Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

‘Il Medioevo in Parlamento’ al Museo Civico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 Mag 2019

Marino sabato 11 maggio 2019 ore 18,00 presso il Museo Civico ad inngresso libero la Senatrice Elena Fattori (M5S) presenterà il suo libro Il Medioevo in Parlamento, edizioni BUR. Nel libro, l’ex ricercatrice, con un dottorato di ricerca in biologia molecolare, racconta i momenti della XVII legislatura in cui le posizioni anti-scientifiche hanno monopolizzato il dibattito, soprattutto sulle questioni legate alla sanità. Ne viene fuori un racconto, dall’interno, del ruolo del Movimento 5 Stelle in quello che pare essere un Medioevo di ritorno sulle questioni legate al rapporto politica-scienza.
“Suddiviso in tre capitoli, ho analizzato gli iter legislativi, sociali ed emozionali di tre grandi temi che hanno diviso l’opinione pubblica: il caso Stamina, la sperimentazione animale e i vaccini.” dichiara la Senatrice Fattori, che aggiunge: “Stamina fu il delirio fragoroso di una congrega truffaldina che strumentalizzava la salute dei bambini per interessi poco nobili, pubblicizzando un metodo senza basi scientifiche che tuttavia trovò spazio in parlamento.
La sperimentazione animale, irrinunciabile per il progresso della scienza e per avere medicinali sicuri, stenta ad avere una normativa adeguata a causa di un parlamento che fu titubante e ostaggio di campagne animaliste studiate per colpire la sfera emotiva. Il mancato recepimento di una direttiva sulla sperimentazione animale, considerata tra le più tutelanti del mondo, ci sta portando oggi verso una costosa procedura di infrazione.
Infine i vaccini. Strumenti di prevenzione irrinunciabili sui quali il parlamento avrebbe dovuto solo decidere la migliore modalità di offerta, hanno invece visto, e vedono ancora, una contrapposizione ideologica pro/contro pericolosa per la salute dei più piccini. I rapporti tra politica e scienza non sono mai stati facili, ma negli ultimi anni il divario si è allargato, giungendo spesso fino a negare le ragioni della seconda a favore della prima: su Stamina, sui vaccini, sulla sperimentazione animale e molto altro.”
La scienza non è democratica e su questi temi l’opinione comune non si può sostituire alla competenza degli esperti. Lo sostiene con sempre maggior forza la comunità scientifica, impegnata a salvaguardare le ragioni della conoscenza, e lo afferma anche Elena Fattori, che in questo libro ricostruisce il suo percorso, alla luce della sua vita personale e della sua esperienza di scienziata e parlamentare, svelando i retroscena del dibattito politico sui temi scientifici e chiarendo la sua posizione (e la sua opposizione) sulle campagne antiscientifiche che proliferano in Parlamento, a tutela degli interessi della società.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: