Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 26 gennaio 2019

A luglio i “Giovani per la Pace” di 16 Paesi europei in pellegrinaggio ad Auschwitz

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

A 74 anni dalla liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, il Giorno della Memoria – che si celebrerà domenica – non è una commemorazione di rito, ma richiama le istituzioni e i cittadini a una maggiore vigilanza sulla permanenza di pregiudizi antisemiti e razzisti, sulla diffusione di slogan e atteggiamenti intolleranti nello spazio pubblico, accompagnati da discriminazione ed esclusione sociale delle minoranze e dei diversi, e per la crescita, specie tra i giovani, di movimenti nazionalisti, sovranisti e xenofobi in diversi paesi europei, tra cui l’Italia. La riflessione sulla Shoah, preparata da decenni di antisemitismo e predicazione dell’odio razziale, è stata determinante per la pace e la riconciliazione in Europa dopo la seconda guerra mondiale. Ma il ricordo dell’abisso di Auschwitz costituisce ancora un monito ineludibile per il futuro del nostro continente, particolarmente importante proprio nel momento in cui va scomparendo la generazione dei sopravvissuti e dei testimoni della Shoah e mentre, come dimostra un sondaggio di Eurobarometro svolto in tutti i Paesi della UE, l’antisemitismo è in aumento, soprattutto in internet ma non solo. Per questo motivo, oltre a promuovere iniziative culturali a vari livelli e celebrare in tutte le Comunità di Sant’Egidio il Giorno della Memoria, i “Giovani per la Pace”, movimento di studenti liceali e universitari diffuso in 16 Paesi europei dal Portogallo alla Russia, annunciano in questi giorni un pellegrinaggio della memoria ad Auschwitz, che si terrà dal 19 al 21 luglio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università: Numero chiuso, crollo dei laureati e carenza di docenti

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

L’Anief: Per invertire la rotta stabilizzare i ricercatori e aumentare gli investimenti, i più bassi in Europa. L’Italia è penultima per numero di laureati mentre neanche un diplomato su due si iscrive dopo le superiori (soltanto il 40%). Non basta aprire le università se non ci sono ricercatori a tempo indeterminato: i millecinquecento promessi dal Governo saranno ancora una volta a termine. In dieci anni, in 20 mila tra assegnisti, dottori di ricerca e docenti a contratto non sono stati più assunti. L’analisi del Corriere della Sera e l’emendamento già chiesto invano dal sindacato all’ultima legge di stabilità.
A causa del numero chiuso delle università, persi 10 mila docenti in 10 anni; infatti, quella che doveva essere un’opzione circoscritta ad alcune facoltà è diventata una scelta obbligata. Da ciò, gli atenei sono costretti a ridurre il numero di studenti perché non hanno abbastanza docenti: dal 2008 a oggi sono scesi da 63.228 a 53.801. Il continuo taglio dei finanziamenti all’università non consente di rimpiazzare i professori che vanno in pensione. Tra l’altro, nella classifica europea per numero di giovani laureati l’Italia è penultima, seguita solo dalla Romania. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): La situazione attuale deve necessariamente mutare affinché gli eventi possano raddrizzarsi, poiché, a sei anni dal conseguimento del dottorato, appena il 10% di coloro che conseguono il titolo riesce a svolgere poi la professione dell’insegnante. Certamente la notizia appresa oggi non fa che confermare le nostre perplessità e accrescere il timore di assistere a una diminuzione continua degli investimenti atti a incrementare la formazione e la professionalità dei giovani cittadini. Servono più risorse, molto più di quelle che finora sono state garantite. Le statistiche sono impietose e relegano l’università italiana agli ultimi posti d’Europa per investimenti.

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pa: Fp Cgil, salta pagamento elemento perequativo per Statali

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Salta il pagamento dell’elemento perequativo in busta paga per i dipendenti dello Stato. A denunciarlo è la Funzione Pubblica Cgil Nazionale, in merito alla mancata erogazione per i dipendenti delle Funzioni Centrali dello Stato di quella misura introdotta nel passato rinnovo contrattuale per sterilizzare la perdita del diritto al bonus di 80 euro dovuta all’aumento previsto dal nuovo contratto.”È inaccettabile – sostiene la Fp Cgil -. Abbiamo appena verificato il mancato pagamento dell’elemento perequativo ai dipendenti dello Stato, benché il ministro Bongiorno avesse preso un impegno su questo punto. Non solo: la stessa legge di Bilancio ha previsto uno stanziamento specifico perché fosse garantito il pagamento, senza soluzione di continuità. Quanto accaduto è molto grave ed è per questo che rivendichiamo gli impegni, nonché le disposizioni stesse, presi dal ministro. Il pagamento deve avvenire subito e senza ulteriori passaggi”, conclude la Fp Cgil.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Fixed Income – Cina: un gioco d’equilibrio per gli obbligazionisti”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

“FixedA cura di Patricia Schuetz, Senior Client Portfolio Manager di Pictet Asset Management. Il mercato obbligazionario cinese, in costante crescita, offre opportunità interessanti. Le strategie absolute return ne possono trarre il massimo profitto, utilizzando coperture a protezione dalla potenziale volatilità.
L’anno è appena iniziato e la Cina è già in prima pagina: la guerra commerciale con gli Stati Uniti continua; ancora una volta Pechino lavora per sostenere la crescita e le società tecnologiche attribuiscono la debolezza degli utili al rallentamento delle vendite in Cina. Tutti questi elementi sollevano una domanda fondamentale: le opportunità di investimento derivanti da questi sviluppi possono compensare i rischi?
Per quanto ci riguarda, in qualità di investitori in obbligazioni, si tratta di trovare il gusto equilibrio tra rischio e possibile rendimento – un’attività nella quale la strategia Pictet-Absolute Return Fixed Income è specializzata, in quanto combina posizioni a lungo termine con investimenti utili per bilanciare, che funzionano da copertura contro i rischi a breve termine.In quanto specialisti del reddito fisso, siamo sempre stati attratti dal potenziale a lungo termine della Cina. Sebbene la crescita cinese sia destinata a rallentare in futuro, dovrebbe anche essere più stabile, in quanto l’economia sta lentamente raggiungendo un punto di equilibrio orientandosi dalle materie prime verso i servizi e il tasso di cambio è stato liberalizzato. La Cina sta anche spostando rapidamente la catena del valore della manifattura dalla quantità alla qualità. Il suo mercato obbligazionario è sempre più maturo, diversificato e internazionale, mentre il renminbi è indicato come la valuta di riserva del futuro. Un ulteriore fattore di attrattiva del mercato è il fatto che le obbligazioni cinesi offrono rendimenti relativamente elevati e non particolarmente correlati con quelli delle altre classi di attivi.Inoltre, negli scorsi mesi il governo si è impegnato ad adottare una politica fiscale più accomodante, unita a sforzi coordinati per sostenere la domanda interna e la crescita del PIL. Una politica che prevede tagli fiscali per aziende e famiglie, e forti investimenti in infrastrutture. La People’s Bank of China è l’unica grande banca centrale che ancora concede uno stimolo monetario (si veda il grafico) e si prevede che immetterà ben oltre 200 miliardi di dollari nell’economia nel corso del 2019. I nostri economisti prevedono una crescita del PIL cinese del 6,4% quest’anno, due volte più veloce rispetto a tutto il resto del mondo e più di tre volte più veloce rispetto alle economie sviluppate.
Laddove la Cina ha successo, altri mercati emergenti tendono a trarne beneficio. Ciò supporta la nostra opinione ampiamente positiva sul debito societario denominato in dollari dei mercati emergenti. Intravediamo anche numerose opportunità specifiche all’interno dello stesso mercato obbligazionario cinese denominato in dollari, dove qualsiasi debolezza valutaria, come accaduto a metà 2018, costituirebbe potenziali punti d’ingresso interessanti.Le società di gestione patrimoniale cinesi, ritenute strategicamente importanti per il Paese, saranno tra i principali beneficiari delle misure di stimolo. Lo stesso vale per le società immobiliari, le cui strutture del capitale mostrano già un miglioramento.
Ciò che è determinante è che riteniamo che le valutazioni delle obbligazioni societarie emesse da società che appartengono a questi settori non riflettano questo potenziale.
Tuttavia, oltre che per il potenziale a lungo termine, i mercati emergenti sono ben noti anche per i picchi di volatilità a breve termine e la Cina non fa eccezione.
Qui entra in gioco la nostra filosofia di bilanciamento dei rischi. E diversificare il rischio in ogni occasione è alla base del nostro processo di investimento per la strategia Pictet-Absolute Return Fixed Income. Per raggiungere questo obiettivo, esaminiamo i rischi e le correlazioni sia nell’ambito dei singoli temi d’investimento sia nell’intero portafoglio.
In termini più generali, la turbolenza sul debito dei mercati emergenti tende ad essere accompagnata dalla debolezza delle valute delle economie in via di sviluppo. Dal nostro punto di vista, quindi, mantenere una posizione corta in un paniere di queste valute rappresenta un contrappeso efficace per bilanciare un investimento sulle obbligazioni societarie dei mercati emergenti. Riteniamo tuttavia essenziale gestire attivamente questa posizione valutaria, date le idiosincrasie dei Paesi in questione.Al momento, mantenere posizioni corte nelle valute asiatiche offre una copertura particolarmente interessante contro ogni temporanea debolezza economica in Cina.Abbiamo anche investito in credit default swap (CDS) del governo cinese, strumenti che proteggono da ogni deterioramento del merito creditizio di un emittente obbligazionario, per garantire ulteriore protezione alle nostre posizioni sul settore immobiliare cinese. Le possibilità per coprire la nostra esposizione aumentano di pari passo con l’espansione dell’universo d’investimento cinese. A nostro avviso, ciò rende questa opportunità di investimento ancora più interessante.Abbiamo a lungo ritenuto che la transizione della Cina da una potenza manifatturiera ad un’economia più aperta e trainata dai servizi avrebbe creato numerose opportunità. Avvalendoci di tutti gli strumenti di investimento a disposizione e concentrandoci sul punto di equilibrio tra i rischi, riteniamo che il nostro approccio agli investimenti in Cina possa da un lato intercettare valore a lungo termine e dall’altro limitare i rischi della volatilità a breve termine, garantendo il migliore equilibrio rischio/rendimento possibile per i nostri investitori. Un approccio così flessibile esula dalla port Income – Cina: un gioco d’equilibrio per gli obbligazionisti”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 2019 vedrà più di 2 miliardi di passeggeri a terra in tutto il mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Il 2018 è stato l’anno record delle interruzioni di volo e dei disagi per i viaggi aerei. Sono più di 10 milioni i passeggeri di tutto il mondo che hanno diritto a un risarcimento dopo che l’anno scorso sono rimasti bloccati in aeroporto a seguito di ritardi e cancellazioni. Il 2019 probabilmente non sarà migliore: AirHelp, la più importante società di supporto ai passeggeri che subiscono ritardi o cancellazioni aeree, prevede 33 mila voli con interruzioni ogni giorno in tutto il mondo, previsione che potrebbe portare a disagi per oltre 2 miliardi di passeggeri globali.
Per l’Italia, l’ultimo studio di AirHelp prevede per il 2019 più di 137 mila voli con interruzioni che causeranno disagi a oltre 17 milioni di italiani. Nel 2016, erano quasi 14 milioni i passeggeri italiani coinvolti in interruzioni di volo e ad oggi è aumentato del 21% superando di gran lunga i 16 milioni. Negli ultimi tre anni i voli in ritardo o cancellati hanno subito un incremento del 20%.“L’incertezza della Brexit, gli scioperi annunciati dalle compagnie aeree, la carenza di piloti e il crescente fenomeno dell’overtourism saranno le principali cause che influenzeranno il traffico aereo di quest’anno” afferma Roberta Fichera, portavoce di AirHelp. “Ci aspettiamo potenziali risarcimenti per oltre 11 milioni di passeggeri ai sensi del regolamento europeo CE 261 e per questo motivo chiediamo a tutti i passeggeri di viaggiare consapevolmente, conoscendo i loro diritti e rivendicando ciò che gli spetta”.
La carenza dei piloti e della capacità aeroportuale nel gestire il traffico aereo sono i due fattori che influenzano maggiormente le interruzioni di volo. L’International Air Transport Association (IATA) riferisce che il 48% dei professionisti delle risorse umane dell’industria aerea sta lottando per trovare nuovi piloti, sia per la mancanza di candidati, sia per le crescenti richieste di stipendio. Per i prossimi 20 anni, Boeing stima una domanda di 637 mila piloti, in un’industria che soffre ormai di molte carenze.
Il fenomeno dell’overtourism è l’altra causa maggiore per le interruzioni di linea. IATA stima una crescita del 3,5% all’anno per quanto riguarda la domanda e la frequenza dei viaggi e prevede oltre 8,2 miliardi di passeggeri in tutto il mondo entro il 2037 (nel 2016 erano 3,8 miliardi). Con meno piloti, le compagnie aeree non riusciranno a stare al passo con la crescente domanda dei voli e gli aeroporti faranno sempre più fatica ad accogliere e gestire l’afflusso dei viaggiatori.
La normativa europea CE 261 parla chiaro: per voli in ritardo, cancellati o imbarchi negati, tutte le compagnie aeree (low cost comprese) devono corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato. Si tratta di un diritto dei passeggeri il più delle volte a loro sconosciuto (o omesso dalle compagnie aeree), tant’è che meno del 2% degli aventi diritto ha richiesto e ottenuto il risarcimento. AirHelp supporta i passeggeri nella gestione delle richieste del rimborso.
L’ultima relazione della Corte dei Conti Europea ha affermato che le compagnie aeree sono restie all’applicazione della legge e due terzi dei passeggeri non reclamano la giusta compensazione perché, o ne ritengono improbabile l’ottenimento, o perché non sono consapevoli dei propri diritti. Alla luce di queste difficoltà, AirHelp, insieme ad altre società di supporto, ha fondato APRA (Association of Passenger Rights Advocates), l’Associazione dei difensori dei diritti dei passeggeri che si propone di colmare il divario tra la consapevolezza dei passeggeri e la legge.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giorno della Memoria: al Palladium il 28 gennaio maratona dedicata a Primo Levi

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Roma lunedì 28 gennaio con “Dall’alba al tramonto” Dalle 9:00 alle 17.00 Al Teatro Palladium piazza Bartolomeo Romano, 8 si alterneranno sul palco studenti, docenti, cittadini, esponenti della cultura e della società civile. Tra i partecipanti, oltre al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre, prof. Luca Pietromarchi; lo scrittore Premio Strega Edoardo Albinati; il presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick; Ilaria Cucchi; Aldo Zargani, testimone superstite dell’olocausto; l’attore Fausto Sciarappa; il Direttore Generale di Banca Etica Alessandro Messina e il musicista Garfo.
L’evento è gratuito e aperto al pubblico che, in qualsiasi momento della giornata, potrà recarsi al Teatro Palladium per ascoltare la lettura o partecipare in prima persona, inserendo il proprio nome nella scaletta dei contributi.”La memoria è un bene prezioso da condividere, costruire e rinnovare insieme in ogni occasione. Per questo abbiamo deciso di organizzare una lettura continuata e integrale di Se questo è un uomo. L’esperienza che racconta Primo Levi in quest’opera, la sua esperienza, è una storia di tutti e di tutte le generazioni: dagli studenti ai professori, dai più giovani ai più anziani. Chiunque quel giorno voglia leggere una pagina dell’opera di Primo Levi lo potrà fare, dall’alba al tramonto, perché quella tragica storia non sia dimenticata” ha dichiarato Patrizio Gonnella, presidente della Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili.“Chiedersi perché è successo, porre le basi perché non accada più. Con la lettura integrale e continuativa di Se questo è un uomo di Primo Levi, l’Università Roma Tre intende dare il suo contributo per non dimenticare il passato, per non essere condannati a ripeterlo, sensibilizzando i più giovani. Una riflessione collettiva sul valore di quella testimonianza per contribuire a formare, insieme alle scuole, un sapere critico nelle nuove generazioni, dai bambini delle scuole elementari sino ai ragazzi dell’Università, uniti, insieme ai loro docenti, in un’insolita maratona di lettura” ha commentato il professore Marco Ruotolo, Prorettore con delega per i rapporti con scuole, società e istituzioni dell’Università Roma Tre.“L’iniziativa Dall’alba al tramonto è stata realizzata per la prima volta dal Centro culturale Primo Levi a Genova nel 2012 proprio con la lettura del libro di Primo Levi Se questo è un uomo in occasione del Giorno della Memoria. L’idea è molto semplice, ma efficace. La lettura a voce alta in pubblico in un ambiente che aiuta la concentrazione aiuta a sentire il testo coinvolgendo il lettore e gli ascoltatori in una relazione. Gli ascoltatori che diventano via via lettori partecipano ad un’azione collettiva che assume forma liturgica. Un modo per ricordare non solo con la mente, ma anche con il cuore. Dall’Alba al tramonto si è tenuta oltre che a Genova a Pistoia per iniziativa del Comune. Siamo molto lieti, quest’anno, dell’invito che ci ha rivolto CILD e l’Università degli studi Roma Tre per una sua realizzazione nella città in cui è presente la più grande e antica Comunità ebraica italiana. Siamo certi che sarà un’occasione importante e significativa anche per una prevista e grande partecipazione giovanile” ha dichiarato Piero Dello Strologo, presidente del Centro culturale Primo Levi di Genova.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Si restituiscano alle famiglie ebree le opere trafugate dai nazisti”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Firenze. Si è tenuto presso l’Auditorium Vasari degli Uffizi per il Giorno della Memoria un incontro con studiosi e la presidente Ucei Noemi di Segni.
Durante gli anni della seconda guerra mondiale sono state “tantissime le opere d’arte trafugate dai nazisti, non solo a musei, ma anche a famiglie e sinagoghe: stiamo parlando di centinaia di migliaia di pezzi, spesso depredati mentre si destinavano i legittimi proprietari a morire nei campi di concentramento. È un tema importante e doloroso, taciuto troppo a lungo: oggi vogliamo togliere il velo anche a questo grande dramma della Shoah”.
Lo ha ricordato il direttore degli Uffizi di Firenze Eike Schmidt, aprendo l’evento ‘Giorno della memoria 2019 – I sommersi e salvati nelle collezioni delle Gallerie’, tenuto oggi all’Auditorium Vasari. “I governi – ha lanciato un appello il direttore – dovrebbero istituire commissioni che si impegnino attivamente, come tra l’altro in Italia avviene già, grazie al Nucleo di Tutela dei Carabinieri: è questo il modello che speriamo altri Paesi scelgano di seguire”. All’evento hanno preso parte, oltre a studenti degli istituti toscani, storici dell’arte degli Uffizi come Claudio Di Benedetto e Simonella Condemi e la ricercatrice dell’istituto toscano della Resistenza Valeria Gallimi, la presidente delle Comunità ebraiche italiane (Ucei) Noemi Di Segni e quello dell’Aned Alessio Ducci.
Di Segni ha sottolineato che l’avere depredato le famiglie ebree dei loro tesori artistici “faceva parte di un disegno di sterminio ben preciso, che si esplicitava anche sulla dimensione del possesso, per il valore che potevano avere le collezioni, ed anche in quanto parte di una sistematica distruzione di identità, nella misura in cui l’arte è componente di una ricchezza interiore delle persone che la custodivano o la realizzavano”. La presidente dell’Ucei ha poi voluto ringraziare gli Uffizi per aver dato vita alla battaglia per far tornare il ‘Vaso di Fiori’ di Jan Van Huysum, rubato dai nazisti nel 1944, a Palazzo Pitti: “è una vicenda che abbiamo seguito e continuiamo a seguire con grande attenzione”, ha detto.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata della Memoria: il sentiero della salvezza

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Viggiù (Varese) Domenica 27 Gennaio – Ore 9 e 30 Franceschin: “Molte famiglie di ebrei percorrevano un sentiero che rappresentò per loro il cammino verso la salvezza. Noi Domenica, 27 Gennaio, lo ripercorreremo tutto. Gli Ebrei arrivavano a Viggiù, provincia di Varese per poi raggiungere la Svizzera attraverso cunicoli di bunker e trincee della Prima Guerra Mondiale. Gli ebrei furono salvati grazie all’operazione segreta OSCAR, ad opera del Cardinale di Milano Schuster. Saremo nei luoghi della missione segreta, accompagnati dai loro scritti. Tutto il cammino narrato”.
Dal 1943 al 1945 molti ebrei riuscirono a scappare in Svizzera percorrendo alcuni sentieri. Si tratta di una vera “strada della memoria”, e la faremo praticamente tutta per non dimenticare. Entreremo in un labirinto di cunicoli e bunker, trincee della Prima Guerra Mondiale costruite a difesa della frontiera italo-svizzera che poi vennero ampiamente utilizzate anche dai profughi italiani. E proprio sul confine tra Italia e Svizzera cammineremo, in un ambiente ricco di vegetazione e storia. Saremo nell’antico presidio della Milizia Nazi – fascista di confino. Il viaggio dei profughi in fuga dalla furia nazifascista iniziava a Milano, quando gli organizzatori riuscivano a dar loro documenti falsi per passare il confine svizzero nella zona della Valceresio. Noi ripercorreremo tutto”. Lo ha annunciato Antea Franceschin, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE che coordinerà l’escursione in programma in occasione della Giornata della Memoria.
Una missione segreta denominata Oscar e messa in campo in silenzio dal Cardinale di Milano, Shuster e dagli Scout, salvò tante vite umane. Saremo in quei luoghi, ascolteremo quei personaggi, leggeremo i loro scritti.
“La giornata è dedicata al cammino e alla scoperta di questa missione segreta denominata in acronimo Oscar un’operazione soccorso che salvò tanti ebrei. Lungo il cammino che si snoderà all’interno delle Trincee della linea Cadorna racconterò delle figure protagoniste di questo periodo tra cui scout e il cardinale Schuster – ha proseguito Antea Franceschin – e altri personaggi di Milano. Di base è comunque un cammino ma narrato. L’ operazione O. S. C. A. R. era un’ operazione segreta che permise a migliaia di persone di salvarsi in Svizzera durante il periodo di occupazione nazista in Italia dal 43 al 45.Nata dall’entusiasmo e dalla voglia di rivalsa di alcuni ragazzi di Milano, tutti Scout, venne supportata segretamente dal Cardinal Shuster di Milano e anche Andrea Ghetti, importante figura della resistenza Italiana, svolse un ruolo attivo. Racconteremo delle Aquile Randagie, di Giussani, della Resistenza operata su queste montagne dal 1943 al 1945.Il viaggio dei profughi in fuga dalla furia nazifascista iniziava a Milano, quando gli organizzatori riuscivano a dar loro documenti falsi per passare il confine svizzero nella zona della Valceresio.Venivano quindi portati nei paesi di Besano, Clivio e Viggiu, dove partigiani e Scout li aiutavano a percorrere i boschi della zona per passare infine in Svizzera.Per questo sentiero non passarono solo ebrei ma anche famiglie e fuggiaschi di vario tipo, tra cui militari e renitenti alla leva.Trincee linea Cadorna, rifugio che un tempo era presidio militare nazifascista ora rifugio di montagna. Saremo ad un certo punto tra le Alpi italiane e le Alpi Svizzere con la vista che spazierà sul Lago di Lugano”. http://www.aigae.org

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Centralità alla lettura nel futuro del Paese

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

“I primi segnali sui risultati dell’anno 2018 dell’industria editoriale libraria evidenziano una sostanziale tenuta del settore nel quadro di un generale rallentamento dell’economia ma questo non basta: occorrono misure forti per ridare centralità alla lettura nel futuro del Paese”. È l’appello lanciato dal presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi al Governo nel corso dell’incontro convocato dal Ministro Bonisoli con l’industria editoriale per discutere delle prospettive del settore.“Per questo – ha proseguito Levi – è fondamentale sostenere e allargare la domanda di cultura. I linguaggi ormai sono i più diversi: in molti di questi settori si è già intervenuti. Considerata l’importanza del libro è indispensabile una politica che rafforzi libro e lettura, a partire dalla conferma della 18app, che si è rivelata uno strumento prezioso, e dalla straordinaria iniziativa di promozione della lettura che, da quattro anni, è #ioleggoperché. Non chiediamo contributi per gli editori ma promozione della lettura, sostegno – anche fiscale – a librerie e biblioteche, investimenti per l’innovazione”.“Il libro – ha proseguito – è un elemento fondamento della società della conoscenza. É uno strumento di cittadinanza. Per questo va riaffermato il suo valore nell’istruzione e nella formazione lungo tutto l’arco della vita, per garantire democrazia e competenze necessarie per lo sviluppo nella società della conoscenza. E’una battaglia di civiltà in cui muoversi insieme e davvero con forza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Workshop sulle Tecnologie al servizio di un’agricoltura sostenibile e di qualità

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Parma Martedì 5 febbraio, dalle 9.30, si terrà al Centro Congressi S. Elisabetta del Campus dell’Università di Parma il Workshop finale del Progetto “Costruzione di un prototipo per l’ottimizzazione della concimazione azotata a rateo variabile del grano duro in funzione di previsioni climatiche di medio periodo”. Il Progetto è finanziato da Ager (Agroalimentare e ricerca), un’iniziativa tra Fondazioni di origine bancaria (tra cui Fondazione Cariparma) unite per promuovere e sostenere la ricerca scientifica nell’agroalimentare italiano: Ager mette al centro della ricerca le produzioni italiane d’eccellenza, puntando al miglioramento dei processi e allo sviluppo di tecnologie d’avanguardia.Il workshop, dal titolo “Tecnologie Web-Based per la filiera grano duro: ottimizzazione della concimazione azotata e pasta di precisione”, è rivolto anche ad imprenditori agricoli, associazioni di imprese di meccanizzazione agricola ed enti di formazione interessati all’utilizzo di strumenti tecnologici avanzati per un’agricoltura sostenibile e di qualità.
Il Progetto, coordinato dal prof. Francesco Morari dell’Università di Padova, ha visto il coinvolgimento del Dipartimento di Scienze Chimiche, della vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma (referente prof.ssa Giovanna Visioli), dell’Università di Firenze e dell’Università di Teramo, con il supporto dell’azienda di sensoristica in campo agronomico ARVAtec s.r.l. e di Barilla S.p.A.
Al giorno d’oggi l’ottenimento di rese elevate deve necessariamente andare di pari passo con un’agricoltura più rispettosa dell’ambiente e nello stesso tempo che possa fornire materie prime di qualità per la filiera di trasformazione. L’uso della tecnologia (ad esempio droni, satelliti e sensori on the go) diventa indispensabile per il futuro dei giovani imprenditori agricoli. Nel caso del frumento duro l’obiettivo è quello di garantire per tutta la filiera dal seme alla pasta un’elevata sostenibilità e qualità.Il Progetto della durata di un anno incentrato sull’agricoltura di precisione è stato finanziato nell’ambito del bando AGER sul trasferimento tecnologico per l’applicabilità pratica dei risultati di un precedente Progetto AGER, di durata triennale, sulla sostenibilità agronomica, ambientale ed economica della filiera grano duro.
La sperimentazione è stata condotta nell’annata colturale 2017-2018 in due areali distinti, l’Azienda agricola di “Miana Serraglia” a Mira (Venezia) e la fattoria “Savini”, in provincia di Teramo, su due varietà di frumento duro selezionate per la crescita a Nord e Centro Sud Italia.L’obiettivo è stato quello di implementare una metodologia che combina modelli matematici e previsioni climatiche con sensori ottici montati su trattore, drone e satellite per ottimizzare la fertilizzazione in frumento duro. Lo scopo finale è quello di fornire all’operatore agricolo uno strumento di facile utilizzo che automatizzi la concimazione a rateo variabile nell’ottica di un’agricoltura di precisione.La partecipazione al workshop è gratuita, fino ad esaurimento posti (90). https://bit.ly/2rLouRR

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un piano di rilancio per gli agricoltori italiani

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

E’ giunto il momento di dar vita ad una strategia nazionale che, tenendo conto della Pac e del quadro europeo nel quale si muove il comparto agroalimentare, si dia il compito di rilanciare l’agricoltura italiana partendo proprio dalle esigenze degli operatori del settore. Tra gli interventi urgenti – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Mchele Tiso – vi è senza dubbio quello di ridurre i costi di produzione a carico degli agricoltori (cresciuti del 5,4% nel 2018 – dati ISTAT), ma anche l’elaborazione di quelli utili a sostenere il loro reddito. Come Confeuro rimaniamo convinti della necessità di un piano di rilancio che abbia al centro proprio chi lavora quotidianamente la terra; ed è per questo che insistiamo nel chiedere l’adozione di misure ad hoc e il coinvolgimento dei principali attori del primario nelle scelte politiche. L’agricoltura – conclude Tiso – è stato il comparto che più di tutti ha fatto grande l’Italia, ed è su di essa che bisogna puntare per riportare il Paese lì dov’era un tempo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“EXPO: Salone dell’Olio, delle Olive e dei Sapori Pontini”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Latina. Il 9 e il 10 Febbraio, al Palazzo M di Latina, si terrà “EXPO: Salone dell’Olio, delle Olive e dei Sapori Pontini”, vetrina promozionale delle eccellenze enogastronomiche, olivicole ed olearie, a cura della XIII Comunità Montana Lepini e Ausoni, che ospiterà anche il XIV Concorso “L’Olio delle Colline” organizzato dal CAPOL in collaborazione con l’ASPOL. L’evento è patrocinato da: Regione Lazio, ARSIAL, Provincia Latina, Comune Latina, Camera Commercio Latina, XXII Comunità Montana Aurunci e Ausoni, UNAPROL, LILT Latina, Fondazione Bio Campus, Slow Food Latina; con la partecipazione di: IIS Alberghiero “San Benedetto” Latina, Liceo Artistico Statale Latina, Associazione “Chi dice donna”.Le aziende food locali e di altre zone del Lazio avranno a disposizione uno stand espositivo gratuito. Si punterà sulla informazione, attraverso gli show coocking dimostrativi degli chef; le degustazioni guidate dagli assaggiatori professionisti; i concorsi aperti al pubblico, i workshop pratici e i convegni di approfondimento sulle principali tematiche tecniche e di attualità, insieme ad esperti ed operatori del settore. Il tutto al fine di fornire agli addetti ai lavori conoscenze utili a creare una coscienza della qualità tra produttori e consumatori, che si sostanzia in un costante miglioramento del prodotto finale e un più attento e responsabile acquisto per la tavola.La location, lo storico Palazzo Emme, al centro della città di Latina, è stata scelta per avvicinare il più possibile tutte le persone all’agroalimentare di pregio. Al termine dell’iniziativa partirà una campagna di follow-up che ne porterà all’attenzione delle imprese interessate i risultati più significativi, anche per lo svolgimento della propria attività, incoraggiando al contempo percorsi degustativi qualificati idonei ad allargare la platea dei visitatori, in modo da valorizzare la produzione e il territorio e farne apprezzare ancor più le tipicità. Diversi gli appuntamenti in programma nella due giorni.
Sabato 9 Febbraio. 9:45 – Apertura stand aziende partecipanti al Salone. 10:00 – Convegno e premiazioni: “L’Olio delle Colline, Paesaggi dell’Extravergine e buona pratica agricola dei Lepini, Ausoni e Aurunci”. Svolgimento laboratori artistici. 13:30 – Area Show Cooking: dimostrazioni e degustazioni. Invito all’assaggio oli classificati e degustazione prodotti tipici pontini. 14:30 – Tavola rotonda “Prospettive della filiera olivicola pontina: azioni di sviluppo e tutela”. 16:00 – Apertura dei banchi del Salone. 17:00 – Concorso Premio “EVO: Extra Vergine Olio Pontino”. 18:00 – Area Show Cooking e invito all’assaggio.
Domenica 10 Febbraio 9:30 – Apertura Salone. 11:00 – Convegno DE.CO. (Denominazione Comunale di Origine dei prodotti) “Tra Cultura, Storia e Natura”. 12:30 – Happy Hour con prodotti del territorio. 16:00 – Concorso Premio “Assaggiatore per un giorno…”. 17:00 – Concorso Premio Regionale “L’Olio delle Colline Pontine assaggiatori a confronto”. 18:00 – Laboratorio Manimpasta. 18:30 – Premiazione vincitori concorsi “EVO: Extra Vergine Olio: Pontino”, “Assaggiatore per un giorno”, “L’olio delle Colline Pontine, Assaggiatori a confronto”. 19:00 – Degustazione e Show Cooking. 21:00 – Saluti istituzionali e chiusura evento.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ogni anno nel Lazio più di 21.320 anziani sono colpiti da tumore

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

L’incidenza di questa malattia aumenta in modo direttamente proporzionale all’età e, secondo i dati dei Registri Tumori Italiani, il 63,7% dei nuovi casi riguarda proprio gli anziani. Il rischio di sviluppare il cancro negli over 65 è circa 40 volte più alto che nelle persone di 20-44 anni. Per pianificare il più adeguato ed integrato percorso assistenziale di questi malati, domani all’Ospedale San Pietro Fatebenefratelli di Roma (ore 9-13), è previsto un incontro (“La difficile sfida dell’assistenza multidisciplinare”) che vedrà coinvolti i responsabili di tutte le aree specialistiche che ruotano intorno al paziente oncologico, inclusi i clinici dell’Hospice Villa Speranza operativi sul territorio.
“Il trattamento dei tumori dell’anziano – spiega il Prof. Antonio Astone, Direttore della UOC di Oncologia dell’Ospedale San Pietro e organizzatore dell’incontro – apre una serie di problematiche poco affrontate in un individuo più giovane, in quanto si tratta di pazienti spesso già affetti da altre patologie croniche, in trattamento con farmaci potenzialmente contrastanti con le cure oncologiche e non sempre in grado di affrontare autonomamente il necessario percorso terapeutico. In aggiunta la letteratura scientifica è carente, in quanto gli anziani sono generalmente esclusi dai trial clinici. Viceversa, essi rappresentano la quota principale di pazienti afferenti ogni giorno nei nostri ospedali e ciò pone il clinico in una situazione di quotidiana difficoltà decisionale”.
L’evento, promosso da una Task Force oncologico-geriatrica coordinata dal prof. Silvio Monfardini insieme al prof Giuseppe Colloca (Geriatra del Policlinico Gemelli Università Cattolica di Roma), rientra nel tour “Road Map dell’Oncologia Geriatrica”, che ha già visto dieci incontri in tutta Italia.
“Devono essere tenuti nella giusta considerazione tutti gli elementi che caratterizzano la salute e la malattia della terza età – afferma il Prof. Silvio Monfardini, Direttore Programma Oncologia Geriatrica Fondazione Don Gnocchi di Milano -, compresi quelli sociali, la condizione e la volontà della famiglia, l’educazione del malato, i suoi sentimenti nei confronti della malattia e della cura”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Roma nessun affidamento a sponsor privati per la manutenzione delle strade

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Roma. “Non è stato affidato alcun intervento di manutenzione delle strade finanziato da sponsor privati”. E’ quanto precisa il Campidoglio in relazione ad alcuni articoli di stampa. “La manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade di grande viabilità e municipali è a carico dell’Amministrazione Capitolina che ha stanziato circa 150 milioni di euro nel nuovo bilancio di previsione 2019-2021, approvato a dicembre. Il nuovo Regolamento per la disciplina e la gestione delle sponsorizzazioni – a cui fanno riferimento gli articoli in questione – è stato approvato dalla Giunta Capitolina e ha iniziato il suo iter in Assemblea Capitolina per il voto definitivo: dopo 14 anni di attesa prevede norme generali che disciplinano gli strumenti e le modalità per attivare la partecipazione dei privati alle iniziative dell’Amministrazione nei vari ambiti della sua attività, con particolare attenzione alle azioni di mecenatismo e alla collaborazione con i privati volte alla conservazione e promozione dell’inestimabile patrimonio storico, artistico e archeologico della città. E’ previsto che le aree di intervento oggetto di sponsorizzazione verranno individuate annualmente dalla Giunta Capitolina, in coerenza con il Programma triennale dei lavori pubblici e il Programma biennale per l’acquisizione di forniture e servizi”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Companies commit US$1 billion to fight plastic pollution

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

The Alliance to End Plastic Waste, which includes chemical companies, including BASF, Dow and Mitsui Chemicals, Oil majors, including ExxonMobil, Total and Shell, and was convened by the World Business Council for Sustainable Development, will fund initiatives in waste management and recycling infrastructure worldwide, and will back innovative technologies that could offer solutions to the large and growing issue of plastic pollution.
“I think everyone agrees that plastic waste does not belong in the ocean or the environment. This demands swift action and leadership from all of us,” David Taylor, president and CEO of Proctor & Gamble, who chairs the AEPW, said at the initiative’s launch in London.
Last year, researchers at the University of California in Santa Barbara found that of the more than 8 billion tonnes of plastic that has been produced since large-scale production began in the 1950s, less than 10 per cent has been recycled, with the rest ending up in landfills or dumped into oceans and other ecosystems.The impact on those ecosystems has been severe. A 2016 report from the World Economic Forum estimated that at current rates, the total weight of marine plastic will be greater than that of the fish in the oceans. Microplastics—invisible fragments of plastic waste—have been detected in many marine species, and are now in the human food chain.The AEPW announced that it would invest in an incubator network, run by Circulate Capital, which will help to develop innovative technologies and business models to prevent plastic waste, and would support Renew Oceans, an India-based organisation that aims to divert plastic waste from rivers.As 60 per cent of ocean plastics come from just five countries in Asia, much of the alliance’s work will focus on the region.The alliance’s members said that they hope to make an economic case, as well as an environmental one.“Most people don’t know that plastic waste has value. The key is unlocking that value and bringing it back to a useful form again,” said Bob Patel, CEO of LyondellBasell, one of the world’s largest plastic producers and the vice-chairman of the initiative, speaking at the AEPW’s launch.“By tackling plastic waste we can also impact communities in a very positive way, and people’s lives in a positive way. It can be a means of commerce in different parts of the world. But what it will take is collaboration, not only within the value chain… but also governments and other stakeholder groups.” The initiative’s launch attracted criticism from some NGOs, including the Netherlands-based Recycling Netwerk, which noted that several of the AEPW’s members are still investing billions of dollars in building substantial new plastic production facilities, and accused the participants of “greenwashing.”“Without tackling the production of plastic at its source, all clean-up efforts will be in vain,” Rob Buurman, Recycling Netwerk’s director, said. (By Global Initiatives 133 Cecil St, #17-02A, Singapore)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deal on faster exchange of non-EU nationals’ criminal records backed by Civil Liberties MEPs

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Civil Liberties MEPs approved on Wednesday the deal reached with Council on an EU database enabling EU countries to exchange non-EU citizens’ criminal records faster.Currently, national authorities often rely solely on data on non-EU nationals’ convictions available from their own national criminal record systems. The new centralised database on third country nationals (ECRIS-TCN) will improve the exchange of information on non-EU nationals’ criminal records throughout the EU and contribute to the EU-wide fight against cross-border crime and terrorism.The database will complement the European Criminal Records Information System (ECRIS), which EU countries already use to exchange information on EU citizens’ previous convictions. Civil Liberties MEPs backed the deal on ECRIS-TCN in a vote on the respective regulation and directive. The informal agreement on the regulation was approved by 34 in favour, 11 against, 9 abstentions and the agreement on the directive by 37 in favour, 8 against, 9 abstentions. The agreed text now needs to be formally approved by the Parliament as a whole and the Council of the EU before entering into force.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pour une politique européenne de l’asile, des migrations et de la mobilité

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Bruxelles Le lundi 28 janvier 2019, à 15h au Press Club, 95 rue FroissartLe défi migratoire s’annonce comme un thème incontournable de la campagne des élections européennes et de la prochaine législature. Avec des flux d’arrivées aux frontières de l’Union européenne aujourd’hui en net recul par rapport au pic de 2015, la crise migratoire apparaît contenue plutôt que réglée en profondeur. Elle met au grand jour des divisions et tensions entre États de l’Union, qu’attise l’approche du scrutin européen, déboussolant les opinions européennes. En présence de:
⋅Enrico Letta, président de l’Institut Jacques Delors, ancien premier ministre italien
⋅Jérôme Vignon, conseiller de l’Institut Jacques Delors
Modération: Geneviève Pons, directrice du bureau de Bruxelles de l’Institut Jacques Delors

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“The Smile of the Child”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

“The Smile of the Child”, given its longstanding and internationally-recognized record of activities and expertise in the field of child protection and provision of direct assistance and support, received the positive evaluation of the International Society for the Prevention of Child Abuse & Neglect following its application to become a country partner of ISPCAN.The decision was reached by the members of the Society’s Council, which consists of distinguished scientists, experts and specialized professionals from across the globe in the field of child abuse and maltreatment. The application of the “The Smile of the Child” was evaluated on the basis of a number of criteria, including the extent and quality of its implemented actions, the multidisciplinary approach of its provided services at the levels of prevention, direct intervention and therapy of children victims of abuse or maltreatment, as well as the expertise and scientific know-how of the Organization and its human resources in the field of child protection.“The Smile of the Child”, fully aligned with the mission of ISPCAN, is the only organization in Greece and one of the few internationally to implement actions and services both in the field and scientific levels 24 hours a day, 7 days a week, 365 days a year.At the level of prevention, “The Smile of the Child” regularly implements awareness raising campaigns, health promotion programs and interventions in schools and other facilities where children are supported, counseling support through the European Helpline for Children and Adolescents 116111, training programs for teachers and parents, as well as community dissemination and awareness raising events for the general public.At the level of intervention, the Organization receives anonymous and named reports at the National Helpline for Children SOS 1056 and forwards them to the competent authorities, the European Helpline for Children and Adolescents 116111, and the European Hotline for Missing Children 116000. At the same time it develops activities for vulnerable groups of children, as well as migrant and refugee children.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

OSI Systems Awarded 10-Year Contract for Cargo Turnkey Screening in Guatemala

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

OSI Systems, Inc. (“Company” or “OSI Systems”) (NASDAQ: OSIS) today announced that its S2 Global business has entered into a 10-year contract to provide a complete turnkey screening solution for the Port of Santo Tomas de Castilla, the busiest port in Guatemala (as measured by container traffic). The Company will construct civil works, deliver and integrate Rapiscan® Eagle® P60 high-energy X-ray inspection systems, perform security screening and remote image analysis utilizing the CertScan® integration platform for 100% of the cargo (inbound, outbound and transshipped) and provide full life cycle support.OSI Systems CEO Deepak Chopra stated, “We are pleased to add another important project to our growing portfolio of turnkey screening programs. Under this contract, we intend to build upon our prior experience and utilize our proprietary technologies and integration platforms –- including CertScan® — to help the Port of Santo Tomas de Castilla with their plans to grow their traffic, operations and become a leader in the region and achieve breakthrough improvements in security, efficiency and revenue collection.” OSI Systems has turnkey integrated services programs in operation with customs, border and port authorities worldwide, including the ongoing successful programs in Mexico, Puerto Rico and Albania. These integrated services programs have proven highly successful for each customer, improving public safety and security and increasing the accuracy of customs declarations. Under the program, the Company typically operates its cargo scanning equipment for the customer, manage, design and build inspection sites and information management networks, analyze the resulting images, and store the images matched with identifying data such as cargo manifests, customs declarations or vehicle license numbers.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MuteSix Appoints Five Key Strategic Hires in North America

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

MuteSix – a full funnel digital and creative agency – today announced five new hires to its seasoned leadership team. Marc Loreti and Holly Martin have joined the company as Vice Presidents of Business Development, Bree Blackman as Vice President of Creative Strategy, and Ross Bucholc as Vice President of Paid Search. These appointments continue MuteSix’s forward momentum and will have an immediate focus on the company’s enterprise consumer brand and agency clients. MuteSix spends $300 million a year for clients across retail, e-commerce, luxury, nonprofit, technology, sports, publishing, and financial services. The agency has been achieving 265% year-over-year growth while retaining their people-first culture. It has also seen its creative studio (StudioSix) vertical grow 12x in 2018, which makes up 28% of its total revenue. The company’s speed-to-market has been finding traction with CMOs of SMBs and enterprise leaders alike, who turn to MuteSix to gain better ad spend due to the rise of creative and specialization. Today, MuteSix continues to sign large enterprise clients such as Disney, GNC, and Petco. “The addition of this exciting and impressive team of seasoned executives is a direct result of our significant growth over the past two years. The team we chose has the collective experience and smarts to keep up with MuteSix’s ongoing growth. Together, they will allow us to provide differentiated services, operate faster, leverage integrated data to create in real-time, and add increased value,” said Steve Weiss, Founder and CEO. “New client wins combined with the fact that total ad spend is projected to increase 24% between 2018 – 2022 makes this an exciting chapter for us.”MuteSix is currently investing further into mobile first video ads for 2019. “Mobile video is going to be the most popular and fastest growing content format this year given spending is expected to hit $103B by 2023. The increasing popularity of mobile video sharing platforms like Facebook and Instagram presents an immense opportunity to create, serve and measure interactive video ads,” said Daniel Rutberg, COO. The agency is also developing its proprietary predictive technology. “Clients don’t just want data, they want insights that make an economic impact. We’re looking to predictive technology to help refine hyper-relevant creative advertising to accelerate results for brands moving towards a cross-platform future.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »