Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 20 marzo 2019

Bus a fuoco. M5S Lombardia: fare chiarezza e Premio Rosa Camuna a agenti che hanno fermato il mezzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

“Sul caso dell’autobus incendiato chiediamo alla Magistratura di agire rapidamente per fare totale chiarezza su quanto accaduto. Stando alle prime informazioni che sono filtrate sarebbe stata una gazzella dei carabinieri a fermare il mezzo e a salvare decine di ragazzi dalle fiamme. Sin da ora il M5S propone di offrire il Premio Rosa Camuna agli agenti che hanno evitato quella che poteva essere una strage di proporzioni immani.Chiederemo anche a Regione Lombardia di fare quanto in suo potere per garantire la sicurezza di chi usa i mezzi pubblici anche nell’ottica della prevenzione di situazioni di grave emergenza”, così Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia, sul bus a andato a fuoco sulla Paullese questa mattina.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Lo stadio di Tor di Valle e le vicende giudiziarie che lo contornano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma. «Gli ultimi sviluppi delle vicende che ruotano intorno allo stadio della Roma a Tor di Valle dovrebbero indurre anche i più recalcitranti a scusarsi con Paolo Berdini. Inizialmente scelto dalla sindaca Raggi come simbolo di discontinuità con le passate amministrazioni, l’ex assessore all’Urbanistica fu fatto fuori dalla Giunta proprio perché estremamente critico sul progetto dell’impianto e nettamente contrario a qualsiasi forzatura volta a imporne la realizzazione. Ciò che è accaduto dopo il suo siluramento, compreso un deciso sbilanciamento nei rapporti di forza in favore dei proponenti rispetto alle istituzioni, ha destato più di una perplessità».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, urbanista e direttore scientifico del Centro Studi Sogeea.«Fin da subito Berdini si comportò in coerenza con la sua storia umana e professionale, ribadendo in ogni circostanza il primato dell’interesse pubblico su quello dei privati. Sollevò più di un interrogativo sul nuovo stadio della Roma e su altri progetti, come ad esempio la valorizzazione dell’ex Fiera, caldeggiando viceversa una serie di interventi di minore portata ma di maggiore impatto sociale nelle aree periferiche della città. Fu prima accusato di eccessiva rigidità, poi delegittimato e infine messo da parte.
Ora, al di là della questione giudiziaria su cui sta lavorando la magistratura, l’auspicio è che il dossier sullo stadio di Tor di Valle venga rivalutato nella sua interezza e, alla luce delle molteplici criticità che presenta, definitivamente abbandonato. La scelta dell’area su cui costruire è stata sbagliata, le cubature a corredo dell’impianto sono eccessive e sproporzionate, il trasporto pubblico insufficiente e la viabilità locale a rischio collasso. In un Paese normale non può esserci più posto per un’urbanistica contrattata in cui il privato impone la propria volontà a spese dei cittadini».
«Gli ultimi sviluppi delle vicende che ruotano intorno allo stadio della Roma a Tor di Valle dovrebbero indurre anche i più recalcitranti a scusarsi con Paolo Berdini. Inizialmente scelto dalla sindaca Raggi come simbolo di discontinuità con le passate amministrazioni, l’ex assessore all’Urbanistica fu fatto fuori dalla Giunta proprio perché estremamente critico sul progetto dell’impianto e nettamente contrario a qualsiasi forzatura volta a imporne la realizzazione. Ciò che è accaduto dopo il suo siluramento, compreso un deciso sbilanciamento nei rapporti di forza in favore dei proponenti rispetto alle istituzioni, ha destato più di una perplessità».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Xi Jinping heads to Europe: “This could be a watershed moment for Italy’s China policy”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Chinese President Xi Jinping is expected in Europe from March 21 to 26. He will first travel to Italy and then head to Monaco and France. His visit to Italy in particular (March 21 to 24) – the first Chinese state visit to that country in ten years – is causing a stir as the Italian government appears ready to make major concessions to China. According to media reports, the Italian government is set to endorse China’s Belt and Road Initiative (BRI), a move that would make Italy the first G7 state to join Xi Jinping’s key foreign policy project.
Questions to Lucrezia Poggetti, research associate at the Mercator Institute for China Studies (MERICS).
The Italian government has sought closer ties with Beijing from the start. Do you consider it likely that Italy will join China’s Belt and Road Initiative (BRI) – and if so, what is Rome hoping to get out of such a move?
The current Italian government has, indeed, adopted a very China-friendly line since it took office at the end of May 2018. This was spearheaded by the Undersecretary of State for Economic Development, Michele Geraci, who set up a “China Task Force” under the Ministry of Economic Development in August last year to seek closer political relations with China in the hope of getting economic opportunities in return.
Geraci argues that the signature of a Memorandum of Understanding (MoU) on BRI would help Italian companies increase exports to the Chinese market. In 2018, Italy registered a USD 12.13 billion trade deficit with China. However, the MoU is unlikely to change that. European countries whose trade relations with the Asian giant are more balanced, such as France and Germany, have not signed any BRI endorsements. Those EU member states that have signed up to the BRI in the past, such as Poland and other Eastern European countries, have complained that Beijing’s promises of economic opportunities have largely failed to materialize.
Yet despite heated debates within Italian politics, it is very likely that the Italian government will sign the controversial MoU. Prime Minister Giuseppe Conte confirmed on Friday March 15 the government’s plans to go ahead with the signature.
How important would it be for Beijing if Italy were to sign the BRI MoU?
Italy’s signature would give the BRI project a huge boost in legitimacy. Beyond the economics, an Italian endorsement would be politically symbolic for China. Italy would be the first G7 member state and the first EU founding country to sign up to BRI. An endorsement by the third largest economy in the Eurozone would allow Xi Jinping to show domestic audiences that his initiative enjoys a great reputation in Europe and the world, while in fact the BRI faces criticism that it has created debt traps, political dependencies and has failed to meet international standards.
What are the implications for the Italian economy?
The MoU, as far as we know, contains only vague reassurances but no concrete guarantees that Italian companies will contribute to infrastructure projects or that Italy will receive more investment from China. The vague language of the text appears to confirm rising concerns in Europe that many BRI projects mainly benefit Chinese companies. In February 2018, 27 European ambassadors to China, including the Italian ambassador, signed a report critical of BRI, arguing that the initiative almost exclusively promotes Chinese interests. In the light of these developments, signing up to BRI with the hope of gaining substantial economic opportunities is a bit naïve. If anything, Italian officials should use China’s appetite for a high-level endorsement of BRI to put concrete demands on the negotiating table.
So far, though, China has the upper hand. It has already said that if Italy doesn’t sign the MoU, all the commercial deals that are expected to be signed during Xi’s visits will be off the table. Those deals include major Chinese investment in Italian ports and agreements involving leading Italian banks and energy companies.
Where would an Italian agreement with China on BRI put Italy for those EU partners currently working toward greater coordination on China policy?
An MoU on BRI would harm Italy’s credibility as a reliable partner because Italy would break ranks with current efforts by the EU and its largest member states to better coordinate on China. The first signs of Italy’s China-friendly shift are already visible. For example, in February Italy abstained from a vote on an EU-wide investment screening mechanism to better protect Europe’s strategic sectors. Notably, the previous Italian government had been an important partner for Berlin and Paris to promote the establishment of such a mechanism.
What are the alternatives for the Italian government?
The Italian government would be well advised to devote more resources to devising a more balanced China strategy that takes into account not just economic interests but EU unity, geopolitical considerations and risk assessments. While Geraci’s “China Task Force” has promoted closer political and economic ties with Beijing, a more sophisticated approach would focus on strengthening Italy’s own industrial base and domestic competitiveness while nudging China towards greater market openness. It is also important to remember that as a bloc the EU has more economic and political negotiating power vis-à-vis China than any EU country has alone.
Devising a balanced China strategy would also require greater coordination and exchange of views among different ministries, such as foreign affairs, interior and defence. If anything, Xi Jinping’s visit has made many in Italy realize that, beyond economics, relations with China have wide ranging political implications. This could be a watershed moment for Italy’s China policy. Italy should make best use of the momentum created by Xi’s visit to fill the information gap about China’s rise and its impact on Italian interests.
Xi’s trip to Europe comes as concerns about China are growing on the continent. Where does France stand in the China policy debate?
On his visit to France, Xi will certainly experience a tougher attitude than in Italy, with Paris having grown more sceptical about China’s activities. Commenting on BRI ahead of Xi’s visit, French President Emmanuel Macron said that China’s participation in other countries’ development should be done in “the spirit of equality, reciprocity” and “respecting the sovereignty of nations.” France – together with Germany – has also been a strong promoter of a more cohesive European China policy. Notably, after almost four full days in Italy, Xi will spend less than a day in Paris. (By China Flash)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Smart Cities and Digital Transformation Dialogue – Italy and China –

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma Venerdì 22 marzo 2019 Ore 9:00-13:30 Hotel Hassler. Importanti presenze delle industrie e dei media cinesi al Dialogo Italia-Cina su Smart Cities e Trasformazione Digitale.Folta la presenza della rappresentanza cinese all’incontro che si svolgerà il 22 marzo a Roma a margine della visita del presidente cinese Xi Jinping.Hanno già confermato, tra gli altri, la loro partecipazione Ma Weihua (President of China Entrepreneur Club, Former Chairman of China Merchant Bank), Zhang Lianfeng (Chief Representative of Shandong in Europe), Zheng Zhibin, (President of Global Smart City Business of Huawei), Liu Qunkai (Country Manager South Europe of Alibaba Cloud), Gao Sumei (Executive Secretary General of China Information Technology Industry Federation), Zhong Xiayu (Chief Operating Officer of E-Hualu BE Space) e Chen Weihua (EU Bureau Chief of China Daily).Vincenzo Scotti (Presidente Link Campus University) aprirà i lavori del dialogo che sarà focalizzato sul tema di come rendere le città più connesse ed intelligenti e sulle possibili forme di collaborazione con la Cina in questa area.Importanti le presenze già assicurate all’evento, da Giuseppe Busia (Segretario Generale del Garante della Protezione dei Dati Personali) a Luigi Paganetto (Presidente, Fondazione Economia dell’Università di Roma Tor Vergata), da Nicola Blefari Melazzi (Direttore, Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni) a Carlo Maria Medaglia (Vice Rettore, Link Campus University), da Massimo D’Alema, (Presidente, Fondazione Italianieuropei) a Massimiliano Dona (Presidente, Unione Nazionale Consumatori).Con loro saranno presenti i sindaci Marco Bucci (Genova) e Mario Occhiuto (Cosenza), insieme a Flavia Marzano (Assessore Roma Capitale), Marco Pistore (Direttore Smart Cities, Fondazione Bruno Kessler), Angelo Bozza (Smart Cities Association Italy).La Cina vanta, come è noto, il maggior numero di progetti di smart cities a livello mondiale: dei 1000 progetti in fase di realizzazione in vari paesi del mondo oltre 500 si concentrano in Cina e riguardano sia le grandi che le piccole città. La Cina progetta di creare 100 città intelligenti entro il 2020. Ma anche l’Italia può giocare un ruolo importante.Il tema delle Smart City può diventare un’area strategica di cooperazione tra aziende italiane e cinesi. Grazie all’uso dell’Intelligenza Artificiale, dei Big Data, Sensor, IoT e servizi Cloud è possibile erogare ai cittadini nuovi servizi e migliorarne la qualità della vita. Al tempo stesso si aprono enormi potenzialità di business per l’industria italiana di settore, tutte da esplorare. (fonte: Key4biz Focus)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

AIL: ieri, oggi, domani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma aeroporto Fiumicino Venerdì 22 marzo alle ore 11,30 presso il Terminal 3 dell’Aeroporto “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino (Area Partenze) l’Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma in occasione del cinquantenario della sua nascita inaugura un’importante mostra celebrativa intitolata “AIL ieri, oggi, domani” che sarà in esposizione dal 22 marzo al 26 maggio con il Patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Fiumicino. La mostra itinerante proseguirà successivamente a Bologna, nel mese di giugno.Il 2019 è un anno davvero importante per l’AIL che celebra i suoi 50 anni di attività. Era l’8 aprile 1969 quando venne costituita a Roma con l’obiettivo di sostenere la ricerca, l’assistenza e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle malattie del sangue. Oggi l’AIL è una realtà forte e radicata, presente più che mai nel cuore della gente e sul territorio nazionale. Una grande storia costruita giorno dopo giorno sotto la guida illuminata del Professor Franco Mandelli, una storia che è stata protagonista e testimone dello sviluppo dell’Ematologia italiana. La mostra celebrativa “AIL ieri, oggi, domani” rievoca momenti, episodi e personaggi che hanno contribuito in maniera rilevante alla costituzione e alla straordinaria crescita di AIL in mezzo secolo di attività attraverso l’opera delle 81 sezioni provinciali AIL.L’esposizione di 200 metri quadrati, vasta area generosamente concessa da ADR Aeroporti di Roma, racconta la storia dell’AIL in maniera attuale e coinvolgente, un viaggio che affianca ai classici pannelli esplicativi, mappe interattive e schermi al plasma per raccontare 50 anni di storia partendo dalla nascita dell’Associazione continuando con le tappe principali e le attività portate avanti fino ad oggi. Un lavoro di grande responsabilità che l’AIL e il suo Presidente Nazionale, il Professor Sergio Amadori, continuano ad assolvere, sostenendo i malati e le loro famiglie, accompagnandoli in tutte le fasi, spesso difficili, della malattia, combattendo insieme a loro per migliorarne la qualità della vita e offrendo loro servizi, aiuto e comprensione nel rispetto della dignità umana e della persona. “Questi primi 50 anni di storia della nostra organizzazione sono costellati di importanti successi – ha ricordato il professor Sergio Amadori – abbiamo contribuito allo sviluppo della ricerca scientifica in campo ematologico; abbiamo moltiplicato i servizi offerti ai pazienti; abbiamo incrementato le interazioni con i centri ematologici e abbiamo visto crescere il numero dei nostri volontari, per noi patrimonio irrinunciabile. È stato un percorso non sempre semplice ma grazie al confronto continuo col territorio e le istituzioni, siamo diventati un punto di riferimento nel nostro Paese. L’AIL è un’Associazione con un passato importante e che guarda al futuro con fiducia”.Ampio spazio è dedicato all’interno dell’esposizione alle grandi campagne di raccolta fondi e sensibilizzazione, quelle fondanti, la Partita del cuore, Trenta Ore per la Vita, Angeli sotto le stelle, Carreras in Vaticano, che hanno reso possibile lo sviluppo dell’AIL, e le tradizionali campagne, Uova di Pasqua, Stelle di Natale, Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, 5 per mille, consueti appuntamenti dell’Associazione. Un viaggio cronologico che, grazie alla collaborazione con Rai Teche, mostrerà documenti originali, interviste, filmati, fotografie, manifesti e locandine attraverso cui si snoderà la narrazione dei grandi risultati scientifici ottenuti e i successi delle iniziative solidali.www.ail.it

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Open Studios: Real Academia de España. Presentazione dei progetti degli artisti residenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma Giovedì 21 Marzo 2019 Ingresso libero per il pubblico ore 17.00 – 19.00 Ingresso su appuntamento per addetti ai lavori ore 10.00 – 17.00 Real Academia de España en Roma Piazza S. Pietro in Montorio 3 per un open day dedicato a mostrare in anteprima i nuovi progetti dei residenti dell’Accademia della stagione 2018/2019.
Gli Open Studios saranno ancora una volta l’occasione per incontrare e conoscere da vicino, proprio all’interno degli atelier dei residenti, le singole realtà e le espressioni dei singoli linguaggi prescelti, che vanno dall’arte figurativa alle performance, dalla storia dell’arte alle tecnologie multimediali, mettendo in mostra la creatività dei vincitori del Concorso del Ministero degli Affari Esteri spagnolo, nel cui bando viene richiesto agli artisti un progetto in sinergia con il panorama artistico e culturale italiano e romano in particolare.
La giornata del 21 marzo (unica data in cui saranno aperti gli studi) sarà l’occasione per conoscere i 23 progetti, ancora in divenire, che saranno successivamente presentati il 20 giugno, in occasione dell’inaugurazione della mostra dedicata ai Borsisti. Durante la giornata sarà inoltre possibile vedere anche alcuni dei luoghi dell’Accademia solitamente chiusi al pubblico, come il chiostro, i giardini, la terrazza, il giardino romantico, il salone dei ritratti e la sala da pranzo del piano nobile.
La Real Academia de España en Roma, istituzione dipendente dell’Ambasciata di Spagna in Italia, che festeggia quest’anno il suo 146º anniversario, a partire dalla sua fondazione avvenuta nel 1873, svolge da sempre un ruolo fondamentale e strategico per la politica culturale spagnola all’estero nella formazione di numerose generazioni di artisti e intellettuali spagnoli, italiani e iberoamericani. Piattaforma culturale e centro di produzione e innovazione artistica di riferimento per stimolare alla produzione sia delle promesse che degli affermati talenti, ha come obiettivo primario quello di proiettare e diffondere la cultura creativa a livello internazionale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutelare gli immigrati e i musulmani in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Dopo la condanna unanime di tutte le associazioni ,comunità,ong,confederazioni, centri culturali ,moschee ,mondo politico ,istituzioni e società civile al tremendo e disumano attentato in Nuova Zelanda , compiuto in due moschee e contro innocenti musulmani in preghiera ,che ha scosso tutti e ha fatto arrivare tantissima solidarietà al mondo musulmano in nuova Zelanda,in Italia e nel mondo intero.
Sono stati uccisi 50 civili (19 palestinesi,5 dalla Tunisia ,5 dal Bangladesh,4 dal Marocco ,3 dallo Yemen,2 dal Iraq,2 dalla Giordania ,1 dalla Siria 1 dal Iran,1 dall’Afghanistan . Altri 6 non sono stati identificati , insieme a numerosi feriti molto gravi , come ci hanno riferito i nostri medici in Nuova Zelanda. Le Comunita’ del mondo arabo in Italia (Co-mai) e la Confederazione Internazionale laica interreligiosa( Cili-italia) ringraziano tutti e apprezzano la condanna senza ambiguità, ferma e tempestiva fatta dalle Istituzioni , nella quale si è dimostrata ,ancora una volta, una unità solida tra comunità, associazioni e la società civile italiana e di origine araba ,musulmana e straniera contro il terrorismo in tutte le sue forme. Abbiamo combattuto , sempre uniti ,il terrorismo dell’Isis e ancora di più siamo convinti che solo l’unità può sconfiggere questo nuovo terrorismo ed il razzismo religioso contro i musulmani e gli immigrati in Occidente -dichiara Foad Aodi Fondatore Co-mai.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 3 Comments »

Italia Nostra Lazio aderisce al Global Strike for Future e alla Marcia per il Clima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma 23 marzo 2019. “Non si può aspettare oltre. Le emergenze ambientali sono sotto gli occhi di tutti: carenza idrica, innalzamento delle temperature, inquinamento atmosferico. Si tratta di una problematica della quale si devono tutti rendere consapevoli. La spinta che arriva dagli studenti va senz’altro sostenuta e rilanciata perché c’è necessità di mettere in atto nuove pratiche che prevedano la riduzione dei consumi e stili di vita improntati all’economia circolare”. Così Franco Medici, presidente di Italia Nostra Lazio motiva l’adesione all’evento odierno che sta coinvolgendo centinaia di migliaia di studenti in tutto il mondo e alla Marcia per il Clima.
“Italia Nostra – prosegue il presidente di Italia Nostra Lazio – da sessanta anni è impegnata nella tutela del patrimonio storico, artistico e naturale, una attività di salvaguardia delle risorse ambientali e di sensibilizzazione verso pratiche quotidiane più rispettose del clima e dei cambiamenti climatici in atto. Ribadiamo inoltre – conclude Medici – che prima dell’approvazione di cosiddette grandi opere si facciano delle attente valutazione sui costi e benefici ambientali, non solo economici. Una delle nostre forti preoccupazioni riguarda inoltre la risorsa idrica sempre più carente nel mondo intero”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anche Kyoto club in marcia per il clima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

In tutto il mondo gli studenti scendono in piazza in occasione del Climate Strike, uno sciopero globale con cui chiedono ai Governi e a tutti gli adulti di agire seriamente e definitivamente per contrastare i cambiamenti climatici. Anche Kyoto Club in marcia per il clima.Per Gianni Silvestrini, Direttore scientifico di Kyoto Club “questa esplosione innescata dagli scioperi degli studenti in giro per il mondo deve tradursi in scelte politiche serie e radicali. Questo è il messaggio che ci hanno dato gli studenti”. Guarda il video commento di Gianni Silvestrini.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comitati ambientalisti verso la Marcia per il Clima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma sabato 23 Marzo ore 14 piazza della Repubblica. Saranno presenti i comitati ambientalisti della Val di Susa, della Terra dei Fuochi, della Laguna di Venezia, del quartiere Tamburi di Taranto e della città di Roma, diversi attivisti locali del movimento Fridays For Future. Ogni comitato porterà un dono simbolico al Ministro Costa che rappresenti la sofferenza che la crisi climatica produce nei rispettivi territori, per denunciare l’insufficienza delle politiche adottate in tema ambientale anche al solo rispetto degli obiettivi degli Accordi di Parigi 2015.E’ ora di dare voce alle vittime dell’azione climalterante e inquinante, subita per scelte politiche troppo attente a favorire le imprese a discapito del diritto alla salute e alla tutela ambientale, da invertire immediatamente per la salvaguardia del pianeta.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Villa Maraini-CRI ha partecipato al summit mondiale sulla droga

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Vienna. Massimo Barra fondatore di Villa Maraini, Agenzia Nazionale della Croce Rossa Italiana sulle tossicodipendenze, è intervenuto nel summit Ministeriale della 62 Commissione Stupefacenti (UNGASS-ONU), in qualità di Presidente della Red Cross and Red Crescent Partnership on Substance Abuse (siglata tra Croce Rossa Italiana, Federazione di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e Villa Maraini), auspicando un tanto atteso cambio di passo, facendosi portavoce anche di tutte quelle realtà che nel mondo operano per diffondere una politica umanitaria verso i tossicodipendenti, come la Fondazione Villa Maraini-CRI, che da oltre 40 anni si occupa di salvare da Overdose e curare tossicodipendenti principalmente a Roma incontrando e trattando ogni giorno oltre 600 persone con problemi di dipendenza.
I dati riportati nel “World Drug Report 2018” dell’UNODC (Agenzia delle Nazioni Unite sulle Droghe) parlano di 275 milioni di consumatori di droga, ovvero il 5,6% della popolazione mondiale, che hanno utilizzato almeno una volta sostanze nell’ultimo anno e che vanno da un range di età tra i 15 e 64 anni. Dagli Stati Uniti invece arrivano i dati più drammatici: 200.000 morti per overdose negli ultimi 3 anni, che attestano il definitivo fallimento delle “guerra alla droga” lanciata dal Presidente Nixon. Da molti interventi dei rappresentati dei paesi presenti, tra i quali quello di Evo Morales Presidente della Bolivia, si è avvertita la necessità di cambiare la rotta e far riconoscere a livello mondiale l’importanza della politica della “riduzione del danno”, con investimenti a favore della cura del tossicodipendente, per bilanciare la precedente eccessiva spesa pubblica in dannose misure repressive che hanno colpito solo il consumo e non lo spaccio. Non sono mancate le posizioni come quella del Ministro degli Esteri russo Lavrov contrario ad ogni tipo di apertura nei confronti dei tossicodipendenti

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

GDD FASHION WEEK, la “prima” al Macro di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma giovedì 11 aprile alle 18 Museo di arte contemporanea Via Nizza, 138. L’edizione 2019 della kermesse di arte, moda e cultura prende ufficialmente il via, dando seguito al nuovo corso anticipato nei mesi scorsi. La GDD Fashion Week da una diventa trina: una fase preview collocata interamente su Roma, nelle location che fanno della contemporaneità il loro “must”; una fase finale ancorata in Calabria dove la GDD è nata e cresciuta, fino a celebrare la quindicesima edizione; una fase finale, dedicata alla premiazione degli stilisti vincitori, itinerante, per restituire all’eleganza il concetto di appartenenza al made in Italy. La particolarità della GDD è quella di innovarsi in maniera costante: è il frutto di uno staff creativo, formato da menti giovani, fresche e dinamiche che puntano a declinare perfettamente cultura e spettacolo, originando un progetto che sfugge il concetto del banale per abbracciare la contemporaneità. E adesso si passa alla pratica: grazie alla sinergia che si è venuta ad instaurare con il Macro di Roma, giovedì 11 aprile alle ore 18, in via Nizza 138, la GDD Fashion Week inizia a materializzarsi, mettendo in scena le emozioni e le attese dei fashion designer, pronti a contendersi un posto per la finale di agosto. Il primo classificato, infatti, accederà direttamente alla Serata di Gala che metterà in palio una borsa di studio da 2 mila euro. Nel parterre presente al Macro, tra le firme del giornalismo nazionale ed i personaggi protagonisti del piccolo e del grande schermo, sarà ovviamente presente il presidente di giuria Graziano Amadori: il suo lavoro, di selezione e di supporto, ha consentito a tanti stilisti di dare forma e sostanza ai propri sogni. E anche quest’anno sarà così. La prima preview al Macro è dunque un battesimo. Gli stilisti che parteciperanno al contest (il bando di partecipazione è sul sito http://www.gddfashionweek.it) gareggeranno anche per il premio della stampa, decretato dal noto magazine “La mia Boutique”. Esso consiste nella pubblicazione di un servizio fotografico corredato da un’intervista approfondita e dettagliata dello stilista. Essere parte integrante della GDD Fashion Week significa relazionarsi con la creatività, entrare a pieno titolo nell’art e nel fashion-system, generando networking con alcuni dei principali stakeholder del settore. Non resta dunque che alzare il sipario.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dove nascono i limoni di Siracusa IGP, le arance rosse siciliane IGP e i pomodori di Pachino IGP

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Catania giovedì 21 marzo, da Tokio arriverà una delegazione giapponese per scoprire i territori dove nascono i limoni di Siracusa IGP, le arance rosse siciliane IGP e i pomodori di Pachino IGP. La missione nipponica, formata da due buyer di prodotti ortofrutticoli freschi, due giornalisti di lifestyle e food e una trade analyst, avrà modo di entrare a contatto con la base produttiva e commerciale dei tre prodotti IGP fra le province di Siracusa e Catania, che condividono volumi produttivi significativi, elevati standard qualitativi, concomitanza stagionale e contiguità territoriale, con l’obiettivo di consentire alle nostre eccellenze, e alle aziende che le producono, di ampliare ed estendere i propri orizzonti di mercato.
L’iniziativa è frutto di una collaborazione fra l’Italian Trade Agency (ICE – Ministero dello Sviluppo Economico) e i consorzi di tutela dell’Arancia rossa di Sicilia IGP, del Limone di Siracusa IGP e del Pomodoro di Pachino IGP.I tecnici giapponesi avranno l’opportunità di conoscere i cicli produttivi delle tre IGP.Infatti, la delegazione giapponese avrà l’opportunità di immergersi nella realtà agricola di alta qualità siciliana, fra visite in campo e nei magazzini di confezionamento delle tre IGP, intervallate dalla scoperta di alcuni preziosi gioielli del territorio, come Vendicari, Ortigia, e il centro storico di Catania.
Il primo giorno, venerdì 22 marzo, sarà dedicato al Consorzio del Pomodoro di Pachino IGP e al Consorzio del Limone di Siracusa IGP. Si inizia la giornata con la visita presso le Terre di Capopassero, azienda produttrice che sarà seguita dalla Cooperativa agricola Aurora, confezionatore; il pomeriggio il team giapponese sarà accompagnato presso l’Azienda Agricola Giovanni Giangreco, che produce limoni e la Cooperativa agricola Agricoop Bio, che li confeziona.
Sabato 23 marzo, invece, avrà luogo, nella sala conferenze della Camera di Commercio di Siracusa, il convegno “I prodotti a marchio DOP e IGP e il trattato di libero scambio fra Unione europea e Giappone”, momento informativo in occasione dell’entrata in vigore, il 1 febbraio scorso, dell’Economic Partnership Agreement (EPA) fra UE e Giappone. L’evento è rivolto al mondo agricolo, alla stampa generalista e di settore. A moderare il convegno sarà Carmelo Frittitta, dirigente generale dell’Assessorato regionale alle risorse Agricole: “Dobbiamo cogliere opportunità commerciali come queste che si prospettano grazie al trattato EPA fra UE e Giappone, e rilanciare questioni di primaria importanza come la revisione del Dossier fitosanitario e il perseguimento di obiettivi pratici come le procedure di esportazione semplificate per via aerea. – prosegue il dirigente – I lavori in programma sabato 23 a Siracusa, anche grazie alla rilevanza dei professionisti coinvolti, vanno proprio in questa direzione, e la stessa partnership di scopo fra tre consorzi della Sicilia sudorientale – pomodoro di Pachino, arancia rossa di Sicilia e limone di Siracusa – per mettere in piedi questa missione sul territorio rappresenta un esempio di collaborazione virtuoso e meritevole di encomio”.
Domenica 24 marzo, la delegazione tecnica sarà accolta da Red Co.P. dall’azienda agricola Serravalle, rispettivamente organizzazione di produttori e produttore agricolo iscritti al Consorzio di Tutela dell’Arancia rossa di Sicilia IGP, “confezionatore di Arance rosse IGP.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola– Tempo pieno: ancora troppo poche le cattedre al Sud

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Dopo l’estate passerà dal 34,8% al 36,3%. A fare il calcolo è stato il quotidiano La Repubblica, che definisce il provvedimento “un flop”, come illustrato dal Miur ai sindacati nella “tabella con la ripartizione dei duemila posti previsti dalla legge di Bilancio” che ignora le esigenze e criticità del Sud Italia. Anief pronta a impugnare la tabella di ripartizione degli organici, specialmente su posti di sostegno. Intanto per il terzo anno consecutivo salteranno pure gli agognati trasferimenti di migliaia di docenti ricattati dagli estensori della Buona Scuola, immessi in ruolo in scuole dall’altra parte d’Italia. Marcello Pacifico, presidente Anief: Il rilancio della scuola al Sud passa per l’attivazione di organici differenziati per innalzare l’offerta formativa, gettare le basi per la riduzione di abbandoni scolastici e tasso di disoccupazione, anteprime del crescente fenomeno dei Neet. Così, “i 2 mila posti in più previsti con la legge di dicembre incrementeranno il tempo pieno alle elementari dell’1,5%: a settembre, si passerà dal 34,8% al 36,3%”. Inoltre, il piano di incremento dei posti non sarà riservato al Sud, come invece era stato detto: in base “all’algoritmo utilizzato da viale Trastevere per ripartire i duemila posti di scuola primaria in più per l’anno scolastico 2019/2020, si vede che il Nord beneficia di un numero di posti paragonabile a quelli assegnati alle regioni meridionali”. “Con 262 cattedre, la Lombardia passerà da una copertura del 50,6% ad una copertura del 51,8%. Regioni come Campania e Sicilia, dove il Tempo pieno è quasi una chimera, si dovranno accontentare di una quota di posti simile che sposterà le cose di poco. In Campania, che attualmente copre il 15% delle classi col servizio a Tempo pieno, arriveranno 276 cattedre che faranno salire il tempo scuola prolungato dal 15,0% al 16,8%”.
Alla fine, quindi, l’aumento di posti sarà risibile. In conclusione, quella che doveva essere “una misura per estendere il tempo pieno alla scuola primaria, soprattutto nelle regioni meridionali”, ora si sta traducendo in una operazione di ritocco: “l’incremento delle lezioni pomeridiane alla scuola elementare sarà ridottissimo e il Sud resterà distante dal Nord esattamente come prima”.
Il risultato di questo processo era stato ampiamente previsto dall’Anief, che non a caso aveva detto come occorrevano finanziamenti dieci volte maggiori e che il completamento del tempo pieno, a questi ritmi, si sarebbe concretizzato non prima del 2060: delle 132 mila classi di scuola primaria autorizzate nel 2017/2028 soltanto 46 mila (25 mila concentrate al Nord) funzionavano infatti a tempo pieno, con orario che si protrae fino alle ore 16. Per non parlare della difficoltà oggettiva, alle attuali condizioni, di avviare il tempo piano in scuole dove le mense scolastiche scarseggiano e comunque si avrebbero enormi difficoltà ad introdurle rispettando le normative su igieni, sicurezza e altro.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quota 100 e reddito cittadinanza Decreto legge verso l’ok definitivo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Le commissioni Affari sociali e Lavoro della Camera hanno dato il via libera, il testo dovrà tornare al Senato per l’approvazione finale. Marcello Pacifico (Anief): Approvata una delle nostre richieste sul riscatto della laurea per gli over 45, mentre il vice-premier Di Maio si dichiara pronto a discutere di salario minimo di cittadinanza come da noi richiesto.Via libera delle commissioni Affari sociali e Lavoro della Camera al decreto legge sul reddito di cittadinanza e quota 100: le commissioni hanno completato l’esame degli emendamenti e dato mandato al relatore, che presenterà il provvedimento in aula lunedì, come previsto dal calendario dell’assemblea. Il decreto, in seconda lettura alla Camera, dovrà tornare al Senato per il via libera definitivo. Non è esclusa l’ipotesi che il governo ponga la fiducia, visto che il dl deve essere convertito in legge entro il 29 marzo.Da quello che trapela – secondo il quotidiano La Repubblica – i lavori delle commissioni sarebbero andati a rilento per il tira e molla delle due anime della maggioranza, MoVimento Cinque Stelle e Lega. Si sarebbero trovati accordi sulla figura dei navigator, sulla reggenza dell’Inps e sulla pensione di cittadinanza, che potrà essere pagata come tutte le altre, anche in contanti negli uffici postali o in banca, e non solo sulla card del reddito. Come richiesto da Anief, infine, è entrato l’atteso emendamento che prevede il riscatto della laurea agevolato anche agli ultra quarantacinquenni. Otto giorni fa Anief ha proposto alle Commissioni XI e XII della Camera una serie di emendamenti al “decretone”, con richieste che riguardavano principalmente il pensionamento del personale docente, degli Ata e dei dirigenti scolastici. Una riguardava l’utilizzo delle risorse del reddito di cittadinanza anche per il salario minimo nei rinnovi contrattuali del pubblico impiego (garantendo l’allineamento degli stipendi al tasso d’inflazione certificata) – tema di un incontro specifico chiesto da Di Maio alle parti sociali – e per il recupero dell’indennità di vacanza contrattuale 2016-2018. È stata anche chiesta l’estensione di Quota 100 “alla data di conversione in legge del presente decreto” per i dipendenti pubblici che ne hanno diritto. E inoltre per quanto riguarda il conseguimento di Quota 100 per il personale della scuola, si chiede che si prenda atto dell’età media della presa di servizio, che supera i 40 anni di età, e del fatto che si continua a registrare un alto tasso di precarietà per esigenze di bilancio, nonché del riconosciuto burn-out da stress da lavoro correlato di questi professionisti. Si è avanzata, infine, la possibilità di rateizzare l’onere dei contributi da riscatto.Il presidente nazionale Anief, Marcello Pacifico, sostiene le proposte emendative: “Quelle che abbiamo avanzate avrebbero migliorato certamente il testo originario. Nell’imminenza dell’approvazione del decreto legge, che accogliamo con sostanziale positività, ci preme che la nostra visione, su aspetti specifici che riguardano la scuola, sia condivisa dai rappresentanti della maggioranza.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carlo Palermo: ”Sono un sopravvissuto alla rivelazione di alcuni segreti di Stato”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Carlo Palermo, già giudice istruttore presso il Tribunale di Trento e di Trapani, è autore di “La Bestia” (ed. Sperling & Kupfer). Nel saggio l’ex magistrato ripercorre diversi accadimenti che lo hanno visto protagonista anche in prima persona. Palermo, oggi avvocato, è infatti sopravvissuto alla strage di Pizzolungo, il 2 aprile 1985, che lo vedeva come principale obiettivo e che spazzò via le vite di Barbara Rizzo, 30 anni, e dei suoi figli, i gemellini Salvatore e Giuseppe Asta, di appena 6 anni. A 34 anni di distanza, la richiesta di verità e giustizia su quel delitto è ancora forte ed è più che mai necessario comprendere ciò che è avvenuto in merito a questa storia. Una vicenda che ha segnato profondamente Carlo Palermo il quale, anche dopo aver lasciato la magistratura nel 1990, non ha mai smesso di indagare sui rapporti tra mafia e Stato. Anche se per l’attentato sono stati condannati i boss mafiosi, appare evidente che a voler eliminare il magistrato non fosse solo Cosa Nostra. Intervista a cura di Giorgio Bongiovanni, direttore di Antimafia Duemila.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Programmi di screening per il tumore del seno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Solo il 56% delle donne ha eseguito la mammografia, l’esame salvavita in grado di diagnosticare precocemente la malattia. La Lombardia è una Regione virtuosa e presenta uno dei tassi d’adesione tra i più alti della Penisola (67% di aderenza). Ciò nonostante ancora una donna su tre non si sottopone agli screening. Un fenomeno che preoccupa dal momento che la neoplasia ogni anno provoca ancora in tutta la Penisola oltre 12mila decessi. E si registrano ancora forti differenze territoriali. Nel Mezzogiorno, dove l’adesione agli screening è inferiore rispetto al Settentrione, la sopravvivenza è leggermente più bassa. Nelle Regioni del Sud si attesta all’85% mentre in quelle del Nord all’88%. Da qui l’appello degli oncologi affinché tutte le italiane, d’età compresa tra i 50 e 69 anni, si sottopongano una volta ogni due anni al test gratuito organizzato dalle Aziende Sanitarie locali. La sollecitazione degli specialisti arriva dal convegno Breast Journal Club. L’importanza della Ricerca in Oncologia che si conclude oggi. Per due giorni oltre 300 esperti si sono riuniti a Cremona per discutere le ultime novità emerse sulla patologia. “Il cancro della mammella è una malattia che riusciamo a sconfiggere nell’oltre 80% dei casi – afferma il prof. Daniele Generali, Direttore della UO Multidisciplinare di Patologia Mammaria e Ricerca Traslazionale dell’ASST di Cremona. E’ un dato positivo ma non si può sottovalutare una neoplasia così diffusa e che interessa una parte del corpo femminile estremamente delicata. Soprattutto i test per la prevenzione secondaria vanno maggiormente incentivati tra tutta la popolazione. Con la mammografia ogni anno individuiamo poco più di 8.000 nuovi casi; purtroppo ancora troppe diagnosi arrivano comunque tardi. Questo determina non poche difficoltà sia alle singole donne che all’intero sistema sanitario nazionale. La diagnosi precoce è l’arma fondamentale nella lotta contro il tumore al seno, permette infatti di aumentare notevolmente le probabilità di guarigione delle pazienti, oltre a consentire interventi più conservativi ed estetici. Proprio per sensibilizzare la popolazione alla prevenzione, le reti oncologiche nazionali insieme alle Istituzioni stanno promuovendo e supportando la costituzione di centri di senologia ovvero Breast Unit, modelli di assistenza specializzati nella prevenzione, diagnosi e cura del carcinoma mammario, caratterizzati dalla presenza di un team coordinato e multidisciplinare in grado di garantire quel livello di specializzazione delle cure, dalle fasi di screening sino alla gestione della riabilitazione psico-funzionale, in grado di ottimizzare la qualità delle prestazioni e della vita delle pazienti e, nel contempo, garantire l’applicazione di percorsi diagnostico-terapeutici e assistenziali (PDTA) in coerenza con le linee guida nazionali e internazionali. Le donne affette da tumore al seno che si curano presso centri dedicati (Breast Unit) hanno un 18% in più di guarigioni definitive e una migliore qualità di vita”.
Il Breast Journal Club è un meeting annuale, giunto nel 2019 alla sua decima edizione. Si pone l’obiettivo di riunire e avviare un confronto, tra i più importanti opinion leader stranieri e italiani, sulle nuove ricerche e metodologie scientifiche. Attualmente solo sette Regioni possiedono strutture che hanno dimostrato indubbi vantaggi anche nel garantire a tutti i malati le migliori terapie disponibili”. E’ anche molto importante praticare regolarmente un po’ di attività fisica. La sedentarietà rappresenta, infatti, un fattore di rischio oncologico molto sottovalutato nonché una cattiva abitudine per oltre il 40% delle italiane over 45. Le donne che fanno sport presentano una riduzione del rischio d’insorgenza del carcinoma mammario del 20%. Va quindi promosso e incentivato tra l’intera popolazione femminile.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Laboratorio creativo per bambini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Bologna Giovedì 21 Marzo 2019 alle ore 16,30 Galleria spazio Testoni via D’Azeglio 50 dalle ore 16,30 si svolgerà il primo laboratorio didattico creativo dedicato ai bambini ed aperto anche alle loro famiglie, in collaborazione con HISTORIA – Valorizzazione dei Beni Culturali, un gruppo di giovani laureati e laureandi in diverse discipline umanistiche e storici dell’arte.“Crea la tua cartolina in galleria”: ogni bambino, scegliendo l’opera che preferisce tra quelle presenti in esposizione per la mostra in corso “SOLO L’orMa”, potrà disegnarla sul fronte di un cartoncino appositamente ritagliato delle dimensioni standard di una cartolina postale (cm. 10,5×15). Le cartoline resteranno ai giovani artisti e così poi, se lo vorranno, potranno spedirle ai loro amici o alle persone care a cui desiderano dedicare il loro originale lavoro.
– Il laboratorio è aperto ai bambini dai 5 ai 10 anni ed alle loro famiglie per un numero massimo di 10 bambini;
– La durata del laboratorio sarà di circa 90 minuti;
– Il costo è di 6 (sei) Euro a bambino partecipante (Euro 5 ciascuno nel caso di due fratellini partecipanti), per la copertura del costo dei materiali messi a disposizione dagli operatori di HISTORIA che assisteranno i bambini durante il laboratorio;
– La presenza di almeno un adulto accompagnatore per ogni bambino è obbligatoria;
Prenotazione (obbligatoria) via e-mail: info@spaziotestoni.itIn caso di un elevato numero di richieste, si potrà replicare il laboratorio anche giovedì 28 marzo, sempre dalle ore 16,30

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un convegno contro discriminazioni e razzismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Torino 21 marzo 2019 alle 9, in Via Nizza 52, (presso il Dipartimento di Biotecnologie dell’Università degli Studi di Torino – sala Keplero). In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, si tiene un convegno promosso dalla Regione Piemonte, in collaborazione con Ires Piemonte, Unar e Rete. Sarà un confronto tra istituzioni e associazionismo sulle attività di prevenzione e contrasto del razzismo e delle discriminazioni in Piemonte.
Intervengono: Monica Cerutti (assessora Regione Piemonte), Agnese Canevari (dirigente Unar), Marco Sisti (direttore Ires Piemonte), Michela Malerba (presidente Ordine degli avvocati di Torino), Alessandro Maiorca (Asgi), Cesarina Manassero (Ordine avvocati di Torino), Gabriella Nobile (Mamme per la pelle), Antonella Ferrero, Federica Monaco, Oma Balep, Paola Colasanto, Sophia Livingstone e Alessandra Scotti (referenti di Nodi e Punti informativi della Rete regionale contro le discriminazioni in Piemonte), Ayoub Moussaid, Muna Khorzom, Ivana Nikolic e Esperance H. Ripanti (Rete 21 marzo – mano nella mano contro il razzismo) Durante il convegno sarà proiettato il cortometraggio “Io sono Rosa Parks” con la presenza del regista Alessandro Garilli.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Copyright: “una convinta approvazione della direttiva”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Bruxelles L’industria culturale e creativa italiana, in tutte le sue componenti, si muove unita per dire SI alla direttiva copyright, in agenda nella seduta dell’Europarlamento a fine marzo. E chiede agli europarlamentari italiani – con una lettera congiunta (in allegato) – “una convinta approvazione della Direttiva comunitaria che favorirà lo sviluppo dei contenuti nell’era digitale nel rispetto del diritto d’autore. (…) Un voto importante a tutela del nostro DNA di italiani ed europei, creatori e coltivatori di emozioni”.
Ben diciannove le associazioni firmatarie, rappresentative di tutte le componenti industriali e creative del settore culturale: 100autori – Associazione dell’Autorialità Cinetelevisiva, AFI – Associazione Fonografici Italiani, AIE – Associazione Italiana Editori, ALI – Associazione Italiana Librai, ANAC- Associazione Anazionale Autori Cinematografici, ANART – Associazione Nazionale Autori Radiotelevisivi e Teatrali, ANEM – Associazione Nazionale Editori Musicali, ANES – Associazione Nazionale Editoria di Settore, CCI – Confindustria Cultura Italia, Confindustria Radio TV – Associazione dei media televisivi e radiofonici italiani, EMUSA – Editori Musicali Associati, Federazione Autori, FEM – Federazione Editori Musicali, Federazione Carta e Grafica, FIMI – Federazione Industria Musicale Italiana, INDICAM – Istituto Centro Marca per la lotta alla contraffazione, Nuovo IMAIE – Nuovo Istituto Mutualistico per la Tutela dei diritti degli artisti interpreti ed esecutori, PMI – Produttori Musicali Indipendenti, Writers Guild Italia – Sindacato degli scrittori di cinema, tv e web.“L’Italia creativa – proseguono le associazioni – produce 48 miliardi di euro di fatturato, dà lavoro a un milione di persone e rappresenta un patrimonio di eccellenza per il nostro Paese e per l’Europa. (…) L’Italia vanta un passato creativo e culturale prestigioso, unico al mondo. Un patrimonio conservato e nutrito da autori, registi, interpreti, giornalisti, fotografi, editori, scrittori, musicisti, grafici, librai, artisti, bibliotecari, pittori, redattori, fonici, addetti alle luci, costumisti, e dalle centinaia di altre figure professionali che, con talento e passione, quotidianamente operano nelle industrie creative e culturali e che, con la rivoluzione digitale, necessitano di particolare attenzione e tutela. (…) La Direttiva sostanzialmente (…) aggiorna la normativa vigente al mutato contesto tecnologico ed economico-sociale, per dare una giusta remunerazione al lavoro di autori, artisti, imprese e del milione di persone che vi lavorano. In altre parole: rafforza autori, imprese e lavoratori europei nei confronti di giganti del web d’Oltreoceano e aumenta le garanzie degli utenti finali nei confronti di entrambi”.“La creatività è il cuore e il cervello di questo Paese, che deve pensare al proprio futuro e tornare ad essere messaggero di arte e bellezza in Europa e nel mondo. Ci appelliamo a Voi – concludono – affinché siate testimoni orgogliosi di questo patrimonio”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »