Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Reazioni avverse a prodotti naturali in età pediatrica segnalate in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 12 febbraio 2019

Appena disponibile il primo studio frutto di una complessa analisi retrospettiva delle segnalazioni delle sospette reazioni avverse (RA) a prodotti della medicina complementare ed alternativa (CAM), come erbe, integratori, prodotti omeopatici, ecc., utilizzati nella popolazione pediatrica (0-18 anni) e ricevute dal Sistema Italiano di Fitovigilanza che ha sede presso l’ISS. Il lavoro è stato svolto in collaborazione tra il CERFIT di Careggi, l’Università di Firenze e lo stesso Istituto Superiore di Sanità. Ogni singola segnalazione è stata esaminata e sono stati raccolti i dati relativi alle caratteristiche demografiche dei pazienti, alla/e CAM sospetta/e, ai farmaci tradizionali e patologie concomitanti, con lo scopo di valutarne il ruolo come potenziali fattori predittivi della serietà di RA.
In totale, sono state analizzate 206 segnalazioni in pazienti pediatrici, di cui 69 gravi. I pazienti sono stati trattati prevalentemente con una sola CAM (n=193) ed il 39% delle segnalazioni è relativo a prodotti contenenti da 2 a 5 diversi componenti. La maggior parte delle RA riportate è correlata all’uso di integratori alimentari (57.18%) e le patologie principalmente coinvolte sono quelle a carico della pelle e del tessuto sottocutaneo (40.29%). L’insorgenza di RA gravi è risultata maggiore nei bambini esposti a farmaci omeopatici (ROR 3.13 [1.88-5.22]), a CAM in presenza di farmaci concomitanti (ROR 1,77 [1.01-3.10]), a CAM contenenti da 2 a 4 componenti (ROR 2.18 [1.13-4.22]), e a più di tre CAM concomitanti (ROR 7.81 [1.97-32.69]).Questo studio è la più ampia analisi di Fitovigilanza svolta in Italia negli ultimi 15 anni, e permette di fornire nuove informazioni sui fattori che potrebbero aumentare il rischio di RA gravi associate all’uso di CAM nei bambini, in particolare i prodotti contenenti più di due componenti e somministrati contemporaneamente ai farmaci convenzionali. Ovviamente, sono necessari ulteriori studi nella popolazione pediatrica per studiare l’efficacia e la sicurezza delle CAM, il loro potenziale effetto in seguito ad un uso a lungo termine e anche le possibili interazioni tra CAM e farmaci concomitanti. Comunque, il presente lavoro conferma che il Sistema Italiano di Fitovigilanza rappresenta ad oggi la migliore strategia per stimare e caratterizzare l’impatto clinico delle RA relative alle CAM in pazienti ambulatoriali, con l’obiettivo finale di migliorarne l’appropriatezza d’uso nella popolazione, specialmente nei bambini.N. Lombardi, G. Crescioli, A.Bettiol, F. Menniti-Ippolito, V.Maggini, E. Gallo, A. Mugelli, A. Vannacci, F. Firenzuoli. Safety of complementary and alternative medicine in children. A 16-years retrospective analysis of the Italian Phytovigilance system database Phytomedicine. doi.org/10.1016/j.phymed.2019.152856. by fitoterapia33. (Valentina Maggini CERFIT, AOU Careggi Università degli Studi di Firenze)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: