Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 8 marzo 2019

L’orMa – Un artista emergente nel panorama italiano

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Bologna Sabato 09 Marzo 2019 – ore 18,00 Galleria SPAZIO TESTONI Via D’Azeglio 50 l’artista L’orMa incontrerà Silvia Grandi, Docente di Fenomenologia dell’Arte Contemporanea al Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, insieme a Chiara Conti, curatrice della mostra in corso “SOLO L’orMa”, per un dialogo aperto al pubblico sulla sua espressività artistica. (Lorenzo Mariani, in arte L’orMa, Milano 1985), in collaborazione con la galleria dal 2011, è stato il vincitore del Premio Euromobil Under 30 in Arte Fiera 2016, vincitore assoluto del Premio ARTEAM CUP 2016 con una successiva personale allo Spazio ARTE CuBo Unipol Bologna nel 2017 e nel 2018, per la sua singolare e poliedrica espressività, è stato scelto dalla Commissione di Laurea in Fenomenologia dell’Arte Contemporanea dell’Università di Bologna per la Tesi di Laurea Magistrale dal titolo “L’orMa UN ARTISTA EMERGENTE NEL PANORAMA ITALIANO” di Chiara Conti e Relatrice la Prof.ssa Silvia Grandi.L’orMa (Lorenzo Mariani), è nato nel 1985 e vive e lavora a Milano. Orari: da martedì a venerdì 16,00 | 20,00 – sabato 10,30 | 13,00 e 16,00 | 20,00 domenica, lunedì e altri orari su appuntamento http://www.spaziotestoni.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Plasmare la complessità, autismo tra mente e corpo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Roma 6 aprile Aula Gerin de La Sapienza in Viale Regina Elena 336 dalle 8.30 alle 16.30 plasticità cerebrale e autismo sarà il connubio al centro dell’evento organizzato a Roma dall’Università degli studi La Sapienza, l’Istituto di Ortofonologia (IdO) e l’Osservatorio italiano studio e monitoraggio autismo (Oisma), in occasione della giornata mondiale che ricorre ogni anno il 2 aprile. “Un postulato sicuro sull’autismo è la complessità- spiega Rosaria Ferrara, presidente Oisma- perché sia la mente che il corpo sono due dimensioni ugualmente e completamente prese dal disturbo”. Su questo tema, si confronteranno “esperti provenienti da tutta Italia, ma anche i genitori. Plasmare la complessità significa guardare al futuro- spiega la psicologa- chiedersi cosa potranno fare questi bambini quando saranno giovani e poi adulti. Il convegno si pone l’obiettivo di lanciare lo sguardo lontano, e lo fa coinvolgendo i genitori”. Ferrara porterà alla giornata di studio il caso clinico di un ragazzino che rientra nello spettro autistico livello 1, che in passato veniva definito Asperger. “Osserveremo l’evoluzione dello stesso soggetto da due punti di vista completamente differenti: quello del terapeuta e quello della mamma. Voglio mostrare come si è evoluto questo sguardo e come è stata affrontata la sfida dell’autismo dal nucleo familiare”, aggiunge la ricercatrice.
La definizione dell’autismo si avvicina a quella di personalità autistica. “Le persone autistiche rimangono autistiche a vita, ma l’autismo si plasma. C’è un continuo adattamento e cambiamento tra la persona e l’ambiente- precisa la presidente dell’Oisma- per questo motivo la famiglia e la scuola si devono aprire all’autismo. La sfida di noi terapeuti è quella dell’autonomia dei ragazzi, per renderli il più autonomi possibile rispetto a ciò che sarà il loro futuro”. In aiuto delle famiglie, il 6 aprile l’Oisma presenterà una mappatura delle strutture più accreditate sul territorio nazionale.
Numerosi, dunque, gli esperti che prenderanno parte alla giornata di studio: Nicola Purgato, responsabile della comunità educativa riabilitativa Antenna 112 di Venezia (Mestre); Chiara Mangiarotti della Fondazione Martin Egge; Gianni Carbone, docente di Economia de La Sapienza, che approfondirà gli aspetti della disability management e le misure da prendere per favorire l’inserimento lavorativo dei giovani con autismo; Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’IdO; Rosaria Ferrara; Enrico Nonnis, neuropsichiatra infantile e direttore dell’Unità Complessa di Salute mentale dell’età evolutiva della Asl Roma 3. Tante e diverse le professionalità perché l’autismo è una questione complessa, che richiede più sguardi. Ci sarà, infine, l’attrice Sabrina Paravicini con il figlio Nino, asperger, per presentare il loro film ‘Be kind’.
L’ingresso è libero e sarà possibile ricevere un attestato di partecipazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mytaxi sbarca a Palermo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Lancia così anche nel capoluogo siciliano il proprio servizio di richiesta taxi tramite App. La città diventa, in tal modo, la quinta location in cui il servizio è presente in Italia, aggiungendosi a Milano, Roma, Torino e Napoli. Anche a Palermo è, dunque, ora, possibile scaricare gratuitamente l’App di mytaxi dal proprio store e richiedere così un taxi con regolare licenza in pochi semplici click sul proprio smartphone. L’esperienza di viaggio sarà quindi completamente digitale e trasparente: gli utenti potranno seguire il tragitto del taxi in tempo reale dalla mappa e pagare la corsa direttamente tramite App, ricevendo via e-mail la ricevuta.Per il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, mytaxi rappresenta “una novità importante, uno strumento utile ai cittadini che può stimolare, rendendolo più accessibile, l’utilizzo dei taxi per gli spostamenti urbani. Ringrazio mytaxi per aver scelto Palermo per questo elemento di sviluppo del proprio network, ulteriore conferma del fatto che la nostra città è sempre più riconosciuta come opportunità per investimenti, soprattutto collegati al mondo del turismo e della mobilità.”
Ottimo anche il riscontro ricevuto dai tassisti, che in pochi giorni, hanno già aderito in più di 50. L’iscrizione al servizio è completamente gratuita per i tassisti che non devono affrontare costi fissi o penali in caso di recesso. In Italia, i tassisti che utilizzano mytaxi sono oltre 4.550 e pagano una commissione del 7% che viene applicata solo alle corse portate a termine grazie alla App. A Palermo la commissione non verrà trattenuta fino al 30 aprile 2019.Inoltre, per festeggiare l’arrivo del servizio nel capoluogo siciliano, fino al 17 marzo compreso, mytaxi offrirà il 50% di sconto su tutte le corse pagate tramite App, effettuate a Palermo. Sarà sufficiente scaricare la App mytaxi, registrarsi al servizio e selezionare, a fine corsa, il pagamento via App per usufruire dello sconto. Per informazioni: https://it.mytaxi.com/palermo50.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Percorso AEO-Responsabile delle Questioni Doganali

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Roma. Il 2 aprile 2019, nella sede di Assologistica di Roma (presso Confetra, in via Panama 62) prenderà il via il percorso per Responsabile delle Questioni Doganali organizzato da Assologistica Cultura e Formazione.Il corso ha una durata complessiva di 80 ore, per 10 giornate d’aula e mezza giornata di esame scritto e orale. Dal punto di vista didattico, il percorso si articola in 10 moduli. Nel corso delle dieci giornate di lezione si affronteranno i contenuti stabiliti dalla determinazione emanata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in data 25 Ottobre 2018. Destinatari del corso sono le aziende già certificate AEO o che intendano chiedere l’autorizzazione che – per essere in linea con i nuovi requisiti – devono individuare al loro interno uno o più referenti incaricati di interfacciarsi con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. I profili aziendali interessati sono amministratori, responsabili della logistica, responsabili delle spedizioni, responsabili amministrativi, responsabili fiscali, responsabili qualità, responsabili o addetti alla supply chain, ogni altra figura alla quale l’azienda vuole conferire le competenze da responsabile di questioni doganali. Le modifiche al sistema AEO sono una delle maggiori innovazioni del nuovo Codice Ue, traduzione pratica del principio di partnership alla base delle “new customs rules”. Siamo ora in presenza di una specie di sistema “a doppio binario”: da una parte la dogana per tutti, ossia l’operatività di import e di export tradizionale; dall’altra la dogana flessibile, quella per i soli soggetti (gli AEO appunto) che l’autorità ritiene meritevoli di trattamenti prioritari. I benefici riconosciuti agli AEO o ai soggetti comunque attestanti status propri degli AEO sono tali e tanti (minori controlli, tempi di autorizzazione più contenuti, minori costi amministrativi…) che le imprese non possono ignorarne i vantaggi, specialmente dal punto di vista della semplificazione e del contenimento dei costi.Per il programma si clicchi:
http://media.assologistica.it/news/Percorso-AEO-Roma_02-2019.pdf

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale del Rene

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Roma 14 marzo dalle 10 alle 16, a Piazza del Popolo in occasione della Giornata Mondiale del Rene mentre cardiologi e nefrologi, nello stesso giorno sono a Congresso nella Capitale sarà mobilitato un team di medici, supportati dalla Croce Rossa Italiana. La popolazione sarà invitata ad un controllo della funzionalità renale di base: analisi delle urine mediante stick, consulto con il nefrologo e misurazione della pressione arteriosa costituiranno il primo passo, salvo essere indirizzati ad una ecografia renale nel caso in cui i nefrologi individuino un particolare sospetto diagnostico.
La malattia renale cronica colpisce circa del 10% della popolazione generale (fino al 40% degli anziani) ed è una delle prime cause di morte in Italia. 850 milioni di persone nel mondo hanno una malattia renale e le forme croniche rappresentano la 6a causa di morte con circa 2,4 milioni di vittime ogni anno, mentre le forme acute (AKI) sono responsabili di 1,7 milioni di decessi. “Eppure la malattia renale ed i suoi fattori di rischio non sembrano essere una priorità nelle programmazione sanitaria nazionale: basti pensare che la rete italiana dei reparti di Nefrologia è prossima ad un drastico sfoltimento a seguito della revisione dell’offerta sanitaria ospedaliera prevista secondo la Legge Balduzzi (decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, Convertito in legge 8 novembre, n. 189)” spiega il Dottor Fulvio Floccari, Dirigente Medico della UOC Nefrologia ASL RM4 e Consigliere dell’Associazione Italiana di CardioNefrologia “Tale revisione della rete nefrologica chiuderà molte Unità Operative, ad oggi presenti capillarmente nella provincia italiana, e le riorganizzerà solo negli ospedali più grandi (quelli con bacini di utenza superiore a 600.000-1.200.000 abitanti). Tale misura comporterà una oggettiva difficoltà per il malato di reni ad incontrare lo specialista nefrologo in una fase precoce di malattia e ridurrà la Nefrologia italiana ad una rete locale di centri emodialisi (chiamati a gestire i malati nei quali la malattia ha ormai compiuto la sua storia naturale, privando completamente i pazienti della funzionalità renale) e ad una serie di “hub” dove verranno concentrate le risorse, ad inesorabile distanza dal malato”.Quest’anno, la Giornata Mondiale del Rene si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica sul crescente carico di malattie renali in tutto il mondo e sulla necessità di strategie per la prevenzione e la gestione delle malattie renali.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pubblicato su Nature Physics importante studio dell’Ateneo sull’hardware quantistico

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Il gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma composto dai proff. Stefano Carretta e Paolo Santini e dal dott. Alessandro Chiesa ha pubblicato sulla prestigiosa rivista “Nature Physics” un importante risultato in cui un computer quantistico viene utilizzato per interpretare complessi esperimenti su nano-magneti molecolari. Ciò dimostra la potenza di un hardware quantistico nello studio di nanosistemi. Questo lavoro è frutto di una collaborazione con l’Università di Pavia (prof. D. Gerace e dott. F. Tacchino), l’IBM Research Laboratory di Zurigo (dott. I. Tavernelli) e IBM Italia (dott. M. Grossi).La ricerca per la progettazione di nuovi materiali richiede di comprendere la dinamica di nanosistemi, governata dalle leggi della Meccanica Quantistica. Simulare tale evoluzione è un obbiettivo estremamente difficile per calcolatori tradizionali, per cui la ricerca è limitata attualmente a sistemi molto ridotti. Al contrario, un computer quantistico, che basa il suo funzionamento sulle stesse leggi, è in grado di mimare l’evoluzione di altri sistemi quantistici sconosciuti in modo estremamente più efficiente. Questo apre enormi prospettive nella ricerca di nuovi materiali, in particolare nell’ambito di future nanotecnologie.La ricerca ha sfruttato i prototipi di chip quantistici di IBM (pannello verde in figura) basati su circuiti a superconduttore (tra cui il nuovissimo ibm_q_20_Tokyo). Al contrario dei bit usati per codificare l’informazione nei calcolatori tradizionali, le unità elementari di questi computer del futuro sono bit quantistici che possono esistere in stati di sovrapposizione di 0 e 1, rendendo tali dispositivi enormemente più performanti.
Lo studio ha dimostrato, tramite simulazioni sui chip quantistici di sistemi modello (come la molecola triangolare riportata in figura), che un computer quantistico può essere utilizzato per interpretare avanzati esperimenti di diffusione anelastica quadri-dimensionale di neutroni su nanomagneti molecolari. Tali esperimenti, infatti, costituiscono un punto di partenza fondamentale per lo studio di queste molecole, che potrebbero costituire le unità elementari di future nanotecnologie quantistiche, nonché memorie ad alta densità in dispositivi elettronici. All’alba della seconda rivoluzione quantistica, in una fase in cui i computer quantistici sono ancora prototipi in via di sviluppo, un contributo importante del team è stato dato anche nella caratterizzazione delle principali sorgenti di errore durante l’implementazione dei calcoli quantistici. Ciò ha permesso di correggere tali errori e fornire importanti indicazioni per lo sviluppo di chip più performanti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumi in Lazio: nel 2018 crescita zero per i beni durevoli

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Nel comparto ‘mobilità’ lieve aumento per le auto usate (+1,9%) e per i motoveicoli (+1%) ma contrazione per le auto nuove (-2,2%); nel comparto ‘casa’ crescita per i mobili (+1,3%), stabili gli elettrodomestici (0%) e flessione per l’elettronica di consumo (-2,6%) e l’information technology (-2,3%). Il quadro della spesa per i beni durevoli nel Lazio nel 2018 viene tracciato dall’Osservatorio dei Consumi Findomestic, realizzato in collaborazione con Prometeia. “Nell’anno appena concluso – commenta il responsabile dell’Osservatorio Findomestic Claudio Bardazzi – la spesa delle famiglie laziali è rimasta pressoché invariata (5 miliardi e 935 milioni, pari a +0,2%), a fronte dei moderati aumenti registrati nelle altre regioni del Centro. Su questa dinamica ha influito la deludente performance delle auto usate e dei motoveicoli, che hanno mostrato incrementi di spesa inferiori a quelli medi nazionali (rispettivamente 3,5% e 6,2%). Nel 2018 in Lazio la spesa media per famiglia destinata ai durevoli è stata di 2.230 euro, 126 in meno rispetto alla media nazionale”.
“Secondo l’analisi a livello provinciale dell’Osservatorio Findomestic”, afferma Bardazzi, “Viterbo (2,3%), Latina (1,7%) e Frosinone (1,5%) hanno registrato un aumento della spesa per i durevoli, Roma (-0,2%) ha sperimentato una sostanziale stabilità, mentre Rieti (-0,5%) ha mostrato un lieve calo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E se invece dei Lumière fosse stato un italiano a ‘inventare’ il cinema?

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

È uscito in questi giorni in home video il film documentario “Le origini della cinematografia”, prodotto dalla Delta Star Pictures e distribuito da Istituto Luce Cinecittà. L’opera introduce subito alle prime invenzioni che hanno contribuito all’evoluzione del cinema per poi raccontare anche degli uomini precursori di quest’arte. Diverse le sue preziosità, che vengono raccontate con un linguaggio limpido e coinvolgente da diversi esperti, studiosi e docenti universitari (tra cui Gianni Canova, Fabrizio Natalini, Alberto Manodori Sagredo, Kujtim Çashku, Carlo Alberto Zotti Minici). Fra le varie curiosità e chicche dell’opera, che tra l’altro ha vinto di recente in USA come Miglior Documentario 2018 al Nevada International Film Festival, ci si imbatte nella figura del cineasta Filoteo Alberini. Nato il 14 marzo 1867 in un piccolo comune del viterbese, a pochi chilometri da Roma, Alberini prima di dirigere alcuni storici film è stato in qualche modo il vero ‘inventore’ del cinematografo, molto prima che i vicini francesi Lumière proiettassero per la prima volta il loro film al pubblico. L’apparecchio per la ripresa e la proiezione inventato da Alberini ebbe infatti un intoppo burocratico (tipico del nostro paese, è il caso di dirlo) al Ministero dell’Industria e Commercio che concesse così il brevetto in ritardo.Molto interessanti sono anche le spiegazioni circa il funzionamento dei primi modelli di antenati del cinema, raccontati da Carlo Alberto Zotti Minici, direttore del Museo del Precinema di Padova.Il documentario “Le origini della cinematografia”, diretto dal regista Jordan River, tratta anche altri e numerosi aspetti, come per esempio la crescita di Hollywood e la nascita a Roma di Cinecittà, dove grandi registi come Federico Fellini, Alberto Sordi, Sergio Leone, Luchino Visconti, Ettore Scola, Roberto Benigni, Vittorio De Sica, Martin Scorsese e tantissimi altri hanno realizzato le proprie opere. Nel DVD vi sono poi alcuni contenuti speciali nella sezione Extra con un’interessane intervista a Gianni Canova (professore ordinario di Storia del cinema e Filmologia e membro del Consiglio Superiore per il cinema e gli audiovisivi istituito presso il MiBAC), il quale ripercorre brevemente i momenti d’oro del neorealismo italiano, nonché accenni sulla grammatica e sulla sintassi del linguaggio cinematografico. Nelle prossime settimane è infatti prevista presentazione anche in ambito accademico, in varie Università, a partire da quella di Padova, per poi proseguire con Roma, Milano, Cosenza, Tirana, Parigi, Los Angeles.Un’opera quindi davvero preziosa per tutti gli appassionati di cinema, ma anche per gli addetti ai lavori, che vedendola potranno ri-scoprire il fascino e la magia del cinema, che ancora oggi ci sorprende e ci fa apprezzare l’arte di raccontare emozioni e universi apparentemente impossibili, ma al contempo vicini alla vita di ogni giorno.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pa: Fp Cgil lancia campagna su occupazione, 500 mila assunzioni in 3 anni

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

“Un’emorragia di dipendenti pubblici, tale da far cadere a pezzi l’intero sistema pubblico. Una tendenza da invertire, immediatamente, attraverso l’adozione di un piano straordinario di nuova occupazione nelle pubbliche amministrazioni che dia lavoro ad almeno 500 mila persone nei prossimi tre anni, per poter garantire un’adeguata offerta di servizi ai cittadini”. È l’allarme, e la contromisura, della Fp Cgil Nazionale che lancia così la sua campagna #AssunzioniSubito a difesa del lavoro pubblico come valore sociale.
Una campagna che nasce dal quadro che il lavoro pubblico offre. Sono, infatti, osserva la Fp Cgil, “sempre meno, sempre più anziani e con sempre più carichi di lavoro i dipendenti pubblici. Un trend negativo, generato dal pluriennale blocco del turn over e da una contestuale età media molto alta, che si incrementerà ulteriormente a causa dei pensionamenti previsti, pari a circa 500 mila in 3 anni, se non si procederà immediatamente a un piano straordinario di assunzioni”.Dal 2009 ad oggi nel lavoro pubblico si registrano, infatti, fa sapere la categoria dei servizi pubblici della Cgil, “circa 165 mila unità in meno, così come emerge dai dati del Conto Annuale dello Stato. Per la prima volta in tutti i comparti dei servizi pubblici si supera l’età media dei 50 anni. Nei prossimi anni si prevede dunque, inevitabilmente, un’accelerazione delle uscite, anche (ma non solo ) per via di Quota 100. Saranno circa 500 mila le uscite in 3 anni, di cui 150 mila con la nuova misura di governo”.Nello specifico, settore per settore: “In Sanità pubblica l’età media è di quasi 51 anni, nelle Funzioni Locali si sfiorano i 53 e nelle Funzioni Centrali si arriva persino a 55 anni. Nei settori interessati dal turn over l’età media si è leggermente abbassata, dove invece non c’è stato nessun elemento di novità si toccano livelli altissimi. Basti pensare che in Italia gli under 34 sono appena il 2% del personale (a fronte di una media Ocse del 18%); gli over 55 invece rappresentano il 45% (media Ocse del 24%). Si tratta esattamente di 595 mila occupati che nei prossimi anni accederanno alla pensione”.Per queste ragioni, osserva la Funzione Pubblica Cgil, “per mantenere almeno l’attuale livello dei servizi e delle prestazioni negli stessi comparti è necessario assumere nei prossimi 3 anni almeno 500 mila lavoratrici e lavoratori. Se non si procede immediatamente con un piano straordinario di assunzioni di giovani nelle pubbliche amministrazioni le conseguenze saranno inevitabili. Come abbiamo cercato di esprimere con la nostra campagna, infatti, senza nuove assunzioni sarà inevitabile vedere i diritti di tutti cadere a pezzi. Il perimetro di intervento dei servizi pubblici continuerà ad arretrare, ci saranno meno servizi per i cittadini e il sistema finirà al collasso, a vantaggio delle privatizzazione dell’aumento delle disuguaglianze. Da qui la nostra rivendicazione, per tutte e tutti: un piano straordinario di nuova occupazione nei servizi pubblici che garantisca i diritti dei cittadini e dei lavoratori”, conclude. http://www.fpcgil.it

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: Pil, IV trimestre 2018 -0,1%

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Secondo l’Istat, nel quarto trimestre del 2018 il Pil è sceso dello 0,1% sul trimestre precedente.”Bene, ma non c’è da stare allegri!” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Anche se poteva andare peggio ed essere confermata la stima precedente a -0,2%, la crescita stimata per il 2019 dal Governo resta difficile da raggiungere, nonostante la variazione acquisita per il 2019 salga da -0,2% a -0,1%. Insomma, i due miliardi accantonati dal Governo per il possibile peggioramento del ciclo economico difficilmente potranno bastare” prosegue Dona.”Prima il Governo ammette il problema e cambia rotta, rilanciando consumi e investimenti, più ridurremo il rischio di una stangata a fine anno” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il numero di cyber attacchi

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Negli ultimi tre anni, il numero di cyber attacchi ha avuto un incremento di 17 punti percentuali (dal 62% nel 2014 al 79% nel 2017), cifra destinata ad aumentare. Se ne parla alla seconda edizione di Hermeneut, il progetto di ricerca europeo Horizon 2020 di cui Cefriel è partner, che propone un approccio innovativo alla sicurezza informatica e integra l’analisi tra costi e benefici alla valutazione delle vulnerabilità e probabilità di attacchi informatici e degli impatti economici sui beni immateriali aziendali.
Considerando che il 91% di questi attacchi utilizza la tecnica dello spear phishing, per sottrarre dati o per installare malware sul computer preso di mira e del social engineering, che spinge l’utente a lanciare un file infetto o ad aprire un collegamento a un sito web infetto, tutti gli esperti concordano nell’attribuire al fattore umano (un errore, una distrazione, un click su un link di phishing, ecc) il principale fattore abilitante (90%). Gli attacchi altamente targettizzati (che ormai sono il 60% del totale) sono quellli che agiscono a colpo sicuro in un’azienda, scegliendo accuratamente le “vittime” che di solito sono selezionate per una elevata esposizione sui social (30%) a causa della loro suscettibilità al phishing. I dipendenti sono la categoria più esposta agli attacchi, (23%) e il numero di email ingannevoli è aumentato del 36%.In questi casi il tempo medio di individuazione dell’infrazione informatica è di 146 giorni a livello globale e di 469 giorni a livello EMEA. Questo vuol dire che gli hacker rimangono mediamente nascosti e liberi di agire per almeno 15 mesi.Mentre le stime sull’aumento di cyber minacce e sul numero di attacchi varia, le previsioni indicano che i danni per attacchi globali ammonteranno a circa 6 trilioni di dollari entro il 2021, rendendo il crimine informatico economicamente più dannoso del traffico di droga mondiale.Negli ultimi anni inoltre aumentano gli attachi informatici che vanno a colpire gli asset intangibili o i beni immateriali come la reputazione del marchio e dell’azienda, la fidelizzazione dei clienti, la proprietà intellettuale ecc, che rappresentano tra il 60% e l’80% del valore aziendale globale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vendita a domicilio: il lavoro che premia le donne

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Un esercito di oltre 147mila donne, di ogni provenienza geografica ed età, dalle giovanissime alle signore in pensione, tutte accomunate da un obiettivo: trovare realizzazione e successo attraverso una professione caratterizzata da flessibilità, autonomia e meritocrazia. È questo l’identikit delle venditrici a domicilio delle aziende di Univendita, la maggiore associazione di categoria del settore. «Rappresentano il 92,5% della forza vendita delle imprese associate – spiega il presidente di Univendita Ciro Sinatra – ed entrando quotidianamente nelle case degli italiani, con il porta a porta o il party plan (le vendite per riunione), non propongono solo prodotti da acquistare, ma soprattutto intessono relazioni, creano momenti di condivisione, si pongono come vere e proprie consulenti per il proprio settore, offrendo alla clientela una customer experience di assoluta eccellenza». Preparate, professionali e appassionate, nel 2018 hanno contribuito a un risultato d’esercizio delle aziende di Univendita pari a 1,662 miliardi di euro complessivi. Un successo che non è solo economico per le oltre 147mila incaricate. «La vendita a domicilio offre due vantaggi molto attrattivi per la componente femminile: flessibilità e meritocrazia – spiega Ciro Sinatra –. È un lavoro che si concilia con gli impegni familiari e dove irisultati sono diretta conseguenza dell’impegno. Spesso si comincia part-time per assicurarsi un’entrata in più mentre si studia o si segue la famiglia, ma per molte è un’occupazione a tempo pieno che consente di crescere e fare carriera».

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Performance e Installazione di Paola Marzano

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Roma Domenica 17 marzo 2019 alle ore 17.00 il MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma, Area Incontri Via Nizza 138 ospita presso l’Area Incontri Pre-Scelta, Performance e Installazione di Paola Marzano. Il progetto è stato condiviso e sostenuto dall’Archeologa e Storica dell’Arte Maria Arcidiacono che si è espressa in merito: “Pre-Scelta è un progetto inedito nato dalla riflessione su una tematica che ha origini antichissime e che continua ad essere attuale nella società globalizzata: il matrimonio forzato e quello combinato, indistinguibili l’uno dall’altro, se non in termini giuridici.Una pratica che colpisce maggiormente le donne, attraversa geografie e classi sociali e sopravvive nella cultura occidentale, basti pensare che tra il 2000 e il 2010 si sono registrati negli Stati Uniti circa 250mila matrimoni precoci: non c’è una legge che impedisca alle minorenni di sposarsi e per molte di esse la prima notte di nozze equivale a uno stupro (dati Unchained at last).Ancora oggi, secondo l’Onu, vi sono oltre 700 milioni di spose bambine in tutto il mondo e 41mila matrimoni forzati al giorno. Il problema riguarda anche le immigrate di seconda generazione nel nostro Paese: adolescenti e giovani donne appartenenti alle comunità bengalesi, indiane, pachistane, turche, marocchine e albanesi; in ragione di ciò, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza ha recentemente proposto di introdurre in Italia il reato di matrimonio forzato.A questo costume, che può essere considerato come un fenomeno di nuovo schiavismo, si affianca il sottile persistere di un’ottica che vuole la donna caricata da presunti obblighi: le si richiede di essere sposata o almeno convivente e, soprattutto, di diventare madre.Il tema della violenza maschile sulla donna era stato già in parte affrontato da Paola Marzano nel suo lavoro del 2014, Il Linguaggio Segreto di un Gesto, ispirato ad un capolavoro dell’arte etrusca del VI secolo a.C., il celebre Sarcofago degli Sposi.Una riflessione sulla distanza, non solo cronologica, tra la nostra cronaca attuale, con i suoi troppo frequenti femminicidi (93 in Italia nel 2018, circa due donne uccise ogni settimana) e la civiltà degli Etruschi, dove inaspettatamente si trovano prassi non coercitive verso la donna sposata. Il matrimonio, testimoniato in particolare da alcuni reperti archeologici, sembrerebbe contratto liberamente, tra individui di pari dignità; la donna etrusca godeva di libertà inconcepibili nel mondo romano, dove il pater familias esercitava la propria autorità e aveva il diritto di revocare l’assenso al matrimonio e richiamare la figlia a casa.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovi centri e case rifugio per le donne vittime di violenza

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Una mozione che chiede alla Lombardia di “dare piena attuazione” al “Piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne”. A depositarla, in previsione della discussione in Consiglio regionale di martedì 5 marzo prossimo, Monica Forte, consigliere del M5S Lombardia e Presidente della Commissione regionale Antimafia.La mozione chiede alla regione di attivarsi presso il Governo per il trasferimento delle risorse per la creazione di nuovi centri antiviolenza e case-rifugio utilizzando beni sottratti alla criminalità organizzata.Per Monica Forte, va immediatamente intercettato “il bisogno sui territori di una diffusione capillare degli interventi per migliorare la copertura e la qualità dei servizi antiviolenza rivolti alle donne”.“Stando ai dati da gennaio ottobre 2018 sono state 3890 le donne che si sono rivolte ai 27 centri operativi in lombardia per sottrarsi a violenze, abusi, vessazioni e molestie. È stato un massacro di fronte al quale dobbiamo fornire una via di fuga e di salvezza in modo capillare.Proprio per questo i servizi e la destinazione di risorse devono essere efficienti. La quota che spetta alla Lombardia è di 933.899 euro che possono essere investiti restituendo alla collettività i beni immobili sottratti alla criminalità organizzata trasformandoli in centri antiviolenza e case rifugio, identificando gli immobili già idonei a questa destinazione. L’idea è di togliere al crimine e offrire più assistenza e protezione alle vittime di violenza”.“Accogliere, sostenere e accompagnare all’autonomia le donne vittime di violenza sono obiettivi condivisi e raggiungibili, la Lombardia deve fare tutto il possibile per salvare la vita di centinaia di innocenti”, conclude Forte.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia: Bilancio 1 anno legislatura

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

“Ci sembra eccessivo l’entusiasmo di Fontana nel giudicare il suo operato a un anno dalle elezioni.In Lombardia non c’è da sorridere in Sanità, con lunghe liste d’attesa identiche a quelle di un anno fa e il fallimento su tutta la linea certificato dai numeri della presa in carico dei pazienti cronici. L’offerta sanitaria è ancora quella di Formigoni, tutta squilibrata sul privato, mentre le risorse devono tornare nel pubblico.Anche il trasporto arranca, tanto che è stato avviato da Trenord un piano d’emergenza che ha creato extra disagi a pendolari e viaggiatori con il taglio di numerose corse periferiche. Sulle politiche sull’ambiente è tutto fermo, mentre sulla qualità dell’aria, solo la settimana scorsa, abbiamo visto franare su se stessa la maggioranza di Fontana e affossare una risoluzione per prevenire i danni del cambiamento climatico. Va male anche l’edilizia pubblica popolare, con Aler Milano che non da segni di vita.Sicuramente è il Governo che sta investendo risorse in Lombardia.Sono arrivati i primi treni per far fronte all’emergenza trasporti, fondi ai piccoli Comuni, 400 milioni, per le opere urgenti, fondi alle province per strade e scuole e ne arriveranno altri per la prevenzione del dissesto idrogeologico.Insomma, i lombardi meritano qualcosa di più delle lodi che Fontana fa a se stesso, noi ci stiamo mettendo tutto il nostro impegno e in Consiglio regionale siamo riusciti a fare approvare importanti proposte come il taglio dei vitalizi degli ex consiglieri con un risparmio di 3 milioni, 750 mila euro per i centri l’impiego e un milione in più per l’ambiente”, così Andrea Fiasconaro, capogruppo del M5S Lombardia, commenta le parole del Presidente della Lombardia Attilio Fontana che ha proposto un bilancio del suo primo anno di legislatura regionale.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia da vivere: Terre, mare, uomini

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Sono sei i nuovi soci che contribuiranno a portare sempre più in alto il territorio siciliano e le eccellenze che questo racchiude in sé attraverso il brand dell’Associazione Le Soste di Ulisse. Un prestigioso riconoscimento per i nuovi associati, che entrano a far parte di questo gruppo attivo dal 2002, che si afferma sempre più come sinonimo di assoluta qualità in terra di Sicilia.Dall’attenzione per la regionalità e la valorizzazione delle province di appartenenza all’interno delle proprie pietanze alla qualificazione del personale e del servizio offerto. Sono criteri molto selettivi quelli stabiliti per entrare a far parte dell’Associazione Le Soste di Ulisse. L’obiettivo è quello di offrire ospitalità di altissimo livello, fatta di serenità e sicurezza, luoghi in cui gli ospiti possano ritrovare tutta l’autenticità della Sicilia attraverso le pietanze e gli ambienti in cui soggiornano. Ed è proprio basandosi su questi criteri che il Consiglio Direttivo presieduto dallo Chef Pino Cuttaia ha valutato per tutto il 2018 le strutture siciliane. Al termine delle valutazioni ne sono state scelte sei, due hotel e quattro ristoranti, che in occasione della Cena di Gala del 1 aprile per l’evento di festa e promozione ‘Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini’ saranno insignite del riconoscimento come nuovi membri dell’associazione. Per la sezione hotel i nuovi ingressi sono il Grand Hotel Minareto di Siracusa, struttura che tra l’altro ospita proprio il grande evento di festa del 31 marzo e 1 aprile e l’Hotel Monaci delle Terre Nere di Zafferana Etnea (CT). Il primo è un Luxury Resort sul mare con vista sull’isola di Ortigia, la parte più antica della città di Siracusa, mentre il secondo è un Boutique Hotel realizzato in un’antica tenuta siciliana alle pendici dell’Etna. Per quanto riguarda la sezione ristorazione i nuovi soci sono Vicari di Noto (SR) dello chef patron Salvatore Vicari, Terrazza Costantino di Sclafani Bagni (PA) dello chef patron Giuseppe Costantino, Cortile Pepe di Cefalù (PA) guidato da Toti Fiduccia, in cucina lo chef Giovanni Lullo e Modì di Torregrotta (ME) guidato dallo chef Giuseppe Geraci e Alessandra Quattrocchi. Si tratta di ristoranti caratterizzati dalla presenza di chef di alto livello e di notevole esperienza, nonostante la loro età sia giovane. Ambienti unici e caratteristici, uniti dalla passione per la propria terra e per le sue radici culinarie, ma con uno sguardo alla contemporaneità.L’immensa tradizione enogastronomica siciliana insieme all’accoglienza autentica delle sue residenze di charme. È questo ciò che troveranno i partecipanti all’evento ‘Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini’ del 31 marzo e 1 aprile a Siracusa. Un’occasione unica in cui immergersi completamente per scoprire luoghi, bellezze, storie e tradizioni, eccellenze che vanno dal cibo e dalle materie prime all’accoglienza. Il tutto garantito dal brand di eccellenza Le Soste di Ulisse.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I dati provvisori sul lavoro forniti dall’Istat destano un certo allarme

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Infatti nonostante la disoccupazione risulti stabile al 10,5 per cento, e vi sia un lieve aumento delle persone occupate e di quelle che cercano lavoro, va evidenziato anche il peggiorare dello scenario dei giovani e delle donne che bramano un impiego.
Ci sono poi ulteriori elementi a rendere questi numeri un po’ più cupi, in particolare il quadro lavorativo che arriva dal mondo della sanità e che potrebbe essere ulteriormente colpito da riforme come Quota 100. A tal proposito è doveroso sottolineare che il sistema sanitario, sulla base delle richieste ricevute, è già sotto organico di molte figure professionali, tra le quali 4.000 medici d’emergenza, 3.000 pediatri e 1.200 chirurghi; ed ora, proprio attraverso le nuove misure previdenziali, potrebbe perdere altre risorse finendo per incidere gravemente sulla qualità di vita dei cittadini.Per rilanciare il mondo del lavoro non bastano delle misure semplicistiche, ma occorrono risposte complesse che richiedono analisi e studio. Per noi di Soggetto Giuridico è essenziale ragionare in termini di crescita e di opportunità, e non di conservazione. Bisogna rilanciare alcuni settori produttivi con investimenti e soluzioni mirate e non, come invece si sta facendo, distribuire le poche risorse che ci sono per ottenere qualche voto. Vogliamo ribadirlo ancora una volta, avere cura del futuro è importante quanto saper vivere il presente.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Reddito di cittadinanza e agenzie per il lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Nell’ambito dell’audizione svoltasi giorni fa presso le Commissioni riunite Lavoro e Affari Sociali della Camera dei Deputati, Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro che rappresenta l’87% del settore, ha illustrato una serie di proposte emendative finalizzate a rendere concretamente attuabile la parte del provvedimento che disciplina le modalità e le procedure di inserimento lavorativo dei percettori del Reddito di Cittadinanza (RdC).La delegazione di Assolavoro, composta dal Direttore Generale, Agostino Di Maio, e dal Consigliere con delega alle transizioni verso il lavoro, Antonio Bonardo, ha riportato i dati dell’Osservatorio Datalab dai quali emerge che da luglio a dicembre 2018 ci sono 39mila persone in meno occupate attraverso le Agenzie per il Lavoro; persone che avevano un contratto di somministrazione che prevede per legge retribuzione e diritti tipici del lavoro dipendente e che ora non lavorano più con le Agenzie.Il contestuale aumento del lavoro a chiamata (+15mila da luglio a dicembre 2018) e del lavoro occasionale (+50mila lo scorso anno) confermano la lettura secondo la quale con il Decreto Dignità le persone con maggiori competenze sono state stabilizzate prima, mentre chi ha una professionalità meno elevata è scivolato verso forme meno tutelate di lavoro o verso la disoccupazione. Da qui la necessità di rivedere il Decreto Dignità e in particolare le causali per il lavoro in somministrazione che hanno come unico effetto quello di scoraggiare l’utilizzo della forma di flessibilità con maggiori tutele per il lavoratore.​

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Segni esemplari una mostra a cura di Silvana Amato

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Parma sabato 16 marzo – sabato 18 maggio 2019 da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 18.00 da venerdì a sabato dalle 9.00 alle 13.00 apertura straordinaria domenica 24 marzo dalle 13.00 alle 19.00 Galleria Petitot Biblioteca Palatina Complesso Monumentale della Pilotta Piazza della Pilotta Segni esemplari una mostra a cura di Silvana Amato organizzata dal Museo Bodoniano di Parma in occasione del bicentenario della pubblicazione del Manuale tipografico di Giambattista Bodoni. “Si è da poco concluso l’anno in cui ricorreva il bicentenario della pubblicazione del Manuale tipografico di Giambattista Bodoni, ed è da questo spunto che si parte per organizzare una mostra e una giornata di studio promosse dalla Fondazione Museo Bodoniano di Parma. Com’è noto il manuale venne pubblicato postumo dalla vedova di Bodoni con l’intento di portare a termine quello che era stato un progetto lungamente pensato, e infine avviato dal marito. Raccoglie una collezione di 665 alfabeti diversi e una serie di circa 1300 fregi, oltre a una prefazione nella quale Bodoni espone alcuni criteri di metodo legati al suo modo di operare. Esiste una precedente raccolta di caratteri, stampata da Bodoni nel 1788, priva di prefazione o altro tipo di testo esplicativo, già a suo tempo intitolata Manuale tipografico. Evidentemente, il tipografo parmense aveva mutuato il termine dal piccolo manuale tecnico di Fournier, il Manuel typographique del 1764, ma in realtà i due volumi esprimevano, seppur con lo stesso titolo, due oggetti con funzione diversa. Quello di Fournier, in effetti, era un vero manuale nel senso di strumento divulgativo di descrizione degli elementi essenziali di una pratica complessa, dall’incisione dei punzoni all’impressione delle matrici e alla fusione dei caratteri mobili. Quello di Bodoni era invece un campionario di caratteri e ornamenti da lui realizzati. Il Manuale tipografico del 1818 è ancora diverso, si tratta in effetti di un ibrido che, nonostante il suo nome, non appartiene né all’ambito dei manuali, né all’ambito dei campionari di caratteri. Ci troviamo piuttosto di fronte a un orgoglioso e monumentale riepilogo della propria attività che Bodoni vuole fissare nel tempo, nero su bianco. Prendendo quindi spunto da questi presupposti, mettiamo in mostra accanto ai volumi di Bodoni, ai suoi punzoni e sue matrici, agli studi manoscritti e ai documenti d’archivio anche alcuni manuali e campionari di caratteri realizzati da altri autori (precedenti e successivi al 1818), con l’intento di mostrare e raccontare a un pubblico meno specialistico queste due distinte e poco note tipologie di libri. Ciò che le accomuna è però l’oggetto della narrazione, cioè la scrittura alfabetica nella sua forma tipografica, scrittura che nel suo di diffondersi tanto peso ha avuto nella cultura occidentale degli ultimi cinque secoli. Parallelamente si espone una parte dedicata all’oggi. Un selezionato gruppo di grafici internazionali ha contributo realizzando un Manifesto tipografico. Obiettivo di questa sezione della mostra è operare una ricognizione visiva di concetti intorno alle potenzialità della scrittura espressi da parte di progettisti, ai quali si riconosce una spiccata e consapevole attitudine tipografica. Se il manifesto può anche essere definito come un documento programmatico che espone regole e principi ispiratori, ci troveremo, in questo caso, nella particolare situazione in cui l’oggetto trattato e la sua forma coincidono, così come l’autore e il progettista. Segni esemplari, dunque, testimonianze visive che ci permettono di rintracciare attraverso l’evoluzione della forma dei caratteri lo svolgersi stesso della nostra storia, e di sfruttare l’occasione per avviare nuovi discorsi critici intorno al tema della scrittura come strumento di conoscenza”. ( By Silvana Amato)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

World Jewish Congress welcomes Pope Francis’ decision to open Vatican’s WWII archives

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

NEW YORK – World Jewish Congress President Ronald S. Lauder has thanked Pope Francis for his “principled decision” to fully open the Vatican’s archives on Pope Pius XII.
In a letter to the Pope, Lauder wrote: “The World Jewish Congress has long urged the Vatican to make such a vitally important move, in order to clarify the many questions and concerns that have prevailed for decades regarding what the Holy See did and did not do during World War II. It is critical, for the sake of history, that historians have full access to these essential documents.“Your agreement to make public potentially sensitive information relating to Pope Pius’ legacy is a true demonstration of your dedication to the remembrance of the Shoah, and a testament to your commitment to strong and open relations between Catholics and Jews.“I am truly grateful that under your papacy, the ties fostered between the Catholic Church and Jews over the past few decades have continued to flourish and thrive and appreciate that you are always a willing partner for dialogue with the global Jewish community.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »