Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 16 Mag 2019

Torna il più innovativo festival di Streetwear and Streetculture in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Torino, 7-8-9 giugno 2019 Piazzale Valdo Fusi + Ex Borsa Valori via San Francesco da Paola 28 La manifestazione, giunta alla terza edizione, con sfilate, mostre fotografiche, talk, live musicali e molto altro.
Dopo gli ottimi numeri raggiunti dall’edizione precedente, che ha registrato più di 6000 visitatori, Maze Festival ha attirato l’attenzione di brand e addetti ai lavori da tutta Italia e anche dal resto dell’Europa; ciò è stato possibile grazie ad una ricetta che unisce al meglio la natura commerciale del mondo dello streetwear con l’esigenza di arricchire e diffondere la streetculture in tutte le sue sfumature, grazie anche alla partecipazione di ospiti d’eccezione.
Tra i brand, tornano a sfilare ed esporre big del calibro di Fred Perry, Kappa, Mizuno, Pop84, Dolly Noire; a loro si aggiungono giovani brand italiani come ButNot, TBD, Nektaryus, Wildbandana, Italia90, accompagnati da brand europei e internazionali quali Infinite Society, Badge (Taiwan), BLSSD e Lacomedi (Dubai). Un mix esplosivo di stili, design e immaginari che si mescolano in una vetrina eclettica, dai molteplici spunti sia B2B che B2C. I brand saranno inoltre protagonisti delle sfilate, aperte non solo agli addetti ai lavori ma anche al pubblico: un modo per avvicinare gli appassionati al mondo del fashion e dello streetwear, permettendo di vedere in anteprima ciò che caratterizzerà le prossime stagioni nei negozi e online.
Moltissime e diversificate sono invece le attività che si svolgeranno durante i tre giorni. Ci saranno diverse live performance, come quella del sushi artist The Onigiri Art – famoso per aver trasformato la preparazione del sushi in una vera e propria forma d’arte – nonché esibizioni ricercate come quelle di HEYGraphic e Square23 sulla streetart, oppure la mostra fotografica di Enrico Rassu – fotografo ufficiale di musicisti quali Luchè, Ernia, Sfera Ebbasta, Tredici Pietro, i Majid Jordan, Baka di OVO Sound.
Il rap sarà presente in più forme, non solo come protagonista degli scatti dell’esibizione. Un esclusivo talk sul rap come linguaggio d’espressione vedrà la partecipazione di tre pesi massimi della scena italiana: Clementino, Willie Peyote e Axos, tre generazioni a confronto. Lo stesso Axos sarà poi protagonista domenica, con un esclusivo live showcase.
A questo ricchissimo programma si aggiunge un contest di skate by Vans, il contest di produzione musicale The Amazing Beat – con due giudici d’eccezione, il ballerino e producer di fama internazionale Flockey Ocscor ed il producer Franksativa – esclusivi talk con figure di spicco del mondo dello streetwear e non solo, attività interattive per tutti gli appassionati. Tutte le serate vedranno infine aperitivi e afterparty musicali, a coronare l’intrattenimento di ogni giornata.
Realizzato con il patrocinio della regione Piemonte e del Comune di Torino e con il contributo della Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino, il Festival è ideato da Jennifer Caodaglio e creato dall’Associazione Interculturale Multiethnic Media, nata nel 2007 per sostenere il dialogo tra le diverse culture della società contemporanea della città ed è realizzato in collaborazione con STUDIO2fashion Events, società che opera da quasi trent’anni nel settore della moda internazionale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Monitor dei Mercati Emergenti – maggio 2019: Argentina

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

A cura di Anjeza Kadilli, Economist di Pictet Asset Management. L’Argentina è in acque difficili dal 2018. E le imminenti elezioni non fanno che aumentare l’incertezza. Il peso argentino si è deprezzato al punto che un dollaro vale adesso il doppio rispetto ad un anno fa (si veda il grafico a sinistra in basso). In profonda recessione dall’inizio del 2018, l’economia del Paese si è contratta del 2,5% nel 2018, con previsioni per il 2019 che al momento suggeriscono una flessione del -1% nell’ipotesi migliore.Malgrado un leggero miglioramento a marzo 2019, il nostro indicatore della crescita è stato costantemente negativo, portando la media a lungo termine in territorio negativo. La stabilizzazione dell’inflazione era una delle priorità assolute del Presidente Macri quando si è insediato alla fine del 2015. Ma le misure intraprese finora non hanno portato a nulla: l’inflazione annua è attualmente attorno al 55%. Anche i dati mensili sull’inflazione hanno raggiunto livelli elevati. Il costo dei trasporti, ad esempio, è salito del 5% a marzo. Numerose normative sono state introdotte e modificate, in quanto il governo ha esitato sulla decisione o meno di considerare prioritario il potere d’acquisto della popolazione, sovvenzionando il costo dei servizi di pubblica utilità per i consumatori. Ciò significa spostare nuovamente il fardello dalle spalle dei consumatori a quelle di uno Stato già a corto di liquidità.Queste misure seguono la decisione della Banca centrale di ridurre la politica monetaria espansionistica e di intervenire attivamente sull’intervallo di oscillazione valutaria introdotto lo scorso anno. I tassi d’interesse attualmente oltre il 65% dovrebbero rimanere elevati almeno fino alla fine dell’estate.
Il fatto che la maggior parte dei risparmi delle famiglie argentine sia già in dollari mitiga i rischi di un’ulteriore pressione interna sulla valuta.Il problema è che malgrado le buone intenzioni, le reazioni della Banca centrale e del Governo finora sono state dettate dal panico e gli investitori di lungo termine hanno perso fiducia.La pressione sul governo Macri è andata crescendo, soprattutto da inizio anno. Gli argentini hanno visto il loro potere d’acquisto eroso dall’inflazione e da misure di austerità. Inoltre, le elezioni presidenziali che ci saranno più avanti nel corso dell’anno non lasciano molto tempo per un eventuale miglioramento della situazione economica.
Scopriremo a giugno se Macri e il suo rivale, espressione della sinistra ed ex-presidente Christina Kirchner, si candideranno.Per concludere, sarà fondamentale osservare il risultato delle elezioni di ottobre. Il destino di Macri dipende dalla capacità del suo governo di stabilizzare la valuta e riportare l’inflazione su livelli più contenuti. Per il momento, la sua popolarità sta calando, a favore dell’ex-presidente Cristina Kirchner. Ma data la sua passata esperienza di presidente, la candidatura della Kirchner crea preoccupazioni tra gli investitori nazionali ed esteri. Temiamo che potrebbe tirarsi indietro sul debito o sul pacchetto del FMI se dovesse ritornare al potere.
Fondato a Ginevra nel 1805, il Gruppo Pictet è uno dei principali gestori patrimoniali e del risparmio indipendenti in Europa.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Industria: marzo, su anno fatturato +1,3%, ordini -3,6%

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, a marzo sale su base mensile sia il fatturato dell’industria (+0,3%) che gli ordinativi (+2,2%).”Ancora luci ed ombre. Bene fatturato, male ordini. Se il dato del fatturato è certo positivo, con un rialzo sia su base mensile che annuale, gli ordini, purtroppo, scendono del 3,6% rispetto ad un anno fa e anche l’incremento su febbraio 2019, +2,2%, non basta a compensare l’andamento negativo del trimestre” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Rispetto ai valori pre-crisi, il quadro è desolante. Se confrontiamo i picchi precrisi, rispetto a marzo 2008 il fatturato totale è diminuito del 6,6%, quello interno è crollato addirittura del 16,3%. Gli ordinativi totali, rispetto a marzo 2007, sono calati in 12 anni del 12,5%, quelli interni sono franati del 24,6%” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La lettura attraverso la lente generazionale: La stampa come fil rouge

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Da una parte i Millennials, il gruppo demografico di chi è nato tra il 1983 e il 1999, la prima generazione ad essere cresciuta con Internet e le nuove tecnologie; dall’altra i Baby Boomers, nati tra il 1946 e il 1963, la generazione ad oggi con il più alto potere d’acquisto. Audipress – l’indagine ufficiale di riferimento per la lettura di quotidiani e periodici – ha analizzato quanto sono distanti nella loro relazione con la stampa queste due generazioni, attraverso un’elaborazione dei dati 2018/III, in un percorso di esplorazione dei comportamenti di lettura della popolazione italiana che si svilupperà nel corso del 2019.I Millennials sono comunemente ritenuti portatori di valori, atteggiamenti, attitudini, comportamenti multimediali profondamente diversi rispetto alle generazioni precedenti, in particolar modo in relazione ai loro «genitori» Baby Boomers. Se è vero che i siti di informazione digitali sono la principale fonte di notizie per la maggior parte degli under 35, sta emergendo anche in vari mercati internazionali che i giovani non hanno dimenticato la carta e che apprezzano anche fonti informative “non algoritmiche”. L’iperstimolazione multipiattaforma a cui siamo sottoposti segna una diffusa tendenza a riprendersi il controllo delle fonti, della qualità dell’informazione e dell’attendibilità. E si tratta di un atteggiamento intergenerazionale.“I dati Audipress mostrano che il gusto informativo e la capacità di selezionare le fonti più valide e attendibili nascono e si rafforzano in buona parte in famiglia e proprio in questo ambito si trasferisce anche l’abitudine alla lettura”, commenta il Presidente di Audipress Ernesto Mauri. I Millennials che lavorano e vivono ancora in famiglia leggono di più rispetto ai coetanei che non vivono più con i genitori (65% vs 59.6%) e tra i Baby Boomers chi vive con figli legge mediamente di più di chi vive da solo (65.3% di chi vive con figli Millennials vs 61.8%).
Se tra i Baby Boomers i livelli di lettura aumentano al crescere del reddito familiare e del segmento sociale di appartenenza, tra i Millennials la lettura sembra essere un’abitudine più trasversale, meno influenzata da questi parametri sociali e più omogenea sul territorio, superando le tradizionali dinamiche geografiche. I giovani mostrano di apprezzare soprattutto i mensili (il 27.5% ne legge almeno uno al mese vs il 19.7% dei Boomers), mentre i Boomers sono più vicini alla lettura dei quotidiani (33.7% vs 27.2% dei Millennials, nel Giorno Medio).Emergono peculiarità coerenti con i diversi profili generazionali anche considerando le frequenze di lettura e la fonte di provenienza. Per i Millennials la lettura è un po’ meno sistematica e fedele in termini di frequenza (con una differenza maggiore tra le due generazioni soprattutto per quotidiani e settimanali, con circa 10 punti percentuali di distanza nella fruizione ad alta frequenza), in linea con un approccio trasversale a diverse fonti di informazione, in una dieta mediatica varia e funzionale alle proprie esigenze. Si conferma per questa generazione anche un approccio più strumentale al consumo della copia, spesso letta in condivisione con familiari o amici, in casa o fuori casa, a conferma anche della maggior attitudine allo sharing.
Il documento completo “Millennials vs baby Boomers”, elaborato da Doxa sulla banca dati Audipress 2018/III, è disponibile sul sito http://www.audipress.it nella sezione News.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I rischi di una democrazia senza alternanza di governo

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

di Giuseppe Bianchi (Nota Isril n. 19 – 2019) Come spiegare che Lega e 5 Stelle mantengono un elevato consenso almeno sulla base dei sondaggi, nonostante l’immobilismo di un Governo paralizzato dai reciproci veti tra i due partiti dell’attuale maggioranza? La spiegazione può essere data dal loro forte radicamento in due bacini elettorali di cui hanno assunto la rappresentanza politica. La Lega che si è fatta carico dei bisogni di sicurezza dei cittadini, sfidati dall’immigrazione clandestina e suggestionati da improbabili paure di invasione dello straniero; i 5 Stelle che si sono fatti portatori degli interessi di quanti, soprattutto nelle aree meno sviluppate del Paese, hanno vissuto la globalizzazione dei mercati in termini di discriminazione economica e sociale. Un’operazione politica di grande efficacia che ha definito un campo di gioco per la prossima competizione elettorale europea, su misura delle due forze di maggioranza, con l’obiettivo di precludere l’accesso alla partita da parte delle forze di opposizione.È quanto sta avvenendo a pochi giorni dall’appuntamento elettorale europeo che rischia di divenire ancora una volta un macro-sondaggio a favore delle politiche del Governo rafforzate dal sovrapporsi di promesse. Un Paese che va alle urne disinformato della posta in gioco e illuso che la Nuova Europa, a cui strumentalmente aderiscono anche gli antieuropeisti di ieri, segnerà il passaggio a una fase di facile spesa pubblica con cui l’attuale maggioranza pensa di consolidare la fedeltà elettorale del proprio elettorato.
Che l’insicurezza dei cittadini, coincidente con il disagio sociale delle classi sociali più povere, sia gestibile al di fuori di una politica che ponga questi bisogni insoddisfatti dei cittadini all’interno di una strategia economica di sviluppo. L’Italia ha le risorse per riprendere la strada di un benessere diffuso. L’elevato risparmio delle famiglie, la capacità delle imprese più dinamiche di esportare e fare profitti, la qualità professionale del lavoro difficilmente riproducibile nei paesi emergenti, una diffusa propensione imprenditoriale delle giovani generazioni.Ma si tratta di un mondo frenato nelle sue potenzialità di sviluppo da un’altra Italia fatta di una classe politica, quale quella attuale, priva di progettualità di futuro, alla ricerca del consenso di breve periodo e da una classe burocratica tendenzialmente servile ‘terreno di pascolo”per quanti si affidano più alla ricerca della protezione dello Stato che alla propria capacità di competere in un mercato aperto.La prima Italia è quella che vuole più Europa, la seconda è quella che la teme perché la pacchia finirebbe usando il linguaggio del nostro forbito Ministro dell’Interno. È questa seconda Italia, che dietro il velo di ignoranza di un populismo ottuso, occupa una posizione centrale nel dibattito europeo, facendo del disagio sociale la leva del proprio prevedibile successo.Il rischio è quello di un’Italia subalterna nella nuova Europa perché indebolita nella crescita ed esposta ai condizionamenti degli investitori nel nostro debito pubblico. C’è poca speranza che nei pochi giorni che ci separano dalla prova elettorale l’Italia ritrovi la sua dignità di paese fondatore dell’Europa.Importante è considerare provvisorio questo periodo di oscuramento. Perché il nostro Paese trae dalla sua storia, oltre che dai suoi interessi, la vocazione europeistica e perché la democrazia ha la capacità di rigenerarsi potendo contare sull’alternanza della maggioranza. Un’alternanza che va creata perché la regola fondamentale della democrazia è che senza alternanza il rischio è di cedere il campo a forme di governo autoritario.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno: “Etica e Legalità. Riappropriamoci dei principi morali”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Bari 17 maggio 2019 ore 17,30- 20, Palace Hotel Per favorire la crescita culturale del nostro Paese è importante riflettere su temi di grande attualità come l’etica e la legalità. Da qui la necessità di organizzare un convegno promosso dal Prof. Angelo VACCA e organizzato in collaborazione con l’Università di Bari e l’associazione Il Vaso di Pandora”. Lo ha dichiarato in una nota Severina BERGAMO Consigliere Delegato per lo Sviluppo della Rete di CONFASSOCIAZIONI.“L’appuntamento che vedrà la partecipazione di molti importanti personaggi e di molti studenti universitari – ha continuato BERGAMO che è anche la Presidente de Il Vaso di Pandora – ha come obiettivo la sensibilizzazione sulle conseguenze che scaturiscono dall’illegalità in generale fornendo, nel contempo, le conoscenze utili per accedere al mercato del lavoro con consapevolezza dei propri diritti e dei propri doveri. Altro elemento importante è trasferire a tutti la conoscenza del sistema delle Istituzioni e delle Organizzazioni Sociali dedicate a tutelare la Legalità e l’Etica, principio morale essenziale per una vita basata sul rispetto.”
“CONFASSOCIAZIONI – ha proseguito il Presidente di CONFASSOCIAZIONI, Angelo DEIANA – da sempre è in prima linea per assicurare un futuro etico e sostenibile per il mercato del lavoro professionale e per la società. Con il nostro Comitato Etico Scientifico e di Indirizzo, presieduto da Claudio ANTONELLI abbiamo più volte rimarcato quanto sia importante per le nostre organizzazioni professionali e imprenditoriali il prestare la massima attenzione e impegno nel promuovere l’etica, e di conseguenza la legalità, fra i propri associati. Questo convegno organizzato dai nostri aderenti dimostra quanto sia importante seminare e deve rappresentare un ulteriore punto di partenza verso quel circolo virtuoso di etica, legalità e semplicità dove vincono tutti: i professionisti, le imprese e i cittadini.”
Per Riccardo ALEMANNO, Vice Presidente Vicario di CONFASSOCIAZIONI e Presidente INT “sono Valori come etica e legalità assolutamente necessari se si vuole contribuire alla rinascita del Paese. Occorre cambiare paradigma su queste tematiche, cosa che dovrà fare la classe dirigente del Paese, e ripartire dal sistema scolastico.”

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conad rileva Auchan: 20.000 commessi dal futuro incerto e con i diritti in caduta libera

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Passano di mano 46 ipermercati e circa 230 super: circa 20mila i lavoratori interessati L’operazione riguarda una parte importante dei circa 1.600 punti vendita di Auchan Retail Italia: ipermercati, supermercati, negozi di prossimità con i marchi Auchan e Simply, disposti sul territorio italiano in modo complementare alla rete Conad. «Questa notizia ce l’aspettavamo da un momento all’altro – dichiara Francesco Iacovone, del Cobas nazionale – in quanto qualche acquisizione di Conad attraverso le sue controllate c’è già stata e i lavoratori ci hanno descritto uno scenario che non lascia sperare nulla di buono.»
«Dei lavoratori della Conad si parla poco e male – prosegue il rappresentante sindacale – ma di certo non è vero, come recitano i famosi spot, che l’omino della Conad va a casa dei clienti e viene invitato a cena. E nemmeno che si improvvisa ostetrica e assiste i parti trasformando il supermercato in un reparto ostetricia di un ospedale. Ma neanche che trova le bamboline delle bimbe e le riporta a casa dopo aver spiato le telecamere e incrociato i dati con le carte fidelity dei clienti. No, tutto questo non è vero, ma è vero che quell’omino fa orari impossibili, che spesso è socio di una cooperativa e i suoi diritti sono pochi. Ed è anche vero che lavora por pochi soldi a caro prezzo.»«Questa è la fine che rischiano quei ventimila dipendenti, perché il commercio esternalizza i diritti e il salario, e ad ogni passaggio di mano ne hai meno, sempre meno.» – conclude Iacovone.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Portale nazionale sui condoni edilizi

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Sogeea SpA è intervenuta alla giornata inaugurale della trentesima edizione del Forum PA per presentare il portale nazionale sui condoni edilizi. Un’iniziativa inedita e ambiziosa, che ha come scopo principale quello di mettere a punto un monitoraggio costante delle pratiche evase, istruite e ancora da lavorare, degli incassi reali e potenziali da parte dei Comuni, dello stato di salute dei singoli territori, anche in funzione di una pianificazione maggiormente attenta ai temi della sostenibilità e della rigenerazione urbana. Il progetto segue idealmente il percorso tracciato con la pubblicazione, a cura del Centro Studi Sogeea, del Primo rapporto sul condono edilizio in Italia.«La prima legge sul condono è di oltre 30 anni fa, ma gli effetti di quel provvedimento, come di quelli successivi del 1994 e del 2003, incidono ancora in maniera profonda sul tessuto economico, urbanistico e sociale del nostro Paese – spiega l’ing. Sandro Simoncini, presidente di Sogeea e direttore del Centro Studi –. Da qui l’esigenza, dopo avere fotografato il fenomeno nel suo complesso con il rapporto del 2016, di dotarci di uno strumento ancora più flessibile e articolato per poter monitorare costantemente la situazione interagendo con i Comuni. Non a caso il tema portante dell’edizione di quest’anno del Forum PA è quello di una pubblica amministrazione come valore aggiunto per la collettività. Ciò non può che ottenersi puntando su innovazione e trasparenza, riducendo la burocrazia, rendendo chiaro e agile il rapporto con i cittadini, aprendosi al contributo dei soggetti privati».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Panoramica delle crisi del mediterraneo e del Medio Oriente”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Si terrà giovedi 16 maggio, presso il “ Circolo Ufficiali della Marina”, a Roma, il convegno “ Panoramica delle crisi del mediterraneo e del Medio Oriente”, organizzato dall’ associazione Omega, in collaborazione con l’ ordine dei giornalisti, per fare il punto sulla situazione geopolitica del Mediterraneo nel 2019. Tra i relatori, oltre alla presenza del presidente di Omega, ammiraglio Enrico Larosa, ci saranno Laura Mirakian, Foad Aodi, Luigi Maccagnani, Riccardo Redaelli, Foad Aodi, Carlo Marsili, Luca Attanasio, Nicola Lofoco, Andrea Dessi, Nicola Pedde, Alessia Malcangi, Mario Boffo, Andrea Plebani, Giuseppe Dentice, Yves Duriex. Il dibattito sarà moderato dal prof. Germano Dottori. “ Il convegno è stato organizzato per fare il punto della situazione geopolitica nel mediterraneo e nel medio oriente. Avremo relatori di alto profilo. Parleremo sia delle crisi roventi, quelle oggi piu’ critiche, di quelle silenti, che non sono ancora vere crisi , ma che potrebbero esplodere da un momento all’altro e di una crisi negata”, ha affermato l’ammiraglio Enrico Larosa. Foad Aodi, presidente della “Comunità del Mondo Arabo in Italia”, dell’ “Associazione Medici Stranieri in Italia” e del movimento “Uniti per Unire” si è detto “ Molto lieto dell’ evento” aggiungendo che “ Tramite le nostre associazioni siamo in costante contatto con tutte le zone di crisi dell’ area mediorientale, in particolare con la Siria, lo Yemen e la Libia. L’emergenza sanitaria è all’ordine del giorno, non solo per la mancanza di medicine e strumenti sanitari, ma anche per la carenza di medici che rende il lavoro negli ospedali sempre più problematico. I problemi sono ancora tantissimi, dalla violenza sulle donne, dallo carenza di cibo e dallo sfruttamento dei minori. In Libia sono stati reclutati circa 1.600 minorenni nelle varie milizie che sono in guerra tra di loro, mentre in Siria la popolazione ha bisogno di urgenti aiuti umanitari”. A tutti i giornalisti partecipanti saranno erogati 6 crediti formativi, e l’inizio dei lavori è previsto per le ore 14.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parma: Com’è stata la mobilità degli individui nell’ultima glaciazione nell’Italia del Sud?

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Uno studio appena pubblicato su Nature Ecology & Evolution prova a ricostruirla. A firmarlo, ricercatori di diverse università italiane (Parma, Bologna, Modena, Siena e Milano), europee (Leipzig e Aarhus) e nordamericane (Simon Fraser University, Canada, e Columbia University, USA): tra questi Paola Iacumin, docente di Geochimica e vulcanologia all’Università di Parma. All’Università di Parma (al Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale) c’è infatti uno dei pochi laboratori di isotopi stabili di elementi leggeri presenti in Italia, dove sono state eseguite le analisi sugli isotopi stabili di carbonio e azoto. La prof.ssa Iacumin ne è la responsabile scientifica.Comprendere le ragioni che stanno alla base delle strategie di mobilità delle popolazioni umane e le abitudini alimentari è da sempre una sfida importante negli studi di paleoantropologia: gli isotopi stabili di alcuni elementi (in particolare carbonio, azoto e stronzio) possono essere misurati su resti scheletrici e utilizzati per questo fine.
Nello studio pubblicato su Nature Ecology & Evolution sono stati analizzati due gruppi di individui appartenenti a due diversi periodi del Paleolitico, l’uno del Gravettiano iniziale (circa 33-31 mila anni fa), l’altro all’Epigravettiano finale (circa 20-18 mila anni fa), ambedue provenienti dalla Grotta Paglicci (Rignano Garganico, Puglia, Italia meridionale). In questa grotta sono stati ritrovati più di 140 resti di uomini vissuti nel periodo più freddo dell’ultima glaciazione (circa 20.000 anni fa). I risultati ottenuti hanno indicato due diverse strategie di spostamento e approvvigionamento del cibo e una sostituzione della popolazione durante l’Epigravettiano. Questa ipotesi concorda con i dati genetici e con il probabile cambiamento nelle strategie di caccia, come testimoniano le industrie litiche e ossee. Infine, è ipotizzato che il miglioramento globale del clima potrebbe aver facilitato l’arrivo di nuovi gruppi di persone dal Nord o dall’Est, spinte dal miglioramento generale dell’ambiente e dall’apertura di nuovi corridoi migratori.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Notte Europea dei Musei 2019 al Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Si terrà il 18 maggio 2019: manifestazione a carattere nazionale, patrocinata dal Consiglio d’Europa e da ICOM e che coinvolge migliaia di musei di 30 paesi di tutta Europa con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea. Il tema proposto quest’anno dall’ICOM per la Giornata internazionale dei Musei (IMD) è “Musei come hub culturali: il futuro della tradizione”.
La sera del 18 maggio, a partire dalle ore 19.45 e fino alle ore 24.00 (ultimo ingresso da Corso resina alle ore 22.30) il Parco Archeologico di Ercolano sarà accessibile in una visita suggestiva al chiaro di luna con visite guidate, condotte da guide turistiche accompagnate dal personale di vigilanza del Parco, che guideranno nel Parco in un itinerario che toccherà i principali edifici del sito archeologico, con partenze ogni 10 minuti.
L’ingresso avverrà esclusivamente da Corso Resina, il biglietto avrà un costo simbolico di 1 € e potrà essere acquistato esclusivamente la sera del 18 maggio presso la biglietteria del Parco. La biglietteria sarà in funzione dalle ore 19,45 fino alle ore 23,00 con ultimo ingresso da Corso Resina alle 22,30. La Direzione si riserva per ragioni di sicurezza del monumento e salvaguardia dell’ordine pubblico di chiudere l’accesso anche prima dell’orario indicato.
“Ripartono così le aperture serali del Parco Archeologico di Ercolano con una stagione densa di appuntamenti che renderemo noti prossimamente – dichiara il Direttore Sirano – Rinnoveremo la formula della visita in notturna, guide esperte multilingue, illuminazione artistica di grande effetto e con fantasiose sorprese che renderanno davvero unica quest’esperienza. Nostri partners saranno, oltre all’Herculaneum Conservation Project, la Regione Campania con SCABEC, il Comune di Ercolano, il MAV e la Pro Loco Herculaneum”. Per la Notte dei Musei i visitatori avranno il piacere di visitare eccezionalmente aperti anche di notte la Mostra SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano, collezione di circa 100 preziosi monili e una scelta degli arredi delle case della città antica in esposizione presso l’Antiquarium del Parco e il Padiglione che custodisce la barca romana rinvenuta a Ercolano sull’antica spiaggia con una serie di oggetti collegati al mare e alle attività marinare.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sanità: Report Fp Cgil, nel pubblico liste d’attesa di 60 giorni medi

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Un’attesa lunga due mesi per effettuare una visita medica nella sanità pubblica, a fronte di una sola settimana nel privato, “effetto di un progressivo definanziamento del Servizio Sanitario Nazionale”. Sono sempre più lunghi, infatti, i tempi di attesa per visite nel pubblico e costi sempre meno distanti con il privato, come emerge dal secondo Rapporto ‘Osservatorio sui tempi di attesa e sui costi delle prestazioni sanitarie nei Sistemi Sanitari Regionali’, promosso dalla Funzione Pubblica Cgil e dalla Fondazione Luoghi Comuni ed elaborato da Crea. Uno studio che prende in considerazione 11 prestazioni sanitarie (specialistiche e diagnostiche) senza esplicita indicazione di urgenza, erogate da 8 regioni e da 326 strutture sanitarie (195 private e 131 pubbliche).
Il primo dato evidente che emerge dallo studio è che i tempi medi di attesa per effettuare una visita medica attraverso il Sistema Sanitario Nazionale sono nettamente maggiori rispetto a quelli dell’offerta privata: 60 giorni nel pubblico (due mesi) a fronte di 9 nell’intramoenia, 7 nel privato e 39 per il privato convenzionato. Nel dettaglio delle prestazioni, i giorni di attesa della Sanità pubblica sono estremamente lunghi: per esempio, 112 giorni per una Colonscopia (quasi quattro mesi di attesa), contro 11 giorni di attesa in intra-moenia, 79 nel privato convenzionato e appena 11 nel privato. Attese medie che risultano aumentare rispetto allo scorso anno, tranne che per il privato che si mantiene stabile.Per quanto riguarda i costi delle prestazioni sanitarie, dallo studio Fp Cgil emerge un dato sconcertante. Circa la metà delle prestazioni mediche prese in considerazione ha un costo inferiore nel privato piuttosto che in intra-moenia. È il caso, per esempio, della ecocardiografia, che in intra-moenia costa in media 109 euro, contro i 98 del privato. Insomma, non solo costi competitivi, in considerazione di tempi di attesa enormemente inferiori, ma addirittura spesso sovrapponibili o più economici dei costi sostenuti per il ticket. Questo spiega il sempre più frequente ricorso a spese ‘out of pocket’ (di tasca propria) per effettuare visite mediche private. La spesa privata dei cittadini, infatti, arriva a quasi 35 miliardi di euro, di cui ben il 92% out of pocket.
Aspetto importante e significativo, che rappresenta un valore aggiunto rispetto allo studio della Funzione Pubblica Cgil dello scorso anno, è quello che, partendo dai valori medi dei tempi di attesa per le prestazioni sanitarie pubbliche, indaga il confronto tra le regioni, scattando una fotografia della situazione della sanità pubblica in Italia. Si mostra infatti evidente il divario che intercorre tra alcune regioni del paese. La regione che eccelle, in termini di tempi di attesa per le prestazioni mediche, è l’Emilia Romagna con una media di 30 giorni di attesa, a seguire Liguria e Campania, poi il Veneto, la Sicilia, la Lombardia, il Lazio, per ultima le Marche con una media di 110 giorni di attesa per una visita nella sanità pubblica. Nello specifico delle visite specialistiche, ad esempio per una visita ortopedica sono 19 i giorni di attesa in Emilia Romagna, contro addirittura i 91 giorni delle Marche.
“Alla luce di quanto emerso, risulta evidente quanti sia urgente e non più rinviabile un investimento straordinario in termini di risorse, personale, professionalità e tecnologie in tutto il nostro Servizio Sanitario nazionale che mostra evidenti segni di collasso con gravi e profonde ripercussioni sulle sue caratteristiche di universalità”, commenta la Funzione Pubblica Cgil. “Uno dei principali obiettivi della sanità pubblica è l’universalità del servizio. Un principio che però, di fatto, si scontra con la realtà – sottolinea -: allo stato attuale il Servizio Sanitario Nazionale spesso non è in grado di garantire servizi adeguati. Assistiamo da una parte ad un incremento dei tempi di attesa per l’accesso alle prestazioni sanitarie pubbliche, dall’altra ad una progressiva dilatazione della spesa ‘out of pocket’ (di tasca propria) per visite mediche private. Il progressivo definanziamento del Servizio Sanitario nazionale – prosegue la categoria della Cgil dei servizi pubblici – ha creato inefficienze che portano ad allungare le liste di attesa e incentivano lo sviluppo di un’offerta privata spesso concorrenziale, tanto per il costo quanto per i tempi di risposta”.Altro aspetto non trascurabile, secondo la Fp Cgil è quello delle “forti disparità regionali, in termini di equità e di carenze organizzative, con il dato di eccellenza di regioni come l’Emilia Romagna, un esempio di ‘best practice’ che dimostra come sia in effetti possibile migliorare, in un tempo relativamente breve, le performance. Non è un caso – aggiunge – che l’Emilia Romagna nell’ultimo biennio abbia investito sul personale (con oltre 5mila assunzioni, di cui 1.450 precari stabilizzati) e sui sistemi di controllo informatizzati, strumento fondamentale per un governo pubblico e trasparente dei flussi di accesso alle prestazioni sanitarie. Quello delle liste di attesa rimane ad oggi un problema che si colloca in cima alla lista delle ragioni di insoddisfazione dei cittadini verso il servizio sanitario. Il caso dell’Emilia Romagna, per altro, emerge anche per il forte investimento nella qualità delle relazioni negoziali con il Sindacato su questi temi e gli esiti di questo processo ne sono il frutto”, conclude la Fp Cgil.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“The ideal school was in fact not school at all, but a museum”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

NEW YORK (PRWEB) (by David Wine) John Dewey, the great American philosopher and a major voice in progressive education theory, once proposed that “the ideal school was in fact not school at all, but a museum.” Dustin Yellin is the Founder of Pioneer Works. His institute in the Red Hook section of Brooklyn, New York, is a multi-disciplinary cultural center that combines the arts and sciences along with other disciplines such as tech, cuisine, and horticulture that expose its visitors to the latest knowledge and thought leadership on universal challenges such as the climate crisis and the impact of artificial intelligence on humanity. Yellin tells C.M.Rubin, Founder of CMRubinWorld, that the learning experience at Pioneer Works is “predicated on exchange and production, and not on consumption or distribution alone.” Through Pioneer Works, Yellin hopes that viewers will “come together as people to have a sober discussion on the pros and cons” of technological advancements, “and figure out a way to organize it in the most equitable way possible”.Dustin Yellin is the founder and president of Pioneer Works, an artist-run non-profit cultural center that builds community through arts and sciences to create an open and inspired world. It aims to improve how to understand and regard each other and the world, and values curiosity, critical thinking, creativity, and inclusion.CMRubinWorld’s award-winning series, The Global Search for Education, brings together distinguished thought leaders in education and innovation from around the world to explore the key learning issues faced by most nations. The series has become a highly visible platform for global discourse on 21st-century learning, offering a diverse range of innovative ideas which are presented by the series founder, C. M. Rubin, together with the world’s leading thinkers. For more information on CMRubinWorld

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

New study confirms non-recycled paper is better for the climate

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

When produced where the environmental impact of producing electricity is low, and where the forest is sustainably managed, paper from fresh fibres has lower environmental impact than paper from recycled fibres. That’s the conclusion of a new life cycle study made by IVL, Swedish Environmental Research Institute.The study uses a Life Cycle Assessment (LCA) methodology, comparing 100% fresh fibre-based paper produced at Holmen Paper in Sweden with 100% recycled-based paper produced with German production conditions. The study shows that paper based on fresh fibre has a lower environmental impact than recycled paper, not least when it comes to emissions. The study was also subject to a third-party review. “In Holmen, we are extremely focused on sustainability and it’s vital to know that when we embarked on this journey, we were studying our own environmental impact and were in no way interested in discrediting recycled paper. But the key findings in this study are very important because it shows that the general misconception that recycled paper is better for the climate is in fact wrong”, says Lars Lundin, CEO at Holmen Paper.An important variable in the findings of the study is the energy mix. Producing paper from fresh wood resources requires more energy than paper produced from recycled resources. However, the study shows that if low-emission renewable energy resources are used for the fresh fibre production, the environmental effects can be significantly reduced. One reason the Swedish scenario does so well is that the Swedish electricity mix has a lower environmental impact compared to the German.“The study shows that paper from fresh fibres has a lower environmental impact in several aspects. When comparing climate impact, eutrophication and acidification the difference between fresh and recycled fibres is significant in favour for the fresh fibre, despite higher energy consumption”, says Håkan Stripple from the Swedish Environmental Research Institute.Fresh fibre is also essential for the whole recycling process. The cellulose fibres in paper cannot be recycled more than about 5-7 times. After that, the fibre quality is so low you can no longer use it to produce paper. Therefore, the addition of fresh fibre is vital for the paper recycling process.“To combat climate change, we need to lower our emissions and replace fossil based materials. All paper is renewable, degradable and climate smart, but we need to acknowledge the fact that paper from fresh fibres is, in many cases, better for the climate and an essential prerequisite for recycled paper”, concludes Lars Lundin.
The Whitepaper “Environmental benefits of fresh fibre” is available to download at http://www.holmen.com

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enanta Pharmaceuticals to Present at Upcoming Investor Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

May 22, 1:35 p.m. ET; 2019 RBC Capital Markets Global Healthcare Conference, New York City. Enanta Pharmaceuticals, Inc. (NASDAQ:ENTA), a research and development-focused biotechnology company dedicated to creating small molecule drugs for viral infections and liver diseases, today announced that Jay R. Luly, Ph.D., President and Chief Executive Officer, will participate in a fireside chat presentation format at the investor conference.A live webcast of the presentation will be accessible by visiting the “Events and Presentations” section on the “Investors” page of Enanta’s website at http://www.enanta.com. A replay of the webcast will be available following the presentation and will be archived for approximately 30 days.
Enanta Pharmaceuticals is using its robust, chemistry-driven approach and drug discovery capabilities to become a leader in the discovery and development of small molecule drugs for the treatment of viral infections and liver diseases. Enanta’s research and development efforts are currently focused on the following disease targets: respiratory syncytial virus (RSV), non-alcoholic steatohepatitis (NASH)/ primary biliary cholangitis (PBC), and hepatitis B virus (HBV).Enanta’s research and development activities are funded by royalties from HCV products developed under its collaboration with AbbVie. Glecaprevir, a protease inhibitor discovered by Enanta, is now sold by AbbVie in numerous countries as part of its newest treatment for chronic hepatitis C virus (HCV) infection. This leading HCV regimen is sold under the tradenames MAVYRET™ (U.S.) and MAVIRET™ (ex-U.S.) (glecaprevir/pibrentasvir).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sommetrics Selected to Present at the Respiratory Innovation Summit

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Sommetrics, a company providing products and services to improve sleep quality, today announced it has been selected to be one of five companies to present at the airways symposium of the Respiratory Innovation Summit in Dallas on May 17, 2019. This Summit is a yearly event held in advance of the American Thoracic Society’s International meeting which brings together clinicians, innovators and investors focused on new approaches for treating widespread and crippling lung and airway diseases.“This is an ideal venue for highlighting the clinical progress made in establishing our aerSleep™ system as a treatment option for obstructive sleep apnea (OSA),” remarked Dr. Richard Rose, President, CEO and Chief Medical Officer of Sommetrics. ”It is particularly appropriate to discuss aerSleep™ in the context of airways disease since OSA is now believed to be the commonest chronic respiratory disorder worldwide – more prevalent than asthma or COPD. Yet, only a small fraction of individuals with OSA are currently receiving effective therapy. It is this extraordinary medical need that our aerSleep™ system addresses.”The aerSleep™ system consists of a comfortable silicone collar fitted on the front of the neck which holds the airway open via the application of mild external negative pressure delivered by a quiet, integrated vacuum pump. This system has a number of advantages over conventional sleep apnea therapies in that it is non-invasive, simple to use and maintain, highly portable and well tolerated by the majority of users. An earlier version of aerSleep has previously received market clearance from Health Canada.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ingram Micro Opens New ITAD Facility in Peru

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Ingram Micro Commerce & Lifecycle Services today announced the opening of its newest IT Asset Disposition (ITAD) Processing Center, located in Lima, Peru. This is the fourth new ITAD facility Ingram Micro has opened this year, and is our third facility in South America, providing a broad range of efficient, safe and secure technology disposition services, including data erasure and drive destruction, processing, remarketing and recycling.“The addition of our Lima ITAD facility to our current operations in Brazil and Colombia enables us to offer directly-managed services in three of the four most populous countries in South America,” said Todd Zegers, vice president, ITAD, Commerce & Lifecycle Services. “We are committed to providing these necessary and in-demand services for our customers wherever they are located around the world, and plan to announce additional facility openings later this year.” “The market for ITAD services in South America is strong, and Peru is a strategic expansion for Ingram Micro,” adds Martin Garcia-Brosa, executive director Latin America, Commerce & Lifecycle Services. “We are already taking orders for service through the Lima facility, and we look forward to continuing business growth across the region.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Think Global Forum London

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

The Think Global Forum returns to Europe with numerous guests and Forum Executives from leading organizations joining the European Travel Forum taking place at the Conrad St James Hotel, in London.Aoife Murphy, Managing Director and María Jesús de Arriba Díaz, Development Director, Think Global Forum Europe will welcome attendees to the event and Thomas Murray, CEO, Vistatec, will deliver an opening address for what is expected to be an in-depth opportunity to share and discuss upcoming industry opportunities and challenges.This year’s Think Global Forum Travel event includes industry speakers:
· Tom Raczka, Localization Manager, Intercontinental Hotels Group (IHG)
· Alberto Ferreira, UX Research Manager, dnata (Emirates Group)
“It is good to be back in London for this European Think Global Forum. The forum promises to be a fantastic opportunity for industry guests and Forum Executives to exchange ideas and to network in the heart of London,” said Simon Hodgkins, Founder, Think Global Forum.The European Travel Forum returns to the city of London after a successful Los Angeles forum event in April. The event will be held in the historical Conrad St James hotel, in Westminster, located across from Buckingham Palace and the Houses of Parliament.
Many other forums will be taking place across Europe and the United States in the months ahead, including the Think Global Forum New York, on May 20, 2019.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TEGNA to Webcast Second Quarter 2019 Earnings Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

TEGNA Inc. (NYSE: TGNA) will host its second quarter 2019 earnings conference call with financial analysts on Tuesday, August 6, 2019 at 8:30 a.m. (ET). The call will be accessible live to the media and general public via webcast and through a limited number of dial-in conference lines.TEGNA’s earnings announcement will be released to news outlets and wire services before the market opens on August 6. Materials related to the call will be available at that time through the Investor Relations section of TEGNA’s website, investors.TEGNA.com.
The live webcast will be accessible through the company’s website. To listen to the live webcast, access investors.TEGNA.com and click on the link to the webcast. Allow at least 10 minutes to access TEGNA’s home page and complete the links before the webcast begins.
To access the conference call, dial 800-458-4121 at least 10 minutes prior to the scheduled 8:30 a.m. (ET) start of the call. International callers should dial 323-794-2597. The confirmation code for the conference call is 3325310.A replay of the conference call will be available under “Investor Relations” at http://www.TEGNA.com from Tuesday, August 6 at 12:30 p.m. (ET) to Tuesday, August 20 at 12:30 p.m. (ET). To access the replay, dial 888-203-1112 or 719-457-0820. The confirmation code for the replay is 3325310. A transcript of the conference call will also be made available on the company’s website.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Concord Health Partners Completes Investment in MIVI Neuroscience

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Concord Health Partners (“Concord”), a healthcare focused investment firm, has completed an investment in MIVI Neuroscience, Inc. (“MIVI”), a medical device company that provides innovative products for neuro-interventional procedures. The investment reflects Concord’s approach of investing in healthcare companies that offer innovative and proprietary technologies with the potential to lower costs, improve outcomes and enhance the value of care.There has been significant global growth in the utilization of endovascular stroke therapy procedures since the publication of compelling data from several independent clinical trials in 2015 and 2016 that highlight the value of such techniques in clearing occlusive blood clots from large cerebral vessels. MIVI’s product portfolio provides physicians with innovative tools designed to help improve outcomes, shorten procedure times and make treatment available to potentially more patients by providing easier access to difficult to treat smaller vessels in the brain.Concord Health Partners (“Concord”) is a healthcare focused investment firm with a strategic partnership model that optimizes the alignment of interests between investors and portfolio companies. Concord is primarily focused on investing in healthcare companies that have the potential to enhance the value of care through products, services, technologies and solutions that lower costs, improve quality and/or expand access to care. Concord was formed in 2017 by Founder & Managing Partner, James Olsen, a former healthcare investment banker with Bank of America Merrill Lynch and Jefferies. In 2018, Joseph Swedish, a senior healthcare executive and former Chairman & CEO of Anthem, Inc. joined Concord as Co-Founder & Partner.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »