Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 23 marzo 2019

Cina \ Castelli, “Grandi opportunità per imprese ed economia Italiana”

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Roma – “Un risultato molto importante che riserverà grandi opportunità alle imprese e all’economia italiana, frutto del grande lavoro che, sotto il coordinamento del Presidente Conte e del Ministro dello Sviluppo Economico, abbiamo fatto come Governo in questi mesi. Sono certa che i risultati non tarderanno ad arrivare”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, commenta la firma del Memorandum sulla Via della Seta tra Italia e Cina

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bene accordi commerciali Italia-Cina

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Gli accordi siglati tra il governo cinese e quello italiano – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – possono dare un nuovo slancio all’economia nostrana e supportare settori chiave come quello agricolo; ma è estremamente importante che all’interno di questo nuovo partenariato si predispongano azioni contro le contraffazioni dei prodotti enogastronomici nostrani e più in generale a tutela del brand “made in Italy”.L’origine dei prodotti e il know how e le competenze dietro la loro preparazione – prosegue Tiso – sono elementi chiave del senso stesso dell’italianità e vanno salvaguardati con la massima ortodossia. A tal proposito però, per quanto favorevoli alla natura dell’accordo Italia-Cina, non possiamo non sottolineare la politica dei due pesi e due misure usata dall’esecutivo sui temi di immigrazione e sovranità.Come Confeuro – conclude Tiso – ribadiamo la nostra soddisfazione per le nuove opportunità che derivano dall’aumento delle esportazioni dei prodotti agroalimentari, ma cogliamo l’occasione per ricordare anche che la difesa del made in Italy deve essere parte integrante di una strategia di sviluppo sul medio-lungo termine e che per questo va considerata un punto imprescindibile di ogni azione politica.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima gara del Circuito: Golf Franciacorta

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Corte Franca BS Sabato 30 marzo 2019 Via Provinciale, 34/B, Mostra-omaggio al Maestro Franco Brescianini da Rovato. Il Circuito “Arte&Golf”, format che sposa il connubio per 6 mesi attraverserà l’Italia per raggiungere 20 destinazioni, oltre ad altre tappe estere tra cui il Buenavista Melià a Tenerife, Valderrama in Spagna, il Vilnius Golf Club in Lituania e Barcellona, per poi chiudere nella splendida cornice marocchina del FAIRMONT ROYAL PALM di Marrakech (Name Sponsor per il secondo anno consecutivo), alla presenza di tutti i vincitori delle varie tappe.Come ogni anno, l’iniziativa riserverà numerose novità, sia nei partner protagonisti sul green sia, soprattutto, sotto il profilo culturale, curato dalla galleria d’arte di Milano Made4Art. Ogni gara sportiva si abbinerà infatti ad una mostra personale di artisti italiani: la prima tappa sarà un omaggio al Maestro Franco Brescianini di Rovato che da sempre ha aperto il circuito con l’arte della sua mano.La prima tappa sarà caratterizzata da un vero e proprio evento nell’evento. Si potranno provare i simulatori di guida per la Formula 1, ammirare gli ultimi modelli della Casa Automobilistica ASTON MARTIN, degustare i vini Cà d’Or attraverso una visita guidata in cantina nel pomeriggio, degustare durante la gara, bollicine, caviale, pesce crudo nel tee 10, performance artistiche lungo il percorso di gara e ammirare il design Made in Italy dei prodotti degli sponsor; un vero Experience Day che si concluderà con la presenza di Sir. Martin Edwards, Presidente Onorario del Manchester United, che in tale occasione presenterà, per la prima volta in Italia, il libro RED GLORY, dove racconta i 25 anni della sua storia al timone dei Red Devils, dall’assunzione dell’amico Alex Ferguson, agli anni di gloria che hanno portato il Brand sportivo #MUFC al primo posto mondiale.A chiusura dell’intensa giornata, alle 19:00, Martin Edwards, che da anni è strettamente legato a “Arte&Golf” essendo stato anche testimonial delle Finali delle prime 2 Stagioni, verrà premiato per i meriti sportivi conseguiti nel calcio mondiale. http://www.arte.golf/

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorsi docenti, procedure lente e mancate assunzioni vincitori: lo dice la sequenza storica

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

La lentezza dei concorsi per docenti e la mancata immissione in ruolo di tutti i vincitori e idonei sono caratteristiche della scuola pubblica italiana: la conferma arriva dalla serie storica delle procedure concorsuali degli ultimi anni. Questo significa che il concorso per la scuola secondaria che il Miur ha promesso di bandire entro il 2019, solo nella migliore delle ipotesi, porterà i vincitori in cattedra nell’estate del 2020. Intanto, ha del paradossale quanto accaduto in alcune regioni con i concorsi passati: per il concorso del 2016 migliaia i candidati docenti rischiano di rimanere al palo, pur avendo regolarmente partecipato e superato le prove, preselettive e selettive, scritte e orali. Il caso della Sicilia: alla primaria, a distanza di tre anni oltre 500 aspiranti maestri si sono ritrovati per “un errore dell’algoritmo” senza “un posto di lavoro”; per la scuola dell’infanzia rimangono da assumere oltre 300 docenti risultati vincitori e idonei. Se non subentreranno delle deroghe, considerando che in media ogni estate si procede a non oltre 20-30 immissioni in ruolo, dal 1° settembre 2019 decadrà la loro posizione. Marcello Pacifico (Anief): L’unica via d’uscita da questo ginepraio non può che essere la riapertura immediata delle GaE e il ritorno al doppio canale puro. Nella fattispecie, però, abbiamo anche attivato ricorsi al giudice del lavoro, in modo da ottenere le stabilizzazioni mancate. La serie storica degli ultimi concorsi non lascia spazio a dubbi: le procedure in Italia sono lente e non garantiscono le immissioni in ruolo di vincitori e idonei. L’ultimo esempio, scrive Orizzonte Scuola, è quello del “DL 59/2017 targato PD aperto solo ai docenti abilitati. Bandito con DDG del 1° febbraio 2018, consisteva in un’unica prova orale. Nonostante la semplicità della procedura, in alcune regioni non è ancora concluso”. Poi abbiamo il concorso del 2016, “anche questo aperto solo ai docenti abilitati, bandito nel febbraio del 2016. Prevedeva prova scritta e orale. Poche regioni hanno concluso in tempo per le immissioni in ruolo 2016/17, tantissime hanno rinviato la graduatoria all’anno successivo”. Per quel che riguarda il concorso del 2012, bandito con DDG n. 82 del 24 settembre 2012, questo “prevedeva la prova preselettiva (svolta a dicembre), prova scritta e prova orale. Solo in questo caso la maggior parte delle regioni concluse in tempo le operazioni in vista delle immissioni in ruolo”. Veniamo dunque ai nostri giorni, al concorso della scuola secondaria 2019: “al permanere delle medesime condizioni (i commissari non usufruiscono di alcun esonero) i tempi del prossimo concorso devono essere ampiamente calcolati se l’obiettivo è quello delle assunzioni del 2020/21”, rimarca la rivista specializzata. “E tuttavia a nostro parere solo dopo le immissioni in ruolo dell’estate 2019 si potrà avere una visione dettagliata dei posti vuoti per regione e classe di concorso. Nello stesso tempo bisognerà considerare che i corsi per acquisire la specializzazione sostegno in partenza nei prossimi mesi si concluderanno non prima di marzo 2020”. “Si dovrà dunque tenere conto – conclude Orizzonte Scuola – di bandire il concorso su posti effettivamente vacanti; organizzare la procedura in modo tale da completarla in tempo per le assunzioni 2020; prevedere la riserva per la partecipazione al concorso su posti di sostegno dei docenti impegnati nel corso di specializzazione TFA sostegno IV ciclo; prevedere eventuali intoppi nella procedura dovuti alla difficoltà di reperimento delle commissioni che non possono usufruire degli esoneri”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Docenti, Bussetti elogia il merito ma deve spiegare dove sono finiti gli 11 miliardi che lo devono finanziare

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Di principio, la legge è chiara, perché lo dice l’art. 64 della legge 133/2008: il 30% dei risparmi dovuti ai tagli del tempo scuola, delle scuole autonome, del personale Ata e docente devono essere utilizzati per costituire un fondo per premiare la carriera dei docenti. Marcello Pacifico, presidente Anief: Sono trascorsi dieci anni, nel frattempo il personale e le famiglie hanno pagato il conto in termini di diritti e servizi ridotti, ma i soldi sono scomparsi. Invitiamo il Ministro dell’Istruzione a trovare le risorse sottratte dal MEF e a disporle al tavolo della contrattazione per adeguare gli stipendi ai livelli europei. Dopo l’ultima riforma della scuola Pd, anche il governo M5S–Lega apre al merito dei docenti: rispondendo ad una domanda sull’argomento, lo fa intendere il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, sottolineando che al Miur si sta cercando di lavorare in funzione dei bisogni degli studenti e quindi “chi lavorerà e si impegnerà dovrà per forza essere considerato di più”. Nessun particolare, commenta oggi la rivista Orizzonte Scuola, è stato però riservato dal Ministro “sulle modalità di realizzazione e sui fondi che saranno utilizzati. Il pensiero non può che correre al bonus merito della Buona Scuola, al momento gestito autonomamente dalle scuole, ma che, ad oggi, ha lasciato scontenti molti docenti”. Poi è arrivato un elogio, sempre da parte del Ministro, all’autonomia scolastica che ha compiuto da poco 20 anni. “L’autonomia – ha detto – dà la possibilità di responsabilizzare e deve finalizzare al miglioramento delle competenze dei nostri studenti”. Per potenziarla, tuttavia, bisogna fare sinergia, fare squadra con le istituzioni locali: “noi ci siamo e siamo disposti a sostenere la volontà di mettere in campo progettazioni mirate”, ha concluso Bussetti. Il sindacato Anief non vuole entrare nel merito delle posizioni del governo sulla meritocrazia professionale. Tuttavia, prima di avviare qualsiasi forma di incentivo per il personale scolastico, il Ministro dell’Istruzione ha il dovere di spiegare dove sono finiti gli 11 miliardi che lo devono finanziare. A stabilirne l’entità finanziaria da assegnare a questo “capitolo di spesa” è stato il famigerato articolo 64 della Legge 133/2008, che dette il via al dimensionamento scolastico, con conseguente sensibile riduzione del numero di istituti, di classi e di personale: quella norma, ancora in vigore, diceva, in sostanza, che il 30% dei risparmi ricavati dai tagli del tempo scuola, delle scuole autonome, del personale Ata e docente, avrebbe dovuto essere utilizzato per costituire un fondo finalizzato a premiare la carriera dei docenti.
Nello specifico, al comma 6 dell’art. 64 della L. 133 del 2008, erano previste “economie lorde di spesa, non inferiori a 456 milioni di euro per l’anno 2009, a 1.650 milioni di euro per l’anno 2010, a 2.538 milioni di euro per l’anno 2011 e a 3.188 milioni di euro a decorrere dall’anno 2012”; mentre al comma 9 dello stesso articolo di legge si indicava che “una quota parte delle economie di spesa di cui al comma 6” sarebbe stata “destinata, nella misura del 30 per cento, ad incrementare le risorse contrattuali stanziate per le iniziative dirette alla valorizzazione ed allo sviluppo professionale della carriera del personale della Scuola a decorrere dall’anno 2010, con riferimento ai risparmi conseguiti per ciascun anno scolastico”. “Gli importi corrispondenti alle indicate economie di spesa”, inoltre, si sarebbero dovuti iscrivere “in bilancio in un apposito Fondo istituito nello stato di previsione del Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca, a decorrere dall’anno successivo a quello dell’effettiva realizzazione dell’economia di spesa”, per essere poi “resi disponibili in gestione con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca subordinatamente alla verifica dell’effettivo ed integrale conseguimento delle stesse rispetto ai risparmi previsti”. Le assegnazioni e ripartizioni economiche si sarebbero dovute realizzare con modalità continuativa, tanto che al comma 10 dello stesso art. 64 si è prevista la realizzazione di “un comitato di verifica tecnico-finanziaria composto da rappresentanti del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e del Ministero dell’economia e delle finanze, con lo scopo di monitorare il processo attuativo delle disposizioni di cui al presente articolo, al fine di assicurare la compiuta realizzazione degli obiettivi finanziari ivi previsti, segnalando eventuali scostamenti per le occorrenti misure correttive”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Precariato, numeri inauditi: la prossima estate oltre 120 mila supplenze annuali

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

I vincitori del prossimo concorso a cattedra potrebbero non essere assunti nemmeno nel 2020. E siccome non c’è alcuna volontà da parte del Miur di stabilizzare i precari storici con oltre 36 mesi di servizio svolto, a dispetto di quello che ci chiede l’Europa da 20 anni, tra qualche mese ne vedremo delle belle: solo considerando i 40 mila pensionamenti, le 33 mila mancate immissioni in ruolo della scorsa estate e i 50 mila posti in deroga, si arriva ad un numero inaudito di supplenze annuali, con scadenza 30 giugno 2020 o 31 agosto 2020. Marcello Pacifico (Anief): L’Italia stavolta più che mai rischia di incassare una sanzione non indifferente da Bruxelles. Se a questo si aggiungono i tanti ricorsi risarcitori presentati in tribunale dai singoli docenti, che anche Anief patrocina, diventa ancora più incoerente la scelta del Miur di opporsi alla riapertura delle GaE e del doppio canale di reclutamento. Ancora di più perché i concorsi non andranno a sanare che una piccolissima parte degli oltre 100 mila precari già selezionati e abilitati all’insegnamento. Il Miur ha ufficializzato quello che l’Anief sostiene da mesi: la prossima estate sarà contrassegnata dal record di supplenze annuali. Anche nella scuola secondaria, per la quale a fronte dell’innalzato numero di pensionamenti, che con quota 100 arriverà a quota 40 mila, non ci saranno nuovi docenti vincitori di concorso pronti a subentrare. La conferma, scrive Orizzonte Scuola, adesso arriva anche dal Ministro Bussetti che a Genova ha detto: un nuovo concorso “è all’interno della nostra finanziaria, lo abbiamo già previsto, avvieremo nuove procedure concorsuali”. Alla domanda se si farà in tempo per le assunzioni 2018/19, Bussetti ha risposto: “No sicuramente no. I tempi per i concorsi sono molto più lunghi, ma inizieremo a farlo”. Ma c’è dell’altro: non è affatto sicuro che i vincitori del prossimo concorso possano prendere posto il 1° settembre del 2020. Il bando, infatti, non sarà pubblicato a breve: d’altronde, spiega ancora la rivista specializzata, se l’obiettivo è quello di bandire concorsi solo nelle regioni con posti disponibili nel periodo di vigenza delle graduatorie, bisognerà attendere le assunzioni dell’estate 2019 per avere un quadro completo della situazione. Allo stesso tempo, andare oltre settembre (a condizioni invariate) potrebbe significare non fare in tempo per le assunzioni del 2020. Si sta vivendo una “situazione delicata, che coinvolge migliaia di docenti con servizio e neolaureati con i 24 CFU, in attesa di una nuova procedura di reclutamento”. La certezza, al momento, è che il concorso per i docenti della scuola secondaria dovrebbe essere bandito entro il 2019, tuttavia non si potrà fare in tempo per le assunzioni a.s. 2019/20. E siccome non c’è alcuna volontà da parte del Miur di stabilizzare i precari storici con oltre 36 mesi di servizio svolto, a dispetto di quello che ci chiede l’Europa da 20 anni, tra qualche mese ne vedremo delle belle. Il risultato di tutto questo è presto detto: solo considerando i 40 mila pensionamenti, le 33 mila mancate immissioni in ruolo della scorsa estate e i 50 mila posti in deroga, si arriva ad oltre 120 mila supplenze annuali, in parte con scadenza 30 giugno 2020 ed in parte 31 agosto sempre 2020.
“Per il Ministero dell’Istruzione la soluzione a questo problema sarebbe stata a portata di mano – sottolinea Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – se avesse dato ascolto a quanto espresso pochi mesi dalla Corte di Giustizia Europea, la quale attraverso la decima Sezione Corte, con la sentenza C-331/17 Sciotto e richiamando la clausola 5 dell’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato del 18 marzo 1999 collegato alla direttiva 1999/70/CE del Consiglio, del 28 giugno dello stesso anno sull’accordo quadro CES, UNICE e CEEP sul lavoro non di ruolo, ha ribadito che i Paesi membri non possano opporsi a tale indicazione. E che nemmeno possono discriminare determinate categoria di lavoratori”. “Ecco perché l’Italia stavolta più che mai rischia di incassare una sanzione non indifferente da Bruxelles. Se a questo si aggiungono i tanti ricorsi risarcitori presentati in tribunale dai singoli docenti, che anche Anief patrocina, diventa ancora più incoerente la scelta del Miur di opporsi alla riapertura delle GaE e del doppio canale di reclutamento. Ancora di più perché i concorsi non andranno a sanare che una piccolissima parte degli oltre 100 mila precari già selezionati e abilitati all’insegnamento”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emilio Tadini: Davanti agli occhi, dietro lo sguardo

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Milano Mercoledì, 27 marzo 2019 dalle 18.00 alle 21.00 Fondazione Marconi Via Tadino 15.
La Fondazione Marconi presenta Emilio Tadini 1967-1972, Davanti agli occhi, dietro lo sguardo la terza mostra dedicata all’artista e intellettuale milanese Emilio Tadini. Dopo Emilio Tadini 1960-1985. L’occhio della pittura del 2007 e Emilio Tadini 1985-1997. I profughi, i filosofi, la città, la notte del 2012, questo nuovo progetto espositivo pone l’attenzione sugli esordi della produzione artistica di Tadini, dal 1967 al 1972, ovvero dal primo ciclo Vita di Voltaire, che segna la nascita del suo linguaggio pittorico, fino ad Archeologia.Considerato uno tra i personaggi più originali del dibattito culturale del secondo dopoguerra italiano, fin dagli anni Sessanta Emilio Tadini sviluppa la propria pittura per grandi cicli, popolati da un clima surreale in cui confluiscono elementi letterari, onirici, personaggi e oggetti quotidiani, spesso frammentari, dove le leggi di spazio e tempo e quelle della gravità sono totalmente annullate.Le opere di Tadini nascono da un clima emotivo, da un flusso mentale “in qualche zona semibuia della coscienza” dove le immagini emergono in un procedimento freudiano di relazioni e associazioni e dove le situazioni “reali” che il pittore raffigura sono immerse nell’atmosfera allucinata del sogno, in un clima surrealista-metafisico. Questo processo automatico si sviluppa, più che sulla prima immagine del quadro, sulla serie: da un’immagine ne scaturiscono altre, modificandola e alterandola.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UNICEF: torna l’Orchidea (30-31/3) in 2.400 piazze con 11 mila volontari

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

I prossimi 30 e 31 marzo, l’UNICEF torna – con la partecipazione di 11.000 volontari – in oltre 2.400 piazze di tutta Italia con l’iniziativa dell’Orchidea, a sostegno della campagna “Ogni bambino è vita” per salvare i bambini colpiti da malnutrizione, che è co-responsabile ogni anno della morte di circa 3 milioni di bambini. Per il suo decimo compleanno l’orchidea si moltiplica: a fronte di un contributo minimo sarà possibile scegliere tra quattro tonalità di colore disponibili.Testimonial dell’iniziativa sarà lo storico Ambasciatore dell’UNICEF Italia Lino Banfi.
“Ritornare a casa con un’orchidea UNICEF vuol dire aiutare un bambino a sopravvivere. Nell’arco di questi 10 anni, grazie al sostegno di tante persone abbiamo raccolto 13 milioni di euro che hanno salvato le vite di tanti di bambini in tutto il mondo” – ha dichiarato Francesco Samengo, Presidente dell’UNICEF Italia. “Ringrazio i volontari UNICEF per il loro profondo e costante impegno e invito tutti a venirci a trovare in piazza, insieme continueremo ad aiutare tanti bambini che nel mondo rischiano la vita.”Scegliendo l’orchidea UNICEF, per esempio, con un contributo di 15 euro, i bambini potranno ricevere:
30 bustine di latte terapeutico utili per salvare le vite di 6 neonati colpiti da malnutrizione acuta;
750 compresse a base di cloro per potabilizzare 1.500 litri d’acqua;
180 dosi di vaccino antipolio per garantire copertura vaccinale completa a 40 bambini;
900 bustine di integratore alimentare;
15 stetoscopi fetali per la cura e diagnosi prenatale.
Tra le 2.400 piazze di tutta Italia, sarà possibile scegliere un’Orchidea anche a Piazza del Popolo a Roma nel corso di “UNICEF Generation”, una tre giorni (29-31/3) di incontri, dibattiti, iniziative aperta a tutti per confrontarsi sui diritti dei bambini e il loro futuro a 30 anni dall’approvazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegni: addio cuffie, arriva il Respeaking

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

È rivoluzione nel mondo dei convegni internazionali e dell’interpretariato grazie ad una nuova nuova tecnologia che permette di riportare in formato testo in tempo reale su un grande schermo l’intervento di un relatore direttamente nella lingua di destinazione.
La rivoluzione è rappresentata da software di riconoscimento del parlato, via via perfezionato a partire dalla fine degli anni novanta ad oggi, che permette la trascrizione in simultanea del parlato in un testo che compare come sottotitolo su un monitor. Una tecnologia che agli albori è stata applicata sulle tv di casa, a beneficio delle persone con disabilità uditive.Il software ha poi conosciuto più ampie applicazioni, passando dal sottotitolaggio, o respeakeraggio, delle trasmissioni in diretta tv a fini di utilità sociale alla sottotitolazione inter-linguistica e intra-linguistica. Come avviene, ad esempio, in occasione di convegni, conferenze o lezioni universitarie davanti a un’audience internazionale per la quale sia richiesta la traduzione simultanea da parte di un interprete.Il pubblico può così leggere la trascrizione simultanea del testo orale su monitor dedicati installati in sala o, addirittura, sul proprio smartphone o iPad.
L’ultima frontiera dell’interpretariato di simultanea, diventato uno dei servizi di punta di Landoor, tra le prime ad aver portato in Italia il respeaking.
Con vantaggi davvero sorprendenti: il pubblico può assaporare il piacere di ascoltare la voce suadente dell’oratore seguendone perfettamente il discorso grazie ai sottotitoli che compaiono in simultanea e, al contempo, può essere esonerato, magari durante una cena di gala, dall’impaccio di dover indossare le cuffie, fino ad oggi l’unica possibilità per seguire la traduzione simultanea di un oratore di cui non si conosca la lingua.
Oltre questa apparente semplicità si cela una procedura molto complessa, che vede all’opera professionisti altamente specializzati e di elevatissime competenze linguistiche, culturali e tecniche, tradizionale appannaggio di Landoor. Il respeaking, infatti, rispetto alle altre tipologie di sottotitolazione, prevede la presenza di un professionista, il respeaker, che riformula a voce, traducendolo, il testo orale che sente in diretta. La riformulazione del respeaker viene a sua volta riconosciuta, elaborata e trascritta dal software, che trasforma l’input vocale del respeaker in un testo scritto che va verificato e, se necessario, corretto prima della trasmissione al pubblico. Verifica e correzione possono essere curate dallo stesso respeaker o da un editor.Il respeaking viene effettuato all’interno di una cabina insonorizzata installata nella location in cui si svolge l’evento, ma la tecnologia permette oggi al respeaker di lavorare anche a distanza. Il tutto in una manciata di secondi, affinché i sottotitoli siano sempre sincronizzati al meglio con l’eloquio dell’oratore. E in caso di eventi di una certa durata e complessità per numero di oratori, i respeaker diventano due, in modo da fornire un servizio di traduzione in simultanea del parlato originale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

4° Palm Beach International Boat Show

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Palm Beach, FL Baglietto inaugura la stagione primaverile al 34° Palm Beach International Boat Show dove parteciperà con la sua ultima costruzione, il MY Silver Fox, 48m T-Line presentato in anteprima per le Americhe lo scorso Febbraio al Salone di Miami.“Crediamo molto nel potenziale del mercato americano dove abbiamo anche aperto una sede, a Fort Lauderdale, e l’ottima accoglienza che la nostra imbarcazione ha ricevuto in occasione del suo gran debutto allo scorso Miami Yacht Show ci conferma che la strada intrapresa, che passa attraverso innovazione e qualità, è quella giusta” commenta Michele Gavino, CEO di Baglietto.Prua tradizionale a bulbo e linee morbide e sinuose che ripercorrono gli stilemi della tradizione Baglietto firmata Francesco Paszkowski Design sono le principali caratteristiche di Silver Fox, che racchiude nei volumi interni e nella vivibilità delle aree esterne i suoi punti di forza. Il progetto può infatti contare, al suo interno, su 350 mq di aree abitabili, mentre gli esterni evidenziano spazi unici come il ponte sole di 140mq dedicati alla convivialità: qui trovano spazio anche una grande piscina con prendisole a poppa, un’area pranzo centrale ed un’ampia zona prendisole a prua.Per gli interni, l’Interior Design Baglietto ha disegnato una barca dal gusto moderno e raffinato, caldo ed accogliente. Colori giocati su essenze chiare del noce nazionale e richiami in color oro e ottoni bronzati riscaldano gli ambienti, rischiarati anche dal parquet in noce canaletto che caratterizza le zone giorno. Colori neutri, tessuti soft touch ed essenze naturali contribuiscono a creare una sensazione di sobria eleganza, in linea con la personalità di Baglietto.
Design e artigianalità italiani, riconoscibili in tutto il mondo, massima attenzione al cliente e qualità manifatturiera, si uniscono a tecnologia e prestazioni all’avanguardia per un cantiere dall’assetto totalmente ridefinito e orientato al futuro, capace di garantire una produzione media annua di 3/4 nuove imbarcazioni. Ad oggi gli yacht in costruzione presso il moderno cantiere di La Spezia sono 5: un 43m Fast Line HT, un 55m firmato Francesco Paszkowski Design previsto per il 2019, un 54m ed un 40m, entrambi disegnati da Horacio Bozzo per gli esterni con interni rispettivamente di Hot Lab e Achille Salvagni, entrambi in consegna nel 2020.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gruppo Air France-KLM: incremento dell’offerta del 2% per l’estate 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Per la stagione estiva 2019 (dal 31 marzo al 27 ottobre), Air France-KLM ha in programma di incrementare la propria offerta del 2%, rispetto alla precedente stagione estiva, offrendo 58 nuove rotte: + 1,3% per le tratte a lungo raggio, + 1,2% per le tratte a medio e corto raggio, + 9,3% per le tratte low cost di Transavia.Benjamin Smith, CEO di Air France-KLM, dichiara: “A partire dal 31 marzo, i nostri clienti potranno volare su una delle nostre 58 nuove rotte con Air France, KLM e Transavia. Stiamo sviluppando la nostra offerta di destinazioni con un aumento pari al 2% e ci impegneremo per garantire ai nostri clienti un’esperienza di viaggio senza precedenti che risponda alle loro aspettative. Per Air France ciò significa armonizzare l’offerta per i clienti premium e per KLM fornire il miglior prodotto disponibile su tutti i voli. Siamo il principale gruppo aereo a lungo raggio in partenza dall’Europa, con oltre 100 milioni di passeggeri trasportati nel 2018; il nostro obiettivo, sostenuto da tutti i nostri team, è chiaro: Air France, KLM e Transavia devono essere i brand di riferimento dei nostri clienti per tutti i loro viaggi in Europa e nel mondo”

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Ciao Italia»: la storia degli immigrati italiani in Francia

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Roma dal 25 marzo al 13 aprile 2019 Institut français – Centre Saint-Louis Largo Toniolo 22 mostra itinerante del Musée national de l’histoire de l’immigration di Parigi. L’esposizione è stata allestita presso il Musée national de l’histoire de l’immigration di Parigi nel 2017, che ne propone una versione itinerante fino al 2021. La sua circolazione in Italia è coordinata dall’Institut français Italia. Nel XIX e nel XX secolo, circa 26 milioni di Italiani e Italiane emigrano per motivi sia economici che politici. Una parte di essi si dirige in Francia che all’epoca mancava di manodopera. Gli Italiani diventano così gli stranieri più numerosi in Francia dall’inizio del Novecento fino agli anni ‘60. Oggi commemorata, la loro integrazione non avvenne comunque senza intoppi. Tra diffidenza e desiderio, violenze e passioni, rifiuto e integrazione, la mostra Ciao Italia! narra questa storia evidenziando l’apporto degli Italiani alla società e alla cultura francesi.
25 marzo, 18.00: VERNISSAGE con introduzione di Hélène Orain, direttrice del Musée national de l’histoire de l’immigration di Parigi, Stéphane Mourlane e Isabelle Renard, curatori della mostra.
28 marzo, 18.30: INCONTRO “Quelli che se ne vanno. La nuova emigrazione italiana” (2018, Il Mulino) del Prof. Enrico Pugliese, in dialogo con Lorenzo Flabbi (L’Orma Ed.) e con giovani con esperienze di espatrio.
1° aprile, 20.30: CINEMA proiezione di una pellicola in 35mm di Toni di Jean Renoir (1935). Seguito da un incontro con Stefania Parigi, professoressa di Storia del cinema presso l’Università Roma Tre.
11 aprile, 20.30: SPETTACOLO TEATRALE di Cesare Capitani in lingua francese “Médinitalì”

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostenibilità del Sistema Sanitario

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Bologna. L’industria del farmaco si conferma in buona salute e occupa il gradino più alto del podio dell’innovazione. Rispetto ai 107 miliardi di euro spesi a livello globale in Ricerca & Sviluppo nel farmaceutico, l’Italia sta a quota 1,4 miliardi. Nel 2015, dati ultimissimi di Farmindustria, gli investimenti sono cresciuti ancora con un aumento del 15% dal 2013, distribuiti per il 50% su studi clinici, per il 30% in personale di ricerca e per il 20% in studi pre-clinici. Le aziende del farmaco sono destinate a diventare sempre più un interlocutore importante non solo degli organismi nazionali e regionali cui spetta il controllo e la gestione delle risorse destinate al sistema Salute, ma anche delle Associazioni dei pazienti chiamate a tutelare i diritti di tutti i malati e a rappresentare in modo efficace i loro bisogni clinici e sociali.Da qui la necessità che i futuri ‘manager’ delle Associazioni pazienti acquisiscano conoscenze e competenze anche sul funzionamento delle aziende farmaceutiche e sugli step che portano dalla progettazione alla messa in commercio di un farmaco. Per questo l’Università di Bologna nell’ambito del Corso di Formazione Permanente “Formare le Associazioni impegnate per la salute”, ha messo a punto il terzo modulo sugli aspetti regolatori, brevettuali ed economici del farmaco, che si tiene dal 21 al 23 marzo con il coinvolgimento di referenti delle più importanti aziende farmaceutiche in Italia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La malattia di Crohn

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Roma 26 marzo 2019 h. 11 Sala Cristallo – Hotel Nazionale, Piazza di Monte Citorio, 131. Parte nel Lazio la campagna di comunicazione sociale “Aspettando Crohn. L’agenda impossibile” patrocinata dalla Regione Lazio, dalle associazioni di pazienti A.M.I.C.I. Onlus e A.M.I.C.I. Lazio, e dalla società scientifica IG-IBD (Italian Group for the study of Inflammatory Bowel Diseases), e promossa da Janssen Italia, per favorire l’informazione e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia di Crohn e sulla complessità della condizione delle persone che ne soffrono.La malattia di Crohn è una patologia infiammatoria cronica dell’intestino che colpisce poco meno di 100.000 persone in Italia, soprattutto tra i 20 e i 30 anni. I sintomi, dolori addominali, perdita di peso e diarrea, fatica, perdita di peso o febbre, si manifestano in modo imprevedibile e influenzano la vita quotidiana di chi soffre di questa malattia, con importanti risvolti sulle loro relazioni personali, lavorative e sociali.Il lancio della campagna nel Lazio è l’occasione per discutere non solo dell’impatto di questa malattia, ma anche dell’accesso alle terapie innovative e della tutela dei pazienti con:
Pierpaolo Sileri, Presidente della XII Commissione Igiene e Sanità del Senato
Lorella Lombardozzi, Dirigente Area Politica del Farmaco, Regione Lazio
Alessandro Armuzzi, Segretario Nazionale IG-IBD, Italian Group for the study of Inflammatory Bowel Disease
Stefania Canarecci, Presidente AMICI Lazio
Salvo Leone, Direttore Generale AMICI Onlus
Massimo Scaccabarozzi, Presidente e Amministratore Delegato Janssen Italia
Anna Maria Scategni, Presidente AMICI Onlus sezione Lazio.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Oggi convivere con l’endometriosi si può”

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Lo afferma la dottoressa Daniela Galliano, Direttrice del Centro IVI di Roma – perché è possibile tenere sotto controllo i sintomi e mantenere una buona qualità di vita. Inoltre, nei casi in cui la donna non riesca a rimanere incinta naturalmente è possibile ricorrere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita con buone possibilità di avere un bambino. È importante sottolineare come la gravidanza abbia un impatto positivo sulla malattia, poiché riduce le fluttuazioni ormonali tipiche di questa patologia che sono la causa dei forti dolori”.
I numeri dell’endometriosi sono piuttosto allarmanti: 10-15% la stima delle donne affette da questo problema, principalmente in un’età che va dai 30 ai 40 anni e con un ritardo della diagnosi che mediamente si attesta sui 7 anni. 176 milioni le donne con endometriosi nel mondo, 3 milioni i casi solo in Italia. Inoltre, la malattia impatta fortemente sulla capacità riproduttiva: il 30-40% delle donne colpite da questa patologia sono infertili.
L’endometriosi è una malattia cronica, dolorosa e invalidante che, se non adeguatamente curata, provoca forti ripercussioni sulla vita delle pazienti, costrette a convivere con ansia, discriminazioni, paura, giornate a casa, rischio di perdere il lavoro. Si verifica quando cellule dell’endometrio, il tessuto che riveste normalmente l’utero, si accumulano al di fuori della cavità uterina, come ad esempio nell’addome, nelle ovaie o nelle tube; questo accumulo anomalo reagisce alle variazioni ormonali tipiche di ogni ciclo femminile, provocando gonfiore negli organi in cui si trova.Si tratta di un’infiammazione cronica che si manifesta con forti dolori e sofferenze intestinali, accentuati durante il periodo mestruale, ma anche con aderenze e infertilità.
L’endometriosi è una patologia complessa che richiede specifiche competenze. Per questa ragione IVI ha organizzato, in alcune cliniche, unità dedicate per la cura dell’endometriosi. Grazie alla diagnosi e a un corretto trattamento e relativo follow-up, sia medico che psicologico, le pazienti possono sentirsi supportate e comprese. Negli ultimi dieci anni più di 9.000 donne si sono rivolte a IVI per riuscire ad avere un bambino nonostante l’endometriosi.Diversi i progressi nel nostro Paese dal punto di vista terapeutico-assistenziale, ma anche istituzionale, degli ultimi anni: l’inserimento nel 2016 dell’endometriosi nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti; l’entrata in vigore nel marzo 2017 dei nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) previsti per gli stadi clinici di endometriosi moderato e grave; un disegno di legge recentemente presentato al Senato per cercare di risolvere le criticità provocate da questa patologia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Made in Italy e lotta alla contraffazione

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

I danni causati dal mercato del falso sono diversi e numerosi, soprattutto per un Paese come il nostro che fonda parte del suo blasone sul “made in”. A certificarlo sono i numeri: in Europa entrano ogni anno 121 miliardi di merci false e l’Italia è il terzo Paese più colpito. Queste attività illegali hanno un effetto domino sull’economia nazionale e provocano un mancato gettito fiscale dal commercio al dettaglio e all’ingrosso per 4,3 miliardi di euro (nel 2016), ma anche la perdita di 6 miliardi di euro di mancato pagamento per i diritti di proprietà intellettuale e di 10,3 miliardi per le entrare statali. Questi dati, poi, si traducono in altri ancora più difficili da digerire: la contraffazione costa al Paese circa 88 mila posti di lavoro ogni anno.Per noi di Soggetto Giuridico il rilancio dell’occupazione è un tema prioritario e va fatto partendo da una strategia complessiva che contenga al suo interno numerosi elementi, tra cui lo sblocco degli investimenti (in particolare per il Sud) e la lotta alla contraffazione. Oggi più che mai appare chiara l’urgenza di un piano complessivo che metta al centro la creazione di nuove opportunità di lavoro; d’altronde è solo da qui, è bene ricordarlo, che può partire il riscatto italiano.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bofrost: 238 milioni di fatturato nel 2018-19

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Bofrost Italia S.p.A., la più importante realtà italiana della vendita a domicilio di alimenti surgelati, ha chiuso a fine febbraio il bilancio 2018-19 con 238 milioni di euro di fatturato e una crescita del +0,2% rispetto all’esercizio precedente. L’azienda di San Vito al Tagliamento (PN), che detiene una quota di mercato del 10% (fonte GFK-Eurisko, AT ago ’18, Totale Italia) nel settore surgelati, ha comunicato questi risultati in occasione del meeting annuale che si è tenuto alla fine dell’anno commerciale.«Bofrost è un’azienda in salute che ha visto il proprio fatturato crescere di 77 milioni di euro negli ultimi dieci anni – ha commentato l’amministratore delegato Gianluca Tesolin –. In questo momento ci troviamo a dover rispondere alle sfide della trasformazione digitale, che non hanno portato alla “retail apocalypse” che si temeva qualche tempo fa, ma hanno certamente cambiato volto al settore. Il consumatore oggi richiede una customer experience di assoluta eccellenza, con prodotti e servizi incentrati sulle proprie esigenze. Il nostro obiettivo è offrire una proposta personalizzata per oltre un milione di clienti Bofrost, e la nostra strategia è puntare su tecnologia e innovazione ma sempre basati sul rapporto umano al fine esaltare la relazione che si crea tra i clienti e i nostri venditori, una relazione diretta e fidelizzante che rappresenta uno dei maggiori punti di forza di Bofrost».Negli ultimi mesi Bofrost ha dunque messo in campo un progetto di maggiore comprensione dei clienti allo scopo, spiega Tesolin, «di proporre il prodotto giusto, al cliente giusto, con la giusta modalità di comunicazione». Grande attenzione è stata dedicata a migliorare gli strumenti con cui tutti i venditori Bofrost in tutta Italia interagiscono quotidianamente e in modo diretto con i clienti offrendo la comodità del servizio a domicilio: nel corso dell’anno in tutte le 52 filiali Bofrost saranno operative le novità che renderanno più semplice ed efficace la gestione degli ordini.Altro progetto importante legato al digitale è b*Plus, l’app per i clienti che si è arricchita di nuove funzionalità che permettono di trovare più facilmente le informazioni sui prodotti (ingredienti, allergeni), creare cataloghi personalizzati, sperimentare video ricette e idee di menu e contattare il proprio venditore di fiducia.Nel corso del meeting inoltre è stato presentato il nuovo catalogo primavera-estate, con 520 referenze e 46 nuovi prodotti, studiati dal reparto Ricerca e Sviluppo per intercettare i trend alimentari emergenti: Bofrost infatti presenta un’offerta unica nel settore anche per quanto riguarda prodotti vegetariani e vegani, senza glutine, etnici e con ingredienti selezionati, DOP e IGP.Bofrost Italia rappresenta il 19% del fatturato del gruppo Bofrost International, presente in 12 paesi europei con un fatturato annuo di 1.242 milioni di euro. L’Italia è la seconda realtà più importante del gruppo dopo la Germania, paese di origine di Bofrost.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bitdefender nomina John Stynes come direttore finanziario

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Bucarest, Romania/Santa Clara, California Bitdefender, società leader globale nella sicurezza informatica che protegge più di 500 milioni di sistemi in 150 paesi, ha nominato John Stynes come direttore finanziario.Stynes porta in Bitdefender la sua significativa esperienza maturata alla guida di importanti società pubbliche di varie dimensioni. Dal suo ufficio di Londra, Stynes si unisce alla squadra dirigenziale che guida gli sforzi della società nella trasformazione delle proprie procedure commerciali. Nel suo incarico più recente, in qualità di direttore finanziario di Verifone per Europa e Russia, Stynes è stato l’uomo chiave nel guidare la trasformazione degli aspetti finanziari, le intuizioni strategiche/commerciali e le relazioni con gli investitori europei. Il suo lavoro in Europa ha creato una solida base mentre la società passava dal pubblico al privato nell’agosto del 2018.Prima di Verifone, Stynes è stato vicedirettore finanziario presso TT Electronics, un produttore quotato nel FTSE, dove ha ricoperto un ruolo centrale nel team manageriale che gestiva le aspettative di consiglio, banche e investitori, mentre la società ha intrapreso uno sviluppo significativo. Ha trascorso la maggior parte della sua carriera in Cisco, creando Cisco Capital e Treasury, implementando SOX come EMEA Corporate Controller e fungendo da direttore finanziario per le loro organizzazioni operanti nel Nord Europa e Regno Unito. “Sono davvero lieto di unirmi a Bitdefender in un momento in cui l’azienda è in una notevole fase di crescita e trasformazione. Vedo un enorme potenziale per il settore della sicurezza informatica nei prossimi anni e Bitdefender vanta una posizione ben consolidata al suo interno. Circa il 38% delle soluzioni di sicurezza informatica al mondo e i loro utenti utilizzano già le tecnologie pluripremiate di Bitdefender”, ha dichiarato Stynes.Stynes entra in Bitdefender dopo aver ricoperto diversi ruoli dirigenziali negli ultimi tre anni. La società ha investito molto nei suoi team aziendali e di marketing, espandendo significativamente i propri uffici in Europa e Stati Uniti.L’ex CFO Niculae Dinca rimarrà parte del team di gestione delle finanze e sosterrà Stynes durante la transizione. Ha guidato con successo le operazioni finanziarie di Bitdefender negli ultimi 10 anni di enorme crescita e molteplici round di finanziamento.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Purim: la festa della sconfitta anche militare dell’antisemitismo

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Gli ebrei di tutto il mondo festeggiano Purim, una delle pochissime date ebraiche che non ricordano eventi biblici ma fatti della storia ebraica relativamente recenti, cioè successive all’esilio babilonese. E’ anche una festa che non ha equivalenti nel cristianesimo ed è generalmente poco capita, scambiata a causa della sua allegria per una specie di “carnevale ebraico”. In realtà si tratta di una celebrazione importante, che ha un suo lato religioso centrato sul “nascondimento” della presenza divina (il nome adottato dell’eroina della festa, l’ebrea Hadassah che diventa regina Ester, una parola che probabilmente viene dalla lingua persiana, può essere letto come un’allusione all’ “ester panim”, il nascondimento del volto divino, che viene minacciato nel libro del Deuteronomio come punizione per i peccati collettivi del popolo). E la meghillà, il rotolo su cui obbligatoriamente dev’essere letta la storia, va completamente dispiegato, cioè aperto, reso visibile. Il senso religioso della festa verte dunque sulla presenza divina nella storia, che è segreta, nascosta dietro l’apparenza del caso (il nome Purim significa “tirare a caso”), ed è compito del fedele portarne alla luce l’azione. Numerose tracce rimandano a questa dialettica fra invisibile e rivelato, provvidenza e contingenza.
Ma è anche importante anche una lettura storico-politica della festa. Alla corte di Serse, più o meno ai tempi delle guerre fra Greci e Persiani, gli ebrei sono bene integrati e restano nella diaspora anche se qualcuno sta cercando di ricostruire uno stato ebraico in Terra di Israele, sull’esempio di Esdra e Nehemia. Al potere giunge un visir antisemita, Haman, che suggerisce al re un genocidio, usando un’argomentazione che è un classico dell’antisemitismo e che ancora si sente risuonare in questi giorni in Europa:
“«Vi è un popolo separato ma anche disseminato fra i popoli di tutte le province del tuo regno, le cui leggi sono diverse da quelle di ogni altro popolo e che non osserva le leggi del re; non conviene quindi che il re lo tolleri.” (Ester, 3: 7) Insomma gli ebrei pensano solo a loro stessi, non sono leali al paese cui appartengono, sono pericolosi, vanno eliminati. Non è solo il discorso di Hitler, ma anche quello attuale di molti antisemiti fra i democratici americani, i laburisti inglesi e molti nella sinistra di tutt’Europa. Haman ottiene dal re un decreto che lo autorizza al genocidio.Grazie a una vicenda piuttosto romanzesca, in cui agiscono i meriti dei due protagonisti ebrei, Mordechai che ha sventato un colpo di stato contro il re e Ester che ha conquistato il suo affetto nascondendo la sua identità ebraica fino al momento decisivo, la congiura viene sventata. Il re non annulla il decreto precedente, ma autorizza gli ebrei a difendersi con le armi. Essi lo fanno con successo e sconfiggono militarmente i loro persecutori, provocando gravi perdite.Questa storia è diventata un modello per la resistenza ebraica al genocidio. Ester ottiene dai saggi di Israele che la sua storia entri nelle Scritture e che la vicenda sia celebrata da una grande festa; ella poi diventerà il modello cui si ispireranno gli anusim (che di solito sono chiamati con il nome insultante dato loro dai persecutori: marrani) che resisteranno alle conversioni forzate dell’Inquisizione tenendo segreta la loro identità e fede per generazioni.Anche gli antisemiti sono consapevoli del senso di resistenza di Purim, Lutero, che voleva bruciare tutte le sinagoghe con gli ebrei dentro, disse una volta che il libro biblico che odiava di più era quello di Esther. Alla fine del processo di Norimberga, condotto all’esecuzione capitale, l’antisemita più monomaniaco fra i capi nazisti, Julius Streicher, gridò che la sua condanna era “Purim 1946”.Festeggiare Purim nei modi tradizionali, ascoltare la lettura della Meghillà rumoreggiando quando sono citati i nemici di Israele, bere fino a non riuscire a distinguere fra le parole “benedetto Mordechai” e “Maledetto Haman”, com’è prescritto nel Talmud, indossare le maschere e fare festa non è folklore, come il libro di Ester non è una favola per bambini o una commedia ellenistica, secondo quel che hanno preteso alcuni critici. La festa ha una lezione teologica profonda, ma anche una politica importante: finché dura l’antisemitismo gli ebrei devono sapersi difendere con l’intelligenza e con la forza, e soprattutto mantenendo la loro unità ed essendo solidale con chi combatte per loro. Oggi questo ruolo è dello Stato di Israele, dei suoi servizi di informazione e delle sue armi. A chi esita ad appoggiarli fino in fondo, bisogna ripetere quel che disse Mordechai a Ester quando ella esitava a prendere dei rischi per sventare la congiura di Haman.
Anche gli attuali ebrei di corte (o di partito, o dei media) “odiatori di sé” farebbero bene a capire che se non si impegnano a difendere il loro popolo e magari si mimetizzano con gli antisemiti, la salvezza pert Israele verrà senza di loro, ma non si salveranno certo grazie alla loro acquiescenza. (By Ugo Volli)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The evolution of the Italian corporate venture market

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Milan Tuesday, April 2nd 2019 – Piazza Borromeo 12, Milan 17:30 – 19:00 Seminar. The event intends to provide a general overview of the Italian corporate venture capital market from a legal and business point of views.The experiences of big companies like Enel and Generali and the testimony of startups that have received investments from strategic partners will open the discussion on the main forms of corporate venture investments, their current deficiencies and strengths.The analysis will be completed with a glance at the Israeli venture capital environment, that is considered as one of the most advanced and sophisticated markets, with the purpose of getting inspirations on possible future improvements of the Italian system.The panelists:
Maria Ameli, Head of Corporate, Real Estate and Art Advisory at Banca Generali
Andrea Cotrufo, Chairman Quantum Investments and G20/B20 Italian Delegate
Sharon Gazit, Head of Corporate and Technology Department at Goldfarb Seligman & Co, Law Offices in Tel Aviv
Fabio Tentori, CEO at Enel Innovation Hubs
Antonia Verna, Partner at Portolano Cavallo – Moderator
The seminar will be held in English.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »