono alla nostra attenzione, evidenziando una sacralità della vita ed un pulsare fragile e vitale allo stesso tempo.
Tratti più umani caratterizzano i volti realizzati da Paola Grizi. Sono visi che intravediamo emergere improvvisamente nello scorrere delle pagine di un libro e del tempo, nel quale sono incise parole talvolta difficilmente decifrabili. Magnetica è l’attrazione esercitata da uno sguardo, da un profilo o da un semplice tratto somatico. Unica e irripetibile appare la carica umana sottesa alla sua poetica.Non è l’aspetto mimetico, la perizia tecnica che, per quanto elevatissima, racchiude il nucleo del messaggio presentato, ma un invito a sollevare la maschera, a leggere con attenzione le parole scritte. E in questo stimolo a scendere nel profondo che crediamo si trovi il vero punto di convergenza tra le opere esposte e la ricerca delle artiste qui riunite. (Domenico Iaracà)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parma: Giorno della memoria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Parma 24 gennaio alle 16, al Palazzo del Governatore, la storica ospite dei “Seminari di Europa” coordinati dall’Università di Parma, Renata Segre terrà una lectio magistralis sul tema all’interno dei Seminari di Europa, ciclo d’incontri organizzati dall’Università con il Comune di Parma e numerosi partner istituzionali.
Interverranno Paolo Andrei, Rettore dell’Università di Parma, Michele Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Parma, Riccardo Joshua Moretti, Presidente della Comunità Ebraica di Parma e Soragna, Rita Messori, Delegata alla Ricerca nazionale e Terza Missione del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali – DUSIC dell’Università di Parma, Elena Bonora, Docente di Storia moderna e Coordinatrice dell’Unità di Storia del DUSIC, Davide Astori, Docente di Sanscrito e di Linguistica generale al DUSIC.
Formatasi alle Università di Pavia e di Ginevra, Renata Segre ha svolto attività di ricerca nelle Università di Milano e di Tel Aviv, dove ha diretto per venticinque anni l’équipe del Diaspora Research Institute, incaricata della selezione e riproduzione dei documenti sulla storia degli ebrei in Italia. Ha tenuto lezioni in Europa e negli Stati Uniti, alle Università di Princeton e Brandeis. Tra le sue numerose pubblicazioni e collaborazioni a riviste scientifiche, si segnala in particolare la curatela dei tre volumi The Jews in Piedmont (Tel Aviv, The Israel academy of sciences and humanities, 1986-1990). Le sue competenze storico-archivistiche, filologiche e culturali sul fronte della ricerca si sono sempre accompagnate a un intenso impegno civile. L’incontro fa parte del primo ciclo dei Seminari di Europa (www.seminari-di-europa.unipr.it), di cui è responsabile organizzativo Alessandro Pagliara, docente di Storia Romana al DUSIC dell’Università di Parma: una serie di appuntamenti per riflettere sui temi dell’incontro tra culture e sul patrimonio culturale europeo come bene comune, sugli ideali, i principi e i valori che ne sono alla base, in un momento estremamente complesso della storia d’Europa.L’iniziativa è organizzata dall’Università di Parma (DUSIC – Unità di Storia e di Lingue, e Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale – CUCI) con il Comune di Parma (Assessorato alla Cultura), ed è frutto della collaborazione con la Giunta Centrale per gli Studi Storici di Roma, l’Ufficio Scolastico provinciale di Parma e Piacenza, la Fondazione Collegio Europeo, la Scuola per l’Europa, il Liceo scientifico “Marconi” e il Polo Scolastico Agro-Industriale di Parma.Questo primo ciclo, intitolato “Costruire ponti e abbattere muri”: migrazioni, accoglienza e spirito europeo, è stato compreso tra le iniziative patrocinate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale.
I Seminari di Europa sono destinati non solo alla comunità accademica ma aperti alla cittadinanza, e in modo particolare agli alunni e ai docenti delle scuole del territorio. La partecipazione è valida per gli insegnanti (previa iscrizione sulla piattaforma ministeriale S.O.F.I.A.) a titolo di aggiornamento professionale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I lavori degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Roma domenica 27 gennaio 2019 ore 15,30 nella sede di via Ripetta 222 saranno in mostra le creazioni e i lavori degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma in occasione di Alta Roma 2019. L’Accademia si apre con ingresso gratuito a tutti gli amanti del Fashion Design per far scoprire le ultime ideazioni degli studenti in Culture e tecnologie della moda. Tanti i temi e le ispirazioni da scoprire: dal trench alla tuta da lavoro, dal tessuto rigato alla filosofia giapponese del Wabi Sabi, dalla riproduzione grafica della proprietà del tessuto fino alle creazioni contro le violenze sulle donne, dalla rielaborazione degli scarti di alluminio fino alle stampe serigrafiche su tessuto.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diarmaid MacCulloch: Il silenzio nella storia del Cristianesimo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Viviamo in un mondo dominato dal rumore. La religione è, per molti, un rifugio dal clamore della vita quotidiana, che ci permette di fermarci per una contemplazione silenziosa. Ma, come mostra Diarmaid MacCulloch, ci sono molte forme di silenzio religioso, dalla contemplazione alla preghiera, alla repressione e all’evasione. Nel suo ultimo lavoro, MacCulloch considera l’uso strategico del silenzio di Gesù nel suo confronto con Ponzio Pilato e traccia l’impatto dei primi mistici in Siria sulla tradizione monastica. Discute il complicato destino del silenzio nella tradizione protestante ed evangelica e affronta le più sinistre forme istituzionali di silenzio. Un libro rivoluzionario, scritto da un grande storico, che sfida la nostra visione della spiritualità e illumina i misteri più profondi della fede.
DIARMAID MACCULLOCH è membro del St. Cross College di Oxford e professore di storia della chiesa all’Università di Oxford. Tra le sue pubblicazioni si segnalano: Suffolk and the Tudors, vincitore del Whitfield Prize della Royal Historical Society, e Thomas Cranmer: A Life, che ha vinto il Whitbread Biography Prize, il James Tait Black Prize e il Duff Cooper Prize. Ex diacono anglicano, è stato nominato cavaliere nel 2012. Vive a Oxford, in Inghilterra. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Helmut Bottiger: Ci diciamo l’oscuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Di fronte a un’Europa che tace sul genocidio degli ebrei e sulle responsabilità dei tedeschi, di fronte a un’élite culturale che nega l’esistenza del problema fino a macchiarsi di antisemitismo (questa l’accusa rivolta a posteriori al Gruppo 47), Celan viene via via risucchiato dalla propria identità di sopravvissuto, mentre la Bachmann moltiplica le sue personalità per sottrarsi al ruolo di «figlia del carnefice».
La vicenda dei due poeti-amanti ha il suo nucleo vitale e segreto nelle sei settimane che Celan e la Bachmann, nella primavera del 1948, trascorrono insieme in una Vienna da Terzo uomo, ancora tutta attraversata dalle ferite della guerra, ma dove la vita, anche quella culturale e artistica, sta rapidamente riprendendo i suoi spazi. Il ventisettenne Paul Antschel (Ancel nella trascrizione rumena), ebreo di Cernovitz (oggi Cernivci) i cui genitori sono morti in un campo di sterminio in Ucraina, è arrivato nella capitale austriaca a piedi da Bucarest, dove ha vissuto e scritto e pubblicato per due anni finché lo stalinismo non l’ha sospinto verso Ovest. La Bachmann invece decide poco più che diciottenne di andare a studiare a Vienna, lontano da quella Carinzia e da quel padre che avevano accolto con entusiasmo il nazismo. L’incontro è esplosivo, un fuoco d’artificio di vita e di testi per i due giovanissimi poeti; ma dopo sei settimane di euforia Celan parte per Parigi e i contatti tra loro si fanno presto sporadici e contrassegnati da malintesi.Traduzione dal tedesco di Alessandra Luise Euro 17,00 273 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sayed Kashua: La traccia dei mutamenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Un uomo che ha lasciato Gerusalemme con la moglie e i figli per immigrare negli Stati Uniti riceve, dopo anni di totale distacco dai suoi genitori e fratelli, un messaggio da parte del padre: «Sono in ospedale». Per quanto conciso, è difficile restare indifferente a un simile appello. Salito sul primo volo, l’uomo torna in Palestina preparandosi ad accompagnare il padre attraverso la sua malattia e, allo stesso tempo, a confrontarsi con il proprio passato. Su di lui gravano due compiti difficili: il primo è quello di fare i conti con la propria infanzia nel villaggio palestinese di Tira, dove è cresciuto, e il secondo, ancora più traumatico, è quello di dire addio per sempre a suo padre.
Il viaggio si tramuterà anche in un’occasione di riflessione sulle scelte che hanno segnato la sua vita: perché è stato scomunicato dalla sua famiglia? Perché negli Stati Uniti è rimasto solo, bandito da sua moglie dalla loro casa? E perché tutto sembra collegarsi al fatto che, molti anni prima, ha scritto un racconto su una giovane ragazza di nome Palestina? Accanto al letto d’ospedale di suo padre, il resoconto della propria vita è doloroso e ingannevole – perché sembra impossibile districare i ricordi che sono suoi da quelli che ha rubato.La traccia dei mutamenti è una profonda riflessione sulle relazioni – quelle tra marito e moglie, e tra padre e figlio. E può essere letto come la «confessione» di Kashua, benché allo stesso tempo si configuri come un’opera di pura finzione letteraria.
Traduzione dall’ebraico di Elena Loewenthal Euro 16,50 208 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Junichiro Tanizaki: Nero su bianco

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Lo scrittore Mizuno ha scritto una storia sull’omicidio perfetto. La sua vittima fittizia è modellata su un conoscente, un collega scrittore. Poco prima che la storia venga pubblicata, Mizuno scopre che il vero nome dell’uomo è stato riportato nel suo manoscritto; tenta di correggere l’errore, ma è troppo tardi. Terrorizzato dall’idea che l’omicidio avvenga per davvero e che lui venga sospettato come colpevole, Mizuno fa di tutto per trovare un alibi, avventurandosi negli inferi della città. Ma finisce solo più invischiato nelle sue fantasie paranoiche, in cui un misterioso «Uomo nero» tenta di intrappolarlo. Sofisticato romanzo psicologico, Nero su bianco è il magistrale romanzo di un grande scrittore all’apice della sua carriera.Traduzione dal giapponese di Gianluca Coci Euro 16,50 256 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Betty Smith: Domani andrà meglio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Nel 1920 a Brooklyn, Margy si diploma al liceo e, pervasa di giovanile ottimismo e determinata a superare la fatica e la povertà della sua condizione, trova lavoro in una piccola azienda. Margy vorrebbe sfuggire a una madre violenta e opprimente e a un padre taciturno e disincantato. Dopo qualche tempo, Margy incontra Frankie Malone, un ragazzo povero di Brooklyn come lei, e in poco tempo si innamorano e si sposano. Ma le cose non saranno sempre rose e fiori. Nonostante le differenze sempre più evidenti tra lei e Frankie, e le molte difficoltà nel rapporto con i suoi genitori, Margy spera ancora che «domani andrà meglio».
Dall’autrice del grande classico Un albero cresce a Brooklyn, un romanzo pieno di ottimismo e speranza sul modo in cui, grazie alla determinazione, è possibile cambiare la propria condizione, per quanto misera sia. Traduzione dall’inglese di Gloria Salvini Mottola Euro 16,50 274 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

John Berger: Sulla motocicletta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

L’arte di guidare una moto consiste nel tenerla sulla strada. Ma l’esercizio di quest’arte differisce da ogni altro tipo di guida, perché interessa l’intero corpo e il suo istintivo senso dell’equilibrio. Il pilota di una motocicletta piega di continuo il proprio corpo contro e verso la strada, contrastando la forza centrifuga, lottando con l’inerzia, piegandosi, girando, ruotando, zigzagando in curva, adattando di continuo lo sguardo in modo da osservare il più possibile. È un pas de deux, afferma Berger, pilota e strada uniti in un abbraccio appassionato, compagni di tip-tap lungo l’inesorabile autostrada uomo-macchina della vita.A bordo della moto di Berger, è forse possibile scrivere un nuovo Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta, aggiornarlo e portarlo a un livello superiore per la nostra epoca globale. Possiamo attaccarci a Berger se ci teniamo alla vita, fidando che ci porterà da qualche parte, oltre l’arcobaleno, oltre la vetta della montagna, oltre il muro. E dato che la nostra motocicletta è un veicolo – non un titano – lui saprà come ripararla se dovesse guastarsi, se dovesse arrestarsi in una qualche piazzola. In questo tragitto, in questo tragitto verso una destinazione, verso un senso reale del luogo – un luogo d’incontro – arriviamo per caso, grazie a speciali mezzi per viaggiare.Traduzione dall’inglese di Maria Nadotti Euro 12,50 160 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gilbert Sinoue: Averroe o il segretario del diavolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Marrakesh, dicembre 1198. La Città rossa dorme ammantata dall’oscurità della notte mentre un uomo, chino su un manoscritto, affida alla pagina il racconto della propria vita, consapevole della deriva che sta trascinando il mondo verso l’intolleranza, deriva che rende le sue parole ancora più urgenti. Nato a Cordova nel 1126, tra i contrafforti della Sierra Morena e le ricche pianure di Campiña, l’uomo ha avuto molti nomi: i latini lo chiamano Averroè. Gli ebrei, Ben Roshd.
Per gli arabi è Abu al-Walid Mohammad Ibn Ahmad Ibn Roshd. Figlio di Abu al-Qasim Ahmad, cadì di Cordova, Averroè cresce in un’epoca di grande scienza, ma anche di grandi tumulti. Un’epoca in cui ebrei e cristiani sono autorizzati a praticare liberamente il proprio culto, a commerciare e a esercitare il mestiere che preferiscono, con l’unica condizione di versare un’imposta alle autorità musulmane.
Deciso a seguire le orme di Avicenna, Galeno e Ippocrate, a ventitré anni Averroè sceglie di affiancare agli studi di giurisprudenza, intrapresi per volontà del padre, quelli di medicina. Il suo apprendistato si compie a Granada, presso la dimora di Abubacer, medico, filosofo e sapiente astronomo. Grazie ad Abubacer, Averroè ha la possibilità non solo di arricchire il proprio sapere, ma anche di imbattersi nella donna che muterà il suo destino. Affascinante proprietaria di una delle più belle biblioteche di Cordova, quarantenne di grande erudizione e seducenti occhi da gazzella, Lobna accoglierà Averroè, gli aprirà le porte della propria casa e del proprio sapere e lo aiuterà a diventare uno dei più illustri e controversi filosofi del pensiero islamico, i cui scritti, spesso considerati blasfemi, gli varranno la nomea di «segretario del diavolo».
Attraverso i grandi personaggi che, nel corso dei secoli, hanno guardato al lavoro di Averroè per nutrirsene o condannarlo, tra cui Tommaso d’Aquino, Federico II, Etienne Tempier, Dante e Petrarca, Gilbert Sinoué ci offre il ritratto di un filosofo che incarna indiscutibilmente un Islam illuminato, segnato dalla volontà di conciliare fede e ragione, filosofia e rivelazione, Aristotele e Maometto. Calunniato da alcuni, esaltato da altri, ma in verità raramente compreso, Averroè figura, in queste pagine, come l’ultimo grande pensatore dell’Islam dei Lumi.Traduzione dal francese di Giuliano Corà Euro 17,00 297 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Samuel Benchetrit: Ritorna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Nell’odierna Parigi, ogni notte, uno scrittore affida ai propri quaderni una dettagliata lista di buoni propositi che al mattino, passati i fumi dell’alcol, si rivelano del tutto avventati. Da quando suo figlio è partito per un lungo viaggio attraverso il mondo, l’uomo trascorre le sue giornate chiuso in casa a guardare squallidi reality show e a tentare invano di mettere mano al libro per il quale, dopo il discreto successo del suo primo romanzo, Cemento armato, ha già ricevuto l’anticipo dall’editore. Non soltanto l’ispirazione latita, ma ogni estro creativo sembra essersi irrimediabilmente dileguato.
La piatta esistenza in cui si trascina, tra funzionari dell’Agenzia delle entrate che gli stanno con il fiato sul collo e velenose telefonate della sua ex moglie, sembra giunta a un punto di svolta quando un produttore televisivo lo contatta per dirgli di voler trarre una serie da Cemento armato e, com’è consuetudine in simili circostanze, gli chiede una copia del romanzo. L’unica copia in possesso dell’autore è, però, quella del figlio, una copia intoccabile. Dal momento che nessuna libreria di Parigi e dintorni sembra avere il libro a scaffale, lo scrittore decide di ordinare l’agognato romanzo su Amazon. Un’impresa che si rivelerà ben piú ardua del previsto e che lo trascinerà, suo malgrado, fino alle porte di una casa di riposo in periferia, dove una sua anziana ammiratrice ne conserva gelosamente un esemplare. Il piano dello scrittore è semplice: presentarsi a quella donna, passare qualche momento con lei, fare una foto qualora insista, e convincerla a prestargli la copia del libro per mandarla al produttore televisivo. Ma le cose non andranno esattamente come previsto e il nostro eroe si imbarcherà in una serie di rocambolesche avventure che, tra portinaie scorbutiche, contadini sciancati, corrieri fantasmi e un’anatra, lo condurranno verso strade del tutto inaspettate.
Tenera e divertente commedia sull’imprevedibilità della vita, Ritorna costituisce una splendida conferma del talento dell’autore e regista de Il condominio dei cuori infranti nel trovare, con humour e disincanto, la poesia nella quotidianità.Traduzione dal francese di Roberto BoiEuro 16,00 206 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Adrienne Sharp: La magnifica Esme Wells

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

L’esistenza di Esme Silver, dodici anni, grandi occhi azzurri ai quali non sfugge nulla e gambe e braccia sottili come matite, si divide tra gli ippodromi di Santa Anita, Del Mar e Hollywood. Park al seguito del padre, Ike Silver, un piccolo truffatore ossessionato dal gioco d’azzardo, e i teatri di posa della Warner Brothers e della MGM con sua madre, Dina Wells, soubrette di incredibile bellezza.
Entrambi i genitori hanno tentato di fare fortuna nella Hollywood degli anni Trenta, tra gangster fuggiaschi e magnati del cinema. Ma le cose non sono andate nel verso giusto.
L’occasione della vita, per Ike, arriva grazie all’incontro con Benny Siegel, affascinante seduttore e spietato fuorilegge. Nell’autunno del 1945, a bordo della piccola coupé cabrio rossa di Mr Siegel, Esme e Ike raggiungono per la prima volta Las Vegas, all’epoca nient’altro che una minuscola oasi, un modesto reticolo di strade circondato dal nulla. È qui, tra acri di terra brulla e i resti di un vecchio motel, che il visionario Benny concepisce l’idea di costruire il Flamingo Club e l’albergo omonimo.
La guerra è finita, il VJ Day, il giorno della vittoria contro il Giappone, è stato un tripudio di bandiere e automobili che sfrecciavano strombazzando lungo le strade di Los Angeles. La gente è in cerca di lusso, divertimento e avventura. Con il Flamingo, Mr Siegel non vuole costruire semplicemente un casinò, ma appunto un tempio del lusso. Dunque, niente pavimenti ricoperti di segatura e slot machine in stile Far West, niente soubrette con sombrero e fazzoletti, niente danze indiane o tiri al lazo, ma personale con lo smoking e seducenti ragazze con piume, scarpe rosa con il tacco alto e gioielli di vetro.
Esme, che ha ereditato dalla madre talento e bellezza, ha iniziato da qualche tempo a prendere lezioni di tip tap e danza classica. Un giorno, però, su quel fazzoletto di terra sabbiosa dove sorgeranno il Flamingo e un’infinità di locali, Esme Wells sarà esattamente ciò che Mr Siegel e gli uomini della nuova Las Vegas desidereranno.
Impeccabile affresco della città del divertimento durante gli anni Quaranta, l’epoca d’oro in cui la corsa al lusso e al successo rendeva indistinguibili gangster e magnati del cinema, La magnifica Esme Wells ritrae, con una prosa magnetica, le promesse e le disillusioni del sogno americano e di coloro che l’incarnarono nella straordinaria varietà delle loro esistenze.Traduzione dall’inglese di Raffaella Vitangeli Euro 17,00 352 pagine. Neri Pozza Editore S.p.a.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Gli incidenti sulle strade extraurbane secondarie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Le province con l’incidentalità più elevata – sia per numero che per densità di incidenti – sulle strade extraurbane secondarie sono: Milano (693 km di strade, 741 incidenti, 13 morti e 1.194 feriti), Venezia (860 km, 490 incidenti, 12 morti e 709 feriti), Padova (1.039 km, 542 incidenti, 14 morti e 745 feriti) e Treviso (1.136 km, 586 incidenti, 15 morti e 863 feriti). Le province con gravità elevata – per numero di morti, tasso di mortalità (morti ogni 1.000 incidenti stradali) e indice di gravità – sono, invece: Latina (938 km di strade, 249 incidenti, 21 morti e 443 feriti) e Napoli (520 km, 267 incidenti, 22 morti e 435 feriti).
Sono i dati che emergono da “Localizzazione degli incidenti stradali 2017 sulle strade provinciali”, lo studio, realizzato dall’ACI, che analizza il numero di incidenti – sia in valore assoluto che rispetto ai km di strada (densità) – e la gravità degli incidenti – vale a dire: morti in valore assoluto e indici elevati (tasso di mortalità e indice di gravità) – sulla viabilità secondaria provinciale. Due le tipologie di tabelle pubblicate: una con incidenti, morti, feriti e indicatori per ciascuna strada provinciale, l’altra con i dati per ciascuna strada provinciale aggregati in base al Comune in cui è avvenuto l’incidente, utile per individuare la tratta più pericolosa di una determinata strada.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I volontari in ferma breve nell’arma dei carabinieri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

“La Commissione Difesa della Camera ha approvato all’unanimità una risoluzione presentata da Fratelli d’Italia che consentirà di introdurre nell’Arma dei Carabinieri i volontari in ferma breve e concede la possibilità ai carabinieri ausiliari in congedo di iscriversi al portale della Difesa dedicato ai volontari delle Forze armate in cerca di lavoro. E’ un risultato molto importante e fortemente voluto da Fratelli d’Italia e da Giorgia Meloni. Desidero ringraziare il presidente della commissione Difesa Gianluca Rizzo che con noi e con le altre forze politiche ha condiviso questa tematica e ha lavorato senza pregiudizi di schieramento per trovare la migliore formulazione e per dare un riconoscimento alle migliaia di carabinieri ausiliari in congedo”.
Lo dichiara Salvatore Deidda, capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Difesa e primo firmatario della Risoluzione.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I diari della stampella

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

I “Diari della stampella” è il nuovo album di Andi, in uscita per IndieMood il 2 febbraio 2019. “Scritto in occasione di un rocambolesco viaggio in India, I diari della stampella è l’album di esordio di ANDI & LE BANANE la nuova creatura musicale di Ezio Castellano. Il titolo dell’album fa riferimento all’incidente accaduto a Ezio poco prima della sua partenza, che lo ha costretto a vagare per l’oriente in compagnia di una stampella, diventata poi un’inseparabile amica di questo viaggio intenso e personale. I diari della stampella non sono solo la narrazione grottesca di quella avventura, ma anche la descrizione di una condizione emotiva oltre che fisica con cui si affronta la vita.” Composti e arrangiati durante un momento di pausa del progetto LA BANDA DEL POZZO, questi dodici brani rielaborano frammenti, bozze e appunti raccolti negli ultimi anni per dar voce a ciò che l’autore definisce “le parti più nascoste, ciniche, malinconiche e romantiche di me, la mia autoironia, il mio amore per la Sicilia, la gratitudine per tutti i posti visitati in questi anni e la riconoscenza per ogni sorriso e lacrima versata.”

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riparare gli oggetti rotti può aggiustare il mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Avete presente la celebre strofa della canzone di Gino Paoli? A pensarci bene, descrive perfettamente l’avvio di una miriade di progetti virtuosi, innovativi e vincenti nati per l’appunto da una chiacchierata informale tra persone affini, una buona intenzione ed un’idea semplice, ma efficace.Ed è proprio così che circa un anno e mezzo fa a Bologna ha preso vita l’associazione Rusko (Riparo Uso Scambio Comunitario), ispirata anche all’esperienza estera dei Repair Cafè: momenti di incontro in cui si riparano oggetti rotti che altrimenti verrebbero gettati via. Si tratta di un’iniziativa virtuosa e dall’alto valore sociale ed ecologico che sempre più sta prendendo piede anche in Italia.Lo dimostrano, oltre alla realtà bolognese protagonista della Storia di oggi, gli “aggiustatutto volontari” che abbiamo mappato in altre parti d’Italia, come Roma e Perugia.Qualche mese fa, inoltre, abbiamo intervistato Alessandro Cagnolati, referente dei Repair Cafè in Europa, iniziativa da lui considerata tra le più concrete ed importanti contro l’economia “lineare” e lo spreco di risorse.Insomma, un esercito di smanettoni ha dichiarato guerra all’obsolescenza programmata e sta invadendo l’Europa! Noi di Italia che Cambia non possiamo che esserne felici e sperare che anche grazie al nostro racconto questa ed altre iniziative virtuose si diffondano sempre più. L’obiettivo? Aggiustare il mondo. Un pezzo alla volta.

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Samsung Bioepis’ First Oncology Medicine in the United States

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Samsung Bioepis Co., Ltd. today announced that the U.S. Food and Drug Administration (FDA) has approved ONTRUZANT® (trastuzumab-dttb), a biosimilar referencing HERCEPTIN® 1 (trastuzumab), across all eligible indications, namely adjuvant treatment of HER2-overexpressing breast cancer, metastatic breast cancer and metastatic gastric cancer or gastroesophageal junction adenocarcinoma in patients who have not received prior treatment for metastatic disease. Please see Boxed Warnings and Important Safety Information for ONTRUZANT® below.
ONTRUZANT® is Samsung Bioepis’ first oncology biosimilar to receive FDA approval, and will be marketed and distributed in the United States (US) by Merck, which is known as MSD outside of the US and Canada.“For many cancer patients in the US, battling cancer has not only been a health issue, but a considerable financial burden brought on by cancer treatment. Biosimilars are intended to be lower cost, high-quality treatment options that have the potential to alleviate such burden. We sincerely hope our trastuzumab biosimilar will do exactly that,” said Sang-Jin Pak, Senior Vice President and Head of Commercial Division, Samsung Bioepis. “At Samsung Bioepis, we will continue to demonstrate our enduring commitment to biosimilars by further strengthening our pipeline and widening the availability of approved treatments for cancer patients across the US.” ONTRUZANT® was also approved by the European Commission (EC) in November 2017, and has since been launched in a growing number of European countries.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

7th Annual World Patient Safety, Science & Technology Summit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

For the 7th year in a row, President Clinton presented the keynote address at the World Patient Safety, Science & Technology Summit. In his speech, President Clinton commended attendees on the 273,077 lives saved over the last 7 years and asked participating clinicians, hospitals and healthcare technology companies to recruit others to join them. He stated, “I’m grateful that the movement just in the last year alone saved more than 90,000 lives. I’m grateful for the 4,700 hospitals at home and around the world that are part of this effort. I’m grateful that 89 technology companies have committed to share data to develop algorithms and predict dangerous trends. And I hope there will be more. I’m very happy that this is increasingly a global effort. The patient safety movement now has 35 regional chairs leading local networks across 50 countries.” He continued, “My most important message is to please stay active in this, please get more people active in it and don’t give up.”
After his speech, President Clinton sat down with the Founder & Chairman of the Patient Safety Movement, Joe Kiani, on stage and they discussed the state of the world today, the dangers of apathy, global warming and the opioid epidemic.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »