Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

“Michele Carelli, Cantore del Dolore”

Posted by fidest press agency su martedì, 14 Mag 2019

E’ disponibile in tutti i negozi, in streaming e nei principali store online, “Michele Carelli, Cantore del Dolore” , disco edito dall’etichetta pugliese Digressione Music (distribuzione Naxos) e nel quale sono raccolte le marce funebri n.1, 5 e 14 del compositore bitontino (1838 – 1911) nella toccante esecuzione dell’Orchestra Sinfonica di Fiati “Davide Delle Cese” Città di Bitonto, diretta dal maestro Vito Vittorio Desantis. Il titolo del disco rimanda alla definizione di “cantore del dolore” attribuita a Michele Carelli la cui intera esistenza fu segnata da giorni e anni segnati dall’amaro gusto della sofferenza i cui riflessi caratterizzarono il suo stile compositivo e la sua copiosa produzione artistica che abbraccia diversi generi musical ed in particolare le marce funebri che accompagnano i riti della Settimana Santa di Bitonto e rappresentano il vertice più alto del suo estro compositivo.
Il disco nasce a corollario di due anni di intense ricerche, nell’ambito del Progetto “Parole e Musica: dalla Cinquecentina al Manoscritto musicale”, finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nel corso del quale il maestro Desantis ha trascritto per organico moderno le partiture originali di Michele Carelli, fornite dal prof. Nicola Pice, presidente della Fondazione De Palo-Ungaro, presso cui è custodita una parte considerevole della produzione carelliana. Il lavoro di trascrizione è stato indirizzato verso il rispetto delle partiture originali e della volontà del compositore, evitando interventi radicali che stravolgessero il contenuto del manoscritto.
L’album raccoglie nuove incisioni della “Marcia Funebre n.1 in FA minore”, composta nel 1880 e della “Marcia Funebre n. 14 in FA minore” del 1891 che si suppone siano state ispirate rispettivamente alla Prima ed alla Quattordicesima Stazione della Via Crucis. Quest’ultima, oltre ad essere la marcia più amata dal popolo bitontino, costituisce il punto di arrivo della produzione del maestro Carelli e quella a cui lui stesso era maggiormente affezionato. Accanto a queste due incisioni, l’album è impreziosito dalla “Marcia Funebre n.5 in Do minore”, composta nel 1883 e proveniente da una registrazione dal vivo effettuata nel corso della XV edizione del Concerto “Passionis Tempora”, tenuto dall’Orchestra presso la Cattedrale di Bitonto nel 2012, e ciò per fornire all’ascoltatore il suono tipico delle bande musicali del Sud-Italia evocando l’atmosfera che si percepisce durante la Quaresima. Ad impreziosire il disco è un corposo booklet contenente la guida all’ascolto del maestro Paolo Addesso, il contributo di approfondimento del maestro Vito Vittorio Desantis e le note biografiche di Luigi Sebastiano Lauta, nonché il dettagliato catalogo delle marce funebri e delle opere di Michele Carelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: