Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Mostra “Ich bin ein Berliner”

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 settembre 2019

Milano sabato 28 settembre 2019 alle 15.30 (28 settembre 2019 dalle 15:30 alle 19.30 Periodo di esposizione: 28 settembre – 6 ottobre 2019 Giorni e orari: tutti i giorni dalle 15:30 alle 19:30 (ultimo ingresso alle 19:00) Ingresso: libero e gratuito) a “la Casa di Vetro” via Luisa Sanfelice, 3 mostra “Ich bin ein Berliner” (“Io sono un Berlinese” – titolo che riprende la celebre frase di John Fitzgerald Kennedy del 26 giugno 1963 in occasione della costruzione del muro da parte della Repubblica Democratica Tedesca). Autori delle immagini, che resteranno esposte fino al 6 ottobre 2019, i due fotografi italiani Elisa Santoro e Salvatore Uccello che, a 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, sono ripartiti proprio dalla capitale tedesca per realizzare un fotoreportage su come si sono evoluti alcuni dei paesi dell’Europa dell’Est dopo essersi liberati dal giogo della dittatura comunista. Tappa terminale del viaggio la città di Mosca, altezzosa e sprezzante, ex capitale dell’ex Impero Sovietico e capitale della nuova Russia capitalista risorta dalle ceneri del socialismo di Lenin, Trotsky e Stalin.
Il viaggio parte da Berlino per una duplice ragione: cronologica e simbolica. Berlino più di ogni altro posto è stata sottoposta a uno smembramento e a un tentativo di annientamento. Il fatto che oggi sia una delle città più pulsanti, vivaci e moderne d’Europa è assolutamente incredibile e al tempo stesso ammirevole. Tuttora sono presenti ben in vista le cicatrici dell’occupazione e della divisione, probabilmente una delle ragioni che hanno contribuito a trasformarla nell’attuale metropoli caleidoscopica che conosciamo. La mostra ci conduce poi in alcune delle ex-Repubbliche Socialiste Sovietiche come Lituania, Estonia e Lettonia. Tre Stati apparentemente molto simili tra loro ma con delle differenze sostanziali nel modo in cui hanno riacquistato la loro indipendenza e in cui hanno saputo rideterminare il loro rapporto con la Russia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: