Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Tachicardia sopraventricolare: le nuove linee guida

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 settembre 2019

L’European Society of Cardiology (ESC) ha aggiornato le raccomandazioni per la gestione di pazienti con tachicardia sopraventricolare (SVT). Le nuove linee guida, sviluppate in collaborazione con l’Association for European Paediatric and Congenital Cardiology, sono state presentate in occasione del congresso annuale dell’ESC, tenutosi a Parigi dal 31 agosto al 4 settembre scorso, e pubblicate contemporaneamente sulla rivista European Heart Journal. Le SVT sono comuni e spesso sintomatiche, possono coesistere con altre condizioni e richiedono una gestione dei pazienti con farmaci e procedure elettrofisiologiche. «È necessario quindi fornire raccomandazioni di esperti ai professionisti che partecipano alla cura dei pazienti con SVT» scrivono Josep Brugada, della Universitat de Barcelona in Spagna, e colleghi. Come evidenziato dagli autori, le tecniche e le indicazioni per l’ablazione sono cambiate rispetto alle precedenti linee guida, uscite nel 2003. Per i pazienti sintomatici colpiti da tachicardia sinusale inappropriata viene consigliato l’utilizzo del principio attivo ivabradina, da solo o in combinazione con un beta-bloccante, mentre per la terapia acuta della tachicardia atriale focale dovrebbe essere preso in considerazione l’uso di ibutilide. Per il flutter atriale invece sono indicati sia l’ibutilide che il dofetilide. In caso di pazienti ad alto rischio, identificati tramite test elettrofisiologici, si raccomanda l’ablazione transcatetere. Questa tecnica dovrebbe essere presa in considerazione anche per coloro che alla stratificazione invasiva o non invasiva del rischio hanno una pre-eccitazione asintomatica insieme a una via accessoria a basso rischio o a una disfunzione ventricolare sinistra con dissincronia elettrica. Inoltre, in presenza di tachicardiomiopatia causata da una tachicardia che non può essere ablata, l’ESC raccomanda l’ablazione del nodo atrioventricolare seguita da stimolazione. «Questo documento sintetizza gli attuali sviluppi, con particolare attenzione ai progressi fatti dalla pubblicazione delle ultime linee guida ESC, e fornisce raccomandazioni generali per la gestione degli adulti con SVT basate sui principi della medicina evidence-based» afferma Brugada. (fonte: doctor33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: