Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 18 febbraio 2019

Parte il “Path of excellence in international trade”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Palermo dal 25 febbraio alle 9 al Collegio San Rocco in via Maqueda parte il “Path of excellence in international trade” con Carlo Cottarelli, Michele Geraci e docenti vietnamiti. Creare una forte, stabile e reciprocamente fruttuosa collaborazione tra il mondo del lavoro e gli studenti dell’Università degli Studi di Palermo. Con queste basi nasce e si sviluppa questa nuova edizione alla quale hanno accesso i migliori studenti del corso di Laurea Magistrale in International Relations della facoltà di Scienze politiche
Il primo appuntamento sarà aperto dal rettore Fabrizio Micari, insieme ad esponenti di Confindustria e Confcommercio. Seguiranno incontri con manager del marketing e della comunicazione internazionale, della logistica e dei trasporti, esperti di export e di finanziamenti per supportare le imprese nei processi di internazionalizzazione.
L’obiettivo pertanto è quello sia di fornire una “rete” di relazioni e conoscenze delle realtà professionali, imprenditoriali e istituzionali interessate nell’ambito degli scambi internazionali, utile per la loro collocazione nel mercato del lavoro, sia di integrare il piano formativo della laurea magistrale con contenuti specialistici extracurriculari, in cui la dimensione esperienziale è il punto di forza della docenza.
Tra gli appuntamenti da segnalare: il 12 marzo, incontro con docenti del Foreign Trade University di Hanoi sulle opportunità di business in Vietnam, il 12 aprile, incontro con Michele Geraci, Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico e professore alla New York University di Shanghai, il 7 maggio, incontro con l’economista Carlo Cottarelli.
L’evento è organizzato dal professore Salvatore Casabona, docente di Diritto comparato e scambi internazionali dell’Università di Palermo e coordinatore del Corso di Laurea magistrale in International Relations, «il “Path of Excellence in International Trade” rappresenta per i nostri migliori studenti una straordinaria occasione per entrare in contatto con il mondo delle professioni e delle imprese che operano in contesti internazionali. Il forte circuito di comunicazione e collaborazione costruito in questi anni si è tradotto in tassi di collocazione sul mercato del lavoro estremamente alti e lusinghieri, che nulla hanno da invidiare a quelli di prestigiosi atenei del nord Italia. Siamo pertanto molto felici di questa terza edizione e fieri di appartenere a un Ateneo che sin dall’inizio ha creduto e sostenuto i nostri sforzi per il bene dei ragazzi e della comunità».

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso Dirigenti scolastici

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Accolte le richieste di Udir di semplificare la nuova procedura per chi supera le prove. Il giovane sindacato nei prossimi giorni pubblicherà le date degli incontri regionali gratuiti per superare l’orale e diventare dirigente. Sì della Camera alla legge di conversione del Decreto Legge semplificazioni, n. 135/2018, e approvazione in via definitiva del provvedimento nel testo licenziato con modificazioni dal Senato. Non ha subito modificazioni, rispetto al testo iniziale, l’art. 10, che prevede la conclusione del concorso per dirigenti scolastici con la prova orale, cassando la fase successiva della formazione e tirocinio, già prevista dal bando. Così facendo l’iter del concorso potrà arrestarsi in tempo utile per le nomine dei vincitori al 1° settembre 2019. Udir, che aveva presentato specifici emendamenti in audizione al Senato, plaude al testo della maggioranza giallo-verde.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Formazione obbligatoria docenti, va svolta in orario di servizio

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

La Legge 107/15 è stata approvata da tre anni e mezzo ma tra gli insegnanti c’è ancora molta confusione su come comportarsi in presenza di delibere del proprio collegio docenti che impongono dei corsi di formazione obbligatori a titolo gratuito. Il disorientamento è scaturito dall’approvazione del comma 124 dell’art.1 della Buona Scuola che definisce una condizione di perentorietà e di continuità sul tema della formazione in servizio, facendo rientrare l’aggiornamento professionale annuo all’interno degli adempimenti della funzione docente. È il caso di un insegnante di Taranto, che chiede lumi in proposito, a seguito di una diversa interpretazione della norma all’interno del suo istituto scolastico. Anief ricorda che l’obbligo della formazione, introdotto con la Legge 107, è di per sé “vuoto”, poiché non prevede un limite orario. Detto questo, la formazione obbligatoria va necessariamente somministrata in orario di servizio. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: “Fuori dal servizio (obbligatorio) il docente va esonerato o retribuito per la quota eccedente. È bene, tuttavia, che gli insegnanti in fase di quantificazione delle ore da svolgere nell’annualità esplicitino in tale delibera le modalità per l’effettuazione delle attività di formazione”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scatti di anzianità e risarcimento del danno ai precari: l’Anief vince in tutta Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Continuano le soddisfacenti vittorie in tribunale per il sindacato Anief che da sempre si è mosso a tutela dei diritti dei lavoratori precari della scuola da anni sfruttati dal MIUR con contratti illecitamente reiterati in palese violazione delle norme comunitarie. Nelle ultime settimane i successi ottenuti sia in primo grado (Tribunali di Arezzo, Brescia, Catania, Cremona, Forlì, Pordenone, Roma) sia in secondo grado (Corte d’Appello di Bologna) dagli Avvocati Fabio Ganci e Walter Miceli, in collaborazione con i nostri legali sul territorio, fanno condannare il Ministero dell’Istruzione al riconoscimento delle progressioni stipendiali mai corrisposte al personale precario e al risarcimento del danno nei casi di reiterati contratti su posti vacanti. Marcello Pacifico (Anief): “Le nostre azioni legali restituiscono dignità al personale precario della scuola”. Ancora possibile aderire ai ricorsi Anief per ottenere gli scatti di anzianità e il risarcimento del danno per il periodo di precariato svolto oltre i 36 mesi di servizio su posto vacante.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Quota 100, solo 6 mila domande

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Siamo molto lontani dai 50 mila attesi, perché qualche anno di anticipo comporta la percezione a vita di un assegno più basso. Marcello Pacifico (Anief): Il pre-prepensionamento è davvero troppo penalizzante. Perché ti manda in pensione a 62 anni con 38 di contributi anche con poco più di mille euro al mese. Ciò malgrado si tratti di un lavoro usurante ed il personale scolastico meriti di accedere all’Ape Social. Per comprendere i meccanismi di calcolo della riduzione dell’assegno con quota 100 è possibile rivolgersi a Cedan S.r.l.s.: c’è tempo fino alle ore 23.59 del 28 febbraio.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’attività edilizia di Augusto: memoria dell’Urbs e rappresentazione del potere”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Parma Martedì 19 febbraio, dalle ore 16.30 alle ore 18.30 nella Sala Conferenze del ParmaUniverCity Info-point (sottopasso Ponte Romano), Maria Teresa Schettino, già docente dell’Università di Parma e ora all’Université de Haute-Alsace et de Strasbourg, tratterà il tema “L’attività edilizia di Augusto: memoria dell’Urbs e rappresentazione del potere”.
L’incontro, aperto a tutti gli interessati, è organizzato dal Corso di Storia Romana del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Ateneo di Parma nell’ambito del ciclo “Seminari di Europa” organizzato da Università e Comune di Parma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno “Controriforma del Diritto di Famiglia? Criticità del DDL Pillon”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Parma Giovedì 21 febbraio, alle 15, nell’Aula Magna della Sede Centrale dell’Ateneo (via Università 12), si terrà il convegno “Controriforma del Diritto di Famiglia? Criticità del DDL Pillon”, organizzato dal CUG – Comitato Unico di Garanzia dell’Ateneo in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali. Scopo del Convegno è creare un momento di confronto e di dialogo tra giuristi, sociologi e psicologi sulle modifiche processuali e sostanziali che il DDL Pillon propone in materia di diritto di famiglia: dall’obbligo della mediazione familiare alla ‘teoria’ della alienazione parentale; dal piano parentale alla nuova figura del coordinatore genitoriale; dalla definizione di diversi criteri per l’assegnazione della casa familiare alle modifiche in tema di mantenimento di figli minorenni e maggiorenni e all’affido condiviso.Discuteranno di tali temi, dopo i saluti istituzionali, Arianna Enrichens, Consigliera di Fiducia dell’Ateneo, nonché avvocata di Telefono Rosa presso il Comune di Torino, Giovanni Francesco Basini, ordinario di Diritto Privato all’Università di Parma, Daniela Manici, avvocata del Foro di Parma e Vice Presidente del Centro Antiviolenza di Parma, Isabella Quadrelli, docente di Sociologia giuridica e del mutamento sociale all’Università di Parma e Federica Anastasia, psicologa e collaboratrice di ricerca all’Università di Trieste.Il convegno è patrocinato dall’Associazione Italiana dei Sociologi (AIS) e accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Parma (2 CF).La partecipazione è gratuita e non richiede preiscrizione.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lauree STEM: performance universitarie, esiti occupazionali e gender gap

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Oggi l’attenzione è focalizzata sui laureati STEM, che afferiscono in particolare ai percorsi disciplinari di: ingegneria, geo-biologico, architettura, scientifico e chimico-farmaceutico. L’analisi è di tipo comparativo: le performance universitarie e gli esiti occupazionali dei laureati STEM sono confrontate con quelle dei percorsi non STEM e vengono osservate ponendo l’attenzione sulle principali differenze per genere e per gruppo disciplinare.
Il Rapporto 2018 sul Profilo ha coinvolto oltre 73.000 laureati di primo e secondo livello (magistrali biennali e magistrali a ciclo unico) che hanno conseguito nell’anno 2017 un titolo universitario in un percorso STEM. I laureati STEM del 2017 costituiscono il 26,5% dei laureati dell’intero anno solare (circa 276 mila).I dati sul Profilo mettono in evidenza la diversa composizione per genere: tra i laureati STEM è più elevata infatti la componente maschile, che raggiunge il 59,0%, mentre tra i laureati non STEM prevalgono le donne (sono quasi due su tre). Tra i laureati STEM la componente maschile è elevata in particolare tra i gruppi ingegneria (74,0%) e scientifico (68,4%), mentre si osserva un’inversione di tendenza nei gruppi geo-biologico, chimico-farmaceutico e architettura, dove sono le donne ad avere un’incidenza maggiore.
Per l’analisi degli esiti occupazionali si è ritenuto opportuno concentrarsi sui laureati di secondo livello a cinque anni dal conseguimento del titolo: ciò per consentire un’analisi comparativamente più adeguata. Infatti, i laureati di primo livello proseguono in larga parte (58,6%) la formazione iscrivendosi alla laurea magistrale; tra i laureati di secondo livello, analogamente, è diverso l’impegno in attività formative post-laurea, frequentemente necessarie all’avvio della carriera libero-professionale.
Il Rapporto sulla Condizione Occupazionale ha riguardato oltre 30.600 laureati STEM di secondo livello (magistrali biennali e magistrali a ciclo unico) del 2012, intervistati nel 2017 a cinque anni dal titolo.
In generale i laureati provenienti da percorsi STEM evidenziano buone performance alla prova del mercato del lavoro. Tuttavia esistono profonde differenze a livello di genere che vedono le donne risentire di un più contenuto tasso di occupazione e retribuzioni inferiori rispetto agli uomini.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionalizzazione del sistema scolastico

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

“Essa mette a repentaglio l’identità e l’unità culturale della Nazione. L’Istruzione così come la Giustizia e la Difesa, ha un valore assoluto. L’art. 33 della Costituzione detta le norme sull’istruzione degli italiani e garantisce l’effettivo esercizio del diritto allo studio ed estendendo l’autonomia differenziata al sistema scolastico, tutto questo potrebbe saltare. Le Regioni infatti, se investite di pieni poteri, avrebbero mani libere non solo di tracciare linee guida completamente slegate dai valori nazionali, ma anche di firmare contratti di lavoro e servizi diversificati. Altro pericolo da scongiurare riguarda gli operatori, dai dirigenti del MIUR, ai dirigenti scolastici, dai docenti agli Ata, per non parlare dei precari. Passando sotto la competenza delle Regioni, si innescherebbero licenziamenti a catena perché chi ha meno risorse non potrebbe supportare questo ulteriore carico. La qualità dell’istruzione non può essere decisa secondo criteri economici e territoriali. Né tantomeno il reclutamento dei lavoratori fatto all’interno dei confini regionali. Fratelli d’Italia dice no alla regionalizzazione della scuola perché la libertà e la qualità dell’insegnamento non possono e non devono essere messi in pericolo”.
Lo dichiara Ella Bucalo, deputato di Fratelli d’Italia e vice responsabile nazionale, con delega alla scuola, del Dipartimento e Laboratorio Tematico dell’Istruzione.

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campagna nazionale: “Malattie Reumatologiche? No grazie!”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Roma 18 febbraio, presso il Centro Sociale Anziani Sandro Pertini (Via degli Aceri, 57) di Roma si terrà un incontro informativo. L’obiettivo dell’iniziativa è far comprende a tutti gli italiani, non più giovanissimi, la severità di queste patologie. “Possono essere disturbi severi, dolorosi, potenzialmente invalidanti che risultano in forte crescita nel nostro Paese – afferma la dott.ssa Manuela Di Franco, Medicina Interna e Specialità Mediche, Dipartimento di Reumatologia, Sapienza Università di Roma, Delegato Regionale SIR per il Lazio -. In totale colpiscono oltre cinque milioni di italiani. Anche se non vanno considerate come patologie solo ed esclusivamente della terza età, gli anziani risultano particolarmente esposti. Infatti nel nostro Paese il 32% degli over 65 utilizza farmaci antinfiammatori ed antireumatici per la cura, tra gli altri disturbi, di artriti e artrosi. Il 25% invece assume regolarmente vitamina D per contrastare l’osteoporosi”. Per creare una nuova cultura della prevenzione, durante l’incontro verrà distribuito un opuscolo, insieme ad altro materiale informativo, con una grafica attenta e di facile lettura. Durante la lezione della SIR sarà ribadita l’importanza di seguire, anche durante la terza età, stili di vita sani. La campagna prevede 25 incontri su tutto il territorio nazionale e terminerà ad aprile.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quinto programma annuale di finanziamento STRIVE per la distrofia muscolare di Duchenne

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

PTC Therapeutics ha annunciato il lancio del quinto programma annuale di finanziamento STRIVE per la distrofia muscolare di Duchenne. Gli STRIVE Awards mirano a fornire fondi alle associazioni dei pazienti in tutto il mondo, per sviluppare programmi unici e di collaborazione che garantiscono contributi significativi alla comunità delle malattie rare.
Sin dal suo inizio, STRIVE ha supportato più di 20 programmi che hanno avuto un impatto diretto sulla vita delle persone affette da Duchenne, affrontando alcune delle più grandi aree di bisogni insoddisfatti. I programmi hanno migliorato l’accesso ai test diagnostici, supportato la vita indipendente e l’empowerment personale, hanno istruito le famiglie e gli operatori sanitari, offerto supporto psicologico tramite una gamma di piattaforme online e fornito le tanto necessarie opportunità di avere un sollievo.
Il programma mira a migliorare la diagnosi e il trattamento dei pazienti Duchenne, aumentando la conoscenza di questa devastante malattia rara e informando il pubblico e gli operatori sanitari, nonché identificando e incoraggiando la prossima generazione che fornirà sostegno ai pazienti Duchenne. Il processo di candidatura per il programma rivolto alle associazioni dei pazienti è ora aperto e il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 30 aprile 2019. I destinatari dei premi saranno annunciati entro la fine dell’anno in occasione del World Duchenne Awareness Day.
La distrofia muscolare di Duchenne è una malattia genetica rara e fatale che colpisce principalmente i maschi, provocando una progressiva debolezza muscolare fin dalla prima infanzia e portando alla morte prematura intorno alla terza decade di età a causa di insufficienza cardiaca e respiratoria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobilità: Anief avvia il ricorso per il servizio prestato nelle scuole paritarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Anief avvia le pradesioni ai ricorsi mobilità 2019/20 e ricorre per: accantonamento posto FIT 31 dicembre prima dei trasferimenti, terzo anno FIT partecipazione trasferimenti, servizio scuole paritarie, precedenza per assistenza al genitore disabile nei trasferimenti interprovinciali, vincolo quinquennale sostegno, graduatorie interne d’Istituto 2019/2020 – Valutazione servizio preruolo per intero, graduatorie interne d’Istituto 2019/2020 – servizio scuole paritarie, mancato trasferimento ambito/sede richiesta per errore algoritmo.
Anief attiva la preadesione al ricorso che sarà depositato presso il Tar del Lazio avverso la tabella valutazione dei titoli mobilità che non attribuisce punteggio al servizio nelle scuole paritarie. Il ricorso vuole ottenere, ai fini dell’attribuzione del punteggio per la mobilità 2019/2020, la valutazione del servizio pre-ruolo o di ruolo prestato nella scuola paritaria/nei percorsi di formazione professionale/nelle scuole comunali, o per ogni anno di servizio pre-ruolo o di ruolo effettivamente prestato in scuole paritarie/corsi di formazione professionali/scuole comunali anche situati nelle piccole isole.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola docenti religione: il tribunale di Napoli rinvia alla Corte di Giustizia europea

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Per 20 mila docenti di religione si potrebbe aprire la strada per la stabilizzazione. 12 anni fa gli ultimi immessi in ruolo e ancora attendono l’assunzione 3 mila vincitori dell’ultimo concorso del 2004 e 15 mila supplenti con 36 mesi di servizio chiamati ogni anno, per non parlare dei prossimi 2 mila pensionamenti. Ma per il Miur i posti sono soltanto 4 mila. Anief che si costituirà a Lussemburgo lancia un ricorso gratuito al giudice del lavoro per risarcirli e immetterli in ruolo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Diritto autore per l’innovazione e la tutela della creatività nell’era digitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Confindustria Cultura plaude all’accordo raggiunto tra le istituzioni europee sul diritto d’autore: “si tratta di un passo importante per l’innovazione e la tutela della creatività nell’era digitale”. È il commento del Direttore di Confindustria Cultura Fabio Del Giudice in seguito alla fine del negoziato del Trilogo sulla riforma del diritto d’autore nel mercato unico digitale.“L’industria creativa italiana – prosegue Del Giudice – rappresenta, secondo i dati EY, un valore economico complessivo che sfiora i 48 miliardi di euro con oltre un milione di occupati. In tale contesto, l’evoluzione digitale costituisce un fattore determinate di sviluppo per tutti i settori produttivi. Confindustria Cultura è stata fortemente impegnata a sostenere la riforma europea del diritto d’autore e non può che applaudire per il risultato raggiunto dal negoziato in sede EU. Risultato raggiunto nonostante una campagna durissima e manipolatoria dei giganti del web finalizzata a mantenere lo status quo, strumentalizzando principi quali il diritto di accesso e di informazione”.
“L’accordo raggiunto tra i negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio – sottolinea Del Giudice – mira a garantire che i diritti e gli obblighi derivati dal diritto d’autore si applichino anche a Internet. YouTube, Facebook e Google News sono tra le aziende più direttamente interessate da questa legislazione. I co-legislatori si sono inoltre impegnati a garantire che Internet rimanga uno spazio di libera espressione. I frammenti degli articoli di cronaca potranno così continuare ad essere condivisi senza violare il diritto d’autore, così come le GIF e i meme. La normativa non introduce nessun filtro e i diritti fondamentali dei cittadini sono stati salvaguardati. Attualmente, le società di internet non sono responsabili dei contenuti che i loro utenti caricano. Gli autori sono pertanto costretti a controllare ciò che è pubblicato, chiedere la rimozione di ciò che è illecito senza garanzia che pochi istanti dopo la violazione non si ripeta. Come le piattaforme contestano, ciò è oltremodo oneroso. Il problema è che oggi l’onere è interamente a carico di chi crea, mentre i profitti sono prevalentemente a favore di chi intermedia. La direttiva riequilibra gli oneri: precisando che alcuni obblighi restano a carico dei titolari dei diritti ma chiedendo alle piattaforme di assumersi la propria parte di responsabilità”.
“L’introduzione della responsabilità per le società online – conclude Del Giudice – aumenterà le possibilità dei titolari dei diritti (musicisti, interpreti, sceneggiatori, scrittori, fotografi, giornalisti… nonché editori, produttori audio-video, case discografiche…) di ottenere accordi di licenza equi, con una remunerazione più giusta per l’uso delle loro opere sfruttate in forma digitale. Per l’intero comparto è ora fondamentale che il testo di compromesso venga approvato in via definitiva dal Parlamento in tempi brevi”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra Across the Border di Filippo Minelli

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Milano dal 20 febbraio al 4 maggio 2019 spazio espositivo di Leonardo Assicurazioni in via della Liberazione 16/a mostra Across the Border di Filippo Minelli.
Filippo Minelli (Brescia, 1983) lavora su diversi temi, ad esempio quello del paesaggio con le sue impicazioni storico-politiche. La sua pratica artistica è tuttavia vicina anche a modelli partecipativi, come quello che ha spinto l’artista a visitare diversi paesi incontrando persone e dando vita a un network casuale di performers che hanno prodotto e messo in circolazione 44 bandiere per indagare i temi delle migrazioni e dell’identità. Le bandiere costituiscono appunto il progetto Across the Border, esposto per la prima volta lo scorso giugno a Palermo in occasione di Manifesta 2018. Saranno riproposte in un allestimento site specific presso Spazio Leonardo a Milano.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La grande musica russa con Pierluigi Camicia

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Roma Mercoledì 20 febbraio alle 18.00 per i concerti di Roma Sinfonietta presso l’Università di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) è di scena la grande musica russa col pianista Pierluigi Camicia, che si è conquistato una solida fama internazionale con i suoi recital in Italia, Europa, America ed Estremo Oriente.Pierluigi Camicia ha suonato alla Scala di Milano, alla Carnegie Hall di New York e in altre importanti sale in Italia, USA, Germania, Svizzera, Spagna, Francia, Polonia, Portogallo, Croazia, Cina. Rivolge particolare attenzione a repertori inusuali, in collaborazione anche con solisti e direttori di fama, cosicché i suoi concerti diventano l‘occasione di proposte musicali poliedriche e affascinanti. Si interessa anche di jazz in qualità di direttore artistico del festival di Ruvo di Puglia, che ha visto la partecipazione di Giorgio Gaslini, Uri Caine, John Taylor e altri famosi interpreti italiani e stranieri.Le qualità interpretative e l’assoluto dominio della tastiera del Maestro Camicia, associati alla sapiente scelta dei brani in programma, promettono un concerto di grande spessore artistico, che permetterà di penetrare nell’anima e nella genialità creativa dei compositori russi dell’800. Il concerto si apre col più popolare e amato compositore russo, Pëtr Il’ič Čajkovskij, di cui si ascolteranno l’incantevole Dumka, una danza tradizionale russa, e Al focolare, Barcarola, due brani tratti dalla sua più famosa raccolta pianistica, Le Stagioni. Si prosegue con Alexandr Skrjabin, di cui Camicia presenta i Cinque preludi op. 16 e la Sonata n. 4 op. 30: questi brani da un lato guardano a Chopin ma dall’altro esplorano un linguaggio musicale nuovo ed originale, tra i più personali e visionari di quegli anni di transizione tra Ottocento e Novecento. In conclusione i coloriti e suggestivi Quadri di un’esposizione di Modest Musorgskij, uno dei più geniali compositori dell’Ottocento, che, proprio perché privo di una formazione accademica in conservatorio, poté esprimere liberamente la propria personalità. Questo suo brano è oggi noto soprattutto nella scintillante orchestrazione che ne ha fatto Ravel, ma è nella sua versione autentica per pianoforte che può essere pienamente apprezzato in tutta la sua originalità.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A spasso con Vivian Maier: Laboratorio artistico per bambini e famiglie

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Roma domenica 24 febbraio ore 11.00 Aula didattica Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea Viale delle Belle Arti, 131 Orari: dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.45) Chiuso il lunedì Biglietti: intero 10 €, ridotto 5 €.
Percorso museale con Carla Farina su alcune opere fotografiche esposte nell’allestimento di Time is Out of Joint, con un focus sulla fotografia come espressione d’arte e breve approfondimento sulla vita della grande fotografa Vivian Maier. Attraverso la lettura del libro Lei Vivian Maier di Cinzia Ghigliano e partendo dalle fotografie dell’artista, i partecipanti saranno stimolati a creare e rielaborare su un cartoncino scuro una personale composizione.Il laboratorio è gratuito, incluso nel prezzo del biglietto d’ingresso.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Presentazione del libro d’artista Posta privata di Paolo Icaro

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Roma venerdì 22 febbraio ore 18.00 Sala delle Colonne, ingresso libero Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea Viale delle Belle Arti, 131 Orari: dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.45) Chiuso il lunedì Biglietti: intero 10 €, ridotto 5 €. Intervengono: Claudia Gioia, Francesco Nucci e Riccardo Venturi. Sarà presente l’artistaPresentazione, in collaborazione con la Fondazione VOLUME!, del libro d’artista realizzato da Paolo Icaro. Foto di repertorio, disegni, appunti privati che, senza essere stati modificati, compongono una raccolta di materiali che offre una finestra sull’archivio personale dell’artista. Anche in questo progetto, come in tutto il percorso artistico di Icaro, la componente autobiografica e la memoria sono i soggetti principali della sua riflessione, sempre in relazione con le potenzialità e il vissuto dei materiali.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume L’Infinito Presente

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Roma giovedì 21 febbraio ore 17.00 Salone Centrale, ingresso libero Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea Viale delle Belle Arti, 131 Orari: dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.45) Chiuso il lunedì Biglietti: intero 10 €, ridotto 5 €.29 poeti e 29 artisti per il bicentenario de L’Infinito di Leopardi. Introducono: Simona Marchini e Arnaldo Colasanti.
In occasione del bicentenario della composizione de L’infinito, scritto nel 1819 dall’ancora ventenne Giacomo Leopardi, 29 poeti e 29 artisti sono stati invitati a pronunciarsi, ciascuno attraverso la propria poetica, sul tema dell’infinito.È stato così realizzato, per la cura di Claudio Damiani, Simona Marchini, Roberto Pietrosanti e Giuseppe Salvatori, questo libro-opera di grande formato che, attraverso la giustapposizione di un testo e di un’immagine, si dispiega linearmente per 18 metri e che giovedì 21, e poi ancora per quattro giorni, sarà esposto nel Salone Centrale della Galleria Nazionale. Nell’occasione i poeti si alterneranno nella lettura dei testi presenti nel libro.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Produttività zero e recessione

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Recessione tecnica, recessione economica, crisi economica. Troppe definizioni e poche decisioni, quando, invece, in Italia necessiterebbe un programma concreto di rilancio dell’economia, fatto d’investimenti, di lavori pubblici, d’incentivi per la modernizzazione e l’occupazione. In situazioni di emergenza, sarebbe necessario un accordo bipartisan per lo sviluppo, come ha saputo fare, anche con molte difficoltà, la Germania. In casa nostra, purtroppo, ieri come oggi, si preferisce “gufare”, “tifare” per il fallimento dell’altro, facendo perdere tutti, soprattutto il Paese. L’ultima cosa di cui si ha bisogno sono le pagelle delle agenzie private di rating e del poco affidabile Fondo Monetario Internazionale.
Gli analisti e la stampa internazionale, come al solito, puntano il dito sul nostro alto debito pubblico e sui ritardi delle cosiddette riforme strutturali dell’economia italiana. Temono che una successiva contrazione economica possa avere delle conseguenze sull’intero sistema.
Secondo noi, una delle debolezze più preoccupanti, da correggere con urgenza, è la bassa produttività dell’economia italiana.
Dal 2000 il nostro sistema non ha registrato alcun aumento della produttività!
Si ha tale aumento quando, attraverso nuove tecnologie e innovazioni, si produce di più con la stessa mano d’opera. La crescita della produttività è il motore della competitività di ogni sistema.
Occorre dire, in verità, che le nostre imprese sono state comunque capaci di mantenere un elevato grado di competitività, sfruttando l’innata creatività scientifica e imprenditoriale e mantenendo, nonostante tutto, la bilancia commerciale positiva, sostenuta da un export che dal 2009 è cresciuto del 25%. Nel medio periodo, però, la scarsità dell’innovazione e della modernizzazione non regge il confronto con gli altri paesi che investono, e molto, nelle nuove tecnologie.
La mancata crescita della produttività non è, comunque, imputabile solo all’alto indebitamento pubblico. Il Giappone, per esempio, ha un gigantesco rapporto debito/pil del 237% ma è il primo paese al mondo, prima degli Usa e della Germania, per la crescita della produttività.
Non si può, quindi, imputare l’entrata in “recessione tecnica” soltanto all’effetto di fattori esterni, quali la contrazione economica cinese e tedesca. Nemmeno a certi retaggi del passato, come i disastri della grande crisi finanziaria ed economica del 2008.
Ciò detto, ovviamente la nostra economia soffre più degli altri quando le citate “locomotive” frenano.
Nel 2017 l’’export di soli beni, senza i servizi, dell’Italia verso gli altri paesi europei è stato di 250 miliardi di euro, pari al 55% di tutte le nostre esportazioni. La Germania ha, invece, esportato in Europa beni per 750 miliardi: detiene il 22,4% di tutto il commercio infra Ue, mentre la quota italiana è appena del 7,4%. L’Italia mantiene la quinta posizione, dietro anche all’Olanda, alla Francia e al Belgio.
Il più grande surplus nel commercio interno all’Ue (export meno import) è detenuto dall’Olanda con ben 200 miliardi di euro. Mentre l’Italia nel 2017 ha avuto un surplus di oltre 8 miliardi, la Francia e la Gran Bretagna, invece, hanno registrato un deficit nel commercio di beni con gli altri paesi europei rispettivamente di 107 e 110 miliardi di euro. Sono dati, questi ultimi, per certi versi sorprendenti.
L’Eurostat prevede una momentanea contrazione dell’economia europea. Senz’altro la causa principale è legata all’altalenante guerra dei dazi che Trump ha lanciato contro la Cina e l’Ue. La Germania, in particolare, soffre degli scandali, originati negli Usa, contro le emissioni di gas e dei dazi americani sull’import di auto tedesche.
Negli anni passati, l’Europa, in primis la Germania, ha beneficiato della politica cinese di modernizzazione. La Cina è il più grande mercato di macchinari tedeschi di vario tipo. La flessione della crescita cinese in corso va, quindi, a impattare l’export tedesco e comunitario.
Non possiamo, quindi, negare i rischi di crescenti difficoltà per la nostra economia. Anche perché si deve tener presente che l’Italia, a differenza di altri paesi europei, non ha ancora recuperato la perdita di pil provocata dalla grande crisi globale del 2008. E’ ancora di circa il 4% sotto il livello pre crisi. Anche gli investimenti, pubblici e privati, sono sotto del 19,2%. In dieci anni, poi, gli investimenti pubblici sono scesi dal 3% all’1,9% del pil. I consumi delle famiglie e il loro reddito disponibile sono inferiori rispettivamente dell’1,9% e dell’8,8% rispetto a dieci anni fa.
L’ingresso dell’Italia in una fase di recessione ha già fatto sentire il suo segno negativo anche sulla borsa, in particolare sui titoli bancari. Si teme che la decrescita possa generare nel sistema bancario nuovi crediti deteriorati e rallentare lo smaltimento dello stock in sofferenza. A fine 2017 i suddetti crediti deteriorati ammontavano ancora a 264 miliardi di euro, pari al 17,6% del totale. E ciò avviene mentre la Bce sta riducendo il quantitative easing, cioè l’acquisto di titoli di Stato, che finora ha aiutato a sostenere i debiti pubblici sul mercato.
Con la recessione il governo, a corto di munizioni, potrebbe essere tentato di aumentare il debito, sempre più caro e meno gestibile, o di aumentare la pressione fiscale. Occorre evitare di rincorrere la spirale negativa e, invece, è importante mettere in campo azioni anticicliche di sostegno agli investimenti, all’innovazione e al lavoro. Bisognerebbe far ripartire, senza perdere ulteriore tempo, tutti i cantieri e gli investimenti, anche privati, già decisi e finanziati. Sostenere i consumi è importante ma non sufficiente a rimettere in moto un’economia in recessione. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »