Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Elezioni Israele: Rischio poca partecipazione

Posted by fidest press agency su martedì, 17 settembre 2019

Per Foad Aodi (Co-mai) il rischio è la poca partecipazione. Più del 60% degli arabi non vuole votare ed è deluso dai deputati arabi e dal Governo. Così commenta le elezioni che si svolgeranno martedì in Israele il fondatore delle comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e dell’Unione internazionale degli arabi del 48 prof. Foad Aodi ,di origine palestinese nato a Jaljuia in Israele, che da giorni sta seguendo ed è coinvolto nei dibattiti mediatici e popolari da Roma. “Un’ atmosfera molto pesante e piena di paura e incertezze quella che si respira in Israele sia tra tanti ebrei che arabi del 48 molto delusi dagli scarsi risultati che arrivano dalla politica a favore della convivenza ,disoccupazione,i diritti dei cittadini e il processo di pace ,argomenta Aodi ,auspicando che tutti gli arabi del 48 vadano a votare per poter eleggere più deputati e cosi con più voce, unità e determinazione possono partecipare all’attività politica in Israele difendendo i diritti dei palestinesi senza rimanere a casa accusando la politica e gli ex deputati arabi di incapacità politica e sono lontani dalla popolazione” La questione palestinese è la madre di tutte le battaglie e da anni si parla ma senza mai vedere risultati concreti a favore di un processo di pace e di due stati e due popoli ,continua Aodi ,più passa il tempo senza risolvere la questione palestinese più aumenta l’odio e gli scontri tra i cittadini sul terretorio israeliano e aumenta la sofferenza del popolo palestinese compreso i bambini, donne a Gaza e in Cisgiordania.
Infine Aodi fa’ un appello al nuovo Governo Italiano di mettere in agenda politica da promuovere un incontro tra palestinesi e israeliani per riprendere il processo di pace perso per la strada per colpa delle diplomazie internazionali ed i muri contro il popolo palestinese e di aprire un corridoio umanitario a favore della popolazione palestinese e gli ospedali dove mancano medici e materiali salva vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: