Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 5 febbraio 2019

Miracolo cristiano-musulmano con Francesco

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai), la Confederazione Internazionale laica inter-religiosa (Cili-Italia) e il movimento internazionale “Uniti per Unire”, con le associazioni e le comunità aderenti, esprimono grande soddisfazione per lo storico ed importantissimo documento firmato, ad Abu Dhabi,dal Papa e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyib sulla “Fratellanza Umana” per la pace mondiale e la convivenza comune e la storica messa di oggi 05.02 con più di 200 mila tra cristiani e musulmani dentro e fuori lo stadio che hanno testimoniato una giornata che auguriamo sia solo l’inizio del miracolo cristiano-musulmano nella penisola arabica e con il mondo musulmano a favore della convivenza inter-religiosa e il rispetto dei diritti umani e di trovare soluzioni urgenti per il massacro nello Yemen e la sofferenza dei milioni di bambini Yemeniti .Il dialogo inter-religioso torna ad essere il fulcro principale dell’azione che viene intrapresa tra il Cristianesimo e L’Islam, dove la pace, la convivenza e la collaborazione tra i popoli sono elementi fondamentali di unione e non di divisione. Le due guide spirituali chiedono a tutti i religiosi del mondo di combattere, con fermezza , chiunque usi qualsiasi religione per scopi politici o la strumentalizzi per farne del terrorismo criminale. Entrambi auspicano che tutte le risorse naturali del pianeta vengano messe a disposizione di tutti gli uomini, in nome della fratellanza. Il prof Foad Aodi, Fondatore e Presidente Nazionale delle Co-mai, medico fisiatra e consigliere all’OMCEO di Roma commenta l’evento con gioia” Con tutte le nostre associazioni e movimenti ci siamo sempre messi in gioco senza paura e ambiguità per promuovere il dialogo inter-religioso ed inter-culturale, anche in momenti in cui nessuno doveva tirarsi indietro (osservanti e laici) e decidere di non aderire a queste importanti iniziative. nelle giornate del 11 e 12.09.2016 abbiamo ottenuto un enorme riscontro di partecipazione con la nostra iniziativa #CristianinMoschea, dopo quella di #MusulmaninChiesa il 31.07.2016 dove è stata grande la presenza di autorità religiose e cittadini italiani e di origine straniera, cristiani , musulmani e laici uniti tutti contro il terrorismo e le guerre alle religioni, mentre nel 2017 abbiamo organizzato le 1000 #Cenedeldialogo, le quali hanno ottenuto grande successo, promuovendo un evento culturale senza precedenti. Ha perso l’occasione storica chi non ha aderito e addirittura cercato di ostacolare il gesto forte di aprire tutte le moschee ai cristiani e le chiese ai musulmani e laici -continua Aodi-ha solo dimostrato un inutile chiusura mentale ed inutile individualismo. Il gesto di Papa Francesco e del Grande Imam, invece, vanno nella direzione opposta, la stessa che abbiamo sempre seguito e continueremo a seguire nel nome della pace e del rispetto della dignità umana.
Il nostro appello al Governo Italiano di riconoscere il patto della fratellanza umana firmato ad Abu Dhabi come PattodiReciprocità e intensificare politiche a favore del dialogo inter-religioso e andare oltre l’esperienza delle consulte islamiche che non hanno prodotto niente di concreto e anzi ha diviso le associazioni musulmane in “accreditati “e “non accreditati” presso il Ministero degli Interni trascurando l’85 per cento di musulmani laici e numerose associazioni e comunità rappresentative che non sono mai state coinvolte.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Scuola: Udir presenta emendamenti al Decreto su Reddito di cittadinanza e Quota 100

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Udir ha chiesto di consentire anche ai dirigenti dell’area dell’istruzione e della ricerca la possibilità di presentare domanda di pensionamento anticipata. In audizione a partire dalle 19.15 a Palazzo Madama, presso la XI Commissione del Senato della Repubblica, sono stati chiesti dalla delegazione una serie di emendamenti che vogliono tutelare anche il ruolo del capo d’istituto. A riportare le ragioni del sindacato Patrizia Costantini, DS abruzzese, e Pietro Perziani, dirigente in quiescenza ed esperto in relazioni sindacali. Particolare rilievo è stato dato alla questione del pensionamento anticipato, per cui da oggi è possibile presentare domanda, che potrebbe comportare anche una decurtazione dell’assegno pensionistico fino al 30%. Altri i temi trattati, nell’ottica della difesa dei beneficiari delle misure enunciate.
Marcello Pacifico (presidente nazionale Udir): chiediamo che le norme su quota 100 possano essere applicate anche per i dirigenti scolastici che dovrebbero, anzi, per la complessità del ruolo svolto, poter accedere con il massimo dei contributi anche prima dei 62 anni. Gli stessi stipendi dei dirigenti scolastici, ancora lontani dalla perequazione piena con gli altri dirigenti della stessa area, devono essere, almeno, allineati all’inflazione per il prossimo triennio come per il triennio precedente. Siamo convinti della forza delle azioni giuste e continuative. Ancora una volta siamo qui, a esporci davanti ai senatori, per portare in prim’ordine le nostre ragioni.
Tra i tanti emendamenti presentati, si segnala quello all’articolo 12, comma 10: “per il personale della dirigenza scolastica, ad ogni modo, si applicano ai fini del diritto all’accesso e alla decorrenza del trattamento pensionistico di vecchiaia o di anzianità, le disposizioni normative previgenti all’approvazione dell’articolo 24, della legge 22 dicembre 2011, n. 214 e successive modificazioni”, poiché il ruolo del DS, sia per l’acuto stress a cui è sottoposta la categoria sia per il pesante gap generazionale tra personale scolastico e discenti, necessita di un’apposita finestra che permetta l’accesso e la decorrenza del trattamento pensionistico di vecchiaia o di anzianità secondo le regole previgenti la riforma cosiddetta “Fornero”.
Per quanto riguarda la “Riduzione anzianità contributiva per accesso al pensionamento anticipato indipendente dall’età anagrafica. Decorrenza con finestre trimestrali”, all’art. 15, comma 4, si vuole sostituire le parole “comparto scuola ed AFAM” con le seguenti parole” comparto e dell’area dell’istruzione e della ricerca”, poiché “la modifica interessa tutto il personale dipendente e dirigente del nuovo comparto e area dell’istruzione e della ricerca considerato ad ogni modo l’errore presente nel testo normativo in riferimento anche del solo comparto scuola ed AFAM che non esiste più”.
Per Opzione Donna, art. 16, al comma 3, s’intende sostituire le parole “comparto scuola ed AFAM” con le seguenti parole” comparto e dell’area dell’istruzione e della ricerca”, comportando tale azione la motivazione su indicata. Per la Facoltà di riscatto periodi non coperti da contribuzione, art. 20, al comma 6, si vuole sostituire la parola “quarantacinquesimo” con “cinquantesimo”, così da estenderla a una platea maggiore di lavoratori interessati. Per l’Anticipo del TFS, art. 23, al comma 2, dopo le parole “comma 5” s’intende inserire le seguenti parole: “e comunque non superiore all’1,5%” per “tutelare i lavoratori e fissare un termine massimo per l’aliquota da definire nell’accordo quadro”. Ancora, al comma 5, si chiede di sostituire la parola “30.000” con “80.000”, per estendere l’importo finanziabile per l’erogazione della liquidazione. In ultimo, all’art. 24, Detassazione TFS, al comma 2, si vuole sostituire “50.000” con “76.000”, per allargare i beneficiari “in base a quanto definito dal presente decreto in termini di liquidazione media programmata da erogare”.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pope Francis and Grand Imam of Al Azhar Sign Historic Abu Dhabi Declaration for World Peace and Living Together

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Abu Dhabi. His Holiness Pope Francis and His Eminence the Grand Imam of Al Azhar Dr. Ahmed At-Tayyeb have signed the historic Abu Dhabi Declaration – a document on Human Fraternity in the United Arab Emirates.The “Document on Human Fraternity for World Peace and Living Together” seeks to encourage stronger relationships between people to promote coexistence among peoples and to confront extremism and its negative impacts.The signing ceremony was in the presence of His Highness Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, UAE Vice President, Prime Minister and Ruler of Dubai and His Highness Sheikh Mohamed bin Zayed Al Nahyan, Crown Prince of Abu Dhabi and Deputy Supreme Commander of the UAE Armed Forces and attended by more than 400 religious leaders.During the ceremony His Highness Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum also presented the first “Human Fraternity Award – From Dar Zayed” that was jointly given to Pope Francis and the Grand Imam.The award was given to Dr. Ahmed at-Tayyeb in recognition of his firm position in defence of moderation, tolerance, global values and his vehement rejection of radical extremism.Pope Francis meanwhile is well known as an advocate for tolerance and the laying aside of differences and for his determined call for the pursuit of peace and fraternity among humanity, and the award recognises this continued commitment and approach.In a speech before signing the Abu Dhabi Declaration, Pope Francis said “hatred and violence” in the name of God cannot be justified, praising the value of education in reducing conflict.Meanwhile Dr. Ahmed At-Tayyeb, who is one of the world’s foremost Muslim leaders, called on Muslims to protect Christian communities in the Middle East and for Muslims in the West to integrate into their communities.”You are part of this nation… You are not minorities,” he said during his speech at the ceremony.
The ceremony was part of the broader Human Fraternity Meeting that has witnessed the first ever Papal visit to the Arabian Peninsula and hosted by the UAE Government.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Venezuela. FdI Senato: presentata mozione su riconoscimento Guaidò

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

“Riconoscere immediatamente il Presidente Juan Guaidò quale legittimo presidente ad interim del Venezuela. E’ inaccettabile che anche in politica estera il governo si pieghi al M5S, contribuendo in questo modo ad isolare l’Italia, che ad oggi è una delle pochissime Nazioni europee che non ha proceduto al riconoscimento di Guaidò”. A dirlo il presidente di Fratelli d’Italia al Senato, Luca Ciriani, e il senatore di FdI, Adolfo Urso, annunciando che Fratelli d’Italia ha presentato in Senato una mozione per chiedere al governo italiano di riconoscere Guaidò presidente.”Il Venezuela vive da tempo una gravissima recessione, ed è ormai ad un passo dalla guerra civile e si contano centinaia di feriti e decine di morti negli scontri di piazza. La comunità di italiani in Venezuela – importante e numerosa – attraverso le proprie associazioni, all’unanimità, si è appellata al presidente della Repubblica chiedendo che l’Italia si allinei alla posizione dell’Unione Europea, che trasversalmente e indipendentemente dalla collocazione politica dei singoli governi ha proceduto a riconoscere Guaidò come legittimo presidente. Ora, dopo l’intervento dello stesso presidente, Sergio Mattarella, che ha richiamato l’Italia al senso di responsabilità e alla chiarezza su una linea condivisa con tutti i nostri alleati e i nostri partner l’Ue, il governo non può più tergiversare” concludono i senatori di FdI.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola e P.A.: Anief chiede 15 importanti modifiche in audizione in Senato per il personale della scuola

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Tra le proposte: utilizzo risorse RDC per salario minimo nei rinnovi contrattuali del pubblico impiego e per recupero IVC 2016-2018, estensione quota 100 alla data di conversione in legge, flessibilità tra età anagrafica e contributiva per requisiti minimi, esonero dalla Fornero per il personale scolastico, estensione carattere gravoso a tutti i docenti e della rateizzazione a 80 mila euro dell’onere dei contributi da riscatto e della platea del personale interessato (50 anni), limite dell’1,5% della tassazione dell’importo di finanziamento per la liquidazione ed estensione della detassazione TFS a 76 mila euro.
Il giovane sindacato è stato ricevuto in audizione (presenti Daniela Rosano e Chiara Cozzetto dell’Ufficio legislativo della Segreteria nazionale) dalla XI commissione Lavoro per proporre modifiche al decreto-legge n. 4 del 28 gennaio scorso, che apre per il prossimo triennio una “finestra” per andare in pensione a 59 anni con “Opzione Donna” e tutti a 62 anni. Alla luce della peculiare situazione dei lavoratori del comparto dell’istruzione e della ricerca, le proposte emendative prevedono:
l’utilizzo delle risorse del reddito di cittadinanza anche per agganciare i nuovi aumenti contrattuali all’aumento del costo della vita, per il biennio 2019/2020 a fronte di quanto stanziato nella legge di stabilità e l’indennità di vacanza contrattuale al 50% dell’aumento del costo della vita, al netto degli aumenti contrattuali già definiti o da definire per il triennio 2016/2018;
di consentire il pensionamento anticipato a chi matura i requisiti entro la data di conversione in legge del decreto, fermo restando per la scuola la possibilità di andare in pensione al 1° settembre se maturati entro il 31 agosto;
di accedere a quota 100 “a prescindere dall’età anagrafica o dall’anzianità contributiva, calcolando esclusivamente la somma dei due indicatori”, così da poter andare in pensione anticipata anche con 40 anni di servizio e 60 anni di età;
di far valere le disposizioni precedenti all’approvazione della riforma Fornero per tutto il personale della scuola visto il lavoro usurante;
di allargare a scuola primaria e secondaria l’accesso ad Ape Social e a tutti l’agevolazione sui periodi non coperti da contribuzione;
di estendere il riscatto agevolato della laurea passando dai 45 anni di età anagrafica a 50 anni; di rivedere a 76 mila il limite dell’importo di finanziamento generale ed individuale per la liquidazione del trattamento di fine servizio con una tassazione all’1.5%.
Marcello Pacifico (Anief): sono modifiche giuste per un testo che accogliamo con favore, dopo aver lottato per anni nei tribunali quanto già all’indomani della riforma Fornero chiedevamo attenzione per quota 96 del personale della scuola. Oggi il Governo si è finalmente accorto degli errori di una legge che ci aveva allontanati dall’Europa dove si va in pensione a 63 anni con il massimo dei contributi, che fu approvata per ragioni di cassa ma anche per coprire i tanti baby pensionamenti e privilegi avvenuti negli anni passati. La ratio degli emendamenti se condivisa dalla maggioranza giallo-verde non potrà che migliorare un testo che tanti aspettavano.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Messaggio di Maduro al popolo USA

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Sono Nicolás Maduro, Presidente costituzionale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, voglio inviare un messaggio al popolo statunitense per allertarlo sulla campagna della guerra mediatica, comunicativa e psicologica che si sta sviluppando sui media internazionali e, soprattutto, sui media USA contro il Venezuela. È stata preparata una campagna per giustificare un colpo di Stato in Venezuela, preparato, finanziato e sostenuto attivamente dall’amministrazione Trump, proprio come già noto a tutta l’opinione pubblica.È stata avanzata una campagna brutale di immagini false, di immagini truccate e montate: non credete a tutto quello che affermano i media degli Stati Uniti, ve lo dico con il cuore. Poiché non possono inventare che possediamo armi di distruzione di massa per invaderci, ora s’inventano ogni giorno qualche immagine, qualche notizia per giustificare un intervento in Venezuela, come un branco contro il nostro paese. Mi appello alla tua coscienza, alla solidarietà, al risveglio della verità: evitiamo un nuovo Vietnam in America Latina. Se gli Stati Uniti intendono invaderci, troveranno un Vietnam peggiore di quanto abbiano mai immaginato.
Evitiamo la violenza, siamo un popolo di pace, orgogliosi della nostra storia e di Simón Bolívar e Hugo Chávez, siamo un popolo che ha una democrazia forte, un popolo che sta occupandosi dei problemi che sorgono ogni giorno come in qualsiasi società, un popolo che merita rispetto. Nel nostro paese ci sono le più grandi riserve certificate di petrolio al mondo e anche gli occhi di coloro che gestiscono l’Impero USA. Vogliono mettere le mani sul nostro petrolio come hanno fatto in Iraq e in Libia: il petrolio appartiene a noi. Stiamo certificando la prima riserva di oro al mondo, la quarta più grande riserva di gas al mondo: siamo un paese di grandi risorse energetiche, di grandi risorse naturali. È la pura verità sul perché dell’attacco incessante sul Venezuela.Faccio appello quindi al risveglio della coscienza, della solidarietà negli Stati Uniti, a non consentire al presidente Donald Trump e al gruppo di estremisti che lo circonda, a John Bolton, Mike Pompeo, CIA e Mike Pence, a non permettere a questo gruppo di estremisti di imporre le loro menzogne contro il Venezuela, a non permettere il colpo di Stato che sostengono e vi chiedo di appoggiare il popolo venezuelano nella sua lotta per la democrazia.Mi aspetto molto da te, cittadina e cittadino degli Stati Uniti: qui in Venezuela avete un fratello.Sono un ammiratore della storia degli USA e, inoltre, ne so molto. Ho guidato personalmente per le strade di Boston, Philadelphia, Baltimora, New York e Washington; conosco profondamente e dal basso gli Stati Uniti e voglio avere rapporti di rispetto, di vicinanza, di stretta cooperazione con gli Stati Uniti. Gli USA sono molto più grandi di Donald Trump, molto più grandi.Desidero avere buoni rapporti e risolvere i nostri problemi. Serviamoci della via della diplomazia, della pace: esigo rispetto per il Venezuela e chiedo il sostegno del popolo degli Stati Uniti affinché si eviti un nuovo Vietnam e soprattutto qui in America latina.Chiedo la pace e chiedo rispetto, sono sicuro che percorreremo questo storico cammino, perché siamo sulla strada giusta della Storia, perché ci troviamo sul lato corretto nella Storia. Grazie mille!

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Regionalizzazione? Da Aosta il “no” unanime del Consiglio nazionale Anief

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Il giovane sindacato respinge in modo drastico il progetto di legge con cui il governo Conte intende regionalizzare la scuola, assieme ad altri servizi pubblici essenziali: l’opposizione totale al ddl sulla cosiddetta autonomia differenziata, che prenderebbe il via con la concessione dell’autonomia scolastica ad alcune regioni del Nord, è giunta oggi dal capoluogo valdostano, nel giorno di chiusura del primo Consiglio nazionale svolto nel decennale di Anief. Il presidente nazionale, Marcello Pacifico, nel prendere atto della volontà del Consiglio ha detto: Il piano di regionalizzazione di un servizio pubblico così come annunciato è irrealizzabile per l’assenza di risorse che se trovate minerebbero l’unità nazionale e il principio solidaristico sotteso nella nostra Costituzione. Ci opporremo, in tutte le sedi, ad iniziare da quelle giudiziarie contro il trasferimento del personale o i blocchi alla mobilità. E i precedenti ci danno ragione piena, persino in quella Provincia autonoma che delibera in maniera esclusiva sulla scuola, ma sempre tenendo presente alcuni principi costituzionali inviolabili.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“EXPO: Salone dell’Olio, delle Olive e dei Sapori Pontini”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Latina. ll 9 e il 10 Febbraio, al Palazzo M di Latina, si terrà “EXPO: Salone dell’Olio, delle Olive e dei Sapori Pontini”, la vetrina delle eccellenze enogastronomiche, olivicole ed olearie, ideata dalla XIII Comunità Montana Lepini ed Ausoni ed organizzata dal CAPOL, con il patrocinio di: Regione Lazio, ARSIAL, Compagnia Lepini, Provincia Latina, Comune Latina, Camera Commercio Latina, XXII Comunità Montana Aurunci e Ausoni, UNAPROL, LILT Latina, Bio Campus, Slow Food Latina. Partecipano: ASPOL, IIS Alberghiero “San Benedetto” Latina, Chi dice donna, Agroalimentare in Rosa. La manifestazione ospiterà al suo interno e sarà aperta dal XIV Concorso “L’Olio delle Colline”.
Nella mattinata inaugurale si svolgerà il convegno “Paesaggi dell’Extravergine e Buona Pratica Agricola dei Lepini, Ausoni e Aurunci” moderato da Roberto Campagna (giornalista) al quale interverranno: Luigi Centauri (Pres. Capol), Damiano Coletta (Sind. Comune Latina), Carlo Medici (Pres. Prov. Latina), Carlo Hausmann (Dir. Gen. Agro Camera), Maurizio Servili (Prof. Univ. Studi Perugia), Giulio Scatolini (Capo panel C.O.I.), Flavio Berilli (Dir. ICQRF – MIPAAFT), Giuseppe Persi (Com. CUTFAA Latina), Luciano Massimo (D. ADA Lazio Sud – Regione Lazio) Eugenio Lendaro (Prof. Univ. Sapienza Roma – Polo pontino), Alessandro Rossi (Pres. LILT Sez. Latina).A seguire: Mauro Zappia (Comm, CCIA Latina), Onorato Nardacci (Pres. XIII C.M.), Cosimo Peduto (Pres. ASI RM – LT), Vicenzo Lifranchi (D.S. “San Benedetto”), David Granieri (Pres. Unaprol), Cosmo Di Russo (Pres. ASPOL), I contributi, introdotti dalla presentazione fotografica delle aziende olivicole dei Lepini, Ausoni e Aurunci, saranno intervallati dalle premiazioni dei vincitori dei concorsi “L’Olio delle Colline”, “DOP Colline Pontine”, “Miglior Olio Biologico”, “Migliore Confezione ed Etichetta”, “Paesaggi dell’Extravergine e Buona pratica agricola”. Gli studenti del Liceo Artistico Statale Latina, su iniziativa del MADXI, realizzeranno delle tele sull’olivicoltura, esposte poi al salone.
Si parlerà de “Il futuro dell’olio d’oliva nello scenario competitivo del nuovo mercato alimentare”, “Qualità dell’EVO: da condimento ad ingrediente”, “Identità sensoriale dell’olio extravergine di oliva Itrana”. Il dibattito sull’attualità del settore riprenderà nel pomeriggio alle ore 14:30 con la tavola rotonda “Prospettive della filiera olivicola pontina: azioni di sviluppo e tutela”. Domenica 10 Febbraio alle ore 11.00 invece si terrà il convegno “Tra Cultura, Storia e Natura” che verterà sul marchio DE.CO., per il cui ottenimento la XIII Comunità Montana si è fatta promotrice presso la Regione Lazio, per la quale sarà presente in serata Enrica Onorati (Ass.re Agricoltura).Nelle due giornate gli operatori dell’agroalimentare aderenti allestiranno i propri banchi e stand promozionali. Nell’area show cooking si effettueranno dimostrazioni e degustazioni guidate e informate, l’invito all’assaggio degli oli classificati e dei prodotti tipici pontini, riproposti anche nell’Happy Hour del 10, alle ore 12:30. Domenica alle ore 18:00 ci sarà il laboratorio “Manimpasta”. Ci saranno inoltre i concorsi a premi “EVO: Olio Extra Vergine Pontino” (Sabato 9, ore 17:00), “Assaggiatore per un giorno” (Domenica 10, ore 16:00) e “Assaggiatori a confronto” (Domenica 10, ore 17:00).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raggi: “Costruire una comunità solidale, inclusiva e che offre opportunità a tutti”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Roma. Assumere ex detenuti, ex tossicodipendenti, persone disabili o con disagio mentale, persone che per avanzata età anagrafica sono tagliate fuori dal mondo del lavoro, donne vittime di violenza o tratta, rifugiati politici. Sono alcune categorie di persone fragili la cui assunzione, all’interno di una impresa, potrà essere considerata una “miglioria”, da valutare in caso di parità di punteggio, nelle gare o appalti di Roma Capitale. È quanto prevede una Memoria approvata dalla Giunta Capitolina.“Nessuno deve rimanere indietro. È nostro impegno e responsabilità costruire una comunità inclusiva, in cui tutti possono avere un’opportunità o una nuova occasione lavorativa. L’idea è nata dalla necessità di ‘chiudere il cerchio’ avviato con il progetto ‘Mi riscatto per Roma’ sviluppato con il Ministero della Giustizia per favorire il lavoro dei detenuti nella cura del verde pubblico e delle strade di Roma. Abbiamo voluto prevedere una possibilità concreta per chi, durante la pena, si è davvero impegnato in favore della nostra città e, alla fine della pena, si reinserisce nella società. Da qui ad estendere questa misura in favore delle altre categorie di persone fragili e vulnerabili, il passo è stato breve”, dichiara la Sindaca Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Cechov fa male! di Sergio Basile

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Napoli da giovedì 7 a domenica 10 febbraio 2019 Inizio spettacoli ore 21.00 (da giovedì a sabato), ore 18.00 (domenica) teatro Elicantropo Vico Gerolomini, 3, Cechov fa male! Sincopi, deliqui, infarti e altri mancamenti uno spettacolo scritto e diretto da Sergio Basile, anche interprete in scena con Claudia Natale, affiancati da Elisa Sfameli.
Presentato da Fondamenta e Associazione Imprenditori di Sogni, in occasione dei suoi dieci anni di attività, Cechov fa male! è una grande storia di Amore e di Teatro, che indaga il rapporto tra Arte e Potere attraverso le esistenze umane e artistiche di due attori nella Russia di Stalin.
Mediato dal celebre monologo cechoviano Il tabacco fa male, la messinscena racconta il tragico episodio umano e artistico di cui fu vittima l’attore russo Serghiej Kozinkov, che, nel 1939, insieme a sua moglie Varvara, presentò una richiesta all’ufficio culturale istituito da Stalin per il controllo delle rappresentazioni teatrali, inerente al progetto di un suo spettacolo, intitolato Sincopi Deliqui Infarti e altri Mancamenti.
Il progetto si ispirava a un lavoro su Anton Cechov, autore ormai poco rappresentato in Unione Sovietica e guardato con diffidenza dai fautori del “realismo socialista”, che Mejerchol’d, il grande regista della Rivoluzione d’Ottobre caduto in disgrazia e inviso a Stalin, aveva messo in scena nel suo teatro a Mosca nel 1934.
Dopo una lunga attesa trascorsa nella sala d’aspetto del GLAVREPERTKOM, Serghiej e Varvara vengono, finalmente, ricevuti dal funzionario delegato all’esame della loro pratica. Inconsapevoli degli sviluppi degli eventi storici, ignari della feroce repressione, esaltano Cechov, e citano le parole del “Grande Maestro” Mejerchol’d, di cui Serghiej è anche collaboratore.Il verdetto del funzionario sarà ovviamente scontato, lo spettacolo non si farà. In linea con quello che accadrà dopo qualche tempo a Mejerchol’d, il quale sarà fucilato il 2 febbraio del 1940 per ordine di Stalin, Serghiej e Varvara saranno divisi e spazzati via dalla Storia: l’uno arrestato e giustiziato, l’altra costretta a fuggire in America, dove rinnoverà la sua vita.I protagonisti ricostruiscono la vicenda, che dal comico si trasforma, progressivamente, in una tragedia umana. La satira non è gradita, tantomeno Cechov. Insomma il vaudeville non s’ha da fare nell’Unione Sovietica accerchiata dal nemico capitalista e minacciata dall’invasione nazista, ritenuta imminente.
Cechov fa male! prova a smuovere e rinnovare, tuttavia, le considerazioni sullo stato dell’arte nella società contemporanea, al di là delle oggettive valutazioni storiche, portando in scena l’unione di generi teatrali, che vanno dal teatro-documento al vaudeville, dal metateatro alla commedia, fino al dramma.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le “Shoes” di Matteo Maiorano protagoniste a Showcase

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Terza edizione per il progetto Showcase, prodotto da Altaroma grazie al supporto del Ministero per lo Sviluppo Economico e di ICE – Agenzia (Italian Trade Agency), che ha visto coinvolti numerosi brands indipendenti, di abbigliamento e accessori.
Tra i creativi che si sono maggiormente distinti sicuramente il brand MAIORANO, un contemporary brand di scarpe di lusso fondato a Roma dal giovanissimo Matteo Maiorano, ha riscontrato concreti e gratificanti consensi sia tra i buyer che fra gli addetti ai lavori, intervenuti alla fashion week capitolina.
Figlio di due artisti, ha respirato sin da piccolo il mondo dell’arte, al quale da sempre si ispira per le sue creazioni. Dopo la maturità, decide di iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Roma, trovando una nuova via di espressione nel corso di Fashion Design. Gli anni accademici segnano un periodo di sperimentazione creativa a trecentosessanta gradi, che si conclude con una laurea a pieni voti e una sfilata ad AltaRoma ’17.
In seguito ad alcune esperienze come fashion designer , comincia a lavorare nel mondo delle scarpe di lusso, entrando in contatto e collaborando con professionisti del settore, prima di fondare il suo marchio MAIORANO.
La collezione Autunno/Inverno 2019 presentata a Showcase è incentrata su due temi: la naturale fluidità delle forme organiche e l’affascinante aura delle sculture moderniste.
Creazioni dal design pulito che arriva diretto alla sua essenza. Il leitmotiv è basato su linee sinuose che valorizzano le naturali curve del corpo femminile. L’appeal minimal è arricchito da dettagli in pelle metallica sulla tomaia e sui tacchi per dare un look audace, moderno e femminile allo stesso tempo.
Il progetto è diviso in tre differenti altezze e forme, a punta e squadrata per decollètè e stivali, più un’ulteriore quadra per i sandali. Come nella collezione precedente, tutti i modelli sono realizzati con pellami di qualità, vitelli e nappe, lavorate a mano da esperti artigiani nelle Marche.
I materiali sono stati accuratamente selezionati in diversi colori, opachi e lucidi, partendo dai classici, nero, bianco e marrone, fino ad un elegante borgogna. Le colorazioni metalliche sono l’ultima scelta nello stile complessivo del brand ma rappresentano anche le protagoniste dell’intero concept, aggiungendo un tocco esclusivo, prezioso e scultoreo alla collezione.
L’assoluta attenzione ai dettagli, in ogni passaggio, porta ad un prodotto finale che è caratterizzato da una forte identità e da una sorprendente versatilità, adatto alla donna moderna che ricerca unicità ed eleganza in ogni aspetto della vita. Photo by Altaroma

Posted in recensione, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Adrienne Sharp: La magnifica Esme Wells

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

L’esistenza di Esme Silver, dodici anni, grandi occhi azzurri ai quali non sfugge nulla e gambe e braccia sottili come matite, si divide tra gli ippodromi di Santa Anita, Del Mar e Hollywood Park al seguito del padre, Ike Silver, un piccolo truffatore ossessionato dal gioco d’azzardo, e i teatri di posa della Warner Brothers e della MGM con sua madre, Dina Wells, soubrette di incredibile bellezza.
Entrambi i genitori hanno tentato di fare fortuna nella Hollywood degli anni Trenta, tra gangster fuggiaschi e magnati del cinema. Ma le cose non sono andate nel verso giusto.
L’occasione della vita, per Ike, arriva grazie all’incontro con Benny Siegel, affascinante seduttore e spietato fuorilegge. Nell’autunno del 1945, a bordo della piccola coupé cabrio rossa di Mr Siegel, Esme e Ike raggiungono per la prima volta Las Vegas, all’epoca nient’altro che una minuscola oasi, un modesto reticolo di strade circondato dal nulla. È qui, tra acri di terra brulla e i resti di un vecchio motel, che il visionario Benny concepisce l’idea di costruire il Flamingo Club e l’albergo omonimo.
La guerra è finita, il VJ Day, il giorno della vittoria contro il Giappone, è stato un tripudio di bandiere e automobili che sfrecciavano strombazzando lungo le strade di Los Angeles.
La gente è in cerca di lusso, divertimento e avventura. Con il Flamingo, Mr Siegel non vuole costruire semplicemente un casinò, ma appunto un tempio del lusso. Dunque, niente pavimenti ricoperti di segatura e slot machine in stile Far West, niente soubrette con sombrero e fazzoletti, niente danze indiane o tiri al lazo, ma personale con lo smoking e seducenti ragazze con piume, scarpe rosa con il tacco alto e gioielli di vetro.
Esme, che ha ereditato dalla madre talento e bellezza, ha iniziato da qualche tempo a prendere lezioni di tip tap e danza classica. Un giorno, però, su quel fazzoletto di terra sabbiosa dove sorgeranno il Flamingo e un’infinità di locali, Esme Wells sarà esattamente ciò che Mr Siegel e gli uomini della nuova Las Vegas desidereranno.
Impeccabile affresco della città del divertimento durante gli anni Quaranta, l’epoca d’oro in cui la corsa al lusso e al successo rendeva indistinguibili gangster e magnati del cinema, La magnifica Esme Wells ritrae, con una prosa magnetica, le promesse e le disillusioni del sogno americano e di coloro che l’incarnarono nella straordinaria varietà delle loro esistenze.Adrienne Sharp ha studiato danza all’Harkness Ballet di New York. Insegna presso il Centro delle Arti Creative dell’Università della Virginia e vive in California con il marito e i due figli. Con Neri Pozza ha pubblicato La ballerina dello zar (2010), finalista al California Book Award, tradotto in dieci lingue.
Traduzione di Raffaella Vitangeli Euro 18,00 352 pagine Neri Pozza editore.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istruzione: Quota 100, da lunedì parte la corsa al pre-pensionamento

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Previste tra le 20 mila e le 30 mila domande. Affidati a Cedan per la consulenza e la compilazione. Registrati per seguire il webinar gratuito l’8 febbraio per sapere tutto sulla pensione, riscatto, ricongiungimento e liquidazione. Anief: se non si riaprono le GaE le scuole in un mare di guai. La pubblicazione della circolare Miur n. 4644 ha messo in fibrillazione tantissimi docenti e Ata: a presentare domanda, tramite il sistema ministeriale Polis, potrebbe essere il triplo del personale atteso. E ciò malgrado l’ingiusta decurtazione dell’assegno pensionistico. In ogni caso, questo processo farà ancora lievitare il numero di cattedre vacanti e disponibili, già all’inizio dell’anno in corso superiore alle 150 mila unità. Marcello Pacifico (Anief): con l’uscita di questo personale si arriverà ad avere 170 mila posti senza titolare. Se non si riaprono con urgenza le Graduatorie ad esaurimento, se non si stabilizzato i docenti e Ata con 36 mesi di servizio, i concorsi non porteranno a niente e, come accaduto la scorsa estate, migliaia di immissioni in ruolo andranno deserte. Per qualsiasi informazione relativa alle pensioni o per la compilazione della nuova domanda, è possibile contattare la sede Cedan S.r.l.s. più vicina e visitare il sito internet della struttura.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Stipendi docenti italiani sotto di 9 mila euro rispetto alla media UE?

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Anief chiede al Governo di intervenire già in questa stagione contrattuale. Negli ultimi mesi, il rinnovo del contratto e la parziale indennità di vacanza contrattuale hanno permesso un recupero che non va oltre il 5%, ben lontano dal +14% del costo della vita registrato nell’ultimo decennio. Il gap rispetto alla media europea è stato evidenziato dalla rivista Orizzonte Scuola, a seguito della pubblicazione dei dati Istat sulla contrazione dell’economia, che ha prodotto un arretramento dello 0,2% nel quarto trimestre 2018: a fine carriera il divario stipendiale diventa “notevole” con “i docenti della scuola primaria che percepiscono 9.539,98 euro in meno rispetto ai colleghi europei”. Eppure non sono troppo lontane nel tempo le promesse del vicepremier Luigi Di Maio, che a nome del Governo ha detto di volere aumentare gli stipendi degli insegnanti, per equipararli a quelli dei colleghi europei. Marcello Pacifico (Anief): dalle parole bisogna passare ai fatti, visto che l’incremento dei compensi dei nostri docenti rimane sotto l’inflazione di troppi punti, 8 dei quali accumulati tra il 2007 e il 2015, e rispetto a Germania, Austria e Olanda rimangono sostanzialmente dimezzati.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Parma. Sta per prendere il via a Parma la terza edizione del corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale”, promosso dalla Cineteca di Bologna e dall’Università di Parma (CAPAS – Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo) con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo Sociale Europeo, in collaborazione con il Comune di Parma.Dopo gli ottimi riscontri del 2017 e del 2018 via dunque all’edizione 2019, per la quale le iscrizioni sono aperte fino al 5 marzo. 18 i posti disponibili.
Importante attività del Distretto del Cinema, inaugurato nel 2017 dal Comune di Parma per far crescere la cultura delle arti audio visive e le professioni a esse collegate, il corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale” vede nello specifico la collaborazione del Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo (CAPAS) dell’Università, e fa parte dell’ampio ventaglio di proposte formative della Cineteca di Bologna realizzate grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo sociale Europeo. La Cineteca di Bologna offre infatti agli interessati una serie diversificata di corsi per sviluppare le proprie competenze professionali: dall’archivistica alla valorizzazione del patrimonio, dalla fotografia al restauro delle opere filmiche.
Il corso è pensato per un numero massimo di 18 studenti, che saranno selezionati sulla base di specifici requisiti minimi richiesti dal bando attraverso la valutazione dei documenti inviati, di un successivo test scritto di cultura generale audiovisiva e di un colloquio orale. Grazie al finanziamento regionale, i partecipanti potranno frequentare il corso gratuitamente. È indirizzato a persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna in possesso di diploma di scuola secondaria o di laurea triennale in qualsiasi ambito, con competenze in storia della tecnica del cinema e dell’audiovisivo.Si privilegerà la formazione tecnico-professionale degli studenti, senza trascurare le competenze produttive e distributive e la consapevolezza storico-teorica necessaria a garantire una piena autonomia d’azione.
Sono previste 730 ore di didattica (di cui 300 di lezioni frontali e 430 di project work), articolate in 9 moduli. Per partecipare alla selezione è necessario presentare la domanda d’iscrizione pubblicata sul sito della Cineteca di Bologna (www.cinetecadibologna.it/formazione)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

148a mostra della fotografa Francesca Giannelli “Terre emerse”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Forte dei Marmi Museo Ugo Guidi Via M. Civitali 33, 10 febbraio 2019 ore 17.30 mostra, a cura di Vittorio Guidi con presentazione della stessa autrice e testo dello scrittore Fabio Genovesi. Parte delle opere saranno esposte anche al Logos Hotel,via Mazzini 153, che sarà visitato dopo l’inaugurazione. L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 10 marzo 2019 Mentre al Logos Hotel sarà sempre visitabile con ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Al via le iscrizioni al Premio “Giuseppe Dessì”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

E’ il concorso letterario – quest’anno alla sua trentaquattresima edizione – intitolato allo scrittore sardo (nato a Cagliari nel 1909 e scomparso a Roma nel 1977), in programma dal 23 settembre al 2 ottobre a Villacidro, la cittadina del Sud Sardegna dove l’autore di “Paese d’ombre” (Premio Strega nel 1972) aveva le sue radici.Come sempre, il premio si articola in due sezioni, Narrativa e Poesia, ed è aperto alla partecipazione di opere in lingua italiana pubblicate dopo il 31 gennaio 2018. I volumi devono essere spediti (in undici copie) entro e non oltre il prossimo 15 giugno alla Fondazione “Giuseppe Dessì”, organizzatrice dell’iniziativa, in via Roma n. 65 – 09039 Villacidro (SU). Spetterà alla giuria presieduta da Anna Dolfi (professore ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Firenze e studiosa dell’opera di Dessì) il compito di valutare i romanzi e le raccolte di poesie che saranno pervenuti alla segreteria del premio e selezionare i finalisti, tre per la Narrativa e tre per la Poesia, tra i quali gli stessi giurati eleggeranno infine i vincitori, che saranno annunciati e premiati nella serata di sabato 28 settembre a Villacidro, momento clou dell’immancabile settimana di appuntamenti culturali e di spettacolo che fa da cornice al concorso letterario.
Cinquemila euro il premio che spetta al primo classificato di ciascuna delle due sezioni (millecinquecento euro vanno, invece, agli altri finalisti), oltre alla gratificazione di iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro del Premio “Giuseppe Dessì” accanto a quello dei vincitori delle precedenti trentatré edizioni: Sandro Petroni, Nico Orengo, Laura Pariani, Salvatore Mannuzzu, Marcello Fois, Michela Murgia, Niccolò Ammaniti, Salvatore Silvano Nigro, Antonio Pascale, Maurizio Torchio, Edgardo Franzosini, Carmen Pellegrino e Sandra Petrignani, tra gli scrittori; Elio Pecora, Maria Luisa Spaziani, Giancarlo Pontiggia, Alda Merini, Eugenio De Signoribus, Gilberto Isella, Gian Piero Bona, Alba Donati, Mariagiorgia Ulbar, Milo De Angelis, Maria Grazia Calandrone e Alberto Bertoni, tra i poeti.
Oltre ai giurati confermati anche per questa edizione – Duilio Caocci, Giuseppe Langella, Giuseppe Lupo, Stefano Salis, Gigliola Sulis, il presidente della Fondazione Dessì, Paolo Lusci, e la stessa Anna Dolfi – la commissione giudicatrice conta due nuovi ingressi: il giornalista Luigi Mascheroni e il professor Gino Ruozzi (Università di Bologna).
Ai premi per le sezioni più propriamente letterarie si affiancano anche quest’anno altri due riconoscimenti: il Premio Speciale della Giuria (sempre dell’importo di cinquemila euro) e il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna. Il primo, che “la Giuria si riserva di attribuire a un autore o a un’opera di vario genere letterario” (come riportato nel regolamento), negli anni passati è andato a personalità del calibro di Luigi Pintor, Sergio Zavoli, Alberto Bevilaqua, Arnoldo Foà, Francesco Cossiga, Marco Pannella, Piero Angela, Ascanio Celestini, Mogol, Philippe Daverio, Toni Servillo, Piera Degli Esposti, Salvatore Settis, Remo Bodei e Ernesto Ferrero. Il secondo viene invece assegnato dal consiglio d’amministrazione della Fondazione Dessì con la Fondazione di Sardegna, partner dell’iniziativa, “a un personaggio del panorama culturale, artistico e/o musicale quale riconoscimento per l’attività svolta nell’annualità di riferimento”. Vinicio Capossela, Giacomo Mameli, i Tenores di Neoneli, Carlo Ossola, Massimo Bray, Vittorino Andreoli e Ferruccio de Bortoli sono i premiati delle scorse edizioni.Il regolamento completo del trentaquattreesimo Premio Dessì si può consultare nel sito della Fondazione “Giuseppe Dessì” (www.fondazionedessi.it), organizzatrice dell’iniziativa col Comune di Villacidro e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Consiglio Regionale della Sardegna, dell’Assessorato Regionale della Pubblica Istruzione, della Fondazione di Sardegna, del GAL Linas Campidano e del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Volare con Air France HOP

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Air France annuncia che il brand che attualmente opera con la propria flotta regionale con il brand HOP!, diventa volerà con il nome Air France HOP.
Questo cambiamento consente di rendere più chiara l’offerta di voli regionali e rafforzarla rispetto al marchio Air France, rendendo così univoco il punto di riferimento per i clienti che desiderano viaggiare con la compagnia di bandiera francese.
Questo è il primo passo verso un processo di semplificazione dei marchi presenti nel portafoglio Air France-KLM al fine di garantire ai propri clienti maggior chiarezza e coerenza con un’offerta commerciale globale del gruppo.Il gruppo Air France-KLM si affida a due brand forti, Air France e KLM, declinati nelle rispettive flotte regionali Air France HOP e KLM Cityhopper e, inoltre, offre ai propri clienti voli a prezzi competitivi con il marchio Transavia, presente in Francia e nei Paesi Bassi.”Questo è il primo passo verso il consolidamento dei nostri marchi in modo da rendere più chiara l’offerta complessiva del Gruppo Air France-KLM”, ha affermato Benjamin Smith, CEO di Air France-KLM Group. “I voli domestici, incluso il mercato regionale attualmente gestito da HOP!, è fondamentale per il business di Air France, assicura la propria presenza regionale ed è parte integrante della sua storia e del suo DNA. Di fronte a un mercato altamente competitivo, dobbiamo collegare la nostra offerta globale ai valori e punti di forza del brand Air France rendendola più chiara. Vorrei sottolineare l’impegno e la professionalità di tutto lo staff HOP!. Sono fiducioso che insieme riusciremo a rendere Air France HOP il punto di riferimento per tutti i nostri clienti che viaggiano sulla nostra rete regionale”. Questo progetto è in linea con la strategia di semplificazione attualmente in corso per le tratte a corto raggio di Air France, incluse le tratte con aeromobili regionali, che mira a riconquistare la fiducia dei clienti e a ripristinare un equilibrio economico sostenibile.
Questo cambio di marchio non avrà alcun effetto sui contratti di lavoro del personale HOP!. Tutti i voli commercializzati con il brand HOP! o attualmente in vendita non subiranno variazioni.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro e nuove tecnologie: una sfida etica per il futuro

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Roma 7 febbraio 2019, alle 10.00, l’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) propone attraverso il Laboratorio di Diritto dell’Innovazione (InnoLawLab) del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza un’ampia discussione sui temi: “Le tecnologie che cambieranno la società e le professioni: intelligenza artificiale, internet delle cose, blockchain e 5G”.
I Relatori che interverranno dalle 10:15 alle 11:00 sono: Laura Bononcini (Public Policy Director Southern Europe Facebook), Lisa di Feliciantonio (Head of Media Relations & Public Affairs Fastweb), Luca Piccinelli (Senior Marketing Manager Deputy Head of Italy Marketing Huawei), Pinar Serdengecti (Direttore Affari Regolamentari e Concorrenza Iliad Italia), Andrea Falessi (Responsabile relazioni esterne Open Fiber), Luisa Crisigiovanni (Segretario Generale Altroconsumo), Massimiliano Dona (Presidente Unione Nazionale Consumatori). Modera: Luigi Garofalo (Key4Biz).Nella seconda parte del convegno (dalle 11:00 alle 11:40) discuteranno: Luca Bolognini (Presidente Istituto Italiano Privacy), Giuseppe Busia (Professore InnoLawLab, Segretario Generale Garante Privacy), Marilu Capparelli (Legal Director Google), Stefano Da Empoli (Presidente I-COM – Istituto per la Competitività), Andrea Pontecorvo (Presidente Camera Civile Roma, fondatore IusLaw Webradio), Marco Scialdone (Professore InnoLawLab, Presidenza Camera Deputati), Guido Scorza (Professore InnoLawLab, Responsabile Regolazione Team Digitale Governo). Modera: Claudia Morelli (Altalex).A seguire, il Prof. Emanuele Bilotti, Coordinatore del Corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza presenterà l’offerta formativa del Corso di Laurea.Conclude Claudio Cominardi, Sottosegretario di Stato al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con un intervento su “Rivoluzione tecnologica e futuro del lavoro”.Gli atti del convegno saranno inviati, come contributo fattivo, al MISE dove si è formato un gruppo di esperti per l’elaborazione della strategia nazionale sull’intelligenza artificiale e blockchain di cui fa parte anche l’Avv. Marco Scialdone, Dottore di ricerca e docente dell’Università Europea di Roma e relatore del convegno.
Ricordiamo che l’Italia ha aderito il 27 settembre 2018 alla European Blockchain Partnership Initiative, promossa dalla Commissione UE con l’intento di creare una piattaforma europea basata sulla tecnologia blockchain per lo sviluppo di servizi pubblici digitali. La finalità è quella di elaborare una Strategia Nazionale per le DLT e la Blockchain. In coerenza con questo obiettivo il Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma con il Profilo in Diritto e gestione delle nuove tecnologie, dove nasce InnolawLab, vuole dare un contributo concreto e ridefinire le competenze necessarie per rispondere ai nuovi fabbisogni occupazionali.
La legge di Bilancio 2019 ha quindi previsto (art. 1, comma 226) l’istituzione di un Fondo per favorire lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet of Things, con una dotazione di 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021, per finanziare progetti di ricerca e sfide competitive in questi campi; questo investimento è un segnale chiaro di come questi temi occuperanno la scena politica e occupazionale dei prossimi anni.È interessante sottolineare che innovazioni come queste investono diversi campi del sapere non limitandosi solo a quello tecnologico: InnoLawLab ha l’ambizione di indagare gli aspetti legali in un’ottica di interdisciplinarietà. Le, cosiddette, nuove tecnologie aprono un dibattito interessante anche sul mercato del lavoro: queste innovazioni bruciano posti di lavoro? Cambiano il “concetto di lavoro”? O piuttosto siamo davanti ad un’evoluzione delle competenze in grado di elaborare nuove proposte occupazionali e imprenditoriali? E come il mondo accademico può accelerare il proprio processo di innovazione per iniettare nuove competenze e professionalità? A queste e molte altre domande gli autorevoli relatori tenteranno di dare una risposta, attraverso un dibattito vivace e alla portata di professionisti e studenti.
“Il nostro Ateneo – spiega il Prof. Alberto Gambino, Pro-Rettore dell’Università Europea di Roma, che si occuperà dell’introduzione ai lavori – è molto attento ai cambiamenti dell’economia, delle tecnologie e, di conseguenza, del mercato del lavoro ed è, da sempre, impegnato a definire proposte avanguardiste che abbiano una forte attrattività per i giovani, ma anche un’immediata spendibilità nel mondo del lavoro”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federico Unia (OmerTdK) NotOrdinarySuperhero

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Milano Giovedì 21 febbraio, h. 19.00 (Dal 22 febbraio al 2 maggio 2019) CIRCLE CLUB via Stendhal 36 Circle Club di Milano è lieto di presentare nei propri spazi la seconda personale dell’artista Federico Unia, alias OmerTDk, intitolata NotOrdinarySuperhero, a cura di Chiara Canali, dopo la prima personale D’Arte sogni del 2012.Se nella precedente esposizione Unia aveva presentato lavori caratterizzati da una originalissima trasfigurazione dell’umano in bestia, frutto di un processo di reinterpretazione del patrimonio storico-artistico, in questa seconda personale al Circle l’artista espone una decina di opere in cui sono protagonisti i Supereroi della Marvel e della DC Comics,soggetti così frequenti nella comunicazione mediale e cinematografica attuale. Tuttavia non sono qui raffigurati i classici eroi invincibili e senza macchia, che salvano il mondo intero e che cercano ogni giorno di ergersi al di sopra delle masse per redimerle.Al contrario Federico Unia rappresenta un manipolo di Supereroi umanizzati, sensibili e problematici, ne mostra il declino e l’inadeguatezza del “corpo glorioso” in epoca contemporanea, li ritrae in abbigliamento sportivo mentre sono obbligati a sottoporsi a continue sedute di palestra per poter mantenere il fisico tonico e scattante: Capitan America, Wolverine e Superman sollevano pesi e palesano il loro lato più umano mentre ascoltano la musica o si massaggiano il collo a seguito di uno strappo; Flash notevolmente appesantito a causa della sua ingordigia di Fonzies e Red Bull, fa il tapis roulant per riconquistare la forma perduta; Spiderman suona il banjo in pubblico per racimolare qualche spicciolo; e ancora Batman e Superman si fanno un Selfie per riconquistare sui social la loro notorietà perduta. Anche le eroine non sfuggono a questo tragico destino: Catwoman e Superwoman devono allenarsi costantemente per conservare un corpo perfetto e sensuale.
Il corpo “glorioso”, massiccio e potente, del Supereroe si staglia solitario sullo sfondo colorato e carico di scritte, stencil, lettering e segni grafici che rispondono al bombardamento mediatico e consumistico di oggi, dimostrando l’attitudine ironica e demistificante dell’artista che, dietro alla maschera e al costume dell’eroe, denuncia le fragilità, le debolezze, le tensioni e le paranoie di un essere umano qualunque.Così come in precedenza era stato caustico e dissacrante nei confronti dei temi dell’attualità politica e sociale e ne aveva delineato tic e manie dell’uomo moderno in balia delle pulsioni terrene e degli istinti profani, così con questa serie di opere Unia annuncia la crisi del Supereroe, rivela la decadenza del mito dell’onnipotenza e la caduta dell’illusione che l’uomo possa padroneggiare la complessità del reale con gli strumenti tradizionali, cioè con il suo corpo e con la sua intelligenza.La sua poetica è contraddistinta da un originale utilizzo del poster, uno dei materiali che caratterizzano la nostra società odierna, improntata sulla comunicazione del messaggio pubblicitario. Se in un primo tempo i poster erano strappati dalla strada e applicati su tela o su muro e poi ridipinti e rielaborati, ora i poster sono ricreati ex novo a partire da quell’ampio repertorio di motivi e iconografie prelevate dalla strada: l’artista li ricrea in post produzione, li stampa, li dipinge e li applica direttamente sulle tele, a creare un mash-up visivo di stampo Neo Pop che fa da sfondo ai suoi soggetti pittorici.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »