Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 30

Diarmaid MacCulloch: Il silenzio nella storia del Cristianesimo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 gennaio 2019

Viviamo in un mondo dominato dal rumore. La religione è, per molti, un rifugio dal clamore della vita quotidiana, che ci permette di fermarci per una contemplazione silenziosa. Ma, come mostra Diarmaid MacCulloch, ci sono molte forme di silenzio religioso, dalla contemplazione alla preghiera, alla repressione e all’evasione. Nel suo ultimo lavoro, MacCulloch considera l’uso strategico del silenzio di Gesù nel suo confronto con Ponzio Pilato e traccia l’impatto dei primi mistici in Siria sulla tradizione monastica. Discute il complicato destino del silenzio nella tradizione protestante ed evangelica e affronta le più sinistre forme istituzionali di silenzio. Un libro rivoluzionario, scritto da un grande storico, che sfida la nostra visione della spiritualità e illumina i misteri più profondi della fede.
DIARMAID MACCULLOCH è membro del St. Cross College di Oxford e professore di storia della chiesa all’Università di Oxford. Tra le sue pubblicazioni si segnalano: Suffolk and the Tudors, vincitore del Whitfield Prize della Royal Historical Society, e Thomas Cranmer: A Life, che ha vinto il Whitbread Biography Prize, il James Tait Black Prize e il Duff Cooper Prize. Ex diacono anglicano, è stato nominato cavaliere nel 2012. Vive a Oxford, in Inghilterra. Neri Pozza Editore S.p.a.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: