Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Scuola – Docenti precari abilitati: aggiornare le GaE subito come prevede la legge

Posted by fidest press agency su martedì, 19 febbraio 2019

Il primo partito di maggioranza apre alla possibilità per decine di migliaia di insegnanti non di ruolo di integrare i loro punteggi e cambiare provincia di collocazione, per agevolare la loro assunzione in località dove risultano posti disponibili: dopo il rinvio del 2018, stavolta l’aggiornamento “non è procrastinabile”, hanno spiegato i rappresentanti pentastellati. Per il sindacato è fondamentale anche la loro contestuale riapertura immediata, al fine di sopperire al copioso turn over che aspetta il settore in estate. E per rivitalizzare il doppio canale di reclutamento: in caso contrario, le immissioni in ruolo andrebbero anche quest’anno deserte. Marcello Pacifico (Anief): Bene fa il M5S, che pure inizialmente aveva votato il blocco quinquennale sulla mobilità e la proroga dell’aggiornamento delle GaE al decreto semplificazione poi bloccato dal Quirinale, a ravvedersi, permettendo così ai 25 mila docenti inseriti nelle GaE di poter prendere il ruolo con l’attuale aggiornamento.Rimane viva l’incertezza sull’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, che secondo la normativa deve svolgersi nella prossima primavera. Nel Decreto Semplificazioni, approvato di recente, si era tentato di inserire una proroga della validità delle attuali graduatorie: “tentativo fallito anche se esponenti di Governo affermano che il provvedimento sarà inserito in un prossimo decreto”, scrive Orizzonte Scuola.
“Ad oggi – continua la rivista – l’aggiornamento si svolgerà e sarà particolarmente complicato per infanzia e primaria, se la decisione dell’Adunanza Plenaria del 20 febbraio prossimo dovesse rivelarsi a favore dell’inclusione dei docenti diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 nelle GaE. Il cambio provincia, in quel caso, potrebbe veramente provocare un ribaltamento delle attuali posizioni assunte in graduatoria”. A schierarsi per l’immediato aggiornamento delle GaE è anche il M5S, secondo il quale “non è procrastinabile. Nonostante avvenga in concomitanza di varie procedure concorsuali non sarebbe giusto negare un diritto a chi è iscritto”. Un pensiero confermato dall’ex deputata Silvia Chimienti che afferma di essere in costante contatto con l’on. Lucia Azzolina (M5S).
Anche Anief ribadisce la necessità dell’aggiornamento e di una contestuale loro riapertura immediata, per sopperire al copioso turn over che aspetta il settore in estate. E per rivitalizzare, in questo modo, anche il doppio canale di reclutamento, alla luce anche del ritorno, voluto dall’esecutivo, dei vecchi concorsi e l’abuso dei contratti a termine subìto dai precari chiamati dalle graduatorie d’istituto nell’ultimo triennio dopo l’approvazione della Buona Scuola, oltre che della fine dei concorsi riservati per i supplenti con 36 mesi.
Il sindacato prosegue la battaglia, nel frattempo, anche dinanzi ai giudici, chiedendo l’applicazione in Italia della Direttiva 1999/70/CE, creata da Bruxelles proprio per contrastare l’abuso di precariato nei Paesi membri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: