Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Luigi Sturzo: “La vera rivoluzione è spirituale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 luglio 2019

E’ il nuovo libro di Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito nasce in occasione del Centenario dell’Appello a tutti gli uomini liberi e forti e in concomitanza con il Convegno Internazionale Sturziano “L’attualità di un impegno nuovo”, promosso per la ricorrenza dal 14 al 16 giugno a Caltagirone, paese che diede i natali al grande sacerdote, statista e fondatore del Partito Popolare Italiano.Il testo traccia efficacemente un profilo poco investigato del sacerdote di Caltagirone, recuperando la profondità spirituale del suo pensiero, posta a fondamento della sua impareggiabile “azione – animazione” culturale, sociale e politica.Arricchita da un’antologia di scritti di don Sturzo, l’opera offre al lettore un’occasione propizia non solo per approfondire il pensiero di questo Servo di Dio, ma anche per riconsiderare la crisi spirituale del nostro tempo e riaffermare l’attualità di un impegno nuovo dei laici cristiani.A firmarne la Prefazione è S.Em. il Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), il quale definisce questa produzione editoriale «un servizio alla memoria, perchè dimenticare i giganti che hanno costruito la democrazia nel nostro Paese è ingrato verso di loro e stolto verso di noi. L’attenta lettura di questo saggio sia un motivo in più che accende o rinnova la voglia di partecipare a quest’ora in Italia e in Europa, nel desiderio di essere anche noi, come lui diceva, “liberi e forti”».
La presenza e l’azione dei cristiani nella società e nella politica erano per don Luigi Sturzo e per quella prima generazione di laici cristiani figli della prima Enciclica sociale “Rerum Novarum”, l’esplicitazione “laica” del contenuto morale della fede, dunque di quell’amore per il prossimo inteso come principio di giustizia sociale. Era questo il “segreto manifesto” dei padri della democrazia europea ai quali, con don Luigi Sturzo, continuamente si rivolge la nostra memoria; era la cifra più alta e significata del loro essere “laici cristiani” nella storia umana.
Spetta ai laici elaborare una sintesi creativa fra fede e storia, tra fede e cultura, tra fede e carità, tra fede e servizio; una sintesi che trovi il suo fulcro nell’amore naturale vivificato dalla grazia divina, che renda l’uomo capace di resistere al male e di vincere il male con il bene. Così si dà, nell’ordine temporale, l’identità cristiana: è l’espressione di una fede umilmente confessata, vitalmente praticata, permanentemente contrastata, spesso perseguitata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: