Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 3 aprile 2019

Intelligenza artificiale, materia attiva e precursori sismici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Roma Lo European Research Council (ERC), l’organismo dell’Unione Europea che finanzia progetti di eccellenza legati ad attività di ricerca di frontiera, premia la Sapienza con 3 Advanced Grant per un totale di 6.756.447 euro.
I vincitori sono Giuseppe De Giacomo del Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale “Antonio Ruberti”, Roberto Di Leonardo del Dipartimento di Fisica e Chris Marone del Dipartimento di Scienze della Terra. I progetti:
Giuseppe De Giacomo. Il progetto WhiteMech (White-Box Self-Programming Mechanisms) riguarderà lo studio di base e la realizzazione di sistemi dotati di intelligenza artificiale che sono in grado di ri-programmarsi autonomamente per raggiungere nuovi obiettivi, per reagire a cambiamenti inaspettati, e per adeguarsi all’evolvere di regole e convenzioni umane nel contesto in cui operano. In particolare, l’obiettivo è realizzare sistemi che siano “white-box by design”, cioè che permettano in ogni momento di essere interrogati, analizzati e gestiti in termini comprensibili a noi umani, per arginare il rischio implicito in un sistema che si auto-programma. Le linee parallele di ricerca sono volte all’applicazione di questi sistemi in smart manufacturing (Industria 4.0), smart spaces (Internet of Things) e robotic process automation (Business Process Management).
Per il progetto WhiteMech, Sapienza disporrà di un finanziamento di circa 2.5 milioni di euro.
Roberto Di Leonardo. Il progetto SYGMA esplorerà la frontiera tra la fisica della materia e la biologia sintetica con l’obiettivo di creare un catalogo di parti genetiche in grado di trasformare cellule batteriche in micro-componenti meccanici configurabili e controllabili. Questi batteri potranno essere impiegati come propulsori all’interno di micro-robot telecomandati mediante segnali luminosi oppure come “atomi” attivi per la progettazione di materiali plasmabili con la luce. La comprensione e il controllo di questi sistemi pone delle sfide fondamentali in un campo di ricerca in forte espansione: la fisica della materia attiva, ovvero lo studio di aggregati di particelle in grado di muoversi autonomamente. Un team di ricerca fortemente interdisciplinare vedrà fisici e biologi collaborare combinando metodi di biologia molecolare, tecniche di elaborazione digitale della luce e fisica statistica. Per il progetto Sygma, Sapienza disporrà di un finanziamento di circa 1.6 milioni di euro (il finanziamento complessivo è di 2.4 milioni, in partnership con IIT).
Chris Marone Il progetto Tectonic si occupa di migliorare le conoscenze sui precursori dei terremoti, unendo ricerche di laboratorio con attività sul campo.Gli studi attuali sulla previsione dei terremoti sono molto limitati, ma recenti esperimenti di laboratorio hanno mostrato che i terremoti sperimentali sono preceduti da una serie di piccoli eventi che irradiano energia elastica, e che possono essere utilizzati per prevedere un evento molto energetico. Questi terremoti di laboratorio, assieme ai loro segnali precursori, possono essere previsti mediante tecniche di apprendimento automatico, machine learning TECTONIC, attraverso il machine learning, collegherà i risultati ottenuti in laboratorio con osservazioni sul campo per cercare i precursori dei terremoti naturali. In questo ambito è prevista l’acquisizione e l’analisi di dati sismologici e geodetici ad alta risoluzione e la costruzione di apparecchiature di laboratorio di nuova generazione, capaci di svelare la fisica dei terremoti ed i loro segnali precursori. Il progetto contribuirà a formare la prossima generazione di ricercatori delle scienze dei terremoti e promuoverà un nuovo livello di collaborazione scientifica comunitaria. Per il progetto Tectonic, Sapienza disporrà di un finanziamento di circa 2.6 milioni di euro (il finanziamento complessivo è di 3.4 milioni, in partnership con INGV).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manutenzione stradale in ripresa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Nel 2018 i lavori stradali hanno fatto registrare una decisa inversione di tendenza rispetto agli ultimi 12 anni di continuo calo: la produzione di asfalto (conglomerato bituminoso), principale indicatore dello stato di manutenzione delle nostre strade, ha superato la soglia dei 26 milioni di tonnellate compiendo un balzo in avanti del 10,2% rispetto al 2017. Siamo ancora ben lontani dai valori del pre-crisi, quando, nel 2006, sulle nostre strade venivano impiegate 44 milioni di tonnellate che garantivano reti efficienti e in sicurezza, ma è un significativo passo in avanti verso quota 30 milioni, ritenuta oggi soglia minima per garantire strade in buono stato in tutta la Penisola. Resta il bollino rosso per le arterie comunali e provinciali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Intelligenza artificiale nella gestione delle risorse umane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Il 52,1 per cento delle aziende ha introdotto sistemi di intelligenza artificiale nella gestione per il supporto alla gestione delle risorse umane negli ultimi due anni. Gli ambiti di applicazione principali sono: selezione e reclutamento e valutazione della performance per oltre il 60% del campione, seguono formazione (47.8%), sistemi retributivi (39%), sicurezza sul lavoro (24%) e mobilità sul lavoro (14,9%). Le ragioni principali di utilizzo di sistema di intelligenza artificiale e di digitalizzazione sono legati soprattutto a necessità di risparmiare e ottimizzare i tempi (59,7%), alla velocità di aumentare l’efficienza nella gestione delle risorse umane (56,7%), e più in generale per la semplificazione dei processi (44.8%). La digitalizzazione permette inoltre di aumentare la produttività della funzione risorse umane (29,8%) e di garantire livelli di servizi di alta qualità (29,8%).Questi i primi risultati della ricerca a cura di AIDP(l’associazione dei direttori del personale) dal titolo Robot e Direzione del personaleelaborati a fine 2018 e presentati nell’ambito del rapporto AIDP-LabLaw a cura di Doxa su . L’indagine è stata condotta su 169 direttori del personale.“E’ innegabile che l’intelligenza artificiale stia avendo un impatto anche nella gestione delle risorse umane e in particolar modo nei processi di selezione dei candidati, come la nostra ricerca conferma ampiamente- spiega Isabella Covili Faggioli, Presidente AIDP-. La domanda di fondo, tuttavia, che ci poniamo come direttori del personale è fin dove può arrivare tale processo. Ebbene, siamo tuti concordi su un punto: l’intelligenza artificiale e la stessa robotizzazione dei processi (vedi le chatbot) può migliorare l’efficienza di diversi ambiti della selezione, soprattutto quelli più ripetitivi – e far guadagnare tempo – ma non potrà mai sostituire il processo di selezione e valutazione umana dei candidati. La decisione finale sui candidati rimane un imprescindibile fattore umano, come i risultati della nostra ricerca confermano”. L’intelligenza artificiale nei processi di selezione e reclutamento delle persone. Tali sistemi sono utilizzati soprattutto per velocizzare il processo di selezione (66%), per automatizzare l’analisi dei Cv (37%). Infine, la digitalizzazione porta a un miglioramento nella rapidità di risposta ad ogni candidato (15,1%) e nell’accuratezza delle interviste effettuate (26,4%).Valutazione della performance e formazione.Il 60% degli HR Manager intervistati ha introdotto sistemi digitali e di intelligenza artificiale per la gestione delle fasi di valutazione della performance. La digitalizzazione in questo ambito permette di gestire il monitoraggio della performance utilizzando sistemi di macchine learning (69,3%) e inoltre consente agli Hr Manager di fare previsioni più accurate tramite algoritmi predittivi (10,26%), ossia quei sistemi integrati in soluzioni di intelligenza artificiale che consentono di fare predizioni sul futuro, in questo caso sulla performance dei candidati. L’utilizzo di sistemi IT e di intelligenza artificiale in ambito formativo si concretizza principalmente nell’utilizzo di piattaforme e-learning o programmi di formazione online (95,3%). Inoltre, si sta progressivamente aprendo la strada anche all’utilizzo di Virtual Trainer o Assistenti Virtuali che permettono la formazione continua dei propri dipendenti.
Il futuro. Rispetto ai trend di sviluppodell’intelligenza artificiale in ambito gestione delle risorse umane prevede sviluppi soprattutto nell’ambito della selezione (65%), formazione (37%) e valutazione della performance (31%). Si confermano questi tre gli ambiti di maggiore applicazione e di maggiore prospettiva, allo stato, di applicazione dell’IA nelle risorse umane.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con Milo De Angelis

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Torino Giovedì 4 aprile, ore 18 Circolo dei lettori via via Bogino, 9 Incontro con Milo De Angelis a partire da Tutte le poesie 1969-2015 (Mondadori) e La parola data (mimesis) con Davide Dalmas, Sabrina Stroppa, Massimiliano Tortora e i ragazzi di Sul Ponte di Versi.
Il lungo percorso poetico di Milo De Angelis, iniziato alla metà degli anni Settanta, in un incontro al Circolo dei lettori a partire da due raccolte, Tutte le poesie 1969-2015 (Mondadori) e La parola data (mimesis). Diversi sono i temi trattati: da Leśmian e la poesia polacca alle traduzioni latine, dall’obbedienza al gesto atletico, passando per il Monferrato e per il tema del ricordo. A prender parola, il poeta, Davide Dalmas, Sabrina Stroppa, Massimiliano Tortora e i ragazzi di Sul Ponte diVersi, giovedì 4 aprile, ore 18.
Ripercorrere l’intero cammino compiuto da Milo De Angelis, uno dei pochi veri protagonisti della poesia, non solo italiana, tra Novecento e nuovo secolo, è un’avventura stimolante e capace di aprirci sempre nuovi scenari di emozione, dove l’acutezza del dolore e la presenza del male non si impongono mai, definitivamente, sulla vitalità potente della parola poetica.La complessità in costante tensione di questa lirica si rivela nel 1976 con Somiglianze, esordio di un autore giovanissimo, perfettamente padrone, già allora, di una lingua poetica esatta e tagliente, capace di esprimere senza enfasi alcuna i vortici di una condizione esistenziale estremamente inquieta.In questo senso, con ferrea coerenza e pur aprendosi a nuove esperienze – la parentesi dialettale, l’osservazione di un mondo urbano incupito, la spinta metafisica – De Angelis passa da strutture chiuse e catafratte a improvvise aperture di senso, come in quello che si può considerare un classico della sua opera, Tema dell’addio, dove il lutto, il senso profondo e lancinante della perdita e del distacco conducono la lirica in una dimensione drammatica. Il viaggio poi prosegue, tra quotidianità turbata e insinuarsi di venature sinistre, di nuove emergenze del mondo degli affetti e del male, come nel più recente Incontri e agguati.
Milo De Angelis è nato nel 1951 a Milano, dove vive. Le sue raccolte di poesia: Somiglianze (Guanda, 1976), Millimetri (Einaudi, 1983), Terra del viso (Mondadori, 1985), Distante un padre (Mondadori, 1989), Biografia sommaria (Mondadori, 1999), Dove eravamo già stati. Poesie 1970-1999 (Donzelli, 2001), Tema dell’addio (Mondadori, 2005), Poesie (Oscar Mondadori, 2008), Quell’andarsene nel buio dei cortili (Mondadori, 2010). Ha pubblicato il libro di narrativa La corsa dei mantelli (Guanda, 1979) e il saggio Poesia e destino (Cappelli, 1982). Ha diretto la rivista di poesia Niebo e la collana omonima per le edizioni La Vita felice. È traduttore dal francese.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizze cyber bullismo: un mercato da oltre 100 milioni di euro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

cyber bullismo, revenge porn, stalking online, minacce e insulti sui social network, ma anche furto di dati personali e frodi informatiche; i pericoli connessi all’uso di internet sono molteplici e non sorprende che le compagnie assicurative stiano mettendo a punto polizze dedicate alla protezione dei cittadini, contribuendo a creare un mercato potenziale che, secondo le stime di Facile.it, in Italia potrebbe valere più di 100 milioni di euro l’anno.Si tratta di prodotti assicurativi dal costo contenuto, che varia mediamente tra i 24 e i 40 euro l’anno, ancora poco diffusi in Italia ma dalle grandi potenzialità se si pensa che, secondo dati diffusi di recente, nel 2017 sono stati 16 milioni i cittadini che hanno avuto problemi con il cyber crimine.Dal supporto tecnico e legale a quello psicologico, dalla tutela dell’identità digitale al recupero dei dati persi; ecco come funzionano le polizze cyber risk, cosa coprono e, anche, cosa non coprono.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Emergenza testosterone: è carente in tutta Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

La questione della carenza di farmaci nell’area endocrino-metabolica sul territorio, è diventato un problema sempre più complesso che compromette la continuità di cura per un numero sempre crescente di pazienti e comporta carichi gestionali aggiuntivi per gli operatori sanitari, a denunciarlo è Edoardo Guastamacchia, presidente AME Associazione Medici Endocrinologi.“Il reperimento dei farmaci a base di androgeni è sempre stato problematico ma oggi da più parti giungono segnalazioni, prosegue Guastamacchia, di mancata disponibilità su tutto il territorio italiano di questi farmaci: SUSTANON, TESTIM, TESTOGEL, TESTOVIRON, NEBID. Non conosciamo i motivi che ne determinano la carenza e chiediamo a AIFA un intervento affinchè possano essere nuovamente disponibili nelle farmacie di tutta Italia”.“Tali terapie, spiega Vito Giagulli, responsabile area andrologia AME, vengono utilizzate nelle condizioni di ipogonadismo maschile e come terapia di transizione nei soggetti con disforia di genere. Per ipogonadismo maschile si intende una condizione di inadeguato funzionamento dei testicoli, che determina l’insufficiente produzione di testosterone e una conseguente difettosa spermatogenesi. Dati della letteratura sulle condizioni cliniche che inducono nel maschio un quadro di ipogonadismo grave ci parlano di circa l’1% della popolazione, circa il 6% per l’ipogonadismo lieve sintomatico. La terapia con testosterone mira a sostituire il ruolo fisiologico dello steroide endogeno, proteggendo i pazienti dalle complicanze legate ad una condizione di carenza cronica (astenia, depressione, osteoporosi, insulino-resistenza, cardiopatia cronica, anemia, aumento massa grassa, diminuzione massa e forza muscolare, deficit cognitivo). I farmaci devono essere assunti in modo continuativo e sotto controllo di uno specialista endocrinologico o andrologo, conclude Giagulli.“Fino ad ora, riferisce Stefania Bonadonna, responsabile gruppo di lavoro disforia di genere AME, gli endocrinologi hanno cercato di aggirare la mancanza di questi farmaci proponendo altri preparati alternativi spesso, purtroppo, più costosi ma sicuramente con una farmacodinamica molto più aderente alla fisiologia secretiva del testosterone, ma oggi cominciano a mancare anche questi”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La notizia di investimenti nel DEF per la scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Il Governo avrebbe in serbo il progetto di attuare delle assunzioni per i docenti precari con risorse che dovrebbero essere stanziate nel nuovo Def, il Documento di Economia e Finanza, e nella prossima Legge di Bilancio: a farlo capire è stato il vice-premier Luigi Di Maio, secondo il quale “prima di riformare la scuola bisogna finanziarla e dobbiamo investire molte più risorse sia con il nuovo Def sia con la legge di Bilancio per garantire continuità didattica per gli studenti che vuol dire meno precariato per gli insegnanti e un’edilizia scolastica che sia all’altezza”. Per Di Maio, la scuola non ha bisogno di altre riforme e, per quante ne ha subite, ha subito anche degli shock. Si deve lavorare, ha quindi sintetizzato Orizzonte Scuola, per studenti e insegnanti: ciò che serve alla scuola, ha affermato ancora il vice-premier, che è anche Ministro del Lavoro, sono quelle risorse necessarie ad assicurare la continuità didattica agli studenti, cosa che vuol dire meno precariato per gli insegnanti e un’edilizia scolastica che sia all’altezza.
Anief accoglie positivamente il senso di realismo espresso dall’on. Luigi Di Maio: “Sono parole che ci riempiono di speranza – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché significa che all’interno del Governo ci sono anche dei ministri che ragionano con senso pratico: quella delle supplenze di lunga durata è diventata una prassi per la scuola pubblica italiana. Nessun Paese europeo si ritrova ad ogni inizio di anno scolastici con oltre 120 mila supplenti annuali, con l’aggravante di avere pure selezionato e formato altrettanti maestri e insegnanti per poi, però, obbligarli a fare i precari di lunga data, anche a vita, perché nel frattempo il loro canale di stabilizzazione, le GaE, è stato chiuso senza una motivazione valida”. “Sul percorso da intraprendere – sottolinea il sindacalista autonomo – non vi sono dubbi: da una parte ci sono da assumere i vincitori dei vari concorsi, dall’altra, tutti gli abilitati all’insegnamento che attraverso le GaE troverebbero quell’accesso al ruolo oggi invece negato da norme ingiuste e discriminanti o ancora attraverso l’estensione del doppio canale di reclutamento alle graduatorie d’istituto. È chiaro che, come Anief, continueremo la nostra battaglia per fare assumere a tempo indeterminato, con automatismo, tutti i supplenti che operano su posto vacante da almeno 36 mesi e prevedere pure adeguati risarcimenti per l’attesa indebita”. “Parallelamente – conclude Pacifico – il sindacato continuerà a difendere strenuamente i maestri con diploma magistrale, conseguito fino al 2002, che sono stati ingiustamente licenziati, sia supplenti sia di ruolo, con la più grande battaglia giudiziaria conosciuta dallo Stato italiano che citeremo al tribunale di Roma, pure in giudizio per violazione della stessa normativa comunitaria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno alunni disabili, maldistribuiti i posti dei corsi di specializzazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

La Regione Piemonte raccoglie la denuncia di Anief che ha portato all’immediata impugnazione della decisione del Miur di far ripartire in modo disomogeneo i 14.224 posti utili a specializzarsi come docente di sostegno, autorizzati con il decreto n. 92/2019 secondo l’offerta degli Atenei e non della vacanza di posti e di insegnanti specializzati nel territorio come prevede la legge. Il caso dei posti di sostegno assegnati al Piemonte: a non comprendere il perché del sensibile squilibrio nella distribuzione dei posti a livello regionale è ora l’Assessorato regionale all’Istruzione del Piemonte che ha chiesto un incontro tra l’Università di Torino e l’Ufficio Scolastico. Per Anief la richiesta è più che lecita, perché si è introdotta una soglia “fluttuante”. Secondo il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico oltretutto non c’era alcun motivo di lasciare fuori un altissimo numero di candidati che già stanno aderendo in tanti a una nuova azione giudiziaria contro il numero chiuso e l’assenza di una soglia ai test pre-selettivi oggettiva legata al raggiungimento della sufficienza.
I corsi di sostegno devono ancora prendere il via, le selezioni si avvieranno solo a metà a aprile, ma già è tempo di polemiche. E i motivi sono fondati. Secondo Orizzonte Scuola, il problema rimane “capire come far fronte alla cronica mancanza di insegnanti di sostegno specializzati. Numerosi docenti infatti anche quest’anno continuano ad insegnare privi del titolo di specializzazione e delle competenze specifiche per questa professione”. Il problema è che invece di fare fronte alla comprovata necessità di specializzare migliaia di docenti che ogni anno coprono le cattedre di sostegno vacanti, l’amministrazione piemontese è riuscita ad allestire dei corsi che avviano alla didattica “speciale” per appena 200 posti, di cui la miseria di 15 nella scuola dell’infanzia, peraltro concentrandoli nella sola Università di Torino. “Si tratta con ogni evidenza di cifre del tutto inadeguate ai bisogni piemontesi – ha detto l’assessore regionale Gianna Pentenero a Torinoggi -. Basti pensare che lo stesso numero complessivo di percorsi di specializzazione è attivato dagli atenei della Basilicata, regione con popolazione inferiore di otto volte a quella del Piemonte. Questo non può che riflettersi negativamente sulle condizioni di tante ragazze e tanti ragazzi disabili. La questione è stata posta anche in Conferenza Stato-Regioni e, allo stato attuale, è indispensabile – ha concluso la consigliera piemontese – che il Governo nazionale dedichi maggiori risorse per finanziare la formazione degli insegnanti”. Anief concorda con la presa di posizione del Consiglio regionale del Piemonte dopo aver denunciato all’USR l’incredibile situazione: la scuola pubblica italiana ha estremo bisogno di docenti di sostegno specializzati, come del resto più volte rilevato dal Ministro dell’Istruzione. A questo scopo, sono stati programmati i corsi per specializzare 40 mila docenti in tre anni ma lo si è deciso di fare con una ripartizione di posti illogica e con dei numeri del tutto insufficienti. Oltretutto, decidendo di ammettere alla prova scritta solo chi supererà una soglia “fluttuante”, variabile in base al conseguimento dei punteggi conseguiti in ogni singolo ateneo, si stanno andando a determinare i presupposti per creare una selezione discriminante. Anief ricorda, che è fondamentale la preparazione iniziale per affrontare al meglio le prove e il corso. Per informazioni, rivolgersi a Eurosofia.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cemento ed economia circolare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

La filiera produttiva del cemento quale parte attiva nella transizione all’economia circolare: è questa l’immagine che si trae dalla lettura della nuova edizione del Rapporto di Sostenibilità di AITEC, l’associazione delle Aziende Italiane Produttrici di Cemento. Parte di Confindustria Federbeton, AITEC rappresenta rispettivamente il 90% e il 97% della produzione nazionale di cemento e clinker, con riferimento particolare al triennio esaminato nel Rapporto di Sostenibilità (2015-2017).“L’Economia Circolare, applicata alla filiera del cemento e del calcestruzzo, è il miglior veicolo per contribuire al contenimento dei cambiamenti climatici. L’attuazione di azioni volte al recupero di materia, al recupero energetico, all’ottimizzazione dei processi produttivi e al dialogo con i territori, sono fondamentali per realizzare un virtuoso modello economico circolare. Ogni azione compiuta in questa direzione oltre ad essere sostenibile ambientalmente e socialmente, può generare valore economico. Ecco dunque che l’economia circolare diventa un fattore di competitività determinante, oltreché distintivo”, sottolinea Antonio Buzzi, Coordinatore della Commissione Ambiente ed Economia Circolare di Federbeton Confindustria.
Il documento è stato realizzato sulla base delle informazioni raccolte presso le aziende associate ad AITEC, ampiamente rappresentative dell’industria italiana del cemento. Nello specifico, nel 2017 risultano essere operative in Italia 19 aziende cementiere con 57 impianti produttivi. A fronte di una produzione di 19,3 milioni di tonnellate di cemento – in linea con il dato 2016 –, i consumi nazionali registrano un andamento sostanzialmente piatto (+0,3%).I risultati positivi di effettiva re-immissione di materiali di recupero nel ciclo produttivo, quali risorse riutilizzabili, derivano dal sostanziale impegno sul fronte degli investimenti in tecnologie innovative: nel triennio analizzato, e malgrado la congiuntura di crisi, sono stati investiti 87,5 milioni €; Le imprese cementiere, nel solco dell’economia circolare e dell’impegno alla mitigazione dei cambiamenti climatici, hanno progressivamente aumentato i tassi di sostituzione di combustibili fossili e materie prime naturali, a favore di un crescente recupero di rifiuti urbani e industriali (favorendo la chiusura del ciclo della raccolta differenziata) e del riutilizzo di materiali di scarto, provenienti da altri cicli produttivi e da demolizioni:
La sostituzione calorica, per la produzione di cemento, è passata dal 14,9% del 2015 al 17,3% del 2017 per un totale di quasi 360.000 tonnellate di combustibili alternativi sottotratti alla discarica o a recuperi energetici meno virtuosi.
L’Italia resta indietro rispetto ad alla media europea, che si attesta al 40% di sostituzione calorica, con la Germania che esprime un tasso del 66% e l’Austria del 76%;
Aumenta anche il tasso di sostituzione delle materie prime naturali: +1,2% con materie residuali, derivanti da altri processi industriali.
Nel solo 2017, il settore della filiera del cemento ha recuperato oltre 1,84 milioni di tonnellate di materie prime residuali, derivanti da altri processi industriali: il tasso di sostituzione di materie prime naturali si attesta in Italia al 7,4%, superiore alla media europea del 4,4% (dato 2016). La filiera del cemento ha conseguito importanti traguardi di riduzione delle emissioni, grazie agli investimenti in tecnologie innovative e all’utilizzo di combustibili contenenti biomassa, sostitutivi di quelli fossili. I dati, riferiti alle emissioni specifiche (per singola unità di prodotto), riportano:
-12,4% emissioni CO2 grazie all’impiego di biomassa;
-29,4% emissioni polveri PM10;
-29,7% emissioni ossidi di azoto;
-32,6% emissioni ossidi di zolfo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lago di Como verso il minimo storico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

E’ il lago di Como, il cui livello (7,6% della capacità di riempimento) si avvicina rapidamente al minimo storico, a ben rappresentare la sempre più preoccupante situazione idrica del Nord Italia, dove l’assenza di significative precipitazioni si accompagna allo scarso manto nevoso ancora presente sulle montagne.Nel comprensorio del Consorzio di bonifica Terre dei Gonzaga in Destra Po, a cavallo tra Lombardia ed Emilia Romagna, è iniziato l’invaso dei canali per garantirsi l’acqua necessaria nell’ormai probabile caso di siccità.“Il prelievo idrico avviene dal fiume Po nel comune di Boretto tramite due stazioni di pompaggio idraulico per 20.000 litri al secondo – indica il direttore dell’ente consortile, Raffaele Monica – L’acqua viene immessa nel canale Derivatore e poi distribuita nel comprensorio attraverso canali irrigui, costruiti appositamente nel secondo dopoguerra; in pochi giorni tutti gli alvei stanno raggiungendo la quota indicata.” “Il Consorzio – aggiunge la presidente, Ada Giorgi – attivandosi in anticipo, è riuscito ad ottenere il rinnovo della concessione fino al 2046, confermando gli attuali limiti di portata; così, concluse le operazioni di rimozione della sabbia depositata dal fiume in corrispondenza delle pompe, ha potuto avere inizio l’attività di derivazione. Questo per aumentare la resilienza del territorio ai cambiamenti climatici e rispondere alle necessità degli agricoltori, che non possono certo attendere i tempi della burocrazia: se la risorsa serve, va erogata immediatamente.”“Per avere futuro – conclude Francesco Vincenzi, presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – bisogna affrontare le sfide con lungimiranza. Trasformare i canali in bacini per trattenere acqua in previsione della possibile siccità, fa parte della concreta cultura del territorio, praticata dai Consorzi di bonifica ed alla quale vanno abbinati interventi infrastrutturali, quali quelli previsti dal Piano Nazionale Invasi e dal Piano Irriguo Nazionale, la cui fase realizzativa è ora finalmente in rampa di partenza.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intestino, obesità e salute

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

La comunità scientifica è ormai concorde nel riconoscere l’importanza dell’intestino e del suo microbiota nel mantenimento dello stato di salute generale. Per la prima volta, il CREA, con il suo centro di ricerca Alimenti e Nutrizione, si è focalizzato sul ruolo benefico svolto sulle disfunzioni intestinali dalle pro-antocianidine, una particolare tipologia di flavonoidi tipici della frutta e della verdura di colore blu-viola. I flavonoidi, molecole bioattive naturali ampiamente presenti nel mondo vegetale, sono infatti particolarmente conosciuti ed apprezzati per le loro proprietà salutistiche e per il contributo alla prevenzione di numerose patologie, come quelle cardiovascolari, infiammatorie e persino di alcune forme tumorali.Le disfunzioni intestinali si manifestano in diversi modi e con differenti intensità che vanno dall’alterazione della barriera intestinale che impedisce l’ingresso delle tossine e dei batteri, a vere e proprie infiammazioni, fino ad arrivare a ricadute negative su tutto l’organismo. Di conseguenza, capire come funzionano i meccanismi molecolari che regolano i processi protettivi dell’intestino è fondamentale per lo sviluppo di strategie efficaci di prevenzione e di trattamento. Tali disfunzioni sono spesso associate a condizioni di sovrappeso e obesità.Nel dettaglio, lo studio, pubblicato sulla rivista internazionale Molecular Nutrition and Food Research, è consistito nell’inserire nell’alimentazione di animali da esperimento (topi), suddivisi in gruppi, 2 diverse dosi di pro-antocianidine, estratte da semi di uva per simulare un’assunzione di tipo “nutrizionale” (75 mg) o “farmacologica” (375 mg) per 15 giorni. Al termine di questo periodo, nei 5 giorni successivi, è stata somministrata quotidianamente una dose di LPS, un componente della parete batterica che induce un’infiammazione specifica a livello intestinale. Alla fine del trattamento sono stati prelevati campioni di sangue e di intestino ed è stato possibile osservare che entrambi i dosaggi, nutrizionali e farmacologici, avevano protetto l’intestino dei danni indotti dall’LPS, modulando in maniera positiva l’espressione di geni coinvolti nella risposta antinfiammatoria.«Questo studio indica – ha commentato la ricercatrice del CREA Raffella Comitato, fra gli autori insieme al primo ricercatore Fabio Virgili – che la regolare assunzione di pro-antocianidine può contribuire alla prevenzione delle disfunzioni intestinali di tipo infiammatorio, grazie alla capacità di modulare positivamente la risposta cellulare e tissutale ad agenti tossici, proteggendone le funzioni indispensabili al mantenimento della salute dell’organismo in toto. Questo studio conferma l’importanza di molecole caratteristiche della dieta Mediterranea nella costruzione di una alimentazione funzionale alla salute dell’uomo».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raccolta di sangue all’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Roma. Giovedì 4 e venerdì 5 aprile 2019, dalle 8.00 alle 12.00, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) si terranno due giornate di raccolta di sangue organizzate dall’Ufficio di Formazione Integrale, in collaborazione con l’Associazione Donatori Volontari di Sangue EMA-Roma.Per donare il sangue si può prenotare il giorno e una delle quattro fasce orarie disponibili comprese tra le 8.00 e le 12.00 telefonando al numero 06 66543922. Queste giornate di solidarietà fanno parte delle attività sociali dell’Università Europea di Roma, che ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.Gli studenti collaborano alle iniziative dell’Associazione EMA-Roma non solo durante le raccolte del sangue, ma anche con incontri di informazione e di sensibilizzazione alla donazione volontaria.Questi incontri hanno l’obiettivo di sviluppare la conoscenza del mondo della donazione del sangue e i principi che ne derivano. Illustrano le pratiche operative che vengono utilizzate per poter realizzare, migliorare e sviluppare donazioni e gruppi di donatori, con lo scopo di raggiungere una donazione periodica e volontaria.L’Università Europea di Roma organizza la raccolta di sangue due volte all’anno. Sono momenti di solidarietà che riuniscono l’intera comunità dell’ateneo: studenti, professori, familiari, dipendenti, amici, collaboratori.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lutech acquisisce Finance Evolution

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

COLOGNO M.SE, (Milano) Il Gruppo Lutech ha annunciato l’acquisizione del 100% del capitale sociale di Finance Evolution, storica società torinese. Con una distintiva focalizzazione nel settore Finance (Banking, Financial Market e Insurance) l’azienda affianca, con servizi di Business Process Consulting, oltre 30 clienti tra cui banche italiane ed estere (presenti sul mercato domestico e internazionale) e altri operatori finanziari come SGR, SIM, finanziarie vigilate.“Finance Evolution opera con autorevolezza in ambiti di grande rilevanza quali la consulenza normativa e di processo, oltre a quello nodale delle segnalazioni di vigilanza, – dichiara Tullio Pirovano, CEO del Gruppo Lutech. Quest’acquisizione porta nel Gruppo competenze e profili eccellenti che completano la nostra value proposition nel settore finanziario: dalle competenze business e implementazione di soluzioni verticali, fino a servizi di business process outsourcing”.
“Negli anni abbiamo conquistato un posizionamento riconosciuto nel settore, nel mondo del Banking e del Capital Market con esperienze legate al mondo titoli e derivati, Private Banking nonché Security Services. Con Lutech abbiamo una grande complementarietà tecnologica e diamo ulteriore forza alla nostra proposta consulenziale sia nella revisione e gestione dei processi di business, sia nelle tematiche di compliance bancaria e finanziaria.” – evidenzia Giovanni Radis, Amministratore Delegato di Finance Evolution.
Finance Evolution si avvale dell’esperienza di 110 professionisti e ha in portafoglio soluzioni proprietarie come eXtended Banking System, il sistema informativo bancario realizzato su piattaforme Open, SWAN, prodotto specifico per il Private Banking e i servizi di Advisoring, XBS-PS, nel mondo dei sistemi di pagamento e la soluzione per la gestione integrata delle attività di Tesoreria e monitoraggio in tempo reale del rischio e del rendimento dei portafogli finanziari per controparti istituzionali.
Il Gruppo Lutech, leader in Italia e player europeo nei servizi e soluzioni ICT, supporta la digital evolution delle aziende Clienti grazie alle competenze complete di oltre 2.500 professionisti e all’approccio “end-to-end”, abilitandole a lavorare più facilmente, raggiungere i loro obiettivi e far evolvere il loro business. Per ulteriori informazioni, visitare il sito web lutech.group/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo scenario dell’economia e della finanza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Villa d’Este di Cernobbio. Inizia venerdì 5 aprile p.v. (alle ore 8.30 precise) e per concludersi sabato 6 aprile p.v. (alle ore 13.30 circa), la trentesima edizione dell’annuale Workshop LO SCENARIO DELLL’ECONOMIA E DELLA FINANZA. Questi i principali argomenti che saranno trattati nel corso del Workshop:
Venerdì 5 aprile – L’economia globale: sfide e prospettive – Rischi e opportunità nei Paesi emergenti – La mappa dei rischi per gli investimenti – Le banche del futuro: dal FinTech al TechFin
Sabato 6 aprile – Agenda per l’Europa
▪ Le sfide per l’ulteriore crescita dell’Eurozona
▪ La competitività dell’Europa e dei mercati finanziari europei – Agenda per l’Italia nello scenario europeo
Coerentemente con il riconoscimento – per il sesto anno consecutivo – di The European House – Ambrosetti come primo Think Tank privato italiano, tra i primi 10 in Europa, tra i primi 20 al mondo e nei primi 100 più apprezzati Think Tank indipendenti su 8.100 a livello globale nell’edizione 2018 del Global Go To Think Tanks Report dell’Università della Pennsylvania, attraverso una survey indirizzata a 70.000 leaders di imprese, istituzioni e media, in oltre 100 Paesi nel mondo, verranno distribuite molte analisi e ricerche da noi realizzate:
▪ “Un’analisi comparativa sui principali indicatori macroeconomici delle maggiori economie” rielaborata da The European House – Ambrosetti sulle previsioni dei più rilevanti Istituti di Credito, Banche d’Affari e Istituzioni Internazionali;
▪ “Le banche del futuro” – realizzata dalla community di CEO Ambrosetti Club in collaborazione con Openjobmetis;
▪ “Cashless Revolution: a che punto siamo e cosa resta da fare per l’Italia” – Rapporto 2019 della Quarta Edizione della Community Cashless Society, una piattaforma di confronto di alto livello per la diffusione dei pagamenti elettronici in Italia;
▪ “Il rapporto Debito pubblico/PIL italiano è a -18% dal livello massimo raggiunto nel primo dopoguerra. Ne siamo consapevoli?” – realizzata da The European House – Ambrosetti;
▪ “Brexit: scoccata l’ora “X” domina l’incertezza” – realizzata da The European House – Ambrosetti;
▪ Ambrosetti Club Economic Indicator – Prima rilevazione 2019 sulle prospettive economiche dell’Italia, sull’occupazione e sugli investimenti delle imprese. I lavori si svolgeranno, come da tradizione, a porte chiuse.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

KAN Digital and Facebook will work together to train and bring some of the most influential vloggers to Tel Aviv for the week of Eurovision

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

KAN, the Israeli Public Broadcasting Corporation and Facebook are opening a unique process of training vloggers who will then broadcast and upload stories and digital content during the week of the Eurovision Song Contest. The especially trained vloggers will upload stories from all of Tel Aviv’s major events: The Eurovision Village, Euro Café, Tel Aviv Expo and the Eurovision live shows, providing a unique and intimate angle to the Eurovision Song Contest, Tel Aviv 2019. About a month ahead of the Eurovision Song Contest 2019, KAN and Facebook will host a professional conference in which vloggers, influencers and key opinion leaders who have been specially selected to attend, will prepare for the launch of their stories and social media Eurovision content. Social media whizzes who are chosen will be part of a huge undertaking in which they will publish their stories in both Hebrew and English which will then be shared on KAN Digital and the EBU’s online platforms.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Treatment of patients with chronic obstructive pulmonary disease

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Almirall, S.A (ALM), announced that the Food and Drug Administration (FDA) has approved the new drug application (NDA) for Duaklirâ (aclidinium bromide/formoterol 400/12 mg, twice daily), for the treatment of patients with chronic obstructive pulmonary disease (COPD).
Duaklir® offers a fixed-dose combination of a novel long-acting muscarinic antagonist (LAMA), aclidinium bromide and a fast long acting beta2-agonist (LABA), formoterol fumarate, administered through the GENUAIR® inhaler device.The FDA has approved Duaklir® based on the positive results of the AMPLIFY study, that shows Duaklir® significantly improved lung function in patients with moderate to severe COPD compared to each individual component (either aclidinium bromide or formoterol). The Phase III AMPLIFY study also proved that the efficacy, safety and tolerability profiles for aclidinium bromide and formoterol were consistent with current experience. In comparison to tiotropium bromide 18µg once-daily, both Duaklir® and aclidinium bromide monotherapy demonstrated significantly higher levels of bronchodilation during the night-time, whilst aclidinium bromide monotherapy showed non-inferior bronchodilation to tiotropium over 24 weeks. This approval by the FDA in the US means another positive step in the partnership of Almirall and AstraZeneca.In addition this is the third product discovered in the R&D Center of Almirall approved by the FDA.
The positive results of the Phase IV ASCENT trial for Tudorza® Pressair® (aclidinium bromide 400 μg, twice-daily) with 3.600 patients demonstrating a statistically significant reduction in the annual rate of moderate or severe COPD exacerbations compared to placebo, has been translated in a relevant change in the Package Insert of this product in the US and also reflected in the current approval of Duaklir®.On 1st November 2014, Almirall entered an agreement to transfer the rights for the development and commercialisation of its respiratory franchise, as well as its pipeline of investigational novel therapies to AstraZeneca. This global collaboration included milestones associated to development, launch and future Duaklir® sales in US.Almirall could receive additional milestones and royalties, which have not been disclosed.Almirall remains positive about this partnership that has allowed to maximize the return and value of the company’s assets and capabilities.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Technology Offers Innovative Solutions to Reduce Bias in Classrooms

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

NEW YORK (PRWEB) Deepening divides fragment our societies and our economies. How can modern technologies help us to find the common ground and bring us closer together ? Interactive Diversity Solutions (IDS) has created a web based program called “Don’t Guess My Race” to support teaching diversity issues. The CEO of IDS, Michael Baran, says the inspiration for the program came from research studies with children in Brazil. In Baran’s studies, he asked children to describe pictures he had taken of people’s faces. What he discovered was that this exercise sparked “extremely rich conversations about sensitive topics.” What if photographs could be used to create an interactive race awareness? In an increasingly interconnected world, race, identity and sexuality are often left undiscussed because for many, these are challenging topics and it’s difficult to find the right “space” to do it in an effective way. Yet it is a critical challenge for which all the world seeks solutions. “We want children to see how the world doesn’t come in bounded natural groups, but that there are spectrums of differences and multiplicities of intersecting identities that overlay this difference,” says Baran. Michael Baran is a cultural anthropologist with over twenty years experience conducting and organizing ethnographic research for social change on a variety of issues, including race and identity, racial disparities in education, violence against children, healthy housing, environmental health, human services, criminal justice reform, immigration reform, climate change, and early childhood development. He currently consults for businesses, schools and non-profits on issues related to diversity and inclusion, often incorporating the digital tools developed at Interactive Diversity Solutions as part of a blended approach.
CMRubinWorld’s award-winning series, The Global Search for Education, brings together distinguished thought leaders in education and innovation from around the world to explore the key learning issues faced by most nations. The series has become a highly visible platform for global discourse on 21st century learning, offering a diverse range of innovative ideas which are presented by the series founder, C. M. Rubin, together with the world’s leading thinkers. For more information on CMRubinWorld (By David Wine)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Credit market improves as optimism rises among property companies

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

In the March issue of CREDI the Main index increases from 48.6 to 50.3, indicating a slightly improved credit market. Property companies maintain a positive view of the credit market as interest rates fall to a new record low. “This year’s first CREDI survey shows a positive shift in the credit market, where improved access to credit and extended credit durations counteract slightly higher credit margins. The CREDI Main index is boosted in particular by increased optimism among property companies. In fact, the property companies’ Expectation index is at its highest level in nearly four years. Furthermore, the average interest rate of listed property companies continues to fall, hitting a new record low of 1.9 per cent,” says Martin Malhotra, Project Manager at Catella.“The stock market has rebound during the first quarter of 2019, with OMX 30 up 12 percent. This is mainly a result of more dovish central banks, which have responded to weakening growth in the United States and the rest of the world. Going forward, property companies in Sweden should be able to enjoy continued low real interest rates for an extended period of time,” says Arvid Lindqvist, Head of Research at Catella.“The reduced long interest has also been reflected in property companies’ preference shares, where the average dividend has fallen to 6 per cent since the turn of the year. Also, the limited growth of outstanding bonds means the bond market’s share of the listed property companies’ debt has levelled out,” Martin Malhotra concludes.The twenty-sixth edition of the Catella Real Estate Debt Indicator (CREDI) is attached and can also be downloaded from catella.com/en/news-and-pressreleases/research. CREDI consists of two parts: one is an index based on a survey of listed property companies and active banks, and the other a set of indices and analyses based on publicly available data.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catella’s divestment of Card Issuing operations completed

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Catella Bank S.A., a wholly owned subsidiary of Catella AB (publ), announced that it had entered into an agreement to divest its Card Issuing operations in Luxembourg to Advanzia Bank S.A. The transaction is now completed and the fixed consideration amounts to, as previously communicated, SEK 126 Million with an additional earn-out structure with a maximum potential of approx. SEK 240 Million.As previously communicated, Catella expects approximately SEK 126 Million to accrue to Catella regarding the earn-out. The earn-out will be reported at the end of 2019 or at the beginning of 2020. The transfer of card customers according to the agreement with Advanzia Bank S.A. will take place during 2019 and up to the beginning of 2020 to ensure that the maximum number of customers is part of the transaction.The balance sheet total of Catella Group will decrease by approximately SEK 350 Million in connection with the transaction as both assets and liabilities will be transferred.The divestment of the Card Issuing operations is a result of the completed strategic review of Catella’s banking operations. The purpose of the strategic review was to exit the consolidated situation due to the extensive regulatory framework and inefficient capital structure it entails.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

British TV goes full Fox News

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

By Maya Kosoff. Today was supposed to have been the day. Two years ago, on March 29, 2017, Theresa May, the Prime Minister, triggered the separation process for the United Kingdom to leave the European Union. And that may still, pending some parliamentary miracle, take place. But when it became clear that the UK government wouldn’t be able to both pass a deal and meet the original March 29 deadline, May asked for an extension. OK, the EU said, if British MPs can settle on a withdrawal agreement by March 29, the UK can buy itself some time—about two months—to sort out the paperwork. But if not, the UK will only have until April 12 to find an alternative, or else face leaving the EU without a plan in place.
The details of the process are utterly confusing, and that’s compounded by the characters involved: Andrea Leadsom, the leader of the House of Commons, told lawmakers that the UK government had decided to split the withdrawal agreement from the political declaration that will determine the future UK-EU relationship—enraging opposition Labour lawmakers and some Conservatives. Boris Johnson—an MP and former mayor of London, known as an arch-Brexiteer who once accused May of having “wrapped a suicide vest around the British constitution”—has decided to back her deal. In the media, Britain seems to have gone full Fox News, taking a page out of the Murdoch playbook by putting the most incendiary and salacious figures possible on TV programs. The effect has been, of course, a distortion of political debate and a deepening of divides.
By putting Jacob Rees-Mogg, a prominent Conservative backbencher, and Nigel Farage, Brexit party leader, on current affairs shows, the British media have made public figures into reality television stars and given them an audience of the whole of Britain, George Monbiot argues in a column for The Guardian. Monbiot writes that this has happened over and over again in British media: a platform is given to someone with a despicable, nonrepresentative viewpoint for no discernable reason, instead of being given to a more rational thinker. Ultimately, the networks gain, while the public loses. Isabel Oakeshott, a longtime Brexit supporter, was found to have withheld information about Russia’s ties to Brexit—and still, she was invited onto several news outlets, which she used to make her pitch. The BBC gave air time on its new Scottish channel to a man named Mark Meechan, who is notable only for being fined for posting a video in which he shows he’s trained his girlfriend’s dog to give a Nazi salute. (At the same time, Carole Cadwalladr, an investigative journalist, was “largely frozen out by the BBC,” Monbiot writes.) The list goes on.
Sound familiar? Much in the same way that Donald Trump and Tucker Carlson have maintained their public profiles with the help of cable TV, so too has Boris Johnson, who initially led the campaign to leave the EU and now keeps himself relevant making public incendiary comments on air. Amid dropping ratings, competition in a crowded marketplace, and a 24-hour news cycle that is nearly impossible to satisfy, gaining attention matters above all else, including diversity of ideas or the quality of content. If blustery figures of any political stripe are helping to bring in viewership, does it matter if what they’re saying is hateful or factually incorrect? Brexit long ago crossed the threshold into absurdity, and British TV news has followed.Friday may force British lawmakers to find an end to their country’s madness. Britain may find a way to leave the EU; it may not. Regardless of what happens, the country and the public will be left to grapple with the consequences of what Brexit has done to their media. (font: CJR Editors)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »