Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 3 ottobre 2019

51° Giornata del Credito

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Roma Venerdì 4 ottobre (h 9:30-13), presso l’ABI, l’Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito – ANSPC organizza, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la 51° Giornata del Credito, sul tema: “Stabilità ed efficientamento del sistema finanziario: dalla dimensione d’impresa ai vantaggi e rischi della tecnologia digitale” In uno Stato moderno, la classe dirigente, sensibile ai valori etici e politici, deve avere chiara visione strategica, compatibile con orizzonti di crescita sostenibili, rassicuranti ed inclusivi. In tale prospettiva, un sistema finanziario stabile ed efficiente, sia riguardo alle istituzioni che vi operano che al suo funzionamento complessivo, rappresenta una necessita’ imprescindibile. La sua edificazione trova consistenza nel rispetto di adeguate dimensioni d’impresa, e’ coerente con il contesto territoriale e sociale di riferimento, si avvantaggia dei progressi nella tecnologia digitale, opportunamente interpretata, e si impegna in una costante azione di formazione e riqualificazione professionale. Crescita, sostenibilità, innovazione sono al centro delle riflessioni che verranno sviluppate nel convegno e di rilevanti indicazioni strategiche per gli operatori di mercato e i protagonisti della sua regolazione. Il Presidente dell’ANSPC, Ercole P. Pellicanò, aprirà i lavori. La relazione di base sarà tenuta da Alessandra Perrazzelli, Vice Direttrice Generale Banca d’Italia. Seguirà una Tavola Rotonda, coordinata da Giorgio Di Giorgio, Professor of Monetary Theory and Policy LUISS University, alla quale interverranno (in ordine alfabetico): Stefania Bariatti, Vice Presidente ABI; Stefano De Polis, Segretario Generale IVASS; Salvatore Maccarone, Presidente FITD e CBI S.c.p.a.; Gaetano Miccichè, Presidente Banca IMI; Luigi Sansone, Presidente Banca Popolare delle Province Molisane; Matteo Zanetti, Presidente Gruppo tecnico Credito e Finanza di Confindustria. Al termine della Tavola Rotonda saranno assegnati i Premi di laurea “Francesco Parrillo”. La 51° Giornata del Credito rientra ufficialmente tra le iniziative del “Mese dell’Educazione
Finanziaria”, promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazioni finanziaria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Edith Yeung: L’Oriente incontra l’Occidente

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Roma Inaugurazione 4 ottobre 2019 ore 19.00 Efilsitra Acting Studio in Trastevere Via dei Salumi 51 Fino al 13 ottobre 2019. La pittrice e calligrafa, originaria di Hong Kong, accompagnerà i visitatori in uno straordinario percorso visuale, sulle tracce rivelatrici della Grande Madre, l’archetipo della magica autorità del femminile e l’elevatezza spirituale, rappresentata da due immagini della Madonna. La grazia orientale dell’artista incontra l’incanto delle madonne rinascimentali in un convergere di culture millenarie.
Infatti tra due culture distinte, l’archetipo primordiale diventa il luogo d’incontro: il percorso delineato dall’artista mostra la presenza di un terreno comune, nell’interiorità, a tutti gli esseri umani. Una contemplazione estetica profondamente meditativa in grado di offrire alla visione l’unità profonda sottesa alla diversità esteriore. Un progetto che pare rispondere affermativamente, con serena certezza, alla celebre domanda che Fedor Dostoevskij fece porre al Principe Myskin ne L’Idiota: “Sarà la bellezza a salvare il mondo?”
Edith Yeung. Nata a Hong Kong, la sua formazione artistica abbraccia diversi linguaggi espressivi: la musica lirica come soprano (teatro lirico italiano, francese, tedesco e inglese), la calligrafia orientale e la pittura in stile occidentale e cinese. I suoi dipinti, veicolati da un linguaggio pittorico sobrio ma allo stesso tempo eloquente, fondono il mondo orientale e quello occidentale e presentano la realtà che l’artista osserva in maniera distaccata. Utilizza principalmente gesso, matita, inchiostro cinese, acrilico o acquerello. Fino al 13 ottobre 2019 Orari: lunedì – venerdì: 17.00 / 21.00 – sabato e domenica 10.00 / 22.00

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Roma, 4 ottobre 2019 ore 10:00 Sala Sinopoli Auditorium Parco della Musica Viale Pietro de Coubertin, 10. Il Rapporto dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, giunto alla quarta edizione, rappresenta uno strumento unico per analizzare l’avanzamento del nostro Paese verso il raggiungimento dei 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 e identificare gli ambiti in cui bisogna intervenire per assicurare la sostenibilità economica, sociale e ambientale del modello di sviluppo. A soli 11 anni dalla scadenza fissata dal piano d’azione delle Nazioni Unite, firmato da 193 Paesi, Italia compresa, è necessario modificare significativamente le politiche pubbliche, nazionali ed europee, le strategie aziendali e i comportamenti individuali. L’urgenza è anche dettata dal fatto che 21 dei 169 Target in cui si articolano gli Obiettivi di sviluppo sostenibile prevedono obblighi riferiti al 2020 e che su buona parte di essi l’Italia è in grave ritardo.Grazie al contributo dei 600 esperti delle oltre 220 organizzazioni aderenti all’ASviS, il Rapporto 2019 fornisce un quadro delle iniziative messe in campo nel mondo, in Europa e in Italia a favore dello sviluppo sostenibile, valuta le politiche realizzate negli ultimi 12 mesi e avanza proposte per accelerare il percorso del nostro Paese verso l’attuazione dell’Agenda 2030. L’evento si svolgerà alla presenza del Presidente della Repubblica.
9:15 Registrazione
10:30 Roberto Fico, Presidente della Camera dei Deputati Introduzione
Pierluigi Stefanini, Presidente dell’ASviS Presentazione del Rapporto ASviS 2019
Enrico Giovannini, Portavoce dell’ASviS Il Governo e le politiche per lo sviluppo sostenibile
Roberto Gualtieri, Ministro dell’Economia e delle Finanze L’impegno della Commissione europea per conseguire l’Agenda 2030 Paolo Gentiloni, Commissario designato per l’Economia Conclusioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: “Canova. Eterna bellezza”

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Roma Martedì 8 ottobre 2019 ore 11.00 Museo di Roma a Palazzo Braschi Piazza Navona, 2 presentazione della mostra in conferenza stampa.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mirabilia Urbis

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Roma Lunedì 7 ottobre p.v. alle ore 18.00 al Cinema Farnese (via Campo de’ Fiori 56), prenderà il via la prima edizione di MIRABILIA URBIS, una mostra d’arte contemporanea che prevede in un itinerario a piedi con partenza da Campo de’Fiori per arrivare tramite varie tappe fino alle vie limitrofe. Il progetto espositivo ideato da Carlo Caloro e prodotto da artQ13 è curato da Giuliana Benassi con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Beni Culturali, nella persona dell’Assessore Cinzia Guido del Municipio I Centro Roma Capitale, e vede coinvolti circa venti artisti italiani e internazionali, i quali costruiranno, tramite le loro esperienze artistiche un percorso inedito caratterizzato da una grande varietà di linguaggi espressivi: dal video alla performance, dall’installazione ambientale alla fotografia, pittura e scultura, disegnando percorsi paralleli e sovrapposti capaci di offrire una lettura nuova della geografia culturale e storica dell’area. Tra i 23 spazi coinvolti nel progetto, vi è anche la sede dell’Accademia d’Ungheria in Roma che accoglierà gli interessati con una performance di Carlo Caloro (Binding or not-Binding Commitments), oltre alle diverse installazioni d’arte contemporanea collocate all’interno delle mura del Palazzo Falconieri.
La prima edizione di MIRABILIA URBIS si concluderà sabato 12 ottobre p.v. (ore 16.00-20.00) in Via dei Cappellari con il Finissage Ars Ante Portas che vedrà protagonisti degli artisti ungheresi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Gruppo Veronesi approda in Russia insieme a Finest

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Quinto di Valpantena (VR) Il Gruppo Veronesi, con il supporto di Finest – società finanziaria per l’internazionalizzazione delle imprese del Nordest – investe circa 11 milioni di euro per l’avvio della sua prima filiera integrata oltreconfine, destinata alla produzione di carni bianche. L’operazione in Russia è un progetto pilota che consente al Gruppo Veronesi di entrare anche in uno dei mercati a più alta crescita e di consolidare il percorso di internazionalizzazione che lo ha già portato negli anni a esportare in più di 70 Paesi in Europa e nel mondo.Il Gruppo italiano leader nell’agroalimentare, che oggi esporta all’estero circa il 16% della produzione dei 23 siti produttivi tutti presenti in Italia, ha pianificato, insieme a un socio di minoranza russo, di implementare in Russia l’intero ciclo della filiera della carne di tacchino. L’insediamento del polo produttivo nel distretto di Belgorod – il primo all’estero della storia del Gruppo – nasce per poter rispondere alla domanda crescente di prodotti avicoli di qualità da parte dei consumatori russi. Grazie al progetto pilota, il Gruppo Veronesi darà vita a una filiera integrata che comprende alcuni allevamenti, il sito di trasformazione, la distribuzione e commercializzazione delle carni fresche. Tutte le carni prodotte in Russia saranno destinate esclusivamente al mercato locale.Commentando l’operazione, Luigi Fasoli, Amministratore Delegato del Gruppo Veronesi ha dichiarato: “Alla base di questo progetto c’è l’interesse del nostro Gruppo ad esplorare nuovi mercati, come la Russia, dove il consumo di carne bianca sta crescendo e crediamo possa svilupparsi in maniera significativa nei prossimi anni. Siamo orgogliosi di questa start up che attraverso la costituzione di una joint venture di diritto locale con Finest – continua Fasoli – ci farà entrare in uno dei mercati più promettenti. Questa è per noi la prima filiera integrata che realizziamo oltreconfine e che ci consentirà, almeno nella prima fase, di offrire anche ai consumatori russi un prodotto freschissimo, uno dei tratti distintivi della nostra azienda” – ha concluso Fasoli.Pur nella consapevolezza della complessità che caratterizza il mercato russo, il progetto pilota permetterà al Gruppo Veronesi di sviluppare al meglio le proprie potenzialità, misurandosi con l’economia russa, che nel 2018 ha visto un interscambio totale di 21,4 miliardi di euro con l’Italia, registrando una crescita del 5% rispetto all’anno precedente. L’operazione rientra nel più ampio orizzonte dei processi di internazionalizzazione del Gruppo sviluppata anche con una significativa attività di Ricerca e Sviluppo attenta a interpretare al meglio i gusti dei consumatori stranieri. Finest, l’equity partner dell’operazione Veronesi in Russia, ha contribuito come partner tecnico e finanziario con una partecipazione al capitale sociale e un finanziamento estero diretto in accompagnamento all’operazione. Finest detiene il 22% della sub-holding russa del Gruppo, appositamente costituita per questa operazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Italian American Country”

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

E’ un libro e documentario sulle piccole comunita’ italo-americane disseminatedegli USA.Il progetto Italian American Country nasce proprio per completare il racconto iniziato con il libro “Trovare l’America” e segue le tracce dell’ambasciatore des Planches, partito nel 1905 alla ricerca delle piccole comunità di italiani lontane dalle rotte migratorie più conosciute. A distanza di oltre un secolo, le tracce dell’ambasciatore sono ancora leggibili e portano a riscoprire comunità che si sentono ancora oggi legate alle loro origini italiane.
“Sostituite le rotaie su cui viaggiava la carrozza riservata dell’ambasciatore con l’asfalto delle highway – continua Battaglia – ho percorso 25mila chilometri incontrando e intervistando oltre 100 persone e visitando decine di luoghi che hanno avuto un ruolo nella storia dell’immigrazione italiana. Spero che il libro e il documentario – conclude Paolo Battaglia – possano servire da specchio per due facce della stessa medaglia che spesso non si guardano e si conoscono troppo poco; soprattutto perché noi, in Italia, tendiamo ad avere un complesso di superiorità verso gli italo americani a meno che non tornino in patria ricchi e famosi. Per questo spero che le voci del documentario e le pagine del libro, riescano a stabilire una connessione tra l’Italia, l’Old Country tanto spesso evocata, e le persone e le comunità dell’Italian American Country”.
Proprio in questi giorni è partito il tour di presentazione del libro che toccherà centri importanti come Las Vegas, San Francisco, Denver, ma anche località minori come Tulsa (Oklahoma), Independence (Louisiana), Tontitown (Arkansas), Oxford (Mississippi), Scranton (Pennsylvania). Nelle presentazioni anche due doppiatori/attori che inseriscono momenti di approfondimento sul ruolo della lingua nell’esperienza dell’emigrazione ed eseguono canzoni scritte da emigranti in America. Si tratta di Alessandro Quarta attore e doppiatore e Sara De Santis, attrice teatrale.
Paolo Battaglia nel 2013 ha pubblicato Trovare l’America, storia illustrata degli italo americani realizzata con la Library of Congress di Washington e con la prefazione di Martin Scorsese. è autore di libri di storia illustrata come Un Italiano nella Cina dei Boxer (2000), un racconto fotografico sulla ribellione dei Boxer in Cina nel 1900; Frammenti di Guerra (2005) storia fotografica della seconda guerra mondiale a Modena e New York In & Out (2008) sull’immagine di New York ad inizio Novecento.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Tre capolavori entreranno presto a far parte delle collezioni delle Gallerie degli Uffizi

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Firenze si tratta di due dipinti, la Madonna col Bambino, San Giovannino e Santa Barbara dell’allievo di Michelangelo Daniele da Volterra, del Ritratto dello scultore Antoine Denis Chaudet realizzato dalla moglie, la celebre pittrice francese Jeanne-Elisabeth Chaudet, e di un busto marmoreo, il Virgilio di Carlo Albacini. Le opere sono state selezionate nell’ambito dell’edizione 2019 della Biennale dell’Antiquariato di Firenze: già avviate le procedure di acquisto (con Benappi di Torino per quanto riguarda il Daniele da Volterra, Orsini Arte Libri di Milano per il Chaudet e Carlo Virgilio di Roma e Londra per il busto di Virgilio), che verranno completate nei prossimi mesi. La Madonna col Bambino, San Giovannino e Santa Barbara: Daniele da Volterra, considerato da molti amico strettissimo e allievo tra i più talentuosi del Buonarroti, la dipinse intorno al 1548. L’opera è proprietà della nobile famiglia senese Pannocchieschi d’Elci, come lo era un altro capolavoro dell’artista toscano, l’ Elia nel deserto. Gli Uffizi hanno acquistato quest’ultimo quadro proprio lo scorso anno: i due dipinti saranno dunque presto riuniti nella medesima collezione pubblica. Si trattava delle ultime due opere di Daniele da Volterra in mani private – prima dell’acquisizione da parte degli Uffizi – e questa loro rarità è un enorme valore aggiunto. Il Ritratto dello scultore Antoine Denis Chaudet: Antoine-Denis Chaudet (Parigi 1763-1810) fu, probabilmente lo scultore più conosciuto nella Francia napoleonica. Qui lo si vede ritratto dalla moglie, la pittrice Jeanne-Elisabeth Chaudet, all’epoca famosa per i ritratti di animali, bambini, e personaggi, tra i quali anche quello di suo marito, realizzato nel 1802. Una vera e propria rarità nella storia dell’arte: il ritratto di un’artista dipinto dalla sua stessa consorte.
Il busto di Virgilio: questa scultura è una copia del busto romano – il cosiddetto “Virgilio” – esposto nella Sala dei Filosofi ai Musei Capitolini a Roma: questo era a sua volta copia romana del secondo secolo d.C. da un perduto originale greco del quarto secolo a.C. Carlo Albacini, scultore e restauratore d’antichità di grande successo nella Roma della seconda metà del ‘700, scolpì il busto ora acquisito dalle Gallerie degli Uffizi nel 1790.

Posted in Cronaca/News, Lettere al direttore/Letters to the publisher, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’umanità, il Pianeta, il diritto alla ricerca della bellezza, il cosmo

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Saranno questi i temi portanti del tour unplugged (solo voce e chitarra acustica) che Luca Bonaffini – cantautore italiano con alle spalle un percorso autorale di grandi successi musicali (vedi Pierangelo Bertoli e Flavio Oreglio), di libri e di regie teatrali – inizierà nelle prossime settimane.
Il tour aprirà i battenti con uno “special” in anteprima nazionale (una sorta di riassunto delle puntate precedenti) a Roma, presso il Teatro Arciliuto, venerdì 11 ottobre con colleghi ospiti che lo verranno a trovare. Una serata informale, a misura di amici e aperta al pubblico, con canzoni sue ma non solo…. Il tour ufficiale partirà sabato 2 novembre a Milano dal Teatro della Memoria con l’omaggio alle radici e alla madre per proseguire a Roma domenica 10 novembre al Teatro Lo Spazio con il tema dell’identità. Ritornerà al nord mercoledì 13 novembre presso l’Officina della Musica (Como) con “il potere personale”, raggiungendo sabato 16 novembre il Teatro Domus Pacis di Pavia con “il cuore”.
Titolo del recital è “Il Cavaliere degli Asini Volanti”, come il suo ultimo album, uscito a cavallo tra il 2018 e il 2019, “Anche se… – specifica Bonaffini – i brani contenuti nello spettacolo cambieranno di concerto in concerto, a seconda del tema e del Chakra scelto per la serata. Ci saranno canzoni mie, vecchie e nuove, quelle scritte con Pierangelo, con Lolli e con Oreglio, ma anche nuove e sconosciute, forse inedite. Non mancheranno omaggi ai grandi maestri del Novecento che mi hanno ispirato e fatto scegliere la professione artistica del cantautore”.
Non poteva far mancare al viaggio la sua città d’origine, ovvero Mantova, dove approderà giovedì 21 novembre al Teatro Campogalliani con “voci”, per terminare il mese a Padova, presso il Fistomba Park, sabato 30 novembre con il tema “visioni”. Il tour si chiuderà martedì 3 dicembre al Teatro Ratti di Legnano con il tema “diversamente Re”, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Poggio del Moro apre le porte del suo frantoio

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Chianciano Terme (Si) Strada delle Cavine e Valli 79 Martedì 8 ottobre Dalle ore 9.30 fino alle ore 11 riservato agli operatori del settore. Dalle ore 11 fino alle ore 12.30 e dalle ore 16 fino alle ore 18.30 evento aperto al pubblico.
sarà possibile, grazie a questo evento che ha lo scopo di mostrare anche ai più piccoli come nasce l’olio e di far apprezzare le sue qualità organolettiche, partecipare alla raccolta ed alla frangitura delle olive e concludere questa esperienza unica assaporando sul pane l’olio appena franto.I presenti, accompagnati da una guida, potranno raccogliere le olive mature per poi portarle al frantoio aziendale, dove gli verranno svelati i segreti per una raccolta delle olive ed una frangitura perfette, così da dare vita ad un extravergine gustoso ed intrigante.
Conclusione degna di questo incontro, che avrà lo scopo di far innamorare dell’extravergine di qualità grandi e piccini, sarà la prova sul pane dell’oro più saporito al mondo.
Poggio del Moro è una delle rare realtà ad avere un frantoio privato e di ultima generazione – superdecanter Euro X15 D.E. che lavora senza l’utilizzo del separatore centrifugo ad asse verticale -, grazie al quale vengono evitate soste prima della molitura, e quindi ossidazioni, a favore della qualità e del sapore del prodotto.Il nuovissimo impianto, infatti, consente di lavorare le olive, coltivate nel rispetto della natura (l’azienda ha dato il via alla conversione per potersi avvalere della certificazione “bio”), entro pochissime ore dalla raccolta, di trasferire intatte le proprietà dei frutti, che vedono una raccolta ed una frangitura separata in base alle varietà, e di mantenere inalterata la maturità fenolica, tocoferolica e polisaccaridica, così da ottenere un prodotto di altissima qualità, gustoso e fragrante. La lavorazione viene effettuata a freddo, non superando mai nell’intero processo la temperatura di 27°.
Appena ottenuto, l’extravergine viene filtrato, in modo così da evitare il formarsi di impurità ed ottenere un prodotto più longevo e salubre. La filtrazione, infatti, viene effettuata per eliminare dall’olio le piccole impurità – che tendono a depositarsi sul fondo del serbatoio e poi della bottiglia – che accorciano i tempi di conservazione dell’olio.
L’extravergine ottenuto viene in seguito stoccato in serbatoi d’acciaio dotati di sistema di azoto utili ad evitare l’ossidazione, ed imbottigliato, dopo una naturale decantazione che va da dicembre a gennaio.
Poggio del Moro possiede 3000 piante di ulivi varietà leccino, moraiolo, pendolino, frantoio correggiolo con cui produce un extravergine a marchio Olio di Oliva Toscano Igp dal profumo e dal sapore che raccontano la tradizione olivicola locale.
L’evento è gratuito per bambini e per ragazzi, fino ai 18 anni, e per gli operatori del settore (ristoratori ed enotecari).5 euro costo della partecipazione comprensivo di un calice di vino.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Regionalizzazione, Fioramonti si oppone ma i governatori del Nord non mollano

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Sulla regionalizzazione non si scherza: il no è categorico. Anche il neo ministro dell’Istruzione sostiene che “l’autonomia nella scuola non si fa”. Immediata la reazione stizzita del presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, secondo il quale “prima di parlare di no all’autonomia nel settore della scuola, il Ministro Fioramonti si legga la proposta del Veneto. Evidentemente non l’ha ancora fatto”. Gli fa eco il presidente della Lombardia Attilio Fontana, il quale si dice pronto ad una legge regionale per garantire la continuità didattica dei docenti sul territorio. E per farlo torna a parlare delle espressioni in merito della Corte Costituzionale: peccato che siano tutte di tenore negativo.
Marcello Pacifico (Anief): “Sino a prova contraria, la sentenza n. 242/2011 della Corte Costituzionale non ha avallato la regionalizzazione, ma ha palesemente respinto le proposte prodotte dalla provincia autonoma di Trento. Per i giudici, infatti, non si possono accettare inquadramenti contrattuali e stipendi diversificati. Come, di conseguenza, non è possibile avere scuole con offerte formative diversificate. Il resto sono solo slogan. Se poi questi un giorno si dovessero tradurre in leggi dello Stato, anche se non crediamo visto che da questo Governo giungono indicazione opposte, non esiteremo a raccogliere le firme per un referendum abrogativo e a tornare a chiedere l’intervento della Consulta”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Fioramonti detta la linea: no alla regionalizzazione, sì al decreto salva-precari e al rinnovo del contratto

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Nella scuola l’autonomia differenziata non è praticabile, mentre occorre agire con immediatezza sulla fase transitoria del reclutamento, attraverso il decreto salva-precari, e sugli aumenti di stipendio, grazie all’intervento economico della Legge di Stabilità: è armato di buone intenzioni il nuovo ministro dell’Istruzione che fa capo al M5S. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, sostiene che “sulla regionalizzazione sposiamo in pieno la tesi del ministro. Invece riteniamo che precariato di massa e stipendi inadeguati siano due facce della stessa medaglia. Perché la Commissione Europea solo alcune settimane fa ha inviato una lettera all’Italia per abuso di supplenze a termine, a seguito delle diverse denunce promosse anche da insegnanti e Ata iscritti al sindacato. Si tratta di una costante che tende solo al risparmio: perché a un precario spesso non si pagano i mesi estivi e si assegna sempre la busta paga iniziale. È ora di dare una svolta e adeguarci alle indicazioni che l’Europa, con la Direttiva 70 del 1999 ha inviato a tutti gli Stati membri da 20 anni, proprio per stabilizzare in modo automatico i precari dopo 36 mesi di servizio”.No alla regionalizzazione, sì all’assunzione dei precari e al rinnovo del Ccnl. Lo ha annunciato oggi, in un’intervista a Il Manifesto, il ministro Lorenzo Fioramonti. A proposito delle pressioni continue della Lega per spezzettare il sistema d’istruzione, il titolare del Miur ha detto a chiare lettere che “la scuola resterà unica, pubblica e nazionale. Con il ministro Boccia – ha detto Fioramonti – ci siamo confrontati più volte. Per me la scuola pubblica in tutto il territorio nazionale è un valore. Boccia sta cercando di capire come si possano coniugare l’esigenza di una scuola pubblica nazionale e quella di occupare nelle regioni tutte le cattedre in maniera tempestiva. Il docente comunque resterà un dipendente dello Stato”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Uffici scolastici a secco di personale e pratiche a rilento

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

In alcune province, soprattutto del Sud, le strutture che devono gestire le documentazioni dei docenti e Ata di ruolo che hanno fatto richiesta motivata per avvicinarsi a casa, lavorano a ritmi molto lenti. Il motivo? Il personale lascia il servizio per la pensione, ma non viene sostituito. E non si fa turn over. Solo che negli ultimi anni, nel comparto scolastico, incombenze lavorative, per via dell’autonomia e dell’aumento del precariato, sono cresciute considerevolmente. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “è sempre la stessa solfa, fatta di lavoratori, in questo caso impiegati, che continuano a non essere stabilizzati. Eppure, c’è un grande bisogno di loro, con il vuoto che si viene a determinare sempre più cogente. Se non intervengono i nostri governanti, l’ultima speranza è l’Europa”.
Per la scuola ogni settembre che arriva è peggio del precedente. Quello che si avvia a concludere è stato terrificante: mentre si continuavano a studiare decreti salva-precari tutt’altro che risolutivi, l’inizio dell’anno scolastico è stato caratterizzato dalla necessità di coprire oltre 200 mila cattedre con le supplenze, per via anche di sole 20 mila immissioni in ruolo andate in porto su oltre 53 mila autorizzate, di realizzare ben 70 mila supplenze annuali di sostegno, in otto casi su dieci a docenti nemmeno specializzati, i presidi obbligati a fare uso delle Mad, le richieste di messa a disposizione, assegnando più di qualche cattedra addirittura agli studenti universitari.A rendere ancora più complicata la situazione ci si è messa anche la lentezza della macchina organizzativa, che in alcune province, soprattutto del Sud, è andata avanti con un ritmo elefantiaco. Il problema di fondo è che l’amministrazione scolastica non è esente dal mancato ricambio professionale che caratterizza da diversi anni tutta l’amministrazione pubblica.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sarà ad Assisi

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Assisi 4 ottobre dalle 10.00 festa di San Francesco Patrono d’Italia. Una celebrazione che vede coinvolte tutte le scuole di ogni ordine e grado alla luce della Legge che ha dichiarato proprio il 4 ottobre “Giornata di dialogo e di fraternità tra fedi e culture diverse”. Ad offrire l’olio che alimenta la lampada che arde sulla tomba di San Francesco sarà la Toscana, a nome dell’Italia intera. A presiedere la celebrazione ci sarà l’Arcivescovo Metropolita di Firenze, Mons. Giuseppe Betori. Dopo la Santa Messa e l’accensione della Lampada Votiva al Santo, il Presidente Conte parlerà alla Nazione dalla loggia del Sacro Convento. La giornata si concluderà con la benedizione, all’Italia e al mondo, con la Chartula di San Francesco. L’intero evento verrà trasmesso in diretta su RAI1. Domani, primo settembre, alle 11.30, nella Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, si terrà la conferenza di presentazione ai media della festa di San Francesco.«Mai come oggi – ha dichiarato padre Enzo fortunato, direttore della sala stampa – abbiamo bisogno di riscoprire i gesti e l’umanità del Patrono del nostro Paese». A nome del Papa sarà presente il Legato Pontificio per le Basiliche Papali, Cardinale Agostino Vallini. Ad accogliere i sindaci, le istituzioni regionali, le autorità e i pellegrini provenienti dalla Toscana e da altre zone d’Italia sarà il Custode del Sacro Convento, padre Mauro Gambetti.Le Ferrovie dello Stato Italiane hanno messo a disposizione, dal 3 al 5 ottobre, uno sconto particolare per i pellegrini che raggiungeranno la città del poverello in treno. La festa di san Francesco indicata, dal Parlamento nel 2005, quale “solennità civile e giornata per la pace, per la fraternità e il dialogo fra le religioni”, rappresenta un’occasione per continuare a proporre gli ideali e i valori del Poverello e le sue forti scelte di vita. La determinazione sancita dal Parlamento offre un modo in più per diffondere il suo messaggio.www.sanfrancesco.org.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mario Tassone: ricostruire un’area di centro

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Il processo per costruire un’area del centro politico che sia riferimento delle tante realtà che si richiamano alla esperienza dei cristiani democratici e dei laici riformisti é avviato. “È un dato importante – afferma l’on.le Mario Tassone – in uno scenario confuso. Le vicende della nascita degli ultimi due governi hanno confermato che “il sistema” non tiene. In un arco temporale molto ampio iniziato con il sistema elettorale del 1994 sono stati abbandonati riferimenti valoriali e culturali imprescindibili per preservare, arricchire la vita democratica. Le soluzioni “tecniciste “non possono essere risolutrici. Non ci possono essere governi forti se si insegue il nuovo e il nuovo si traduce in una frattura con quel filone umanistico che ha dato una spinta rigeneratrice morale e civile al nostro Paese. Gli orizzonti si riducono. Si affievoliscono la partecipazione e la responsabilità con sistemi che hanno delineato un inedito centro gravitazionale con nuovi protagonismi: non più i cittadini, non più il prezioso e diffuso associazionismo ma un reticolato di capi e sottocapi detentori di un potere invasivo che trova, con la nomina dei parlamentare, in seguito al l’eliminazione delle preferenze, l’epicentro. La sovranità non più al popolo ma all’insieme delle caste e dei gruppi di interessi che agiscono senza controllo. Se la politica va in crisi gli spazi sono occupati da “espressioni” non legittimate dal consenso popolare. Il centro che si sta formando intende recuperare la politica. Il “centro” non può essere una indicazione geometrica per strumentalizzazioni di ritorno. È la scelta di una democrazia che vive se energie sopite ritrovino le ragioni di un impegno che superi le inerzie, le arrendevolezze, gli opportunismi e i trasformismi umilianti. Un centro del popolarismo cristiano e democratico che intercetti travagli e speranze. Un centro che assicuri dignità alle istituzioni democratiche. Un centro che attraverso un rinato protagonismo dei cristiani democratici. ritenuto erroneamente superato, ridia fiducia alla crisi di oggi. Una crisi da cui si esce se antiche saggezze e nuove sensibilità prevalgano sul vuoto delle mediocrità autoreferenziali travestite da statisti”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inviato del Papa nei ghetti agricoli del Foggiano

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

“Accogliere, proteggere, promuovere, integrare”. Sono i quattro verbi intorno ai quali, secondo papa Francesco, va costruita la risposta al fenomeno delle migrazioni. Lo ha ribadito venerdì 27 il cardinale Konrad Krajewski, Elemosiniere del Papa, visitando gli insediamenti di Borgo Mezzanone e Torretta Antonacci nel Foggiano, in compagnia dell’arcivescovo di Foggia Vincenzo Pelvi, del vescovo di San Severo Giovanni Checchinato e degli operatori della Caritas, alla vigilia della Giornata mondiale del Migrante e del rifugiato. Il cardinale ha incontrato i lavoratori che a migliaia affollano i due insediamenti, sottolineando come sia stato proprio Francesco a volere questa visita perché il Papa “desidera essere vicino a tutte queste persone vittime dello sfruttamento, dell’emarginazione e dell’esclusione”. Krajewski ha affermato che “gli sgomberi non servono a niente, se non crei vere alternative, hanno solo un effetto mediatico. Hanno speso tanto per abbattere. Per nulla”.A Torretta Antonacci l’Elemosiniere del Papa si è intrattenuto nella sede sindacale del Coordinamento lavoratori agricoli USB nelle campagne puntando il dito sulla necessità che i lavoratori ottengano quanto prima riconoscimenti formali, a partire dai documenti necessari per i permessi di soggiorno e i contratti di lavoro. “Bisogna far uscire i braccianti dall’anonimato, fargli avere una residenza e in questo la Chiesa intende dare una mano, insieme alla diocesi di San Severo, alle parrocchie della zona e alla Caritas. Riporterò al Papa quanto visto nelle mie visite di oggi”.Accolto con favore dagli abitanti degli insediamenti, Krajewski ha tenuto a specificare che “accogliere, proteggere, promuovere, integrare” è una formula che deve essere valida non soltanto per gli invisibili delle campagne ma per tutti gli abitanti di quelle che ha definito “periferie esistenziali”. USB, da anni impegnata tra i braccianti della Capitanata e non solo rivendicando dignità e diritti per tutti, saluta con favore l’iniziativa papale e auspica che quanto prima anche le istituzioni nazionali e locali, anziché frapporre assurdi ostacoli ai percorsi d’inserimento, facciano finalmente la loro parte per assicurare ai lavoratori le giuste condizioni di vita e di lavoro.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

525° Fiera Franca e minoranze linguistiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Torino. Sabato 5 ottobre, dunque, ci sarà l’appuntamento con l’ottava edizione della Giornata, mentre domenica 6 ottobre andrà in scena la 525° Fiera Franca.La giornata di sabato inizia alle 11 all’Istituto scolastico des Ambrois con la presentazione, a cura di Massimo Garavelli, del libro di poesie, fresco di stampa, di Riccardo Colturi “Moun paî, ma lënga, ma gen” curato da Renato Sibille ed edito dalla Chambra d’Òc. L’appuntamento vedrà la partecipazione degli allievi dell’Istituto.Riccardo Colturi, maestro di sci e poeta contadino, canta il suo paese dell’Alta Valle della Dora, Fenils (Frazione di Cesana Torinese), la sua terra e la sua gente in questa raccolta di poesie scritte tra il 1981 e il 2019 e presentate da Matteo Rivoira dell’Università di Torino. Gli appuntamenti proseguono nel pomeriggio alle 15,30, sempre al Des Ambrois, con due interessanti presentazioni in contemporanea:“Bogre. la grande eresia europea”, un film di Fredo Valla, regista e sceneggiatore con una lunga militanza occitanista. Anche per il suo ultimo film, Fredo mette al centro la lingua d’oc, a partire dal titolo: “Bogre” che significa bulgaro ed era il nome che veniva dato ai catari d’Occitania, accusati di essere eretici al pari dei bulgari Bogomili. In una parola si condensa una pagina di storia medievale, luci ed ombre di un’Europa cristiana in cui un’idea diversa di Dio ha attraversato il continente da un capo all’altro. Il regista è partito alla ricerca delle tracce di Catari e Bogomili insieme a due giovani collaboratori, Andrea Fantino ed Elia Lombardo. La troupe è stata in Bulgaria, in Occitania, nell’Italia centro-settentrionale e in Bosnia. La Chambra d’Òc ha contribuito fin dall’inizio alla realizzazione del progetto, dando vita anche ad una campagna di crowdfunding online, con ottimi risultati.Il film è ora in montaggio, ma a Oulx verrà presentato il progetto grazie a un teaser, una sorta di trailer realizzato per suggerire ai futuri spettatori le atmosfere e i temi approfonditi dal film finale, che uscirà nel 2020.Ël pan dou Chatè ou l’î cioù ël plu bè, Il pane di Chateau è sempre il più bello, Cahier n. 30 dell’Ecomuseo Colombano Romean, curato da Renato Sibille con contributi di Angelo Bonnet, Ines Chalier, Rita Frezet, Andrea Zonato e Giovanni Bressano, a cura di Massimo Garavelli del Consorzio Forestale Alta Valle Susa. La pubblicazione raccoglie frammenti di storia di Chateau Beaulard, frazione di Oulx, accompagnata da preziose fotografie d’epoca di Paolo Bressano.A conclusione della giornata, la sera alle ore 21, viene presentato il CD del gruppo di musica occitana Triolet “Lu tëmp dë la danso”. Il gruppo Triolet, nato nel 1997 e costituito dai fratelli Corrado e Riccardo Aimar (flauti e organetto) ed Enrico Pascal (violino), propone in questo cd 15 brani, quasi tutti cantati, tratti dal repertorio tradizionale ed alcuni di loro composizione.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Onu denuncia l’antisemitismo

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

È una decisione storica per le Nazioni Unite, che lunedì scorso hanno pubblicato un rapporto provvisorio che punta il dito contro l’odio antiebraico.L’autore del testo Ahmed Shaheed si è detto “allarmato dal crescente uso di cliché antisemiti da parte di suprematisti bianchi come i neonazisti e di membri di gruppi islamici radicali”.Ahmed Shaheed, esperto indipendente nominato dal Consiglio Onu per i diritti umani, ha presentato la sua relazione preliminare al Consiglio, che la delegazione d’Israele presso le Nazioni Unite ha definito “senza precedenti”.È un testo piuttosto inconsueto perché scritto da un funzionario Onu che critica apertamente il movimento BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni contro Israele).Nel testo è scritto che l’Onu:“Ha preso atto delle numerose segnalazioni relative a un aumento in molti paesi di quello che a volte viene chiamato antisemitismo ‘di sinistra’, in cui individui che sostengono di avere opinioni antirazziste e antimperialiste utilizzano narrazioni o cliché antisemiti nell’esprimere la loro collera verso politiche o pratiche del governo di Israele. In alcuni casi le persone che esprimono tali opinioni hanno dato voce alla negazione della Shoà; in altri casi hanno associato il sionismo, cioè il movimento di autodeterminazione del popolo ebraico, al razzismo; hanno affermato che Israele non ha il diritto di esistere e hanno accusato di agire in malafede coloro che esprimono preoccupazione per l’antisemitismo”.Il rapporto continua affermando l’impegno nella lotta contro l’odio antiebraico:“Il sistema delle Nazioni Unite ha un ruolo vitale da svolgere nell’impegno per combattere l’antisemitismo insieme alle comunità ebraiche. Il Segretario Generale dovrebbe prendere in considerazione la nomina di un referente di alto livello presso l’Ufficio del Segretario Generale delle Nazioni Unite con il compito di impegnarsi con le comunità ebraiche in tutto il mondo, nonché di monitorare l’antisemitismo e la risposta che vi danno le Nazioni Unite”.Il rapporto, inoltre, sottolinea:“Che l’antisemitismo, se viene lasciato fuori controllo dai governi, pone rischi non solo agli ebrei, ma anche ai membri di altre comunità di minoranza. L’antisemitismo è tossico per la democrazia e per il rispetto reciproco dei cittadini, e minaccia tutte le società in cui non viene contrastato”.Questo rapporto Onu è molto significativo perché arriva in un momento in cui l’antisemitismo si sta diffondendo a macchia d’olio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Libro di Renato Martinoni “Antonio Ligabue. Gli anni della formazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

Reggio Emilia Sabato 5 ottobre alle ore 18.00 si terrà, presso la Galleria d’Arte 2000 & NOVECENTO (Via Sessi 1/F), la presentazione del libro di Renato Martinoni “Antonio Ligabue. Gli anni della formazione (1899-1919)”, pubblicato quest’anno da Marsilio Editori. Interverrà, oltre all’autore, il critico d’arte Sandro Parmiggiani.La mostra antologica di Antonio Ligabue, presentata al Museum im Lagerhaus di San Gallo nel 2019, è stata l’occasione per fare conoscere l’opera dell’artista in quella che può definirsi la sua “patria perduta”. Ligabue nacque infatti a Zurigo il 18 dicembre 1899 da un’emigrante italiana, Elisabetta Costa. Dopo essere stato accolto fin dai primi mesi di età dalla famiglia Göbel, vive a San Gallo e nei paesi del circondario conducendo una vita irrequieta, fatta di lavori precari e di ricoveri in istituti (Tablat e Marbach, tra il 1913 e il 1915) e in una clinica psichiatrica (Pfäfers, nel 1917). Espulso dalla Svizzera nel 1919, approda a Gualtieri, dove opera come pittore, scultore, incisore, tra difficoltà di ogni genere e ostracismi, fino alla morte, avvenuta il 27 maggio 1965.
Renato Martinoni, curatore assieme a Sandro Parmiggiani e a Monika Jagfeld della mostra di San Gallo, ha approfondito, con puntigliose ricerche negli archivi, rintracciando documenti e testimonianze inedite, i vent’anni “svizzeri” di Antonio Ligabue, che nel libro che sarà presentato sabato 5 ottobre vengono definiti “gli anni della formazione”, giacché proprio in quel periodo tormentato si gettano le basi per il cammino artistico che Ligabue intraprenderà in Italia.Per l’occasione la Galleria esporrà una selezione di opere di Antonio Ligabue. Dipinti ad olio ed alcune opere grafiche che esprimono il disagio e l’angoscia di una vita segnata dalle tribolazioni, un’arte che mostra in primo piano l’estenuante lotta per la sopravvivenza, in cui si può cogliere il tormento di un uomo che sembra compenetrarsi in quegli animali per trovare il riscatto da un’esistenza molto dura, priva di affetti e afflitta da una lancinante solitudine. In esposizione anche opere con scene di vita quotidiana, immerse in un tempo rallentato e quasi immutabile. L’evento si svolgerà in collaborazione con la Storica Libreria del Teatro di Reggio Emilia (Via Crispi 6).
Renato Martinoni è professore emerito di Letteratura italiana all’Università di San Gallo e ha pubblicato libri su scrittori italiani e svizzeri e sulla storia letteraria dei secoli scorsi. Sta lavorando a un romanzo su Antonio Ligabue.
Sandro Parmiggiani è critico d’arte, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e curatore di mostre. Numerose le rassegne monografiche su Antonio Ligabue, a partire da quella presentata a Palazzo Magnani e al Palazzo Bentivoglio di Gualtieri nel 2005.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Droghe e tossicodipendenze nel mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 ottobre 2019

A parte qualche piccola voce, di droghe e legalizzazione, il governo in carica sembra non abbia intenzione di occuparsi. Altrettanto per quanto riguarda l’Unione Europea e l’ONU; la prima impegnata a capire se risolvere i problemi piuttosto che capire come fare l’equilibrista per soddisfare la maggioranza di cui è stata espressione, la seconda travolta dalle vicende del cambiamento climatico e, allo stato dei fatti, con agenzie ad hoc (tipo UNODC) brave solo a fare le fotografie del disastro in materia.
Intanto il fenomeno droghe, nella sua doppia esplicitazione sanitaria e politica (con tutte le varianti possibili ed immaginabili tra sociale, politico, economico, umano, antropologico, etc), dilaga. Si potrebbe prendere in considerazione ciò che accade in Usa ma, al momento, anche se questo Paese continua a mantenere il suo abituale essere riferimento mondiale per molte innovazioni, sembra concentrato su se stesso, soprattutto per far sì che le legalizzazioni statali abbiano gli strumenti per essere tali nel “american style life”.
Sostanzialmente in assenza di strategie nazionali, sovrannazionali e globali in materia, ognuno fa da sé. Col proprio stile, che gli deriva dal proprio sistema politico. E’ il caso del più popoloso Paese al mondo, la Cina. I cui numeri, ovviamente, sono all’altezza delle sue dimensioni e, pur se fanno impressione, sono sintomatici di un dato di fatto: le persone vogliono consumare droghe, e non c’è regime, libero o meno che sia, che riesca a sedare questo desiderio.Per quanto riguarda la repressione e prevenzione dei traffici, la Cina è allineata ai metodi di tutti gli altri Paesi proibizionisti del mondo, alleandosi anche con gli attuali suoi più acerrimi avversari, gli Usa. Sicuramente, come tutti gli altri, è consapevole di girare intorno al problema visto che, nonostante tutti gli sforzi e gli investimenti, la domanda di droghe è sempre in crescita, ma si “adegua” e svolge il suo ruolo di gendarme planetario con armi potenti, affliggenti, dolorose, ma spuntate… quindi inutili e dannose.
Il rimedio radicale a questa situazione, cinese e non solo, si può intravedere, quantomeno si potrebbe valutare una sua sperimentazione: la legalizzazione delle droghe. Contesto in cui – per esempio come avviene per alcool, tabacco e videogiochi – la disintossicazione non dovrebbe avere a che fare con sostanze proibite e, di conseguenza, i tossicodipendenti non sarebbero equiparati a fuorilegge. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »