Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 3 Mag 2019

“Plasticoni 2019. Market-system’s animal and human”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Mantova Sabato 4 maggio ore 18.00 la Galleria Arianna Sartori di Mantova, nella sede di via Ippolito Nievo 10, inaugura la mostra “Plasticoni 2019. Market-system’s animal and human” dello scultore Mariano Pieroni, alla presenza dell’artista.
Per Mariano Pieroni è la prima personale nella Città di Mantova, dopo aver partecipato alla “Casa Museo Sartori” di Castel d’Ario alle rassegne: “L’arte italiana dalla terra alla tavola” nel 2015 con l’opera “Puledro” (scultura polimaterica, plasticone), “50anni d’Arte in Lombardia” nel 2016 con l’opera “Leviero 2” (scultura polimaterica, plasticone), “Animalia. Natura & Arte” nel 2017 con l’opera “Mandrillo” (scultura polimaterica, plasticone) e “ARTeSPORT” nel 2019 con l’opera “Tennista” (scultura in porcellana), esposizione curata da Arianna Sartori e che diventa l’occasione per approfondire il lavoro di questo artista affermato in Italia e all’estero.
Plasticoni 2019 Market-system’s animal and human vengono percepiti o interpretati come rappresentazioni Pop-Art, ma sono linguaggio simbolico che esprime un giudizio complesso, riferito al sistema filosofico-sociale mercantile attuale.Il massimo del kitsch, con le etichette ruffiane da cui siamo assediati in ogni ora della nostra giornata, è una provocazione indigesta quanto squillante, che, con il dilatarsi del tempo, si decanta e diventa storia.Perché PLASTICONI? Perché la plastica è il problema più grosso dell’inquinamento, che minaccia di trasformare il nostro pianeta in una discarica. Tutto questo è talmente evidente e semplice da apparire come una ovvietà. Pochi sentono l’urgenza di doversene fare carico personalmente. Mariano Pieroni è nato a Barga (Lu) il 17 giugno 1937, vive e opera a Solbiate Arno (Va). Orario dal Lunedì al Sabato 10.00-12.30 / 15.30-19.30 Chiuso festivi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Organi internazionali di garanzia dei diritti umani

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Parma lunedì 6 maggio alle 14 nell’Aula della Biblioteca di Diritto Pubblico dell’Università di Parma (quarto piano della Sede centrale dell’Ateneo, Via Università 12) tavola rotonda sull’attuazione in Italia delle pronunce degli organi internazionali di garanzia dei diritti umani – criticità e lacune.
All’appuntamento, organizzato dal Gruppo di Interesse della Società Italiana di Diritto Internazionale ed europeo (SIDI) sul Diritto Internazionale ed europeo dei diritti umani (DIEDU), in collaborazione con il Gruppo SIDI su Diritto Interno e Diritto Internazionale (DIEDI) e il Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA) dell’Università di Parma, interverranno come relatori alcuni esperti con riconosciute competenze sul piano scientifico e operativo: il Ministro Plenipotenziario Fabrizio Petri, Presidente del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani, che parlerà di Procedure di follow-up nel sistema di protezione dei diritti umani delle Nazioni Unite: la prassi dell’Italia; Riccardo Pisillo Mazzeschi, Ordinario di Diritto internazionale all’Università di Siena, che interverrà su Riforma dei Treaty Bodies e attuazione dei loro atti da parte degli Stati membri; Luigi Crema, Ricercatore all’Università di Milano, che proporrà la relazione Effetti giuridici delle pronunce e degli orientamenti dei Treaty Bodies negli ordinamenti interni: la giurisprudenza italiana e spagnola.La tavola rotonda sarà moderata e introdotta da Laura Pineschi, Presidente dello CSEIA dell’Università di Parma. Le conclusioni saranno affidate a Pasquale De Sena, Ordinario di Diritto internazionale all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizia Locale: avvio tavolo tecnico

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Roma. “Serve un nuovo impianto normativo che ridefinisca meglio le funzioni della Polizia Locale e implementi il sistema di tutele per il settore”. Questa la posizione di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl nel corso dell’incontro aggi al Ministero dell’Interno con i Sottosegretari, Carlo Sibilia e Nicola Molteni sulla Polizia Locale. Una richiesta, fanno sapere i sindacati, “che il Governo ha preso in considerazione e che dovrebbe tramutarsi in impegni concreti, a partire dal rafforzamento della Polizia Locale negli ambiti territoriali, stante la sua funzione di prossimità. I Sottosegretari hanno di fatti dato la loro disponibilità ad aprire un tavolo tecnico specifico sui temi che investono la Polizia Locale”.Non solo, fanno sapere ancora i sindacati, “Sibilia e Molteni si sono impegnati nel corso della riunione ad intervenire sia sul versante di una riforma complessiva, attraverso un disegno di legge, il cui iter si è avviato in Commissione Affari Costituzionali della Camera, sia con interventi specifici su questioni nodali, tra cui la ridefinizione del sistema di tutele per il settore”. Per Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, infatti, ” è necessario agire su due livelli: il primo intervenendo in maniera mirata su quelle norme che regolano funzione e ruolo del corpo di polizia locale; il secondo, lavorando ad una legge che, superando la 65 del 1986, sia in grado di riordinare il quadro legislativo di riferimento, di garantire diritti e tutele e assicurare dignità e operatività in servizio. Serve stabilire in modo chiaro i ruoli, le competenze, i rapporti con le altre forze di polizia, l’accesso alle banche dati. Ma serve anche riconoscere la pensione privilegiata a seguito di gravi infortuni, l’attività usurante e gravosa, una sostanziale equiparazione con le altre forze di Polizia in materia assistenziale e previdenziale, la formazione obbligatoria prima dell’accesso al ruolo e l’aggiornamento permanente con un effettivo impegno da parte delle Regioni. Aspetti su cui i Sottosegretari hanno convenuto”.Sul piano contrattuale, riportano ancora i sindacati, nel corso dell’incontro al Viminale “si è colta l’occasione per evidenziare come gli importanti risultati raggiunti con il contratto delle Funzioni Locali abbiano bisogno di essere ulteriormente rafforzati attraverso l’utilizzo dei proventi contravvenzionali ed il superamento degli attuali vincoli legislativi sul salario accessorio. Adesso attendiamo che l’avvio del tavolo di confronto e gli impegni assunti da parte degli esponenti del Governo si traducano in atti concreti”, concludono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge sugli Incentivi per la Manutenzione di aree verdi da parte dei Cittadini

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Roma. Legambiente, scrive alla I commissione del Consiglio Regionale del Lazio, per chiedere di non abrogare l’art.16 della legge regionale 9/2017 che istituiva incentivi per la manutenzione di aree verdi da parte dei cittadini. L’abrogazione di questi incentivi, verrebbe con l’iter della proposta di legge 128 dell’8 marzo 2019 dal titolo -Promozione dell’amministrazione condivisa dei Beni Comuni. “Abrogare gli incentivi per la manutenzione delle aree verdi da parte dei cittadini sarebbe una scelta completamente sbagliata – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – vorrebbe dire fermare uno strumento di sostegno al volontariato che da un lato ha trovato molto favore tra comuni, enti parco e associazioni e dell’altro che garantisce maggior cura di parchi e aree verdi, una legge efficace, apprezzata, diretta, con un iter funzionante e rodato. Ma perché abrogare una cosa che ha funzionato? Che senso ha? La nuova proposta di legge sulla gestione dei beni comuni sarà buona se andrà ad aggiungersi a quanto di buono già esiste; non sarà di certo una buona legge se invece sostituirà uno strumento che sta funzionando bene e che ha fatto del bene, captandone peraltro le risorse economiche”. Legambiente, inviando osservazioni alla proposta di legge 128, ha chiesto che venga eliminata dal testo in discussione, all’art. 10 l’intera lettera b) del comma 1, dove si propone l’abrogazione dell’art.16 della Legge Regionale 9 del 14 agosto 2017 – Incentivi per la manutenzione di aree verdi da parte dei cittadini. Con i contributi del verde la Regione ha sostenuto e reso possibile la cura di 48 aree verdi del Lazio, altre 52 aspettano lo sblocco dei fondi per essere finanziate e una seconda annualità di progettazioni già vengono presentate.
“Gli incentivi per la manutenzione del verde sono nati con la finalità di aiutare Comuni ed Enti Parco, nella cura delle aree verdi in un contesto generale di scarsità di risorse, consolidando o facendo nascere rapporti con associazioni di volontariato, pro-loco, comitati di quartiere, centri anziani attivi sul territorio, creando socialità, coesione e praticando la sussidiarietà. Le aree verdi, che in alcuni casi potrebbero anche rientrare in un albo dei beni comuni, hanno, indipendentemente da ciò, la necessità di essere manutenute e con l’art. 16 questo è stato possibile – conclude Scacchi -. Chiediamo alla Regione di non abrogare una buona norma e continuare a sostenere i volontari che curano aree verdi, come quelle di Roma che ne hanno peraltro estremo bisogno”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il momento dell’attesa: la recessione è lontana, ma le valutazioni azionarie non lasciano spazio a nuovi rally”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

A cura di Andrea Delitala, Head of Investment Advisory di Pictet Asset Management. Si apre una fase interlocutoria per le economie globali, alla fine di un primo trimestre in cui le Borse hanno archiviato performance brillanti, e dopo un 2018 estremamente deludente. Pictet AM conferma la sua posizione rispetto ai timori relativi a una recessione, considerati eccessivi anche alla luce delle stime sulla congiuntura del Fondo monetario internazionale, tutte comunque riviste al ribasso.Ma gli analisti rimangono divisi in merito alla questione: ovvero rispetto all’interpretazione della fase attuale come una pausa di un ciclo che ha ancora potenzialità da esprimere oppure come l’inizio di una recessione destinata a manifestarsi entro l’anno prossimo. E la spaccatura rimane tale anche dopo quella che è stata la principale novità di questo anno ovvero il cambiamento di comportamento della Fed in chiave pragmatica e data driven, che ha innescato il rally sui mercati a inizio anno.
Se guardiamo i leading indicators, previsori dei dati reali di crescita, il quadro appare fosco, soprattutto per Usa ed Europa, anche considerando la stabilizzazione osservata nel mese di febbraio.
Tuttavia, a farci propendere per uno scenario ancora costruttivo, sono sostanzialmente i solidi dati sul mercato del lavoro americano. A fronte di una condizione di pieno impiego (il tasso di disoccupazione viaggia stabilmente sotto il NAIRU: Non Accelerating Inflation Rate of Unemployment) finalmente i salari si stanno muovendo in maniera abbastanza soddisfacente, intorno al 3,5%. Inoltre, la differenza tra dinamica dei salari nominali e inflazione (considerando core PCE inflation) – ovvero 3,5% meno circa il 2% – indica un valore in linea con i guadagni di produttività e quindi sostanziale stabilità nella distribuzione del reddito. Gli Usa di fatto permangono in una condizione di Goldilocks: l’unico elemento di discussione è la pressione di questa dinamica sulla sostenibilità dei margini di profitto per le società quotate.Il mercato obbligazionario ha una visione più preoccupata, come dimostra il fatto che in alcuni tratti la curva dei rendimenti si sia invertita. Ma anche in questo caso, se invece si osservano le informazioni che arrivano dagli oltre trenta indicatori economici utilizzati dagli economisti di Pictet AM, le probabilità di recessione appaiono molto al di sotto della soglia critica. I timori del mercato potrebbero dipendere dalla consapevolezza che la concomitanza di fattori tutti favorevoli per il ciclo, in particolare la liquidità delle banche centrali e soprattutto lo stimolo fiscale, si stia attenuando. Dal punto di vista fiscale il principale sostegno alla congiuntura nel 2019 è riconducibile alla Cina, che si aggiunge al cambiamento di atteggiamento monetario della Fed. Vediamo questi due aspetti più in dettaglio.
Per quanto riguarda l’Italia osservando il grafico che confronta i due CDS, quello vecchio che tutela solo dal rischio di default su titoli italiani e quello nuovo che, invece, protegge anche dal rischio di Italexit e dunque di ridenominazione del debito in una nuova lira svalutata rispetto all’euro, si nota come sia il primo – ovvero il rischio default – a essersi ridotto nell’ultimo periodo mentre il secondo resti stabile. Questo gap dipende dall’incertezza politica. Nell’ipotesi di eventuali elezioni anticipate con un rimescolamento del Parlamento a favore della Lega e quindi di un divorzio in casa in funzione di un governo di centro destra, sarebbe necessario – per chiudere lo spread – che la Lega si spogliasse della retorica anti-euro che ha caratterizzato l’ultimo anno. Se questa ipotesi dovesse concretizzarsi, comporterebbe un margine di compressione rilevante, misurabile in circa mezzo punto. Attualmente lo spread intorno ai 250 punti base rende i BTP cari anche perché i valori che afferiscono alle determinazioni di sostenibilità della finanza pubblica non sono positivi. Salvo un ingrediente che è ciò che ha risparmiato finora il Paese da potenziali scossoni: ovvero il fatto che la curva dei rendimenti attuali implica per il Tesoro un costo delle nuove emissioni inferiore a quello del rendimento storico del debito pubblico. L’Italia si trova di fatto sotto uno scudo per cui gode di condizioni di rifinanziamento agevolato che non la fanno avvitare sul piano inclinato della insostenibilità dal punto di vista almeno del coefficiente dinamico, ovvero del rapporto tra crescita reale e tassi reali (che rimane negativo ma in progressivo miglioramento). Queste condizioni particolarmente favorevoli potrebbero venire meno nel momento in cui lo spread aumentasse (oltre i 350bp).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il sindacato unico c’è già. E non lotta insieme a noi

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Landini ha atteso il 1° Maggio per lanciare l’idea del sindacato unico, per dire che non ci sono più motivi di divisione, che il mondo che aveva provocato le rotture e le divisioni del fronte sindacale non è più nemmeno un lontano ricordo.Quindi le differenze sono azzerate. E ci si può dedicare a discettare di sociologia intorno alle nuove figure dello sfruttamento, della precarietà, della schiavitù che torna prepotente nei campi, nella logistica, che produce morti come mai prima nell’era moderna senza però produrre, o almeno provare a immaginare, forme di lotta sindacale.
Ma il sindacato unico c’è già nei fatti, proprio come sognava Matteo Renzi. È quello del sostegno a una Unione Europea che dei diritti dei lavoratori, delle lavoratrici in particolare, ha fatto strame, è quello che va a braccetto e manifesta con Confindustria come si andrebbe a spasso con le dame di San Vincenzo dimenticando che i padroni rappresentano, oggi come ieri, il nemico di classe.È quello che si è accomodato per anni nelle pieghe dei provvedimenti anti Labour assunti dai vari governi purché in qualche modo gli venisse lasciata mano libera nell’utilizzare la loro posizione di monopolio della rappresentanza per accumulare funzioni sostitutive come gli enti bilaterali o la gestione del welfare aziendale.È quello che assiste immobile e silente alla crescita delle disuguaglianze, che firma contratti osceni, che chiede leggi a sostegno del proprio monopolio della rappresentanza, che non ha il cappello in testa e la schiena dritta e che quando cita Giuseppe Di Vittorio ne nasconde la funzione che ebbe nel movimento operaio internazionale e che fu al centro della scissione e alla base della nascita della Cisl prima e della Uil poi. Ambedue volute e sostenute dal sindacato americano e da quello britannico per impedire che in Italia si consolidasse un sindacato di classe che guardava con attenzione a quanto si produceva in materia di crescita dei diritti dei lavoratori nei Paesi socialisti.La Cisl e la Uil scelsero allora di sostenere il progetto imperialista del Piano Marshall come oggi Cgil Cisl e Uil sostengono l’Unione Europea nella competizione interimperialista.
Forse Di Vittorio oggi diserterebbe il concertone unitario di Piazza San Giovanni, forse sceglierebbe di stare sui tetti di Piacenza assieme ai facchini licenziati perché si sono rifiutati di accettare di vivere una vita da sfruttati. (Unione Sindacale di Base)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firme elettroniche e identità digitale sono una spinta all’innovazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Milano 9 maggio 2019 ore 9 StarHotel E.ch.o Viale Andrea Doria 4 SB Italia organizza un incontro per approfondire le novità in ambito normativo e tecnologico delle firme elettroniche e dell’identità digitale e delineare possibili ambiti di applicazione. Grazie alla testimonianza di esperti e aziende che hanno già intrapreso questo percorso, l’appuntamento sarà l’occasione per rispondere insieme ad alcune domande: quali sono le applicazioni delle diverse tipologie di firma elettronica? Quali le tecnologie abilitanti? Quali i vantaggi? Cosa dice la normativa? Cosa ci possiamo aspettare in futuro?
Lo SPID, acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale, permette ai soggetti di avere una propria identità digitale e “dialogare” con la Pubblica Amministrazione aprendo le porte a tutti i servizi online. Ancora una volta la Pubblica Amministrazione spinge la trasformazione digitale del paese e segna la strada alle aziende e alle organizzazioni.
“Grazie alla tecnologia digitale, le firme elettroniche e l’identità digitale le aziende e le organizzazioni di tutti i settori di mercato possono semplificare la gestione amministrativa, migliorare il servizio al cliente, innovare i processi di business e inventarne di nuovi abilitando di fatto la trasformazione digitale”, dichiara Pablo Pellegrini, BU Manager Document Management, Workflow & Services di SB Italia, società specializzata in soluzioni IT per la gestione, l’integrazione ed esperta di digitalizzazione dei processi. “Per le aziende, si tratta di saper cogliere un’opportunità: quella di innovare creando le migliori sinergie tra tecnologia e processi”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Alitalia. Ruspandini (FdI): quali prospettive per azienda?

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

“Su Alitalia siamo arrivati al termine di una corsa che non ha mai avuto un traguardo definito e chiaro anzi, sempre offuscato e sfuggente. Tra pochi giorni scadrà l’ultimatum a Ferrovie dello Stato per la presentazione della nuova compagine societaria e scadranno i termini per la restituzione del prestito allo Stato, pena l’applicazione delle sanzioni europee. Ad oggi non è ancora pervenuta alcuna soluzione. Il governo tace, gli organi di stampa fanno finta di non vedere ma il tempo passa inesorabile. E’ giunto il momento di fare chiarezza e luce su una trattativa che è rimasta troppo segreta. Lo si deve al popolo italiano che, a causa di gestioni scellerate, ha messo sul piatto Alitalia 7 miliardi di euro negli ultimi anni. Ma lo si deve soprattutto ai lavoratori che ormai versano in uno stato d’animo di rassegnazione e acquiescenza. Le ripercussioni di un ennesimo fallimento sarebbero gravissime, mettendo sul piano internazionale in evidenza l’incapacità del governo di porre fine ad una crisi del comparto aereo, fondamentale per una Nazione come la nostra a vocazione turistica. I danni sarebbero disastrosi per tutta l’Italia, in particolare per il bacino romano dove risiede la maggior parte del personale Alitalia, causando una crisi economica anche sull’indotto interessato. Per queste ragioni, Fratelli d’Italia si attende un intervento immediato, e attraverso un’interrogazione parlamentare chiederò che sia fatta chiarezza su una vicenda sempre più preoccupante”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Massimo Ruspandini, componente della Commissione Lavori pubblici e Comunicazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Magistratura onoraria e superamento riforma Orlando

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

“Il ministro della giustizia Bonafede mantenga le promesse che sono state fatte alla magistratura onoraria e porti in Aula alla Camera, il prima possibile, il provvedimento per il superamento della riforma Orlando. Una promessa che, tra l’altro, è anche contenuta nell’articolo 12 del contratto di Governo sottoscritto dalla Lega e dal Movimento 5 Stelle. Bene hanno fatto le associazioni della magistratura onoraria ad aver indetto le giornate di astensione generale dalle udienze in programma per il mese di maggio. Anche il Tavolo tecnico istituito presso il ministero con l’intento di risolvere con una riforma condivisa i problemi dei magistrati precari è stata un’altra presa in giro che non ha prodotto nulla e che, dallo scorso novembre, si è riunito solo 3 volte.Fratelli d’Italia proseguirà la battaglia accanto ai magistrati onorari senza i quali la giustizia in Italia collasserebbe e che non meritano di essere presi in giro”. È quanto ha dichiarato il deputato e capogruppo in commissione Giustizia di Fratelli d’Italia, Carolina Varchi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Più tutele per i lavoratori dello spettacolo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

“Nel 2017 i lavoratori dello spettacolo hanno percepito in media circa 10 mila annui, con una notevole concentrazione dei lavoratori verso la classe di età più elevata (over 40 e over 50), e un divario reddituale fra uomini e donne del 20%. Durante la festa dei lavoratori rivolgo un appello per non tralasciare gli operatori dello spettacolo, spesso lasciati ai margini del dibattito pubblico.
Le situazioni di cronaca sono allarmanti: le Fondazioni lirico-sinfoniche percepiscono milioni di soldi dei contribuenti ma continuano a lasciare in completa precarietà i propri lavoratori.
Penso al caso del Teatro dell’Opera di Roma, e il controverso piano di licenziamento collettivo deciso da Carlo Fuortes poi fortunatamente rientrato, a cui si aggiunge il conseguente debito tributario di milioni di euro per il mancato pagamento degli oneri previdenziali dei lavoratori che, ancora una volta, pagherà lo Stato.
La commissione Cultura della Camera, congiuntamente con la commissione Lavoro, inizieranno una serie di indagini conoscitive del sistema previdenziale e dello stato occupazionale dei lavoratori dello spettacolo, di modo da poter migliori le condizioni di lavoro dei tanti operatori incentivando il ricambio generazionale, rendendo nuovamente attrattiva la scelta della via artistica per i giovani.”È quanto dichiara Federico Mollicone, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Cultura alla Camera.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enti Locali. Calandrini (FdI): Toninelli sblocchi risorse a Comuni su sicurezza strutture pubbliche

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

“Si faccia chiarezza sulle risorse destinate ai Comuni e ancora non sbloccate inerenti al ‘Fondo progettazione enti locali'”. Così il senatore di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini, presentando un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.
“Il Fondo – spiega il senatore di FdI – è nato con l’obiettivo di destinare risorse statali al cofinanziamento della redazione di progetti di fattibilità tecnica ed economica per la messa in sicurezza delle strutture pubbliche, con priorità per quelle scolastiche, prevedendo anche criteri, modalità di accesso e selezione dei progetti, nonché le modalità di recupero delle risorse. Dopo aver ottenuto il parere favorevole della Conferenza stato-città ed autonomie locali lo schema di decreto ministeriale è stato trasmesso dal Ministero e diffuso a fine dicembre. Sono così risultati beneficiari le 14 Città metropolitane, le 86 Province e i Comuni. Ad oggi però, a parte l’erogazione avvenuta per le Province e le Città metropolitane non risultano svincolate le risorse da assegnare ai Comuni, nè risulta pubblicato o emanato il decreto direttoriale con il quale si dovrebbe dar avvio all’ammissione del finanziamento da parte dei Comuni stessi”.
“E’ necessario, perciò, che il ministro Toninelli intervenga chiarendo quali iniziative serviranno per mettere a disposizione dei Comuni le risorse necessarie all’adeguamento in sicurezza degli edifici pubblici” conclude il senatore Calandrini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buy&sharing: Dopo pronuncia Antitrust non finisce tutto: disonesti e furbi ci sono sempre

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

L’Antitrust si è pronunciata con un multone nei confronti di diverse società che applicavano in Rete il sistema di vendita piramidale conosciuto col nome di Buy&Sharing: versi una caparra per acquistare un prodotto a prezzo mozzafiato e ti inserisci in una lista, che via via che ci sono nuovi adepti, quelli in cima alla lista riescono ad avere il prodotto che hanno prenotato, ma se non hai pazienza di aspettare il tuo “turno” puoi procedere all’acquistato di quanto hai già prenotato ma con un prezzo molto al di fuori (al rialzo) rispetto al mercato. Ma – ed è questo che ha sanzionato l’Autorità – se cominciano a mancare quelli in fondo alla lista che via via si aggiungono, la lista stessa si ferma. E, come è accaduto grazie a diverse denunce presentate anche da Aduc, denunce anche penali oltre che all’Autorità di Garanzia per la concorrenza e il mercato (Agcm, nota come Antitrust), queste società spariscono o falliscono.
La vicenda va avanti da diverso tempo e, purtroppo non sembra diminuire od attenuarsi. Ora, ovviamente, speriamo che la pronuncia dell’Antitrust riesca far parlare di più della realtà di questi venditori di occasioni false (occasioni solo tali per loro…) e di quei consumatori che, attratti al presunto prezzo basso, si fanno coinvolgere.
C’è da dire che mentre i venditori piramidali finiscono per sparire col bottino o ad intraprendere percorsi giudiziari o sanzionatori, i consumatori – buona parte di loro (Aduc ne conosce diversi che chiedono aiuto/consulenza quando si sono resi conto di essere cascati in questa rete) – non sono proprio degli sprovveduti, ma sono consapevoli di dove si sono andati ad infilare e, fintanto che riescono anch’essi a trovare persone che conoscono che si aggiungono in coda alla lista che dovrebbe poterli portare ad arrivare in cima ed acquistare il prodotto a prezzo mozza fiato, partecipano al “gioco”; ma quando si accorgono che stanno solo per rimetterci soldi, ecco che si rivolgono ad Aduc come se la nostra associazione fosse detentrice di bacchetta magica per far sparire o rinsavire tutti i presunti malfattori… e si “devono accontentare” che Aduc dia loro indicazioni su come avviare un procedimento anche penale contro i loro “benefattori”, oltre al fatto che Aduc
coinvolge sempre l’Antitrust.
In questo contesto c’è da ricordare che, nonostante la nutrita lista dei multati da parte dell’Antitrust (6 aziende), il fenomeno è tutt’altro che in calo. Non solo, ma a coloro che usano quei metodi rilevati illeciti da parte dell’Antitrust, se ne aggiungono continuamente di nuovi che usano metodi più “innovativi” e meglio mascherati, ma che poi in sostanza sono sempre vendite piramidali che si basano sugli ultimi che pagano per i primi… fintanto che questi ultimi non si esauriscono (in genere molo, ma proprio molto presto) e tutti quelli in lista rimangono col cerino in mano e il portafogli vuoto.
Aduc continua la sua opera di vigilanza e informazione, in generale e per ogni specifico caso che i singoli consumatori vorranno sottoporre ai propri servizi di consulenza e assistenza. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizia e intelligenza artificiale

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Utilizzando un rivelatore installato presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, gli scienziati della collaborazione XENON1T hanno osservato un processo estremamente raro, la cosiddetta doppia cattura elettronica dell’isotopo 124 dello Xenon. L’evento in questione è un decadimento in cui l’isotopo 124 dell’atomo di Xenon (54 protoni e 70 neutroni) decade nell’isotopo 124 dell’atomo di Tellurio (52 protoni e 72 neutroni) emettendo due neutrini ed energia. Poiché il processo comporta lo scambio di due bosoni W, i mediatori delle interazioni deboli, il tempo di vita medio è inversamente proporzionale al quadrato della costante di accoppiamento debole (una quantità estremamente piccola) e dunque risulta essere estremamente grande. I ricercatori sono stati in grado di osservare un numero consistente di eventi di questo tipo grazie alla grande quantità di Xenon contenuto nel rivelatore (1,5 tonnellate racchiuse in un cilindro di 1 metro di altezza e 1 metro di diametro) e alla sua elevata sensibilità. Il tempo di vita media che hanno misurato è pari a 1,8 x 1022 anni, circa mille miliardi di volte la vita dell’Universo. La misura restituisce informazioni sulla struttura nucleare e apre la strada alla ricerca di un altro processo raro, la doppia cattura elettronica senza neutrini, che permetterebbe di capire se i neutrini sono particelle di Majorana. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature che gli ha dedicato la copertina. Nell’immagine: assemblaggio della gabbia elettrostatica (fonte: scienza in rete a cura di Chiara Sabelli)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sclerosi Multipla: identificata nei linfociti B e nei monociti l’espressione alterata di nuovi geni associati alla malattia

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Un’alterazione nell’espressione dell’interferone, ovvero di quel gruppo di proteine che le cellule del sistema immunitario producono in presenza di virus, può essere alla base dello sviluppo di diverse malattie autoimmuni. In uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Autoimmunity, i ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), in collaborazione con l’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e con l’Ospedale Sant’Andrea di Roma, e grazie al sostegno della Fondazione Italiana Sclerosi Multipla (FISM), hanno scoperto nei linfociti B e nei monociti delle persone con sclerosi multipla (SM), alterazioni in diversi geni regolati dall’interferone. “Studi svolti in precedenza avevano già individuato il ruolo significativo dei linfociti B nei meccanismi patogenetici della malattia – spiega Eliana Marina Coccia dell’ISS, a capo del progetto multicentrico FISM – La nostra indagine si è spinta oltre e ha identificato anomalie nei linfociti B e nei monociti che alterano profondamente i processi in cui sono coinvolti gli interferoni. Questi dati, se da un lato confermano l’importanza del trattamento delle forme recidivanti-remittenti e progressive della SM con anticorpi monoclonali diretti selettivamente contro i linfociti B, dall’altro aprono nuove prospettive verso cui indirizzare futuri sforzi per la messa a punto di terapie innovative centrate su questa popolazione linfocitaria”.I ricercatori dell’ISS hanno isolato sia i linfociti B che i monociti da campioni di sangue periferico di persone con SM senza trattamenti in corso e da soggetti di controllo appaiati per sesso ed età. Di questi tipi cellulari i ricercatori dell’Ospedale San Raffaele hanno analizzato i profili di espressione genica (trascrittoma) con l’ausilio del database Interferome (http://interferome.org/interferome/home.jspx), che è stato sviluppato dal collaboratore allo studio il Professore Paul Hertzog della Monash University in Australia e che raccoglie in maniera sistematica tutti i geni regolati dagli interferoni descritti nella letteratura scientifica mondiale.
“Questo progetto FISM ha consentito di mettere in luce numerose disregolazioni trascrittomiche nei geni regolati dagli interferoni nelle persone con SM – spiega Cinthia Farina dell’IRCCS Ospedale San Raffaele – in particolare in questo studio sono state trovate anomalie geniche specifiche per tipi cellulari distinti, indicando così quelle sulle quali indagare in vista della ricerca di nuovi processi patologici e di marcatori di malattia”.“Inoltre, l’identificazione selettiva nei linfociti B di alterazioni di alcune risposte anti-virali – conclude Martina Severa dell’ISS – rende verosimile l’ipotesi in base a cui il virus di Epstein-barr abbia un forte impatto, negli individui con SM, sul controllo della patologia. Questo virus è molto diffuso (oltre il 90% degli adulti ne risulta infettato, spesso senza alcuna conseguenza), rimane latente proprio nei linfociti B della memoria per tutta la vita, e sembra aumentare il rischio di sviluppare malattie autoimmuni, tra cui la SM, in alcuni soggetti geneticamente predisposti. Lo studio è stato possibile grazie un finanziamento di FISM assegnato all’ISS e all’IRCCS Ospedale San Raffaele. Hanno inoltre partecipato allo studio: l’Ospedale Sant’Andrea di Roma, l’Università di Roma La Sapienza; l’IRCCS San Raffaele-Pisana di Roma; la Monash University di Clayton (Australia); l’Istituto Neurologico Mediterraneo (INM) Neuromed, Pozzilli (Isernia).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deputy Director General of Food and Agriculture Organization of the United Nations to join Al Sumait Prize Board of Trustees

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Kuwait. The Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS) confirmed today that Daniel Gustafson Deputy Director-General (DDG) of the Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO) has been officially invited to join the Al Sumait Prize for African Development Board of Trustees.The official invitation from Minister of Amiri Diwan Affairs Sheikh Ali Al-Jarrah Al-Sabah was handed over by Charge d’Affaires of the Kuwait Embassy in Rome Advisor Salem Al-Zamanan.Gustafson praised the initiative as of international value and that it would stimulate scientific research to serve UN goals of sustainable development, help poor African communities and enable them to improve their living conditions. He said that being a board member will help to expand and develop the FAO partnership with Kuwait, especially in food security, which is the main task of the FAO and a key element of the UN Sustainable Development goals 2030. “It is a world-class scientific forum that includes experts, scientists and specialists in various fields with a huge research and scientific archives due to cooperation with distinguished universities and scientific institutions”, Al- Zamanam described the UN organization.
Al-Zamanan expressed his pride in welcoming the FAO to participate in this initiative.“We look forward to welcoming Mr. Gustafson to the Board of Trustees and the opportunity to strengthen our relationship with the FAO. To this end we will be extending the nomination period for the food security category of the prize till the end of May 2019 so as to make sure we have nominations for all those individuals and NGOs that are positively impacting food security development on the African continent.” Commented Dr. Adnan Shihab-Eldin Board Member and Director General of KFAS.The Board is chaired by H.E. Sheikh Sabah Khaled Al-Hamad Al-Sabah,Deputy Prime Minister and Minister of Foreign Affairs of the State of Kuwait. Other trustees include Mr. Bill Gates, Co-Chair of the Bill & Melinda Gates Foundation, Mr. Makhtar Diop World Bank’s Vice President for Africa and Mr. Abdulatif Al-Hamad, Director General and Chairman of the Board of the Arab Fund for Economic and Social Development.
Kuwait’s Al-Sumait Prizes are a set of annual awards designed to honor significant advances in the fields of food security, health and education in Africa. Administered by the Kuwait Foundation for the Advancement of Sciences (KFAS) and a Board of Trustees, the awards celebrate the work and accomplishments of Dr. Abdulrahman Al-Sumait, a Kuwaiti physician who spent his lifetime helping the poor in Africa in the field of health and education. The objective of the prizes is to recognize best studies, scientific projects, applied research, and innovative initiatives that have a significant impact and lasting influence on advancing progress to economic and social development in Africa. http://www.alsumaitprize.org

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The battle for Europe’s future

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Thierry Chopin, special advisor at the Jacques Delors Institute, Nicolò Fraccaroli, PhD candidate in Economics at the University of Rome Tor Vergata, Nils Hernborg, Master student in International Economic Policy at Paris School of International Affairs, Sciences Po, and Jean-François Jamet author of several books and articles on European integration and the Economic and Monetary Union, highlight the forces at work in this campaign for the European elections. This paper investigates the practical implications of the political dividing lines (cleavages) and expected outcomes ahead of the European Parliament elections of 23-26 May 2019. These dynamics will determine the political balance and direction of the new European Parliament and European Commission for the next five years.
For this purpose, we first provide novel projections of the composition of the future European Parliament, both with and without the UK, as the UK’s participation remains unclear at this stage in view of the uncertainty surrounding Brexit. We then compare these projections to the current composition of the European Parliament, showing that the future Parliament will likely be more fragmented, less pro-European, and contain a larger number of anti-establishment right-wing Members of the European Parliament.
The composition of the future European Parliament is however only partially informative of the balance of power that will underpin European politics in the next legislative term. Future coalitions and majorities needed to appoint the European Commission and vote legislation will in fact depend on the dominant ideological cleavages. We hence analyse the evolution of cleavages in the European Union from a historical and political science perspective and outline their potential political consequences. Notably, changes in the political landscape could lead majorities to be based on cleavages related to societal values on selected topics. The latter may end-up reviving the left-right divide on policy choices related to salient issues such as immigration, compared to differences of views on European integration which are expected to underpin majorities on EU constitutional issues such as the coalition necessary to appoint the next European Commission.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Debut cliff diving competition adds to Dublin’s rich seaside history

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

While brilliant Brit Hunt can equal his winning streak of six consecutive victories across seasons from 2015 with another first place in Ireland, Romania’s Constantin Popovici proved he has bags of potential from the 27m platform during his debut as a permanent diver in the Philippines. His impressive armstand dive earned the 30-year-old Olympic diver, who strives for qualification for Tokyo 2020, the high score of the day and his first ever World Series podium behind the defending 7-time champion.Title hopefuls such as Mexico’s Jonathan Paredes and Steven LoBue from the US, will have to make a move in order to prevent the King Kahekili Trophy moving beyond reach already at this early stage of the season.In the women’s Australian Iffland continues to be the acme of perfection when it comes to acrobatically launching from 21 metres. The 27-year-old secured her 12th victory in 18 competitions during the season opener in Asia and seems to be facing the strongest competition from Belarusian Yana Nestsiarava and Canada’s Lysanne Richard. Contrary to 2018 runner-up Adriana Jimenez from Mexico, who finished on a disappointing 5th place in the Philippines, the duo managed to keep up with the triple champion.Following three events at the near-rectangular natural pool in Inis Mór on the rugged Aran Islands, the World Series is hosted in Ireland’s capital city for the first time.
Dún Laoghaire, located to the south of the city centre, is an iconic seaside town with over 200 years of history. The town features the iconic ’40 Foot’ for those who fancy a quick swim before the real thing, Ireland’s National Maritime Museum, the People’s Park and the dlr LexIcon Library, which has a view that will only be rivalled by the platforms, which will stand at 21 and 27 meters.Located on Carlisle Pier, the divers will have a panoramic view over Dublin Bay from the platforms, with Poolbeg Lighthouse, Howth Head, Dalkey Island and the whole of Dún Laoghaire in the immediate vicinity. Walking the East Pier is the main tourist activity in Dún Laoghaire Harbour and thousands of people are expected to cheer the 24 athletes to extraordinary feats from there.It took 42 years to construct the harbour, from 1817 to 1859, and it will take the divers 3 seconds from the platforms to the water below to add their magic to the area’s history.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A home away from home

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Cars of the future will be fully automated, transforming drivers into passengers – people who are no longer occupied with paying attention to the road, and who may have the desire or even the need to divert themselves with other activities. With vehicles steering, accelerating and braking entirely by themselves, drivers are freed up to admire their surroundings in a whole new way through the windshield display, or simply dim the windows and settle back to watch a movie. The car’s interior has been transformed into an office or living room. Sebastian Stegmüller, researcher at Fraunhofer IAO, is familiar with the scenarios and believes they could become a reality in just a few years. Together with his team, his job is to look at the various ideas that are emerging, and determine as quickly as possible which technologies, services and business models could catch on and which of them are unlikely to succeed in the marketplace.
To conduct their research, Stegmüller and his colleagues have joined forces with management consultancy McKinsey & Company. Through the Mobility, Experience and Technology Lab, or MXT for short, the two partners are establishing a network that endeavors to bring the future of autonomous driving to life. This includes analyzing trends to support businesses in making decisions on innovation projects. “Our job is to pick out the most promising ideas at the beginning of the innovation lifecycle, even before product development has begun,” explains Stegmüller. In that way, the collaboration partners are doing their part to respond to the overwhelming wave of potential new innovations presented by the next big trends in the automotive industry: automation, vehicle connectivity and electrification, as well as new mobility services. “Business will have to reposition itself to respond to the digital transformation, but this also offers the opportunity for whole new mobility services and driving experiences,” says Stegmüller, who heads the Mobility Innovation department. One solution, for instance, envisages voice-assisted services that draw on artificial intelligence, with car windshields turning into multifunctional displays. “Imagine, for instance, that the ticketing service popped up on the display while you were driving past the opera house. You’d be able to book your Aida tickets while you were driving by,” says Dr. Tobias Schneiderbauer, Project Manager at McKinsey & Company.
At the heart of this initiative to pursue the most promising ideas is Fraunhofer IAO’s Mobility Innovation Lab in Stuttgart. This modern research facility for prototyping and creative workshops already provides an insight into the mobility of tomorrow, featuring, for instance, a converted vehicle that interacts with pedestrians; an electric three-wheel scooter that hints at the future of sustainable inner-city mobility; and a futuristic car cockpit complete with modular dashboard, windows made of switchable glass, reclining seats, fold-out tables and a pull-out monitor – a glimpse into the cockpit of the future and how it might interact with future on-board electronics and services such as language learning, pizza delivery or personalized entertainment.Through their research, the partners in the innovation network are creating a founded basis for lucrative business models and technologies. This targets not only automotive manufacturers and suppliers, but companies from the entertainment and IT sectors as well. The partners have also taken care to bring on board businesses, municipalities and other stakeholders who support and enrich the network with their particular expertise. The network remains open to any companies wishing to be involved with the MXT Lab.One of the key roles of the MXT Lab is to carry out user studies, providing a first indicator of the viability of potential innovation opportunities. In one of the first such studies, the partners investigated whether the time freed up by autonomous driving might be suited to language learning. On top of a quantitative online survey conducted in Germany, China and the U.S., the researchers also set up an experiment at the lab to gather qualitative user feedback. The goal was to assess the underlying demand for these sorts of services as well as the attractiveness of various technical solutions and driving-related applications. This information allows the researchers to draw conclusions that can then be fed into the automation of the driving experience in the future and the way that these vehicles are designed. (by Fraunhofer Institute for Industrial Engineering IAOFraunhofer Institute for Industrial Engineering IAO)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Baxter to Present at the UBS Global Healthcare Conference

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

Baxter International Inc. (NYSE:BAX), a leading global medical products company, will present at the UBS Global Healthcare Conference on Monday, May 20, 2019 in New York. Jay Saccaro, Baxter’s chief financial officer, is scheduled to present at 1:00 p.m. Eastern Time.The live webcast of Baxter’s presentation can be accessed at http://www.baxter.com and will be available for replay through November 15, 2019.
Every day, millions of patients and caregivers rely on Baxter’s leading portfolio of critical care, nutrition, renal, hospital and surgical products. For more than 85 years, we’ve been operating at the critical intersection where innovations that save and sustain lives meet the healthcare providers that make it happen. With products, technologies and therapies available in more than 100 countries, Baxter’s employees worldwide are now building upon the company’s rich heritage of medical breakthroughs to advance the next generation of transformative healthcare innovations. To learn more, visit http://www.baxter.com and follow us on Twitter, LinkedIn and Facebook.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

BAI Recognizes Industry Rising Stars

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 Mag 2019

BAI announced that submissions are now being accepted for this year’s BAI Emerging Leaders Network, a highly-engaging professional development program that helps rising stars become stronger leaders and drive positive change in the financial services industry.
This network recognizes the next generation of financial services leaders, who are bold thinkers and passionate advocates helping to shape the direction of our industry in an era of new ideas, cutting-edge technology and rapidly-evolving customer expectations. This year-long program includes curated content to build personal and professional skills, as well as mentoring, networking and recognition opportunities that will aid in their development and career success. Benefits of the network include:Acknowledgement as a top Emerging Leader in the financial services industry; Special recognition through social media, industry publications, including BAI Banking Strategies, and other BAI platforms.
Complimentary registration for a two-day meeting and peer exchange as part of the BAI Industry Forum, Oct. 8-10, 2019 in Boston, MA.
Acceptance in a year-round Emerging Leaders professional development network designed to provide relevant education and information, networking and recognition opportunities.
A complimentary individual BAI Membership, providing access to on-line professional development courses and other specialized content and programming.
BAI is accepting applications now through July 26, 2019, at 5 p.m. CT. Those who submit applications by June 28, 2018, at 5 p.m. CT will be considered for early acceptance into the BAI Emerging Leaders Network.The program recognizes up-and-coming financial services leaders with less than 10 years of experience in the industry. Applications are free to submit. Senior leaders can nominate rising stars within their organization, or individuals may apply themselves, with a letter of recommendation from a current or former manager.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »