Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 26 giugno 2019

Rassegna Brividi d’Estate 2019

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Napoli sabato 29 giugno 2019 alle ore 21.00, tornerà ad animare, con le sue storie, l’affascinante cornice del Real Orto Botanico di Napoli, per continuare a regalare brividi e grandi emozioni, in piena estate. Nata da un’idea di Annamaria Russo, la rassegna, fra le più longeve della città, giunge alla sua diciannovesima edizione, sostenuta dalla sensibilità e la preziosa collaborazione dell’Università Federico II di Napoli, che gestisce il parco, e con il patrocinio del Comune di Napoli. Divenuta per i napoletani un classico e atteso appuntamento estivo, la rassegna proporrà, quest’anno, quattordici spettacoli con cinque novità assolute, ma non mancheranno Le cene con delitto, le classiche serate targate Il Pozzo e il Pendolo, che si “trasferiranno”, anche loro, nella splendida cornice del Real Orto Botanico.
A inaugurare la programmazione di Brividi d’Estate 2019, sabato 29 giugno (in replica fino a lunedì 1 luglio), sarà, a grande richiesta di pubblico, Vipera di Maurizio de Giovanni, con Rosaria De Cicco, Marianita Carfora, Nico Ciliberti, Sonia De Rosa, Paolo Rivera, Salvatore Catanese, Alfredo Mundo, Gennaro Monti, Marco Palumbo, Zack Aldermann, adattamento e regia di Annamaria Russo.
Giovedì 4 luglio andrà in scena la prima novità di questa edizione, Stanotte ho saputo che c’eri con Rosalba Di Girolamo, liberamente tratto da “Lettera a un bambino mai nato” di Oriana Fallaci. E’ la storia di una madre capace di difendere il suo bambino da tutto e tutti, ma forse non da se stessa. E’ sul terreno scivoloso del dubbio in cui forse ogni donna è destinata ad inciampare, che tocca inoltrarsi avventurandosi nelle pagine di questo testo che ha segnato un’epoca e continua a graffiare la coscienza.
La programmazione proseguirà, venerdì 5 luglio con Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcìa Màrquez, con Paolo Cresta e i Ringe Ringe Raja, adattamento e regia: Annamaria Russo e Ciro Sabatino. I libri amati sono la valigia di suggestioni, di emozioni, che ci portiamo dietro, per un giorno o per una vita.
Sabato 6 luglio la rassegna proseguirà con il primo appuntamento de La cena con delitto, il Murder Party nello scenario del Real Orto Botanico di Napoli, per giungere a domenica 7 luglio per la rappresentazione di L’amico ritrovato di Fred Uhlman, con Paolo Cresta. E’ la storia di un’amicizia, grande come può esserlo solo a 16 anni.
Lunedì 8 luglio, Nico Ciliberti, Francesco Desiato e Giacinto Piracci saranno gli interpreti di Tu Mio di Erri De Luca, per la regia di Annamaria Russo. Tu mio è una storia d’amore straniante, sullo sfondo dell’isola d’Ischia. Il mare, la musica, le voci dei pescatori e quelle più lontane di una guerra finita da poco: l’affresco di un’epoca e un’età difficili. E’ una corsa a perdifiato verso la fine di un amore senza fine. E’ dolore stretto dentro i pugni di una vita che non lascia alternative. E’ la voglia di riscrivere una storia con l’incoscienza della giovinezza. E’ il desiderio disperato di riscattare la morte con l’amore.
Giovedì 11 luglio, Rosaria De Cicco sarà protagonista de L’ultima eclissi di Stephen King, per la regia di Annamaria Russo. Dolores Claiborne, in una notte uguale ad altre mille, seduta alla scrivania di una stazione di polizia, ripercorre la sua vita, tutta d’un fiato. Ha di fronte un commissario di polizia, un agente, una stenografa e la prospettiva di un giudizio sommario.
Il secondo weekend di programmazione avrà inizio, venerdì 12 luglio, con il secondo appuntamento de La Cena con Delitto, per proseguire sabato 13 luglio (in replica domenica 14) con la seconda novità della rassegna, Una pura formalità di Pascal Quignard, interpretata da Marco Palumbo e Peppe Romano, per la regia di Annamaria Russo, non solo un thriller, ma un viaggio profondo nell’essere umano.
Lunedì 15 luglio sarà la volta di Luiz torna a casa di Maurizio de Giovanni, che vedrà in scena Paolo Cresta.
La rassegna proseguirà, venerdì 19 luglio, con il terzo appuntamento de La cena con delitto, cui farà seguito, sabato 20 luglio (in replica fino a lunedì 22) il debutto in prima assoluta di A te, Masaniello drammaturgia e regia di Annamaria Russo, con Nico Ciliberti, Marianita Carfora, Salvatore Catanese, Cristiano Di Maio, Alfredo Mundo, Rita Ingegno, Diego Guglielmelli, Massimo Corvino.
Ancora una novità in scena, giovedì 25 e venerdì 26 luglio, con Rosalba De Girolamo ne L’amante di Marguerite Duras, una storia “d’amore” ambientata nell’Indocina degli anni 30 tra una ragazzina “bianca” poco più che quindicenne, e un ricco uomo cinese che ha il doppio della sua età. L’ultima novità programmata in questa edizione, sabato 27 luglio (repliche fino a lunedì 29) vedrà Paolo Cresta protagonista di Uno nessuno e centomila di Luigi Pirandello. Da uno specchio, superficie ambigua e inquietante, emerge un giorno per Vitangelo Moscarda, un volto di sé finora ignorato: un naso in pendenza verso destra.
Giovedì 1 agosto la scena sarà per L’ultima notte del Principe di Sansevero di Annamaria Russo e Ciro Sabatino, con Marco Palumbo e Andrea De Rosa. E’ la notte del 22 marzo 1771, la notte in cui il più grande studioso, filosofo e alchimista di Napoli morrà. E’ la notte delle rivelazioni, dei segreti.
L’ultimo weekend di Brividi d’Estate 2019 inizierà, venerdì 2 agosto, con il quarto appuntamento de La Cena con Delitto, cui seguirà, sabato 3 agosto (in replica domenica 4), Il giorno dei morti di Maurizio de Giovanni, con Paolo Cresta e Ramona Tripodi, per la regia di Annamaria Russo. Napoli, autunno 1931, il commissario Luigi Alfredo Ricciardi avvia un’indagine non autorizzata sulla morte, apparentemente accidentale, di un orfano.
Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.00, ingresso euro 16Le cene con delitto avranno un costo di euro 30, inizio ore 21.0 0Informazioni ai numeri 0815422088, mob 3473607913 Prenotazioni sul sito http://www.ilpozzoeilpendolo.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siracusa Teatro Greco: dal 28 giugno la commedia Lisistrata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Una coppia di attori che ha fatto la storia del teatro e dello spettacolo italiano, Tullio Solenghi e Massimo Lopez, una primadonna come Elisabetta Pozzi nei panni della protagonista e un cast straordinario per una commedia esilarante, graffiante e con una bellissima sorpresa finale. Dopo il grande successo ottenuto dalle tragedie Elena e Le Troiane, la Stagione 2019 al Teatro Greco di Siracusa prosegue con la commedia Lisistrata di Aristofane, uno degli spettacoli più attesi dell’anno, pronto a debuttare il 28 giugno per rimanere in scena fino al 6 luglio.
Il testo, rappresentato per la prima volta ad Atene, alle Lenee del 411 avanti Cristo, ha come protagonista Lisistrata e la sua decisione di convocare le donne della Grecia convincendole a mettere in atto uno sciopero del sesso con l’obiettivo di costringere gli uomini a firmare la pace e smetterla con la guerra. La commedia è stata inserita per la seconda volta nel programma delle rappresentazioni classiche al Teatro Greco di Siracusa dopo l’edizione del 2010. Con Lisistrata, la Fondazione Inda prosegue la sfida di rinnovare il codice e il linguaggio della commedia riannodando i fili del rapporto tra questo genere e il pubblico contemporaneo.
La regia è stata affidata a Tullio Solenghi, al suo debutto al Teatro Greco di Siracusa, sia come regista sia come attore. Interprete versatile, dalla verve comica sicura, formatosi al Teatro Stabile di Genova, diventato famoso grazie all’invenzione del Trio composto con Anna Marchesini e Massimo Lopez, amato da milioni di italiani anche in ragione delle incursioni televisive e soprattutto per una spassosa e originale parodia dei Promessi sposi. Non ha mai trascurato il teatro, Solenghi, tanto che è ritornato a calcare i palcoscenici di tutt’Italia, in queste ultime due stagioni, in coppia con Massimo Lopez, divertendosi e divertendoci in uno show tutto per loro e per noi. Lopez regalerà al pubblico del Teatro Greco un cameo interpretando Pedasta.
“Lisistrata è la prima vera eroina dell’emancipazione femminile – sono le parole di Solenghi – mi riferisco all’occupazione dell’Acropoli da parte da parte delle donne, atta a confiscare i mezzi finanziari per proseguire la guerra, ma che di riflesso ci mostra un primo intrepido esempio di governo al femminile. Fatto assolutamente non trascurabile se collocato nella Grecia del V secolo a.C. quando lo Stato era organizzato con una netta distinzione di ruoli tra l’elemento maschile e quello femminile. Lisistrata è grande anche e soprattutto per questo, perché con la sua geniale risoluzione riesce a sovvertire, pur se temporaneamente, questo rigido establishment esibendo per la prima volta una sorta di salutare universo capovolto”. A interpretare questo meraviglioso personaggio è Elisabetta Pozzi, che vanta un lungo percorso all’interno della drammaturgia tragica antica ed è alla sua decima interpretazione al Teatro Greco di Siracusa. Nel cast della commedia oltre allo stesso Solenghi che sarà Cinesia, Federica Carruba Toscano (Cleonice), Giovanna Di Rauso (Mirrina), Viola Marietti (Lampitò), Vittorio Viviani (Dracete), Totò Onnis (Strimodoro), Mimmo Mancini (Filurgo), Tiziana Schiavarelli (Stratillide), Simonetta Cartia (Nicodice), Silvia Salvatori (Calice), Federico Vanni (il commissario), Margherita Carudcci (una donna corinzia), Elisabetta Neri (una donna beota), Roberto Alinghieri (Didascalio) Giuliano Chiarello (ambasciatore spartano insieme a Gabriele Manfredi e Roberto Mulia), Franco Mirabella che oltre a essere l’interprete dell’oracolo e uno degli ambasciatori ateniesi insieme a Riccardo Livermore e Andrea Di Falco). In scena anche gli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico, sia della sezione Giusto Monaco che della Fernando Balestra. La traduzione del testo di Aristofane è di Giulio Guidorizzi, le scene e i costumi di Andrea Viotti, le coreografie di Paola Maffioletti, light designer è Pietro Sperduti, Marcello Cotugno è collaboratore alla regia e curatore musicale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verso la privatizzazione della sanità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Nel gennaio 2019, con il report sulla sanità integrativa e con l’audizione parlamentare nell’ambito della “Indagine conoscitiva in materia di fondi integrativi del Servizio Sanitario Nazionale”, la Fondazione GIMBE ha invocato un riordino legislativo per restituire alla sanità integrativa il suo ruolo originale, ovvero rimborsare esclusivamente prestazioni non incluse nei LEA, evitando che il denaro pubblico, sotto forma di incentivi fiscali, alimenti i profitti dell’intermediazione finanziaria e assicurativa. Con il 4° Rapporto GIMBE sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale la Fondazione ha confermato che l’espansione incontrollata del cosiddetto “secondo pilastro” rientra tra le determinanti della crisi di sostenibilità del SSN.
Le analisi effettuate dalla Fondazione GIMBE su varie fonti documentano per l’anno 2017:
322 fondi sanitari integrativi attestati dal Ministero della Salute
10.616.847 di iscritti ai fondi di cui il 73% lavoratori, il 22,3% familiari e il 4,7% pensionati
85% dei fondi sanitari riassicurati e/o gestiti da compagnie assicurative
40% dei contributi versati erosi da costi amministrativi, oneri di riassicurazione e utili delle assicurazioni
€ 2.329 milioni le risorse utilizzate per rimborsare prestazioni agli iscritti
32% la percentuale di risorse destinate a prestazioni integrative quali odontoiatria e long term care
€ 11.164 milioni l’ammontare dei contributi versati ai fondi portati in deduzione da persone fisiche per una spesa fiscale complessiva di € 3.361 milioni, considerando un’aliquota IRPEF media del 30%
€ 2.053 milioni l’ammontare dei contributi versati da datori di lavoro/società di capitali, per una spesa fiscale complessiva di € 493 milioni, considerando l’aliquota IRES del 24%
Ai € 3.854 milioni di spesa fiscale per fondi sanitari bisogna aggiungere il mancato gettito fiscale per i premi di risultato previsti dal welfare aziendale. Su questo, in assenza di dati ufficiali dall’Agenzia delle Entrate, la Fondazione GIMBE ha stimato per il 2017 un importo di circa € 311 milioni sulla base dei seguenti dati:
2.038.647 lavoratori hanno percepito premi di risultato
€ 1.270 stima del premio di risultato individuale medio
40% dei servizi di welfare aziendale riguardano forme di sanità integrativa
€ 1.036 milioni il totale dei premi di risultato, per una spesa fiscale complessiva di € 311 milioni, considerando un’aliquota IRPEF media del 30%Le analisi della Fondazione GIMBE confermano che una normativa frammentata e incompleta ha favorito l’involuzione dei fondi sanitari ri-assicurati in strumento di privatizzazione del SSN in quanto:
I contributi versati ai fondi sanitari integrativi iscritti all’anagrafe del Ministero della Salute sono deducibili, da parte dell’iscritto e/o dell’impresa, sino a € 3.615,20.
Per l’iscrizione all’anagrafe ministeriale il fondo deve solo autocertificare che “impegna” almeno il 20% delle risorse in prestazioni extra-LEA, ovvero sino all’80% delle risorse possono essere destinate a prestazioni già offerte dal SSN pur mantenendo le agevolazioni fiscali.
Le compagnie assicurative, oltre a riassicurare i fondi, svolgono sempre più il ruolo di gestori “propositivi”: offrono una rete capillare di erogatori privati accreditati e propongono “pacchetti” di prestazioni che alimentano il consumismo sanitario, facendo leva sulle inefficienze del SSN (tempi di attesa) e su un concetto distorto di prevenzione (più esami = più salute).
Le imprese stipulano polizze collettive con le compagnie assicurative che selezionano un fondo sanitario iscritto all’anagrafe; il fondo, dal canto suo, assume la gestione del contratto ai fini fiscali e contributivi e riversa alla compagnia assicurativa i contributi dei dipendenti sotto forma di premio.
La normativa sul welfare aziendale ha ridotto ulteriormente il gettito fiscale con il benestare dei sindacati che hanno barattato una quota di salario e TFR con agevolazioni minime per i lavoratori.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Nord Est alla “conquista” di Hong Kong

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Il Nord Est si espande nel Far East. DVS, azienda di Rosà (VI) leader nei settori dei circuiti stampati, delle tastiere e degli stampi, ha rilevato la maggioranza di un suo storico partner: Vycom. La società, che ha base a Hong Kong e una sede operativa in Cina, opera a sua volta nell’ambito dei PCB (printed circuit board) e tastiere con un volume di affari di 17 milioni di USD e una trentina di dipendenti. Vycom è presente sui mercati americano, asiatico ed europeo. «Dopo la riorganizzazione dell’assetto societario che ha interessato DVS l’anno scorso, abbiamo proseguito nel processo di consolidamento e ampliamento», afferma il presidente e amministratore di DVS, Denis Vigo. «L’acquisizione della maggioranza in Vycom si inserisce in un più ampio disegno strategico finalizzato a rafforzare entrambe le aziende sotto il profilo sia della struttura sia della presenza sui mercati internazionali. L’obiettivo è continuare insieme il cammino di crescita».
Per DVS la prospettiva è arrivare ad un aumento del proprio volume di affari nel 2019. «La previsione è di arrivare a 15 milioni di euro quest’anno, contro di 10 milioni dell’anno scorso», preannuncia Vigo. «Con l’intenzione di far segnare un incremento ancora più significativo nel 2020».
La strategia è quella di dare vita ad una collaborazione e uno scambio di conoscenze tra la realtà veneta e quella di Hong Kong. Pur operando nei medesimi settori, le due aziende differiscono per know-how, conoscenza dei mercati e capacità di sviluppo dei prodotti. «Nell’ottica di una complementarietà volta ad uno sviluppo reciproco, DVS e Vycom si candidano a giocare un ruolo ancora più da protagoniste, senza rinunciare alle specificità che le hanno rese realtà aziendali di primo piano a livello internazionale», prosegue Vigo. DVS è specializzata nella meccanica e ha come suo “fiore all’occhiello” la business unit TechnoKit. «È questa una divisione che ci permette di dare una soluzione completa ai nostri clienti: dal design di un prodotto, alla progettazione della parte elettronica fino alla sua realizzazione». Dall’altro fronte, «Vycom ha come punto di estrema forza una presenza capillare su alcuni mercati».
Con il passaggio di quote, Vycom conserva il proprio management e la propria struttura. «Cambia però la strategia: non più, ed esclusivamente, finalizzata a rivolgersi alle nicchie di mercato storiche, ma inserita in una visione più globale. Il tutto all’interno di un quadro solido, con le risorse adeguate per affrontare un percorso di crescita», afferma Vigo.
Con questa acquisizione DVS pone le basi per la creazione di un gruppo internazionale per rispondere ad ogni esigenza del cliente di una qualunque regione del mondo. Conclude: «L’approccio globale e la visione di gruppo porteranno DVS a muovere altri passi: il business plan finanziario di cui si è dotata l’azienda prevede nuove acquisizioni in una visione strategica caratterizzata da un impianto profondamente solido e una risposta estremamente precisa e puntuale alle richieste del mercato». Questa visione però non penalizzerà l’approccio al proprio territorio – Bassanese e Vicentino – cui DVS è profondamente legata e dove è impegnata nel sostenere progetti sportivi, sanitari e di natura socio-culturale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima indagine sulla continuità assistenziale in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Roma, 3-4 luglio Auditorium Biagio D’Alba, Ministero della Salute Viale Giorgio Ribotta 5. Al Ministero della Salute si farà il punto sul vasto (e spesso non descritto) mondo dell’assistenza a lungo termine, figlia di un Paese che invecchia sotto il peso delle multi-morbilità e delle disabilità. Si parlerà della riorganizzazione dei servizi di presa in carico delle persone anziane e fragili avviata a livello regionale, dei nuovi approcci all’assistenza domiciliare, delle novità in tema di residenzialità assistita e nel campo delle cure palliative. Si discuterà di come garantire un’assistenza dignitosa ai nostri anziani, e insieme la tenuta degli equilibri di welfare, anche guardando cosa fanno i sistemi sociosanitari dei grandi Paesi europei.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Modificare la legge su formazione specialistica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

“Gli specializzandi non possono essere assunti nel SSN sic et simpliciter, ma devono prima acquisire la loro autonomia nelle attività specialistiche all’interno delle strutture universitarie, sotto il controllo di tutor adeguati; solo se ritenuti idonei dalla propria scuola, potranno lavorare nelle strutture del SSN sottoscrivendo apposita convenzione con l’università”.Lo dichiara Paola Frassinetti, deputato di Fratelli d’Italia e vicepresidente della Commissione Cultura e Istruzione della Camera ricordando al Ministro della Salute Grillo che “i medici specialisti in formazione hanno un percorso formativo obbligato la cui responsabilità è esclusivamente universitaria”. “In quest’ottica – conclude il deputato di FDI – si rende urgente modificare la legge sulla formazione specialistica, che è stata interpretata dai TAR in modo diverso da regione a regione, permettendo agli specializzandi, seppur sotto la responsabilità di tutor adeguati, di compiere in autonomia crescente tutte le attività specialistiche, compresa l’attività di guardia, ambulatoriale e chirurgica”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Protocollo Abi-AIE per rafforzare il dialogo tra banche e settore dell’editoria libraria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Favorire i rapporti tra banche e intermediari finanziari e gli operatori del settore dell’editoria libraria, in particolare le medie e le piccole imprese editoriali, promuovendo e sostenendo iniziative di diffusione del libro e della lettura in un mercato libero e concorrenziale, e rafforzando l’accesso al credito favorendo l’acquisizione di garanzie tra le diverse realtà editoriali e le banche. Questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa siglato oggi dal Presidente dell’Associazione Bancaria Italiana, Antonio Patuelli, e dal Presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Ricardo Franco Levi.
“Con la sottoscrizione di questo accordo – ha sottolineato il Presidente dell’Abi, Antonio Patuelli – viene ulteriormente confermato l’impegno delle banche italiane a lavorare a fianco delle imprese, e a sostenere la competitività nelle diverse filiere quale fattore per la crescita e lo sviluppo”.“Siamo particolarmente lieti di questa collaborazione – ha commentato il Presidente di AIE, Ricardo Franco Levi – che conferma la centralità del tema della lettura e della conoscenza per la crescita del paese e che consente di rafforzare il legame tra le imprese editoriali, in particolare quelle di minore dimensione, e il sistema bancario”.Nello specifico, l’intesa è volta a promuovere a livello locale iniziative in grado di facilitare accordi diretti tra singoli editori e operatori della filiera e singole banche e intermediari finanziari presenti sul territorio, e a rafforzare il dialogo tra banche e il settore dei libri anche attraverso la costituzione di un tavolo permanente di confronto e la realizzazione congiunta di studi e iniziative di divulgazione.L’accordo tra Abi e AIE si inserisce nell’ambito delle attività portate avanti dalle associazioni per sostenere la libertà di informazione e, più in generale, la crescita e lo sviluppo del Paese, nella consapevolezza che il libro, in tutte le sue forme, costituisce il primo veicolo attraverso il quale vengono diffuse la conoscenza e la cultura, fattori cruciali per il progresso sociale ed economico delle comunità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Stefano Allesina (University of Chicago) in visita all’Università di Parma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Parma Venerdì 28 giugno Stefano Allesina, Direttore del programma di Dottorato in Ecologia e Biologia Evolutiva della University of Chicago, sarà in visita al Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma. Alle 10.30 il prof. Allesina terrà il seminario “Predicting coexistence in experimental ecological communities”: l’appuntamento è nell’Aula 5 del Plesso di Biologia, al Campus Scienze e Tecnologie.Per il prof. Allesina si tratta di un ritorno, poiché la sua carriera scientifica ha mosso i primi passi proprio nell’allora Dipartimento di Scienze Ambientali dell’Università di Parma. Nato a Carpi nel 1976, Stefano Allesina si è laureato in Scienze Ambientali sotto la guida di Alessandro Zaccagnini, e ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Ecologia lavorando su modelli matematici applicati all’ecologia, collaborando con il docente Antonio Bodini.Il prof. Allesina si è trasferito negli Stati Uniti dal 2004, dove ha svolto attività di ricerca prima alla University of Michigan, poi alla University of California a Santa Barbara. Dal 2009 lavora alla University of Chicago, dove nel 2014 è stato promosso a professore ordinario. Autore di più di 80 articoli scientifici e del libro “Computing Skills for Biologists” (con Madlen Wilmes, pubblicato da Princeton University Press nel 2019), è vice-direttore della rivista PLoS Computational Biology. Ha ricevuto il prestigioso CAREER Award dalla National Science Foundation nel 2012; nel 2018 è stato premiato come ricercatore dell’anno dalla divisione di biologia della University of Chicago.Nella sua ricerca si occupa di comunità ecologiche (gruppi di specie) ed ecosistemi, con spiccato interesse verso i meccanismi della coesistenza di specie, da sempre uno dei temi più rilevanti in ecologia con importantissimi sviluppi applicativi: basti pensare ai problemi posti dalla conservazione della biodiversità e al rischio di estinzioni massicce, di cui spesso si parla in questo periodo. I suoi contributi su questi temi sono notevoli, con soluzioni capaci di abbinare a una solida base quantitativa (matematico-statistica-ecologica) un’accentuata “creatività”. Ad esempio, per trovare la soluzione al problema della coesistenza di specie in competizione, che dai primi anni Settanta, da quando sir. Robert May se ne occupò, ha sempre perseguitato gli ecologi, il prof. Allesina si è ispirato al famoso gioco “Sasso, carta, forbice”. O ancora, nella ricerca delle specie che in un ecosistema sono importanti per la sopravvivenza delle altre (le cosiddette “specie chiave”), ha modificato, adattandolo alla realtà naturale e alle sue dinamiche, l’algoritmo “Page Rank” di Google, sfruttandone la capacità per selezionare le specie importanti in funzione dei legami (trofici) che puntano ad esse: un po’ lo stesso criterio con cui viene definita l’importanza dei siti web.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La frutta è un alimento fondamentale nella dieta dei piccoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Lo è per il suo elevato apporto di fibra, sali minerali e vitamine.Chiuse le scuole, iniziate le prime vacanze estive sotto uno splendido sole, in questi mesi più caldi per i bambini è fondamentale avere una corretta alimentazione, sana e ricca di fragole, ciliegie, albicocche, pesche, meloni, angurie, fichi, pere, susine, uva e frutti di bosco.
Secondo gli esperti della SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) questo alimento deve essere consumato preferibilmente fresco, di stagione, a km 0 e proveniente da coltivazione biologica, che garantisce almeno l’assenza di pesticidi nella produzione.I prodotti ortofrutticoli di stagione sono quelli che in origine contengono il maggior quantitativo di vitamine e sali minerali. I lunghi tempi di trasporto e di conservazione sono un elemento che determina importanti perdite vitaminiche. “Il ritmo di vita di frutta e verdura nelle diverse stagioni – prosegue la Dottoressa Mariotti – corrisponde meglio alle esigenze del nostro organismo in quel particolare periodo dell’anno. È sempre preferibile consumare prodotti stagionali, di provenienza locale o almeno nazionale, in quanto più tempo passa tra la raccolta dei vegetali e il momento del consumo, più diminuisce la quantità di micronutrienti, soprattutto di vitamine, oltre al costo economico”.Essendo la loro distribuzione molto variabile, è di fondamentale importanza che la scelta sia studiata alternando il più possibile le tipologie di frutta secondo la stagionalità, ma anche secondo il colore. Ad ogni colore (rosso, giallo-arancio, verde, bianco, blu-violetto) corrispondono caratteristiche nutrizionali differenti: tale consapevolezza è alla base delle raccomandazioni della piramide alimentare, ma anche delle numerose campagne lanciate negli anni e orientate a favorire il consumo di almeno 5 porzioni al giorno tra verdura e frutta, meglio se di colori diversi nei diversi pasti, dalla prima colazione, agli spuntini e alle merende, oltre che a pranzo e a cena, al fine di garantire quotidianamente l’assunzione di adeguate quantità dei diversi micronutrienti in esse contenuti. Si raccomanda di somministrare la frutta variandone il più possibile le proposte e prevedendo almeno 3 tipologie diverse nell’arco della stessa settimana.In particolare, durante i mesi estivi, per il loro contenuto in acqua e sali minerali, i frutti di stagione possono aiutare a combattere la disidratazione e costituiscono un ottimo spuntino a basso contenuto calorico.L’eventuale cottura della frutta incide fortemente sul contenuto dei suoi micronutrienti, in particolare delle vitamine. È meglio quindi sceglierla fresca, di stagione, da consumare, se ben lavata, con la buccia che fornisce fibra, e preferibilmente assumerla a pezzi o morsi, non frullata o passata, perché ciò contribuisce ad aumentare il senso di sazietà.
Dalla SIPPS, infine, un importante messaggio agli adulti: i gusti dei bambini cambiano spesso ed è bene essere perseveranti davanti ai rifiuti, in quanto sono necessari almeno 12 assaggi affinché il bambino inizi ad apprezzare un nuovo alimento. Quindi, anche se i piccoli rifiutano, i genitori devono continuare a proporre frutta con creatività, ad esempio realizzando forme di animali o spiedini e utilizzando molti colori in modo che i bimbi ne siano attratti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro e intelligenza emotiva

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

«Le soft skills, ovvero le competenze morbide (o trasversali), sono considerate fondamentali dalle aziende che assumono personale. Dimostrare, in particolare, intelligenza emotiva, si rivela ogni giorno sempre di più una carta vincente per trovare impiego. E anche per mantenerlo. È quanto constatiamo quotidianamente noi di Osservatorio Cultura Lavoro, promuovendo orientamento e formazione in tutta Italia. A questo proposito, l’ultimissimo report del World Economic Forum, che ha inserito stabilmente l’intelligenza emotiva fra le prime dieci soft skills necessarie sia nella vita sia nel lavoro, rappresenta un’autorevole conferma. Si tratta di una notizia che dovrebbe incoraggiare un’attenta riflessione nell’ambito dei settori educativo e formativo del nostro Paese».
Lo ha dichiarato Antonella Salvatore, presidente dell’Osservatorio Cultura Lavoro (OCL), e direttore del Centro di alta formazione e avviamento alla carriera della John Cabot University.«Possiamo dire con certezza che l’intelligenza emotiva – cioè saper comprendere e gestire le emozioni proprie e quelle degli altri, solo per citare un esempio – risulterà sempre più importante in un mondo del lavoro che cambia rapidamente, tanto da essere ormai imprevedibile», ha concluso Antonella Salvatore.www.osservatorioculturalavoro.com

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decine di migliaia di italiani emigrano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

I cittadini italiani che sono emigrati verso l’estero nel 2017 sono stati circa 115.000 (https://www.istat.it/storage/rapporto-annuale/2018/Rapportoannuale2018.pdf, pagina 175), un numero rimasto pressoché invariato rispetto al 2016. Inoltre, dal 2013 al 2016 sono molto aumentati gli emigranti con alto livello di istruzione, ovvero almeno laureati, che sono passati da 19.000 a 25.000 unità all’anno. A dispetto della grande attenzione mediatica normalmente riservata ai flussi migratori in entrata, poca attenzione è dedicata a quelli in uscita, che raccontano una generazione in evidente difficoltà, che cerca di costruirsi un futuro al di fuori del proprio Paese. L’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna vuole dare attenzione a quegli aspetti psicologici e sociali che rendono difficoltoso ripartire da zero, lontano dalle proprie origini, in particolar modo se questa è una scelta non libera, forzata dalla necessità di lavoro.
Chi lascia i luoghi di provenienza vive comunque sentimenti di perdita e abbandono: partire è un’esperienza psicologica complessa. Chi parte lascia la propria casa, intesa non solo come oggetto fisico ma anche come spazio in cui si sono costruite reti relazionali che danno alla persona senso e sostegno per la propria vita individuale.
“Per molti, una volta lasciato il proprio luogo d’origine, anche dopo essersi stabiliti altrove, rimane un senso costante di estraneità: ci si può sentire un po’ stranieri faticando a comprendere fino in fondo la nuova cultura e si vivono sentimenti di ambivalenza. È possibile che la nuova esperienza trasformi la propria cultura al punto tale che non si riesca più a sentirsi a casa né nel Paese che accoglie né nel Paese da cui si viene. Il percorso di ricostruzione del senso di appartenenza, fattore di protezione fondamentale per il ben-essere della persona, è spesso lungo oltre che difficile”, commenta Anna Ancona, Presidente dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna.
Un altro aspetto da considerare è quello delle aspettative di chi parte: a volte ci si illude che in breve tempo si risolveranno tutti i problemi, con un’occupazione stabile e nuove amicizie. Eppure le difficoltà di vivere all’estero sono reali. Se anche il lavoro trova risposte immediate, comunque permane la difficoltà di costruire nuove reti di relazioni soddisfacenti. Le difficoltà possono essere tali che l’intero progetto esistenziale della persona può rischiare di fallire.
“Di fatto i nostri giovani migranti spesso sono acculturati, parlano la lingua del Paese in cui si trasferiscono e sono motivati dal bisogno maturo di costruire la propria vita in autonomia, anche economica, emancipandosi dalla famiglia d’origine. Ciò che può fare chi resta in Italia è continuare a dare sostegno ai propri cari, cercare di far sentire la propria presenza, mantenendo i contatti. E se dovesse accadere che il tentativo all’estero non va a buon fine – per ragioni varie: difficoltà di inserimento sociale o economico o anche solo per nostalgia – è fondamentale aiutare il ritorno”, aggiunge la Presidente.
In ogni caso, che si decida di espatriare, di tornare o di restare, un elemento che fa la differenza, per rispondere a una situazione di disagio, è il proprio grado di resilienza, concetto psicologico che indica la capacità di far fronte a un problema reagendo in maniera positiva, provando a riorganizzarsi. La capacità di rimanere aperti alle novità e superare le difficoltà è indispensabile per riuscire a cogliere le opportunità che si presentano. Tale capacità – la resilienza, appunto – può essere acquisita e migliorata, anche con interventi di sostegno psicologico mirati. Partire, come tornare, può comportare un impegno psicologico non da poco, tuttavia una riorganizzazione personale del genere può anche produrre una crescita. (Ufficio Stampa Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna
a cura di Rizoma Studio Giornalistico Associato rizomacomunicazione.it)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

4 Regioni del Sud italia sono tra le 5 d’Europa con i peggiori numeri sull’occupazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

A dirlo con chiarezza sono i dati Eurostat, secondo i quali nel contesto comunitario solo la Mayotte (Regione d’oltremare francese situata in Africa) ha numeri peggiori di Puglia, Calabria, Campania e Sicilia, le quali hanno con una percentuale di disoccupati tra i 20 e i 64 anni rispettivamente del 49,4%; 45,6%; 45,3% e del 44,1%.A rendere questi dati ancor più preoccupanti è la prospettiva di un’Italia a due velocità disegnata attraverso le autonomie regionali dal Governo. Il progetto, non molto lontano dai precedenti tentativi di federalismo, determinerebbe grandi vantaggi per la parte settentrionale del Paese e gravi e ulteriori colpi all’identità nazionale.Come Soggetto Giuridico siamo estremamente contrari al progetto per le autonomie regionali; e questo perché crediamo che il progresso italiano possa definirsi tale solo se condiviso e globale, e non perché realizzato a scapito di qualcun altro. Il Bel Paese ha bisogno di un piano congiunto che punti proprio sul Sud e non sul suo continuo abbandono.Il Meridione, infatti, rappresenta un immenso patrimonio paesaggistico e turistico e va supportato attraverso politiche per il lavoro capaci di creare nuovi opportunità. Per riuscirci servono investimenti, ma soprattutto un piano strategico che non agisca in maniera tampone, ma con una logica e una prospettiva che non si esaurisca nel tempo di una legislatura.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola e PA: Rinnovo del contratto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Il Governo ha messo 4,3 miliardi per gli aumenti dello stipendio di 3 milioni di dipendenti e dirigenti pubblici, ma per colpa della mancata firma da parte delle confederazioni sindacali dell’accordo sul rinnovo della rappresentatività non possono essere assegnati, nemmeno i cento euro mensili aggiuntivi promessi nell’accordo di Palazzo Chigi al personale della scuola. Domani, in ARAN potrebbe sbloccarsi tutto se il suo presidente metterà ai voti l’ipotesi di CCNQ.Da una parte alcune confederazioni della dirigenza rifiutano di accettare il passaggio dall’area della dirigenza delle funzioni locali a quella medica dei dirigenti amministrativi della sanità, dall’altra altre confederazioni che hanno perso deleghe e voti alle ultime elezioni RSU con parecchie richieste di modifica si rifiutano di firmare gli accordi proposti dall’ARAN, peraltro uguali a quelli precedenti nel merito. Risultato? Il CCNQ non si firma e all’ARAN si dovrà andare alla conta per attribuire agli statali le risorse finanziate dalla legge di stabilità, prima che il MEF le congeli per evitare la procedura d’infrazione.
Dopo un decennio di Governi allineati a stanziare cifre vicine allo zero per l’istruzione e tutto il comparto pubblico, ha dell’incredibile la freddezza con cui certi sindacalisti trattano i finanziamenti già approvati con l’ultima Legge di Stabilità a favore degli statali: le somme rappresentano una buona base, perché pari a 1,1 miliardi di euro per l’anno solare in corso, che salgono a 1,4 miliardi nel prossimo, per poi arrivare a circa 1,8 miliardi a regime. Per arrivare al rinnovo contrattuale, però, è indispensabile sottoscrivere il CCNQ su aree, comparti e rappresentanza: solo che l’Aran convoca e alcune rappresentanze sindacali prendono solo tempo. Siamo già al quarto incontro in un mese.
Gli attuali rapporti Governo-sindacati sembrano avere ribaltato i ruoli tradizionali, con una parte dei rappresentanti dei lavoratori che anziché adoperarsi per difendere gli interessi degli iscritti pensano soltanto ai privilegi della propria organizzazione sindacale rifugiandosi in un insolito atteggiamento attendista o persino di ostruzionismo, certamente pretestuoso. Nell’anno in cui il Parlamento italiano approva una legge di stabilità con oltre 4 miliardi di euro per adeguare gli stipendi dei dipendenti pubblici, i sindacati maggiori, attraverso le Confederazioni, sembrano disinteressati al rinnovo del contratto e mantengono una linea conservatrice per raggiungere non si comprende quale obiettivo se non quello dei privilegi esistenti nonostante il risultato elettorale e la volontà del legislatore.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Formazione: Fondi Europei, dall’UE al Mezzogiorno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

L’Anief segue in questi giorni lo svolgimento dei tavoli di confronto per la preparazione della Politica di Coesione Europea 2021‐2027. Ai tavoli sono invitati a partecipare i rappresentanti di tutte le amministrazioni regionali e delle province autonome, le amministrazioni centrali, i rappresentanti dei sindacati e delle imprese. Si stanno svolgendo a Roma in questi giorni i tavoli di confronto partenariale con la finalità di definire le modalità di gestione dei Fondi europei e mettere in luce le specifiche sfide che l’Italia deve continuare ad affrontare. I temi al centro del confronto per “Un’Europa più sociale” sono l’istruzione e la formazione, l’inclusione e la protezione sociale, l’occupazione. Tra gli obiettivi del tavolo di confronto emergono le questioni della parità di accesso all’istruzione e alla formazione e l’ingresso nel mondo del lavoro.
Nella distribuzione delle risorse per realizzare gli obiettivi di istruzione, inclusione e formazione c’è una netta preponderanza del Mezzogiorno che si vede assegnato il 63% delle risorse a fronte del 34% del Centronord rispetto a un totale di 24,3 miliardi, programmato per il 2014-2020. La maggior parte di queste risorse nell’intervallo 2014-2020 è stata impiegata a sostegno dell’occupazione. Anche per la programmazione del periodo 2021-2027 l’occupazione registra il primato, seguono l’inclusione e l’istruzione. Nell’ambito dell’istruzione i risultati che le politiche di coesione intendono raggiungere sono di grande attualità. Si punta a investire nella formazione per competenze, nell’apprendimento permanente ma anche innalzare il livello di istruzione della popolazione adulta e a qualificare l’offerta dell’istruzione. Centrale è anche la lotta alla dispersione scolastica che richiede uno sforzo sinergico con le politiche regionali per la formazione professionale. Ricordiamo che il tasso di abbandono scolastico tra gli studenti italiani è tra i peggiori d’Europa, l’uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione è aumentata negli ultimi 2 anni attestandosi, nel 2018, al 14,5%. Per realizzarle questi obiettivi occorrono interventi sugli allievi, sugli insegnanti oltre che sull’edilizia scolastica. Quest’ultimo è un tema di grande rilievo sia per le questioni di sicurezza sia perché è provata la relazione tra il rinnovamento degli edifici scolastici e una più lunga permanenza degli allievi nei contesti formativi. L’auspicio dei rappresentanti delle politiche di coesione e quello dell’Anief è che la politica nazionale sia altrettanto sensibile alle questioni emergenti e disponibile a un confronto sulle iniziative promosse.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Swissgas with new strategy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

The company will unbundle its “Gas Network” and “Gas Procurement” activities over the next few years. Under the direction of André Dosé, who was newly elected president last year, Swissgas is reorienting itself towards its future role as an important nationwidegas network operator, as announced at today’s general shareholders’ meeting in Bern. Ever since it was founded in 1971, natural gas procurement has been the core business of the national procurement company Swissgas. At today’s general shareholders’ meeting in Bern, a new strategic orientation was announced: after unbundling, Swissgas will focus on its future role as an important nationwide gas network operator. To that purpose, Swissgas is abandoning its natural gas procurement business. The existing procurement agreements will be fulfilled by Swissgas by their expiration date. For the unbundling, Swissgas’s participation in its subsidiary SET (Swiss Energy Trading AG) will beterminated immediately. The four regional companies EGO, EGZ, Gaznat and GVM will acquire all of Swissgas’s shares in SET. In a second step, the shareholder structure of SET will be adjusted through the exit of EGO and the acquisitions of the SET shares by the other three
regional companies. In his inaugural speech, André Dosé discussed the current situation in the Swiss energy landscape. “Numerous challenges await us. But as
a representative of the gas industry, we also have a great opportunity to fight for natural gas and biogas as part of Switzerland’s future energy supply”, he pointed out. It is becoming increasingly clear that the “2050 Energy Strategy” cannot be implemented in its current form because it is merely an electrification strategy that deliberately ignores the questions of where the electricity will come from and how it will be produced.
Dosé expressed his hopes that the political world will also realise that natural gas and biogas are part of the solution: for security ofsupply, decarbonisation and thanks to storage technologies such as “Power-To-Gas” also in the context of the use of electricity from renewable sources. Finally, André Dosé emphasised the urgent need for a gas supply act. That is the only way to create the necessary legal certainty, which, in view of the Competition Commission’s upcoming proceedings against individual network operators, is jeopardised through a disorderly, case-by-case market liberalisation.
Swissgas CEO Ruedi Rohrbach focused his speech on the security of supply and the related need for long-term investments and commitmentsas vital elements for risk prevention, since the market does not simply regulate such matters itself. On the contrary, the general conditions and supply must be designed to work smoothly in both good times and bad. That requires an active commitment and the willingness and desire of all the participants to secure energy over the long term (specifically including natural gas and biogas) along with the necessary infrastructure. The political sphere is not sending out the
corresponding signals, however, so that Swissgas is now struggling with difficult general conditions. As examples, he mentions the legal uncertainty in market liberalisation, the lack of political acceptance of both natural gas and the gas network infrastructure as
well.http://www.swissgas.ch/

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

TechBrain Finds Evidence of Gendered Language Bias in IT Industry Job Ads

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

TechBrain, a Perth-based IT support services company, today released a report on the use of gendered language in tech industry job ads. The study found evidence of a possible bias towards language that appeals more to men – especially in higher paid roles. The firm commissioned a study of 1,940 job ads posted online over the course of one week in June and counted the frequency in which gendered words in those ads appeared.
Recent studies media reports have highlighted how the use of certain words in a job ad can have a big effect on the numbers of men or women who apply for the position. As an operator in the heavily male-dominated IT industry, TechBrain wanted to assess how important this issue was and chose to study language used in tech industry ads.
The company commissioned an independent researcher to process the ads through an online tool which counts the frequency of ‘masculine’ or ‘feminine’ words in an advert, with 50 keywords which research suggests appeal to each gender. Words in ads that appeal to men include language like ‘active’, ‘fearless’ and ‘independent’, while words that appeal to women in job ads include ‘co-operate’, ‘empathise’ and ‘interdependent’.The research revealed:There were actually 15% more feminine words used in IT industry ads than masculine words However, by far the most common ‘female’ word found was ‘support’ (appearing 1,668 times), which may have skewed the results. ‘Support’ is used frequently in IT job ads and often refers to a technical activity, rather than expectations about the applicant’s personal and professional qualities.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Almirall Exercises its Option with Dermira to License Rights to Lebrikizumab in Europe for atopic dermatitis

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Almirall, S.A. (ALM) and Dermira, Inc. (NASDAQ: DERM) announced today that Almirall has exercised its option to license rights to develop and commercialize lebrikizumab for the treatment of atopic dermatitis and certain other indications in Europe. Almirall and Dermira previously entered into an option and license agreement in February 2019 pursuant to which Almirall was granted this exclusive option in exchange for an upfront option fee of $30 MM. As a result of Almirall’s decision to exercise its option, the company will pay Dermira $50 MM and Dermira will be eligible to receive additional payments upon the achievement of certain milestones, including $30 million in connection with the initiation of certain Phase 3 clinical studies.Almirall’s decision follows positive topline results reported by Dermira in March 2019 from a Phase 2b dose-ranging study that showed all three doses of lebrikizumab met the primary endpoint, and demonstrated dose-dependent improvements across a range of measures characterizing the signs and symptoms of moderate-to-severe atopic dermatitis, including itch and skin inflammation, compared to placebo. The safety profile observed in the study was consistent with prior studies of lebrikizumab. The findings suggest that lebrikizumab has the potential to be a best-in-disease therapy for people living with moderate-to-severe atopic dermatitis. Following an end-of-Phase 2 meeting with the U.S. Food and Drug Administration, Dermira plans to initiate a Phase 3 clinical development program for lebrikizumab by the end of 2019.
Lebrikizumab is a novel, injectable, humanized monoclonal antibody designed to bind interleukin-13 (IL-13) with very high affinity, specifically preventing the formation of the IL-13Rα1/IL-4Rα heterodimer complex and subsequent signaling, thereby inhibiting the biological effects of IL-13 in a targeted and efficient fashion. IL-13 is believed to be a central pathogenic mediator that drives multiple aspects of the pathophysiology of atopic dermatitis by promoting type 2 inflammation and mediating its effects on tissue, resulting in skin barrier dysfunction, itch, skin thickening and infection.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banque du Caire, One of the Largest State-owned Banks in Egypt

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Temenos (SIX: TEMN), the banking software company, today announces that Banque du Caire has gone live with Temenos Infinity, the omni-channel digital banking product to transform the bank’s multiple banking channels into a fast, seamless and compelling customer journey. At this first stage of the Temenos Infinity implementation, the bank has gone live with digital channels servicing corporate and retail customers. The second phase of the implementation will deliver enhanced customer engagement with the Temenos Infinity real time marketing, digital engagement and digital analytics modules. Temenos Infinity will allow Banque du Caire, which currently operates a network of 225 branches, to increase product agility and take new products and services quicker to market.Temenos Infinity was implemented through APIs as an independent front office platform on the bank’s existing third party core banking system. The bank is also undergoing a core banking system overhaul after choosing the cloud-native, cloud-agnostic Temenos T24 Transact, the next generation core banking product. By selecting Temenos’ integrated, packaged, open, upgradeable banking software Banque du Caire will benefit from accelerated project timelines which will massively reduce the cost of deployment.
With this end-to-end digital transformation project, Banque du Caire will be empowered to not only realize its growth strategy in a cost effective way, but also to bring cutting-edge banking services to its 2.9 million customers in Egypt and to continue working towards the bank’s vision to become the region’s leading bank.With its open API-first design, Temenos Infinity will enable Banque du Caire to connect with a wider ecosystem of financial and non-financial providers as well as the developer community to innovate and bring products to market faster to satisfy the Egyptian public needs. Banque du Caire is a multi-award winning, full-service bank that provides a complete array of products and services to the corporate and retail markets. The bank plays an effective role in financing vital sectors of the national economy through participating in the syndicated loans serving different sectors, as well as in financing SMEs and Microfinance projects. By implementing Temenos packaged, open and upgradeable software, Banque du Caire continues to ensure that the 10,000,000 million transactions processed monthly are fast, secure, and compliant, as well as providing world-class products and services to consumers and small business owners across Egypt.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Light Communications Alliance Formed by Global Industry Leaders

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Global leaders in the communications, lighting, infrastructure and device manufacturing industries announce that they have formed the Light Communications Alliance (LCA) to promote new wireless technologies enabling Light Communications (LC). They will establish and advocate the use of standards for this emerging industry.Light Communications technologies complement and enhance 5G wireless communications and other radio frequency technologies such as Wi-Fi. By utilising its greater available spectrum, light can be used to deliver larger amounts of data at faster speeds and with greater security The LCA is an open, non-profit association of members who aim to promote Light Communications technology with a consistent, focused and concise approach. The LCA will highlight the benefits, use cases and timelines for Light Communications adoption. The organisation will align innovative leaders across the industries that light and communications touches, defining standards for education, communication, and interoperability.The founding members of the LCA are Nokia, Emirates Integrated Telecommunications Company (du), LEDVANCE, Liberty Global, Lucibel, Orange, pureLiFi, LiFi Research & Development Centre, Velmenni, Zero.1, CEA Leti, and Institut Mines-Télécom.Light Communication technologies include Light Fidelity (LiFi) and Optical Camera Communications (OCC) both of which have been attracting increased attention over recent years within several industries, such as smart cities and homes, industry 4.0 and manufacturing environments, as well as retail and tourism.Global Market Insights predicts that the LiFi market will be worth $75 billion by 2025, creating broad, far-reaching opportunities for the related industries to benefit from Visible Light Communications.LiFi offers a fully networked, bi-directional mobile communication solution using light, which has the potential to deliver massive bandwidth and higher speeds for short-range wireless communications. It can be integrated easily alongside traditional wireless technology such as Wi-Fi and can enhance these networks with greater speeds and security. LiFi can be deployed in various environments, both professional and domestic, including smart offices, smart transport, industry 4.0 and in the smart gigabit connected home of the future.Optical Camera Communications (OCC), has the potential to create value-added services by using the light for both broadcast communications and indoor positioning in environments such as office buildings, convention centres, and parking lots.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capitolis, the pioneering technology provider for capital markets, announced

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 giugno 2019

Today that it has appointed Shervyn J. von Hoerl as Head of Investor Solutions. Shervyn will focus on the Capitolis Finance product suite and he will help drive the development of new solutions in partnership with clients and investors. Capitolis is building new products and services to address capital market constraints. The Capitolis Finance solution is expected to be launched later in 2019.
Shervyn was previously in a senior role in the US for FMS Wertmanagement Service GmbH (FMS-SG), and prior to that at 20 Gates Management and DEPFA Bank plc. He has more than 20 years of experience in the structured finance industry, having developed innovative business solutions for clients in multiple jurisdictions.Gil Mandelzis, CEO and founder of Capitolis, said: “Our aim is to democratise the ability of capital to partner with the best execution, distribution and the broad set of opportunities accessible to investors today. We are working closely with world’s largest banks to partner with investors to provide more robust solutions, more capital and enhance liquidity for all. While we have begun with a focus on the interbank market, we are now getting ready to move into the next stage of our development with our Capitolis Finance product suite. Shervyn’s appointment is key in our expansion plans.”
Justin Klug, COO of Capitolis said: “Shervyn has decades of successful experience in structured finance and is very well respected in the industry. His ability to build innovative, appropriate solutions is second to none and hard to replicate. We know Shervyn will add tremendous value to the solutions Capitolis creates for its clients and partners, and we are thrilled that he is joining us.”Shervyn von Hoerl said: “I see Capitolis’ new model as nothing less than revolutionary for the markets, and very much needed. The traction and credibility the company has been able to achieve in a short period of time is very impressive. I am looking forward to working with the Capitolis team and our clients to support the successful rollout of our collaborative solutions to the market.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »