Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Doppio legame: Quando l’Inferno uccide l’Amore

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 febbraio 2019

Roma 15 e 16 marzo 2019 ore 21.00 Teatro Tor Bella Monaca Via di Tor Bella Monaca, spettacolo Scritto e diretto da Antonella Salvatore con Stefano Flamia e Antonella Salvatore Aiuto regia Carolina Guerra Produzione Istituto Teatrale Europeo Durata: 60 minuti. Antonella Salvatore ci parla attraverso lo spettacolo “Doppio Legame. Quando l’Inferno uccide l’Amore” del delicato tema della violenza psicologica e della dipendenza affettiva nella coppia. Doppio Legame è il Mondo Infernale in cui si precipita quando ci si vorrebbe liberare dell’altro che ci sottomette con una continua violenza, ma il legame malato basato su emozioni intense e contrastanti, ci impedisce di dire basta. I protagonisti dello spettacolo sono una coppia coinvolta in una relazione paradossale, ma molto diffusa, in cui la violenza psicologica non viene riconosciuta come tale da chi la vive e la attua e causa lividi invisibili che annientano la mente. Il termine “DOPPIO LEGAME” indica una situazione in cui la comunicazione tra due individui, uniti da una relazione emotivamente intensa, presenta un’incongruenza tra quello che viene detto a parole e quello che viene espresso a livello non verbale.
L’uomo e la donna si scambiano il ruolo di vittima, salvatore e carnefice in modo estenuante fino a ritrovarsi in una posizione relazionale insostenibile.
La paura, l’affetto e l’adrenalina si mescolano in modo incontrollabile, impedendo a chi le subisce di riconoscere in modo chiaro la realtà, bisognosi uno dell’altro come di una droga che calma solo per un istante.
Una Drammaturgia Contemporanea ricca di oggetti scenici metaforici. Simbolo dello spettacolo sono delle rose rosse usate per sedurre, tradire, manipolare, colpire, creare tracce di un copione di vita legato all’idea di amore che è stata trasmessa ai protagonisti dai loro genitori e dalla loro infanzia. Piani temporali differenti si intrecciano per mostrare pensieri, ricordi, aspettative, paure in un limbo in cui la luce sottolinea l’alternarsi di un piano scenico reale e quotidiano ad uno astratto e onirico.
Lo spettacolo è stato presentato al Convegno “La violenza sulla donna e sul bambino: prevenzione, accoglienza e accompagnamento” organizzato dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Istituto Superiore di Sanità, per sottolineare il valore del Teatro come strumento di prevenzione sociale contro la violenza, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre.Trailer Spettacolo: https://www.youtube.com/watch?v=RlfPkkHZqFc&feature=share

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: