Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 1 maggio 2019

ERI Launches A.I.-Driven Robotic System at Indiana Facility

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

ERI, the nation’s leading fully integrated IT and electronics asset disposition provider and cybersecurity-focused hardware destruction company, has announced the installation and launch of its groundbreaking A.I.-driven robotic system at its Indiana facility.Following on the heels of ERI’s installation of its A.I. and robotics technology at its Fresno, California headquarters, the company has installed its Super Automated Machine (SAM) sorting robotic technology at its Indiana plant.The robotic system, designed by Colorado-based AMP Robotics, is integrated into ERI’s scrap metal sorting line. SAM separates shredded material such as aluminum, printed circuit boards, yellow brass, capacitors, and copper products into a clean stream, based off a vision system to identify the target material that then sends it to the A.I. (brain) that then determines what action the robot should pick. The picking is done via vacuum system. The robotic system at ERI can achieve about 70 picks per minute in its current configuration. Plus, it processes 10 different streams of shredded material.“With steady growth of 10-15 percent per year, we are always looking for innovative ways to enhance efficiency,” said John Shegerian, ERI’s Co-Founder and Executive Chairman. “Working with our friends at AMP we have developed smart technology that increases our sorting accuracy as our processing volume increases so we can free up our employees to perform ITAD and data wiping services. We are really excited about robots and A.I. and being the first in our industry to incorporate them into the process.” Shegerian added that by the end of 2019, the company will have added robotics and A.I. to its other facilities across the country.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prevenzione e repressione alle droghe spiegato agli studenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Si è concluso lo scorso fine settimana il ciclo di conferenze di educazione alla prevenzione organizzato dal Centro di Formazione Professionale di Terni. L’Istituto ha voluto infatti avvalersi della collaborazione dell’associazione Narconon per integrare nel proprio programma scolastico 2018-19 una serie di conferenze per i suoi studenti affinché siano educati alla salvaguardia della propria vita. Quest’ultima conferenza ha visto la partecipazione, oltre che ai responsabile del gruppo di prevenzione Narconon Terni, anche della dott.ssa Grenga, Comandante della Polizia Stradale ternana. Nella prima parte della conferenza, i docenti e gli oltre 100 studenti presenti hanno potuto comprendere l’inesistente differenza fra doghe leggere e droghe pesanti, gli effetti che queste sostanze causano sulla mente e il corpo e in particolare la diminuzione di attenzione mentale che procurano. La seconda, dedicata all’intervento della dott.ssa Genga, è stata incentrata sul mostrare gli aspetti legali e le gravi conseguenze procurate dalla flagranza dell’uso delle sostanze psicotrope. Per evidenziare la pericolosità della guida sotto gli effetti delle droghe e dell’alcol, sono stati mostrati dei veri video di incidenti stradali tratti dagli archivi storici della Polizia Stradale. Al termine della conferenza ai presenti è stata donata una pratica brochure sulla Marijuana che ne descrive gli effetti, i danni e ne confuta le principali falsità che circolano nella società attorno a questa “droga leggera”. Con la fine del ciclo di queste conferenze educative si può certamente confermare il positivo riscontro che questo genere di iniziative ha sui giovani, ma non di meno sui docenti, che hanno potuto arricchirsi e responsabilizzarsi grazie alle informazioni ricevute ed all’interazione con i volontari Narconon. Certamente anche l’intervento interdisciplinare da parte della comunità Narconon e della Polizia Stradale, che ci auguriamo possa continuare anche nel futuro, potrà dare i suoi frutti in termine di giovani sobri e di vite salvate.

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La formazione delle giovani leve al Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Partiti da qualche anno i percorsi di Alternanza scuola-lavoro, oggi trasformati in Pcto: Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, vedono la loro realizzazione anche all’interno del Parco Archeologico di Ercolano. I percorsi formativi che il Parco propone si rivolgono a diversi indirizzi di studio (classico, scientifico, linguistico, turistico e alberghiero) e sono stati elaborati in seguito alle relazioni stabilite con i dirigenti e i docenti degli Istituti del territorio ercolanese e campano con i quali sono state stipulate convenzioni, con l’obiettivo di soddisfare le istanze formative degli indirizzi di studio di ciascuno degli Istituti partner. Tali percorsi presentano sempre uno stretto collegamento con le molte attività svolte dallo staff del Parco e si inseriscono, organicamente e in una prospettiva pluriennale, nelle diverse tipologie di attività del sito.La metodologia didattica messa in campo intende concretizzare il concetto di pluralità e complementarietà dei diversi approcci nell’apprendimento, realizzando un organico collegamento delle istituzioni scolastiche con il mondo del lavoro e la società civile, e congiungendo il momento formativo con quello operativo. Inoltre, si pone l’obiettivo di accrescere la motivazione allo studio e di guidare i giovani nella scoperta delle vocazioni personali, degli interessi e delle modalità di apprendimento individuali, arricchendo la formazione scolastica con l’acquisizione di competenze maturate “sul campo”.
“La possibilità di ospitare studenti, durante gli anni della loro formazione, grazie ai percorsi Pcto – dichiara il Direttore Sirano – rappresenta un importante anello di congiunzione tra le nuove generazioni e la storia passata che il Parco Archeologico rappresenta. Potendo svolgere attività pratiche all’interno del sito i ragazzi sentono il Parco parte integrante della loro storia, della loro crescita e ne riescono ad individuare le potenzialità per futuri sbocchi lavorativi e professionali”.Nello specifico il Parco Archeologico di Ercolano ha attivato percorsi cha vanno dall’’Audience Development’ all’accoglienza ed orientamento dei visitatori, dalle “visite speciali” alla manutenzione ordinaria e ai laboratori artigianali.
L’Audience Development mira ad un processo strategico e dinamico di allargamento e diversificazione del pubblico e di miglioramento delle condizioni complessive di fruizione. Gli studenti compileranno un questionario, già predisposto dall’HCP in italiano, inglese e francese, mediante interviste dirette ai turisti; e con l’ausilio di mappe e schede create ad hoc, faranno rilevamenti sui percorsi di visita svolti dai gruppi con guida turistica e sulle modalità di fruizione e sull’indice di gradimento della mostra SplendORI, allestita nell’Antiquarium del Parco. Inoltre, gli studenti parteciperanno attivamente all’elaborazione dei dati raccolti durante le attività ASL della primavera 2018, così da avere piena consapevolezza di tutte le fasi del processo di audience dei visitatori e dell’esito finale dell’attività svolta in un’ottica pluriennale di tirocinio.
Per il capitolo riguardante l’’Accoglienza al Parco, si propone agli Istituti convenzionati un’attività di accoglienza dei visitatori in edifici del sito che rientrano nel percorso di visita, come ad esempio le Terme centrali, la Casa del Tramezzo di Legno, la Casa Sannitica, la Casa dei Cervi e la Casa dello Scheletro). Luoghi del sito, che risultando più frequentati degli altri, forniscono un’ottima occasione agli studenti per imparare a relazionarsi con i turisti in più lingue, fornire indicazioni sul sito, e vigilare sul rispetto delle strutture e dei manufatti antichi.Altro interessante sviluppo sarà quello di ‘Una visita speciale’, che si propone di creare un dialogo tra i ragazzi degli Istituti Superiori di Ercolano e gli studenti, più piccoli e più grandi, degli Istituti Comprensivi ubicati nelle vicinanze del Parco, ovvero ospiti da regioni d’Italia. Infatti, saranno proprio gli studenti a preparare un itinerario, con relativa tempistica, e a guidare nel Parco scolaresche di quarta o quinta elementare o di scuole superiori ospiti, raccontando la storia di Ercolano e dell’eruzione, dello scavo e della scoperta, e accompagnandoli nelle strade e nelle case della città antica, che si estende ancora oggi sotto la loro città e le loro abitazioni.E’ previsto inoltre il coinvolgimento dei giovani nell’ambito della manutenzione ordinaria del sito; la realizzazione di laboratori dimostrativi presso la mostra “SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano” con lavorazioni su soggetti e materiali ispirati ai reperti esposti nelle vetrine

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema: I fratelli Sisters

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Dal 2 maggio 2019 arriva nelle sale italiane un film di Jacques Audiard con John C. Reilly, Joaquin Phoenix e Jake Gyllenhaal. Tratto dall’omonimo romanzo di Patrick deWitt
Far West, 1851. Tra le illustri dimore di Oregon City svetta la grande villa di un uomo potente dai tanti intrallazzi e dalle altrettante preoccupazioni. È noto come il Commodore poiché nessuno conosce il suo vero nome e, nella sua augusta dimora, dispensa le istruzioni per i «lavoretti» dei suoi sicari prediletti: Charlie ed Eli Sister, fratelli di sangue e di crimine. L’ultimo «lavoretto» riguarda un tipo bislacco, un cercatore d’oro chiamato Hermann Kermit Warm. Calvo, barba rossa incolta, il ventre strabordante di una donna incinta, Warm passa ore e ore nei saloon di San Francisco, pagando il whisky con polvere d’oro zecchino e dilettandosi con la stramba lettura di libri di scienza e di matematica.
Il compito dei fratelli Sister è chiaro: trovare Warm e accopparlo, a mo’ di monito per chiunque si azzardi a fare quello che Warm ha osato: derubare un uomo potente.
Irruento, attaccato alla bottiglia di whisky, duro di cuore, Charlie Sister non vede l’ora di mettere le mani sulla pellaccia del cercatore d’oro, anche perché accoppare qualcuno è una faccenda che non gli dispiace affatto. Scettico sui reali scopi del Commodore, sensibile come può esserlo un killer che non si diverte piú di tanto a far fuori il prossimo, Eli accetta, invece, il «lavoretto» a malincuore.
Anche perché l’incarico questa volta non è dei piú facili. Warm sarà pure un tipo bizzarro, ma gira armato di una piccola Colt appesa a una fascia legata in vita e ha tutta l’aria di voler difendere a tutti i costi il suo soggiorno in questo mondo. La strada per Sacramento, poi, dove il cercatore ha la sua miniera, è lunga e per niente agevole.
Avverando i timori di Eli, il viaggio dei Sister si rivela una vera e propria odissea. Lungo il sentiero per la California i due fratelli passano da una peripezia all’altra incontrando, tra gli altri, un sedicente dentista che cava denti dopo aver fallito negli affari sporchi e in quelli puliti, nell’amicizia e nell’amore; una strega; un grizzly; una tisica tenutaria di saloon di cui Eli si innamora perdutamente e una quantità di altri personaggi tra i piú folli del vasto campionario delle terre di frontiera.
Finalista al Booker Prize 2011, «saga di frontiera entusiasmante, comica e, inaspettatamente, commovente» (Publishers Weekly), I fratelli Sisters ha riscosso l’entusiasmo della critica e dei lettori inglesi e americani e ha rivelato sulla scena letteraria internazionale il talento di Patrick deWitt.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra “Frammenti – Omaggio a Pina Bausch”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Roma È visitabile fino a sabato 11 maggio, presso Il Margutta Vegetarian Food & Art, la mostra “Frammenti – Omaggio a Pina Bausch” con le fotografie di Ninni Romeo: un viaggio temporale, a dieci anni dalla scomparsa della grande artista tedesca, alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. L’esposizione, voluta dalla Daniele Cipriani, Arte sostenuta da Tina Vannini e ospitata presso il ristorante vegetariano, a Roma, in via Margutta 118, è curata dalla giornalista e photo editor Frédérique Deschamps, con testo di presentazione firmato dalla giornalista e scrittrice Leonetta Bentivoglio. Sono esposte 44 fotografie bianco e nero e colore, in diversi formati di stampa, di cui due ritratti di Pina Bausch e immagini di diversi spettacoli. Ingresso libero. Per il finissage, invece, l’appuntamento con l’artista e con gli organizzatori è per mercoledì 8 maggio ore 19.
Un viaggio temporale, a dieci anni dalla sua morte, avvenuta il 30 giugno 2009, lungo trentacinque anni alla scoperta del suo cammino, personale e professionale. Dal Sacre du Printemps del 1975 al Cafè Müller del 1978, da Palermo Palermo del 1989 al Vollmond del 2006. Senza tralasciare il Bamboo Blues del 2007, ispirato all’India, e la sua ultima creazione, …como el musguito en la piedra, ay sì, sì, sì… del 2009, ispirata al Cile. Protagonista della mostra non solo lei, ma tutta la sua arte, fatta di espressione e drammaticità, provocazione ed eleganza. Nonché di “disordine”, il “suo” caos, che trae spunto dalla tradizione, rispettandola e onorandola, per scardinarne la prevedibilità. Puntando non solo alla bellezza dei movimenti, quanto alla loro forza ed essenza.
Ninni Romeo racconta della familiarità che, sin da bambina, Pina Bausch aveva con i ristoranti, dato che i genitori ne gestivano uno nella sua città natale. Quindi aggiunge: “Credo che le piacerebbe sapere che frammenti del suo lavoro sono esposti nello spazio dello storico ristorante vegetariano di via Margutta – racconta la fotografa – e penso che amerebbe anche sapere che le immagini dei suoi spettacoli rivivono nella stessa strada in cui, pochi metri più in alto, abitava il suo amico e appassionato estimatore Federico Fellini, frequentatore assiduo del Margutta. Ora, è come se piccole parti di storie e personaggi del Tanztheater Wuppertal fossero affettuosamente sorvegliate dallo sguardo del regista di E la nave va, film in cui Fellini fece debuttare come attrice cinematografica la sua adorata Pina”. Web: https://uozzart.com/

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto omaggio a Vasco Rossi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Palermo 16 maggio alle 21,30 al teatro Jolly in via Costantino Domenico 54 e il 17 maggio, sempre alle 21,30, al teatro Nelson Mandela in via Giuseppe Barone i musicisti Andrea Braido e Andrea Cucchia saranno lo spettacolo puro del doppio concerto omaggio a Vasco Rossi. I due, accompagnati dai Colpa D’alfredo, unica band siciliana riconosciuta dal “Blasco”, attraverseranno musicalmente l’intera storia di Vasco Rossi.Il chitarrista Andrea Braido è un poliedrico musicista capace di suonare anche basso, batteria e percussioni e che annovera tantissime collaborazioni tra cui Patti Pravo, Mina, Ramazzotti, Celentano, Ligabue e tanti altri. Il sassofonista Andrea Innesto, detto “Cucchia”, è un collaboratore storico di Vasco Rossi da più di trent’anni e di tanti artisti famosi tra cui Loredana Bertè, Gianni Morandi e Biagio Antonacci.I biglietti in entrambi gli appuntamenti si possono comprare al botteghino dei due teatri o online al costo di 20 euro, inclusi diritti di prevendita.Il concerto è organizzato da In the Spot Light.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Stipendi docenti da fame

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Anief spiega perché l’accordo del 24 aprile a Palazzo Chigi risulta fallimentare e non risolve un bel niente sulla valorizzazione del personale docente e anche Ata, meno che mai se paragonato a quanto avviene in Europa: per il 17 maggio, si conferma lo sciopero insieme ai sindacati autonomi che non accettano ricatti, anche con sit-in nella capitale per essere convocati e ascoltati dal Parlamento e da chi governa il Paese.
Ci sono almeno cinque ragioni per cui Anief, assieme ai sindacati di base ed altre organizzazioni autonome, ha detto no all’intesa sulla scuola realizzata la scorsa settimana dal Governo con i sindacati maggiori e che ha portato alla frettolosa sospensione dello sciopero da parte degli stessi firmatari dell’accordo con il premier Giuseppe Conte.
L’invalidità finanziaria nelle assunzioni per via dell’abolizione del primo gradone stipendiale voluto dal CCNL del 4 agosto 2011 e coperto dalla Legge 128/12 rappresenta la prima motivazione che ha portato l’ISTAT a certificare la perdita di almeno mille euro negli stipendi degli insegnanti dal 2011 al 2019. Quasi un insegnante su due neo-assunto in questo periodo risulta infatti con una carriera “raffreddata”, per via dell’eliminazione del primo scatto di anzianità che si consegue nella ricostruzione di carriera prodotta delle amministrazioni a partire dal secondo anno di servizio. La disparità di trattamento negli scatti stipendiali tra personale a tempo determinato e indeterminato, contraria al diritto dell’Unione Europea, come certificato dalla Cassazione eppure vigente, è all’origine dell’abuso dei contratti a termine e della comune volontà di Governo e Sindacati di assumere il personale con invarianza finanziaria.
Il mancato adeguamento dell’organico di fatto all’organico di diritto, che continua ad essere attuato dallo Stato per contenere la spesa nell’erogazione del servizio scolastico, così da utilizzare un docente su cinque come supplente al termine delle lezioni o delle attività didattiche, violando sempre il diritto dell’Unione. La chiusura delle graduatorie ex permanenti nasce dalla ragionevole volontà di esaurire le graduatorie dei precari, ma nei fatti ha provocato l’irragionevole reiterazione dei contratti a termine per via del fatto che soltanto un docente su dieci è chiamato dalle stesse per fare le supplenze, mentre la maggior parte dei precari è chiamato dalle graduatorie d’istituto pur in possesso dell’abilitazione e a volte addirittura dalle domande di messe a disposizione senza alcun titolo. Questo fenomeno alimenta la reiterazione dell’abuso dei contratti a termine, combinato con le ragioni precedenti, vista la chiusura del doppio canale di reclutamento che invecchia anche l’età media del personale docente. Il disallineamento degli stipendi dall’inflazione, che è misurabile in dieci punti percentuali dell’attuale stipendio rispetto al blocco decennale del contratto e agli aumenti dell’ultimo rinnovo per il 2016/2018, conferma perché l’applicazione dell’indennità di vacanza contrattuale, più i 100 euro promessi, non servono a recuperare la perdita del potere d’acquisto anche del personale del ruolo che continua per metà anni di servizio ad avere la carriera “raffreddata” per la mancata valutazione per intero del servizio pre-ruolo. A questo proposito, Anief ha già individuato le risorse per raddoppiare questa cifra a legislazione vigente.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Scioperi, Anief conferma e raddoppia: sì alle mobilitazioni del 10 e 17 maggio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Sono troppi i temi trascurati o male affrontati: il passaggio del personale dallo Stato nella regionalizzazione dell’istruzione pubblica e la ridistribuzione delle risorse tra le regioni, la mancata riapertura delle GaE con nuovi e inutili concorsi straordinari, la trascuratezza verso gli idonei agli ultimi concorsi, il prezioso ruolo dei vicari dei presidi e il personale di ruolo che chiede il trasferimento in altra provincia, l’elusione delle direttive europee sulla stabilizzazione automatica dei precari storici con oltre 36 mesi di servizio, l’abbandono al loro destino dei diplomati magistrale e il loro licenziamento, la disapplicazione della norma sui passaggi professionali verticali del personale Ata, l’adozione di stipendi ridicoli che necessitano di almeno 200 euro ulteriori di aumenti, l’assegnazione ai precari dello stipendio base senza alcuna considerazione dei periodi di precariato se non in fase di ricostruzione di carriera e anche limitata, i trasferimenti ancora oggi castrati da norme anacronistiche, come quelle che vietano di andare a coprire posti solo sulla carta di fatto, ma in realtà liberi a tutti gli effetti. Ecco perché Anief ha deciso di confermare e raddoppiare i giorni di stop dal lavoro, come ufficializzato dalla Commissione di Garanzia: il 10 maggio a fianco del Cub; una settimana dopo, il 17 maggio, con Cobas e Unicobas. Marcello Pacifico (Anief): Lo sciopero per noi è inevitabile, anzi di fronte ad un accordo così pericoloso che apre il via alla regionalizzazione come quello raggiunto qualche giorno fa, diventa ancora più importante aderirvi.Quello del 24 aprile proposto dal premier Giuseppe Conte e accettato dai sindacati maggiormente rappresentativi è solo un accordo di facciata, che lascia inalterati i problemi della scuola. Perché l’unica certezza che abbiamo oggi è quella del dato tendenziale contenuto nel Documento di economia e finanza, approvato dal Governo e ora all’esame del Parlamento: nel Def è infatti previsto che la spesa per l’Istruzione pubblica scenda in modo graduale sino a raggiungere nel 2040 la miseria del 3,1%, mentre la media dell’Unione Europea sfiora il 5%, con punte del 7%. ll documento di economia e finanza del Governo prevede poi sì l’adozione dei soli incrementi stipendiali legati all’indennità di vacanza contrattuale, tra l’altro da adottare per legge, ma anche questi sono stati introdotti in modo incompleto e senza tenere conto dell’aumento di dieci punti percentuali del costo della vita dal 2008 in poi, non coperto né assorbito dagli incrementi applicati con gli ultimi contratti (motivo per cui Anief continua a chiedere al giudice del lavoro di adeguare l’indice al tasso IPCA reale e non aggiornato dal settembre 2015). Gli stessi rilievi espressi sul Def nei giorni scorsi dalla Commissione Cultura della Camera, che ha puntato il dito sulla mancanza di coperture per delle proposte legislative della stessa maggioranza, la dicono lunga sulla volontà effettiva del Governo giallo-verde di invertire la rotta sulla scuola.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IMD e Pictet hanno sottoscritto l’accordo triennale per riconoscere l’eccellenza nella sostenibilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Losanna, Svizzera. IMD, la business school indipendente con radici svizzere e rilevanza globale, e Pictet, tra i principali wealth manager e asset manager indipendenti in Europa, uniscono le forze per celebrare le imprese familiari che si pongono in evidenza per la qualità del loro lavoro e l’impegno a favore della sostenibilità. Insieme hanno istituito l’IMD-Pictet Sustainability in Family Business Award.
«In un’epoca di crescente sfiducia nei confronti delle istituzioni, IMD e Pictet stanno creando questo premio per incoraggiare e aiutare i leader e le organizzazioni a essere una forza di bene nel mondo. Le imprese familiari sono tra le più proattive in quest’area, poiché comprendono l’importanza del pensiero a lungo termine” ha osservato il presidente IMD Jean-François Manzoni. «Siamo lieti di lanciare questo premio unitamente a Pictet, una istituzione con solidi valori e un chiaro interesse per la sostenibilità».
Il premio è focalizzato in particolare sulla strategia, le iniziative, l’impatto, la capacità di realizzazione e l’impegno nel campo della sostenibilità. Il professore IMD e Award Director Sameh Abadir ha detto: «Sono entusiasta di avere l’opportunità di lavorare a questo premio e assicurare che le iniziative sostenibili meritevoli siano riconosciute e celebrate su una piattaforma globale».
Questo premio, che verrà assegnato presso la business school IMD a Losanna il 5 dicembre 2019, è uno dei due che vengono conferiti ogni anno da IMD alle imprese familiari. Il primo èl’affermato IMD Global Family Business Award sponsorizzato da Pictet, che celebra l’eccellenza nelle imprese familiari ed è generalmente considerato come il riconoscimento più prestigioso per le imprese familiari globali di successo.La famiglia Scheufele, che è parte integrante della lunga storia di Chopard, una impresa familiare con un impegno a lungo termine a favore delle pratiche aziendali sostenibili, offrirà il trofeo che verrà consegnato all’impresa vincitrice.
Il Global Family Business Award è un elemento di distinzione per le imprese familiari in tutto il mondo fin dal 1996.
IMD è una business school indipendente con radici svizzere e rilevanza globale. Focalizzata sullo sviluppo dei leader e sulla trasformazione delle organizzazioni, IMD progetta e realizza interventi che mettono in discussione l’esistente e ispirano il futuro.Negli ultimi sette anni, IMD si è consecutivamente classificata al primo posto a livello globale per i programmi Open Executive e tra le top three overall per l’Executive Education (Financial Times 2012)
Il Gruppo Pictet è una società di persone con otto soci che si occupano direttamente della sua conduzione, nel rispetto di principi di successione e trasmissione della titolarità che sono rimasti invariati sin dalla fondazione nel 1805. Si dedica esclusivamente al wealth management, all’asset management e agli asset services. Il Gruppo non svolge attività di banca d’investimento e non concede prestiti commerciali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le disfunzioni delle valvole cardiache colpiscono oltre un milione di italiani e ben il 10% degli over 65

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Roma, 3 maggio 2019 ore 11.15 Auditorium Antonianum, Viale Manzoni 1 interverranno Giuseppe Tarantini, Presidente GISE e Battistina Castiglioni, membro dell’esecutivo GISE. Nonostante i progressi scientifici e tecnologici nel campo dell’interventistica cardiovascolare, l’accesso alle innovative terapie transcatetere sul territorio nazionale è fortemente disomogeneo e iniquo. Restano numerosi ostacoli clinici, logistici ed economici che rischiano di penalizzare fortemente il paziente.
Il GISE, Società Italiana di Cardiologia interventistica (già Gruppo Italiano di studi emodinamici), proprio per garantire gli standard di cura e promuovere il confronto su politica e gestione sanitaria, organizza il GISE Think Heart, appuntamento giunto alla sua quarta edizione. Riportare il paziente al centro, dando evidenza alla sostenibilità in termini di appropriatezza clinica e organizzativa, aggiornamento continuo ed equità di accesso, sarà il tema di quest’anno. Il GISE Think Heart sarà inoltre l’occasione per presentare i dati di attività di 271 centri di emodinamica italiani.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Quando il digital diventa coaching learning

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

L’evoluzione è ciò a cui aspira l’uomo: trasformazione, cambiamento ma soprattutto miglioramento. In una società sempre più digital e tecnologica, il modo vincente per evolvere è attuare il passaggio dall’essere sapiens a i-sapiens, dove la i può rappresentare l’io, l’innovazione, l’ispirazione: ossia una nuova luce per il futuro. Ed è così che nasce isapiens, un’azienda operativa nel settore della formazione digitale presente sul mercato con il marchio esclusivo AliveLearning, che la contraddistingue dalle metodologie e tecnologie di e-learning sviluppate e diffuse nell’ultimo ventennio.
Nella battaglia impari tra uomo e tecnologia (sempre più avanzata), può salvarsi dall’irrilevanza solo colui che si dimostra capace e aperto a un apprendimento costante e disposto ad approfondire – regolarmente – le competenze necessarie per rispondere alle esigenze del lavoro. Ecco cosa offre isapiens: un’evoluzione professionale, grazie a un modello di insegnamento che va oltre la formazione tradizionale e digitale, superando anche il gradino dell’e-learning.All’interno di un mercato in forte cambiamento – come quello dell’education – ma comunque in crescita, l’Azienda propone, come servizio principale, il Blended learning, ossia una formazione “mista” che prevede la presenza, su differenti livelli, di un coach. Per questa ragione isapiens ha un quid in più rispetto alle già consolidate attività di formazione online: l’utente accede non più a cataloghi di corsi anonimi ma ad un catalogo di coach in cui l’interazione con esso può essere a distanza in modo asincrono, dal vivo o, meglio ancora, one-to one. “Your evolution partner” è, infatti, il claim di isapiens ed è attorno a questa idea che ruota l’interesse verso uno “sviluppo di competenze, abilità e comportamenti che possano diventare skills per rendere l’uomo rilevante in un mondo del lavoro dominato dalle macchine” dichiara Michelangelo Ferraro, CEO isapiens, “è necessario, quindi, coltivare e diffondere la cultura, salire di livello e diventare imprenditori di noi stessi per quanto concerne la nostra formazione, anche grazie al supporto della tecnologia”.L’attenzione rivolta al futuro, alla professionalità e alla dedizione per il lavoro che si svolge, è l’anima di isapiens che da sempre si mostra all’avanguardia nella formazione del personale di grandi aziende che puntano e investono in un team di professionisti specializzati e con competenze qualificate. (fonte: http://www.isapiens.com)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“In merito alla legge sulle autonomie penso sia incostituzionale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Lo dichiara Fabio Rampelli vicepresidente della Camera e deputato di Fdi: L’articolo 116 della Costituzione – soggiunge -dà la possibilità, è vero, di concordare nuove competenze alle Regioni, ma con una riserva di legge. Questo vuol dire che la richiesta va normata con una legge che dica in maniera chiara cosa deve accadere senza differenze tra cittadini e aree” – ha commentato il vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, Fabio Rampelli, a margine della presentazione di un nuovo consigliere di Fratelli d’Italia, Riccardo Graceffa, nel IX Municipio di Roma. “Vogliono partire da tre Regioni del Nord e non ci sentiamo affatto rassicurati dal fatto che ci dicono che ci sono altre Regioni che stanno chiedendo l’autonomia. Non la Lombardia. Non il Veneto. E nemmeno l’Emilia Romagna. La prima emergenza, se si parla di autonomie differenziate, è Roma Capitale – prosegue Rampelli. Basterebbe che il Governo nazionale all’interno del quale c’è il Movimento 5 Stelle, che esprime la Raggi come sindaco di Roma, e la Lega, che esprime il ministro degli Interni, si concentrassero sulla città e Roma potrebbe vedere risolti i suoi problemi in 5 anni. Tutti. E’ inaccettabile che la Capitale d’Italia venga trattata in questa maniera. Oggi, anche i più critici, sembrano tutti sostenitori postumi della Capitale, ma questo è un tema che Fdi cavalca da lungo tempo. Il ministro degli Interni potrebbe portare 2.000 nuovi agenti a Roma, cosa che non viene fatta. Realizzare commissariati nelle periferie e nelle borgate, cosa che non viene fatta. Infine potrebbe intervenire sui campi nomadi, che sono nella gestione del Comune ma che sono di competenza anche sua viso che all’interno degli insediamenti vengono commessi reati come i roghi tossici. E nemmeno questo viene fatto. Alla Capitale d’Italia mancano visione, poteri e trasferimenti economici ed è quindi paragonabile a qualsiasi altro Comune italiano quando invece dovrebbe essere equiparata alle altre capitali europee”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Autonomie: “No a intese unilaterali tra governo e regioni”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Dichiara l’on.le Rampelli vicepresidente della Camera e deputato di Fdi: “Affinché il mio pensiero sulle autonomie sia completo e corretto intendo precisare che non sono contrario a un nuovo sistema di autonomie, ma favorevole a una distribuzione equanime di poteri, competenze e risorse tra i territori dell’Italia, che possibilmente consideri centrale Roma, unica capitale europea a non avere poteri speciali, a non ricevere i beni culturali che possiede da mettere a reddito (li ha lo Stato), a non avere le risorse sufficienti per pagare i servizi di 800 sedi internazionali, uno Stato estero, ma anche quelli necessari per far funzionare musei, siti archeologici e monumentali che fruttano introiti al Mibact ma risultano costi fissi per il Comune. Per questo occorre una legge ordinaria, come prevede l’articolo 116 della Costituzione, non si può modificare la nostra Carta in forza di intese unilaterali tra regioni e governo. Il tutto rammentando a chi si agita che Roma ha un importante residuo fiscale e paga la più alta Irpef e la seconda Tari d’Italia. M5S e Lega Nord devono governarla, hanno il dovere di farlo, non hanno invece alcun diritto di specularci sopra azzuffandosi per un pugno di voti in più. Oltretutto raccontando sul conto della Capitale sonore bugie e facendo finta di non sapere che sono i Comuni e le Province a dover avere più poteri e non le regioni”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siamo sicuri di sapere davvero come funziona l’Europa?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Siamo sicuri di comprendere appieno le conseguenze del voto che ci attende a maggio? Con queste domande pressanti in mente, Riccardo Perissich ha voluto mettere in campo tutta la sua professionalità, la sua esperienza pluridecennale e le sue ampie conoscenze delle dinamiche europee per fare un po’ di chiarezza. L’Europa unita è nata come un sogno, prima vagheggiato nel Manifesto di Ventotene a opera di tre intellettuali antifascisti italiani nel 1941, e poi concretamente iniziata da tre capi di governo europei (Schuman, Adenauer, De Gasperi) sulle macerie di un continente devastato dalla più violenta e crudele delle guerre. Quello era il sogno, l’idea rivoluzionaria di un’Europa mai più schiava di guerre, una potenza sovranazionale in grado di gestire i conflitti in maniera pacifica. Col passare degli anni l’Europa ha visto la luce, tra mille compromessi e veti incrociati delle diverse identità nazionali, fi no a raggiungere l’istituzione della moneta unica nel 2002. È però intervenuta la più grave crisi economica dell’ultimo secolo. Il risveglio del nazionalismo russo, un’America più isolazionista, il terrorismo islamico e le ondate migratorie hanno reso il mondo minaccioso. Sarebbe stato necessario aggiungere l’integrazione politica a quella economica, ma i governi non sono riusciti a trovare il consenso su come progredire. La paura è subentrata alla speranza e il sogno rischia di trasformarsi in incubo cavalcato in queste elezioni europee dalle compagini nazionaliste. Ma tra il sogno e l’incubo c’è la realtà dell’Europa, una realtà che bisogna conoscere per votare in maniera consapevole nella tornata elettorale del maggio 2019. Perché sull’Europa si sentono dire tante cose, molte delle quali inesatte, distorte o apertamente false. E dal momento che dall’esito di questo voto deriveranno effetti cruciali per le nostre vite, Stare in Europa diventa un libro necessario, un libro politico nel più nobile senso del termine.
Riccardo Perissich (1942) ha lavorato nell’ambito delle istituzioni europee fin dal 1966, quando fu chiamato da Altiero Spinelli a dirigere il settore degli studi sulle Comunità Europeeall’Istituto Affari Internazionali di Roma. A Bruxelles, in qualità di Capo di gabinetto di tre diversi Commissari e Direttore generale del mercato interno e dell’industria, ha in seguito ricoperto numerosi altri incarichi, tra cui membro del Comitato di presidenza e del Consiglio direttivo di Confindustria, vicepresidente di Assolombarda e dell’Unione degli industriali di Roma, vicepresidente esecutivo del Consiglio Italia-USA. Attualmente è Senior Fellow della School of European Economy della LUISS e membro dell’Istituto Affari Internazionali, dell’Aspen Institute Italy, dell’International Institute of Strategic Studies di Londra e dell’Institut Jacque Delors – Fondation Notre Europe di Parigi. Ha pubblicato L’Unione europea. Una storia non ufficiale (prefazione di Giorgio Napolitano, 2008) e i romanzi Le regole del gioco (2012), Il Seminatore (2014) e Insospettabili (2016).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

RC Auto: premi in calo del 2,7% nel primo trimestre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Assicurare l’auto in Italia costa un po’ meno. La buona notizia arriva dall’Osservatorio RC auto di Facile.it che, analizzando un campione di oltre 8 milioni di preventivi raccolti nell’ultimo anno, ha scoperto come nel corso dei primi 3 mesi del 2019 le tariffe siano calate e, a marzo 2019, per assicurare un’auto servivano in media 542,09 euro, il 2,7% in meno rispetto a gennaio 2019; il 5,5% in meno se confrontato con il premio medio di marzo 2018.Seppur in misura differente, da gennaio a marzo 2019 le tariffe medie sono diminuite in tutta Italia, ad eccezione di Calabria e Puglia, regioni dove il premio medio è aumentato, rispettivamente del +1,4% del +0,7%. I cali più consistenti, invece, sono stati registrati in Valle d’Aosta (-10,5%), in Abruzzo (-7,1%) e in Veneto (-5,4%).In termini di costi assoluti, la regione più cara, nonostante un calo del -1,2%, si conferma essere la Campania; qui, a marzo 2019, per assicurare un veicolo a quattro ruote occorrevano, in media, 935,57 euro, vale a dire il 73% in più rispetto alla media nazionale. Seguono in classifica la Calabria (660,85 euro) e la Puglia (624,54 euro).
A livello nazionale, la garanzia accessoria più richiesta è l’assistenza stradale (presente nel 45% dei preventivi comprendenti almeno una garanzia opzionale), seguita dalla copertura infortuni conducente (16%) e dalla tutela legale (15%).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Nuove frontiere della professione farmacista”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Camerino. E’ il tema del convegno in programma all’Università di Camerino venerdì 3 maggio, in occasione del quale sarà inaugurata la Farmacia Didattica dell’Università stessa, realizzata grazie al generoso contributo della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI), che ha promosso, dopo il terremoto del 2016, una raccolta di fondi finalizzata ad iniziative di rilancio di attività di UNICAM nel settore del farmaco.
Le Farmacie Didattiche, che sono abbastanza comuni sia in diversi paesi del Nord Europa, che in Canada e negli USA, sono per lo più assenti nel nostro panorama nazionale e possono diventare un punto di riferimento importante per preparare professionisti pronti, al termine del proprio curriculum di formazione universitaria, ad entrare nel mondo del lavoro. “Sono estremamente orgoglioso di inaugurare oggi questa meravigliosa struttura – ha sottolineato il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari – che rappresenta una importante opportunità, quasi unica in Italia, per la qualità della formazione dei nostri studenti. Ringrazio vivamente la Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani per aver scelto di sostenere il nostro Ateneo, così come tutti i docenti della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, che si sono prodigati per realizzare questo progetto, che ci consente di offrire ai nostri studenti e a quanti sceglieranno Unicam per la loro formazione, un servizio altamente e professionalmente innovativo”.
“Con l’inaugurazione della propria Farmacia Didattica, che è una farmacia a tutti gli effetti, – ha sottolineato il Direttore della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute di Unicam prof. Francesco Amenta – con annesso presidio per piccole preparazioni galeniche, apparecchiature di ricerca all’avanguardia per offrire al mondo della professione soluzioni avanzate, angolo per prestazioni di telesalute e tutti i servizi che possono trovarsi in una moderna farmacia, l’Università di Camerino si pone all’avanguardia nel panorama della formazione dei giovani farmacisti”.
Nella Farmacia Didattica, infatti, gli studenti potranno seguire tutte le fasi del processo di dispensazione del farmaco, ma anche apprendere le basi per offrire ai pazienti consulenze per la fornitura di farmaci da banco, consigli sull’aderenza ai piani terapeutici e tutto quanto un farmacista realizza nella propria pratica professionale al contatto con i pazienti. Oltre che per gli studenti italiani per i quali è previsto, durante l’ultimo anno del corso degli studi, un tirocinio semestrale in una farmacia aperta al pubblico, la pratica della Farmacia didattica potrà essere utile specie per gli studenti stranieri che sempre più numerosi frequentano i corsi di laurea magistrale in Farmacia di Unicam.Tali studenti, infatti, nella Farmacia Didattica, potranno acquisire una notevole esperienza in farmacia, da spendere, poi, quando saranno ritornati nei paesi di origine, ai fini di una pratica professionale di successo.
L’evento, che si terrà presso il Polo di Chimica a partire dalle ore 10, si aprirà con i saluti delle autorità, cui seguiranno interventi di docenti Unicam e di rappresentanti degli Ordini dei Farmacisti. Sarà presente l’On.le Andrea Mandelli, Presidente di FOFI.
Il Convegno ha ottenuto l’accreditamento, per gli esercenti le professioni sanitarie che vi parteciperanno, di crediti del programma di Educazione Continua in medicina (ECM).
La Farmacia Didattica di Unicam è stata realizzata dai docenti del settore che operano nella Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute coordinati dalla prof.ssa Gabriella Marucci, Direttore Vicario della Scuola. La Farmacia Didattica è stata resa più funzionale grazie ai contributi di CSF Sistemi di Anagni, della Farmacia Monte Milone di Pollenza Scalo e della Fondazione Centro Internazionale Radio Medico (C.I.R.M.) di Roma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

146 rifugiati evacuati in Italia dalla Libia, teatro di scontri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Nella giornata di ieri 146 rifugiati sono stati evacuati dalla Libia grazie a un’operazione congiunta dell’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, e delle autorità italiane e libiche. Dall’inizio dei recenti scontri, l’Italia è il primo Paese ad accogliere persone evacuate dalla Libia. L’evacuazione è stata organizzata in collaborazione con il Ministero degli Interni libico.
Il gruppo, di cui fanno parte anche 46 minori separati dalle loro famiglie, è partito dall’aeroporto libico di Misurata ed è da poco atterrato a Roma. I rifugiati evacuati saranno ospitati in centri di accoglienza straordinaria.“Questa operazione di evacuazione è un’àncora di salvezza per le persone che hanno affrontato gravi minacce e pericoli in Libia,” ha affermato Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati. “Ora è di fondamentale importanza che anche altri Stati mettano in atto simili gesti di generosità, offrendo opportunità di evacuazione per i rifugiati coinvolti nel conflitto. Fingere di non vedere quanto sta accadendo avrà conseguenze drammatiche e reali.” Intanto, a Tripoli, le condizioni di sicurezza continuano a peggiorare a causa del protrarsi dei combattimenti tra forze rivali. Nei giorni scorsi, i raid aerei hanno causato numerose vittime tra i civili e distrutto diverse infrastrutture.Migliaia di rifugiati e migranti continuano a essere prigionieri nei centri di detenzione, dove anche prima dell’inizio del recente conflitto vivevano in condizioni drammatiche. Le persone detenute hanno riferito di temere per le loro vite e di aver sentito spari e attacchi aerei nelle vicinanze. Se i combattimenti dovessero raggiungere i luoghi di detenzione, queste persone rischierebbero di essere abbandonate o coinvolte nel conflitto.
L’UNHCR esorta la comunità internazionale a evacuare tutti i rifugiati rimasti nei centri di detenzione a Tripoli e a portarli al sicuro. Poiché gli scontri non accennano ad arrestarsi, la rapidità è un elemento essenziale.Al momento più di 3.300 persone sono particolarmente a rischio, intrappolate all’interno dei centri di detenzione in prossimità degli scontri in corso e imminenti. L’UNHCR ha già evacuato centinaia di rifugiati e migranti lontano dai pericoli più immediati; tra essi, circa 500 persone sono state trasferite nel nostro Centro di Raccolta e Partenza a Tripoli, mentre altre 163 persone sono state portate in Niger nell’ambito del Meccanismo di Transito di Emergenza (Emergency Transit Mechanism). Tuttavia, poiché queste strutture sono al limite delle loro capacità, le evacuazioni dirette dalla Libia diventeranno presto la sola àncora di salvezza disponibile per i rifugiati vulnerabili. Il deteriorarsi della situazione di sicurezza sta già notevolmente ostacolando gli sforzi compiuti dall’UNHCR per raggiungere alcuni centri di detenzione, e la situazione è destinata a peggiorare qualora la violenza dovesse diffondersi ulteriormente.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CWT Research: Two-Thirds of Travelers Pick Window Over Aisle; 52% Prefer Missed Flight Over Lost Luggage

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Minneapolis. Research by CWT, the B2B4E travel management platform, shows that two-thirds of business travelers prefer window seats over aisle seats. That rises to 71% in Asia Pacific, and falls to 59% in the Americas, with the Europeans in the middle at 65% window over aisle.Globally, a narrow majority of business travelers would prefer to miss their flight rather than be separated from their luggage – with travelers from the Americas showing the strongest preference at 54%, European travelers at 52%, and travelers from Asia Pacific split down the middle.When it comes to ground transportation, 54% of travelers still prefer traditional taxis over ridesharing services like Lyft or Uber. But there are strong regional differences. In Europe, a full 69% Europeans prefer taxis – almost exactly the reverse of American travelers, 63% of whom prefer rideshare services. Asia Pacific travelers are more evenly split, with 56% preferring taxis.
“These findings provide fascinating and sometimes counter-intuitive insights into how global business travelers approach their journeys,” said Niklas Andreen, Executive VP and Chief Traveler Experience Officer at CWT. “We see significant differences between regions – for example, in Asia, people are more likely to want a window seat, whereas in markets like the US, the view is less of a draw.”CWT’s research also shows that travelers are generally happy to share their travel preferences with both apps and travel industry staff – globally nine out of ten (89%) of travelers are “extremely or “somewhat” willing to do so. That applies equally to business travel and leisure travel, suggesting that travelers make little distinction between the two, at least when it comes to sharing information on their personal preferences.The data show that, overall, European travelers are least willing to share data: 14% of Europeans are “not willing” to share their preferences either with apps or people while traveling for business. That rises to 17% when traveling for leisure. Travelers from the Americas or Asia Pacific are much less likely to refuse to share their preferences, especially when traveling for leisure.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

New Nationwide In-Car Payment Technology Is Launching In Massachusetts

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

A first-in-the-nation breakthrough payment solution that lets drivers purchase gas from their car without taking out cash, a credit card or a mobile app is launching in Westborough, MA today. PayByCar™ allows drivers to simplify and speed up non-toll transactions such as gas purchases.Those with E-ZPass™ toll transponders who register for PayByCar™ on the PayByCar™ website (www.mypaybycar.com) will be able to easily pay for their fuel at the Route 9 Alltown Mobil located at 130 Turnpike Rd., which is on the Eastbound side of Route 9, using their transponders without ever pulling their wallet out of their pocket.The technology will soon be available for other kinds of transactions such as paying at convenience stores, car washes, drive thrus and restaurants.
Signing up to use PayByCar™ is simple. Visit the PayByCar™ website at http://www.mypaybycar.com, click enroll and follow the easy two-step process to set up your PayByCar ™ member profile. Remember to have your E-ZPass™ transponder and a credit card handy to complete the enrollment. Purchases through PayByCar do not go through your toll account, but are charged directly to the payment method you choose when enrolling (credit or debit cards, e-wallet, etc.) Once the enrollment is complete, purchasing fuel becomes easier and faster than ever before. Upon entering the station, PayByCar™ recognizes your transponder and sends a text to your smartphone. You reply with just the pump number and PayByCar™ automatically turns that pump on, registers the transaction, charges your card and sends you an email receipt with retail offers for your visit. No more swiping cards, entering PINS, or waiting for paper receipts.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Montlake Romance to Publish International Bestselling Author Sylvia Day

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

(NASDAQ: AMZN)—Montlake Romance, an imprint of Amazon Publishing, today announced a new deal with #1 New York Times bestselling author Sylvia Day, and will publish her new book, Butterfly in Frost, on August 27, 2019.
Montlake Romance acquired world rights in all languages and formats in the seven-figure deal, and will publish the book in translation via sister imprint Amazon Crossing in France, Germany, Italy, and Spain. Day is represented by Kimberly Whalen, Founder, The Whalen Agency. Montlake Romance Editorial Director Anh Schluep will serve as Day’s editor.
Butterfly in Frost will introduce readers to Day’s newest characters, Dr. Teagan Ransom and artist Garrett Frost, as they embark on a passionate journey to find redemption, hope, and ultimately, each other.
Day is a veteran author of over twenty award-winning novels sold in more than forty countries, with a career spanning over a decade. A #1 New York Times, #1 USA Today, and international bestselling author, she is a #1 bestselling author in twenty-eight countries, with tens of millions of copies of her books in print. Her 2012 novel Bared to You spent forty-five weeks on The New York Times trade paperback bestseller list and sixty-seven weeks on the USA Today bestseller list.“We are so pleased to welcome Sylvia Day into the Montlake Romance family,” said Anh Schluep, Editorial Director, Montlake Romance. “Sylvia is a powerhouse author with legions of worldwide fans and we’re excited to bring Butterfly in Frost to them.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »