Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 12 settembre 2019

Greenpeace: Continua la protesta nel porto di Danzica

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

GP0STTURXDove da oltre 48 ore gli attivisti di Greenpeace sono in azione contro il carbone e i cambiamenti climatici. Ieri la nave Rainbow Warrior è stata allontanata dal porto dalle autorità polacche, mentre uomini della Guardia di Frontiera, armati e col volto coperto, hanno fatto irruzione di notte spaccando i vetri con delle mazze. Ieri mattina, però, una nuova azione di protesta: un gruppo di attivisti di Greenpeace provenienti da sette Paesi diversi, si è arrampicato sulle gru del porto, impedendo nuovamente lo scarico del carbone proveniente dal Mozambico. «Ci resta poco tempo per evitare un disastro climatico, e la dipendenza del governo polacco dal carbone, oltre ad inquinare l’aria che tutti noi respiriamo, sta mettendo a rischio le nostre speranze per un futuro sicuro e rinnovabile» dichiara Luca Iacoboni, responsabile della campagna clima Greenpeace Italia. «Ecco perché gli attivisti sono costretti ad agire». (foto copyright greenpeace)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Boom di investimenti nel I semestre 2019 nel real estate alberghiero

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Crif con 2 miliardi di euro, rappresenta il 42% degli investimenti immobiliari in Italia. Oltre la metà degli investimenti alberghieri in Italia proviene dall’estero e, di questa, un quarto è di origine extraeuropea. Per quanto riguarda la loro destinazione, circa la metà è concentrata su Roma, seguita a distanza da Milano, Venezia e Firenze. Inoltre, l’Italia, con i suoi 33 mila alberghi (malgrado una flessione del -2,4% fra il 2009 ed il 2018) e 1,1 milioni di camere (+1,4% nei 10 anni considerati), possiede il più grande portafoglio ricettivo in sede europea, seguita da Germania e Spagna, collocandosi in terza posizione assoluta a livello mondiale. Di questi, circa la metà è costituita da hotel a 3 tre stelle, che sono rimasti sostanzialmente invariati negli ultimi 10 anni, mentre, ancorché si tratti di una quota minoritaria, si registra un incremento superiore al 20% per gli hotel a 4 stelle e al 50% per quelli a 5 stelle. Infine, l’indagine ha analizzato il valore medio degli alberghi, evidenziando che il dato medio più elevato si registra a Milano, con quasi 20 milioni di €, seguita da Firenze, con 17 milioni, e da Roma, con 11 milioni. Il valore medio per camera nelle grandi città d’arte (calcolato come rapporto fra il valore medio complessivo delle strutture alberghiere e il numero delle camere presenti) a Venezia e a Firenze risulta pressoché di pari entità (rispettivamente con 227.000 e 224.000 €). Seguono Roma, con 180.000 €, e Milano, con 163.000 €.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al primo posto dell’agenda del nuovo governo le misure in favore degli asili nido

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Si tratta dell’impegno a eliminare le disuguaglianze che si formano già nei primissimi anni di vita, accogliendo l’appello che abbiamo lanciato per un piano di interventi immediato in favore della prima infanzia”, ha dichiarato Raffaela Milano, Direttirce dei Programmi Italia-Europa di Save the Children, l’Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.In Italia, come segnalato da Save the Children nel rapporto “Il miglior inizio” lanciato sabato scorso, solo 1 bambino su 10 può accedere a un asilo nido pubblico, con picchi negativi che si registrano in regioni come Calabria e Campania, dove la copertura è pressoché assente e, rispettivamente, solo il 2,6% e il 3,6% dei bambini frequenta un nido pubblico. Uno scenario in cui le ripercussioni negative riguardano soprattutto i minori provenienti da famiglie economicamente svantaggiate e che hanno dunque maggiori difficoltà nell’accedere alla rete degli asili privati non convenzionati.
“L’indagine pilota svolta da Save the Children mostra inoltre come le diseguaglianze educative che possono avere sui bambini un impatto di lunga durata si manifestino molto prima dell’accesso alla scuola dell’obbligo. La povertà educativa va dunque combattuta a partire dai primi anni di vita, attraverso solide politiche di sostegno alla prima infanzia e alla genitorialità, oggi assolutamente carenti nel nostro Paese, evitando che siano proprio i bambini delle famiglie più povere a rimanere esclusi dalle opportunità educative di qualità. Ci auguriamo pertanto che questo punto d’azione del nuovo governo possa trovare immediata attuazione”, ha concluso Raffaela Milano.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I benefici pigmenti “rossi” di frutta e verdura

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Il colorato mondo degli antociani, i pigmenti rossi salutari contenuti nei piccoli frutti, nell’uva e nel vino, è al centro del congresso internazionale che si è aperto, oggi, alla Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige.
Italia, Spagna, Portogallo, Germania, Messico, Nuova Zelanda, sono solo alcuni dei paesi rappresentati in “Iwa 2019”. L’evento scientifico si concluderà mercoledì 11 settembre con 11 sessioni scientifiche e centotrenta delegati da 21 Paesi del mondo che condivideranno le loro esperienze scientifiche e presenteranno gli studi e le applicazioni più innovative degli antociani nei campi di nutrizione e salute, nella produzione di alimenti e nell’industria farmaceutica, senza tralasciare gli aspetti legati alla genetica, biosintesi, fitochimica ed ecologia. Si tratta di un evento atteso a livello mondiale in quanto opportunità unica per approfondire a tutto tondo il mondo degli antociani, i benefici pigmenti presenti nella frutta e nella verdura, appartenenti alla famiglia dei flavonoidi dalle spiccate proprietà antiossidanti utili salute.
FEM è stata selezionata quale sede di questo importante appuntamento biennale in virtù delle ricerche condotte in questo ambito. Il lavoro dei ricercatori sulle antocianine è riconosciuto a livello globale, come attesta anche il conseguimento – avvenuto poco più di tre anni fa – del prestigioso Tanner award per l’articolo scientifico più citato tra le riviste pubblicate dall’Institute of Food Technologists (IFT), uno dei più importanti enti attivi nelle scienze alimentari. Una delle caratteristiche di questo convegno è di essere punto d’incontro e trasferimento tra le ricerche di base sulla biosintesi, ecologia, genetica e sulle proprietà nutrizionali, e le numerosissime applicazioni che spaziano tra le industrie farmaceutica, nutraceutica e degli alimenti, fino alla cosmetica, sfruttando le favorevoli proprietà salutistiche e la sicurezza d’uso di questi pigmenti naturali. (sc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rimesse in Italia: il denaro in entrata supera quello in uscita

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Fondazione ISMU rende noto che, secondo gli ultimi dati della World Bank, durante il 2017, l’Italia ha ricevuto 9,8 miliardi di dollari in rimesse dall’estero e – a sorpresa – ne ha inviate verso l’estero di meno: 9,3 miliardi. È chiaro che non si tratti solamente di rimesse di migranti e che i dati includano anche gli italiani temporaneamente all’estero (e gli stranieri temporaneamente in Italia); è tuttavia interessante notare come dal punto di vista degli scambi monetari tramite le rimesse, per l’Italia si sia registrato un guadagno. Tale trend a vantaggio dell’Italia in realtà dura da un triennio: nel 2016 infatti furono contabilizzate in 9,5 miliardi di dollari le rimesse percepite dall’Italia e in 9,2 miliardi quelle inviate, nel 2015 rispettivamente in 9,6 e 9,4 miliardi. Tale cambiamento è dovuto probabilmente sia a una minore disponibilità economica della popolazione immigrata a causa della crisi, sia al fatto che gli immigrati con maggiore anzianità migratoria hanno spostato il centro dei loro interessi, anche affettivi, dal Paese d’origine all’Italia, dove spendono e fanno investimenti economici. Inoltre non bisogna sottovalutare le maggiori recenti emigrazioni dall’Italia sia di italiani sia di stranieri con cittadinanza italiana, che hanno senz’altro contribuito ad aumentare il flusso di rimesse verso il territorio nazionale.
Dal 2008 al 2017 in Italia il saldo netto delle rimesse rimane comunque negativo. Ma nonostante l’inversione di tendenza degli ultimi tre anni, in cui le rimesse ricevute hanno sempre superato quelle inviate per un totale di un miliardo di dollari, nell’ultimo decennio il saldo netto delle rimesse per l’Italia è stato comunque negativo per 30 miliardi di dollari. Sempre secondo i più recenti dati della World Bank (2017), sebbene in termini assoluti l’Italia sia al 15° posto nel mondo per rimesse percepite e al 17° per rimesse inviate, in termini relativi scende al 133° posto per incidenza delle rimesse percepite sul totale del prodotto interno lordo (0,5%), mentre è al 104° per quelle inviate. In base ai dati del 2017 all’incirca un duecentesimo del prodotto interno lordo italiano viene oggi annualmente inviato all’estero. Chi “perde” di più secondo i dati del 2017, sotto il profilo delle rimesse inviate, sono invece il Lussemburgo (il 20,3%, ovvero più di un quinto del proprio prodotto interno lordo viene inviato all’estero dai migranti) e poi i tre Paesi del golfo persico: Oman (13,9%), Emirati Arabi Uniti (11,6%) e Kuwait (11,4%). Chi guadagna invece di più dalle rimesse – prescindendo da alcuni Paesi più piccoli – sono l’Egitto (il cui 11,6% del pil deriva dalle rimesse dei migranti), l’Ucraina (11,4%), le Filippine (10,2%) e più a distanza il Pakistan (6,8%). Mentre in termini assoluti i Paesi da cui sono partite più rimesse nel 2017 sono stati ‒ nell’ordine ‒ Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita, Svizzera e Germania.
In base alle stime della World Bank risulta che lo stato da cui partono più rimesse per l’Italia sono gli Stati Uniti, seguiti da Germania, Francia e Canada. Per quanto riguarda le rimesse in uscita dall’Italia, i dati della World Bank pongono al primo posto a sorpresa la Francia davanti alla Romania e alla Cina, a cui seguono Nigeria e Marocco.Rimesse dall’Italia verso l’estero: nel 2017 il primato va ai nigeriani. Nel 2017, tra i 25 Paesi con maggiore numero di residenti in Italia, al primo posto per invio di rimesse dall’Italia verso l’estero si colloca la Nigeria con il valore quasi inspiegabile – se non con il sommarsi di forti flussi finanziari a quelli di pure rimesse dei migranti – di ben 478 dollari medi mensili procapite, davanti all’Egitto (219), alla Serbia (190), alla Cina e al Senegal (182 entrambi); e con in coda Macedonia (23), Albania (50), Bangladesh e Romania (54), Ucraina (61), Bulgaria (69), Russia (75) e Kosovo (94).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Medicina: solo uno su sei supera il test d’ingresso

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Erano tantissimi, anche quest’anno: più di 68.000 donne e uomini in coda davanti ai portoni delle Università pronti a scommettere sul loro futuro. Hanno bussato alle Facoltà di Medicina e Odontoiatria di tutti gli Atenei italiani, ma solo 11.568 sono i posti riservati ai futuri medici. Ergo: 1 su 6 potrà accedervi. E gli altri? C’è chi riproverà il prossimo anno e chi invece non ha voglia di aspettare. E allora vola: destinazione estero. Sono sempre di più gli aspiranti camici bianchi decisi a percorrere questa strada. Secondo i dati di Fnomceo, nel 2018 su 401.565 iscritti all’albo dei medici, 3.348 avevano una laurea conseguita all’estero. Tra i 61.593 odontoiatri, invece, ad avere la laurea estera erano 3.191 persone. A spingerli a “guardare oltre” è la forte motivazione: diventare medici e odontoiatri senza arenarsi nei controversi test d’ingresso italiani e senza rinunciare, al tempo stesso, a una formazione di primo livello. Tra gli atenei che più richiamano l’attenzione degli aspiranti medici italiani ci sono la Charles University di Plzeň, tra le 30 migliori università d’Europa, la Masaryk University di Brno, ma anche l’Universidad Europea di Madrid, l’Universidad Europea di Valencia, l’European University Cyprus a Nicosia e la Università Pavol Josef Safarik di Kosice in Slovacchia. Tutte Università seguite da Medicor Tutor, società che accompagna gli studenti preparandoli a una brillante carriera universitaria con prospettive internazionali.«Studiare all’estero vuol dire lanciarsi in una nuova avventura: stimolante, avvincente, sicuramente sfidante. Per questo i ragazzi e le loro famiglie cercano un partner serio a cui potersi affidare per percorrere i primi passi: capire qual è l’università più adatta alle proprie esigenze, quali sono i requisiti di accesso, come affrontare il percorso di studi in lingua, come far valere il titolo conseguito al rientro in Italia e molto altro. Ogni anno – conferma Janina Holesovska, cofounder di Medicor Tutor – riceviamo sempre più domande, dimostrazione di come lo studio di medicina all’estero non sia visto come un piano B, ma anzi come un’incredibile opportunità di crescita, un vero e proprio cambiamento di prospettiva». L’esperienza internazionale, infatti, fa spiccare il volo alle carriere: in media la retribuzione lievita del 40%, le prospettive di occupazione sono molto maggiori, il mercato di riferimento è più stimolante. I test di ingresso variano a università a università ma non prevedono le (temutissime) domande di cultura generale: il candidato viene valutato solo nelle materie con cui dovrà realmente interfacciarsi durante il percorso professionale, come biologia, chimica e fisica. Inoltre, Medicor Tutor mette a disposizione dei percorsi di preparazione composti da una parte teorica di video lezioni in lingua inglese sottotitolati con del materiale a supporto, e una parte pratica composta da Problem Set e da prove di simulazione. Alcune Università, poi, selezionano i ragazzi in base del voto di maturità o alla media dei voti conseguita negli ultimi anni della scuola superiore. E come dimostrato dai dati, il rating di successo degli studenti preparati da Medicor Tutor è molto alto: si pensi che nella prestigiosa Charles University di Plzeň, il 90% degli studenti italiani ammessi è stato affiancato da Medicor Tutor. Un supporto che continua anche durante gli anni accademici.
Al termine del percorso di studi, infine, si consegue il titolo di “Dottore in Medicina Generale (MUDr o MD)” o di “Dottore in Medicina Dentale (DMD)”, pienamente riconosciuto in Europa, in Canada e negli USA. Un sogno, quindi, che diventa finalmente realtà.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Estate 2019: i 50 peggiori aeroporti in Europa. Malpensa al quinto posto

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Mykonos, Santorini, Atene: se una di queste mete sta prendendo forma nel vostro immaginario vacanziero, forse è il caso di pensarci ancora un po’. Secondo AirHelp, una delle più importanti società a supporto dei passeggeri a seguito di ritardi o cancellazioni, queste città sono state particolarmente affollate quest’estate e i rispettivi aeroporti hanno registrato più ritardi nei voli in partenza rispetto alla media europea. Quasi quattro voli su cinque, infatti, sono partiti in ritardo e la probabilità di riscontrare disagi è molto alta.
In Italia, gli aeroporti di Milano Malpensa, Venezia, Napoli, Firenze e Roma Fiumicino sono stati quelli che hanno causato i maggiori disagi ai viaggiatori in partenza.
“Il nostro ultimo studio ci lascia sorpresi nel vedere che i cinque più grandi aeroporti d’Italia abbiano registrato in media dai tre ai quattro voli in ritardo su dieci” afferma Roberta Fichera, portavoce di AirHelp Italia. “L’aeroporto che ha dovuto affrontare maggiori difficoltà è stato quello di Milano Malpensa che, insieme a quello di Bergamo Orio al Serio, si è ritrovato a gestire anche tutti i voli trasferiti dall’aeroporto di Linate. La classifica che abbiamo appena pubblicato è un altro segno del fatto che l’industria aerea stia faticando a riprendersi, ma questo non significa che i viaggiatori ne debbano pagare le spese”.
“Invitiamo tutti i passeggeri italiani che hanno subito ritardi o cancellazioni last minute quest’estate a verificare gratuitamente se hanno diritto al rimborso sul sito airhelp.com. Una volta inserita la richiesta, i nostri esperti verificheranno se il volo è idoneo al risarcimento e inizieranno a lottare per i vostri diritti”, conclude.
Insieme alla Grecia, anche molti aeroporti del Sud Europa hanno avuto problemi nel gestire la stagione estiva, registrando percentuali di voli con disagi tra le più elevate in Europa e aggiudicandosi così il top in classifica: tra i primi dieci aeroporti spiccano anche quelli portoghesi di Ponta Delgada, Lajes e Lisbona.
Per voli in ritardo, cancellati o imbarchi negati, tutte le compagnie aeree (low cost comprese) devono corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato. Il diritto al risarcimento finanziario deve essere richiesto entro tre anni dalla data di ritardo del volo. Circostanze straordinarie come condizioni meteo avverse o emergenze mediche esentano la compagnia aerea dall’obbligo di rimborsare i passeggeri aerei.
Per maggiori informazioni, si può visitare il sito airhelp.com. I passeggeri coinvolti in disagi aerei a seguito di ritardi o cancellazioni possono verificare la prioria idoneità al risarcimento gratuitamente, direttamente in aeroporto e presentare un reclamo in pochi minuti.
È possibile verificare l’idoneità al rimborso anche direttamente in aeroporto: AirHelp sarà pronto a far valere i diritti di tutti i passeggeri e, dove e quando necessario, intraprendere vie legali.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sanità pubblica: non merita il 22° posto nel programma di Governo

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Sul sito istituzionale della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche, http://www.fnopi.it, è pubblicato un editoriale di commento al programma del nuovo Governo, in cui si sottolinea che “Il 22° posto nel programma di Governo giallo-rosso per la “difesa della sanità pubblica e universale” non riconosce il peso che la sanità pubblica ha proprio nei singoli programmi e dichiarazioni dei partiti di governo mentre la Sanità pubblica deve tornare invece a essere in tutte le regioni la ‘prima scelta’ per i cittadini e i professionisti che vi lavorano, senza lasciare indietro nessuno”.Tonino Aceti, portavoce della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI), che raccoglie gli oltre 450mila infermieri presenti in Italia commenta il “peso” della sanità pubblica nel programma del nuovo Governo sottolineando che “al Servizio sanitario nazionale (Ssn), attraverso la sua legge istitutiva 833/78, è attribuita un’importantissima responsabilità che certamente non merita il 22° posto, neanche graficamente: la tutela della salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”. Aceti ricorda che il Ssn “è una delle più grandi opere pubbliche realizzate dal secondo dopoguerra, in grado di tenere unito il Paese e garantirne la coesione sociale. È uno degli esempi migliori di ‘Made in Italy’ al quale guardano con estrema attenzione molti altri Paesi. Un bene comune da garantire alle future generazioni”. E nel suo commento fa alcuni esempi che danno la dimensione del Ssn: è in grado di erogare circa 8,5 mln di ricoveri l’anno per 59 mln di giornate di degenza, circa 1miliardo di prestazioni di laboratorio, 57 milioni di prestazioni di diagnostica per immagini, 47 milioni per medicina fisica e riabilitazione, e così via. Guardando al suo capitale umano, nel 2017 il personale dipendente è di circa 647.000 unità, il 71,5% nel ruolo sanitario e di questi il 58,7%, circa 270.000, sono infermieri. Poi ci sono 105mila medici dipendenti e oltre 80 mila medici convenzionati, solo per fare alcuni esempi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Operazione “Girasole” lanciata dal Capitano Ultimo

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Giorni fa l’Italia da Nord a Sud ha commemorato il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, la sua giovane moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo.Il girasole era il fiore preferito dal Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, e come lui, nella sua semplice fisicità rappresenta l’essere onesto e retto.I volontari di tutta Italia hanno accolto l’invito di Ultimo a commemorare diversamente il Generale, barbaramente trucidato mentre serviva la collettività, deponendo un girasole nelle vie o piazze a lui intitolate.“All’inizio l’idea mi sembrava folle – spiega un volontario – ma poi ho notato come le nostre chat si siano animate di tante persone che volevano aderire all’iniziativa. E così giorno 3 settembre, oltre le normali commemorazioni istituzionali, i veri protagonisti sono stati i cittadini di ogni età, che hanno dimostrato con la loro azione che il Generale è Vivo”.
A dimostrare che l’azione “Girasole” è andata in porto le centinaia di foto con l’immagine del fiore deposto che stanno “intasando” la mail di Ultimo e dimostrando che il web, se ben utilizzato, unisce le persone e non crea odio, ma fratellanza.I cittadini che hanno contribuito all’iniziativa hanno superato i tanti intoppi della vita quotidiana per realizzarla, in nome della semplicità e nel silenzio.Infatti sono tante le foto che mostrano come grandi e piccini hanno commemorato il Generale Dalla Chiesa in tutta Italia: dal bimbo che suona il tamburello sotto la targa di via dalla Chiesa a Galatina (Le), al padre di Amatrice che ha perso i suoi figli nel terremoto e che si è inventato una via apponendo un cartello al palo pur di commemorare il Generale Dalla Chiesa, non essendocene attualmente una dedicato a lui in quella terra martoriata dalla natura.
E ancora, la signora anziana a Brescia in carrozzella che ha voluto indossare l’abito della festa perché il Generale non va pianto ma ricordato per i suoi valori che in tanti ancora portano avanti come i volontari del Centro Internazionale di Documentazione sulla Mafia e del movimento Antimafia (C.I.D.M.A.) di Corleone che hanno contribuito all’iniziativa.
E poi Alice, la bambina di Udine che dopo aver ascoltato la storia del Generale dalla mamma ha voluto disegnare il girasole “fronte- retro – ha spiegato la piccola Alice – perché così se c’è il vento, si vede sempre”, sino a chi si è recato a Parma sulla tomba del Generale.
Anche Rita Dalla Chiesa, la figlia del Generale, ha apprezzato l’iniziativa, che e’ stata un concreto esempio di generosità sulla scia dell’insegnamento del Generale che invitava a dare senza volere nulla in cambio. Il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa è l’emblema “dell’amore per il servire e non per esercitare il potere”, valori che ha incarnato fino alla fine e ha tramandato a noi. Lui, vive sempre nei cuori dei cittadini italiani e del Capitano Ultimo che, come il Generale, non manca mai di ricordare che “la Fiamma è una sola e appartiene al popolo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bisogni del paese e mercato del lavoro

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Treviso il 25-26 settembre Hotel Maggior Consiglio e il 27 settembre Auditorium CIOFS-FP Veneto – Conegliano si terrà La XXXI edizione del Seminario Europa su formazione professionale e lavoro ideato e organizzato dal CIOFS-FP (FP (Centro Opere Femminili Salesiani per la formazione Professionale) avrà come tema chiave il LAVORO QUALIFICATO e BISOGNI DEL PAESE E MERCATO DEL LAVORO.
Tre giorni in cui dare rilievo ad un traguardo appena raggiunto il rinnovo del repertorio delle qualifiche professioni: il CIOFS-FP insieme alle associazioni di categoria FORMA e CONFAP ha a lungo collaborato e spronato gli enti per sbloccare l’impasse per cui il nostro paese dal 2011 non riusciva ad aggiornare l’atlante dei mestieri. Tradotto in termini pratici, se le imprese corrono e sviluppano nuove esigenze e necessitano quindi di figure professionali adeguate e preparate, la lista e il riconoscimento di modalità e competenze, di fatto vietava l’avvio di corsi riconosciuti e finanziati per lavori utili e molto ricercati. Un paradosso. Dopo un iter di 2 anni lo scorso 1 agosto, la IX Commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni ha presentato una proposta alla conferenza Stato-Regioni ed è stata approvata.
Sarà ora possibile progettare, in vista dell’anno 2020-21, corsi affini alle richieste dei distretti produttivi dal manifatturiero al terziario, si approfondirà il tema con il contributo di Confindustria, Confartigianato, Compagnia di Sanpaolo, INAPP e Ministero del Lavoro. Il confronto sarà approfondito nella seconda giornata di lavori con esempi pratici virtuosi di ITS con ANPAL Servizi (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro), Confindustria e Confartigianato.
Il 27 settembre a Conegliano, anche attraverso un position paper, la presidente del CIOFS-FP Manuela Robazza, la presidente di FORMA, Paola Vacchina enunceranno le richieste proposte alle istituzioni rappresentate da Mimmo Parisi, Presidente ANPAL, Paola Nicastro, Direttore Generale INAPP
e i rappresentati delle regioni Toscana, Veneto, Liguria, Piemonte, Lazio, Sicilia, Puglia, Lombardia.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il futuro della retribuzione

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Il mondo del lavoro sta cambiando. Che si tratti di lavoratori, datori di lavoro o liberi professionisti, il desiderio di una maggiore velocità, sicurezza, flessibilità e benessere finanziario ha spinto le persone di tutto il mondo, indipendentemente dall’età o dalla nazionalità, a mettere in discussione convinzioni di lungo corso su come e perché lavorano e su come vengono pagate.Lo studio Global Future of Pay pubblicato dall’ADP Research Institute ha identificato una crescente domanda di nuove opzioni di pagamento, intervistando 4.000 dipendenti e 2.900 datori di lavoro in tutto il mondo. In un mercato del lavoro competitivo a livello globale, i datori di lavoro riconoscono la necessità di differenziarsi per attrarre e trattenere talenti, offrendo varie soluzioni di pagamento.Il boom delle opzioni di pagamento registrato negli ultimi 10 anni sta cambiando il modo in cui il consumatore paga per l’acquisto di beni e servizi. Piattaforme digitali e mobili come PayPal®, Venmo™ e Apple Pay® consentono al consumatore di gestire i pagamenti quotidiani su richiesta. Con un semplice tocco o clic, i consumatori possono effettuare operazioni di pagamento non solo. con le aziende, ma anche con la famiglia e gli amici. Grazie alle tecnologie più recenti, basta un semplice movimento del polso per pagare con un orologio smart o persino un sorriso, come nel caso del software di riconoscimento facciale “Smile to Pay” in Cina. Oggi, l’accredito diretto è la forma di pagamento più diffusa al mondo (in Italia la legge sulla tracciabilità lo rende obbligatorio). Circa l’80% dei datori di lavoro in America del Nord, Europa e America Latina pagano con accredito diretto e oltre l’80% dei dipendenti di queste zone lo utilizzano. Quando però fu introdotto negli anni ’70 fu accolto con resistenza e freddezza: l’idea di trasferire denaro tramite computer era un metodo poco conosciuto e non era scevro da preoccupazioni per la privacy e la tracciabilità dei pagamenti.
I dati della ricerca rivelano che i metodi di pagamento alternativi, presumendo che offrano lo stesso livello di sicurezza dell’accredito diretto, hanno buone probabilità di essere accettati e richiesti dai lavoratori nel prossimo futuro. Tuttavia, il conto bancario potrebbe essere escluso da questo futuro, dal momento che circa la metà dei lavoratori intervistati ha dichiarato che probabilmente non terrebbe un conto corrente o un conto di risparmio tradizionale se ciò non fosse necessario per ricevere gli accrediti dai propri datori di lavoro.
Negli ultimi anni, i datori di lavoro sono riusciti a fornire ai dipendenti strumenti informatici per il monitoraggio sanitario, al fine di migliorare il loro benessere e ridurre i costi per le cure sanitarie. Simili strumenti per la budgetizzazione e la tracciabilità finanziaria possono rappresentare una naturale estensione di questo sforzo e un’ulteriore apertura a nuovi metodi di pagamento, che possono includere strumenti migliori per tracciare, gestire e pianificare il modo in cui i dipendenti gestiscono e spendono il proprio stipendio. In un tale contesto, il supporto al benessere finanziario potrebbe rappresentare la prossima generazione di vantaggi sul posto di lavoro messo a disposizione da datori di lavoro con una visione lungimirante.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Codice Rosso: in un volume tutte le norme e le sanzioni per prevenire le violenze e tutelare le vittime

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Un ‘codice rosso’, in sanità, identifica un caso a rischio. Per trattarlo con precedenza su tutti gli altri. Con lo stesso intento, cioè assicurare la priorità di trattamento e la massima tutela alle vittime di violenza, anche indirette (ad esempio orfani per crimini domestici), è nato il “Codice Rosso”, la legge approvata il 29 luglio 2019 dal Parlamento per rafforzare la tutela delle vittime dei reati di violenza domestica e di genere.A partire dalle nuove norme, che inevitabilmente invitano a riflettere su un drammatico e sempre più preoccupante fenomeno sociale, è stato redatto – ed è disponibile da oggi libreria – “CODICE ROSSO, La tutela delle vittime dopo la legge 19 luglio 2019, n. 69”, curato da Valerio de Gioia, Giudice Penale specializzato nei reati contro i soggetti vulnerabili e da Gian Ettore Gassani, Avvocato Cassazionista, presidente nazionale dell’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti Italiani. Il volume, edito da La Tribuna, riunisce tutte le disposizioni – civilistiche, penalistiche, sostanziali e processuali – attualmente in vigore e utili a prevenire la violenza di genere e che possono presentarsi nelle relazioni familiari e affettive.Gli autori, partendo dalla legge del 19 luglio 2019 in vigore dal 9 agosto e a fronte del numero crescente di violenze nelle relazioni domestiche rivolte in particolare alle donne, hanno riunito le disposizioni che vanno dall’ammonimento all’allontanamento dalla casa familiare, hanno raccolto le norme che disciplinano la separazione e il divorzio o la cessazione delle convivenze o delle unioni civili e quelle nate per sanzionare, comprese quelle che puniscono il cosiddetto revenge porn e l’omicidio di identità.
Valerio de Gioia e Gian Ettore Gassani hanno inoltre scelto di inserire nel volume tutte le disposizioni in tema di pari opportunità e di tutela della maternità: “Il fenomeno della violenza familiare talvolta affonda le sue radici in una mentalità retrograda, che colloca la donna in una posizione di subordinazione”, affermano gli autori. Gli ultimi dati ISTAT confermano purtroppo la diffusione di una situazione preoccupante in tutto il Paese: quasi 7 milioni di donne italiane dai 16 ai 70 anni hanno subito almeno una volta nella vita una forma di violenza (20,2% violenza fisica, 21% violenza sessuale con casi nel 5,4% di violenze sessuali gravi, come stupro e tentato stupro). I numeri sono ancora più sconvolgenti se si considera che a praticare le violenze siano stati partner o ex partner.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Nuova realtà di system integration nel mondo delle comunicazioni mission-critical

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

L’operazione di merger avviata nel 2018, si è completata il 31 luglio 2019. A darne l’annuncio sono i membri del board, i legali rappresentanti Cesare Migani ed Elisabetta Cadonici, il Direttore Generale Sabrina Vescovi e il Direttore Vendite Fabio Cadonici. La nuova società metterà a fattor comune persone, competenze, prodotti e modello di go-to-market per dare vita a un nuovo operatore di riferimento in Italia nel settore della system integration ad alta specializzazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

National Conference of State Legislature

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Il M5S Lombardia è intervenuto all’incontro con la delegazione dei legislatori della NCSL, National Conference of State Legislature organizzato dal Consiglio regionale della Lombardia. Monica Forte, Presidente della Commissione regionale Antimafia, ha sottolineato l’importanza del contrasto alle organizzazioni criminali e la “grandissima storia e tradizione di cooperazione tra i nostri Paesi sul contrasto alle mafie”: “uno dei terreni sui quali le radici di intensa cooperazione e collaborazione tra Italia e Stati Uniti d’America sono più antiche, virtuose e consolidate”. Forte ha chiesto un rafforzamento delle sinergie e della cooperazione teso a “un radicale cambiamento culturale che consenta il riconoscimento e l’affermazione di valori fondamentali e irrinunciabili come la legalità, la solidarietà, la giustizia, il senso del dovere”. “La responsabilità alla quale tutti noi siamo chiamati oggi nel contrasto alle mafie”, ha concluso l’esponente del M5S, “parte da una presa di coscienza molto forte: la società civile non si libererà della presenza della mafia che inquina ogni spazio socio-economico e imprenditoriale, fino a quando verranno tollerati atteggiamenti clientelari, conformistici o peggio conniventi, atteggiamenti para-mafiosi e mafiosi”.Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia vicepresidente del Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione, ha illustrato ai presenti le attività dell’organismo: “Il Comitato rafforza le scelte istituzionali e normative del consiglio regionale sulla base di dati empirici. Negli USA l’analisi delle politiche pubbliche viene svolta da strutture tecniche autonome e indipendenti, a garanzia della qualità e affidabilità delle informazioni prodotte”. Proprio per questo “il confronto con realtà diverse dalla nostra è fondamentale per favorire lo scambio di esperienze anche per attuare politiche più efficaci, secondo il principio dell’evidence-based policy making”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La diffusione del batterio della Xylella sta mettendo in ginocchio

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

L’olivicoltura pugliese Rischia di fare lo stesso con il comparto di altre Regioni. Questo fenomeno – dichiara in una nota il Presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – iniziato nel 2013, non è mai stato affrontato con la necessaria determinazione ed è ormai divenuto un fattore di estremo imbarazzo anche rispetto alla credibilità dell’Italia in Europa.Come Confeuro – prosegue Tiso – accogliamo con soddisfazione le parole del ministro Bellanova sulla necessità di rilanciare il settore olivicolo pugliese e sulla volontà di coinvolgere Bruxelles nei processi di sostegno ai florovivaisti e agli agricoltori della Regione; è infatti giunto il momento di dare un forte segnale di discontinuità rispetto al passato e di abbandonare l’uso della retorica per sostituirlo ad azioni concrete e tangibili.Perché il primario possa effettivamente divenire il volano del riscatto italiano – continua Tiso – serve considerazione e convinzione; ma soprattutto l’elaborazione di una strategia ad ampio raggio che punti con forza sull’agroecologia e sulla sostenibilità. Il rilancio del comparto agroalimentare e la tutela dell’ambiente – conclude Tiso – non sono in contrasto tra loro, anzi, rappresentano due elementi che possono e devono migliorarsi vicendevolmente per condurre l’Italia verso un futuro diverso, radioso e finalmente in linea con la sua vocazione agricola e paesaggistica.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prestiti per lo studio

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Nei prossimi giorni milioni di alunni torneranno nelle aule scolastiche e non mancano le famiglie che, per far fronte ai costi legati allo studio, scelgono di chiedere un prestito personale; secondo le stime di Facile.it e Prestiti.it, nei soli primi 6 mesi del 2019 sono stati erogati oltre 71 milioni di euro in prestiti destinati a coprire le spese legate a scuola, università e, più in generale, alla formazione.L’analisi, realizzata su un campione di oltre 122.000 domande di prestito personale raccolte nel primo semestre dell’anno, ha evidenziato un doppio trend legato ai prestiti personali per lo studio: da un lato, l’aumento dell’importo medio richiesto, cresciuto del 5% rispetto al primo semestre 2018 e stabilizzatosi a 7.960 euro, dall’altro un boom delle richieste presentate dagli under 25, il cui peso percentuale sul totale è passato dal 12% al 19%. Quando si parla di prestiti personali per lo studio, a presentare domanda di finanziamento nel 37% dei casi è una donna, percentuale altissima se si considera che il campione femminile rappresenta, normalmente, circa un quarto dei richiedenti prestito in Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cushman & Wakefield Named World’s Top CRE Advisor by Euromoney

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Cushman & Wakefield (NYSE: CWK) announced today that the firm was named the world’s top commercial real estate advisor and consultant for the second consecutive year by Euromoney’s 2019 Real Estate Survey. Cushman & Wakefield was also named the top advisor and consultant in Central and Eastern Europe, Argentina, Czech Republic, Denmark, Hong Kong, Peru, Serbia and Turkey, among other categories.Additionally, Cushman & Wakefield ranked No. 1 in the world for its Property Valuation and Research efforts for the second consecutive year, and No. 1 in Agency Letting/Sales for the first time.“The Euromoney real estate awards are the pinnacle of the industry, as they are voted for by the constituent parts that rely on each other – developers, advisors and banks,” said Euromoney editor Clive Horwood. “We congratulate Cushman & Wakefield for all their achievements in winning best Overall Global Advisors and Consultants, and for clearly earning the respect of their peers and colleagues in the highly competitive global real estate market.”Euromoney’s 15th annual survey canvassed the opinions of leading firms involved in the real estate sector worldwide to determine which firms they believed to be the best providers of real estate products and services in their market during the past 12 months. Advisors, developers, investment managers, banks and corporate end-users of real estate were invited to take the survey.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“The 2019 Analytical and Life Science Instrumentation Market in Europe: The Eurozone and Beyond”

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

With its large and diverse economy, Europe remains a key market for analytical instrument manufacturers. The report features data on market size and five-year (2018 – 2023) growth rates for 81 analytical technologies in the European market. These market sizes are consolidated into 10 categories of laboratory instrumentation and segmented by the European region and end market.The report also presents the results of a survey directed to 232 life scientists working in the pharma/bio, academia, and clinical space. The results presented have a particular focus on laboratory suppliers for top technologies, including HPLC, GC, mass spectrometry, atomic spectroscopy, molecular spectroscopy, and a variety of life science instrumentation. Other areas of focus include the trajectory of laboratory spending, and a look at the implications of Brexit, Horizon 2020, Horizon Europe, and other challenges and opportunities that laboratories will be facing in the near future.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Defense Global Market Forecast To 2022”

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Global Defense Market Forecast to 2022 provides strategists, marketers and senior management with the critical information they need to assess the global defense market. The defense market consists of sales of air-based, sea-based and land-based military equipment by entities (organizations, sole traders and partnerships) that produce air-based, sea-based and land-based military equipment including support and auxiliary equipment such as radar, satellites, sonars and other auxiliary equipment or maintain, repair and overhaul defense equipment.Where is the largest and fastest growing market for the defense? How does the market relate to the overall economy, demography and other similar markets? What forces will shape the market going forward? The defense market global report from the author answers all these questions and many more.Asia Pacific was the largest region in the global defense market, accounting for 32% of the market in 2018. North America was the second largest region accounting for 21% of the global defense market. South America was the smallest region in the global defense market.
Smart gun technology is gaining the interests of the manufacturer in the recent times. The technology will reduce accidental and criminal shootings due to its safety features that allows firing by authorized users only. A gun is implanted with a radio-frequency-identification devices (RFID) chip reader that connects wirelessly with a watch or wristband, when in a definite range, to activate it. This gun is activated through a 5-digit PIN code for a set period. Biometrics technology is also used for smart guns. Arms manufacturer such as Armatix and iGun Technology Corp are pursuing such technological advancements to provide the market with smart guns.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Development of novel therapeutics to address global unmet medical needs

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 settembre 2019

Aptorum Group Limited (Nasdaq: APM) (“Aptorum Group”), a biopharmaceutical company announces that it has initiated investigational new drug (IND)-enabling studies for ALS-4, a small drug molecule candidate indicated for the treatment of infections caused by Staphylococcus aureus (or “S. aureus”) including methicillin-resistant Staphylococcus aureus (MRSA, i.e., one of the commonly known “super-bugs”) based on a novel anti-virulence approach.The ALS-4 candidate has been progressing well and the first series of GLP toxicology studies have been completed through an appointed North American based contract research organization (CRO). In particular, ALS-4 candidate did not show any mutagenicity in the in vitro Ames tests. ALS-4 development is on track and the company targets to submit the related IND in the first half year of 2020 and a hybrid Phase 1 clinical study is currently planned in North America with both healthy volunteers and patients to obtain preliminary efficacy readout.
S. aureus is a bacteria which is a leading cause of blood, lung, skin, bone and device-related infections, as well as toxin-related diseases1. It is estimated that patients with S. aureus bacteremia have an average mortality rate of 30%2 and that it is responsible for causing more deaths than AIDS, tuberculosis and viral hepatitis combined3. MRSA and vancomycin-intermediate and resistant S. aureus have also been classified by the World Health Organization (WHO) as high priority pathogens for research and development

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »