Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Unc: bene su procedura infrazione, ma che succede nel 2020?

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 luglio 2019

Per il 2020 il Governo, per eliminare gli aumenti dell’Iva con misure alternative, ha scritto all’Ue che intende attuare “una strategia integrata che si basa su una nuova spending review e sulla revisione delle tax expenditures”.”Ottima notizia che il nostro Paese abbia evitato la procedura d’infrazione, anche se prevedibile una volta raggiunto il famoso 2,04% del rapporto deficit Pil” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Non intendiamo rovinare la festa, ma ci chiediamo che succederà nel 2020. Bene che non aumenti l’Iva, ma non vorremmo ritrovarci con 23,1 miliardi in meno di sconti fiscali, dati i successi finora raggiunti con la spending review” prosegue Dona.
“Vorrebbe dire dover tagliare il bonus di 80 euro, pari a 9,4 mld, le detrazioni per il recupero edilizio, 6,8 mld, le detrazioni per le spese sanitarie, 3,3 mld, l’esenzione Irpef per la prima casa, 3,6 mld. Se poi si aggiungessero i 15 mld necessari per finanziare la flat tax, sarebbe ancora peggio” conclude Dona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: