Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Milano, affitti alle stelle: il massimale è sempre più vicino

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 luglio 2019

Dopo i continui, e talvolta vertiginosi, aumenti degli affitti nelle principali città europee nel corso degli ultimi anni, secondo l’HousingAnywhere International Rent Index di luglio 2019 i prezzi sembrano essersi stabilizzati a livelli elevati. HousingAnywhere International Rent Index ha analizzato i dati di oltre 88.417 annunci di camere private (in alloggi condivisi), monolocali e appartamenti con una camera da letto a Barcellona, Berlino, Bruxelles, Madrid, Milano, Rotterdam e Vienna, coprendo un arco di tempo che va dal primo trimestre 2018 al secondo trimestre 2019. “Abbiamo già constatato che i prezzi degli affitti hanno raggiunto un massimale nell’ultimo trimestre, e ora la tendenza è stata confermata”, afferma Djordy Seelmann, CEO di HousingAnywhere. “Gli inquilini non sono disposti o non sono in grado di pagare affitti più alti; al contempo la scarsità sul mercato immobiliare rimane preoccupante, come lo era un anno fa”.L’aumento tra il primo e il secondo trimestre del 2019, a Milano, è minimo, ma conferma la tendenza che va avanti da un anno e mezzo, con un massimale sempre più vicino. Una stanza singola è aumentata dell’1,10% e un appartamento dell’1,096% (costa in media 1147,82 euro). Un po’ più significativo il rincaro dei prezzi dei monolocali, che supera il 4,13%. Percentuale praticamente identica per tutti (leggermente sotto il 4%) se si mette in relazione il secondo trimestre del 2019 con lo stesso periodo del 2018.
Anche se tutti i mercati hanno registrato ancora un aumento dei prezzi degli affitti nel secondo trimestre del 2019, l’aumento è stato notevolmente inferiore a quello dei trimestri precedenti. Tra tutte le città indicizzate, nell’arco dell’anno Barcellona ha visto l’aumento complessivo maggiore. Guardando però a quest’ultimo trimestre, Barcellona è ora tra le città che hanno registrato il minor aumento complessivo. “Stiamo arrivando a un limite massimo dei prezzi. Questo rallentamento, però, non è dovuto a un aumento del numero di appartamenti, monolocali e camere in offerta”, dice Seelmann. “Infatti c’è ancora un bisogno urgente di soluzioni per aumentare la disponibilità di appartamenti e camere, con l’obiettivo di risolvere il problema dell’alloggio per giovani, professionisti e studenti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: