Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 18 aprile 2019

Greta Thunberg a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Roma Greenpeace invita tutte e tutti a scendere in piazza domani in occasione delle manifestazioni in difesa del clima e che vedranno la presenza a Roma, in Piazza del Popolo, di Greta Thunberg, la sedicenne svedese ispiratrice del movimento Fridays For Future.
«Migliaia di studentesse e di studenti stanno manifestando ormai da mesi in tutto il mondo, ponendo al centro del dibattito globale, con fantasia, spontaneità e determinazione, la sfida del secolo, ovvero i cambiamenti climatici», dichiara Luca Iacoboni, responsabile campagna Clima ed Energia di Greenpeace Italia. «Le richieste del movimento Fridays For Future poggiano su solide basi scientifiche, e sulle stesse basi dovrebbero poggiare i provvedimenti dei diversi governi, Italia compresa. Purtroppo, però, fino ad oggi la politica non ha dato ascolto alle indicazioni della scienza, e per questo è importante scendere domani in piazza per sostenere la protesta di studentesse e studenti», conclude.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pasqua: in diretta tutte le celebrazioni con Papa Francesco

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Da oggi a lunedì 22 aprile 2019 Le celebrazioni in diretta con Papa Francesco, film e documentari. Tv2000 dedica una programmazione speciale alla Pasqua. Queste le dirette con il Pontefice trasmesse dall’emittente della Cei, in collaborazione con Vatican Media: giovedì 18 alle ore 9.30 la messa del Crisma e alle 17 la messa in Coena Domini celebrata dalla casa circondariale di Velletri; ore 20 dalla Terra Santa la veglia nell’Orto degli Ulivi Getsemani. Venerdì 19 alle ore 8.50 il documentario ‘Il Vangelo di Marco’; ore 11 il documentario ‘I riti della Settimana Santa’ a cura di David Murgia; alle ore 17 la celebrazione della Passione; alle 20.45 il documentario ‘Il Vangelo nell’arte: la crocifissione’; alle 21.15 Via Crucis dal Colosseo con Papa Francesco. Sabato 20 aprile alle ore 8 documentario ‘Il Vangelo di Luca’; alle ore 12.20 il film ‘Piena di Grazia’, alle ore 16 il film ‘Il giorno della passione di Cristo’, alle ore 19 il documentario ‘Alla ricerca del volto di Gesù’, alle ore 20.30 la veglia pasquale dalla Basilica vaticana, alle ore 23 il documentario ‘Segreti: dentro la Sindone’. Domenica 21 aprile alle ore 10 messa e benedizione ‘Urbi et Orbi’; alle ore 21.15 il film ‘La Tunica’. Lunedì 22 aprile ore 12 Regina Coeli recitata da Papa Francesco e alle 21.05 il film ‘Il Papa Buono, San Giovanni XXIII’. (fonte: TV 2000)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Test d’accesso ai corsi di specializzazione di sostegno

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

A Bari e Cosenza prove annullate Beffati migliaia di partecipanti candidati a specializzarsi nella didattica speciale, giunti alla prova preselettiva anche da fuori provincia e dopo mesi di preparazione. Marcello Pacifico (Anief): Con le somme di tutto rispetto chieste ai candidati solo per tentare l’accesso ai corsi, fino a 200 euro, si doveva e poteva predisporre una preselezione di primo livello, con supporti tecnologici d’avanguardia finalizzati a permettere ai partecipanti di mostrare le loro conoscenze e competenze. Partono con il piede sbagliato le preselezioni ai corsi di sostegno per selezionare 14.224 docenti, a fronte di decine di migliaia di candidati con abilitazione oppure con laurea e i 24 Cfu richiesti o con tre annualità di servizio svolte nel corso degli otto anni scolastici precedenti.
Nel capoluogo pugliese la prova preselettiva del Tfa sostegno della scuola primaria è saltata perché, riferiscono i partecipanti, non erano stati messi a disposizione dei partecipanti i manuali per la comprensione del testo. Stamattina, un’altra grave anomalia si è verificata a Cosenza, dove i responsabili della selezione sono stati costretti ad annullare la prova della scuola secondaria di primo grado per via della mancata stampa delle domande che non si vedevano, con oltre 1.700 partecipanti inferociti per il rinvio del test preselettivo a data da destinarsi. Secondo Marcello Pacifico, presidente del sindacato Anief, “ci troviamo ancora una volta a commentare un’organizzazione della selezione dei docenti deficitaria e approssimativa, peraltro in un contesto, quale è il sostegno agli alunni disabili, dove c’è estremo bisogno di docenti specializzati. Quello che è accaduto a Bari e a Cosenza per noi rappresenta una mancanza grave, anche di rispetto per i tanti candidati che hanno fatto sacrifici per presentarsi alla prova di accesso, che si aggiunge alla cervellotica decisione del Miur di introdurre una soglia d’accesso ‘mutevole’, ovvero basata sui singoli esiti delle prove svolte in ogni Università: si tratta di disposizione che hanno dell’incredibile, contro le quali il nostro sindacato ha risposto impugnando tutte le esclusioni di chi supererà il test preselettivo avendo conseguito comunque la sufficienza pari a 18/30”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione: Spesa in calo fino al 2040, lo dice il Def: dal 3,9% del 2010 al 3,1% del 2040

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Altro che cambiamento e avvicinamento all’Europa: la scuola figura tra i comparti pubblici con cui i Governi continuano a fare cassa. Il dato tendenziale in riduzione è contenuto nel Documento di economia e finanza 2019, presentato dal Governo ed ora sotto la lente delle commissioni del Senato: rispetto al Prodotto interno lordo, si legge a pagina 115 del documento, l’investimento pubblico per il settore della formazione risulta in discesa di 8 punti percentuali. L’impegno economico per la scuola tornerà a salire (al 3,3%) solo nel 2045. Nel frattempo, la forbice rispetto all’Europa, dove si spende in media il 4,9%, con punte del 7%, diventerà sempre più larga. Marcello Pacifico (Anief): Quello che fa pensare è che negli stessi decenni il Def ci dice che la spesa socio-assistenziale e sanitaria si indicano in crescita, passando rispettivamente dall’1,0 all’1,3 e dal 7,1 al 7,6. Ma che fine hanno fatto le promesse dei partiti di Governo sull’investimento nel settore della Conoscenza, con tanto di impegno di assunzione dei precari e di assegnazione di stipendi finalmente europei? L’alveo scolastico è destinato ancora più a ridimensionarsi: “la proiezione della spesa per istruzione in rapporto al PIL – si legge nel Def 2019 presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri – è coerente con l’aggregato di spesa definito in ambito EPC WGA. Il rapporto spesa/PIL presenta un andamento gradualmente decrescente che si protrae per circa un quindicennio. A partire dal 2022, tale riduzione è essenzialmente trainata dal calo degli studenti indotto dalle dinamiche demografiche”. In base a quello che è dichiarato nel Def, quindi, il Governo non avrebbe alcuna intenzione di lasciare inalterati gli organici del personale scolastico, pur in presenza di una sensibile riduzione degli iscritti. La proiezione degli economisti del Governo stride con “i principali obiettivi programmatici dell’azione di Governo”, all’interno dei quali vi sarebbe anche “il sostegno all’istruzione scolastica e universitaria e alla ricerca attraverso misure atte a finanziarne lo sviluppo, con particolare attenzione al capitale umano e infrastrutturale”. Ma quali sarebbero questi progetti di sviluppo dell’istruzione pubblica? Il Def elenca una serie di punti, tra i quali spicca la volontà di “promuovere la ricerca, l’innovazione, le competenze digitali e le infrastrutture mediante investimenti meglio mirati e accrescere la partecipazione all’istruzione terziaria professionalizzante”.
Inoltre, “importanti risorse sono state stanziate con un decreto di novembre 2018157 per l’ampliamento dell’offerta formativa: 16,7 milioni destinati, oltre che a migliorare l’offerta formativa – con il coinvolgimento dei territori – anche allo sport e alle emergenze educative”. Per “la lotta alla dispersione scolastica, obiettivo fondamentale del Paese nel quadro europeo, passa anche per un incremento delle opportunità formative sul territorio. In questo senso sono state avviate, per il tramite dei Fondi Europei, una serie di misure per il potenziamento delle competenze di base e per la lotta alla dispersione”. Tra gli investimenti, figurano anche “circa 23 milioni per l’ampliamento dei percorsi formativi degli Istituti Tecnici Superiori (ITS) per l’anno 2018/2019”. Al fine di migliorare l’offerta formativa, inoltre, saranno avviate “misure per assicurare il reclutamento dei docenti con titoli idonei all’insegnamento della lingua inglese, della musica e dell’educazione motoria nella scuola primaria anche utilizzando, nell’ambito delle risorse di organico disponibili, docenti abilitati all’insegnamento per la scuola primaria in possesso di competenze certificate”. Altre azioni del Governo riguardano “il sistema integrato di educazione ed istruzione. La precocità d’ingresso nel sistema di istruzione è riconosciuta come misura capace di accrescere il successo formativo nel corso della vita: in tal senso per garantire il successo formativo di ciascuno studente si presterà maggiore attenzione alle esigenze della fascia 0-3 anni”.
Nel Documento di economia e finanza, si parla anche di razionalizzazione di spesa: “Con il disegno di legge sulle semplificazioni, approvato dal Governo a febbraio 2019, è prevista una delega nel settore dell’istruzione finalizzata a razionalizzare enti, agenzie, organismi e a modificare la disciplina degli organi collegiali territoriali della scuola, per eliminare sovrapposizioni di funzioni e definire chiaramente compiti e responsabilità”.
Nessun riferimento, invece, viene fatto alle condizioni che muteranno per giustificare il sensibile calo di investimenti per il comparto. Viene da sé che si tratterà, in primis, di una riduzione di spesa legata agli organici del personale, approfittando della riduzione delle nascite e quindi del numero di alunni: facendo in questo caso decadere il sogno della riduzione del numero di alunni per classe e la cancellazione delle non poche classi “pollaio”, tra l’altro caldeggiata anche dal primo partito di Governo con un apposito disegno di legge in discussione nelle commissioni parlamentari di competenza.
Rispetto all’Europa, se si guarda agli ultimi dati Eurostat – riferiti al 2015 e calcolati sul totale di risorse destinate al segmento “education” dai governi nel perimetro dell’Unione – l’investimento dell’Italia per l’Istruzione si delinea quindi ancora di più in chiave negativa: la media di spesa nel vecchio Continente, sempre rispetto al Pil, è infatti del 4,9%. Peggio del Belpaese fa solo la Romania (3,1%), mentre investono circa il doppio Danimarca (7%), Svezia (6,5%) e Belgio (6,4%). È poi tutto dire che il governo tedesco mette sul piatto quasi il doppio di noi, 127,4 miliardi di euro contro i 65,1 miliardi dell’Italia.
“Ogni commento ai contenuti del Def 2019, almeno per quel che riguarda la scuola – precisa Marcello Pacifico – è quasi superfluo: i numeri parlano da soli. Quello che ci sentiamo di dire a chi ci governa è solo di avere un minimo di coerenza rispetto agli impegni presi con i cittadini italiani: il programma di Governo non prevedeva un tracollo di investimenti per la scuola, né la riduzione di posti di docenti e personale Ata. La scuola non è in grado di sopportare un altro dimensionamento, si rischierebbe il default del sistema formativo pubblico”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetti allo studio per SACE SIMEST negli Emirati Arabi Uniti

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Nel corso della missione, è stato firmato un importante accordo di riassicurazione con la export credit company emiratina (ECI), che consentirà a SACE BT, società operativa del Polo specializzata nell’assicurazione del credito a breve termine, di mettere a disposizione delle aziende italiane e delle loro controllate operanti negli Emirati Arabi Uniti, le proprie soluzioni assicurative a tutela del fatturato e di un’efficace gestione dei flussi di cassa.“Con Etihad Credit Insurance abbiamo costruito da tempo una partnership strategica, lavorando insieme per rafforzare il sostegno agli investimenti e all’interscambio tra i nostri Paesi, aumentando le opportunità e mitigando i rischi a cui si espongono le aziende italiane che operano (e opereranno sempre più) su questo importante mercato – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore delegato di SACE – Con questo accordo, riusciremo a raggiungere in modo ancora più efficace le aziende Italiane e le loro controllate e partecipate attive negli Emirati con soluzioni utili a proteggere il loro business e migliorare concretamente la gestione dei flussi finanziari”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Perseguire rendimenti positivi in un clima di incertezza”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

A cura di Fred Jeanmaire, Gestore azionario Europa di Columbia Threadneedle Investments. A fronte del ristagno della crescita e del calo delle aspettative d’inflazione nell’eurozona, i tassi d’interesse sono verosimilmente destinati a restare contenuti. Questo spiega perché i rendimenti delle obbligazioni core europee sono riscesi verso lo zero e perché i rendimenti della liquidità rimangono negativi.Per molti investitori, neppure rivolgersi al mercato azionario è una soluzione perfetta. Per quanto l’investimento in azioni abbia meriti indiscussi, la volatilità registrata alla fine del 2018 è stata inaccettabile.Ne consegue che gli investitori europei sono ancora alla ricerca di strategie in grado di conseguire performance positive e di offrire protezione dalla volatilità. Estraendo rendimenti sia dalla detenzione che dalla vendita allo scoperto di azioni, i fondi long/short alpha sono in grado di fornire risultati positivi in una varietà di condizioni economiche e di mercato. I loro portafogli di posizioni lunghe e corte offrono un’esposizione con una copertura naturale ai mercati finanziari.La strategia European Absolute Alpha di Columbia Threadneedle Investments investe in titoli growth di alta qualità caratterizzati da potere di prezzo e in grado di generare rendimenti elevati e sostenibili. Al contempo, assumiamo posizioni short su imprese con una debole posizione competitiva che sitraduce in una performance deludente, una debole generazione di cash flow e una crescita contenuta.Da oltre 10 anni usiamo il modello delle Cinque forze di Porter, intitolato all’omonimo professore di Harvard, come quadro di analisi per selezionare efficacemente le aziende con solide posizioni competitive, ma anche per individuare i candidati per la vendita allo scoperto che sono probabilmente destinati a sottoperformare. I mercati spesso si concentrano sulle tendenze a breve termine e ignorano le minacce a lungo termine per le imprese.Alla luce della ricerca sulle aziende europee, questi sono tempi proficui per la selezione dei titoli. Sul versante long del portafoglio, le turbolenze di mercato creano opportunità per acquistare azioni growth di grandi aziende che sono sottovalutate e offrono prospettive di crescita del capitale.Per quanto concerne lo short selling, diversi settori risentono di forze dirompenti che ne erodono la redditività e i corsi azionari.Raramente gli investitori europei hanno affrontato condizioni più impegnative di quelle attuali.Il rendimento del Bund decennale tedesco di riferimento è sceso a circa 10 punti base (pb) dopo essersi portato a 60 pb all’inizio del 2018 e le obbligazioni di tutta Europa offrono rendimenti trascurabili. Al contempo il tasso sui depositi presso la Banca centrale europea si attesta a -40 pb costringendo gli investitori a pagare per la comodità di detenere liquidità.Quanto alle azioni, la recente volatilità a breve termine è stata troppo pronunciata per alcuni investitori. Tra l’ottobre e il dicembre 2018 l’indice MSCI Europe ha ceduto quasi il 15% (Figura 1) a fronte dei crescenti timori per il rallentamento della crescita economica globale. Con un’esposizione netta media di appena il 30-40% ai mercati azionari, le strategie come la European Absolute Alpha dovrebbero evidenziare una volatilità nettamente minore.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Direttiva europea sul divieto della plastica

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

La direttiva prevede che tutti gli Stati membri dovranno vietare, entro il 2021, l’uso di prodotti plastici monouso più frequentemente rinvenuti in mare come posate (forchette, coltelli, cucchiai e bacchette), piatti, cannucce, cotton fioc in plastica non biodegradabili, bastoncini di plastica per palloncini, tazze in polistirolo espanso e contenitori per alimenti. Gli Stati membri dovranno, inoltre, garantire che almeno il 50% degli attrezzi da pesca contenenti plastica, smarriti o abbandonati, venga raccolto ogni anno, con un obiettivo di riciclaggio almeno del 15% entro il 2025. Tutte misure che serviranno a ridurre la mole dei rifiuti di plastica in mare del 50% entro il 2025 e dell’80% entro il 2030.Per Marevivo è necessario vietare anche i bicchieri di plastica. Si tratta di prodotti usa e getta che si ritrovano spesso in spiaggia e rappresentano circa il 20% dei rifiuti marini. L’associazione ritiene fondamentale che il Governo inserisca, nell’atto di recepimento della direttiva comunitaria, anche il divieto dell’uso dei bicchieri di plastica, così come già previsto per altri prodotti. Un’integrazione che consentirebbe al nostro Paese di essere all’avanguardia e che sarà di certo considerata positivamente dalla Commissione Europea.«Ho scelto di sostenere questa associazione – dichiara Andy Bianchedi, Cavaliere del mare di Marevivo – perché ne condivido le finalità e le modalità che portano ad azioni con risultati concreti. Mi sto battendo insieme a Marevivo per l’eliminazione della plastica monouso, supportando la campagna #StopSingleUsePlastic. Non si spiega perché i bicchieri non siano stati inseriti nella normativa, solo in Italia ne consumiamo tra i 6 e i 7 miliardi all’anno, è assurdo pensare di continuare così. Occorre vietare anche i bicchieri, la Direttiva europea è ancora migliorabile».

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia è al 13° posto in Europa per puntualità dei pagamenti da parte delle imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

E’ stata sorpassata da Paesi come Polonia (1°), Slovenia (7°), Irlanda (8°) e Belgio (12°) mentre, complice anche la Brexit, la Gran Bretagna si posiziona 14° alle nostre spalle. È quanto emerge dallo Studio Pagamenti 2019 effettuato da CRIBIS, la società del Gruppo CRIF specializzata nella business information, che ha analizzato i comportamenti di pagamento di 32 Paesi nel mondo, di cui 22 europei.In Italia nel 2018 soltanto il 35,5% di imprese rispettano i tempi concordati e l’11,5% di aziende saldano i conti con ritardi superiori ai 30 giorni.A livello europeo, la Polonia nel 2018 è il Paese con il maggior numero di imprese puntuali, il 79,3%, seguita dai Paesi Bassi, con il 73,8% e dalla Germania con il 67,1%. Chiude la classifica continentale il Portogallo, che con il 14,2% di aziende virtuose guadagna l’ultimo posto, preceduto dalla Romania con il 20,3% e dalla Bulgaria con il 20,4%. Nella parte centrale della classifica stilata da CRIBIS, troviamo al quarto posto la Svezia (57,1%) seguita da Lussemburgo (51,6%), Slovenia (49,9%), Irlanda (47,8%), Spagna (47,5%), Finlandia (45,5%), Francia (43,3%) e Belgio (40,6%). Nel Regno Unito il numero di imprese puntuali nei pagamenti si attesta al 34,7%, mentre crescono le aziende che pagano con più di 30 giorni di ritardo, dal 7,6% del 2017 all’8,1% del 2018.“Lo scenario europeo è dominato dalle imprese dell’Europa settentrionale – afferma Marco Preti, amministratore delegato di CRIBIS – in Polonia le imprese virtuose sono cresciute del 3,8% mentre quelle che pagano con gravi ritardi sono diminuite del 3,9%. Dall’altra parte in Italia le aziende puntuali sono diminuite dell’1,8% a fronte di un aumento dell’1% dei pagamenti oltre i trenta giorni”.Per quanto riguarda la percentuale di imprese che pagano oltre i 30 giorni di ritardo, la Grecia presenta la performance peggiore (32,1%), sostanzialmente in linea con i dati del 2017 (31,6%). In Svezia, invece, si trova la più bassa percentuale di imprese ritardatarie (solo lo 0,4%), seguita da Finlandia (0,8%) e Paesi Bassi (1,4%). I cattivi pagatori diminuiscono leggermente in Romania (dal 37,2% al 31,6%) e Bulgaria (dall’11,7% al 9,2%).
Tra le aree geografiche analizzate da CRIBIS, nel continente asiatico le Filippine sono il Paese con il maggior numero di imprese che pagano con ritardi superiori ai 30 giorni (38,6%), anche se il dato è in miglioramento rispetto al 2017 (52,3%). I cattivi pagatori diminuiscono anche a Honk Kong (dal 14,3% al 13,9%), Thailandia (dal 6,8% al 5,7%) e India (dal 17% al 13%), mentre crescono in Cina (dal 22,8% al 24,2%) e Israele (dal 20,6% al 21,9%).In Nord America “gli Stati Uniti registrano un buon andamento – prosegue Preti – con le performance di pagamento che migliorano dello 0,7%, raggiungendo il 57,1% di pagatori puntuali mentre i ritardi superiori ai 30 giorni diminuiscono dell’1,8%, raggiungendo il 6,4%. In Canada diminuisce di 10 punti, dal 42% al 31,9%, la quota di aziende che paga entro i termini previsti e contemporaneamente si riduce anche quella di chi adempie ai propri obblighi con ritardi superiori a 30 giorni dall’8,2% al 6,3%. In Messico la percentuale di imprese che paga abitualmente con grave ritardo è del 2,8%, in crescita rispetto al 2,5% del 2017”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento rafforza la vigilanza finanziaria UE

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Il PE ha approvato in via definitiva le norme che rafforzano la vigilanza finanziaria UE, per rendere i mercati finanziari più sicuri, combattere il riciclaggio e proteggere i consumatori.La nuova legislazione, adottata martedì con 521 voti favorevoli, 70 contrari e 55 astensioni e già concordata con i ministri UE, consiste in un aggiornamento delle regole sulle autorità di vigilanza finanziaria dell’UE, istituite nel 2010.Grazie alla riforma, i consumatori, gli investitori e le imprese europee beneficeranno di mercati finanziari più sicuri e più integrati. La riforma è inoltre essenziale per aprire la strada al completamento dell’Unione bancaria e dell’Unione dei mercati dei capitali, due progetti chiave per un mercato unico più forte. Infine, la riforma include delle disposizioni per promuovere i prodotti finanziari che sostengono iniziative ambientali, sociali e di buon governo (ESGs).
La revisione dell’architettura di vigilanza aumenterà le responsabilità delle autorità di vigilanza dell’UE per le banche, per i mercati mobiliari e finanziari, nonché per le assicurazioni e le pensioni, e migliorerà la loro struttura di governance. Ciò consentirà di tenere il passo con il mondo della finanza, sempre più complesso, così da proteggere meglio i consumatori e i contribuenti e risolvere in modo più efficace le controversie e le violazioni del diritto comunitario.Per garantire un’applicazione uniforme delle norme UE e promuovere una vera Unione dei mercati dei capitali, la riforma affida all’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) il potere di vigilanza diretta in settori finanziari specifici, come i mercati degli strumenti finanziari. L’ESMA coordinerà inoltre le azioni nazionali nei settori delle tecnologie finanziarie (FinTech), promuoverà la finanza sostenibile, e effettuerà stress test a livello UE per individuare quali attività potrebbero avere un effetto negativo sull’ambiente.I consumatori potranno beneficiare dei nuovi poteri conferiti alle autorità di vigilanza dell’UE, come quello di coordinare le attività di mystery shopping (audit a sorpresa per misurare il rispetto della regolamentazione) delle autorità nazionali, e quello di vietare o limitare alcune attività finanziarie considerate potenzialmente dannose per i consumatori.Infine, con la nuova legge si rafforza il mandato dell’Autorità bancaria europea (EBA), che avrà ora il potere di adottare misure per prevenire e contrastare il riciclaggio e il finanziamento del terrorismo. Le autorità nazionali saranno tenute a fornire all’EBA le informazioni necessarie per individuare le debolezze del sistema finanziario in materia di riciclaggio di denaro.I ministri dell’UE dovranno ora confermare formalmente l’accordo prima dell’entrata in vigore della riforma.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: approvate le norme per ridurre i rischi e proteggere i contribuenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Le norme approvate dal Parlamento e già concordate in via informale con gli Stati membri, riguardano i requisiti prudenziali di capitale e la procedura da seguire dalle banche che devono affrontare perdite. Ciò dovrebbe contribuire a rilanciare l’economia dell’UE, aumentando la capacità di prestito e creando mercati dei capitali più liquidi, e rappresentare.Le banche di importanza sistemica dovranno disporre di un numero significativamente maggiore di fondi propri per coprire le loro perdite, al fine di rafforzare il principio del bail-in, ovvero le perdite imposte agli investitori bancari, ad esempio i detentori di obbligazioni, per evitare il fallimento e di ricorrere alla ricapitalizzazione finanziata con denaro pubblico.Per garantire che le banche siano trattate in modo proporzionale, in funzione del loro profilo di rischio e dell’importanza sistemica, i deputati hanno assicurato che gli “istituti piccoli e non complessi” saranno soggetti a requisiti semplificati, in particolare per quanto riguarda la segnalazione e l’accantonamento di fondi per coprire eventuali perdite.Poiché le piccole e medie imprese (PMI) presentano un rischio sistemico inferiore rispetto alle grandi imprese, i requisiti patrimoniali per le banche saranno inferiori quando erogano prestiti alle PMI. Ciò dovrebbe tradursi in un aumento dei prestiti alle piccole e medie imprese.Peter Simon (S&D, DE) relatore per i requisiti prudenziali (CRD-V/CRR-II), ha dichiarato: “In futuro, le banche saranno soggette a regole più severe sull’indebitamento e sulla liquidità a lungo termine. Anche la sostenibilità è importante, poiché le banche devono adattare la loro gestione del rischio a quelli relativi ai cambiamenti climatici e alla transizione energetica”.Il Parlamento ha approvato la direttiva sul risanamento e la risoluzione delle banche (BRRD) e il regolamento sul meccanismo unico di risoluzione (SRMR). Ciò significa che le norme internazionali sull’assorbimento delle perdite e sulla ricapitalizzazione saranno incorporate nel diritto comunitario.Per far fronte alle perdite, le banche dovranno istituire una tabella di marcia che consenta loro di detenere capitale e cauzioni sufficienti così da non ricorrere al salvataggio a spese dei contribuenti.Infine, il Parlamento ha fissato delle disposizioni per tutelare i piccoli investitori dal detenere debiti bancari ammessi al bail-in, come le obbligazioni emesse da una banca, quando non rappresentano uno strumento finanziario adatto per loro.Le nuove regole per l’applicazione di un “potere di moratoria” sospenderanno i pagamenti delle banche in difficoltà. Questo potere può essere attivato se viene accertato che la banca rischia il dissesto e se non sono immediatamente disponibili misure preventive. Consentirà inoltre all’autorità preposta alla risoluzione delle crisi di stabilire se sia nell’interesse pubblico mettere la banca in liquidazione o in insolvenza.Il campo di applicazione della moratoria sarebbe proporzionato e adattato a un caso concreto: se la risoluzione di una banca in dissesto, o che potrebbe fallire, non è nell’interesse pubblico, quest’ultima dovrebbe essere liquidata in modo ordinato e in conformità alle norme nazionali.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Whistleblower: approvate norme UE per proteggere gli informatori

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Chi divulga informazioni su attività illegali o dannose, acquisite nel contesto lavorativo, sarà protetto più efficacemente, dopo l’approvazione in via definitiva di nuove norme UE.La legislazione, adottata con 591 voti favorevoli, 29 contrari e 33 astensioni e già concordata con i ministri UE, stabilisce nuove regole a livello europeo per proteggere gli informatori che rivelano l violazioni del diritto comunitario in settori quali appalti pubblici, servizi finanziari, riciclaggio di denaro, sicurezza dei prodotti e dei trasporti, sicurezza nucleare, salute pubblica, protezione dei consumatori e dei dati.
Per garantire la sicurezza dei potenziali informatori e la riservatezza delle informazioni divulgate, le nuove norme consentiranno di comunicare le segnalazioni: all’interno dell’ente interessato (come un’azienda), direttamente alle autorità nazionali competenti, nonché agli organi e le agenzie competenti dell’UE. Pertanto, tali canali di comunicazione dovranno essere creati sia dalle aziende sia dalle autorità nazionali.Nei casi in cui non siano state adottate delle misure adeguate in risposta alla segnalazione iniziale di un whistleblower, o qualora si ritenga che vi sia un pericolo imminente per l’interesse pubblico o un rischio di ritorsione, l’informatore sarà comunque protetto in caso decidesse di divulgare pubblicamente le informazioni, senza passare attraverso questi canali (cfr. più sotto).La legge vieta esplicitamente le rappresaglie e introduce delle salvaguardie, per evitare che chi denuncia sia sospeso, declassato e intimidito o che si trovi ad affrontare altre forme di ritorsione. Saranno tutelati anche coloro che assistono gli informatori, come i facilitatori, i colleghi e i parenti.Gli Stati membri dovranno garantire che gli informatori abbiano accesso gratuito a informazioni e consulenze complete e indipendenti sulle procedure e sui mezzi di ricorso disponibili, nonché all’assistenza legale nel corso del procedimento. Durante i procedimenti giudiziari, gli informatori potranno ricevere sostegno finanziario e psicologico.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs back partial agreement on Justice Programme

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

The EU should promote non-discriminatory access to justice for all its citizens, as well as support gender equality. Plenary endorsed with 490 votes to 120, and 42 abstentions, the partial agreement reached between co-legislators on the EU Justice Programme for 2021-2027. The Programme will continue cultivating a European area of justice based on the rule of law, independence and impartiality of the judiciary, access to justice, mutual recognition and trust and cross-border cooperation.The Programme will, in all its actions, also promote gender mainstreaming, particularly gender equality, the rights of the child, the protection of victims and the effective application of the principle of equal rights and non-discrimination.More specifically, the programme aims to:facilitate and support judicial cooperation in civil and criminal matters, including by supporting the efforts to improve the effectiveness of national justice systems and enforcement of decisions;
support and promote judicial training to develop a common legal, judicial and rule of law culture among justice professionals; and to improve judicial cooperation and trust in cross-border proceedings;
facilitate non-discriminatory access to justice for all and effective redress, by promoting efficient procedures and supporting the rights of all victims of crime, including by electronic means.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare: nuove regole per rafforzare la fiducia dei consumatori

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Una banca dati comune europea sugli studi utilizzati per le autorizzazioni L’Autorità europea per la sicurezza alimentare può rendere pubblici gli studi Rispondere alle preoccupazioni espresse nell’Iniziativa cittadina sul glifosato Le nuove regole per garantire l’affidabilità e la trasparenza della procedura di valutazione dei rischi per la sicurezza alimentare nell’UE sono state adottate mercoledì. Già concordate con i ministri UE, le nuove regole assicurano che la procedura di valutazione del rischio dell’UE per la sicurezza alimentare sia più affidabile, trasparente e obiettiva.Il testo è stato state approvato con 603 voti favorevoli, 17 contrari e 27 astensioni.Le nuove norme creeranno una banca dati comune europea degli studi commissionati, per dissuadere le imprese, che richiedono un’autorizzazione per la vendita di un alimento, dal non divulgare gli studi sfavorevoli. Ciò consentirà all’ Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) di rendere pubblici tutti gli studi presentati e consentirne l’analisi da parte di terzi. In tal modo, si potrà considerare l’eventuale esistenza di altri dati scientifici o studi pertinenti, al fine di garantire l’accuratezza dei dati di cui dispone l’Autorità.Per garantire la trasparenza della procedura, i richiedenti dovranno divulgare tutte le informazioni pertinenti alla valutazione della sicurezza. Tuttavia, alcune informazioni, come il processo di fabbricazione o di produzione, possono essere mantenute riservate.Infine, la nuova legge introduce una nuova procedura consultiva, precedente alla presentazione, che consente all’EFSA di consigliare i richiedenti su come presentare correttamente la domanda di autorizzazione, rendendo il processo più affidabile.
La legge chiarisce come gestire la cosiddetta ‘doppia qualità’ dei prodotti
L’importo delle multe può arrivare al 4% del fatturato annuo. Un aggiornamento delle norme UE sulla tutela dei consumatori, per contrastare le recensioni ingannevoli online e la doppia qualità dei prodotti, è stato approvato. La nuova legge, già concordata con i ministri UE, aggiorna i diritti dei consumatori all’era di internet, garantendo ai consumatori maggiori informazioni sul funzionamento delle graduatorie online e quando esse derivino da post sponsorizzati. Le nuove regole mirano inoltre a rendere più trasparente per i consumatori l’uso delle recensioni online e dei prezzi personalizzati.I marketplace online e i servizi comparativi (ad esempio, Amazon, eBay, AirBnb, Skyscanner) dovranno rivelare i principali parametri che determinano la classificazione delle offerte risultanti da una ricerca. I consumatori dovranno inoltre essere informati da chi acquistano beni o servizi (da un commerciante, dal marketplace stesso o da un privato) e se sono stati utilizzati prezzi personalizzati.La direttiva tratta la questione della cosiddetta “doppia qualità dei prodotti”, ovvero i prodotti, commercializzati con lo stesso marchio in diversi Paesi UE, che differiscono per composizione o caratteristiche. Nel testo, si afferma che spetta agli Stati membri combattere la commercializzazione ingannevole.Quando sono soddisfatte determinate condizioni (ad esempio, commercializzazione simile in Stati membri di prodotti identici, con composizione o caratteristiche significativamente diverse e senza una giustificazione), la pratica potrebbe essere qualificata come ingannevole e quindi proibita. Inoltre, il testo include una clausola di riesame che impone alla Commissione di valutare la situazione entro due anni, per verificare se la doppia qualità dei prodotti debba essere aggiunta alla lista nera delle pratiche commerciali sleali.Per le infrazioni diffuse (ossia quelle che danneggiano i consumatori in diversi Paesi UE), l’ammenda massima disponibile negli Stati membri deve ammontare ad almeno il 4% del fatturato annuo del commerciante nell’esercizio finanziario precedente o, qualora non fossero disponibile informazioni sul fatturato, a un importo forfettario pari a due milioni di euro.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tackling terrorism: MEPs approve tighter rules on homemade explosives

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Homemade explosives used in 40% of terrorist attacks in the EU between 2015 and 2017 New chemicals added to the list of banned substances.
Clearer licensing and screening systems for the sale of dangerous chemicals.
Plans to update and tighten rules on the use and sale of chemicals that could be used to make homemade explosives were approved by MEPs, on Tuesday
Approximately 40% of terrorist attacks in the EU between 2015 and 2017 used homemade explosives, demonstrating clear gaps in the current rules. Furthermore, the security threat has been constantly evolving, with terrorists using new formulas and techniques to prepare homemade explosives.The new rules aim to close the gaps in current legislation by:
adding new chemicals to the list of banned substances. This would include sulphuric acid which is used to produce TATP, the explosive used in the 2015 attacks in Paris, the Brussels attack in 2016 and the Manchester attack in 2017;
tightening the licensing conditions to purchase and use explosives precursors, ending the current weak registration systems that allow people to buy restricted substances by simply showing an ID card;
clarifying that online marketplaces are equally covered by the rules on sale, and on the reporting of suspicious transactions.The restrictions will not apply to professionals who need to use these chemicals in connection to their trade or profession.Rapporteur Andrejs Mamikins (S&D, LV) said: “This is a victory of European security over the terrorist threat, which no Member State can tackle individually. The new rules will close security gaps in the use and sale of explosives by setting strict rules along the whole supply chain, regulating the online market and restricting access to certain substances for members of the general public.”The new rules were adopted by 616 to 7, 21 abstentions. The text still needs to be formally approved by the Council before entering into force.The new rules will apply 18 months after their publication. Issued licences will remain valid 12 months after the application of the new rules.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Improving data exchange between EU information systems

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

New measures to improve data exchange between EU information systems to manage borders, security and migration were adopted by MEPs.The new rules will make EU information systems used in security, border and migration management interoperable enabling data exchange between the systems. This will facilitate the tasks of border guards, migration officers, police officers and judicial authorities by providing them with more systematic and faster access to various EU security and border-control information systems.The main elements of the new legislation are:
European search portal allowing simultaneous searches, rather than searching each system individually;
Shared biometric matching service for cross-matching fingerprints and facial images from several systems;
Common identity repository providing biographical information such as dates of birth and passport numbers for more reliable identification;
Multiple identity detector, detecting whether a person is registered under multiple identities in different databases.
Furthermore, proper safeguards will be in place to protect fundamental rights and access to data.
The systems covered by the new rules would include the Schengen Information System, Eurodac, the Visa Information System (VIS) and three new systems: the European Criminal Records System for Third Country Nationals (ECRIS-TCN), the Entry/Exit System (EES) and the European Travel Information and Authorisation System (ETIAS).The rules on interoperability between EU information systems focusing on borders and visa were adopted by 511 to 123, 9 abstentions. The legislation on interoperability between EU information systems focusing on police and judicial cooperation, asylum and migration was approved 510 to 130, 9 abstentions.The new rules have already been agreed upon by the Parliament and Council negotiators in February. After the formal approval of the Council, member states will have two years to adopt the new rules.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protection of democracy and fundamental rights, with a focus on gender equality

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

The EU should do more to promote democracy, rule of law and fundamental rights across all its member states, putting particular emphasis on supporting gender equality, say MEPs.
Plenary backed on Wednesday the partial agreement reached with the Council of the EU on the Rights and Values Programme for the next budgetary period (2021-2027). Both institutions agreed to rename it Citizens, Equality, Rights and Values programme and that its purpose should be “to nurture and sustain a rights-based, equal, open, pluralist, inclusive and democratic society”.The Programme will continue seeking to promote equality and non-discrimination, encourage citizens’ engagement and participation in the democratic process, and fight violence, including gender-based violence, through support to civil society organisations at local, regional, national and transnational level.At the initiative of the EP, the protection and promotion of democracy and the rule of law will be specifically mentioned as the main aim, given that these are a prerequisite for protecting fundamental rights and for ensuring mutual trust among member states and of citizens’ trust in the European Union.MEPs managed to include, among the initiatives to be funded, remembrance activities on Europe’s historical memory, that allow to reflect on the causes of totalitarian regimes, in particular Nazism, Fascism, Stalinism and other communist regimes, as well as commemoration of their victims. Other actions that may receive support are town-twinning projects and those meant for the protection of victims of violence, particularly women and girls.The promotion of gender equality, including the fight against gender-based violence and active support to women’s rights organisations, will be a central element of the Programme. The text notes that tackling stereotypes and promoting equal access to work and the elimination of barriers to career progression are key. It points in this regard that focus should be put on work-life balance and on equal sharing of unpaid household and care work between men and women.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The energy of the new technological cycle requires large-scale investments and decisive political action

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Currently existing technologies for clean power requiring carbon capture and storage increase the cost of electricity by about 60%. New low-cost power systems based on oxy-fuel supercritical CO₂ will be commercially available in the mid-2020s. The so-called “Allam cycle” provides an opportunity not only to produce energy without harmful atmospheric emissions, but also has the additional advantage of low cost for electricity generation (6 cents per kilowatt).Sergey Alekseenko, the 2018 Global Energy Prize laureate, Head of the heat and mass transfer laboratory of the Institute for Thermophysics of the RAS Siberian Branch, underlined the importance of the development of environmentally friendly and efficient technologies to process fossil fuels. In particular, combined-cycle plants and advanced coal processing are the most important steps towards the decarbonization of energy. Although fossil fuels will remain a priority energy source for resource-rich countries Alekseenko stated the world energy mix will radically change due to the development of renewable energy sources (RES), which will start to dominate the global energy balance after 2050. Geothermal energy, and more specifically –petrothermal systems– ( based on hot dry rocks found from 3 to 10 km beneath the surface with temperatures up to 350°C) are the most promising procedures of generating alternative energy, Alekseenko highlighted. In contrast to the variability of sun and wind energy, “Petrothermal energy is on-demand and does not require any energy storage solutions. However, solar and wind energy will likely remain the predominant part of the global energy mix in the future. Therefore the development of renewable energy sources must be accompanied by the creation of efficient energy storage systems,” the scientist mentioned. Further elaborating on the imperative transition to renewable energy sources, Xiansheng Sun, Member of the Global Energy Prize International Award Committee and Secretary General of the International Energy Forum, stated that countries are trying to find an even balance between economic development and the solution of a variety of environmental issues. However, natural disasters caused by climate change are drivers that redirect counties’ development strategies. In pursuit of viable, sustainable energy markets, both corporations and developed countries are turning to new technologies, such as carbon capture, storage and utilization systems, big data analytics, automation, robotics, electric cars and smart grids.
Participants of the Summit concluded that the main challenge for the development of energy in the new technological cycle lies in the hands of political decision makers. While the leading scientists in the field are confident that efficient, environmentally friendly and economically viable technologies are available to provide holistic solutions that were previously impossible, politicians are called upon to take the necessary hard decisions today.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CIIE roadshows in Finland and Sweden prove popular

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Roadshows for the second China International Import Expo were recently held in Finland and Sweden, sparking interest among local business communities. More than 100 Finnish business representatives attended the event on April 9 at the Chinese Embassy in Finland. Two days later the roadshow arrived in Stockholm, attracting a similar number of attendees. CIIE is the world’s first import-themed national-level expo. A total of 172 countries, regions and international organizations participated in the first CIIE, where deals for intended purchases of goods and services worth $57.83 billion were signed.
Vice-Minister of Commerce Wang Bingnan attended both events. Speakingat the Finnish event, Wang said this year is the China-Finland Year of Winter Sports, and Finnish businesses, including those in the winter sports industry, are well-positioned to seize opportunities byattending the second CIIE to show their products and services and share the development dividend of the Chinese market.
In Stockholm, Wang said he hopes Swedish enterprises will utilize the CIIE as an important platform for cooperation to display their products, technologies and services, strive to expand the Chinese market and improve the level of China-Sweden economic and trade
cooperation. Finland will use its advantages in telecommunication technologies, clean energy, and biology, and actively participate in the second CIIE, said Jusa Susia, chief of Business Finland East Asia. Susia added that Finland will look to expand cooperation with
China in winter sports and early childhood education. The Swedish Trade and Investment Council meanwhile will encourage Swedish enterprises to register for the second CIIE to show the world the country’s charm and power, said Andrea Staxberg, a senior manager
of the council. Five Finnish companies registered for the second CIIE at the event, with Elozo Oy, registering for the third CIIE. A number of Swedish companies also registered for the second CIIE, and Plantamed AB, a Swedish pharmaceutical company, signed a formal agreement for attending the exhibition in November. Eight Swedish companies had previously signed up.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CWT Secures Cyber Essentials Certification

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Minneapolis, CWT, the B2B4E travel management platform, has secured a UK Cyber Essentials certification. This UK Government-backed scheme is designed to protect organizations and their data against a wide range of cyberattacks.
“Compliance with this scheme highlights our strong commitment to cybersecurity,” said Harshal Mehta, CWT’s Chief Information Security Officer. “Various laws around the world, like the EU’s General Data Protection Regulation (GDPR), mandate tough standards for data security. This certification marks another important milestone for CWT’s security program which already includes PCI DSS and SOC certifications, and it shows our clients how seriously we take our duty to protect their data.”The UK Government worked with the Information Assurance for Small and Medium Enterprises (IASME) consortium and the Information Security Forum (ISF) to develop Cyber Essentials, a set of basic technical controls to help organizations protect themselves against common online security threats. The full scheme, launched on 5 June 2014, is backed by UK industry bodies, including the Federation of Small Businesses, the CBI and various insurers.
CWT is a Business-to-Business-for-Employees (B2B4E) travel management platform. Companies and governments rely on us to keep their people connected – anywhere, anytime, anyhow – and across six continents, we provide their employees with innovative technology and an efficient, safe and secure travel experience. Every single day, we look after enough travelers to fill more than 100,000 hotel rooms, while our meetings and events division handles more than 100 events every 24 hours.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cloudflare Launches AMP Real URL to Give Publishers and Site Owners More Control Over Their Brands

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Cloudflare, the leading Internet performance and security company, today announced that it is launching AMP Real URL to give Accelerated Mobile Pages (AMP) publishers the ability to display content under their own unique domains, rather than AMP-generated domains. With AMP Real URL, Cloudflare customers using AMP can get all the performance benefits of AMP without sending visitors to a domain they do not control.
The AMP Project, founded by Google, is an open-source initiative aimed at optimizing mobile content and making it available anywhere, instantly. AMP is great at providing content quickly to users and is especially crucial for driving traffic to eCommerce sites and news publishers. Google Search directs Internet users to AMP-enabled results (identified by a lightning bolt). Historically, AMP required the Google URL to appear in a browser’s address bar, meaning that publishers could not display their own domains and direct visitors to their own sites. AMP Real URL keeps traffic on publishers’ sites, giving them control over their pages, analytics, and the way their content is displayed to users.To build this at scale, Cloudflare worked with Google to implement an emerging standard called Signed Exchanges. This technology, paired with Cloudflare’s global network of 175 data centers in 75+ countries, allows Cloudflare to digitally sign each AMP page it delivers to Google’s AMP Cache. Supported browsers will now show actual domains (example.com) instead of the Google AMP URL (google.com/amp/example.com) so that publishers can control their own cookies, analytics, and brand in their URL bar. Cloudflare is currently the only company with a CDN solution to implement AMP Signed Exchanges. Cloudflare customers can enable this feature with one-click on their dashboards, and it will roll out over the next few weeks.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »