Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 7 maggio 2019

Scuola: Convocati tutti i sindacati rappresentativi al tavolo del precariato senza Anief

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Segno che non uscirà niente di buono dal confronto con il ministro Marco Bussetti se manca l’unica associazione che in questi anni, dagli stipendi al reclutamento, ha avuto sempre ragione nei tribunali, dalla Consulta alla Cassazione, passando per la Corte di Giustizia europea. Marcello Pacifico (Anief): Bisognerebbe avere l’intelligenza di ascoltare chi parla per competenza. E l’ex provveditore oggi titolare a Viale Trastevere dovrebbe saperlo bene. Continuando così non si risolverà mai il contenzioso, così come non si sospenderà la mobilitazione di piazza. Basta soluzioni tampone, serve stabilizzare tutti i precari con la riapertura delle GaE al personale abilitato, anche grazie a specifici percorsi. Per questo abbiamo inviato una diffida, avanzando ufficiale richiesta di incontro al Miur il 20 maggio
La segreteria nazionale Anief, ha inviato al ministro dell’Istruzione Marco Bussetti una diffida dal discutere del rinnovo contrattuale senza la presenza del sindacato, dichiarato rappresentativo dall’Aran, a seguito della raggiunta soglia del 6,16% in occasione dell’ultimo rinnovo delle Rsu, ormai un anno fa. Secondo Anief infatti, “qualunque determinazione proveniente da tale incontro dovrà tenere conto dei contributi provenienti da tutte le OO.SS. rappresentative del comparto”. Al ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria, sempre il sindacato, ha chiesto di provvedere “con urgenza alla formale valutazione di competenza, affinché il Dipartimento della Funzione Pubblica provveda all’invio all’A.Ra.N. dell’atto in indirizzo in argomento”.Infatti, il 15 gennaio 2019, il Collegio di indirizzo e controllo dell’A.Ra.N., con la delibera n. 1, ha approvato le tabelle contenenti, per il triennio contrattuale 2019-2021, l’accertamento provvisorio della rappresentatività delle Organizzazioni sindacali nelle aree e nei comparti di contrattazione, attestando, per il comparto istruzione e ricerca, all’ANIEF una percentuale del 6.16%. Ma da allora, ancora nessuna mossa successiva.Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, afferma come sia necessario “ascoltare chi parla per competenza. L’ex provveditore oggi titolare a Viale Trastevere dovrebbe saperlo bene. Continuando di questo passo non si risolverà mai il contenzioso, così come non si sospenderà la mobilitazione di piazza. Basta soluzioni tampone, serve stabilizzare tutti i precari con la riapertura delle GaE al personale abilitato, anche grazie a specifici percorsi. Per questo abbiamo inviato una diffida, avanzando ufficiale richiesta di incontro al Miur il 20 maggio.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lina Sastri al Teatro Brancaccio di Roma con “Pensieri all’improvviso”

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Roma 9 maggio 2019 ore 21,00 teatro Brancaccio Via Merulana 244 (Poltronissima Gold 39,00 € – Poltronissima 39,00 € – Poltrona A – 34,00 € – Poltrona B 28,00 €). Lina Sastri porta sul palco del Brancaccio i suoi versi, insieme a citazioni di Ortese, Serao, De Filippo, Merini e Leopardi. I pensieri spesso sono brevi sprazzi di luce e ombre del cuore; a volte nascono spontaneamente in versi, così all’improvviso. E si intitola proprio “Pensieri all’improvviso. Poesia in musica. Cantata del prima e del dopo” lo spettacolo di teatro-canzone che Lina Sastri porterà in scena al Teatro Brancaccio di Roma la sera del 9 maggio, ispirato al suo omonimo libro di poesie. In prima assoluta dopo il debutto al Napoli Teatro Festival del luglio 2018, l’artista interpreterà suoi testi e composizioni in versi, oltre a brevi citazioni da scritti poetici e letterari di Alda Merini, Matilde Serao, Anna Maria Ortese, Eduardo De Filippo e Giacomo Leopardi. E anche le musiche saranno quelle dei «poeti musicanti», dei cantastorie del nostro tempo: da Pino Daniele a Lucio Dalla, da De Gregori a…qualche sorpresa. I pensieri in versi che Lina Sastri reciterà sul palcoscenico parlano di ferite d’amore e dell’anima, di dolore e speranza, ma anche di gioie improvvise. Sono stati d’animo, scanditi in sette capitoli ideali: dal prologo del chi sono io adesso, al chi ero; dalla ferita d’amore, alla nostalgia d’amore, «al mio paese, al mare, al saluto finale». Il sottotitolo è «cantata del prima e del dopo». Il «prima» e «dopo» servono a segnare il tempo dell’anima: quando le cose si sentono, in modo diverso: con maggiore passione forse il «prima», ma con profondo amore, dolore e pietà, il «dopo». Sul palcoscenico, dove campeggiano un grande dipinto e una scultura del maestro Alessandro Kokocinski, la musica scandisce i tempi del respiro del cuore. Ogni tanto il canto. In scena con Lina Sastri cinque musicisti di formazione classica: al pianoforte Ciro Cascino, alla chitarra classica Maurizio Pica, alla chitarra Filippo D’Allio, al contrabasso Luigi Sigillo e Gennaro Desiderio al violino. Direzione musicale e arrangiamenti sono di Maurizio Pica; mentre ideazione, drammaturgia e regia sono della stessa Lina Sastri. Durata dello spettacolo 1 ora e 30 minuti.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«A Napoli è necessario passare ad una strategia di attacco contro la camorra”

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

“Napoli ha bisogno di misure straordinarie. Se gli investimenti fossero adeguati, questi fatti non si verificherebbero». Vibra di preoccupazione e di allarme la voce del Procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero de Raho, mentre commenta a Radio 24 i fatti di Napoli, il susseguirsi di agguati, anche tra la folla. (Venerdì pomeriggio l’ultimo, in piazza Nazionale, quando anche una bimba di 4 anni è rimasta ferita e lotta tra la vita e la morte, ndr). «Sono cose che in uno Stato di diritto non possono succedere, lo Stato deve riappropriarsi del controllo del territorio», scandisce a Radio 24 l’alto magistrato, napoletano, per anni impegnato nella lotta soprattutto contro la ferocia del clan dei casalesi. Parole dirette a Roma, a Palazzo Chigi e al Ministro dell’interno, Matteo Salvini, che ieri era in visita proprio in Campania e ha fatto visita alla bambina ricoverata in ospedale in gravi condizioni. (fonte: Redazione Radio 24)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Più di 700 missili sono stati sparati da Gaza verso Israele

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Hanno causato la morte di 4 persone. Dalla Striscia un massiccio lancio di ordigni che ha portato a un’escalation e alla risposta dello Stato ebraico in difesa dei suoi cittadini.
All’alba di ieri è arrivato il cessate il fuoco grazie alla mediazione dell’Egitto. Dalla comunità internazionale era arrivata una ferma condanna del lancio di razzi palestinesi contro i civili israeliani. Usa, Francia e Ue, fra gli altri, avevano chiesto ad Hamas e Jihad Islamica di fermare i vili attacchi.È la fredda cronaca di un fine settimane molto difficile per Israele, che ha visto la sua popolazione attaccata e colpita dall’odio del terrorismo palestinese. Ma anche per il governo di Gerusalemme, che si è riunito cinque ore per decidere il da farsi: rispondere bombardando precisi obiettivi militari.
Entrando nello specifico, il numeroso lancio di missili, oltre a seminare il terrore nei civili israeliani, ha mostrato l’enorme capacità bellica di Hamas e Jihad Islamica, data dai continui finanziamenti ricevuti: i razzi costano molto denaro, difficile sostenere che all’interno della Striscia non ci siano soldi.I soldi ci sono, ma invece di destinarli all’aiuto per la popolazione palestinese, vengono utilizzanti per uccidere i civili israeliani. Non solo perché ai terroristi palestinesi non interessa neanche la vita dei loro concittadini: hanno usato edifici civili per nascondersi mettendo in pericolo la popolazione palestinese di Gaza.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’efficienza energetica italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Tra i paesi più industrializzati l’Italia guadagna ancora una volta la palma di Paese più avanzato nel campo dell’efficienza energetica. Secondo la piattaforma, nel 2018 la riduzione delle emissioni in Italia e stata del 24% rispetto al 2013, mentre altri stati hanno avuto performance negative, come nel caso della Francia dove le emissioni sono aumentate del 2%, della Germania con un aumento del 5% e del Regno Unito dove l’aumento è stato dell’8%. In continuo aumento nel Belpaese anche la richiesta di lavori green. Secondo le stime di Ener2Crowd.com, già oggi 3 milioni di persone hanno un green-job ed entro il 2030 a livello globale vi saranno 20 milioni di nuovi posti di lavoro generati dalla green economy.
Ma ancora molto resta da fare. E in questo contesto Ener2Crowd.com si colloca all’avanguardia. «La nostra è una “social open innovation” dei modelli economici e comportamentali di mercato che determinerà una nuova spinta all’innovazione delle aziende e nuovo vigore negli investimenti in tecnologie, nonché soluzioni e risorse ad alto valore aggiunto, proprio perché “sostenibili”. Stiamo affrontando il problema della transizione energetica alle sue radici potendo determinare e sostenere le scelte alla base delle strategie industriali, ancora prima che il prodotto o il servizio possa raggiungere il mercato e, quindi, potenzialmente realizzando una leva di valore incredibile in ottica di redditività attesa» spiega Giorgio Mottironi, managing partner di Ener2Crowd.com.«Il modello di sviluppo sostenibile che punta all’innovazione del sistema industriale attraverso obiettivi di crescita secondo linee di azione volte a contrastare i mutamenti climatici ed a ridurre l’impatto delle attività produttive sull’ambiente, rappresenta -si scopre ora- anche un’opportunità per rilanciare l’occupazione e la filiera industriale attraverso l’innovazione dei processi produttivi» conclude Niccolò Sovico, ceo di Ener2Crowd.com.La start-up si appresta ora ad incontrare il grande pubblico e per incominciare a farlo non mancherà agli eventi «Innovation Ground» del 7 maggio 2019 a Milano e di giugno prossimo a Roma. (AJ-Com.Net).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libertà d’espressione in Italia: Male secondo il Consiglio d’Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Un rapporto pubblicato il 2 maggio scorso dal Servizio della società dell’informazione del Consiglio d’Europa, individua le principali minacce alla libertà d’espressione in Europa nel 2018 e le azioni che i governi dovrebbero avviare per contrastarle in via prioritaria.
Il Consiglio d’Europa, che è organismo diverso dall’Unione Europea, con sede a Strasburgo e 47 Paesi membri, è stato fondato proprio 70 anni fa (5 maggio 1949) per promuovere la democrazia, i diritti umani, l’identità culturale europea e la ricerca di soluzioni ai problemi sociali in Europa. Una organizzazione internazionale che include anche Paesi ben lungi dall’Ue, come per esempio Russia e Svizzera. Le sue osservazioni sono teoricamente e praticamente più “stemperate” e “diffuse” visto che includono Paesi che non sottostano alle pur blande norme dell’Unione in tema di diritti dell’individuo; quindi ci danno un quadro più ampio e realistico della questione sottomessa a questo rapporto.
Per quanto riguarda l’Italia, senza consolarci perché ci sono Paesi ben più messi male di noi come la Russia che in tema di violazione dell’articolo 10 della Convenzione dei diritti umani batte tutti, viene subito agli occhi il fatto che lì dove il rapporto parla di indipendenza dei media si legge:
«Pressioni finanziarie, favoritismi e altre forme di manipolazione indiretta dei media sono sempre più utilizzati da politici di ogni tipo». L’Italia è inserita come esempio (4): «il vice primo ministro e leader del Movimento cinque stelle ha chiesto alle aziende statali di interrompere la pubblicità sui giornali e ha annunciato piani per “una riduzione dei contributi pubblici indiretti” ai media nel bilancio 2019. Nel novembre 2018, ha pubblicato sui social media un post contenente frasi offensive nei confronti dei giornalisti italiani e ha richiesto nuove restrizioni di legge sugli editori».
Situazione che trova riscontro nella vicenda di Radio Radicale, a cui son stati tagliati i contributi per il servizio pubblico sui lavori parlamentari che svolge. Servizio non svolto da altri e su cui, nonostante esista il servizio pubblico di informazione radiotelevisiva (Rai), ci si ostina a non provvedere in tal senso o a non fare un bando di gara per l’assegnazione (gara che Radio radicale chiede da sempre). Anche perché Radio Radicale svolge questo servizio con un contributo di 10 milioni all’anno (5 dei quali sono stati negati quest’anno col preannuncio di rottura totale della convenzione in corso), importo che che se fosse gestito dalla Rai pubblica, molto probabilmente basterebbe per un solo mese di servizio all’anno.
C’é tutto, e senza azzardo. il collegamento coi richiami del Consiglio d’Europa, per il fatto in sé quanto come esempio di un pubblico potere che vuole oscurare le informazioni dirette e senza veli dei propri lavori istituzionali.
Ora va di moda, tra i megafoni quotidiani della maggioranza al governo, dire che tutto quello che viene dall’Europa è brutto, sporco, cattivo e fatto proprio per far male al nostro Paese. E, ovviamente, anche se il Consiglio d’Europa è organismo ben diverso dall’Unione, immaginiamo che questo valga anche nel nostro caso… sembra che la parola “Europa” emani di per sé una sorta di negatività di cui l’Italia ne è principale vittima. Ma qualcosa, anche più di qualcosa, non torna in questo caso, visto che il rapporto di cui stiamo parlando è, per esempio, emanazione di un organismo di cui fa parte uno dei principali alleati della maggioranza al governo, la Russia. Oltre a tutti quegli altri Paesi dell’Unione che stanno organizzandosi (leader – sembra – l’Italia) per una sorta di internazionale sovranista che per affermarsi pare che debba non solo chiudere le frontiere a merci e persone ma anche impedire libertà d’espressione e di comunicazione
convogliando tutti i mezzi sotto l’ala protettiva dei vari governi.
A noi sembra che questo rapporto del Consiglio d’Europa abbia, proprio grazie all’esempio di Radio Radicale, ben individuato e sottolineato il problema. Lo dobbiamo lasciare sulla carta su cui è scritto o vogliamo cogliere l’occasione del prossimo rinnovo del Parlamento europeo per dare un segnale di quali siano i nostri interessi di utenti dei servizi di informazione e comunicazione. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oggi le stime di crescita ed inflazione della Commissione europea

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

La commissione potrebbe rivedere marginalmente le già basse attese per il 2019 (da +0,2% a +0,1%) ma la mossa avrebbe un significato simbolico di non poco conto, soprattutto se accompagnata dalla richiesta di delucidazioni sulle ragioni rilevanti che stanno facendo deviare dal processo di rientro del debito. In altri termini, una decisione in tal senso della Commissione aprirebbe le porte per raccomandazioni più cogenti il 5 giugno (ossia dopo le elezioni europee del 26 maggio), quando sarà presentato il country report sull’Italia.
L’ipotesi di base rimane sempre quella di possibili prese di profitto tra maggio e giugno, indotte prevalentemente dalla percezione di minore possibilità a breve di ulteriore supporto delle banche centrali, soprattutto alla luce del recente incontro FED dell’1 maggio e del miglioramento dei dati macro Euro che rendono potenzialmente più ostico il processo di costruzione di una TLTRO robusta, capace di dissipare i timori legati all’incertezza in vista del passaggio di consegne alla presidenza BCE (il mandato di Draghi termina ad ottobre).In area Euro, la stagionalità sfavorevole potrebbe colpire principalmente il comparto delle materie prime, oltre a quello Oil&Gas, insieme ai due comparti maggiormente collegati alla TLTRO, ossia banche ed auto.
Il tutto però potrebbe rivelarsi temporaneo e tale anzi da creare la base per ulteriori misure/aperture delle banche centrali già a giugno: il 6 giugno sono attesi i dettagli della TLTRO ed il 19 giugno la FED è attesa aprire in modo più forte sul tema taglio tassi.
Riguardo l’andamento dei prezzi del petrolio si tratta di una variabile importante che impatta molto sulle percezioni e quindi sul clima generale. Dopo aver scontato fino a fine aprile una forte carenza di greggio, la situazione potrebbe drasticamente mutare alla luce di 3 considerazioni:
Incertezza sulla proroga dei tagli Opec+ alla seconda parte del 2019, a causa dell’opposizione soprattutto della Russia, intenzionata a non favorire troppo lo shale oil USA (la cui produzione è in forte aumento) in un contesto di innumerevoli colli di bottiglia dal lato offerta (Libia, Venezuela, Iran ecc). Importante sarà la riunione preliminare Opec+ a Jeddah in Arabia Saudita (formalmente è atteso l’incontro del JMMC, ossia il Joint Ministerial Monitoring Committee dove sono inclusi due paesi non Opec: Russia ed Oman) del 19 maggio, prima della riunione formale del 25/26 giugno a Vienna
Ridimensionamento della domanda stimata per l’anno in vista di tempi lunghi sul fronte negoziazioni sui dazi. Posizioni nette lunghe degli speculatori già relativamente elevate (anche se non elevatissime) tale da indurre rapide prese di profitto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campagna nazionale per la difesa del Sistema Sanitario pubblico

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Roma venerdì 10 maggio dalle 10 alle 13 presidio al Ministero della Salute l’USB Pensionati – Federazione del Sociale apre la campagna nazionale per la difesa del Sistema Sanitario pubblico. L’iniziativa è promossa in concomitanza con lo sciopero nazionale del Pubblico Impiego, a sottolineare lo stretto legame tra stato sociale, diritti universali e condizioni di lavoro dei dipendenti pubblici per una Pubblica Amministrazione efficiente.
Al continuo processo di privatizzazione si va sostituendo la progressiva destrutturazione del sistema sanitario pubblico: definanziamento, patto per la salute e federalismo differenziato, sono gli strumenti operativi del governo per attuare questo progetto.La costruzione di un nuovo modello di sanità procede verso un’assistenza di tipo mutualistico attraverso fondi e polizze sanitarie, welfare aziendale, volti a fornire ulteriori risorse al privato. Questo determina una differenziazione territoriale dell’esercizio del diritto alla salute, tra l’altro già in atto, a cui si aggiunge una condizione economica che modula tale diritto.Sottrarre i lavoratori dipendenti, attraverso il welfare aziendale, al sistema pubblico vuol dire impoverirlo relegandolo a sistema sanitario dei poveri, di scarsa qualità e con carattere di beneficienza con volontariato e terzo settore come attori principali.
L’approvvigionamento dei farmaci è sempre più problematico e di qualità sempre più equivoca, vedi i continui ritiri o limitazione dell’uso di farmaci di larga diffusione.
Le strutture sanitarie sono sempre più inavvicinabili sia per il taglio dei posti letto e la chiusura di interi ospedali sia per la difficoltà di reperire risorse sia per la carenza strutturale di personale, tra l’altro in età avanzata o in condizioni di precarietà permanente o esternalizzazioni ormai fuori dalla legittimità.Tutto questo avviene sotto i nostri occhi, diventa indispensabile aprire una vera e propria vertenza sociale, non solo in difesa del sistema sanitario pubblico, ma per la sua ricostruzione sia delle funzioni che del livello operativo e delle strutture con personale adeguato.Per questo abbiamo promosso una campagna nazionale che proponiamo per il diritto costituzionale alla salute a all’assistenza, diritto universale per tutti e per tutte le esigenze socio – sanitarie.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: miscellanea l’esercizio dell’arte

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Roma 14 maggio – 28 giugno 2019 Via di Monserrato 30 a cura di Daina Maja Titonel. Inaugurazione: ogni martedì (a partire dal 14 maggio 2019) dopo le ore 15 Orari apertura: martedì – venerdì h. 15.30-19.30; sabato h. 11-13 / 15-19.30. Chiuso lunedì e festivi. Altri orari su appuntamento. Ingresso libero. L’opera diventa respiro che si allarga di lettura in lettura Maria Lai (1919-2013)
“Miscellanea è una esposizione sui generis che si compone di sette capitoli, ed è frutto di alcune riflessioni sulla modalità di fruizione di una mostra e sui suoi attori principali.
Succede talvolta che la galleria sia visitata da persone frettolose, all’uscita delle quali giungono alle mie orecchie le silenziose e animate proteste delle opere che rivendicano una giusta attenzione. Anche lo spazio si sente in qualche modo violato da queste fugaci presenze distratte.Al pubblico di Miscellanea chiedo dunque attenzione e tempo. Al centro della galleria sono presenti tre sedie, ciascuna orientata verso una parete differente che ospita un’unica opera. Il visitatore è invitato a sedere comodamente, a prendere il tempo necessario per dialogare con il lavoro che trova di fronte.All’opera chiedo di sostenere la prepotenza di una parete vuota di cui lei sarà unica e solitaria protagonista, e di avere il potere della suggestione.Al gallerista, che sono io, chiedo di avere la medesima attenzione e cura del suo pubblico; mentre al curatore, che sono sempre io, chiedo ogni settimana una nuova mostra, in una sorta di performance dell’allestimento.Agli artisti, grazie ai quali tutto questo può prendere vita, chiedo di lasciarsi coinvolgere in un esercizio in continuo divenire”. (by Daina Maja Titonel)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Fratelli e Il mecenate

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Roma Teatro Palladium Piazza Bartolomeo Romano, 8 FRATELLI (The Siblings Play) 23 maggio ore 18 – 24 maggio ore 21 e Il Mecenate (A Patron of the Arts) 23 maggio ore 21- 24 maggio ore 18. Si conclude con due spettacoli al Teatro Palladium di Roma OnStage!festival, rassegna in lingua originale nata con lo scopo di veicolare la cultura americana attraverso l’incontro “personale” ed efficace con il teatro, e di costruire un dialogo permanente fra i due paesi, attraverso un network professionale dedicato. Dopo l’intensa esperienza di gennaio di performance, premi, letture e concerti dipanatesi tra Off Off Theatre, Teatro di Roma e Teatro di Villa Torlonia, è ora la volta del Teatro Palladium, storica struttura nel cuore della Garbatella, che ospiterà due spettacoli realizzati dalle letture presentate a Roma proprio durante il festival, in collaborazione col Mentor Project, progetto ideato dallo storico Cherry Lane Theatre di New York a sostegno della nuova drammaturgia statunitense, vincitore di un Obie Award.
Gli spettacoli, in questione – entrambi in lingua italiana ed entrambi in doppia performance sono rispettivamente FRATELLI (The Siblings Play) di Ren Dara Santiago, nella traduzione di Michela Compagnoni e con la regia di Tomaso Thellung, interpretato dai giovani Simone Bobini, Teo Achille Caprio, Michele Ferlito, Barbara Folchitto, Giulia Gizzi, e IL MECENATE (A Patron of the Arts) di Kate Cortesi, con la traduzione di Annachiara Rigillo (adattamento di Kira Ialongo), diretto da Kira Ialongo e Domenico Casamassima, interpretato da Mauro Tiberi, Jacopo Carta e Luca Scognamiglio, a cura della Scuola di Recitazione Teatro Azione. Gli spettacoli saranno recitati in lingua italiana. La traduzione dei testi è realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Lingue Letterature e Culture Straniere dell’Università di Roma Tre nell’ambito del progetto per la didattica innovativa “La traduzione per il teatro” a cura di Sabrina Vellucci con la partecipazione di Barbara Antonucci, Maria Paola Guarducci, Maddalena Pennacchia e gli studenti del corso Magistrale in Letterature e Traduzione Interculturale e del Dottorato in Lingue Letterature e Culture Straniere. Entrambi i testi sono stati presentati in anteprima come letture nell’ambito della prima edizione di “OnStage! festival – l’America è di scena” (www.onstagefestival.it) il 25 gennaio 2019 presso la Sala Squarzina del Teatro Argentina di Roma, in collaborazione con Mentor Project – Cherry Lane Theatre di New York, DAMS Università Roma3, Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture straniere Università Roma3, Fondazione Roma3 Teatro Palladium e Teatro di Roma. https://www.facebook.com/teatropalladium/

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ANCoDiS: accordo Governo-OO.SS. Insoddisfatti i Collaboratori dei DS

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Dopo aver preso atto delle ufficiali dichiarazioni del Governo e delle OO.SS. in seguito al raggiunto accordo notturno del 24 aprile, i Collaboratori dei DS di Ancodis ritengono necessario fare alcune considerazioni. Conseguenza dell’accordo sottoscritto da CGIL, CISL, UIL, GILDA e SNALS è stata la decisione di sospendere (e non revocare?) lo sciopero indetto per Venerdi 17 maggio rimandando la decisione finale dopo il confronto nei tavoli tecnici che si apriranno nei prossimi giorni. Dai toni manifestati nei media e dai contenuti dell’accordo – seppur sommari – risulta evidente la soddisfazione delle parti nel sottoscrivere un documento che ai nostri occhi appare generico, rasserenante, con argomentazioni rivolte in particolare ai docenti precari, al personale ATA, ai DS (rinnovo contrattuale con graduale recupero del potere d’acquisto degli stipendi (?), stabilizzazione del rapporto di lavoro dei docenti precari (?), riconoscimento e valorizzazione del personale ATA facente funzione dei DSGA, pieno riconoscimento del ruolo e delle connesse responsabilità dei DS). Si tratta – per le OO.SS. firmatarie – di un accordo idoneo a dare una risposta alle loro rivendicazioni e necessario ad evitare lo sciopero proclamato il giorno 17 maggio.
Ma è proprio così? O piuttosto si tratta di un grande bluff mediatico finalizzato a provare a rendere l’atmosfera del mondo scuola più serena e meno conflittuale? Ebbene, qualche elemento di perplessità resta:
– alle menti lucide, ai ben informati, non sfugge che il sospirato aumento, semmai vedrà luce nella
finanziaria del 2020, si tradurrà in circa 40 euro nette mensili: soglia affatto paragonabile alla “media
dei livelli salariali degli altri Paesi europei”;
– il timore della regionalizzazione permane perché, facendo l’esplicito riferimento alla “salvaguardia dell’unità e l’identità culturale del sistema nazionale di istruzione del paese” (ci mancherebbe altro!),
non si scongiura affatto un’autonomia a livello regionale (gli USR che diventeranno USRA?… non dimentichiamo il sistema sanitario nazionale quale esempio da non ripetere!); Per l’ Associazione Nazionale Collaboratori Dirigenti Scolastici,
– consideriamo positivo il riferimento al personale ATA, l’attenzione alla volontà di “progressione di carriera” a partire dai “facenti funzione DSGA”, come pure il rimarcare “il ruolo e la funzione dei dirigenti scolastici” e lo sforzo di “valorizzare le professionalità dei settori dell’Università e della ricerca”: la linea che emerge è, di fatto, quella di un “Management” (termine ripudiato nei fatti ma usato nella sostanza) legato alle capacità e alla progressione di carriera in relazione ai ruoli, alle capacità e alle responsabilità. Questa posizione meritocratica certamente condivisibile per quale motivo non si può estendere anche alle altre figure determinanti e significative del comparto scuola? Perché un docente che assume oneri e responsabilità legate alla funzione di Collaboratore del DS non deve avere la medesima prospettiva di un facente funzione DSGA o un Ata che “aspiri a progredire nella carriera professionale” con l’istituzione di un middle management scolastico quale terza area nel comparto scuola?
Proprio su quest’ultimo punto, i Collaboratori di Ancodis dichiarano la totale insoddisfazione per la permanente indifferenza registrata anche nel corso della “proficua notte bianca”: nei documenti ufficiali, infatti, non è stata data alcuna attenzione verso questa fondamentale e insostituibile componente nella scuola italiana.
Sono state chiamate in causa tutte le figure operanti nel comparto scuola, tutte tranne quelle che, come le altre ed a volte più delle altre, ne determinano il buon funzionamento organizzativo in contesti spesso fatiscenti o proibitivi! I Collaboratori dei Dirigenti Scolastici ed i Responsabili di plesso iscritti ad Ancodis non possono più tacere il FORTE DISAGIO per l’assenza della meritata attenzione al pari delle altre componenti! Ancora una volta Governo ed OO.SS. continuano ad ignorarli ed a trattarli quali “figli di un dio minore”! Devono prendere atto, invece, che oggi non è più sostenibile un ruolo dirigenziale in un sistema complesso qual è un’autonoma Istituzione scolastica senza la collaborazione di figure di sistema intermedie che coadiuvano il DS nella redazione, nella gestione e nella esecuzione del progetto educativo e formativo (organizzazione del quotidiano servizio, governance nella gestione didattica, capacità nel risolvere emergenze e problematiche quotidiane, servizio in assenza del DS, gestione plessi distaccati). Del lavoro instancabile e sommerso dei Vicari, dei Responsabili di plesso, dei Collaboratori del Ds non si fa alcun cenno, quasi essi (intorno alle 50.000 unità) non fossero rilevanti, dei lavoratori INVISIBILI la cui attività, spesso sommersa eppure di grande responsabilità, è ritenuta irrilevante e ininfluente proprio dai Sindacati che sarebbero invece chiamati a tutelare e garantirne il riconoscimento (come giustamente fatto per gli ATA facenti funzioni di DSGA!). ANCODIS – con la sua seppur breve ma innovativa presenza nel sistema scolastico italiano – propone una visione non in contrapposizione alle altre azioni urgenti e necessarie ma propositiva con soluzioni ritenute necessarie per una moderna governance della scuola italiana.
Per queste ragioni, ANCODIS si dichiara delusa dall’indifferenza ancora oggi ripetuta e chiede una formale attenzione al Governo ed alle OO. SS nei prossimi tavoli di confronto con la possibilità di poter discutere – come già fatto con rappresentanti delle diverse forze politiche – le proprie proposte. Ove nei tavoli tecnici dovesse essere confermata l’indifferenza nei nostri confronti, ANCODIS inviterà i Collaboratori dei DS ed i Responsabili dei plessi distaccati ad aderire convintamente allo sciopero del prossimo 17 maggio. (Prof. Rosolino Cicero, Presidente ANCODIS Palermo)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ornella Favero confermata alla guida della Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

A Roma si sono svolte le elezione della Conferenza Nazionale Volontariato Gustizia. Padovana, Ornella Favero è la fondatrice e direttrice della rivista Ristretti Orizzonti, alla guida della CNVG è al suo II mandato. La Conferenza Nazionale è il coordinamento che rappresenta enti, associazioni e gruppi impegnati nel volontariato nell’ambito della giustizia, all’interno degli istituti penitenziari e sul territorio, nell’area penale esterna.In un momento in cui la società è sempre più spaventata e impaurita, la Conferenza intende impegnarsi non soltanto per seguire le persone detenute nel loro reinserimento, ma anche in una attività costante e qualificata di sensibilizzazione e informazione della popolazione, con progetti come ”A scuola di libertà”, tesi a fare prevenzione tra le giovani generazioni. Ma anche ad affermare con forza che non si crea sicurezza facendo “marcire in galera” chi commette reati, ma accompagnandolo in un percorso di assunzione di responsabilità. Ileana Montagnini e Vincenza Ruggiero sono state elette vicepresidenti e affiancheranno nel direttivo Ornella Favero. Nel direttivo anche Maurizio Mazzi, Elisabetta Burla, Guido Chiaretti, Gabriele Sorrenti e Alessandro Pedrotti.
Fondata nel 1998 e con sede a Roma, la C.N.V.G. rappresenta Enti, Associazioni e Gruppi impegnati in esperienze di volontariato nell’ambito della giustizia, all’interno e all’esterno degli istituti penitenziari. Ad oggi è strutturata sul territorio con 18 Conferenze Regionali (che riuniscono circa 200 Associazioni), e con l’adesione di numerosi Organismi del Terzo Settore: A.I.C.S., Antigone, A.R.C.I., Caritas Italiana, C.N.C.A. – Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, Comunità Papa Giovanni XXIII, CSI Centro Sportivo Italiano, Forum Salute in Carcere, J.S.N. – Jesuit Social Network Italia Onlus, Libera, S.E.A.C. Complessivamente i volontari che afferiscono alla C.N.V.G. sono oltre 10 mila.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salute, Sicurezza sul lavoro e Ambiente

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Napoli mercoledì 8 maggio 2019 (ore 11.30) presso l’AGIS Campania (in piazza del Gesù 33 a Napoli), sarà presentata alla stampa l’attività promossa dall’ HSE Symposium 2019 sui temi della Salute, Sicurezza sul lavoro e Ambiente.L’incontro sarà incentrato sulla promozione del “concorso per idee” che, fino al 31 maggio, accoglierà progetti e proposte di innovazione sul tema e introdurrà le nuove linee tematiche da sviluppare in vista dell’evento nazionale programmato nel prossimo autunno.L’HSE Symposium è organizzato, a Napoli per il secondo anno consecutivo, dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università “Federico II” e dall’Associazione Europea per la Prevenzione, con il supporto di Ebilav, di Fondolavoro e di numerosi Ordini Professionali nazionali e territoriali.All’incontro prenderanno parte la prof.ssa Maria Triassi Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Federico II, il prof. Umberto Carbone, Presidente emerito del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Vincenzo Fuccillo, Presidente dell’Associazione Europea per la Prevenzione, Luigi d’Oriano, Presidente di Ebilav, Carlo Parrinello, Direttore di Fondolavoro. http://www.hsesymposium.it,

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Individuata una nuova forma di demenza tra gli anziani

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

E’ stata finora diagnosticata erroneamente come Malattia di Alzheimer, causata dall’accumulo di una proteina diversa dalla beta amiloide. La rivoluzionaria scoperta è emersa dallo studio pubblicato sulla rivista Brain e coordinato dall’Università del Kentucky. I ricercatori americani hanno dimostrato che nella popolazione over 80 anni esiste una particolare forma di demenza caratterizzata da prevalenti disturbi della memoria e dall’accumulo intra-neuronale di una proteina che si chiama TDP-43, che ha molte e complesse funzioni nella espressione genica e nella sintesi proteica.Fino ad oggi la TDP-43 veniva riconosciuta come quella proteina che si deposita all’interno delle cellule neuronali in alcune malattie degenerative, come la sclerosi laterale amiotrofica e la demenza fronto-temporale, che si caratterizza per un esordio più giovanile e la presenza di disturbi del comportamento. La nuova forma di demenza, denominata dai ricercatori Late (Limbic-predominant Age-related TDP-43 Encephalopathy), colpisce il lobo limbico, la parte mediale del lobo temporale e la corteccia frontale.“Si tratta di uno studio di grande rilevanza – ha affermato il Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente della Società Italiana di Neurologia (SIN) – che avrà sicure ricadute su tutte le problematiche, diagnostiche, cliniche e terapeutiche delle demenze degenerative. Circa il 20% dei pazienti sopra gli 80 anni affetti da demenza sarebbero colpiti da questo tipo specifico di demenza. Si tratta ora di lavorare per sviluppare criteri diagnostici clinici e di laboratorio che ne permettano la diagnosi in vivo, come ad esempio la Risonanza Magnetica, la PET con marcatori specifici, ed eventualmente anche il dosaggio della proteina nel sangue e nel liquor, che tuttavia attualmente non è ancora a disposizione. La demenza risulta quindi composta da differenti malattie e non solo dalla malattia di Alzheimer, e una precisa diagnosi è un pre-requisito per potere sviluppare terapie mirate”. I ricercatori hanno analizzato i dati di ampie casistiche di autopsie di soggetti anziani, molti dei quali affetti da quadri di declino cognitivo ritenuti tipici della malattia di Alzheimer (con prevalente compromissione della memoria) dimostrando chiaramente l’accumulo della proteina TDP-43, e non della proteina beta amiloide, che è tipica del quadro patologico della malattia di Alzheimer. “Questo studio – ha commentato il Prof. Carlo Ferrrarese, Presidente dell’Associazione Autonoma Aderente alla SIN per le Demenze (SINdem) – apre un nuovo scenario per la ricerca e per interpretare anche gli insuccessi di alcuni studi sulle terapie anti-amiloide. In molti casi, soprattutto nei soggetti anziani, tale proteina è spesso associata all’accumulo della proteina amiloide, per cui rimuovere la sola amiloide può non risultare efficace. Purtroppo, non sono ancora disponibili test da utilizzare nei pazienti per dimostrare l’accumulo di TDP-43 nel cervello nelle prime fasi di malattia, come invece avviene per la proteina beta-amiloide, ma la ricerca in tale campo è molto attiva e potrà portare a nuove possibilità terapeutiche”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Romanzo: “Città santa”

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Torino Mercoledì 8 maggio, ore 18 Circolo dei lettori, via Bogino, 9 Guillermo Orsi Città santa (Eden Editori) Con Giorgio Ballario, giornalista e scrittore, e José Manuel Martìn Moran, professore ordinario di Letteratura Spagnola. In collaborazione con il gruppo di lettura Sudamericana Nell’ambito di Salone Off 2019. Tra narcos e politici corrotti, malavita locale e sogni infranti di porteños autoctoni o di adozione, in Città santa (Eden Editori) quella che appare ai nostri occhi è una Buenos Aires che solo tramite la distruzione potrà – forse – un giorno risorgere. Il Circolo dei lettori ospita l’autore Guillermo Orsi, in dialogo con Giorgio Ballario, giornalista e scrittore, e José Manuel Martìn Moran, professore ordinario di Letteratura Spagnola, mercoledì 8 maggio ore 18. In collaborazione con il gruppo di lettura Sudamericana e nell’ambito del Salone Off 2019.
All’avvocato Verónica Berutti, due volte vedova – prima di un poliziotto e poi di un giudice – viene affidato un incarico come ispettrice alla fiera del Riachuelo, un mercato del contrabbando che si estende lungo le rive dell’omonimo fiume, finendo così per ritrovarsi invischiata, un po’ per incoscienza e un po’ per un’innata pulsione all’autolesionismo, in intrighi politici ben più complessi dei traffici illeciti legati alla microcriminalità locale. Accanto al lei, il fidato guardaspalle Chucho, l’amica Laucha e lo strizzacervelli Bértola. A gravitare nella medesima spirale – ma per meriti propri – troviamo anche l’amante occasionale Pacogoya, nonché guida turistica del Queen of Storm. Verónica è anche l’avvocato di Ana Torrente, reginetta di bellezza boliviana. La storia di Ana nasconde tuttavia un segreto, un fratello gemello soprannominato Jaguar, oltre a oscure relazioni familiari e affettive, che si legano a vario titolo alle figure di tre poliziotti, Walter Carroza, segretamente innamorato di Verónica, Oso Berlusconi e lo Scozzese. La miccia che fa deflagrare non solo la vita di Verónica bensì complessi intrighi internazionali ai vertici del potere economico è il sequestro di quattro coppie di ricchi stranieri imbarcati sul Queen of Storm.
Guillermo Orsi è uno scrittore e giornalista argentino. Considerato tra i maggiori esponenti del noir in lingua spagnola, ha ottenuto numerosi riconoscimenti. È autore di El vagón de los locos (1978), Cuerpo de mujer (1983), Tripulantes de un viejo bolero (1994), Buscadores de oro (2007), Nadie ama a un policía (2007), Ciudad Santa (2010), Segunda vida (2011), Fantasmas del desierto (2014) e El árbol del Vaticano (2014). Molte di queste opere sono state tradotte in inglese, francese, tedesco e cinese. Città santa sarà presto trasposto al cinema.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

GBfoods avvia trattative finali esclusive con CVC Fund V per l’acquisizione di Continental Foods

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

GBfoods, gruppo alimentare spagnolo, ha annunciato di aver avviato le trattative finali esclusive con il fondo CVC Fund V a seguito di un’offerta definitiva presentata da GBfoods per l’acquisizione del Gruppo europeo Continental Foods.
Continental Foods è stata costituita nel 1933 come divisione della Campbell Soup Company ed è stata acquisita da CVC Fund V nel 2013. Con un fatturato di circa 400 milioni di euro e una squadra di oltre 1.000 dipendenti è presente in 5 tra i più importanti mercati europei: il Belgio, dove si trova anche la sede centrale, la Francia, la Germania, la Svezia e la Finlandia. Il portafoglio di Continental Foods è costituito dai più rilevanti ed iconici consumer brand locali come Liebig, Royco, D&L, Erasco e Blå Band, tra gli altri, con una lunga tradizione e molto noti ai consumatori.A proposito di questa operazione, Ignasi Ricou, CEO di GBfoods, ha affermato: “GBfoods è felice di aver avviato le trattative finali esclusive per l’acquisizione di Continental Foods. Continental Foods è un grande gruppo con una cultura molto simile a GBfoods, mercati complementari, marchi gastronomici locali, una lunga tradizione e una grande squadra”.
Steven Buyse, Socio di CVC Capital Partners, ha aggiunto: “Siamo orgogliosi della trasformazione che il management team di Continental Foods ha realizzato sotto la proprietà del fondo CVC Fund V. Continental Foods è una società fantastica che darebbe un forte valore aggiunto a GBfoods, considerando la grande passione per i marchi locali che entrambe le aziende condividono”.GBfoods si è avvalsa della consulenza di AZ Capital, PWC, e di Clifford Chance. CVC Fund V è stata assistito da UBS, ING e Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP.
GBfoods è una società alimentare multi-locale che opera in oltre 50 paesi in Europa, Africa e Medio Oriente. Con un fatturato di circa 800 milioni di euro e una squadra di più di 2.000 dipendenti, GBfoods possiede un portafoglio di prestigiosi marchi quali Gallina Blanca, Star, Grand’Italia, Jumbo e Gino.GBfoods ha anche un’esperienza solida e di successo in operazioni M&A a livello internazionale, dopo l’acquisizione da parte del gruppo nel 2007 di Star, il prestigioso marchio alimentare italiano, e nel 2017 dei principali marchi africani Gino, Pomo, Jago e i diritti di distribuzione di Bama.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ iniziato il Ramadan tra domenica e lunedì per i musulmani anche in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Il Ramadan è iniziato tra domenica scorsa e lunedì e terminerà il 4 giugno sera. E’ il mese sacro del calendario lunare islamico dedicato alla preghiera e al digiuno durante le ore diurne. L’inizio del mese più sacro del calendario islamico può essere, verificato tramite complicati calcoli astronomici anche tramite il reale avvistamento del primo spicchio di luna, tanto che le diverse autorità del variegato panorama islamico mondiale non sempre concordano con il momento esatto. Quest’anno infatti, inizia con la Luna nuova, per oltre 2 milioni e mezzo di musulmani in Italia, il 4% della popolazione, e per oltre un 1,8 miliardi nel mondo. Secondo la tradizione, è durante il Ramadan che l’arcangelo Gabriele dettò al profeta Maometto le sure del Corano. E l’osservanza del digiuno, sawm, praticato in questi giorni è uno dei cinque pilastri dell’Islam, insieme alla professione di fede, all’elemosina, al pellegrinaggio alla Mecca e alla preghiera quotidiana. Dall’alba al tramonto non è prevista solo astinenza dal cibo e dall’acqua, ma anche da tabacco, rapporti sessuali e in generale da azioni e pensieri “cattivi”. La giornata è scandita da un pasto frugale, suhur, prima dell’aurora, dalla rottura del digiuno, iftar, quando fa buio, e naturalmente dalle preghiere, compresa tarawih, recitata solo in questa occasione.Ormai da molti anni il Ramadan si celebra anche in Italia, dove secondo le ultime stime i musulmani sarebbero 2,5 milioni, per la stragrande maggioranza immigrati e figli. E nelle città dove sono in tanti, i fedeli si organizzano per celebrare insieme ogni sera la rottura del digiuno. Sono 5 i doveri fondamentali della fede islamica. Oltre al digiuno del ramadan ci sono la professione di fede (kalima), la recita quotidiana delle cinque preghiere (salat), le elemosine (zakat) e il pellegrinaggio, almeno una volta nella vita, (hagg) a La Mecca, in Arabia Saudita. Ramadan Kareem è l’augurio che ci si scambia durante il Ramadan. Il significato è generoso Ramadan. La risposta è la stessa formula ripetuta oppure Akram, Allah è più generoso. È il mese soprattutto dedicato alla preghiera, alla meditazione e all’autodisciplina con le notti dedicate a pratiche devozionali e a festeggiamenti. In questo mese non si dovrebbe mentire, usare un linguaggio volgare e combattere guerre. Sono esentati dal digiuno i minorenni, i vecchi, i malati, le donne che allattano o in gravidanza. Lo è temporaneamente anche chi è in viaggio e le donne durante il ciclo mestruale. Un periodo di pace e di straordinaria importanza per i fedeli dell’Islam per il quale Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti” invita tutti i cittadini italiani, credenti e non al massimo rispetto.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Duff & Phelps cresce in Italia e consolida la leadership sul mercato

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Duff & Phelps, la società di consulenza che opera a livello globale all’insegna del “protect, restore and maximize value” per i propri clienti, rafforza la propria presenza e offerta nel nostro Paese attraverso la creazione di una divisione dedicata al Transfer Pricing.Con il lancio di questa nuova practice, Duff & Phelps si pone l’obiettivo di intercettare la crescente domanda di servizi di consulenza economica specializzata da parte di multinazionali basate in Italia e di studi legali internazionali, fornendo assistenza e supporto nel design, nella documentazione e nella difesa delle politiche di determinazione dei prezzi intercompany, nei procedimenti di risoluzione delle controversie (MAPs) e in quelli di ruling/APA in materia di transfer pricing, Patent box e di valorizzazione delle merci in dogana. Un’offerta che si colloca strategicamente in un’importante fase di cambiamento delle Amministrazioni finanziarie, che stanno oggi evolvendo verso un approccio maggiormente collaborativo e basato sul risk assessment preventivo.La practice è guidata da Enrico De Angelis, nel ruolo di Managing Director. Enrico vanta un’esperienza quasi ventennale nella consulenza orientata ad assistere multinazionali di diverse dimensioni e settori industriali nel design e nell’implementazione delle policy di transfer pricing, maturata in società di consulenza internazionali e in boutique economiche. De Angelis è inoltre un opinion leader riconosciuto nel settore del transfer pricing e del valore in dogana delle merci, autore di numerosi articoli sul tema e spesso invitato in qualità di relatore a conferenze italiane e internazionali.L’attività di Transfer Pricing si inserisce in modo strategico nel portafoglio di Duff & Phelps in Italia, che può già contare sulle operazioni consolidate in ambito di Business Valuation, Real Estate Advisory, Fixed Asset Valuation e sui servizi di Kroll, la divisione di Duff & Phelps leader nelle investigazioni e nella cybersecurity.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ecografia nella fase avanzata della gravidanza porta benefici. Ecco quali

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

Offrire un esame ecografico universale alla trentaseiesima settimana di gestazione eviterebbe la mancata diagnosi di una presentazione podalica al momento del travaglio, farebbe diminuire l’incidenza di taglio cesareo in emergenza e migliorerebbe la salute di madri e bambini, secondo uno studio pubblicato su PLOS Medicine. «La presentazione podalica non diagnosticata aumenta il rischio di morbilità e mortalità perinatale. Nella pratica corrente, la presentazione fetale viene valutata per mezzo della palpazione dell’addome materno, ma la sensibilità di questo approccio varia molto in base a chi lo mette in pratica» afferma David Wastlund della University of Cambridge, Regno Unito, primo autore dello studio. «Usando abitualmente lo screening ecografico, la presentazione podalica non diagnosticata in travaglio potrebbe essere evitata, riducendo il rischio di morbilità e mortalità sia per la madre che per il bambino» aggiunge.
Per valutare questo approccio, i ricercatori hanno sottoposto a screening ecografico a 36 settimane di gestazione 3.879 donne alla prima gravidanza in Inghilterra. Un totale di 179 donne (4,6%) ha ricevuto una diagnosi di presentazione podalica e in oltre la metà di questi casi (55%) non vi era alcun sospetto precedente che il bambino si presentasse in tale posizione. Scoprendolo prima del travaglio però le donne hanno potuto optare per un tentativo di versione cefalica esterna oppure per un cesareo pianificato. Nessuna delle donne ha scelto di tentare un parto vaginale con presentazione podalica, notoriamente associato a un aumentato rischio di complicazioni, in particolare nelle primipare. In base alle stime degli autori, in tutto il Regno Unito l’ecografia di routine potrebbe prevenire 15.000 presentazioni podaliche non diagnosticate, oltre 4.000 cesarei in emergenza e da sette a otto morti neonatali all’anno. «Ancora non possiamo dire se i miglioramenti di salute siano sufficienti a giustificare la spesa dello screening ecografico, principalmente a causa del costo dell’esame» spiegano i ricercatori. Secondo gli esperti, se fosse possibile ottenere una scansione ecografica per meno di 12,90 sterline, il servizio sanitario nazionale inglese potrebbe addirittura avere un risparmio sui costi. Questo potrebbe essere possibile istruendo le ostetriche su come eseguire l’ecografia utilizzando attrezzature portatili economiche. PLoS Med. 2019. doi: 10.1371/journal.pmed.1002778 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30990808 by doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

US News & World Report ranked ISCHS as Florida’s best Charter High School for 2019

Posted by fidest press agency su martedì, 7 maggio 2019

The International Studies Charter High School (ISCHS) awards dual diplomas — American and European. Students learn in English, Spanish, Italian, and French. It ranked as America’s 11th Best Charter High School and also ranked as Florida’s 4th Best High School. Earning a 100% college-readiness score, ISCHS prepares students for advanced studies. Founded in 2004, ISCHS partners with Spain, Italy and France.
Academica is one of the nation’s most successful charter school service organizations. It supports ISCHS as well as 11 of the Top 100 Best High Schools in Florida. Twenty-five Academica-serviced schools received 2019 Best High School rankings. Of those schools, 23 in Florida, one in Nevada and one in Texas.Two Doral Academy charter high schools ranked in the Top 50 High Schools in Florida. Two Mater Academy high schools also ranked in the Top 50, as did Somerset Arts Conservatory and Somerset Academy High School in Pembroke Pines.
US News & World Report studied 23,000 public high schools in all 50 states and DC to rank the best. The rankings focus on college readiness using student performance in six categories. They are results on AP and IB exams, math and reading scores, and success with low-income and minority students. Although charter high schools represent 10% of the country’s 26,000 public high schools, they comprise 23% of the top 100 public high schools. Within the top 5 percent of ranked schools, more than 18 percent are charter schools.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »