Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 27 gennaio 2019

Riprendono le conferenze degli Amici della Cultura a Palazzo Cisterna

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Torino lunedì 28 gennaio alle ore 17,00 in via Maria Vittoria 12, presentazione del libro “L’inno di Mameli. Una storia lunga 170 anni per diventare ufficiale”, la storia del nostro inno nazionale e il percorso parlamentare fino all’ufficialità del 4 dicembre 2017, attraverso la voce dell’autore, il racconto diretto di quanti ci hanno creduto e la reazione di giornali e del web. L’autore, Umberto D’Ottavio, è il parlamentare che ha inoltrato e sostenuto la proposta di legge affinché l’inno potesse finalmente, dopo 170 anni, diventare il simbolo ufficiale del nostro Paese. L’opera costituisce una testimonianza importantissima del percorso storico e politico dell’inno di Mameli, un testo che si rivolge a un ampio pubblico attraverso un linguaggio volutamente divulgativo nei capitoli storici e impreziosito da una raccolta di curiosità sugli inni nazionali degli altri Paesi.
Umberto D’Ottavio, deputato nella XVII Legislatura,è nato a Cerignola (FG) nel 1961, laureato in Scienze dell’Educazione, ha ricoperto molte cariche pubbliche sul territorio: per due mandati sindaco di Collegno (TO), dove vive con la sua famiglia; assessore all’Istruzione, Formazione professionale ed Edilizia scolastica dal 2004 al 2013 alla Provincia di Torino; presidente della Lega delle Autonomie del Piemonte dal 2000 al 2016. Nella XVII Legislatura è stato membro della Commissione Istruzione e Cultura della Camera dei Deputati e della Commissione Bicamerale per la Semplificazione. Lavora presso l’ASL TO3 nella sede aulica della Certosa di Collegno come funzionario amministrativo. Collabora con il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’educazione in qualità di cultore della materia in Storia dell’educazione presso l’Università di Torino.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Master in sicurezza economica geopolitica e intelligence

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Roma, dal 22 febbraio al 19 luglio 2019 SIOI Master in sicurezza economica geopolitica e intelligence giunto alla VII edizione, nasce dalla collaborazione tra la SIOI e il Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza (DIS), avviata nel 2013, con l’obiettivo di formare esperti con specifiche competenze nell’analisi dei rischi e delle opportunità dei mercati e nell’elaborazione delle informazioni politiche, economiche e di sicurezza in grado di garantire scelte strategiche efficaci sia nel mondo istituzionale, sia in quello aziendale.
Geopolitica degli scenari internazionali, intelligence istituzionale ed economica, protezione delle infrastrutture critiche, Analisi geo-economica dei mercati internazionali sono solo alcuni moduli del percorso del master completato da seminari esperienziali dedicati alle soft skills e da incontri con esperti della sicurezza internazionale.Per i giovani laureati, a completamento del percorso formativo, farà seguito un periodo di tirocinio curriculare presso Organizzazioni o Istituzioni internazionali, Amministrazioni e Enti pubblici, Associazioni private e imprese.La SIOI mette a disposizione 3 borse di studio per la partecipazione al Master in Sicurezza Economica, Geopolitica e Intelligence.La scadenza per la presentazione delle domande è l’11 febbraio 2019.Per informazioni e modalità di partecipazione si consulti il bando al seguente link: https://www.sioi.org/wp-content/uploads/2019/01/SIOI_Bando-Borsa-di-studio-SEGI-2019.pdf

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Romana Petri: Pranzi di famiglia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Romana Petri torna con il seguito di “Ovunque io sia” in: “Pranzi di famiglia”. Dopo la morte di Maria do Ceu, i suoi tre figli, Joana, Rita e Vasco, dovranno, ognuno a suo modo, fare i conti con il passato di una famiglia della quale conoscono poco.
Maria do Ceu si è dedicata soprattutto a Rita, nata deforme, e da lei realmente «ricostruita», attraverso una lunga e dolorosa serie di operazioni che si ripetevano ogni anno, per venti anni, a Londra. Lo ha fatto contro il parere di tutti, con la tenacia che solo una grande madre può avere. Dopo la nascita di Rita, a distanza di nemmeno due anni, nascono i gemelli Joana e Vasco, sani e bellissimi, ma ben presto il marito di Maria do Ceu, Tiago, abbandonerà la faticosa famiglia per unirsi a un’altra donna, Marta, e dedicarsi alla propria carriera politica.
Il romanzo comincia quando Maria do Ceu è morta da pochi giorni, i figli sono ormai trentenni. Il loro rapporto con il padre è difficile. Non gli perdonano di aver abbandonato la famiglia. E non sopportano la sua nuova moglie, Marta, che da loro ha sempre cercato di tenerlo lontano. Ora, senza la madre, si rendono conto per la prima volta che non hanno ricordi del passato. Perché hanno rimosso tutto? La loro vita è stata infelice al punto da volerla dimenticare quasi completamente?
Con la prosa elegante e diretta che la ha resa una scrittrice molto amata in Italia e all’estero, Romana Petri torna con il toccante e sentito seguito di Ovunque io sia.
Un romanzo che affronta con delicatezza la difficoltà dei legami familiari e prova a scioglierne i nodi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alessandro Perissinotto: Il silenzio della collina

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Torino Mercoledì 30 gennaio, ore 18 Circolo dei lettori, via Bogino, 9 Dalla storia vera di Maria Teresa Novara, tredicenne rapita nelle Langhe nel 1968, nasce il nuovo romanzo di Alessandro Perissinotto, Il silenzio della collina (Mondadori). Una storia feroce ma necessaria per capire da dove proviene la violenza sulle donne.
Domenico Boschis è nato nelle Langhe, ma da molti anni ormai la sua vita è a Roma, dove ha raggiunto il successo come attore di fiction TV. Una notizia inaspettata, però, lo costringe a tornare tra le sue colline: il padre, col quale ha da tempo interrotto ogni contatto, è malato e gli resta poco da vivere. All’hospice, infatti, Domenico trova un’ombra pallida dell’uomo autoritario che il padre è stato: il vecchio non riesce quasi più a parlare, ma c’è una cosa che sembra voler dire al figlio con urgenza disperata. «La ragazza, Domenico, la ragazza!» grida, per scoppiare poi in un pianto muto. Dentro quel pianto Domenico riconosce un dolore che viene da lontano. Chi è la ragazza che sembra turbarlo fino all’ossessione?
Mentre Domenico riprende confidenza con la terra in cui è cresciuto e cerca di addomesticare i fantasmi che popolano i suoi ricordi d’infanzia, si imbatte in un fatto di cronaca avvenuto cinquant’anni prima a una manciata di chilometri da lì. La protagonista è proprio una ragazza: ha tredici anni quando, una notte di dicembre del 1968, viene “rubata” da casa sua. Di lei non si sa nulla per otto mesi, poi la verità emerge con tutta la sua forza.È possibile che sia il ricordo della tredicenne a perseguitare il padre di Domenico? E se così fosse, significa che il vecchio ha avuto un ruolo nella vicenda della ragazza? Lui l’ha sempre considerato un cattivo padre; deve forse cominciare a pensare che sia stato anche un cattivo uomo? Domenico ha bisogno di trovare una risposta prima che il vecchio chiuda gli occhi per sempre.Nel solco del romanzo-verità tracciato da Carrère con L’avversario, Alessandro Perissinotto prende le mosse da una storia realmente accaduta, raccontata dai giornali dell’epoca e poi colpevolmente dimenticata, innestandola però su un impianto romanzesco. Così facendo, rompe il silenzio sul primo sequestro di una minorenne nell’Italia repubblicana, in un libro feroce e al tempo stesso necessario per capire da dove viene la violenza sulle donne, per comprendere che, contro quella violenza, sono gli uomini a doversi muovere.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le mani della finanza speculativa sui centri per migranti

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Roma. Si svolgerà martedì 29 gennaio alle ore 11.30 presso la sala stampa di Montecitorio la conferenza stampa di presentazione dell’inchiesta esclusiva, curata dalla redazione di VALORI, sulle holding del profit e della finanza che all’estero già fanno affari d’oro sulla pelle dei migranti e che sono pronti a puntare sull’Italia grazie alle nuove condizioni favorevoli contenute nel cosiddetto Decreto Sicurezza. Partecipano alla conferenza stampa Andrea Di Stefano, direttore Valori.it, Emanuele Isonio e Rosy Battaglia, redazione Valori.it.Intervengono esponenti di Caritas Italiana, ARCI e ACLI. Interverrà Nicola Fratoianni, deputato di Liberi e Uguali che presenterà un’interrogazione parlamentare.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Luca Mercadante, Luca Trapanese: Nata per te

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Torino Venerdì 1 febbraio, ore 18 Circolo dei lettori, via Bogino, 9 Luca Mercadante, Luca Trapanese Nata per te (Einaudi)con Maria Luisa Coppa, presidente Confcommercio Piemonte,
Giusi Marchetta, scrittrice e Laura Ravetto, onorevole. Nata per te (Einaudi) racconta la storia di un’adozione che ha commosso l’Italia intera, ed è anche una riflessione dolce e incandescente sulla paternità. Gli autori, Luca Mercadante e Luca Trapanese, portano il libro al Circolo dei lettori venerdì 1 febbraio, ore 18 con Maria Luisa Coppa, presidente Confcommercio Piemonte, Giusi Marchetta, scrittrice e Laura Ravetto, onorevole.Alba ha la sindrome di Down e appena nata è stata lasciata in ospedale. Trenta famiglie l’hanno rifiutata prima che il tribunale decidesse di affidarla a Luca Trapanese. Gay, cattolico praticante, impegnato nel sociale: con lui è stato inaugurato il registro degli affidi previsti dalla legge per i single. Ma Luca non è spaventato. Di battaglie ne ha combattute tante, conosce il dolore e ha imparato a trasformarlo, abbattendo muri e costruendo spazi di solidarietà. Il suo non è un gesto caritatevole: vuole semplicemente una famiglia. E per difenderla consegna la sua storia a un altro padre, che ha la sua età e il suo stesso nome, ma non potrebbe essere più diverso. Luca Mercadante è ateo e favorevole all’interruzione di gravidanza. Ed è convinto che la paternità passi per il sangue prima che per l’accudimento. Cosa resta del padre quando è privato anche di qualcuno che possa raccogliere la sua eredità intellettuale? Dal racconto della vicenda di Alba, tra difficoltà pratiche, momenti di sconforto e molta gioia, affiorano inattese le ragioni di una scelta importante e fortissima.«Qualche minuto prima che il sole sorga, Luca prende Alba e la porta alla finestra per farle vedere l’inizio della vita. Spalanca le persiane, l’aria nuova ripulisce la stanza dalle paure della notte. Il primo raggio di luce si arrampica sulla vetta della montagna e a Luca viene in mente la storia di un gigante scalatore che vuole arrivare al cielo. Pensa che dovrebbe scriverla per raccontarla al suo nuovo amore; per il momento si accontenta di bisbigliarle una canzone all’orecchio mentre la culla».
Luca Mercadante (1976) ha ricevuto la menzione speciale della Giuria della XXX edizione del Premio Calvino per il romanzo Presunzione, che uscirà nel 2019 per minimum fax, e ha pubblicato racconti su diverse riviste letterarie. Per Einaudi ha pubblicato, con Luca Trapanese, Nata per te (2018).
Luca Trapanese (1977) si dedica al volontariato dall’età di quattordici anni. Coordina progetti di sviluppo economico e sociale in India e in Africa. Ha fondato la onlus A Ruota Libera, punto di riferimento per le famiglie napoletane con persone disabili, ma anche comunità per ragazzi orfani e disabili, una scuola di recupero di antichi mestieri napoletani per giovani disagiati e una casa-famiglia per bambini con gravi patologie, unica in tutto il Sud Italia. Per Einaudi ha pubblicato, con Luca Mercadante, Nata per te (2018)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Is Google serious about pulling Google News out of Europe?

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

By Mathew Ingram. The European Union continues to debate proposals for toughening up copyright laws, including a rule that would require digital aggregators such as Google News to pay for publishing short excerpts from articles, even if they link to them. That has led to some saber-rattling from Google: on Tuesday, Jennifer Bernal, Google’s public policy manager for Europe, the Middle East and Africa, told Bloomberg that if the new EU rules go ahead, the company might have to remove Google News from the continent completely. But would the search giant really block all of Europe from using its news service over a copyright battle? Or are the threats a negotiating tactic, designed to put pressure on publishers and legislators and get them to water down their proposed laws? There’s evidence to support both scenarios.
For those who argue that the tech giant would never deprive an entire region of access to its news service, there is a compelling case to the contrary: when Spain implemented a similar “link tax” or “snippet tax” (as some like to call it) in 2014, Google blocked access to Google News for the entire country, and it remains blocked. Other countries, including Belgium and France, proposed similar taxes for excerpts several years ago, but Google ultimately settled these disputes by setting up “innovation funds” designed to help publishers improve their use of the internet. These funds were the beginning of what became the Google News Initiative, a $300-million commitment the company says is aimed at making media companies more digitally successful (and getting them to use more Google products).
Tuesday’s comments from Jennifer Bernal are not the first time the idea of Google News leaving Europe has been mooted, though: Richard Gingras, who is vice president of news for Google, raised the possibility of leaving Europe last fall, when the first proposals for the EU’s new regulations started to circulate. While he didn’t rule out removing Google News from Europe if the laws went ahead without modifications, he said the company wanted to work with European legislators and publishers to reach a solution. That made the threat of leaving sound a lot more like a negotiating tactic than a hard-and-fast decision.
At the moment, the proposed “link tax” law (formally known as Article 11) is tied up in debates within the EU, perhaps in part because of Google’s threat, but also because various member countries can’t seem to agree on how to implement it. Regardless of the wording, it seems clear that the proposed legislation would make life difficult for Google. But would it be difficult enough that the search company might pull out of Europe? That would be a significant gesture of defiance towards the EU, and Google is already on thin ice as it is. For example, the company has been criticized for its lackluster approach to the new General Data Protection Regulation or GDPR (it was just fined $57 million by French regulators for breaching the rules). Admittedly, that’s a paltry amount for Google, whose parent company Alphabet has more than $100 billion in annual revenue, but taking its Google News toys and going home isn’t likely to mend any fences with European regulators.And if Google does leave Europe, what happens to EU publishers who rely on Web traffic that comes through the service? When German publisher Axel Springer removed all of its content from Google News in 2014 to protest what it saw as the company’s theft of its content, the newspaper chain said its traffic dropped by more than 40 percent, and it quickly rejoined. Most estimates of the loss to Spanish publishers are somewhere in the 20-percent range, depending on the size of the outlet. But some argue the damage to news media from a Google News departure might not be that severe: for example, a Danish publisher noted on Twitter that the news service has never been available in Denmark and that media outlets in that country are better off as a result (although other media industry insiders questioned drawing too many conclusions from that example). (font: CJR Editors)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The “Intravenous (IV) Therapy and Vein Access: Global Markets” report

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

This report focuses on the global market for IV therapy and vein access devices and provides an updated review that includes applications in various care facility settings.The scope of this study encompasses different types of IV solutions and devices used for therapeutic purposes. this research studied and analyzed the market for key components including different types of intravenous solutions and sets (general IV solutions and sets, parenteral nutrition IV solutions and sets and premixed drug IV solutions and sets), infusion pumps (large-volume infusion pumps, syringe infusion pumps, ambulatory/disposable infusion pumps, insulin infusion pumps, PCA infusion pumps, enteral feeding pumps and implantable infusion pumps) and vein access devices (peripheral intravenous catheters and central venous catheters).This report covers associated regulatory aspects such as innovations and technological improvements (patents and approvals), latest trends, preferences and progress in the field of IV therapy. In addition, the study also covers the market projections, market leaders and market shares for the global IV therapy and vein access market.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IGI Appoints Chief Executive Officer to Drive Growth in Asia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

International General Insurance Holdings Limited (IGI), the international specialist commercial insurer and reinsurer, has announced the appointment of Nick Garrity to the role of Chief Executive Officer of IGI’s Labuan Branch. Nick will be based in the Kuala Lumpur office.In his new role, Nick will help strengthen the Group’s offering in Asia Pacific, with a planned growth strategy from IGI’s Kuala Lumpur office, which will serve as the Group’s hub, for expansion in the region.Nick has 28 years of experience in the international insurance and reinsurance industry and joins IGI from Swiss Re Corporate Solutions in Singapore, where he was Head of Sales, Asia Pacific. Prior to that, Nick was Strategic Customer and Broker Relationship Director at Royal Sun Alliance, also in Singapore. Nick has also held Chief Executive Officer and Chief Operating Officer roles at Lockton Companies. Before then, he was at Marsh, starting his career at Willis. Since the company’s inception in Amman, Jordan in 2001, IGI has expanded beyond the Middle East and North Africa region. Today, IGI now writes specialist commercial insurance and reinsurance in over 200 countries. Registered in the Dubai International Financial Centre, IGI has offices in London, Bermuda, Amman, Dubai, Kuala Lumpur and Casablanca.“In Nick, IGI has identified a proven industry expert, who will be able to provide immediate strong leadership and strategic direction to the Group’s plans for growth in Asia,” said Wasef Jabsheh, Chief Executive Officer at IGI. “In the reinsurance space we have grown organically by attracting top talent, and Nick’s expertise in generating growth by creating and retaining high calibre teams in cross-cultural environments will be key to IGI further building scale in Asia.” Nick Garrity added: “IGI has a clear vision for growth on an international scale and in Asia. I’m looking forward to working with an outstanding team and helping IGI expand its profile in Asia and enhance its global and entrepreneurial operation.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »