Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 29 marzo 2019

Erasmus 2021-2027: aumentare il numero di partecipanti

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Strasburgo. I deputati europei hanno confermato che i fondi per il prossimo programma Erasmus+ dovrebbero essere triplicati per consentire la partecipazione di un maggior numero di persone.Per la prossima generazione del programma Erasmus+, uno dei principali obiettivi del Parlamento è che un maggior numero di giovani prenda parte ai diversi programmi di mobilità per l’apprendimento. I deputati propongono pertanto una serie di misure dettagliate per eliminare tutte le barriere economiche, sociali e culturali.Per meglio adattare il programma alle esigenze delle persone svantaggiate e aumentare la loro partecipazione, i deputati chiedono che la Commissione europea e le agenzie nazionali Erasmus elaborino un quadro europeo di inclusione e sviluppino strategie nazionali di inclusione. Propongono inoltre misure per fornire un maggiore sostegno finanziario alla mobilità, adeguare le borse di studio mensili e rivedere periodicamente il costo della vita e di soggiorno. Un altro sostegno speciale dovrebbe comprendere la formazione linguistica, il sostegno amministrativo e le opportunità di e-learning.
Per riflettere meglio queste priorità, i deputati chiedono di rivedere il bilancio di alcune azioni del programma per offrire anche al personale della scuola materna e dell’infanzia, ai giovani atleti e agli allenatori sportivi la possibilità di partecipare a programmi di mobilità. Anche gli scambi di formazione professionale, soprattutto nelle regioni frontaliere, dovrebbero essere una priorità del nuovo programma e disporre di un bilancio più consistente.
La sinergia con gli altri programmi dell’Unione consentirà a molte iniziative di qualità, che attualmente non possono essere finanziate nell’ambito Erasmus, di beneficiare di finanziamenti combinati per integrare l’adeguamento delle borse di studio, dei trasporti e del costo della vita per gli studenti svantaggiati o per finanziare nuovi progetti.
Il testo finale dovrà essere negoziato e concordato con il Consiglio nella prossima legislatura.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Promuovere l’accesso all’acqua per tutti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Strasburgo. I deputati europei hanno approvato nuove norme per migliorare la fiducia dei consumatori nell’acqua di rubinetto, molto più economica e pulita per l’ambiente rispetto a quella in bottiglia.Il Parlamento propone di rendere più severi i limiti massimi per alcuni inquinanti come il piombo (da dimezzare) e i batteri nocivi, e introdurre nuovi limiti per le sostanze più inquinanti. Sostiene inoltre il principio dell’accesso universale all’acqua potabile.La votazione sulla relazione legislativa, approvata per alzata di mano, chiude la prima lettura del Parlamento, che aveva già concordato la sua posizione negoziale in ottobre. Tuttavia, i ministri dell’UE non hanno raggiunto una posizione comune in tempo per avviare i negoziati prima della fine della legislatura. I negoziati inizieranno quindi nella nuova legislatura, dopo le elezioni europee di maggio.Gli Stati membri dovrebbero adottare misure per garantire l’accesso universale all’acqua pulita nell’UE e migliorare l’accesso all’acqua nelle città e nei luoghi pubblici, istituendo fontane gratuite, ove tecnicamente fattibile e proporzionato. Dovrebbero inoltre incoraggiare la fornitura di acqua di rubinetto gratuitamente o a basso costo nei ristoranti, nelle mense e nei servizi di ristorazione.Secondo la Commissione europea, un minore consumo di acqua in bottiglia potrebbe aiutare le famiglie dell’UE a risparmiare oltre 600 milioni di euro all’anno. Se la fiducia nell’acqua del rubinetto migliora, i cittadini possono anche contribuire a ridurre i rifiuti di plastica dell’acqua in bottiglia, compresi i rifiuti marini. Le bottiglie di plastica sono uno degli articoli di plastica monouso più comuni sulle spiagge europee.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Venezuela: I deputati europei chiedono libere elezioni presidenziali e la fine della repressione

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Strasburgo. Il Parlamento europeo ha sostenuto giovedì una soluzione pacifica per la crisi in Venezuela attraverso elezioni presidenziali libere, trasparenti e credibili.Con 310 voti favorevoli, 120 voti contrari e 152 astensioni, la Plenaria ha approvato la seconda risoluzione di quest’anno sul Venezuela (la decima dall’inizio dell’attuale legislatura). I deputati condannano “i feroci atti di repressione e violenza” e ribadiscono la loro profonda preoccupazione per la crisi umanitaria e politica nel paese.I deputati ribadiscono il riconoscimento di Juan Guaidó come legittimo Presidente ad interim del Venezuela ed esprimono pieno sostegno alla sua tabella di marcia, che consiste nel porre fine all’usurpazione, istituire un governo nazionale di transizione e indire elezioni presidenziali anticipate.I deputati si dicono soddisfatti del riconoscimento della legittimità di Guaidò da parte della stragrande maggioranza degli Stati membri UE, invitando quei Paesi UE, che ancora non l’hanno riconosciuto, a farlo con urgenza.Il Parlamento chiede al “regime illegale di Maduro” di porre fine a tutte le forme di repressione contro giornalisti, leader politici e membri della squadra di Juan Guaidó, compreso il suo capo di gabinetto, Roberto Marrero.I deputati denunciano che il mese scorso, nonostante le già limitate forniture alimentari in Venezuela siano a rischio di deterioramento, gli aiuti umanitari offerti dalla Colombia e dal Brasile sono stati respinti e in alcuni casi distrutti dal regime.Inoltre, nella risoluzione si sottolinea l’aggravarsi della crisi migratoria in tutta la regione, riconoscendo gli sforzi e la solidarietà dei paesi vicini. I deputati chiedono alla Commissione europea di continuare a cooperare con questi paesi, non solo fornendo assistenza umanitaria, ma anche offrendo loro maggiori risorse.
Il Parlamento chiede infine l’introduzione di ulteriori sanzioni UE contro i beni illegittimi detenuti dalle autorità statali all’estero e nei confronti delle persone responsabili di violazioni dei diritti umani e di atti repressivi, oltre a suggerire il divieto di visto per queste persone e per i loro parenti più prossimi.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa creativa: sì a mobilità degli artisti e circolazione delle opere

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Strasburgo Il Parlamento europeo ha votato per raddoppiare il bilancio 2021-2027 del programma Europa creativa, per una migliore circolazione internazionale delle opere e sostenere la mobilità degli artisti.Il testo, approvato con 501 voti a favore, 51 contrari e 42 astensioni, è inoltre incentrato sulla promozione delle tecnologie digitali nel settore creativo.Il Parlamento sostiene una maggiore mobilità degli artisti, incoraggiando fortemente gli scambi transfrontalieri di creativi e artisti, anche attraverso programmi comuni di residenza. I settori dell’editoria, del cinema, della musica, dei festival, del patrimonio culturale e dell’architettura beneficeranno di diverse azioni finanziate nell’ambito di questo programma.I deputati ribadiscono l’importanza di coinvolgere un pubblico giovane, soprattutto per promuovere l’utilizzo di opere audiovisive attraverso canali legali. Anche l’alfabetizzazione mediatica è una delle priorità del programma, con i membri della commissione per la cultura e istruzione che insistono sul suo contributo per lo sviluppo di un pensiero critico.Anche i professionisti dei nuovi media dovrebbero beneficiare del programma.La relatrice Silvia Costa (S&D, IT) ha dichiarato: “Ho voluto rafforzare tre aree: il valore intrinseco della cultura, la mobilità degli artisti e degli operatori culturali e lo sviluppo di una narrazione sulle radici comuni europee e la diversità”.Ha poi aggiunto: “I talenti europei – specialmente le giovani generazioni – dovrebbero poter muoversi liberamente e far circolare le loro opere, avere la possibilità di lavorare su coproduzioni ed essere ulteriormente sostenuti, a fronte dell’attuale mancanza di fondi che causa una grande perdita di opportunità”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dati Mef: per la 2° volta imprenditori battono dipendenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Secondo i dati resi noti dal Mef, i redditi da lavoro dipendente e da pensione rappresentano circa l’84% del reddito complessivo dichiarato.”E’ la solita vergogna! Da troppo tempo l’evasione è uscita dall’agenda politica e dalle campagne elettorali. Lo scorso anno la percentuale era pari all’82%, ora peggiora di ben due punti, attestandosi all’84%” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Positivo, invece, che per la seconda volta di seguito il reddito medio degli imprenditori superi quello dei lavoratori dipendenti. Anche se il traguardo è solo simbolico, il differenziale sale dai 400 euro dell’anno precedente a ben 1.550 euro. Gli imprenditori, infatti, dichiarano 22.110 contro i 20.560 euro dei dipendenti” prosegue Dona.”Anche se è vero che gli imprenditori, come ribadito dal Mef, essendo titolari di ditte individuali, non sono i datori di lavoro dei dipendenti, resta il fatto che il dato in passato aveva suscitato indignazione, visto che un reddito troppo basso degli imprenditori rappresenta comunque un evidente problema di evasione. Si è avuto, invece, un rialzo annuo di 1.030 euro, da 21.080 a 22.110″ conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Salutiamo con favore la nuova legge in tema di legittima difesa”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

“E’ stata approvata definitivamente in Senato. Una legge che, nel suo complesso, arriva in Italia a sottolineare un aspetto che riteniamo fondamentale, e cioè che le vittime devono essere tutelate e difese, anche da ogni peggiore conseguenza ingiusta che possa seguire a un’esperienza pesantissima come il dover subire un crimine che ne mette a rischio l’incolumità. Una legge che risponde alla grave recrudescenza criminale che ha visto, negli ultimi anni in particolare, una vera e propria degenerazione della violenza connessa ai reati predatori. Mettere le vittime al primo posto è un dovere, specialmente per sottrarle all’ulteriore calvario che, fino ad oggi, hanno dovuto troppo spesso sopportare quando hanno reagito difendendo i loro sacrosanti diritti. Non si tratta, come alcuni affermano in maniera strumentale, di abdicare alla funzione dello Stato di difendere i cittadini. Gli appartenenti alle Forze dell’ordine fanno tutto quanto possibile, a fronte e al di là di carenze e problematiche che li affliggono, e faranno sempre di più. Non si tratta di assegnare al cittadino il compito di assumersi il ruolo di chi rappresenta la legge, come gli operatori in divisa; bensì di tenerlo al riparo da insostenibili e crudeli ulteriori conseguenze nel caso in cui subisca una violenza che lo faccia temere per la propria incolumità o per quella dei suoi familiari, e metta in atto una difesa che, proprio per l’ingiustizia dell’abuso subito, è legittima. Non temiamo alcun rischio del cosiddetto ‘effetto far west’, perché l’italiano medio non ha alcuna ambizione da pistolero, né sarà consentito, come alcuni falsamente dicono, comportarsi da ‘giustizieri’. Questa nuova legge non consente di agire al di sopra delle norme che tutelano la vita anzi, tutt’altro, è concepita proprio per dare loro maggiore concretezza, garantendo maggiori rispetto per le vittime”. E’ quanto afferma Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato, nel giorno in cui il Senato ha dato il via libera definitivo al Ddl sulla legittima difesa.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge difesa: Riforma è passo in avanti, ma rimangono criticità

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

“Fratelli d’Italia dedica il voto di oggi sulla riforma della legittima difesa alle numerose vittime di questa legge ingiusta. Questa riforma è un passo in avanti nella difesa e nella tutela di chi ha sofferto le ingiustizie di una normativa sbagliata, sulla quale Fratelli d’Italia ha sempre voluto intervenire. E’ nostra, a mia firma, la prima proposta di Legge oggi definitivamente approvata. Avremmo voluto qualcosa di più per non lasciare dubbi interpretativi che finora hanno consentito, a volte, di tutelare più gli aggressori che gli aggrediti. Avremmo voluto, ad esempio, che chi si sta difendendo in casa da un male ingiusto non fosse chiamato a valutare, in quei drammatici momenti, se l’aggressore sta “desistendo” o meno, aprendo così nuovi spazi di discrezionalità. Ciononostante Fratelli d’Italia ha deciso convintamente di votare a favore. Restano invece incomprensibili le posizioni contrarie di una sinistra che continua a dimostrare di essere incapace di ascoltare le esigenze della gente” Lo ha detto il senatore di Fratelli d’Italia, Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festa del Libro di Orbassano

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Orbassano giovedì 11 aprile alle 18 nel palatenda Erminio Macario di via Torino angolo via Gozzano inaugurazione della Festa 2019 “Libri tra misteri e realtà”: è il tema della ventunesima edizione della Festa del Libro di Orbassano, patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino. La nuova biblioteca civica “Carlo Maria Martini” di strada Piossasco 8 è emblematica dell’impegno dell’amministrazione locale per incentivare la lettura tra i giovani e gli adulti offrendo una struttura moderna e accogliente. Questo impegno è stato premiato dal Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che hanno insignito Orbassano del titolo di “Città che legge” per il biennio 2018-2019. Sarà la festa di una comunità che si ritrova nella passione per la lettura, alla presenza delle autorità locali e della Consigliera metropolitana Silvia Cossu, delegata ai diritti sociali e parità, welfare, minoranze linguistiche, rapporti con il territorio. Alla cerimonia parteciperanno le maschere di Orbassano, il Pulentè e la Pulentera, la banda musicale cittadina, le majorettes e il gruppo storico “Dame e cavalieri” dell’associazione Impronte di Orbassano. Seguirà un rinfresco, offerto dalla Confesercenti di Orbassano. Giovedì 11 aprile i padiglioni della festa saranno visitabili sino alle 23.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vacanze gratis anche quest’estate per bambini e famiglie povere

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Per il quarto anno consecutivo il portale no-profit ospitalitareligiosa.it, con il patrocinio dell’Ufficio nazionale CEI per la Pastorale del Tempo libero Turismo e Sport, mette in campo l’iniziativa benefica “Ospitalità Misericordiosa”, che ha già offerto 35.000 notti gratuite a persone indigenti, per far trascorrere loro qualche giorno di serenità lontano dalle problematiche quotidiane.Per il 2019 l’attenzione sarà incentrata sui bambini fino a 12 anni di età, che questa estate potranno soggiornare gratis con genitori e famiglie in una delle case dell’ospitalità religiosa.Le strutture aderenti al portale, che offriranno generosamente accoglienza gratuita in tutta Italia, spaziano dal mare alla montagna, dalle città d’arte ai luoghi immersi nella natura.Dal genitore single con un figlio alla famiglia numerosa fino a 10 componenti: questo è il ventaglio delle opportunità. Unica condizione per usufruire dei soggiorni gratuiti è passare tramite le parrocchie, diocesi o Caritas: saranno loro a farsi garanti con le case nel segnalare le famiglie meritevoli.Si tratta di un’iniziativa benefica nata in occasione del Giubileo della Misericordia e per la quale proprio Papa Francesco ha manifestato “cordiale gratitudine” auspicando “un sempre più generoso impegno a favore di quanti sono bisognosi e indigenti”.I dati delle strutture offerenti vengono aggiornati continuamente: l’elenco provvisorio è già disponibile a questa pagina https://ospitalitareligiosa.it/news/112-ospitalita-misericordiosa-2019-per-i-bambini.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infront: lancia terminale per il mercato italiano con le notizie di Radiocor

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma. L’information provider internazionale Infront lancia Infront Professional Terminal con i dati completi del mercato finanziario italiano e le notizie dell’agenzia di stampa Il Sole 24 Ore Radiocor. I contenuti comprendono dati in tempo reale, anagrafica titoli, corporate actions, informazioni regolamentate e aggiornamenti sui mercati forniti da Infront Italia, precedentemente conosciuta come Market Connect e recentemente acquisita. A questi contenuti si aggiunge il notiziario dell’agenzia Radiocor del Gruppo 24 Ore, da oltre 65 anni punto di riferimento dell’informazione economico finanziaria in Italia. Con oltre 20 anni di sviluppo del prodotto guidati dalle esigenze di business dei clienti, Infront Professional Terminal è il terminale più user-friendly e flessibile presente sul mercato finanziario, aiuta le istituzioni buy-side e sell-side a far crescere le loro attività, a ridurre i costi, ad adattarsi alle mutevoli esigenze del mercato e a lavorare in maniera più efficace con una quantità sempre maggiore di informazioni. Oltre 20.000 abbonati in tutto il mondo si affidano ai servizi di Infront che ha uffici in otto paesi in Europa e in Sud Africa. Infront ASA è una public company norvegese, quotata presso la Borsa di Olso.
L’Agenzia Il Sole 24 ORE Radiocor è l’informazione economico-finanziaria in tempo reale del Gruppo 24 ore, da oltre 65 anni il punto di riferimento con il suo Notiziario nella diffusione di notizie in real time in materia economico-finanziaria e politica. La produzione core dell’Agenzia Il Sole 24 ORE Radiocor comprende: Notiziario Radiocor Plus, con una media di oltre 800 notizie al giorno su economia, finanza, politica e normativa; Notiziario RCO World in lingua inglese, con oltre 200 notizie al giorno sui principali eventi dell’economia e della finanza; Notiziari tematici: Energia, Sanità, Food, Real Estate, Enti Locali & PA, Studi legali; Notiziario Video News, con 6 trasmissioni quotidiane sull’andamento della giornata economico-finanziaria e approfondimenti settimanali di esperti del settore.Completano l’offerta vari prodotti editoriali personalizzati realizzabili su misura, quali notiziari specialistici, prodotti informativi e servizi di comunicazione personalizzati per Banche, Aziende, Media, Pubblica Amministrazione. La sinergia con tutti gli altri media e canali del Gruppo 24 ORE, dal quotidiano alla Radio, all’online, garantiscono all’Agenzia un forte impatto sul mercato dell’informazione e della comunicazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Infarto, test della troponina può essere fuorviante. Ecco perché

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Il limite superiore di normalità per il test della troponina cardiaca ad alta sensibilità indicato dal produttore potrebbe essere troppo basso e quindi diventare fuorviante, secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal. «Su 20.000 pazienti consecutivi sottoposti a esami del sangue presso il nostro ospedale, uno su 20 aveva livelli di troponina maggiori del limite superiore raccomandato dal produttore. Ma la maggior parte di questi pazienti si trovavano in ospedale per altre patologie e non presentavano segni o sintomi clinici di infarto. Inoltre, i livelli di troponina differivano anche in base a fattori come età, sesso e il fatto di essere degenti o pazienti esterni» spiega Nick Curzen, della University Hospital Southampton NHS Foundation Trust, Southampton, Regno Unito, autore senior dello studio. Secondo i ricercatori, anche se questo esame viene usato con successo per escludere la presenza di infarto quando i valori che ne risultano sono bassi, c’è il rischio che qualcuno possa ricevere un trattamento inappropriato. Per valutare meglio la situazione, gli esperti hanno misurato i livelli di troponina in 20.000 pazienti ricoverati e ambulatoriali sottoposti a esami del sangue per qualsiasi motivo presso l’ospedale tra il 29 giugno e il 24 agosto 2017, con età media di 61 anni. Ebbene, i ricercatori hanno scoperto che il 99° centile di concentrazione per la troponina, ovvero il valore sul quale si calcola nella popolazione sana il limite superiore di normalità, per l’intera popolazione dello studio era pari a 296 ng/L, ed era quindi molto diverso dal livello indicato dal produttore di 40 ng/L. Uno su 20 (5,4%) di tutti i 20.000 pazienti aveva un livello di troponina superiore a 40 ng/L, ma nella maggior parte di questi pazienti non vi era alcun sospetto clinico di infarto. Complessivamente, il 39% di tutti i pazienti delle unità di terapia intensiva, il 14% di tutti i pazienti ricoverati e il 6% di tutti i pazienti del pronto soccorso avevano una concentrazione di troponina superiore al limite superiore di normalità raccomandato. «Questi dati evidenziano la necessità per il personale clinico di interpretare attentamente le concentrazioni di troponina, in particolare quando si applica il limite superiore di normalità raccomandato per diagnosticare l’infarto miocardico acuto, al fine di evitare diagnosi errate in assenza di una presentazione clinica appropriata» concludono gli autori. (fonte: doctor33 e BMJ. 2019. doi: 10.1136/bmj.l729 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30867154)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

16a Conferenza Internazionale sul cancro al seno di St. Gallen

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

I Nuovi dati recentemente presentati sul cancro al seno di St. Gallen ribadiscono ulteriormente l’utilità del test Oncotype DX Breast Recurrence Score® al fine di ottimizzare le raccomandazioni alla chemioterapia in pazienti con tumore al seno in stadio precoce con o senza interessamento linfonodale.Un’analisi aggiornata del Registro dei Servizi Sanitari di Clalit, la più grande struttura sanitaria in Israele, ha esaminato le cartelle cliniche di oltre 1.300 pazienti affette da cancro al seno senza interessamento linfonodale, applicando il valore soglia del Recurrence Score® determinato dallo studio TAILORx. La ricerca ha dimostrato che l’utilizzo della chemioterapia era allineato rispetto al valore del Recurrence Score e che le pazienti con un punteggio fino a 25, la maggior parte delle quali trattate solo con l’ormonoterapia, hanno avuto esiti eccellenti a 10 anni, con bassi tassi di recidive a distanza.Inoltre i risultati di uno studio real life su più di 80.000 pazienti, basato sull’analisi del database Surveillance, Epidemiology and End Results (SEER) dell’Istituto Nazionale Tumori (NCI) statunitense, hanno confermato che l’esito del test Oncotype DX Breast Recurrence Score consente di prevedere i benefici da chemioterapia: le pazienti con un risultato fino a 25 non ricevono alcun beneficio dalla chemioterapia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il dato è denaro: come trattare i dati oscuri nel settore finanziario

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

“by Fabio Pascali, Country Manager Italia di Veritas”. I dati sono ampiamente riconosciuti come uno dei beni più preziosi di un’azienda. Tuttavia, anch’essi possono perdere valore. Come la valuta stessa, che cambia e si evolve con la comparsa di nuovi tipi di valuta. Proprio come successo al settore finanziario che ha assistito alla nascita di valute alternative e criptovalute, ora le aziende stanno facendo trading su una recente crescita di nuove forme di dati strutturati e non. Che sia digitale o vocale, ogni volta che viene creato un nuovo canale, accanto ad esso nasce un nuovo tipo di dati.Veritas Technologies conferma che ciò ha conseguenze per i dati “precedenti” e per le aziende che continuano a conservarli. Con l’avanzare della tecnologia, i vecchi dati diventano sempre più difficili da leggere e più lenti da utilizzare. Alla fine, diventano obsoleti e le aziende prestano meno attenzione alla loro corretta gestione. Una volta “fuori dai radar”, li chiamiamo dati oscuri. Quando i dati diventano oscuri, le condizioni possono diventare molto dannose per un’organizzazione. Per superare questa sfida, le società di servizi finanziari avranno bisogno di un approccio più strategico in termini di data management e di un uso sempre più massiccio della tecnologia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Affitti: Milano da record, bene le grandi città, soffrono piccoli centri e periferia

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

(By Federica Tordi – Immobiliare.it) L’andamento del mercato delle locazioni in Italia rivela una ripresa che si muove a velocità molto differenti fra loro. Secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it su questo settore, Milano va catalogata come una caso a parte, con canoni che crescono costantemente (+9% in un anno), una domanda sempre più corposa (+7%) e un’offerta che, di contro, scende (-5%) e non riesce a reggere i ritmi della richiesta. Chi affitta un monolocale in città oggi spende mediamente 750 euro al mese.È in ripresa, ma a una velocità più contenuta, anche il comparto delle locazioni nelle grandi città: qui i canoni, rispetto al 2018, sono saliti del 3%, stessa crescita che ha interessato l’offerta.L’altro lato della medaglia è rappresentato dai piccoli capoluoghi di regione e poi dalla provincia: l’analisi ha rilevato un mercato in sofferenza, con tutti gli indicatori fermi o in perdita. La causa è da individuare nell’assenza di domanda che sempre di più si concentra verso i grandi centri, spopolando il resto del Paese.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bruno Canino suona per i 60 anni dal suo debutto alla iuc

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Roma sabato 30 marzo 2019 alle 17.30 (Aula Magna della Sapienza, Città Universitaria, Piazzale Aldo Moro 5) Bruno Canino è un pezzo delle storia della musica degli ultimi decenni e suona per i 60 anni dal suo debutto alla iuc. Bruno Canino ha debuttato alla IUC il 14 marzo 1959, come solista di un’orchestra di giovanissimi, fondata e diretta da un altro giovane debuttante a Roma, il venticinquenne Claudio Abbado. Da allora è tornato alla IUC moltissime volte e ora festeggia contemporaneamente i sessant’anni dal suo debutto all’Aula Magna e il suo centesimo (!) concerto alla IUC. Napoletano di nascita e milanese di studi, Bruno Canino è un testimone della storia della musica dagli anni Cinquanta del secolo scorso ad oggi. Ha suonato come solista nelle principali sale da concerto e festival d’Europa, America, Australia, Russia, Giappone e Cina, sotto la direzione di Abbado, Muti, Chailly, Sawallisch, Berio e Boulez, con orchestre quali la Filarmonica della Scala, Santa Cecilia, Berliner Philharmoniker, New York Philharmonic, Philadelphia Orchestra e Orchestre National de France. Ha formato uno storico duo pianistico con Antonio Ballista e ha suonato con illustri strumentisti quali il flautista Severino Gazzelloni e i violinisti Accardo, Ughi, Amoyal, Perlman e Blacher. Si è dedicato in modo particolare alla musica contemporanea, collaborando con i maggiori musicisti del nostro tempo, tra cui Pierre Boulez, Luciano Berio, Karlheinz Stockhausen, György Ligeti, Bruno Maderna, Luigi Nono e Sylvano Bussotti, di cui spesso ha eseguito le opere in prima esecuzione. Inoltre ha svolto un’intensa attività didattica, insegnando al Conservatorio di Milano, al Conservatorio di Berna e attualmente alla Scuola di Musica di Fiesole.
Il programma scelto da Bruno Canino per celebrare i suoi sessant’anni con la IUC riflette la vastità dei suoi interessi. La prima parte è dedicata alla musica della fine del Settecento, con la Sonata in mi maggiore Hob XVI:13 di Joseph Haydn, la Sonata n. 9 in re maggiore K 311 di Wolfgang Amadeus Mozart e la Sonata in si bemolle maggiore op. 24 n. 2 del romano Muzio Clementi, di cui Mozart riprese il tema iniziale (possiamo pure dire che lo copiò letteralmente) per inserirlo nell’ouverture del suo Flauto magico.Nella seconda parte del concerto Canino presenta una panoramica della musica americana dall’Ottocento ad oggi. Inizia con Le Bananier e Union, due brani del primo compositore statunitense di un certo rilievo, Louis Moreau Gottschalk, che fu molto popolare alla sua epoca e utilizzò spesso ritmi e melodie del folclore americano. Quasi un secolo dopo anche Aaron Copland nei suoi Four Piano Blues si rifà alla musica americana, ma non a quella portatavi da coloni europei bensì a quella afroamericana. John Cage è tra i compositori più originali e più geniali dell’avanguardia musicale della seconda metà del Novecento: Canino ha scelto il suo ottavo Etude Australe, composto riportando sul pentagramma la mappa delle stelle dell’emisfero australe. Si conclude con nove dei Children’s Songs composti nel 1984 da Chick Corea, un grande del jazz dei nostri giorni.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’emergenza idrica sta interessando il Nord del Paese

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Sino ad ora ha impedito l’avvio dell’irrigazione, di questi giorni, in tutto il territorio in destra del fiume Sesia, in Piemonte.La portata del fiume Sesia, alla sezione di Gattinara, è complessivamente pari a circa 75 “moduli” (1 modulo = 100 litri al secondo) e con questa dotazione si dovrebbe far fronte all’irrigazione tanto della sponda sinistra novarese quanto di quella destra vercellese; per capire la criticità della situazione, basta un dato: per irrigare regolarmente il solo territorio vercellese, i canali dovrebbero avere una portata complessiva pari a 102 moduli di acqua!
Non solo: in base ai criteri di riparto, con l’attuale disponibilità spetterebbero alla sponda vercellese 15 moduli, da cui però dedurre la quota di deflusso minimo vitale che, di fatto, azzerano il prelievo.Pur essendo ancora prematuro parlare di danni alle colture, due elementi paiono oltremodo preoccupanti: non si prevedono precipitazioni consistenti e l’innevamento è minimo, tale da far ritenere che l’usuale aumento delle portate fluviali, dovuto allo scioglimento delle nevi, potrebbe avere quest’anno una durata ed un’entità veramente modeste.Le uniche aree irrigue del territorio della Baraggia Biellese e Vercellese, dove, allo stato attuale, si può avviare il servizio irriguo, sono quelle idricamente dipendenti dagli invasi sui torrenti Ostola, Ravasanella e Ingagna (al 100% delle proprie capacità di accumulo, grazie alle piogge intense dei mesi di Ottobre e Novembre scorsi); tali dotazioni dovrebbero riuscire a garantire sia i consumi potabili che irrigui ed il Deflusso Minimo Vitale.“E’ l’ennesima prova concreta dell’insostituibile funzione degli invasi nel contrasto alle conseguenze dei cambiamenti climatici” chiosa Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI).“E’ necessario proseguire la programmazione degli interventi, avviata dal Piano Nazionale Invasi – conclude il Direttore Generale di ANBI, Massimo Gargano – Al proposito, resta urgente la programmazione della fase realizzativa del nuovo bacino sul torrente Sessera, la cui progettazione esecutiva è prossima alla conclusione e che servirà proprio a sopperire alle croniche carenze idriche del fiume Sesia.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UNHCR chiede con urgenza i fondi necessari per l’assistenza degli sfollati interni e dei rifugiati camerunensi

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

L’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, oggi rivolge un appello a tutti i donatori affinché incrementino il sostegno a favore del mezzo milione di camerunensi costretti alla fuga sopravvissuti ad oltre un anno di violenze ininterrotte in differenti aree del Paese.Gli scontri violenti verificatisi in Camerun fra militari e separatisti armati nell’arco degli ultimi tredici mesi hanno costretto migliaia di persone alla fuga, anche attraversando il confine con la Nigeria.La situazione umanitaria continua ad aggravarsi. Si teme, inoltre, che un numero sempre più elevato di persone sarà costretto a fuggire nei prossimi mesi.Secondo le stime delle Nazioni Unite, attualmente vi sono oltre 437.000 sfollati all’interno del Camerun, di cui 246.000 nella Regione del Sudovest, 105.000 nella Regione del Nordovest e 86.000 nelle Regioni del Litorale e dell’Ovest.La maggior parte di essi sono donne e minori. Tutti le persone in fuga devono far fronte a condizioni estremamente difficili, che si trovino in Camerun o in Nigeria: fuggiti con pochi effetti personali, giungono in comunità di accoglienza povere, con scarsissime scorte alimentari e poche strutture per l’assistenza sanitaria, l’istruzione, l’approvvigionamento idrico e i servizi igienico-sanitari.Oltre a generare un elevato numero di sfollati nelle Regioni del Nordovest e del Sudovest, in Camerun, la brutalità del conflitto ha costretto 35.000 camerunensi alla fuga in Nigeria per cercare asilo. Col proseguire degli scontri, è previsto che tale numero aumenti.
L’UNHCR ora chiede 184 milioni di dollari USA per le operazioni in Camerun e Nigeria, di cui 35,4 milioni sono necessari con urgenza per garantire primo soccorso.
A febbraio, il Coordinatore delle operazioni umanitarie in Camerun ha lanciato il Piano di risposta umanitaria 2019 (Humanitarian Response Plan/HRP) che prevede l’intervento nelle Regioni del Sud e del Nordovest. Le attività dell’UNHCR e i fondi necessari relativi per questo programma in Camerun fanno parte del Piano HRP. L’UNHCR chiede che il Piano sia sostenuto da tutta la comunità internazionale.All’interno del Camerun, la maggior parte delle persone sfollate nelle Regioni del Sudovest e del Nordovest vivono in condizioni di sovraffollamento, senza alloggi o servizi medici e igienico-sanitari adeguati.L’insufficienza di fondi e le condizioni di insicurezza hanno ridotto l’erogazione di attività tese a garantire protezione e assistenza alle popolazioni colpite. Per l’UNHCR, la sicurezza di donne, bambini, minori separati e non accompagnati, persone con disabilità, e donne in gravidanza o allattamento costituisce una questione di primaria importanza alla luce del numero crescente di incidenti legati all’impossibilità di garantire protezione e alla grave carenza di fondi. Gli incidenti legati alla sicurezza denunciati con maggior frequenza riguardano la distruzione delle abitazioni e di altre proprietà a uso domestico, estorsioni, torture e trattamenti disumani fra i quali stupro, aggressioni sessuali e sfruttamento sessuale. In Nigeria, attualmente i rifugiati sono accolti all’interno di insediamenti e di oltre 47 villaggi lungo il confine. La pressione a cui sono sottoposti i servizi sociali esistenti e le strutture per l’assistenza sanitaria e l’istruzione è considerevole. Le esigenze di base dei rifugiati che vivono negli insediamenti dipendono dagli aiuti umanitari.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enti Locali, Comuni in crisi: Lettera aperta del Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Con la recentissima sentenza n. 18/2019, la Corte Costituzionale ha ritenuto fondata la questione di legittimità costituzionale in relazione al disposto normativo contenuto nella Legge di Stabilità 2016, che consentiva il ripiano trentennale del disavanzo nell’ambito dei piani di riequilibrio.
La Corte ha evidenziato, tra l’altro, che “la lunghissima dilazione temporale finisce per confliggere anche con elementari principi di equità intergenerazionale”. Non è possibile, in altre parole, trasferire il debito presente alle generazioni future.
Il limpido ragionamento della Corte deve ora, però, trovare la sua attuazione pratica, in modo tale da poter essere applicata ai Comuni italiani interessati da questa pronuncia, che può avere rilevanti effetti sull’approvazione dei bilanci per l’anno 2019, con potenziali rischi di dichiarazioni di dissesto.
Come Vice Ministro, ho più volte evidenziato come sia urgente ed improcrastinabile la riforma complessiva del Testo Unico dell’Ordinamento degli Enti Locali, ponendo un’attenzione particolare alla parte in cui sono contenute le norme afferenti la crisi dell’Ente locale.
In tal senso, ho molto apprezzato che la Corte dei Conti mi abbia fatto giungere tempestivamente una ampia e puntuale risoluzione sul riordino della disciplina della crisi finanziaria degli enti locali.
Sono lieta che si sia avviata una così positiva collaborazione su un tema delicato e rilevante come questo.
Auspico, allo stesso modo e nel rispetto dell’autonomia della magistratura contabile, che sia adottato un parere di orientamento da parte della Corte dei Conti, affinché si possa giungere ad una applicazione corretta e puntuale della sentenza n. 18/2019.
Gli interventi di orientamento generale, delle Sezioni Autonomie o Riunite, giungono spesso dopo un lasso di tempo che oggi diventa sempre più difficile da rendere compatibile con la velocità delle decisioni da assumere.
Pur comprendendo che spesso alla fonte dei contrasti interpretativi vi è una norma scritta male, si rende necessario, come in questo caso, che sia data vita ad una interpretazione di orientamento unitaria, attesi i rilevanti riflessi di natura finanziaria che una pluralità di pronunce regionali potrebbero determinare.
Si rende necessario, infatti, dare e garantire agli amministratori locali un indirizzo chiaro ed univoco, al fine di rispettare integralmente il sapiente dettato della Corte Costituzionale, senza dover attendere tempi lunghi o peggio incorrere in danni irreparabili.
Anche per questo, il Governo ritiene di proporre in Conferenza Stato-Città lo slittamento di un mese per l’approvazione dei bilanci da parte dei Comuni interessati, al fine di consentire a tutti i livelli Istituzionali di recepire il contenuto della già citata sentenza n. 18/2019 della Corte Costituzionale. (Laura Castelli Vice Ministro dell’’Economia e delle Finanze)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crimini fiscali: i deputati chiedono una forza di polizia finanziaria europea

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Bruxelles. Raccomandazioni finali della commissione speciale TAX3 istituita per intensificare la lotta contro i reati fiscali a livello UE e mondiale
Il voto di oggi chiude l’inchiesta durata un anno
Il Parlamento europeo ha approvato martedì una tabella di marcia dettagliata verso una tassazione più equa e una lotta contro i reati finanziari più efficace. Le raccomandazioni, approvate con 505 voti favorevoli, 63 contrari e 87 astensioni, sono state elaborate nel corso di un anno dalla commissione speciale del Parlamento europeo sui reati finanziari, evasione ed elusione fiscale (TAX3). Tali proposte includono la revisione del sistema per affrontare i reati finanziari, l’evasione e l’elusione fiscale, in particolare migliorando la cooperazione in tutti i settori tra le molteplici autorità coinvolte, e l’istituzione di nuovi organismi a livello UE e mondiale.la Commissione dovrebbe avviare senza indugio i lavori su una proposta volta a istituire una forza di polizia finanziaria europea e una intelligence finanziaria UE;
dovrebbe essere istituito un organismo di controllo antiriciclaggio dell’UE;
dovrebbe essere istituito un organismo fiscale globale all’interno delle Nazioni Unite;
negli Stati membri manca la volontà politica di combattere l’evasione/elusione fiscale e la criminalità finanziaria;
sette paesi dell’UE (Belgio, Cipro, Ungheria, Irlanda, Lussemburgo, Malta e Paesi Bassi) presentano le caratteristiche di un paradiso fiscale e facilitano una pianificazione fiscale aggressiva;
i Paesi Bassi, agevolando una pianificazione fiscale aggressiva, privano gli altri Stati membri dell’UE di 11,2 miliardi di euro di gettito fiscale;
i visti e i passaporti ‘d’oro’ dovrebbero essere progressivamente eliminati, mentre quelli offerti da Malta e Cipro sono stati segnalati per la loro debole due diligence;
il sistema di frode cum-ex mostra chiaramente che la via da seguire sono le convenzioni fiscali multilaterali e non bilaterali;
gli informatori e i giornalisti investigativi devono essere protetti in maniera migliore e dovrebbe essere istituito un fondo UE per aiutare i giornalisti investigativi.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brexit preparedness: EU completes preparations for possible “no-deal” scenario

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 marzo 2019

Brussels.As it is increasingly likely that the United Kingdom will leave the European Union without a deal on 12 April, the European Commission has today completed its “no-deal” preparations.At the same time, it continues supporting administrations in their own preparations and urges all EU citizens and businesses to continue informing themselves about the consequences of a possible “no-deal” scenario and to complete their no-deal preparedness. This follows the European Council (Article 50) conclusions last week calling for work to be continued on preparedness and contingency. While a “no-deal” scenario is not desirable, the EU is prepared for it. Following a request by Prime Minister Theresa May, the European Council (Article 50) agreed on Thursday 21 March to extend the UK’s departure date to 22 May 2019, provided the Withdrawal Agreement is approved by the House of Commons by 29 March 2019 at the latest. If the Withdrawal Agreement is not approved by the House of Commons by then, the European Council has agreed to an extension until 12 April 2019. In that scenario, the United Kingdom would be expected to indicate a way forward before this date.While the European Union continues to hope that it will not be the case, this means that if the Withdrawal Agreement is not ratified by Friday 29 March, a “no-deal” scenario may occur on 12 April. The EU has prepared for this scenario and has remained united throughout its preparations. It is now important that everyone is ready for and aware of the practical consequences a “no-deal” scenario brings.In a “no-deal” scenario, the UK will become a third country without any transitionary arrangements. All EU primary and secondary law will cease to apply to the UK from that moment onwards. There will be no transition period, as provided for in the Withdrawal Agreement. This will obviously cause significant disruption for citizens and businesses.
In such a scenario, the UK’s relations with the EU would be governed by general international public law, including rules of the World Trade Organisation. The EU will be required to immediately apply its rules and tariffs at its borders with the UK. This includes checks and controls for customs, sanitary and phytosanitary standards and verification of compliance with EU norms. Despite the considerable preparations of the Member States’ customs authorities, these controls could cause significant delays at the border. UK entities would also cease to be eligible to receive EU grants and to participate in EU procurement procedures under current terms. Similarly, UK citizens will no longer be citizens of the European Union. They will be subject to additional checks when crossing borders into the European Union. Again, Member States have made considerable preparations at ports and airports to ensure that these checks are done as efficiently as possible, but they may nevertheless cause delays.
Since December 2017, the European Commission has been preparing for a “no-deal” scenario. It has published 90 preparedness notices, 3 Commission Communications, and has made 19 legislative proposals (see below). The Commission has held extensive technical discussions with the EU27 Member States both on general issues of preparedness and contingency work and on specific sectorial, legal and administrative preparedness issues. The Commission has now also completed its tour of the capitals of the 27 EU Member States. The aim of these visits was to provide any necessary clarifications on the Commission’s preparedness and contingency action and to discuss national preparations and contingency plans. The visits showed a high degree of preparation by Member States for all scenarios.
Member States have also been engaged in intensive national preparations. An overview of residency rights in the EU27 Member States is available here, as well as direct links to national preparedness websites.
To date, the Commission has tabled 19 legislative proposals. 17 proposals have been adopted or agreed by the European Parliament and the Council. Formal adoption of all those files by the European Parliament and Council is currently taking place. Two proposals are to be finalised by the two co-legislators in due course.As outlined in the Commission’s Brexit Preparedness Communications, the EU’s contingency measures will not – and cannot – mitigate the overall impact of a “no-deal” scenario, nor do they in any way compensate for the lack of preparedness or replicate the full benefits of EU membership or the favourable terms of any transition period, as provided for in the Withdrawal Agreement. These proposals are temporary in nature, limited in scope and will be adopted unilaterally by the EU. They are not “mini-deals” and have not been negotiated with the UK. The EU has maintained – and will continue to maintain – a fully united position throughout its preparations, and during any possible “no-deal” period.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »