Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 16 giugno 2019

“La Germania aumenta i rimpatri degli immigrati clandestini”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

“Come? Li sedano, li ammanettano e li spediscono in Italia. Ecco la strategia dell’idolo degli europeisti Angela Merkel: scaricare il problema sicurezza e immigrazione della Germania sulla nostra Nazione. Questa volta Onu, Unione Europea e associazioni varie non hanno nulla da dire sui diritti dei migranti? Tutto questo mentre una Ong tedesca, la Sea Watch, continua a traghettare immigrati in Italia. Il Governo si faccia rispettare in Europa! La soluzione è non far arrivare i clandestini in Italia con un blocco navale europeo, cosa aspetta l’Italia a chiederlo? E cosa aspetta il Governo a istituire i centri sorvegliati per clandestini, come quelli già istituiti nella civilissima Germania? Basta perdere tempo!” Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

35esimo Congresso Internazionale di Storia dell’Arte

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Firenze, dal 1 al 6 Settembre 2019 Fiera, Villa Vittoria Palazzo Vecchio, Teatro dell’Opera Dopo oltre quarant’anni, il Congresso Mondiale di Storia dell’Arte del CIHA (Comité International d’Histoire de l’Art) torna in Italia per svolgersi a Firenze.
“MOTION: Transformation” costituisce la prima parte del 35esimo Congresso Internazionale del CIHA che per la prima volta si terrà in due paesi diversi a distanza di un anno. La seconda parte dal titolo “MOTION: Migrations” avrà luogo infatti a San Paolo del Brasile nel settembre 2020.Il congresso MOTION intende dare avvio a uno straordinario dibattito trans-culturale riguardo a uno dei temi da sempre di maggior rilievo nella cultura globale: il Movimento, declinato su due dei suoi aspetti più importanti, Trasformazione e Migrazione. La prima parte del congresso, organizzato dal CIHA Italia in collaborazione con il Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut, si svolgerà a Firenze Fiera, nei saloni di villa Vittoria, in grado di ospitare i circa mille partecipanti attesi, e in alcuni dei più prestigiosi edifici storici della città, tra cui Palazzo Vecchio.L’evento, realizzato grazie al contributo dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con il supporto della Getty Foundation di Los sandro botticelli allegoria primaveraAngeles e del Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut, ha ottenuto i patrocini di: MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), Comune di Firenze, Città Metropolitana, Università di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Regione Toscana.Al ricco programma delle giornate di studio, che contemplano circa centoventi interventi di studiosi di ogni parte del mondo, si aggiungono eventi aperti al pubblico e lectiones magistrales, come quella che vedrà protagonista la storica dell’arte indiana Kavita Singh a Palazzo Vecchio. Sono previste anche visite a musei e collezioni fiorentine noti e meno noti, secondo percorsi legati tematicamente al congresso, grazie alla speciale collaborazione delle direzioni dei diversi musei e istituzioni coinvolti.In una prospettiva transculturale, interdisciplinare e innovativa, il congresso fiorentino prende avvio da una riflessione rivolta sia al ruolo dell’artista inteso come “colui che agisce e fa”, in quanto dotato della capacità divina di plasmare la materia e di creare forme nuove, sia alla natura dell’oggetto d’arte a sua volta dotato di “anima”.Tra i relatori saranno presenti studiosi provenienti dalle più importanti università e istituzioni a livello mondiale, tra cui l’École des Hautes Études en Sciences Sociales (Parigi), il Courtauld Institute (Londra), la Humboldt-Universität zu Berlin, la Columbia University (New York), la Jawaharlal Nehru University (New Delhi), l’Universidade Federal de São Paulo, la Scuola Normale Superiore (Pisa), l’University of Hong Kong.Le nove sessioni del congresso
Sessione 1: L’arte come visione
La sessione si focalizza sulle relazioni fra arte e ispirazione divina, in una prospettiva comparata e transculturale. Prendendo in esame alcune figure di artisti e di mistici capaci di creare immagini mentali che dialogano con quelle reali, saranno indagati i rapporti fra realtà osservabile, spiritualità, visione e creatività e messi in luce i legami complessi che intercorrono fra vedere con gli occhi, immaginare e ricordare.
Sessione 2: L’arte e la materia nel corso del tempo
Argomento chiave della sessione è l’importanza della materia nell’arte, non solo in relazione alla scelta del materiale compiuta dall’artista nel momento in cui crea un’opera, ma anche rispetto ai modi in cui i materiali cambiano nel corso del tempo, mettendo a rischio di deperibilità gli oggetti d’arte, che non sono fatti di materia inerte ma viva.
Sessione 3: L’arte e la natura
La sessione affronta il tema dei rapporti multiformi fra arte e natura, concetti a cui ci si riferisce in maniera separata solo a partire dalla prima età moderna. In tempi più lontani, infatti, non esisteva separazione netta fra le due, essendo entrambe, Natura e Arte, frutto di un disegno di origine divina. Nel corso degli interventi verranno messi a fuoco i momenti cruciali di questo processo di distinzione.
Sessione 4: L’arte e le religioni
In questa sessione si ragionerà, da un punto di vista storico-artistico e antropologico, sul potere delle immagini nelle religioni di culture diverse. Perché adoriamo le immagini? Cosa ci porta a fidarci di loro?Si parlerà di oggetti dotati di anima, di idoli, avatar, apparizioni e di violenza contro le immagini religiose, in una prospettiva il più possibile transculturale.
Sessione 5: L’arte fra disegno e scrittura
La sessione propone una riflessione su affinità e divergenze tra disegno e scrittura. Come fanno le linee a produrre forme? Dritte o curve, spezzate o continue, le linee sono la prova tangibile del processo attraverso cui le opere d’arte vengono create e i testi vengono scritti. Muovendosi tra figura e linguaggio, esse sono al contempo traccia di un percorso creativo e mezzo di comunicazione.
Sessione 6: Iconicità e processo di produzione in architettura
Nella cultura contemporanea cresce la tendenza a trasformare anche i grandi capolavori dell’architettura in pure immagini, in icone. Questa visibilità, mai così grande, sta producendo cambiamenti sostanziali anche nel modo di guardare all’architettura come esperienza fisica, a più dimensioni. A partire da qui, la Sessione propone di adottare un approccio all’icona architettonica che sia orientato allo studio dei processi creativi e produttivi.
Sessione 7: Arte, potere e pubblico
Il lavoro di artisti e architetti è sempre stato utilizzato da singoli o da gruppi appartenenti ai più svariati contesti politici e religiosi per acquisire e mantenere potere. La sessione si concentra su alcuni momenti di crisi e cambiamento in cui le opere d’arte hanno contribuito a trasformare sistemi obsoleti, schemi tradizionali e relazioni di potere fra gruppi sociali diversi, mettendo la società di fronte a nuove idee o persino utopie.
Sessione 8: L’arte, i critici e gli spettatori
La storia dell’arte insegna come i percorsi degli artisti prendano forma anche in relazione al lavoro dei critici. La sessione mira a esaminare il ruolo degli artisti, dei critici e degli spettatori dal dopoguerra a oggi, osservando il tema dalla prospettiva della “scomparsa” (di limiti, di contenuti, di memoria) e discutendo di morte, censura e nuove tecnologie.
Sessione 9: Voyage
Concepita come sezione di raccordo tra le due parti del congresso che si svolgeranno a Firenze e a San Paolo del Brasile, la sessione intende invitare gli studiosi a scambiare idee sul tema del “Viaggio”. Saranno affrontati gli scambi artistici e culturali tra Brasile e Italia, ma non solo: il viaggio, infatti, può essere declinato secondo diverse prospettive, dalla migrazione di persone alla circolazione di oggetti e documenti. E ancora: il viaggio dell’artista, dell’uomo di cultura, dell’esploratore scientifico, del pellegrino, nonché i viaggi determinati da intenti coloniali, militari, diplomatici, o legati a scorribande piratesche e a fenomeni di banditismo. (foto: sandro botticelli allegoria primavera)
http://www.ciha-italia.it/florence2019/2018/04/07/tickets-booking/

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva in Italia, a Cremona Musica, l’esposizione “Violins of Hope”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Cremona dal 27 al 29 settembre la “Città del violino” ospiterà alcuni strumenti suonati prima e durante la persecuzione degli ebrei da parte del regime nazista, anche durante la reclusione nei campi di concentramento. Il 28 settembre, inoltre, quegli stessi strumenti verranno suonati in concerto dal violinista turco Cihat Askin.A Cremona Musica arriverà anche Amnon Weinstein, ideatore e fondatore di “Violins of Hope”, che ritirerà anche il Cremona Musica Award per il miglior progetto. I Cremona Musica Award sono il riconoscimento istituito da CremonaFiere per premiare ogni anno i protagonisti della musica internazionale che si distinguono per il loro contributo alla diffusione dei valori della grande musica. I premi vengono consegnati ogni anno a Cremona durante Cremona Musica.Al progetto “Violins of Hope” è stata riconosciuta la capacità di raccontare la grande storia, ma soprattutto le storie individuali delle vittime dell’olocausto, attraverso l’originale lente della musica e dei violini. In questo modo lo spettatore è portato a comprendere l’orrore di quegli anni, a riflettere sulle singole storie, ma anche sul valore della musica e degli strumenti musicali per l’uomo, soprattutto in un momento così drammatico. Gli strumenti sono stati raccolti e restaurati dallo stesso Amnon Weinstein, liutaio israeliano che si è diplomato alla Scuola di Liuteria di Cremona. “Violins of Hope” ha fatto negli ultimi anni il giro del mondo: i violini della raccolta sono stati esposti e suonati in molte città degli Stati Uniti, ma anche in Europa.
A Cremona Musica Amnon Weinstein sarà anche protagonista di una seconda esposizione, dove verranno messi in mostra alcuni strumenti realizzati da lui e dagli altri allievi che hanno frequentato la Scuola di Liuteria di Cremona nel suo stesso periodo. Cremona Musica è infatti sempre aperta a nuove collaborazioni e connessioni con le altre istituzioni legate alla musica presenti in città, che rendono Cremona una città dal fascino unico per gli appassionati.
Cremona Musica è la principale fiera al mondo per gli strumenti musicali d’alta qualità, un appuntamento capace di conciliare il lato business e il lato artistico della musica, rivolgendosi a professionisti, appassionati, produttori e a chiunque sia coinvolto nel mondo della musica. Nell’edizione 2018 Cremona Musica ha ospitato 320 espositori, di cui oltre la metà dall’estero, e oltre 160 eventi, per un programma a tutto tondo capace di richiamare nella “Città del violino” oltre 18.000 visitatori. Cremona Musica si articola in cinque aree tematiche, Mondomusica (archi) e che accoglie anche le Edizioni Musicali, Piano Experience (pianoforte), Acoustic Guitar Village (chitarre), Cremona Winds (fiati), Accordion Show (fisarmoniche).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo saggio di Vincenzo Vita in presentazione all’AAMOD

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Roma Mercoledì 19 giugno 2019 – ore 18 Sala Zavattini FONDAZIONE AAMOD Via Ostiense 106 Presentazione del libro Rosso Digitale di Vincenzo Vita (manifestolibri) Ne discutono con l’autore Gianrico Carofiglio (saggista e scrittore) Nicola D’Angelo (giurista e magistrato amministrativo) Giuseppe Giulietti (presidente FNSI) Norma Rangeri (direttrice de “il manifesto”) Dall’invasione degli spot alla dittatura degli algoritmi, un’analisi dettagliata sul rapporto politica e comunicazione dalla televisione sul modello Berlusconi ai social media delle campagne politiche e delle fake news attuali. Il berlusconismo, da non intendere come semplice descrizione delle alterne fortune del Cavaliere di Arcore, bensì come sintomo clamoroso del mutato rapporto tra rappresentanza e rappresentazione, è alla base di una ricerca che analizza il processo di globalizzazione mediatica come uno strumento non risolutivo nello sviluppo dei media. Nel saggio viene anche messa a fuoco la figura di un Politico in crisi, in quanto frutto della parabola discendente dei grandi partiti di massa, che si manifesta in modo esplicito con l’epifania della società dell’informazione. Ingresso libero fino ad esaurimento posti con prenotazione consigliata.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Guerra commerciale è nuova Guerra Fredda, divisione in tre blocchi”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Stati Uniti e Cina sono invischiati in un’esplicita guerra commerciale, a cui sottostà una guerra fredda sui temi tecnologici. Gli investitori nei mercati finanziari hanno le idee chiare sulle implicazioni di breve periodo, e questo agevola le scelte per quanto riguardo questa finestra temporale. Al contrario, le conseguenze di lungo periodo sono meno ovvie e l’impatto duraturo sulla catena del valore e sui processi decisionali è sottovalutato. La conclusione inevitabile da trarre è che il mondo stia inesorabilmente andando incontro ad un lungo periodo di divergenza economica e politica, che ha alcune somiglianze con la Guerra Fredda del passato, ma per certi versi è più invasivo e pericoloso per gli investitori.L’effetto collaterale di tutto ciò sarà la divisione del mondo in tre aree, con un ritorno diffuso ad un maggior interventismo da parte dei governi.
Storicamente, le guerre commerciali durano un solo round. Entrambe le parti infatti ad un certo punto arrivano a capire che si stanno danneggiando, e che continuare le ostilità vorrebbe dire solo aumentare il costo finale. Se la guerra commerciale continuerà con questa intensità potrebbe trascinare nella disputa altri attori, i quali a loro volta potrebbero reagire ai dazi imposti a loro danno. Questa escalation probabilmente porterà ad un ritorno generalizzato di un maggior interventismo statale, in quanto gli elettori lo esigeranno dai loro rispettivi governi. I paesi che vengono da una lunga tradizione di interventismo statale si adatteranno più rapidamente, e nell’immediato saranno avvantaggiati. Quelli che invece non lo faranno rischieranno di mettere un’ipoteca sulla propria crescita futura e sulla solidità delle proprie istituzioni.
Il gruppo guidato dalla Cina: composto per lo più dai paesi coinvolti nel progetto della Nuova Via della Seta e da quelli che hanno firmato il RCEP, il trattato commerciale sponsorizzato dalla Cina che coinvolge la maggior parte dei paesi asiatici e del Pacifico occidentale. Questo gruppo di paesi godrà di volumi e valori di scambi crescenti, allo stesso tempo diventando sempre più allineato alla sfera geopolitica di Pechino. Al suo completamento, il RCEP avrà dimensioni e ampiezza impressionanti. Riguarda infatti 3,5 miliardi di persone e il 33,3% del Pil mondiale, il tutto seguendo le regole del WTO.
I resti del vecchio ordine mondiale: ne farebbero parte Giappone, l’UE e alcuni paesi del sud-est asiatico e del Pacifico, in virtù dell’Accordo di partenariato economico UE-Giappone e del Partenariato Trasn-Pacifico (CPTPP). L’accordo tra Europa e Giappone, tra l’altro, mette in condizione di grave svantaggio il Regno Unito dopo la Brexit. L’accordo coinvolge complessivamente 638 milioni di consumatori, il 28% dell’economia mondiale e oltre un terzo degli scambi globali. Il CPTPP conta a sua volta oltre 753 milioni di consumatori, il 15% dell’economia mondiale e mette a sua volta in una situazione di svantaggio i paesi non membri rispetto a quelli membri; le aziende americane in questi mercati sono infatti ora in condizione di svantaggio nei confronti dei loro concorrenti canadesi, messicani, giapponesi e australiani. Allo stesso modo le aziende thailandesi, coreane e con sede a Taiwan saranno in difficoltà nei confronti dei concorrenti malesi, vietnamiti e giapponesi.
Il gruppo USA: costituito dagli Stati Uniti, la cui economia è relativamente meno dipendente dal commercio, e da un numero ridotto di paesi non allineati che con il passare del tempo diventeranno meno rilevanti come partner commerciali, a causa dell’erodersi della loro abilità di competere sul piano tecnologico. Il Regno Unito è candidato a rientrare in questo gruppo di paesi qualora si verificasse una “Hard Brexit”, che comporterebbe la perdita dei benefici dati dalla cooperazione con l’UE sulla ricerca tecnologica, senza che la Gran Bretagna possa da sola tenere il passo con gli USA in questo campo.
Logicamente, una guerra commerciale prolungata rischia di intensificarsi e coinvolgere altri paesi, portando ad un trincerarsi su posizioni distanti e a ulteriori barriere commerciali diverse dai dazi. UBS ha pubblicato recentemente un report sull’impatto sulla crescita economica, l’inflazione e i mercati finanziari, secondo cui la crescita del Pil mondiale potrebbe diminuire dell’1%, con i maggiori effetti soprattutto sugli USA (-2,45%) e la Cina (-2,3%). I tassi di interesse saranno colpiti più delle valute, e tutti i mercati azionari potrebbero arrivare a perdere circa il 20%. L’Australian Productivity Commission, a sua volta, ha pubblicato un report in cui afferma che se tutti i paesi alzassero i dazi del 15%, il Pil globale scenderebbe del 2,9% .
Per un po’, sembra lecito aspettarsi che i paesi più sviluppati continuino a ricercare accordi commerciali multilaterali, come il Partenariato Trans-Pacifico, la RCEP e gli accordi UE-Giappone. Questo dovrebbe, in teoria, portare il volume degli scambi “extra-USA” a crescere a sufficienza da fornire un cuscinetto rispetto a potenziali barriere commerciali poste dagli USA. Potrebbe funzionare, ma solo fino a quando ogni paese non sarà costretto a scegliere con quale campo schierarsi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Landscapes

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Sanremo dal 29 giugno al 29 settembre 2019 presso la Galleria Jean-François Cazeau (Via Giacomo Matteotti 7)si inaugura la mostra Landscapes. E’ un tributo alla pittura di paesaggio e alla sua evoluzione nel corso del ‘900, quando progressivamente i riferimenti naturalistici si perdono fino a dissolversi completamente nei paesaggi interiori degli artisti contemporanei. Testimoni di questa evoluzione, saranno le opere di artisti come Louis Hayet, Pablo Picasso, Hermine David, Afro, Lynn Chadwick, André Masson… Fra i contemporanei, lavori di Sean Scully, Ian Davenport, Samuel De Gunzburg e Nicolas Lefeuvre, artista francese, ex direttore creativo di Chanel a Tokyo che collabora per la prima volta con la Galleria Cazeau e portando in mostra una selezione di 11 opere.
Il richiamo alla tematica del paesaggio, tanto cara ai maestri della pittura en plein air di fine 800, nasce dalle mostre che la Riviera dei Fiori sta dedicando a Claude Monet, rispettivamente al Castello dei Doria di Dolceacqua e a Villa Regina Margherita a Bordighera. Considerato uno dei fondatori dell’impressionismo, Monet ha indagato costantemente il tema del paesaggio, riproponendolo in infinite variazioni e facendolo diventare protagonista assoluto delle sue tele. Egli soggiornò proprio a Bordighera nel finire dell’800, prima in gita con l’amico Renoir e poi in solitaria, dove ebbe modo di dipingere vari scorci della cittadina rivierasca.In occasione dell’inaugurazione di Landscapes, Cazeau celebrerà i dieci anni della sua galleria parigina, inaugurata nel 2009 nel quartiere Marais, in rue Sainte Anastase, a pochi passi dal Museo Picasso.
Da oltre 25 anni presente nel mercato del collezionismo, il suo fondatore Jean-François Cazeau e il socio Raphael Salvadori Tecucianu, hanno deciso di puntare sull’Italia ed in particolare sulla Liguria. La ragione di questa scelta è data dalla presenza ormai consolidata della galleria in fiere e mostre nel sud della Francia e in Italia.
Fra i più importanti artisti presenti, nomi come Armand Guillaumin, Auguste Herbin, Hans Hartung, Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, Cèsar e Alberto e Diego Giacometti. Il target è quello del collezionismo dei Maestri impressionisti e moderni, un mercato in continua crescita, come confermato dall’ultimo record registrato lo scorso 14 maggio da Sotheby’s New York con una delle celebri composizioni di Claude Monet raffigurante i Covoni, venduta per 110 milioni di dollari. La galleria ha inoltre appena registrato la sua presenza alla quarta edizione di artmonte-carlo, fiera d’arte moderna e contemporanea sostenuta da S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco e tenutasi dal 26 al 28 aprile 2019 al Grimaldi Forum di Monaco. A Montecarlo la galleria Cazeau ha scelto di presentare opere che illustrano gli importanti sviluppi artistici del XIX e XX secolo, percorrendo quasi 100 anni di evoluzione storica. Punto culminante dell’esposizione monegasca, una rara opera di Kees Van Dongen, esposta per la prima volta dall’artista nel 1905 al Salon d’Automne, ora meglio conosciuta come la prima mostra fauvista: La Cage aux Fauves. Orari: Domenica: 15h – 19h Lun: Chiuso Mart: 15h – 19h Merc – Sab: 10h – 13h / 15h – 19h

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli Avori del Museo Nazionale del Bargello

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Firenze Martedì 18 giugno alle 17.30 al Museo Nazionale del Bargello, nel Salone di Donatello, verrà presentato il Catalogo dedicato alla raccolta degli avori del Museo Nazionale del Bargello. La collezione degli avori del Museo è tra le più prestigiose oggi esistenti, con oltre 250 esemplari di incomparabile rilievo storico e artistico. Raccoglie raffinati manufatti, realizzati lungo un arco temporale di oltre 15 secoli, che stupiscono per la perizia tecnica delle lavorazioni (con intagli microscopici e perfetti) e che testimoniano un’ampia circolazione di stili e tecniche tra le diverse civiltà.
Vi sono compresi capolavori come il Dittico Denon (fine IV – inizi V secolo), il Pastorale di Yves de Chartres (fine XI) o il Flabellum (fine IX) il grande ventaglio liturgico carolingio di cui esistono solo 3 esemplari al mondo. E poi decine di esemplari a soggetto sacro e profano medievale, pedine e pezzi per gli scacchi, valve di specchio, cofanetti gotici e rinascimentali, manufatti islamici, selle da parata e molto altro ancora.
Al Bargello questi capolavori dell’arte eburnea giunsero sia dalle collezioni mediceo-granducali, al momento della fondazione del museo (1865), sia dalla ricca raccolta privata che il collezionista francese Louis Carrand, defunto nel 1888, donò al museo col suo lascito testamentario.Da allora la collezione degli avori del Bargello ha stupito i visitatori e raccolto l’interesse di studiosi e specialisti del settore. Mancava ancora, tuttavia, un catalogo che raccogliesse in modo unitario, esaustivo e aggiornato la descrizione sistematica della preziosa collezione.Il Catalogo degli avori del Museo Nazionale del Bargello, curato da Ilaria Ciseri ed edito da Officina Libraria, colma oggi questa lacuna e raccoglie, dopo un meticoloso lavoro di ricerca e schedatura durato quattro anni, i frutti dell’impegno di prestigiosi specialisti della materia. Il volume è suddiviso in 12 capitoli e comprende 226 schede scientifiche ma, grazie alla ricchezza di immagini, risulta fruibile anche da un pubblico di non addetti ai lavori.All’evento, presenziato da Paola D’Agostino (Direttore dei Musei del Bargello), Ilaria Ciseri (curatrice del volume) e Francesco Steidl (vice Presidente della Fondazione Il Bargello Onlus), interverranno Martina Bagnoli, Fulvio Cervini e Fabrizio Crivello.
L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Luigi Allegri conferito il titolo di Professore Onorario

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Parma Il prof. Luigi Allegri, già docente ordinario dell’Università di Parma, è stato insignito del titolo di Professore onorario, con decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti.L’onorificenza conferita al prof. Luigi Allegri, proposta dal Consiglio del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma, riconosce l’eccellenza dell’attività scientifica e accademica svolta ed è motivo di orgoglio per l’Ateneo.Il titolo di professore onorario è attribuito a docenti che hanno svolto almeno quindici anni di attività nell’Università nel ruolo di professori ordinari e che si sono distinti per aver contribuito in maniera particolarmente rilevante ed incisiva, con attività di ricerca di eccellenza, allo sviluppo del sapere e della conoscenza.Luigi Allegri è stato docente di Storia del teatro e dello spettacolo all’Università di Parma fino all’ottobre 2018. È stato Direttore di Master sullo spettacolo e sullo sport, Presidente di Corso di Laurea, Direttore di Dipartimento, membro del Senato Accademico, Presidente del Centro Studi e Archivio della comunicazione – CSAC e Delegato del Rettore in più occasioni. Ha fondato e diretto sino ad ora il Centro per le attività e le professioni delle arti e dello spettacolo – CAPAS e ha contribuito a fondare il nuovo Corso di Laurea in Comunicazione e media contemporanei per le industrie creative. Ha inoltre svolto attività didattica presso varie Università e centri di ricerca stranieri, tra cui l’Université de Paris III Sorbonne Nouvelle, l’Institut del Teatre de Barcellona e la Escuela Nacional de Teatro di Città del Messico.Per il periodo 1992-1995 è stato Presidente dell’Associazione che riunisce gli studiosi di teatro medievale di tutto il mondo, la Société Internazionale pour l’étude du Théâtre Médiéval – SITM. Dal giugno 1994 al giugno 1998 è stato Assessore alla Cultura del Comune di Parma. È stato membro dei Consigli di Amministrazione di Ater e della Fondazione Toscanini. Per il periodo 2004-2007 è stato Presidente della Consulta Universitaria Teatrale, l’Associazione dei docenti universitari italiani di discipline teatrali. Dal 2012 al 2015 è stato Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Umberto Artioli – Mantova Capitale Europea dello Spettacolo di Mantova. Dal settembre 2018 è Presidente della Fondazione Paese di Don Camillo e Peppone di Brescello.È membro del Comitato di direzione della rivista Il Castello di Elsinore. Dirige la serie “Nel laboratorio del teatro” e condirige la serie “Istituzioni dello spettacolo”, entrambe per l’Editore Laterza. Ha scritto numerosi saggi e volumi sul teatro medievale, il Teatro di Figura, la teoria e la storia dell’attore, la drammaturgia contemporanea, la teoria del teatro. Recentemente ha curato il volume Storia del teatro per Carocci.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra finale degli artisti residenti stagione 2018/2019

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Roma Inaugurazione: giovedì 20 giugno 2019 ore 20.00 Apertura al pubblico: 20 giugno – 15 settembre 2019 Real Academia de España en Roma Piazza S. Pietro in Montorio 3 la Real Academia de España en Roma apre le sue porte al pubblico con l’inaugurazione della mostra Processi 146, che presenta i progetti e i lavori realizzati dagli artisti durante la loro residenza presso l’Accademia nella stagione 2018/2019.
Gli artisti residenti, 23 in tutto, tra spagnoli, italiani e latinoamericani, sono i vincitori dell’annuale concorso indetto dal Ministero degli Affari Esteri spagnolo, e sono stati chiamati a realizzare un progetto dedicato all’Italia ed in particolare alla città che li ospita. Roma, dunque, è al centro della loro ricerca, che va dalla fotografia al cinema, dalle opere pittoriche al teatro, dalla letteratura agli oggetti di design, dall’arte figurativa alle performance, dalla storia dell’arte alle tecnologie multimediali, mettendo in mostra tutta la loro creatività.Sono già 966 i borsisti che sono stati ospitati alla Real Academia dall’anno della sua fondazione avvenuta nel 1873, un lungo percorso che ha visto l’Academia diventare una delle residenze più importanti di Spagna, sviluppando un ruolo fondamentale nella formazione di numerose generazioni di artisti e intellettuali spagnoli e ibero americani.La mostra rappresenta anche l’opportunità di visitare un complesso monumentale solitamente chiuso al pubblico, con i suoi grandi tesori nascosti, come il chiostro, i giardini, la terrazza, il salone dei ritratti e la sala da pranzo del piano nobile.Orari di apertura: Dal martedì alla domenica
dalle ore 10.00 alle ore 18.00 lunedì chiuso Ingresso libero.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riapre al pubblico il Museo storico del bersagliere

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

museo del bersagliereRoma 18 giugno ricorrenza del 183° Anniversario della Fondazione del Corpo dei Bersaglieri. La cerimonia ufficiale inizierà alle ore 11.30 e si svolgerà alla presenza di Autorità Civili e Militari all’interno della Porta, nel cortile dell’edificio michelangiolesco, seguirà alle 19.30 un concerto della Fanfara Bersaglieri “Nulli Secundus” di Roma Capitale aperto al pubblico. Porta Pia, da sempre luogo simbolo del nostro Risorgimento e dei romani, suggellerà per sempre, grazie ai fatti d’arme del 20 settembre 1870, il ritorno di Roma all’italianità con il suo indiscusso e riconosciuto ruolo di Capitale d’Italia. La sede museale è un gioiello della storia e della memoria risorgimentale e splendido edificio architettonico cinquecentesco.
Per i Bersaglieri la riapertura del loro Museo Storico è un altro tassello importante nel mosaico delle celebrazioni che hanno in programma per il prossimo anno per la ricorrenza dei 150 anni della “Breccia di Porta Pia”. Allestito, in un luogo simbolo quale è Porta Pia, il museo è rimasto chiuso a lungo per problemi connessi con la messa a norma della struttura, oggi finalmente risolti, grazie all’impegno collaborativo tra lo Stato Maggiore dell’Esercito, il Comando Militare della Capitale e l’Associazione Nazionale Bersaglieri, in prima fila la Sezione di Roma. E’ situato in una delle antiche Porte di Roma nelle storiche Mura Aureliane. Un edificio di proprietà del Comune, ceduto in uso perenne ai Bersaglieri attraverso una permuta del lontano 1932 proprio per tale finalità di Museo. (foto: museo del bersagliere copyright Associazione Nazionale Bersaglieri Roma Capitale)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Maestri con diploma magistrale e laurea in Scienze della formazione primaria: in arrivo il concorso straordinario bis

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Il Governo starebbe seriamente pensando ad un secondo concorso riservato per salvare i diplomati magistrale dalla mannaia del Consiglio di Stato che li ha estromessi dalle GaE oltre che per assorbire i tantissimi laureati in Scienze della formazione primaria che campeggiano nelle graduatorie: si tratta di un progetto, riservato a personale docente abilitato all’insegnamento, del quale si è fatto portavoce il Senatore Mario Pittoni (Lega), presidente della VII Commissione di Palazzo Madama, anticipando ieri sera la volontà di affrontare la questione dei docenti di Infanzia e Primaria sul proprio profilo Facebook. Marcello Pacifico (Anief): L’idea di ridurre il servizio ci può trovare d’accordo, ma l’accesso va allargato: nel precedente concorso, ci sono state troppe categorie di esclusi. Se si vuole davvero ridurre il contenzioso, bisogna prima approvare delle leggi ben fatte e non discriminanti. La proposta sembra già a buon punto: al momento – scrive oggi Orizzonte Scuola – è in cantiere, ma potrebbe vedere la luce nelle prossime settimane. Scorrendo la bozza, si scopre che la disposizione consiste in un emendamento che modifica l’articolo 4, comma 1-quinquies del Decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito nella legge del 9 agosto 2018, n. 96, recante “Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”. Stiamo parlando del concorso riservato per i diplomati magistrale prima inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento dopo il provvedimento giurisdizionale e poi estromessi dopo la doppia sentenza negativa del Consiglio di Stato. In quel decreto dello scorso anno si avviava un concorso a cattedra riservato e semplificato per quel personale docente del primo ciclo con due anni di servizio specifico anche non continuativo, su posto comune o sostegno, nel corso dell’ultimo ottennio. Il nuovo emendamento punterebbe invece a bandire un concorso bis per i docenti che siano forniti del titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o di analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, oppure attraverso il conseguimento del diploma magistrale con valore di abilitazione o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia, entro l’anno scolastico 2001/2002. La novità, rispetto allo scorso anno, è che dovranno aver svolto, sempre nel corso degli ultimi otto anni scolastici, almeno una annualità di servizio specifico, anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, presso le istituzioni scolastiche statali. Coloro che parteciperanno alla procedura e saranno ritenuti idonei si ritroveranno inclusi in una graduatoria di merito dalla quale saranno attribuiti, anche per le immissioni in ruolo, i posti residui allo scorrimento delle graduatorie relative al concorso riservato del decreto 87. Secondo il sindacato Anief, il dimezzamento degli anni di servizio per l’accesso al concorso riservato per diplomati magistrale e laureati in Scienze della formazione primaria, in assoluto, sarebbe anche una buona notizia: la novità viene però decisamente depotenziata dal momento in cui il concorso continuerà a preclude l’accesso a tantissimi docenti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si fa sempre più intenso e concreto il lavoro di Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Avviene, tra l’altro, sul territorio cittadino di Capaccio-Paestum. Dalle Elezioni Politiche del marzo 2018 e fino alle ultime consultazioni che hanno riguardato il rinnovo del Parlamento Europeo e del Consiglio Comunale, il partito di Giorgia Meloni in città ha guadagnato ulteriori consensi.
Alle Politiche del 2018 il consenso si era attestato al 4,89% fino a raggiungere, dopo poco più di un anno, l’8,6% alle Europee e il 9,36% alle Amministrative.
Il dato comunale ha confermato la lista di Fratelli d’Italia come la più votata tra le liste della coalizione di centrodestra, a riprova dell’ottima attività di riorganizzazione a livello territoriale avviata un anno e mezzo fa, e consolidatasi lo scorso aprile con l’inaugurazione della sede locale di Fratelli d’Italia, Capaccio-Paestum.Tale risultato evidenzia come il partito di Capaccio-Paestum sia un presidio di fondamentale rilevanza in un momento di forte crescita.«A nome del Partito intendo ringraziare tutti i candidati, i dirigenti, i simpatizzanti e gli elettori di Capaccio-Paestum che hanno condiviso il nostro progetto contribuendo all’ottimo risultato di Fratelli d’Italia in città. Ad Angelo Quaglia, consigliere eletto di FdI, gli auguri di un proficuo lavoro in consiglio comunale – ha dichiarato Imma Vietri, Commissario Cittadino di Fratelli d’Italia a Capaccio-Paestum e Portavoce Provinciale del Partito di Giorgia Meloni –. Partiamo da questi risultati per portare avanti un progetto di ulteriore crescita. Lavoriamo ora a un’opposizione sana e costruttiva nell’interesse dei cittadini e del territorio».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Codice deontologico delle professioni infermieristiche

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Roma venerdì 21 giugno a partire dalle 9 del mattino e fino alle 13 presso l’hotel NH Vittorio Veneto in Corso d’Italia 1. la Federazione nazionale delle professioni infermieristiche (450mila iscritti, il maggior Ordine italiano) presenta ufficialmente il suo nuovo Codice Deontologico che riconosce l’infermiere come professionista e come persona; riconosce il cittadino come curato e come persona; riconosce la società nella quale viviamo e quella in cui vorremo vivere; riconosce la normativa attuale e ne prefigura la sua evoluzione; riconosce la relazione con l’assistito come momento di cura.
Soprattutto fa da guida all’agire degli infermieri nei confronti dei cittadini e degli assistiti sotto la vigilanza degli Ordini professionali, e rappresenta per gli stessi cittadini anche una guida per sapere quali sono i doveri degli infermieri verso i loro bisogni di salute.All’evento, che si terrà a Roma presso l’hotel NH Vittorio Veneto in Corso d’Italia 1, interverranno le massime autorità sanitarie istituzionali del Paese.
Hanno dato conferma della loro partecipazione (gli interventi sono previsti partire dalle 10,45), oltre alle associazioni dei pazienti che rappresentano i primi destinatari del Codice deontologico, il ministro della Salute Giulia Grillo, il presidente delle Regioni Stefano Bonaccini, il presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato Pierpaolo Sileri, la presidente della Commissione Affari sociali della Camera Maria Lucia Lorefice, il Commissario e futuro presidente dell’Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro, la vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera Rossana Boldi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Reclutamento di 70 Medici di medicina generale nella zona di Londra da parte di Paragona

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Ci sono ancora 70 posti per Medici di medicina generale da inserire nel programma di reclutamento Paragona per il Servizio Sanitario Nazionale britannico (NHS). L’offerta è rivolta ai medici di molti paesi dell’UE, tra cui Italia, Bulgaria, Croazia, Grecia, Lituania, Polonia e Spagna. La prossima classe di medici che sarà formata avrà l’opportunità di lavorare in due delle aree più attraenti del Regno Unito.
L’Hertfordshire e il West Essex sono tra le più pittoresche contee del sud dell’Inghilterra, con scuole eccellenti e a breve distanza dal centro di Londra. Secondo una classifica di uSwitch Better Family Life Index, che ha esaminato la qualità della vita in 138 contee britanniche, l’Hertfordshire è il posto migliore in Gran Bretagna per vivere. Sia l’Hertfordshire che il West Essex sono famosi per le pittoresche cittadine e le riserve naturali che sono diventate uno dei panorami preferiti dei cineasti.
“Scuole straordinarie, una location a 20 minuti di treno da Londra, con 50 chilometri di spiagge, l’Università di Cambridge e l’aeroporto di Luton a due passi rendono facile bilanciare carriera e famiglia”, ha detto Martin Ratz, direttore e co-fondatore di Paragona. “I medici del nostro programma saranno contenti del fatto che la loro settimana lavorativa – inizialmente di 17 ore e poi in aumento fino a 37,5 ore – lascerà loro molto tempo per godersi l’ambiente circostante.”
Le domande devono essere presentate entro e non oltre il 22 giugno. Salari annuali da 70,000 a 200,000 GBP. “Ciò che contraddistingue l’offerta di Paragona è che i partecipanti ricevono lo stipendio pieno durante il periodo di formazione e fino a 8.000 sterline per i costi di trasferimento”, ha aggiunto la signora Łozińska. “Inizialmente, i medici di famiglia, che passano circa 17 ore alla settimana nella loro clinica, guadagnano circa 70.000 sterline all’anno. Dopo questo periodo di adattamento, il carico di lavoro aumenta a 37,5 ore settimanali e lo stipendio annuale sale a 80.000 sterline. Dopo due o tre anni, un medico di solito arriva a guadagnare 90.000 sterline all’anno.” Molti degli ospedali e delle cliniche britanniche che lavorano con Paragona sono alla ricerca di medici per incarichi permanenti o per collaborazioni aziendali ed anche per posizioni dirigenziali. In quest’ultimo caso, i salari annuali possono arrivare a 200.000 sterline.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XIV Convegno Nazionale della Sezione “GIT – Geosciences and Information Technologies”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Castello di Melfi (PZ) da lunedì 17 e fino a mercoledì 19 giugno si terrà il convegno della Società Geologica Italiana, realizzato in collaborazione con l’Ordine dei Geologi di Basilicata.L’evento si propone come ideale luogo multi-disciplinare per l’incontro, il confronto e il dialogo tra ricercatori, liberi professionisti, amministratori di enti pubblici e privati, giovani laureati e dottorandi, interessati allo sviluppo, integrazione e applicazione di innovativi approcci metodologici di analisi e gestione dei dati spaziali nell’ambito delle Geoscienze.Quest’anno il convegno è stato patrocinato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) che, con il personale della Sede Irpinia di Grottaminarda, ha costituito un team per l’organizzazione.L’evento, inoltre, realizzato con il patrocinio di Matera 2019 Open Future e con i principali enti sul territorio tra cui la Regione Basilicata e il Polo Museale regionale della Basilicata, rientra tra gli eventi di “Matera 2019 – Capitale Europea della Cultura” (www.materaevents.it) e beneficerà dei crediti formativi (APC) attribuiti dall’Ordine dei Geologi.In particolare, sotto l’egida della “Fondazione Matera Basilicata 2019”, il 18 giugno è stata organizzata la sessione “Gli studenti tra tecnologia e consapevolezza dei rischi” che, focalizzata sulla formazione del “cittadino del futuro”, vedrà impegnati i ragazzi delle scuole superiori che hanno affrontato dei percorsi di alternanza scuola lavoro con diversi enti di ricerca, tra i quali l’INGV ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tecnologia Ising

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Il team di ricerca del Dipartimento di Fisica della Sapienza e dell’Istituto dei Sistemi complessi del Cnr, costituito da Davide Pierangeli e Giulia Marcucci e coordinato da Claudio Conti, ha progettato e realizzato sperimentalmente la più grande macchina di Ising mai dimostrata prima. Il risultato, pubblicato sulla rivista Physical Review Letters, apre importanti prospettive per lo sviluppo di tecnologie future. I ricercatori hanno implementato nei laboratori di fotonica della Sapienza il primo dispositivo con un numero di spin potenzialmente illimitato: sono riusciti a codificare e processare decine di migliaia di variabili, utilizzando fasci ottici modulati spazialmente da display attivi. Il nuovo prototipo ottico si basa infatti sulla tecnologia dei display ad alta risoluzione e potrebbe permettere di affrontare problemi di ottimizzazione considerati come computazionalmente intrattabili, per esempio quello della determinazione della struttura proteica a partire dalla sequenza amminoacidica, della generazione di bit-coin o di password sicure.Il risultato apre importanti prospettive per lo sviluppo di tecnologie applicabili a numerosi ambiti disciplinari: dal sequenziamento genico, alla generazione di bit-coin e password sicure. Lo studio, condotto da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Fisica della Sapienza e dell’Istituto dei Sistemi complessi del Cnr, è pubblicato sulla rivista Physical Review LettersTrovare il tragitto più corto che collega molte città, confrontando i numerosi e diversi percorsi, è un compito che diventa sempre più arduo al crescere del numero di città da visitare. Calcoli di ottimizzazione combinatoria, simili a questo, sono molto frequenti nella quotidianità, nella scienza e nell’ingegneria, ma sono difficilmente trattabili su larga scala dai computer tradizionali.Lo sviluppo di nuovi sistemi hardware che possano risolvere efficacemente complesse ottimizzazioni è una delle sfide della scienza moderna. Una direzione promettente è quella di codificare tali problemi in modelli di Ising, modelli fisico-matematici definiti da un insieme finito di variabili (spin), che possano essere risolti da specifici processori ottici, definite macchine di Ising. Queste macchine di calcolo codificano lo stato delle variabili e le loro connessioni nell’ampiezza e nella fase del campo elettromagnetico. Elaborando i dati alla velocità della luce attraverso diversi canali spaziali e di frequenze, promettono di essere estremamente più rapide di quelle elettroniche.
Lo studio, che dimostra un nuovo schema computazionale su grande scala, porta le macchine di Ising vicine alla risoluzione di problemi di ottimizzazione fondamentali per lo sviluppo economico e sociale e per la sua sostenibilità. Le sue applicazioni spaziano dalla realizzazione di processori ottici ultraveloci a dispositivi fotonici per l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

7° Rapporto Lef sull’Irpef

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Roma 19 giugno 2019 alle ore 10 alla Link Campus University nella sala dell’antica biblioteca In via del Casale San Pio, 44 l’associazione per la legalità e l’equità fiscale (Lef) presenterà il suo settimo Rapporto sull’Irpef: “Indagine conoscitiva sulla struttura dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (Anni d’imposta 2003-2017)”.
L’indagine viene condotta ogni anno per Lef utilizzando la banca dati delle dichiarazioni dei redditi ed è elaborata dal nostro ufficio studi guidato dall’ingegner Lelio Violetti, ex responsabile dell’Ufficio studi della Sogei, la società pubblica di gestione dell’Anagrafe tributaria. La sequenza degli studi elaborati da Lef offre ormai un’articolata serie storica e una descrizione aggiornata sull’andamento dell’Irpef nel periodo e sulla distribuzione del suo peso sulle diverse categorie di contribuenti. Anche dall’ultimo rapporto emerge l’estrema farraginosità e l’iniquità del sistema. Una situazione che l’introduzione della cosiddetta
‘Flat tax’ per le famiglie potrebbe ulteriormente aggravare. Seguirà una tavola rotonda moderata dal giornalista economico Luciano Cerasa Alla quale parteciperanno: Stefano Pisani, responsabile Analisi del rischio e ricerche per la tax compliance dell’Agenzia delle Entrate; Cristian Perniciano, responsabile Consulta delle professioni e delle politiche fiscali della Cgil; Anna Graziano, PhD Programme Manager del corso di laurea in “International Business Administration” e professoressa associata della Link Campus University

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fincantieri-Navalgroup: Rojc, decisivo per difesa Ue

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

“L’accordo italo-francese appare come un tassello decisivo sulla strada, ancora lunga, di una vera difesa comune europea. Ancora una volta bisogna esprimere apprezzamento per il management di Fincantieri che soprattutto negli ultimi anni ha saputo caratterizzarsi per capacità imprenditoriali a livello globale”. Lo ha affermato la senatrice Tatjana Rojc, membro della commissione Difesa a Palazzo Madama, commentando la firma dell’Alliance Cooperation Agreement, accordo che definisce i termini operativi per la costituzione di una joint-venture paritaria tra Fincantieri e Naval Group.
“Oltre alle viscosità politiche – aggiunge Rojc – uno dei gap tecnici più importanti per la costituzione di una efficace forza di difesa europea è l’uniformità di mezzi e ricambi. Con questo accordo il settore navale può fare un passo avanti, e diventare uno dei massimi player di un settore strategico”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Food Lion Receives National Recognition for CIAA Campaign

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Public Relations Society of America has awarded Food Lion with its prestigious Bronze Anvil Award in recognition of its successful #BallinOnHunger campaign executed during the Central Intercollegiate Athletics Association Tournament.The purpose of the 2018 campaign was to spark engagement with CIAA fans and connect them with ways they could help Food Lion fight hunger in the 12 towns and cities where there are CIAA schools.The result was enough social posts to donate 24,000 meals to local food banks and more than 2.9 million of media impressions giving visibility to campaign and the Food Lion brand.Judges commented that the campaign “was an excellent effort that made a real difference. The entry was well thought out and clearly articulated the purpose of this campaign.”
For more than 45 years, the Bronze Anvil Awards have recognized the best of the best in public relations tactics — the use of social media, video, blogs, podcasts, annual reports, digital newsletters, websites – that contribute to the success of overall programs or campaigns.Judging is performed across the United States by teams of PRSA members and others with expertise in the specific categories. Only one Bronze Anvil was awarded in 33 categories. The awards were presented in New York City, N.Y., last Thursday. This is the company’s first time winning a Bronze Award and third time winning a PRSA national award.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

S BLOCK è co-ospite assieme a World Blockchain Forum Singapore & World Blockchain Award Asia

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

BERNA, Svizzera (BUSINESS WIRE)–L’attesissimo evento riguardante la blockchain in Asia, World Blockchain Forum · Singapore & World Blockchain Award · Asia si svolgerà il 22 e 23 giugno 2019 presso Marina Bay Sands a Singapore. Il congresso radunerà più di 4.000 eccellenze globali provenienti da governi, associazioni, agenzie normative, istituti di investimento, parti di progetti blockchain, tecnologia finanziaria e media per discutere delle tendenze e delle innovazioni del settore, riconoscendo nel contempo i pionieri e i contributi del settore per promuoverne e realizzarne uno sviluppo sano e rapido!
The World Blockchain Forum Singapore & World Blockchain Award Asia sarà co-ospitata da S BLOCK. Una piattaforma di gestione di risorse digitali in rapida crescita, S BLOCK è stato sviluppato per il settore blockchain. Questa piattaforma in rapida crescita mira a servire l’ecosistema finanziario digitale e a commercializzare entro la fine del 2019. Con lo slogan “unleash your digital asset” (“libera la tua risorsa digitale”), la piattaforma di S BLOCK offre inoltre agli investitori accesso alle criptovalute principali, come Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e le criptovalute di nicchia, per democratizzare meglio l’accesso per gli investitori. Con un’eccellente cultura aziendale e un’esperienza tecnica di spicco, S BLOCK è posizionata per diventare il leader del mercato nel settore della blockchain.WBF Singapore riunirà istituti di grande rilievo, tra i quali EY, PwC, R3, Lenovo, Huawei, Dubai Blockchain Centre, per condividere i loro progetti e opinioni con il grande pubblico, approfondendo argomenti di tendenza come RegTech, Compliance e Emerging Technologies. I nostri prestigiosi relatori condivideranno conoscenze esclusive su politiche multinazionali e sui vantaggi della blockchain, le ultime tendenze e le previsioni per il futuro della blockchain. WBF Singapore invita tutti gli operatori e gli entusiasti della blockchain a partecipare all’evento. Prevediamo di aggregare le prim menti in Asia, per esaminare la blockchain con idee innovative, tecnologie ad alto profilo e analisi precise. Molte celebrità ed esperti industriali si raduneranno per esplorare le ultimissime tendenze del settore, presentare i progetti innovativi, svolgere ricerca su prospettive nel settore e completare la distribuzione globale sulla mappa economica criptata del mondo. La partecipazione di S BLOCK al forum è attesissima dai partecipanti. Con la tecnologia di blockchain che ottiene sempre più riconoscimento da parte della scena principale e l’adattamento a basso livello e lungo termine del mercato della criptovaluta, S BLOCK continuerà a sfruttare le sue forze per facilitare l’interno e l’esterno del settore. S Block continuerà a lavorare intensamente con il team direzionale originale, un’eccellente cultura aziendale ed esperienza tecnica di spicco.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »