Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 7 febbraio 2019

69°edizione di Sanremo e StarCasinò

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Sanremo. Fino al al 9 febbraio sarà possibile divertirsi con StarRemo. Come Funziona? Semplicissimo! Tanti i cantanti in gara, ma alla fine solo uno trionferà sugli altri: basterà collegarsi al sito https://promozioni.starcasino.it/starremo/it/, divertirsi con i propri giochi preferiti e provare ad indovinare chi sarà il vincitore del Festival. In palio 50.000 giocate gratis.Ma le novità sanremesi non finiscono qui! Per l’occasione, infatti, il profilo twitter @StarCasino_it sarà animato giorno e notte dal taglio pungente del giornalista e blogger Matteo Grandi che commenterà look, andamento della gara, gossip, curiosità e molto altro ancora. Non resta quindi che seguire il profilo social per scoprire quali saranno i tormentoni della kermesse musicale italiana.StarCasinò ancora una volta coinvolge il grande pubblico con iniziative dedicate al puro intrattenimento, costantemente al passo con i tempi e con una particolare attenzione al gioco responsabile.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto “Chopin e i suoi eredi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Trapani Domenica 10 febbraio, alle ore 18.30, nella Chiesa di Sant’Alberto, a Trapani, il concerto con “Chopin e i suoi eredi”, con la musica più celebre di Chopin, eseguita dal pianista polacco Kamil Pacholec, e alcune rarità di Paderewski e Szymanowski, che testimoniano la crescita musicale in Polonia.Pacholec è considerato una delle più grandi promesse del panorama concertistico internazionale. Non ancora ventenne si è già affermato in molti concorsi musicali.La serata si aprirà con “Mazurke op. 24” (n.1, 2 e 4) di Chopin, autore di cui saranno proposti all’ascolto “Tre Valzer op. 34” e “Grande Polacca brillante” a cui si alterneranno i non meno appassionati lavori “Variations in Sib minore op. 3” di Karol Szymanowski e “Minuetto” di Ignacy Jan Paderewski.
La 66ª stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani è realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, della Fondazione Pasqua 2000, il Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani, il Goethe Institut e l’Istituto di Cultura ItaloTedesco – sezione di Trapani.
I biglietti potranno essere acquistati, presso la Chiesa di Sant’Alberto, a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo: intero euro 7,00, ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2018, possessori Diamond Card, Associazione 50&Più).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La mostra “Woman” di Sante Muro a Matera

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Matera Il vernissage della mostra, organizzato in collaborazione con Cioccocrusco, è in programma domenica 10 febbraio alle ore 18.00. Saranno presenti l’artista Sante Muro e il critico e storico dell’arte Fiorella Fiore. Orari: tutti i giorni ore 07.30-00.00 e resterà aperta fino al 16 marzo 2019 presso il Caffè del Corso – Caffè Vergnano 1882. Biglietto: ingresso libero. Un viaggio pittorico che rende omaggio alla donna e alle diverse sfaccettature della femminilità, attraverso un ciclo di 15 opere che vanno oltre lo studio del nudo, soffermandosi sui volti e sulle emozioni che da essi affiorano.
Nella presentazione critica, così Fiorella Fiore descrive le opere in mostra: «Il piccolo formato non deve ingannare sulla sua semplicità, perché è anzi vero il contrario: quanto più una superficie è piccola, tanto più l’artista deve saper condensare l’essenza eliminando il superfluo, calibrando luci e ombre. Ciò che ne viene fuori è un racconto corale capace di realizzare un compendio della bellezza femminile. Le tele, realizzate quasi per intero dall’artista, che ama curare in prima persona il telaio e la forma, vedono l’uso di acrilici, e i toni prediletti sono quelli dei colori primari insieme al bianco e al nero: l’effetto è quello di una resa quasi espressionista, dove si manifestano i contrasti forti, il tratto quasi incide i profili sulla tela e l’uso della spatola contribuisce a caricare di pathos la superficie pittorica, che si trasforma diventando materica, quasi tridimensionale. D’altra parte, è attraverso il segno che il tempo traccia la mappa di ciò che è stato e siamo stati, i sentimenti, i dolori, le passioni; e in questi volti, che nulla hanno a che fare con l’etereo e la perfezione, si esprime tutta la complessità dell’universo femminile.»
Sante Muro (Polla, 1978) vive e opera a Satriano di Lucania. Partito da una formazione da autodidatta, avviata sin dall’infanzia grazie alla passione per il disegno, ha sviluppato nel tempo un linguaggio sempre più personale, dando forma ad una produzione articolata e feconda. Tra i soggetti ricorrenti ci sono la figura umana e il paesaggio urbano, raffigurati attraverso diverse tecniche, quali l’olio, le crete pastello o le paste acriliche. Le sue opere sono presenti in importanti collezioni pubbliche e private. Negli anni ha partecipato a mostre collettive in gallerie e musei in Italia e all’estero e ha ottenuto premi e riconoscimenti in diversi concorsi nazionali, ultimo in ordine di tempo il Premio Fondazione Tatarella per la sezione pittura figurativa alla recente Biennale Bibart 2018/19 (Bari, 15 dicembre 2018 – 31 gennaio 2019). Nel 2014 ha esposto le sue opere presso il Chiostro del Bramante a Roma. Tra le mostre oltre confine spiccano quelle nelle città di Varsavia, Hangzhou, Berlino, Miami e Montpellier. La sua ultima personale, “Sound Life”, è stata allestita lo scorso anno al Circolo Culturale Gocce d’Autore di Potenza.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola e UE – L’Unione Europea si sta sgretolando? Il Miur chiede agli studenti di partecipare al questionario Cnel

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Il Ministero dell’Istruzione si preoccupa per le sorti dell’Europa unita: con la nota n. 382 del 30 gennaio, il dicastero di Viale Trastevere invita gli istituti a partecipare al questionario sulla “Consultazione sul futuro dell’Europa”, per riflettere sui temi delle politiche sociali ed economiche ponendo l’attenzione su concetti come l’istruzione e la formazione, i giovani e il lavoro. Anief, nell’auspicare che tanti cittadini si esprimano, non può non sottolineare come molti dei punti affrontati dal Cnel siano fondamentali per i destini di una Europa sempre più minacciata dalla frammentazione e di nazionalismi. Guardando all’Italia, emerge la distanza siderale che il nostro Paese mantiene rispetto a certi temi. Marcello Pacifico (Anief): Mai come oggi occorre rinsaldare certi valori comuni, perché viviamo in un’Ue sempre ostaggio di divisioni d’intenti, indifferenze e autoreferenzialità. La scuola può fare molto e per questo apprezziamo l’iniziativa ministeriale di puntare sull’educazione civica, se però allargata proprio alla storia e al diritto europeo. Le stesse sentenze che continuiamo a promuovere, presso la Commissione e la Corte di Giustizia Europea, per cancellare ingiuste e incostituzionali discriminazioni, tra personale di ruolo e precari, ci dicono che la strada da perseguire è questa.
Va condivisa l’iniziativa del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, indirizzata “a nuove generazioni, parti sociali, associazioni di consumatori”, perché tratta i principi fondamentali e gli assetti istituzionali dell’Unione Europea: concetti basilari per un Continente che vive di valori comuni. I punti indicati, per i quali si chiede di esprimere un parere numerico di rilevanza, attraverso una scala numerica che va da 1 a 10, sono svariati: vanno dalla libertà di pensiero, di coscienza, di religione, a quella di espressione, di riunione e di associazione; dal diritto alla libertà e sicurezza dei cittadini, al rispetto della vita privata e familiare; dal divieto di discriminazioni, al rafforzamento delle funzioni del Parlamento Europeo e di gruppi politici trasversali rispetto al Paese di origine, sino alla messa a punto di liste politiche transnazionali.
Il questionario affronta le politiche economiche dell’Unione Europea, chiedendo quanto sia importante, ad esempio, “sostenere gli investimenti relativi all’innovazione” oppure “garantire libertà di circolazione delle persone per studio, lavoro, volontariato” o centrare “l’obiettivo di piena occupazione”. Ci sono anche delle parti sull’Unione monetaria, su come “organizzare la difesa comune dell’Europa”, la “stabilità fiscale dell’Europa”, “migliorare la qualità dei servizi sanitari”, “l’assistenza sociale”, “il diritto d’asilo e l’immigrazione”, “il rafforzamento delle politiche giovanili” e “la tutela dell’ambiente”.Si affronta poi il tema della digitalizzazione, chiedendo se “deve essere unico ed uniforme a livello europeo il regolamento sul trattamento dei dati personali (privacy), sulla protezione del diritto d’autore (copyright) e sulla cancellazione dati obsoleti da parte dei fornitori di contenuti (diritto all’oblio)”. Si chiede, inoltre, il grado di rilevanze del “sistema di identità digitale unico europeo, per accedere ai servizi delle pubbliche amministrazioni in tutti i paesi UE”.Uno dei passaggi più importanti del questionario del Cnel è quello che tocca da vicino le politiche sociali europee, “al fine di sostenere il lavoro”: a tale scopo, si chiede se è rilevante “rilanciare diritti e doveri del lavoratore e del datore di lavoro” e “creare pari opportunità di accesso al lavoro e sostegno all’occupazione”. Interessante è anche la sezione su come “sostenere l’Istruzione e la formazione” in Europa: a tale scopo, si chiede se a favorire questo processo è “la mobilità di studenti e insegnanti sul territorio europeo” e anche “la formazione permanente, anche per il reinserimento nel mercato del lavoro”. Il sindacato Anief, nell’invitare i cittadini a partecipare al questionario, non può non sottolineare come molti dei punti affrontati dal Cnel siano essenziali per il futuro dell’Europa e dei suoi stati membri. Guardando all’Italia, emerge la distanza siderale che il nostro Paese mantiene rispetto a certi temi. A partire dal rilancio dei diritti e doveri del lavoratore e del datore di lavoro, ma anche dalla mancanza di pari opportunità di accesso al lavoro e sostegno all’occupazione. Sono temi imprescindibili, infatti, per un territorio del vecchio Continente che si professa unito negli intenti e negli interessi.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via Fastweb4School Special Edition

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Fastweb lancia un’edizione speciale di Fastweb4School, l’iniziativa che offre alle scuole secondarie italiane l’opportunità di ottenere un co-finanziamento per la realizzazione di progetti tecnologici innovativi, con l’obiettivo di contribuire alla crescita delle competenze digitali fra i banchi di scuola. A ogni istituto scolastico che raccoglierà, tramite la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso, il 50% del budget relativo all’iniziativa presentata, Fastweb erogherà il restante 50% e fino ad un massimo di 2.500 euro per progetto. Il finanziamento è a fondo perduto e la proprietà della realizzazione dell’idea rimarrà all’istituzione scolastica che l’ha proposta. Con la nuova edizione di Fastweb4School, Fastweb offre alle scuole la possibilità di proporre un progetto tecnologico, digitale ed innovativo per la scuola. L’apprendimento dell’utilizzo di una stampante 3D, la partecipazione ad un corso di formazione digitale, lo sviluppo di un’App o la realizzazione di un progetto per la salvaguardia del patrimonio culturale sono solo alcuni esempi dei temi che possono essere esplorati dai progetti proposti. Fastweb4School Special Edition si rivolge a tutti gli istituti scolastici secondari di primo e secondo grado, che da oggi ed entro le ore 24 del 4 marzo, possono proporre idee progettuali attraverso il sito dedicato Per proporre un progetto, bisogna indicare il titolo, la descrizione (massimo 2.000 caratteri), la url di un video di presentazione (facoltativo), il budget richiesto e illustrare come sarà impiegato.La selezione delle idee avverrà nei 30 giorni successivi alla chiusura dell’avviso pubblico e si baserà su criteri quali qualità e originalità, impatto sullo sviluppo delle competenze digitali, fattibilità e replicabilità, nella stessa scuola o in altre. I progetti scelti potranno accedere quindi alla fase di crowdfunding.Fastweb metterà a disposizione delle scuole un servizio di customer care che offrirà supporto su come caricare i lavori sulla piattaforma di crowdfunding, aiuterà le classi nel trasformare l’idea in un progetto realizzabile e nel comunicarlo al meglio sui social network e sulla stampa.
A ogni istituto scolastico selezionato che raccoglierà con il crowdfunding il 50% del budget relativo all’iniziativa presentata, Fastweb erogherà il restante 50%, fino a massimo 2500€ a progetto (e fino ad esaurimento del budget per l’iniziativa fissato a 30.000€ complessivi).
Fastweb4School Special Edition vuole sostenere le idee e farle crescere, vuole alimentare un meccanismo virtuoso nelle scuole e convincere i ragazzi a essere utilizzatori attivi e non utilizzatori passivi del digitale e della tecnologia.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Presentazione del “Catalogo Sartori d’arte moderna e contemporanea 2019”

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Mantova Domenica 10 Febbraio 2019 ore 11.00 Chiesa Madonna della Vittoria Via Fernelli, angolo Monteverdi Archivio Sartori Editore presenta con grande soddisfazione il “Catalogo Sartori d’arte moderna e contemporanea 2019” giunto alla sua sesta edizione; passano gli anni ma la mia anzi la nostra determinazione non cambia, da “sempre” vogliamo fare opera di divulgazione di quel vasto mondo artistico nazionale composto di Pittori, Scultori, Incisori, Ceramisti, che con altrettanta determinazione e passione si attivano sul territorio nazionale e non solo. Il Catalogo Sartori 2019 vuole documentare artisticamente quanto sta avvenendo in campo nazionale, si propone come utile strumento di lavoro per tutti gli attori del culto del bello. La nostra proposta è rivolta agli artisti che documentano il loro essere attivi e presenti o anche volutamente non dimenticati; ai galleristi, ai critici e agli storici dell’arte che possono trovare stimoli nuovi per la loro attività; ed anche ai collezionisti o ai neofiti che possono trovare conferme alle loro scelte o suggerimenti per nuove acquisizioni. Gli artisti inseriti, tutti selezionati su invito, sono la dimostrazione di quanto l’Italia sia culturalmente molto vivace, artisti attuali e del passato che sono vitali per la nostra storia dell’arte contemporanea.Non abbiamo bisogno di guardare troppo lontano per trovare validi artisti. Spesso leggiamo e vediamo opere di nuove e sorprendenti figure che arrivano da lontano, che perdono lungo la strada il senso della ricerca, molto spesso senza fine perché incongruente, o gretta perché caratterizzata di volgarità gratuite, e che vedono l’autore concretizzare sì opere che sono però la negazione del bello; artisti spesso presentati da galleristi, critici intellettualmente ricchi di incomprensibili elucubrazioni che, giocando con le parole, confondono il fruitore portandolo a non capire e non apprezzare più quella che è sempre stata considerata arte.Nel nuovo Catalogo Sartori 2019 sono inserite più di duecento schede ad ognuna delle quali corrisponde il nome di un Artista presentato in ordine alfabetico. Un volume d’arte ricco nei contenuti, in cui ogni singola scheda è illustrata da una o più opere riprodotte a colori, arricchita da testi biografici, curricoli, e a volte da qualche stralcio critico, i riferimenti, gli indirizzi postali o informatici e i telefoni per facilitare eventuali e auspicati contatti.Il Catalogo Sartori 2019 in una ricca ed elegante veste editoriale, è un volume cartaceo, da leggere, è sufficiente una comoda poltrona e un po’ di tempo da dedicare alla passione dell’arte; sfogliato con calma, guardando le illustrazioni e leggendo i testi, il libro ci cattura, ci dà delle suggestioni, ci permette di entrare nella poetica dei singoli artisti, di fare comodi raffronti e soprattutto di imparare. Tra un po’ di tempo, il Catalogo Sartori 2019 sarà ancora lì disponibile ad essere sfogliato, con le sue certezze e le sue affermazioni, non sarà sparito nello spazio… e… non serve il computer, il tablet, il cellulare, non serve WIFI o il collegamento internet. E non venga fraintesa questa affermazione, tutti sappiamo come questi strumenti siano assolutamente indispensabili e insostituibili, per il lavoro in tutti gli ambiti ed il commercio, ma chi dimentica i famosi pop-up che compaiono automaticamente durante l’uso per attirare l’attenzione con contenuti pubblicitari?La nostra è una scelta chiara e definita, il libro, la carta stampata si propone come attento mezzo di sapere, di lettura, di comunicazione e di riflessione. E nessuno asserisca che i libri appartengano al passato; le fonti del sapere, di tutto il nostro sapere e non in senso lato, sono su cartaceo, ed anche i documenti della conoscenza sono su cartaceo. Ricordo la mia ingenua commozione quando ho letto che nel 1977, la Nasa inviò nello spazio una capsula contenente il Voyager Golden Record, un disco per grammofono contenente suoni e immagini selezionate al fine di portare le diverse varietà di vita e cultura della Terra (ed è già archeologia informatica).Il Catalogo Sartori 2019 si rivolge, insomma ad un pubblico elitario, attento alle proposte, aggiornato, ma non superficiale, come si dice “capace di leggere tra le righe” i messaggi dei nostri mass-media, consapevole delle proprie scelte e maturo, libero dai vicoli delle mode e capace di un gusto personale.
(By Arianna Sartori)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Universitari molisani fuori sede: un libro di Alessandra De Blasio

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Un approfondito panorama della realtà degli studenti universitari molisani fuori sede, con il racconto della loro esistenza quotidiana nella Città Eterna, spesso standardizzata di generazione in generazione. E’ un bell’affresco quello realizzato da Alessandra De Blasio, campobassana doc ma da anni residente a Roma, che ha pubblicato “Io gennaio me lo immagino bello. Storie di una fuorisede” per i tipi delle edizioni “La Ruota”.Partendo dalla sua esperienza personale, simile a quella di tanti molisani che abbandonano prima per studio e poi per lavoro la terra dove hanno trascorso infanzia e adolescenza, la De Blasio racconta la vita dello studente fuori sede. A cominciare dal problema dell’alloggio, nel suo caso un appartamento con i pavimenti da garage, le porte da ospedale, due bagni in uno, il telefono duplex. Una condizione che sembra fatta apposta per temprare generazioni di studenti. Poi i padroni di casa, mai ordinari: madre e figlio, una sorta di cooperativa acchiappasoldi grazie a frotte di studenti distribuiti in più appartamenti. E ancora, i pasti, il sonno, gli umori, tutto esperienza in comune, tra il doversi fidare per forza e qualche immancabile alleanza.Gli studenti sono sempre un po’ sospesi, un po’ nomadi, un po’ precari. Con quella sensazione di sentirsi sempre lontani da qualcosa di saldo ma, nel contempo, sfuggente. Non sono più molisani, o forse l’hanno definitivamente chiuso dentro quel mondo della provincia, ma non saranno mai nemmeno pienamente romani. Su tutto troneggia un ventaglio di storie importate dai paesi d’origine che si confronta quotidianamente con la bonaria tracotanza della Città Eterna: i capitolini strabuzzano gli occhi quando i dialetti sono estranei al loro universo conosciuto. La richiesta di un “ruoto”, alias “teglia”, riconduce ai fatidici 230 chilometri di distanza tra Campobasso e Roma. Inevitabili, per quanto abissali.
Ma il libro, ben scritto, è ricco anche di considerazioni intimistiche, che sfiorano la poesia. La terra d’origine, il Molise, è vissuta come un austero dipinto fitto di pennellate di grigio e di bianco. Tinte che impersonano il freddo, la neve, la nebbia – perché un territorio montuoso del Sud è anche una sorta di Mezzogiorno nordico – gli intonaci scrostati, la lentezza dei ritmi, la diffusa sussistenza, il protagonismo del mese di gennaio. Tanti algidi pigmenti che si presentano in linea – forse all’altezza – della dichiarata mestizia dell’autrice. Ma la sua è una malinconia creativa, chimerica, sognatrice, che garantisce occhi intelligenti e rapitori, capace di cogliere le essenze più profonde del mondo dei ricordi d’infanzia, con i conigli e le api di zia Giulia o le bretelle sulla canottiera di zio Michele, fino alla Roma della maturità, città aperta e “polmonare”, tanta aria, per quanto infestata di smog fisico e morale.
L’autrice, però, non rompe il cordone ombelicale con il Molise. Addirittura lo rafforza grazie al marito di Isernia e al figlio che fa volutamente nascere a Campobasso, forse per ringraziare il capoluogo molisano per gli infiniti e teneri ricordi: dalla libertà assicurata da una bicicletta con quel turbinare in centro che diventa girotondo felliniano, tra amicizie e palpitazioni amorose, fino allo spuntino in ore scolastiche prodotto dal bar-pasticceria Lupacchioli, complice l’impareggiabile cornetto con marmellata di amarene. E come poter dimenticare il compagno di classe, Nicola da Gildone, che Dio lo abbia in gloria, che ha preservato la cultura contadina presentandosi a scuola con pane e peperoni?Se tutte le strade portano a Roma, quella della De Blasio resta lastricata di resti sanniti.Il libro sarà presentato in primavera a cura della casa editrice “La Ruota” in collaborazione con “Forche Caudine”, l’associazione dei molisani a Roma.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Claudia Durastanti: La straniera

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Tra la Basilicata e Brooklyn, da Roma a Londra, dall’infanzia al futuro, il nuovo libro dell’autrice di Cleopatra va in prigione è un’avventura che unisce vecchie e nuove migrazioni, un viaggio alla scoperta di identità molteplici e amori unici, e il ritratto indimenticabile di una famiglia e di un mondo apparentemente lontani che ci parla con assoluta precisione di oggi. Conteso dai principali editori internazionali prima ancora della sua uscita, arriva finalmente in libreria l’attesissimo nuovo romanzo di Claudia Durastanti. «La storia di una famiglia somiglia più a una cartina topografica che a un romanzo, e una biografia è la somma di tutte le ere geologiche che hai attraversato». Come si racconta una vita se non esplorandone i luoghi simbolici e geografici, ricostruendo una mappa di sé e del mondo vissuto?
Figlia di due genitori sordi che al senso di isolamento oppongono un rapporto passionale e iroso, emigrata in un paesino lucano da New York ancora bambina per farvi ritorno periodicamente, la protagonista della Straniera vive un’infanzia febbrile, fragile eppure capace, come una pianta ostinata, di generare radici ovunque. La bambina divenuta adulta non smette di disegnare ancora nuove rotte migratorie: per studio, per emancipazione, per irrimediabile amore. Per intenzione o per destino, perlustra la memoria e ne asseconda gli smottamenti e le oscurità.
Non solo memoir, non solo romanzo, in questo libro dalla definizione mobile come un paesaggio e con un linguaggio così ampio da contenere la geografia e il tempo, l’autrice indaga il sentirsi sempre stranieri e ubiqui. La straniera è il racconto di un’educazione sentimentale contemporanea, disorientata da un passato magnetico e incontenibile, dalla cognizione della diversità fisica e di distinzioni sociali irriducibili, e dimostra che la storia di una famiglia, delle sue voci e delle sue traiettorie, è prima di tutto una storia del corpo e delle parole. In cui, a un certo punto, misurare la distanza da casa diventa impossibile.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Italia: prospettive dell’economia domestica

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Al sondaggio, svolto da CFA Italy in collaborazione con Il Sole 24 Ore Radiocor presso i suoi soci tra il 21 gennaio ed il 1°febbraio 2019, hanno partecipato 40 intervistati. Il 73% circa degli operatori finanziari ritengono negativa la situazione attuale dell’economia Italiana, mentre il 27% ritiene che la situazione sia sostanzialmente stabile rispetto al mese scorso.In termini di aspettative sui prossimi sei mesi, si riduce di cinque punti la percentuale di coloro che si attendono un peggioramento delle condizioni macroeconomiche, pari al 50% del totale, mentre il 42,3% stima condizioni invariate (+12,3% rispetto al mese di gennaio) ed un 7,7% si attende un miglioramento (-7,3% rispetto al mese scorso). La differenza tra coloro che risultano ottimisti sulle prospettive dell’economia italiana, rispetto ai pessimisti, è pari a -42,3, un valore che rappresenta il “CFA Italy Radiocor Sentiment Index” per il mese di febbraio 2019. Il dato di sintesi scende leggermente rispetto al -40 di gennaio, ma lontano dal minimo storico di novembre 2018 (-55). I partecipanti prevedono un peggioramento delle condizioni economiche anche in Area Euro e per l’economia USA.Per la prima volta da febbraio 2015, i rischi di inflazione sono visti al ribasso in Italia ed Europa mentre solo negli Stati Uniti si attende stabilità dei prezzi, sebbene anche in Nord America, fino al mese scorso, le aspettative fossero per un incremento dei prezzi al consumo. Nonostante questo, la normalizzazione della politica monetaria comporta il mantenimento di aspettative di incremento dei tassi di interesse a breve ed a medio-lungo termine, sebbene le attese siano di minore entità rispetto al mese scorso.
Sui mercati azionari, sono previsti ribassi dagli attuali livelli per tutti i listini, aspettative che risultano anche in peggioramento rispetto alla passata previsione.Sulle valute, gli operatori stimano un deprezzamento del dollaro USA contro Euro, una repentina variazione rispetto a gennaio, mentre lo Yen potrebbe apprezzarsi, probabilmente per il suo aspetto di “valuta rifugio”. Sul petrolio, infine, si attende che i prezzi rimangano sostanzialmente invariati tra sei mesi, rispetto alle quotazioni attuali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pagamenti in contanti vietati negli uffici pubblici

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Da più parti d’Italia ci giungono segnalazioni riguardo enti pubblici che non accettano più pagamenti in contanti presso i propri sportelli. Ad esempio, da un anno a questa parte l’Azienda Sanitaria della Provincia di Cuneo rifiuta il pagamento in contanti per visite e analisi, con grosso disagio per molte persone -soprattutto anziani e malati- costrette successivamente a recarsi in farmacia per pagare il dovuto con anche l’aggiunta di 1,50 euro. Nel caso di una Asl, una risposta plausibile è che la gestione dei pagamenti sia stata affidata ad un soggetto esterno tramite servizio di supporto specialistico, ossia un servizio erogato sulla base della specializzazione e della competenza nel supportare l’ente in uno specifico ambito di attività. La gestione del servizio cassa per contanti è molto onerosa, essendo esposta a possibili furti e malversazioni, per non parlare degli oneri relativi al conteggio e al trasporto della valuta. Si provocano però disagi alla cittadinanza, specie la più debole, sotto forma di maggiori adempimenti e costi. Aspetti che andrebbero attentamente valutati prima di prendere certe decisioni.Ancora meno comprensibile è che dallo scorso 1 gennaio non è ammesso il pagamento in contanti dei servizi agli sportelli anagrafici municipali di Roma Capitale, dove ora si accettano esclusivamente carte di credito, bancomat o sistema PagoPA, con relative commissioni. In alternativa è possibile pagare sul sito internet di Roma Capitale oppure attraverso il servizio CBill se offerto dalla propria banca. Ancora, tramite i Prestatori di Servizio di Pagamenti riconosciuti (Sisal, Lottomatica, Banche PA, ecc.). Infine, presso gli Uffici Postali, oppure online su poste.it. Il tutto con corollario di inserimento del numero di conto e di codici assortiti relativi alla propria pratica.
“Queste modalità di pagamento -si legge nel comunicato- più semplici, sicure e trasparenti, consentono al cittadino di corrispondere gli importi dovuti ottenendo ricevuta del pagamento effettuato da presentare agli sportelli per usufruire dei servizi richiesti”.
Siamo anche d’accordo sul concetto, ma perché obbligare i cittadini ad avvalersi di alternative meno pratiche e anche più costose? I cittadini, ricordiamo, di uno dei paesi meno bancarizzati d’Europa, peggio ancora riguardo i pagamenti digitali. Ancora di più considerando gli importi davvero esigui pagati agli sportelli dell’anagrafe e consistenti in pochi euro, spesso solo alcune decine di centesimi. Anche in questo caso pensiamo agli anziani, oltre che agli stranieri.Non vogliamo arrivare a scomodare l’art. 693 del Codice Penale che punisce chiunque rifiuta di ricevere, per il loro valore, monete aventi corso legale nello Stato o peggio ancora l’interruzione di pubblico servizio, ed anzi forse esistono anche i supporti giuridici per certe decisioni, ma invitare gli amministratori dei servizi ad utilizzare il buon senso, quello sì. (Giuseppe D’Orta Responsabile Aduc per la tutela del risparmio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: New Publics

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Roma mercoledì 13 febbraio 2019, ore 19.00 Apertura al pubblico: 14 febbraio – 6 marzo 2019 (Orari: dal martedì alla domenica, dalle 16.00 alle 19.30 Ingresso gratuito) The British School at Rome via Gramsci 61 apre la mostra New Publics di Alison Crawshaw, David Knight e Public Practice. Curatore del progetto: Marina Engel, BSR Architecture Programme. L’esposizione si inserisce nell’ambito delle iniziative del programma di Architettura della BSR Brave New World: New Visions in Architecture, curato da Marina Engel, che intende indagare sui cambiamenti nel ruolo dell’architetto di oggi, interrogandosi sulla rinnovata coscienza sociale e sugli ideali utopici di comunità e uguaglianza che sembrano guidare la nuova generazione dei giovani designer.Gli studi di architettura Alison Crawshaw, DK-CM (David Knight e Cristina Monteiro) e Public Practice (Finn Williams e Pooja Agrawal) sono tre degli studi britannici emergenti che guidano la costruzione di questa nuova realtà della pianificazione pubblica, perseguendo un’agenda condivisa sia da posizioni all’interno delle realtà locali che all’esterno degli organi di pianificazione. I lavori dei tre studi sono raccontati negli spazi della British School at Rome attraverso una serie di video, manifesti, locandine e fotografie.Alison Crawshaw ha studiato gli aspetti dell’abusivismo edilizio a Roma nella sua ricerca The Politics Of Bricolage. Nella Valle della Borghesiana, un quartiere periferico di Roma, Alison ha lavorato con i residenti e con l’architetto Antonella Perin al fine di trasformare un edificio abbandonato in una sala riunioni per lo sviluppo del piano edilizio del quartiere, ottenendo, per altro, un regolare permesso di pianificazione.In mostra i due video Flight Over The Toponimi e Il Spazio D’Incontro che ripercorrono le fasi di realizzazione del progetto.La ricerca Making Planning Popular dello studio DK-CM, fondato nel 2012 da David Knight e Cristina Monteiro, intende trasferire la competenza della pianificazione dalle mani di politici e sviluppatori ai non addetti ai lavori, attraverso una piattaforma online Building Rights, dove attraverso forum, mappe digitali e strumenti GIS (sistema informativo geografico) si sviluppa un dialogo corale sulla pianificazione.In mostra una serie di interviste, condotte online, con rappresentanti del pubblico britannico che sondano il sentimento comune nei confronti della pianificazione pubblica e suggeriscono come essa possa beneficiare dell’apertura verso una cultura dell’architettura più ampia rispetto ai canoni prestabiliti.Public Practice è un’impresa sociale no-profit che intende inserire una nuova generazione di architetti, urbanisti e pianificatori all’interno delle amministrazioni locali, per migliorare la qualità e l’uguaglianza dei luoghi comunitari di tutti i giorni. I primi Associati usano il design per aiutare a cambiare i processi, le politiche e la cultura della pianificazione pubblica.In mostra un documentario che illustra alcuni progetti in ambito pubblico dei primi associati al gruppo, sottolineando le sfide che gli architetti hanno affrontato, i cambiamenti apportati e le lezioni apprese. Una serie di fotografie di Timothy Chase, inoltre, ritraggono gli uffici pubblici, i centri civici e i municipi con cui collaborano.Alle ore 18.00 la mostra sarà introdotta da una tavola rotonda a cui parteciperanno gli architetti Alison Crawshaw, David Knight, Finn Williams & Pooja Agrawal, moderata da Luca Montuori, Professore associato di Composizione architettonica e urbana all’Università di Roma Tre e assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, oltre che fondatore e direttore dello studio 2tr. Interverrà anche Marco Provinciali del giovane studio italiano Supervoid in dialogo con gli architetti, per un paragone tra lo stato della pianificazione pubblica in Italia oggi e quella in Inghilterra. http://www.bsr.ac.uk

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nel 2018 alcuni studi hanno modificato conoscenze scientifiche consolidate

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Nel corso del 2018 alcuni studi scientifici pubblicati su autorevoli riviste hanno messo in dubbio certezze ormai consolidate nell’ambiente medico. Eric J. Topol, editorialista di Medscape, ha messo in evidenza 15 di questi studi, che comprendono anche alcuni lavori pubblicati alla fine del 2017, evidenziando i punti di novità.
Secondo uno studio pubblicato su Nature, per esempio, l’utero non sarebbe un ambiente sterile, contrariamente a quanto generalmente ritenuto, anzi, sarebbe proprio il luogo dove il microbioma avrebbe inizio. Un’altra notizia che potrebbe scardinare le credenze abituali è che i probiotici potrebbero non essere d’aiuto per la guarigione dell’intestino, ma che al contrario, dopo l’assunzione di antibiotici, possano ritardare la guarigione invece che accelerarla, secondo quanto riferito su Cell.
La rivista PNAS ha proposto invece un articolo che apre domande sullo sviluppo del cancro: le mutazioni somatiche aumentano il rischio di cancro quando le persone invecchiano, o si tratta invece di un declino del sistema immunitario? Cambiando completamente argomento, il “gene del linguaggio e della parola”, FOXP2, che si pensa abbia acquisito importanza negli esseri umani mediante la selezione positiva, potrebbe non essere per nulla specifico per l’uomo, secondo uno studio pubblicato su Cell.
E cosa dire del diabete di tipo 1? Ebbene, l’età entro la quale viene diagnosticato va ben oltre quella che si pensava in precedenza, e arriva fino ai 60 anni, o così almeno dicono gli autori di uno studio comparso su Lancet.
I benefici della chemioterapia di combinazione andrebbero ben oltre l’additività e la sinergia, ha dichiarato uno studio su Cell alla fine del 2017, e potrebbero intervenire sulla variabilità esistente tra pazienti. Science ha pubblicato invece una nuova analisi che mostra che non sempre la spesa Medicare per il periodo del fine vita deve essere vista come una perdita di denaro.
I prodotti lattiero-caseari non sono dannosi per la salute secondo Lancet, mentre l’aspirina non protegge dagli eventi cardiovascolari e può al contrario aumentare il rischio, come affermato sul New England Journal of Medicine. L’assunzione di sale può essere pericolosa per le persone a rischio di eventi cardiovascolari e ictus, ma solo in popolazioni che consumano più di 5 g al giorno, ha spiegato un lavoro comparso su Lancet.
Il British Medical Journal ha proposto uno studio sul diclofenac, ampiamente usato come antidolorifico, che porrebbe un rischio per la salute cardiovascolare rispetto al non utilizzo dello stesso farmaco, all’uso di paracetamolo, e all’uso di altri farmaci antinfiammatori non steroidei tradizionali. Lavori pubblicati su Cell (nel 2017) e su Nature Medicine hanno suggerito che i macrofagi nel cuore giochino ruoli nella conduzione e nel rimodellamento. Una grossa novità è stato il suggerimento da uno studio pubblicato su PNAS sul fatto che il DNA mitocondriale non passi solo attraverso il gamete femminile ma possa provenire anche dal padre. A che punto siamo sulla discussa vitamina D nella prevenzione delle fratture ossee? Forse non è utile, secondo una metanalisi comparsa su Lancet Diabetes & Endocrinology. Da ultimo, Nature si è occupato anche di una novità in ambito di fibrosi cistica e asma: si parla di una nuova gerarchia e composizione cellulare. (fonte: doctor33 e Medscape 15 Gennaio 2019 https://www.medscape.com/viewarticle/907588)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Istat ha reso noto il nuovo paniere per il calcolo dell’inflazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

“Bene l’ingresso dei prezzi dell’energia elettrica del mercato libero, considerato che secondo la recente indagine dell’Antitrust, oltre che stando alle ultime rilevazioni di Arera, i prezzi sono in media maggiori di quelli del mercato di maggior tutela” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Come risulta dal provvedimento di condanna dell’Antitrust dei giorni scorsi, infatti, le aziende sanzionate, avevano un margine di profitto di 20-50 euro per i clienti in maggior tutela contro 50-80 euro per quelli sul mercato libero, con una differenza di margine pari a circa il 48 per cento. Ottimo, quindi, che si registrino i prezzi del mercato libero, così da registrare il fallimento di questo attuale modello” prosegue Dona.”Non possiamo poi che esprime grande soddisfazione per il fatto che l’Istat abbia accolto la nostra proposta, ufficialmente fatta in occasione della riunione con il Mise del 21 novembre, di posticipare il calendario di rilevazione in occasione dei saldi, per evitare distorsioni nella rilevazione degli sconti praticati. Un miglioramento importante di cui andiamo orgogliosi” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riparte BEST: dedicato ai manager dell’innovazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

E’ Promosso dall’Ambasciata USA in Italia, Fulbright Commission, Invitalia e BEST Steering Committee, coordinato da Mind the Bridge in San Francisco, BEST prevede 6 mesi di attività in Silicon Valley tra corsi, tirocini e moduli 1:1 con personalità di spicco dell’ecosistema locale. Obiettivo: impararne le best practice e contribuire così alla crescita economica e allo sviluppo tecnologico dell’Italia.
– Online il nuovo bando per le borse 2019: fino a 3.000 dollari al mese per la copertura delle spese di vitto, alloggio e trasporti e 1.500 euro di rimborso forfettario per le spese di viaggio e visto di ingresso negli Stati Uniti.
– Scadenza candidature 31 marzo: https://www.bestprogram.it
“Oggi per ogni azienda, a prescindere dal settore, l’innovazione viene sempre più da fuori e dalla collaborazione con le startup – ha commentato Marco Marinucci, CEO e fondatore di Mind the Bridge – Formare dei giovani di talento in Silicon Valley e trasformarli in manager nel campo dell’open innovation rappresenta una opportunità di crescita che il nostro paese e le nostre aziende non possono farsi sfuggire”. Entro la fine di maggio la commissione Fulbright annuncerà i vincitori che partiranno per San Francisco i primi di settembre.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Centre for Child Protection: Course Graduation Ceremony

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Roma Febraury 13th, 2019 Pontifical Gregorian University Piazza della Pilotta 4, The Centre for Child Protection CCP is organising an event and ceremony for the graduation of the 4th class of Diploma students.
The event will take place on Wednesday 13th February 2019, at the Pontifical Gregorian University, starting at 9.30 with a Holy Mass.Subsequently, Marta Santos Pais, UN Special Representative on Violence against Children, will give a keynote speech in Room C008, followed by the graduates’ presentations and an official graduation ceremony.
9:30 – Holy Mass presided by Fr. Nuno da Silva Gonçalves, SJ, Rector of the Pontifical Gregorian University (Chapel, 2nd floor).
10:30 – Making zero the world’s favourite number: zero violence against children
Marta Santos Pais, UN Special Representative on Violence against Children
Presentations by Graduates’ and Graduation Ceremony. (C008, Ground floor)
12:00 – Press Conference (C008, Ground floor) with Marta Santos Pais and Hans Zollner SJ; students may be available for interviews on the Diploma course.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parliament as a global actor for children’s rights

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Children´s rights coordinator Ms Corazza-Bildt will go to the USA to meet key stakeholders, including the UN and UNICEF, to step up children’s rights globally.The main objective of this mission to New York City and Washington DC is to establish official partnerships and structural dialogues between the UN, and particularly UNICEF, and the European Parliament.EP’s coordinator for children’s rights Anna Maria Corazza-Bildt said: “The European Parliament is committed to put children’s rights at the heart of our policies and legislation. It is important to build institutional partnerships with the UN family and develop a structural dialogue to strengthen our cooperation globally. In the European Parliament, we strongly stand for multilateralism to address global challenges. Together, we must put an end to all forms of violence against children, increase child safety online and protect the most vulnerable children – such as migrant children – across Europe and globally. Together, we want to give a voice to children and make sure their voice is heard in all decision that concern them”.From Monday to Thursday, she will meet UN special representatives on violence against children and children in armed conflicts, UN Global Compact programme chief, UN General Assembly president as well as UNICEF deputy executive director, Congressional Children’s Rights Caucus co-chairs and World Bank vice-presidents.The mandate of the coordinator for children´s rights covers both the internal and external dimension of the EU policy and aims also at positioning the European Parliament as a global actor to advance children’s rights globally.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deal on tightening the rules to stop terrorists from using homemade explosives

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Plans to update and tighten rules on the use and sale of chemicals that could be used to make homemade explosives, were informally agreed with Council negotiators on Monday.The current rules restrict access to a number of chemicals that could be used to manufacture homemade explosives. Members of the general public can only use these chemicals with special licencing or registration regimes. Furthermore, suspicious transactions involving these explosive precursors have to be reported to the authorities.Despite these restrictions, homemade explosives were used in approximately 40% of terrorist attacks in the EU between 2015 and 2017, demonstrating clear gaps in existing procedures.Parliament and Council negotiators agreed to strengthen the rules by:
adding new chemicals to the list of banned substances. This would include sulphuric acid which is used to produce TATP, the explosive used in the 2015 attacks in Paris, the Brussels attack in 2016 and the Manchester attack in 2017;
tightening the conditions for granting licences to the general public for the purchase and use of explosives precursors and ending the current weak registration systems that allow people to buy restricted substances by simply showing an ID card;
clarifying that online marketplaces are equally covered by the rules on sale and on reporting of suspicious transactions. The restrictions would not apply to professionals who need to use these chemicals in connection to their trade or profession.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Data protection: MEPs endorse modernisation of Council of Europe convention

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Civil Liberties MEPs recommended giving green light to EU countries to ratify the protocol amending the Council of Europe data protection convention.The amending protocol aims to modernise and harmonise the Council of Europe data protection convention (Convention 108) in response to emerging privacy challenges, and to ensure it is adequately applied. Its adoption will also facilitate the exchange of personal data based on appropriate safeguards, MEPs say.They also underline the new protocol will ease data sharing between the EU and non-EU parties to the convention. Moreover, the amending text introduces the possibility for the EU and other international organisations to join the convention.Under the currents rules only states can be parties of the data protection convention which is why the EU cannot sign or ratify the amending protocol. In the recommendation, adopted on Monday by unanimity of 44 votes, MEPs gave consent to EU countries to ratify the protocol.
The recommendation now needs to be approved by the Parliament as a whole after which the Council can authorise Member States to ratify the amending protocol.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

MEPs and EU ministers agree on closing information gaps to enhance security

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Currently, EU information systems used in security, border and migration management do not talk to each other and the information is stored separately in unconnected systems. This creates a risk that terrorists and criminals can escape detection by using multiple or fraudulent identities, endangering the EU’s internal security and making border and migration management more challenging.Making the systems interoperable will enable data exchange. The provisionally agreed measures would facilitate the tasks of border guards, migration officers, police officers and judicial authorities by providing them with more systematic and faster access to various EU security and border-control information systems.
The main elements agreed are:
European search portal allowing simultaneous searches, rather than searching each system individually;
Shared biometric matching service for cross-matching fingerprints and facial images from several systems;
Common identity repository providing biographical information such as dates of birth and passport numbers for more reliable identification;
Multiple identity detector, detecting whether a person is registered under multiple identities in different databases.
Parliament and Council negotiators also agreed on safeguards to protect fundamental rights and access to data.The systems covered by the new rules would include the Schengen Information System, Eurodac, the Visa Information System (VIS) and three new ones: the European Criminal Records System for Third Country Nationals (ECRIS-TCN), the Entry/Exit System (EES) and the European Travel Information and Authorisation System (ETIAS).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Exchange and training programme against euro-counterfeiting to be extended

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

Civil Liberties MEPs backed the extending of the Pericles programme, an exchange, assistance and training programme for the protection of the euro against counterfeiting, for 2021-2027.
The aim of the continued Pericles programme will be to prevent and combat counterfeiting and related fraud and to preserve the integrity of the euro. This will also strengthen the trust of citizens and businesses in the genuineness of euro banknotes and coins and therefore enhances the trust in the EU economy.Like the current Pericles 2020 programme, the Pericles IV programme would fund staff exchanges, seminars, trainings and studies for law enforcement and judicial authorities, banks and others involved in combating euro-counterfeiting. The main actions supported by the programme are:
exchange and dissemination of information,
technical, scientific and operational assistance
equipment for specialised anti-counterfeiting authorities of third countries for protecting the euro against counterfeiting
Civil Liberties MEPs also highlight that co-operation between the Commission and the European Central Bank under the new Pericles IV Programme should be strengthened and that Member States’ competent national authorities should be more involved in the setting up of annual work programmes.This proposal is part of the post-2020 Multiannual Financial Framework. The financial envelope for the implementation of the programme for the period 2021 to 2027 would be 7 700 000 euros in current prices.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »