Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Preeclampsia, nuovo test delle urine può aiutare nella diagnosi: Ecco la novità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 aprile 2019

Secondo un nuovo studio pubblicato su E-Clinical Medicine, del gruppo Lancet, un semplice esame delle urine può rilevare rapidamente la preeclampsia. «Questo è il primo studio clinico che utilizza un test diagnostico da effettuare direttamente nel punto di cura, la striscia reattiva Congo Red Dot (CRD), e questo esame si è rivelato superiore ad altri indicatori nello stabilire o escludere una diagnosi di preeclampsia» afferma Kara Rood, dello Ohio State Wexner Medical Center l’Ohio State University College of Medicine, primo nome dello studio. «La nostra scoperta avrà un enorme impatto sulla salute di donne e bambini» prosegue. Attualmente per identificare la preeclampsia, che causa circa il 18% delle morti materne negli Stati Uniti, ci si affida al riscontro di ipertensione e di alcune proteine nelle urine. «La preeclampsia interessa fino all’8% delle gravidanze, e la sfida è che si tratta di una malattia progressiva e che non tutti i casi progrediscono contemporaneamente. Alcune donne possono avere la malattia per settimane prima di manifestare sintomi, mentre altre donne possono progredire a livelli pericolosi entro pochi giorni» spiega Rood.Per lo studio i ricercatori hanno arruolato 346 donne incinte che erano state valutate per la pressione alta e possibile preeclampsia. Hanno quindi usato il test delle urine CRD che è in grado di fornire risultati al letto della paziente entro tre minuti, e alcuni infermieri appositamente formati hanno analizzato i risultati prima che il medico formulasse una diagnosi finale. Tra le donne coinvolte nello studio, 89 hanno ricevuto una diagnosi di preeclampsia dal medico e il 79% di queste è stato sottoposto a induzione del parto a causa della preeclampsia, in media a 33 settimane di gestazione. I ricercatori hanno riscontrato per il test CRD un tasso di precisione dell’86%, superiore al valore rilevato per gli altri test biochimici. «Questi risultati confermano che il test CRD è un semplice strumento clinico “sample in/answer out” che consente una diagnosi molto accurata e rapida della preeclampsia» dicono gli autori. Gli esperti pensano che questo test potrebbe essere utile, oltre che per un utilizzo ambulatoriale in ambito di assistenza prenatale, anche come strumento per le donne che vivono in paesi con scarse risorse sanitarie. EClinicalMedicine 2019. Doi: 10.1016/j.eclinm.2019.02.004 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/ S2589537019300252?via%3Dihub – Doctor33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: