Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 5 ottobre 2019

Tragedia a Trieste, Paoloni (Sap): «Dolore per la morte dei colleghi»

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

«Esprimiamo il nostro profondo cordoglio alla famiglia dei due colleghi uccisi questo pomeriggio a Trieste. Siamo addolorati».
Esordisce così Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), commentando quanto avvenuto a Trieste questo pomeriggio. «Siamo continuamente vittime di balordi. Questa è l’ennesima aggressione che contiamo dal 1° giugno, ma con un tragico epilogo che ci lascia sgomenti. Abbiamo bisogno di maggiori tutele mentre siamo in strada a rendere il nostro servizio alla comunità e servono pene severe per chi attenta alla nostra vita. La consapevolezza di restare impuniti – prosegue – alimenta condotte come questa che oggi ci porta a piangere due giovani colleghi, appena trentenni, un agente e un agente scelto, “colpevoli” di indossare una divisa. È da tempo che chiediamo a gran voce dotazioni idonee come il taser e come riconoscimento a quelli che sono i pericoli che ogni giorno fronteggiamo su strada. Non è accettabile – conclude – morire così e per mano di chi non ha rispetto per la vita e della legge». (n.r. In tutti questi misfatti notiamo un comune denominatore che è dettato dalle lungaggini degli iter processuali che danno la percezione nell’opinione pubblica di una giustizia che funziona male e come corollario l’idea che la delinquenza la faccia franca. Oggi, e lo possiamo notare in molti atteggiamenti delle persone, non abbiamo più la pazienza di attendere e vorremmo che talune situazioni si risolvessero in tempi brevi anche se sono nelle fattispecie complesse. Se ci limitiamo al caso degli immigrati ci appare assurdo ed intollerabile che un decreto di espulsione resta “sospeso” per mesi e in taluni casi per anni. Non ci appare concepibile che rilevata una falla nel sistema non si provveda in tempi brevissimi a ripararla. E così via. Da qui l’insofferenza, per il sistema e la sua burocrazia, diventa patologica e gravida di reazioni popolari anche anarchicheggianti.)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al dolore per la morte di due giovani poliziotti si aggiunge una nota del sindacato di polizia Sap

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Per Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) potrebbe essersi trattato di “un difetto nelle fondine in dotazione al personale della Polizia di Stato a costare la vita ai due agenti uccisi a Trieste” E precisa: “Uno dei due agenti aveva già avuto problemi con la fondina rotante e gliene era stata data un’altra di vecchio tipo che non permette di bloccare l’arma al suo interno. All’altro collega che invece aveva la nuova fondina rotante – spiega Paoloni – è stata sfilata l’arma insieme al dispositivo di contenimento, poiché il supporto ha ceduto rompendosi. Questo è un difetto che come Sap stiamo denunciando da circa un anno con continue note al Dipartimento, il quale giorni fa ci ha anche risposto dicendo che sono in corso verifiche volte alla ricerca di soluzioni per le criticità rilevate. Abbiamo sempre denunciato questa anomalia che stavolta si è rivelata fatale. Se la dinamica dovesse essere confermata – conclude – sarebbe di una gravità inaudita e qualcuno dovrà assumersene la responsabilità”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Due agenti di polizia uccisi a Trieste

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Avevano fermato, nella giornata di ieri, due fratelli domenicani Alejandro Augusto Stephan Meran, di 29 anni e il fratello Carlysle Stephan Meran, 32enne per un furto di uno scooter. Portati in questura Alejandro, che risulta affetto da difficoltà psichiche, chiede di andare in bagno. A questo punto ne approfitta per aggredire i poliziotti e per impossessarsi delle loro armi e non esita a fare fuoco più volte nei loro confronti ferendoli gravemente tanto che, dopo una manciata di minuti, muoiono per le gravi ferite riportate. E’ stata un’azione fulminea che non ha permesso ai poliziotti di reagire. Alejandro era riuscito a sfilare entrambe le pistole dalle fondine dei poliziotti ma ha fatto uso solo di un’arma in quanto l’altra era con la sicura. A questo punto tentano la fuga. Alejandro Augusto cerca d’uscire dalla Questura, ferisce un piantone e tenta di entrare in un’auto della stessa polizia. Ma fuori ci sono gli agenti della Mobile, che intanto erano sopraggiunti, che sparano, lo feriscono e lo immobilizzano. Il fratello, invece, viene catturato nei sotterranei della questura. Entrambi gli aggressori sono risultati titolari di permesso di soggiorno per motivi di famiglia. Il presidente Sergio Mattarella, subito informato, parla di «barbara uccisione», esprime “solidale vicinanza, rinnovando i sentimenti di considerazione e riconoscenza per il quotidiano impegno degli operatori della Polizia al servizio dei cittadini”. Il presidente della Camera, Roberto Fico, tweetta: “Una terribile notizia da Trieste. Sono vicino alle famiglie dei due poliziotti rimasti uccisi. A loro e al capo della Polizia di Stato esprimo tutto il mio cordoglio.” E il presidente del consiglio Conte afferma: “Questa tragedia ferisce lo Stato” I due poliziotti caduti sono giovanissimi. Pierluigi Rotta era nato a Pozzuoli (Napoli). Suo padre era anche lui in polizia prima di andare in pensione e aveva lavorato a Napoli.
Giorgia Meloni presidente di Fratelli d’Italia scrive su Facebook: «Sgomento e rabbia per l’uccisione a Trieste di due agenti e il ferimento di altri tre, per mano di due rapinatori. Il mio cordoglio e la mia vicinanza vanno alle famiglie di questi giovani che hanno dato la vita per difendere la nostra sicurezza e a tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato. Che i due bastardi assassini marciscano in galera per il resto dei loro giorni: sia fatta giustizia, senza attenuanti e senza sconti». La deputata Debora Serracchiani (Pd) alla notizia della morte dei due agenti di PS esprime: “Cordoglio profondo per gli agenti della Polizia di Stato uccisi nell’adempimento del dovere, vicinanza alle famiglie cui sono stati brutalmente strappati i loro cari”. E soggiunge: “un episodio di una violenza inaudita che ci lascia sgomenti per le modalità selvagge con cui è stato perpetrato il delitto. In questa circostanza tragica tutta la solidarietà va alle forze dell’ordine, che hanno reagito con grande professionalità”. Il Questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia) dopo aver espresso “Alle famiglie dei due agenti rimasti uccisi oggi a Trieste e a tutta la Polizia di Stato va il mio cordoglio e la mia vicinanza. Siamo di fronte, purtroppo, ad un ennesimo vile atto di violenza contro le nostre forze dell’ordine che ogni giorno, nonostante le difficoltà, sono al lavoro per garantire la sicurezza a tutti i cittadini” e aggiunge: “Mi auguro che gli assassini facciano i conti con la giustizia e che paghino per ciò che hanno fatto. Mi fa piacere che, a suo tempo, la destra politica ha previsto l’ergastolo per l’assassinio di un appartenente alle Forze dell’ordine nell’esercizio delle sue funzioni. E pensare che proprio in questi giorni il Ministro Buonafede e le sinistre hanno parlato di abrogare l’ergastolo. Per noi, invece, chi aggredisce gli uomini in divisa non merita alcuna pietà. Fratelli d’Italia sarà sempre dalla parte dei buoni” conclude Cirielli.
Si associa al cordoglio Il Consiglio Centrale di Rappresentanza della Guardia di Finanza per il gravissimo fatto di sangue avvenuto a Trieste, nel quale hanno perso la vita gli agenti della Polizia di Stato Pierluigi Rotta e Matteo Demenego. I delegati del Co.Ce.R. della Guardia di Finanza si stringono ai familiari dei caduti e a tutti i colleghi della Polizia di Stato ed esprimono la vicinanza e la solidarietà di tutti i finanzieri.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sapienza: Un anno con il Nobel

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Roma partirà il 10 ottobre e si concluderà il 19 marzo 2020 il ciclo di lezioni aperto a studenti, curiosi e appassionati che Barry Barish, Nobel per la Fisica 2017 terrà in aula Amaldi, presso l’edificio di Fisica Guglielmo Marconi. La prima lezione è in concomitanza con il Gravitational wave day 2019, un’iniziativa organizzata dall’Amaldi Research Center per ricordare la rivelazione delle onde gravitazionali avvenuta il 14 settembre 2015, scoperta che è valsa il premio Nobel a Barry Barish, insieme a Rainer Weiss e Kip Thorne. In particolare a Barry Barish è stato riconosciuto un contributo decisivo nello sviluppo del rivelatore LIGO, (Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory) il quale, assieme all’interferometro made in Europe VIRGO, che ha visto l’importante partecipazione della Sapienza nelle fase di raccolta e analisi dei dati, ha permesso l’osservazione di vibrazioni nello spazio-tempo provocate dai fenomeni più violenti dell’universo (collisioni di buchi neri, esplosioni di supernovae o il Big Bang che ha dato origine all’universo), conosciute come onde gravitazionali.
Predette da Albert Einstein un secolo fa, non erano mai state viste direttamente. La loro rivelazione rappresenta una scoperta che ha sconvolto il mondo: la conferma della teoria della relatività ha aperto una nuova finestra di osservazione dell’Universo.Una grande occasione per la comunità della Sapienza e per il pubblico, che avranno la possibilità di conoscere o approfondire alcuni tra i misteri più intriganti della fisica: dalla materia oscura alle onde gravitazionali, dall’Universo primordiale alle nuove frontiere di questo campo d’indagine.Dal 2011, anno in cui il Miur ha istituito la Cattedra “Enrico Fermi”, la Sapienza affida un ciclo di lezioni ai massimi studiosi internazionali che hanno contribuito in modo significativo a specifici campi di ricerca: l’Ateneo si impegna così a celebrare il genio universale Enrico Fermi, tradizione scientifica del nostro Paese e a promuovere la conoscenza della fisica moderna.
Lo studioso statunitense Barry Barish ha conseguito la specializzazione in fisica nel 1957 e il dottorato di ricerca in fisica sperimentale delle particelle nel 1962 presso l’Università della California, Berkeley. Dal 1963 ha continuato la sua carriera di ricercatore post-dottorale presso il California Institute of Technology, dove attualmente ricopre il ruolo di professore emerito.
L’interesse di ricerca primario di Barish è stato il Laser Interferometer Gravitational-wave Observatory (LIGO), da quando ne è divenuto Principal Investigator nel 1994 e poi Direttore nel 1997, anno in cui ha fondato la LIGO Scientific Collaboration (LSC), che ad oggi vede la collaborazione di più di 1000 scienziati in tutto il mondo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata della Fraternità, nel nome di Francesco e del dialogo

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Firenze martedì 8 ottobre, nel cenacolo di Santa Croce a Firenze (a partire dalle 9.30) due attori di primo piano nello scenario del dialogo cristiano islamico saranno tra i protagonisti della Giornata della fraternità. L’iniziativa di confronto internazionale, promossa dall’l’Opera di Santa Croce, con la Comunità dei Frati francescani minori conventuali, vede infatti tra i suoi partecipanti il principe El Hassan bin Talal di Giordania, chair del Royal Institute for Inter-Faith Studies di Amman, e il cardinale Miguel Angel Ayuso Guixot, presidente del Pontificio consiglio per il Dialogo interreligioso. A ottocento anni dall’incontro tra Francesco di Assisi e il Sultano e a pochi mesi dalla Dichiarazione sulla Fratellanza Umana di Abu Dhabi, Firenze, città del dialogo, diventa ancora una volta ancora una volta crocevia di incontro. Come lo è stata negli anni Cinquanta e Sessanta grazie all’opera profetica di Giorgio La Pira. La storia e l’attualità delle relazioni tra due grandi religioni, la cristiana e l’islamica, sono al centro della Giornata, coordinata da don Alessandro Andreini e Giulio Conticelli, rispettivamente vicepresidente e consigliere dell’Opera di Santa Croce.Nella città toscana la cooperazione tra le grandi religioni è fatta di gesti straordinariamente concreti, anche grazie alla decisiva azione del Comune di Firenze. Nel 2015 è stato firmato un Protocollo d’Intesa fra i capi delle religioni cattolica, ebraica, islamica ed il Comune di Firenze, gettando le basi per la creazione della Scuola di alta formazione per il dialogo interreligioso e interculturale.Del resto Santa Croce, luogo chiave della spiritualità francescana, conserva la memoria dell’incontro epocale tra Francesco e il sultano in tre opere: il dipinto di Coppo di Marcovaldo nella Pala Bardi, l’affresco di Giotto per la Cappella Bardi, e il rilievo di marmo scolpito da Benedetto da Maiano sul pulpito della navata centrale.I lavori saranno aperti dall’introduzione del cardinale Giuseppe Betori e dai saluti del sindaco Dario Nardella, della presidente dell’Opera di Santa Croce Irene Sanesi, del prefetto Laura Lega, di padre Paolo Bocci, rettore della Basilica di Santa Croce e dell’imam Izzedin Elzir. Il principe El Hassan bin Talal di Giordania rappresenta una dinastia che da decenni è impegnata nella realizzazione di un nuovo corso di relazioni tra i popoli e gli uomini di fedi religiose diverse (suo fratello era Hussein I, amico di La Pira), mentre il cardinale Ayuso Guixot, è un esperto nella costruzione di ponti culturali e spirituali: comboniano e missionario in Egitto e Sudan, è stato docente di Islamologia a Karthoum e al Cairo e, quindi, al Pontificio istituto di studi arabi e d’islamistica. Sono previsti gli interventi di padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi; del prefetto Michele Di Bari, Capo dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del ministero dell’Interno; di Giulio Conticelli dell’Università degli Studi di Firenze, consigliere dell’Opera di Santa Croce. Conclude Alessandro Martini, assessore ai Rapporti con le confessioni religiose del Comune di Firenze. Il coordinamento del confronto è affidato a don Alessandro Andreini, vicepresidente dell’Opera di Santa Croce.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumatori su dazi: no a ritorsioni che pagherebbero i consumatori

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha dichiarato oggi che farà di tutto per limitare i danni e che sta anche lavorando, all’interno dell’Unione, su prospettive compensative. “La guerra dei dazi non fa male solo all’economia, alla crescita e alle nostre industrie, ma soprattutto ai consumatori, sui quali i dazi vengono traslati” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Per questo chiediamo al Governo, non solo di impegnarsi a trovare un accordo tra Stati Uniti ed Europa, limitando i danni per il nostro Paese, cosa da tutti auspicata, ma, in caso di fallimento del dialogo, a non applicare misure compensative sulle merci americane, che pagherebbero le famiglie italiane andando a fare la spesa” prosegue Dona.”Non è minacciando Trump di ritorsioni che si risolverà il problema, tanto più se consideriamo che in agosto l’Italia ha esportato negli Stati Uniti, secondo gli ultimi dati Istat, ben 1.748 milioni di euro in più rispetto alle importazioni e, nel periodo gennaio-agosto 2019, il saldo commerciale sale addirittura a 18.177 milioni” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tonaca del Santo di Assisi, rattoppata con parti del mantello di Santa Chiara

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Nel numero di ottobre della rivista San Francesco uno speciale dedicato alla tonaca del Santo d’Assisi. Secondo la ricerca della studiosa tedesca di tessuti antichi che ha anche guidato il gruppo di restauro della Sacra Sindone nel 2002, Mechthild Flury-Lemberg, fu santa Chiara a rattoppare la veste di Francesco e, per farlo, avrebbe utilizzato parti del suo mantello. Tutto nasce da uno studio del 1988 pubblicato da Abegg-Stiftung Bern, per anni rimasto inosservato negli archivi e riportato in esclusiva nel periodico francescano. La tonaca di San Francesco è custodita nella Cappella di San Nicola della Basilica Inferiore.«Mentre cercavamo in archivio notizie sulla tonaca di San Francesco ci siamo imbattuti in un articolo pubblicato sulla nostra rivista del 1989 che riproponeva la ricerca della professoressa Flury-Lemberg che ha subito attirato la nostra attenzione – ha dichiarato il direttore del periodico, Padre Enzo Fortunato -. Abbiamo contato 31 rattoppi della tonaca – racconta nel suo editoriale il direttore – di cui 19 sembra provengano dal mantello di Santa Chiara. Una scoperta che ci racconta la devozione, la stima e l’affetto spirituale dell’uomo per l’altro, ma in questo caso di Chiara per Francesco. Solo l’amore – conclude padre Fortunato – può ricucire, rattoppare e ricominciare». L’esclusiva copertina del mensile dei frati del Sacro Convento di Assisi, realizzata dall’artista Mimmo Paladino, rappresenta la tonaca di San Francesco e la tunica di Gesù. L’abito marrone di Francesco sta a simboleggiare la terra e la fragilità dell’uomo. La veste rossa di Gesù richiama la passione e l’amore per l’altro.«Un rapporto intenso e libero tra Chiara e Francesco – ha dichiarato l’Arcivescovo di Benevento, Mons. Felice Accrocca – perché fondato sul tratto unificante della sequela di Cristo: entrambi scelsero di seguire il Maestro divino e ciò contribuì ad unirli in un legame che fu anche di affetto umano, di vera amicizia, perché chi ama e segue Cristo vive nella piena libertà dello Spirito. Nulla di strano, quindi che Chiara stessa possa aver rattoppato la tonaca di Francesco: molte testimonianze riferiscono che lei stessa teneva spesso in mano ago e filo». All’interno del nuovo numero del mensile c’è inoltre uno speciale sulla festa del Santo Patrono d’Italia. Il 4 ottobre, giorno di San Francesco, ha un significato particolare indicato dal Parlamento nel 2005 quale “solennità civile e giornata per la pace, per la fraternità e il dialogo fra le religioni”. Un’occasione per continuare a proporsi gli ideali e i valori del Poverello e le sue forti scelte di vita. http://www.sanfrancesco.org.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via la Digital Health Summit 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Milano Dal 9 all’11 ottobre si svolge presso il Centro Congressi Palazzo delle Stelline di Milano Digital Health Summit, il convegno di riferimento dell’e-Health in Italia organizzato per il quarto anno consecutivo da NetConsulting Cube, GGallery Group e AISIS (Associazione Italiana Sistemi Informativi in Sanità).“Quest’anno – spiega Giuliano Pozza, Presidente di AISIS – abbiamo lavorato ancora più a stretto contatto con NetConsulting cube per realizzare un rapporto e-Health Lab che fosse il più possibile unitario e affrontasse il tema della Value Based Digital Healthcare in modo olistico e multidisciplinare, soffermandosi sul ruolo, già sottolineato peraltro nella Strategic Agenda di Porter, della tecnologia digitale come abilitatore strategico dello sviluppo di un sistema sanitario innovativo.”La centralità del tema ‘Value Based Digital Healthcare’ appare chiara fin dalla prima giornata del convegno che inizia con un’analisi del contesto internazionale e nazionale, in cui vengono descritti trend e capisaldi del modello, e continua nel pomeriggio, con un approfondimento su strategie e organizzazione della sanità a livello regionale in logica VBDHC in cui vengono presentati i risultati di due survey particolarmente significative:
· la prima, in collaborazione con Fiaso, sui temi della propensione e dell’approccio organizzativo dei manager delle Aziende rispetto ai principi della Value Based Healthcare
· la seconda focalizzata su come i Responsabili dei Sistemi Informativi delle aziende pensano di potere realizzare sistemi abilitanti alla sanità di valore
Il dibattito sulla ‘Value Based Digital Healthcare’, intesa come base rispetto al quale i sistemi sanitari europei devono operare per mantenere la propria sostenibilità ed equità futura, la fa da protagonista anche il secondo giorno del summit con un programma ricchissimo di interventi.
‘La mattinata è un tripudio di talk in cui si dà spazio – racconta Paolo Macrì, Presidente di GGallery Group – alla voce del Pharma grazie al coinvolgimento di Farmindustria che ha aderito fattivamente all’evento non solo nei contenuti ma anche promuovendolo presso i propri associati, e all’evoluzione del mindset delle aziende farmaceutiche che hanno maturato maggiore attenzione e sensibilizzazione verso il mondo IT, qualificandolo come strategico soprattutto per gli anni futuri. Riflettendo sull’impatto positivo che le nuove tecnologie stanno avendo sul sistema sanitario in ottica di miglioramento dell’efficienza quantitativa e qualitativa del servizio al cittadino, ci auspichiamo – conclude Macrì – che la partecipazione del settore farmaceutico a Digital Health Summit possa crescere ulteriormente.’
Il secondo giorno si caratterizza anche per tre grandi novità:
– il lancio del contest Health-a-thon
– la presentazione del ‘Cybersecurity Filght Simulator’ e dei risultati della ricerca condotta da NetConsulting cube sulla Cybersecurity in Sanità
– la partecipazione di CHIME, l’Associazione di CIO americani di cui AISIS è diventata Italian Chapter, primo in Europa e secondo al di fuori degli USA.Non manca poi l’importante costante di Digital Health Summit, la premiazione della seconda edizione del Concorso W.In.e (W.In.e. and Inspiring e-Leaders). Digital Health Summit 2019 si chiude l’11 ottobre con una mattinata di riflessioni in cui, oltre all’attesissima premiazione dell’Health-a-thon, si tirano le somme e si guarda alle prospettive future.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verifone Italia rafforza la presenza sul mercato italiano

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Lo fa con l’introduzione di un nuovo team manageriale e uno staff di figure professionali per consolidare ed ampliare il business dei sistemi di pagamento sul territorio nazionale. A guidare la sede italiana è Federico Fanello, nuovo Managing Director di Verifone Italia, manager che ha iniziato la sua esperienza professionale nella comunicazione e nel marketing acquisendo in seguito un’ottima esperienza internazionale nel settore dei pagamenti ricoprendo ruoli di rilevante responsabilità per alcuni dei principali player, quali PayPal e SafeCharge, per l’area EMEA. Al suo fianco, nel ruolo di Head of Sales, entra nel Gruppo Fabrizio Grassi, con pluriennale esperienza nel settore bancario e dei sistemi di pagamento, dove ha ricoperto cariche di responsabile commerciale in aziende come CartaSi (ora NEXI) e Ingenico.In uno scenario nazionale che continua a segnare una crescita importante delle operazioni di pagamento effettuate tramite POS (+15,8% rispetto all’anno precedente*dati Banca d’Italia) e che si prevede possa vivere un’ulteriore accelerazione con l’attuazione definitiva della direttiva europea PSD2, il terminale POS diventa sempre più smart e multifunzionale, pronto per essere personalizzato con applicazioni verticali e adattato alle diverse aspettative dei merchant e dei consumatori finali.
“La nuova linea di terminali Verifone Engage va proprio in questa direzione – afferma Federico Fanello, Managing Director di Verifone Italia – Nativamente predisposti per essere dispositivi evoluti, oltre ai più comuni metodi di pagamento, i POS sviluppati da Verifone aprono ai più comuni servizi a valore aggiunto come gli Alternative Payments Method (Alipay e WeChat), la gestione dei token per riconoscimento automatico del cliente, gift card e programmi loyalty, wallet, ricariche telefoniche, validazione e dematerializzazione dei buoni pasto cartacei, coupon per promozioni e altro ancora. Grazie ai continui investimenti nel settore di ricerca e sviluppo, alle funzionalità hardware legate al POS, Verifone offre un pacchetto completo di soluzioni e servizi in Cloud in grado aprire a molteplici possibilità di incremento delle revenue e alla riduzione del total cost of ownership del terminale. Con l’obiettivo di offrire una payment experience allo stato dell’arte, Verifone si pone come Partner Simple, Global, Innovative”. Verifone Italia trae la propria forza dal Gruppo di cui fa parte. Nata nel 1981, Verifone è uno dei maggiori leader mondiali operanti nel mercato dei sistemi di pagamento, gestendo oltre 30 milioni di terminali di pagamento in più di 150 nazioni nel mondo. L’acquisizione effettuata da Francisco Partners nel corso del 2018, ha permesso di accelerare un processo di riorganizzazione a livello mondiale, con soluzioni a valore aggiunto, a vantaggio dei propri Partners, siano essi Financial Institutions o operatori del mondo Retail. (fonte: agenzia newscast.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: IV edizione della Settimana Nazionale della Dislessia

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Roma: 8 ottobre 2019, dalle ore 09.00 alle ore 17.00, presso l’AUDITORIUM ENNIO MORRICONE dell’UNIVERSITA’ DI TOR VERGATA, in Via Cracovia 50. Ore 09.00 Saluti ed Interventi:
Pier Gianni Medaglia: delegato del Rettore per l’inclusione degli studenti con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) dell’Università “Tor Vergata”, presidente di CARIS (Commissione di Ateneo dell’Università di Roma “Tor Vergata” per l’inclusione degli studenti con disabilità e DSA);
Ilaria De Meis: Logopedista FLI Lazio, figura di riferimento di CARIS (Commissione di Ateneo dell’Università di Roma “Tor Vergata” per l’inclusione degli studenti con disabilità e DSA)
Antonella Trentin: Vicepresidente AID nazionale e Presidente sezione AID Roma
Marco Romano: Coordinatore regionale AID Lazio
Ore 10.00-13.00 – My Story: testimonianze di giovani con DSA
I giovani volontari dell’Associazione Italiana Dislessia presenteranno le loro esperienze, opinioni, storie personali, in un confronto tra pari.
Obiettivi dell’incontro:
dare voce ai ragazzi dislessici
offrire uno stimolo positivo, per sviluppare consapevolezza sui DSA
far comprendere cosa significa essere dislessici
favorire il dialogo tra alunni ed insegnanti

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Appello ai rivoluzionari di Hong Kong: Fermatevi

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Stanno per massacrarvi tutti. Si lotta da vivi non da morti. Consentiteci di aiutarvi. Ma qualcuno, di quelli la cui voce si possa sentire un po’ dovunque, e che ovviamente non è in qualche modo prono alla Repubblica Popolare di Cina, perché non dice ai manifestanti di Hong Kong di smetterla, di fermarsi subito: così come stanno procedendo non potranno che essere massacrati, se non vogliono essere gli ennesi eroi morti ricordati da tutti i sofferenti del mondo, un po’ anche per la propria ipocrisia di non riconoscere di non aver fatto nulla che non portasse a quanto accaduto.
Ma come, diranno i rivoluzionari liberali di tutto il mondo, mentre sorbiscono il proprio té nelle loro stanze super-informatizzate e dai loro corsivi pubblicati sui massimi giornali liberal, o comunque no-China, … ma come, “questi portenti della libertà contro il divoratore comunista, simboli della libertà di un Paese che non ne ha e che ne vorrebbe tanta, devono essere incoraggiati, altro che…”. Altro che… cosa? Incoraggiati a morire? Visto come logicamente si stanno sviluppando le vicende e che le reazioni del regime non potranno che essere sempre più violente e mortali. Oppure c’è qualcuno dei capi o dei leader di un qualunque Stato del mondo (a parte gli altrettanto disperati di Taiwan) che ha preso posizione a loro favore, col rischio di farsi chiudere i rubinetti dall’import e dall’export dell’economia cinese? Giammai, ché tutti in un modo o nell’altro crollerebbero, visto che della Cina non ne possono fare a meno. Non c’è riuscito il presidente
Donald Trump con quei furbacchioni tecnologici della Huawei… o forse (solo per fare un esempio “divertente”) qualcuno pensa che il nostro attuale ministro degli Affari esteri, Luigi Di Maio, con le sue arance siciliane, potrebbe fare qualche minaccia dissuasiva ai capi cinesi? Suvvia!!
Chi a Hong Kong si rivolta ha mille ragioni: nati e cresciuti in una colonia britannica mantenuta con i guanti e ritrovarsi nel regime maoista… non è carino. Ma è così.
O forse qualcuno crede che la “fiamma di Hong Kong” se continua, con qualche “mortarello” qui e là, si estenderà fino ai confini con la Mongolia, la Russia, il Nepal, il Kazakistan, il Myanmar, la Thailandia, etc? Suvvia: la politica è realtà non sogno. Ed è la politica che può cambiare le cose, non i massacri (a parte quelli dei cambiamenti climatici…).
Perciò a questi rivoluzionari di Hong Kong c’è da dare un solo consiglio: fermatevi!! Da morti non servite né alla causa, né a voi né al resto del mondo che vi guarda dalle loro case sicure. Vi vogliamo vivi.
Nessun Paese al mondo farà propria la vostra battaglia, e visto che le “deleghe” che alcuni leader mondiali hanno dato ai media per sostenervi col massimo della informazione non fermeranno mai il governo cinese.
Avete solo due strade davanti a voi: nascondetevi mimetizzandovi da comuni cittadini cinesi o lasciate Hong Kong per qualunque altra parte del mondo che non sia la Cina e i suoi alleati ideologici. Non chiedete asilo, ché nessun ve lo darà, perché nessuno vuole che l’import e l’export economico tra la Cina e il proprio Paese possa essere compromesso. Affidate alle numerose, e anche organizzate, associazioni che nel mondo combattono per le libertà civili e umane: le uniche che oggi potrebbero non dover sottostare ai ricatti economici e politici della Repubblica popolare cinese di cui non volete fare parte. Fuori da Hong Kong, vivi e non in un qualche cimitero dove le vostre tombe sarebbero presidiate dalla polizia col rischio che diventino foriere di altre vittime e di altri cadaveri come il vostro. Solo altrove, lontani, in contatto con coloro che avranno avuto lo stomaco di mimetizzarsi ad Hong Kong per fare le sentinelle nascoste di un’idea (dire un “progetto”
sarebbe allo stato decisamente ardito), potrete continuare a lottare per la libertà del vostro Paese.
Ci saranno dei Paesi/Stati che vi sosterranno? Non vi aspettate nulla, almeno ufficialmente. I vostri nemici non sono i poliziotti che vi hanno cominciato a massacrare nelle strade di Hong Kong, ma sono le politiche economiche del mastodonte maoista, in patria e soprattutto nel resto del mondo. E se riuscite a comprendere questo, vi sarà evidente che morire per le strade di Hong Kong non serve a voi e a nessun altro: il mondo si cambia da vivi non da morti! Date a noi, umani presunti liberi, la possibilità di potervi aiutare, cosa che non possiamo fare oggi con inutili presidi davanti a qualche ambasciata cinese nei nostri Paesi.
La lotta davanti a voi, e davanti a tutti noi, è lunghissima. Sicuramente andrà molto oltre le nostre esistenze. Ma va costruita in un contesto di estrema difficoltà, non contando i morti per le strade di Hong Kong e commuovendoci davanti agli scranni mediatici.Questo è l’inizio, che non potrà mai raggiungere l’obiettivo a medio termine. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fiera Ceatec 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Chiba, in Giappone. dal 15 al 18 ottobre. Con il supporto del marchio Maisart®* di Mitsubishi Electric, che include soluzioni tecnologiche di intelligenza artificiale, la visione dell’azienda prevede la creazione di valore con l’obiettivo di affrontare i problemi sociali grazie all’uso della tecnologia nelle categorie “Vita”, “Industria”, “Infrastrutture” e “Mobilità”. Nello stand si svolgeranno dimostrazioni di prodotti appartenenti alle 4 aree, inoltre, nell’ambito del tema “Mitsubishi Electric and Our Future – Society 5.0 and Sustainable Development Goals Seen from the Present” (Mitsubishi Electric e il nostro futuro – Society 5.0 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile visti dal presente) verranno presentati diversi prodotti, fra cui:
– Le nuove esperienze di acquisizione foto/video di realtà aumentata (AR) per l’uso sui social media e l’applicazione multilingue “SwipeTalk Air”
– “Life Solutions Concept” (Idee di soluzioni per la vita) presentato da Mitsubishi Electric
– Le soluzioni di riconoscimento vocale multilingue per sostenere e assistere i visitatori stranieri in Giappone
– La tecnologia IA “KOTSUMON” che permette di identificare sequenze di movimento specifiche nei video
– La segnaletica digitale di grandi dimensioni da implementare nei settori dell’intrattenimento e della comunicazione
– La concept car basata sull’esperienza EMIRAI4 per l’era della mobilità intelligente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piercamillo Davigo in Consiglio regionale Antimafia: “spazio trasparenza va trovato nel mendace”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Davigo, membro togato del Consiglio superiore della magistratura, ha partecipato, su invito del M5S Lombardia, a un’audizione in Commissione congiunta Antimafia e Affari Istituzionali sul progetto di legge “Disposizioni in materia di trasparenza dell’appartenenza ad organizzazioni ed associazioni private e in materia di associazioni proibite”. La proposta, a prima firma del consigliere regionale del M5S Lombardia Luigi Piccirillo, ha l’obiettivo di ampliare la trasparenza e prevede una serie di disposizioni per rendere pubblica l’appartenenza ad associazioni private di consiglieri regionali, del presidente della Regione, degli assessori e dei sottosegretari regionali. Davigo ha manifestato interesse al provvedimento sottolineando la necessità di evitare un eccesso di burocratizzazione dei processi: “lo spazio della trasparenza può essere trovato nel mendace, che è punibile, e su base volontaria tenendo conto della privacy”.

Posted in Diritti/Human rights, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Islam. La Pietra (FdI): lotta integralismo si fa in carcere

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

“Il ministro Bonafede oggi si accorge che la lotta all’integralismo islamico passa anche attraverso il controllo dei detenuti stranieri all’interno delle carceri. Ne siamo lieti, ma ci chiediamo cosa abbia fatto di concreto fino ad oggi per dare i giusti strumenti alla Polizia penitenziaria. Più volte come Fratelli d’Italia abbiamo sollecitato una riforma di tutto il sistema carcerario, a partire dalla sorveglianza dinamica che permette ai detenuti di sfuggire meglio al controllo degli agenti. Occorre un piano serio di rimpatrio dei detenuti stranieri con degli accordi bilaterali in cui il peso economico e commerciale della nostra Nazione deve pesare. Servono risorse da destinare ai mezzi e alle attrezzature in dotazione agli agenti, così come risorse per aumentare il personale e soprattutto per dare un riconoscimento economico adeguato al lavoro che essi svolgono; spesso in situazioni anche di pericolo personale. Insomma, meglio tardi che mai, ma alle parole si dia seguito ad atti concreti”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio La Pietra.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo regolamento del corpo di polizia locale

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

La Città Metropolitana di Torino istituirà un proprio Corpo di Polizia locale. Il Regolamento che disciplinerà l’attività del nuovo organismo è stato approvato all’unanimità nella seduta odierna dal Consiglio Metropolitano, dopo un ampio confronto sia nella Commissione competente che nell’aula di piazza Castello.“L’approvazione del Regolamento è l’espressione della volontà politica e istituzionale di confermare e valorizzare, potenziandola, la funzione del personale di vigilanza e controllo della Città Metropolitana di Torino nelle materie attribuitele dalla legislazione nazionale. sottolineano il Vicesindaco metropolitano Marco Marocco e la Consigliera Barbara Azzarà, delegata all’ambiente, alla tutela della fauna e della flora, ai parchi, alle aree protette e alla vigilanza ambientale –È intenzione dell’amministrazione far partire quanto prima la procedura per l’attribuzione dell’incarico di comandante del Corpo”.Il Corpo di Polizia Locale Metropolitana svolgerà attività di educazione, prevenzione, contrasto e repressione dei comportamenti previsti e puniti da leggi, regolamenti e disposizioni riguardanti la tutela e la valorizzazione dell’ambiente, attività ispettiva e di vigilanza sulla qualità dell’aria e delle acque, sui rifiuti, sull’energia, le aree protette e i siti Rete Natura 2000, sugli incendi boschivi, le cave e le attività estrattive, glianimali da affezione, iltrasporto privato sulla viabilità metropolitana, il rispetto delle disposizioni in materia di circolazione stradale, tutela e gestione della fauna, educazione, prevenzione, contrasto e repressione delleviolazioni relative alle discipline regolanti le funzioni delegate dalla Regione Piemonte in materia dicaccia e pesca, attività e controlli inerenti la fauna selvatica, raccolta dei funghi epigei e ipogei, raccolta dei minerali, assetto forestale, patrimonio escursionistico e sicurezza degli sport montani, polizia idraulica, frodi in ambito vinicolo e rilascio deicertificati di iscrizione all’anagrafe vitivinicola.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mise agirà per ridurre costi fissi bollette

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha detto alla Camera che promuoverà una serie di azioni finalizzate alla riduzione dei costi fissi delle bollette.”Ottima notizia, siamo contenti che, finalmente, si vogliano ridurre i costi delle bollette, sperando si cominci dagli oneri generali di sistema, una vera e propria tassa occulta che colpisce soprattutto i più poveri” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.”Non vorremmo, però, che dietro a quella affermazione ci fosse la volontà di ritornare alle tariffe progressive, che graverebbero sulle famiglie più numerose e su chi non può permettersi elettrodomestici a basso consumo energetico o sistemi di riscaldamento più moderni ed efficienti” prosegue Vignola. “Anche perché le nuove tariffe non progressive servono a sviluppare l’elettrificazione del Paese e la riduzione delle emissioni, raggiungendo gli obiettivi di decarbonizzazione che stiamo pagando profumatamente da anni con gli incentivi alle fonti rinnovabili” conclude Vignola.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati in visita in Messico

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

In occasione di una visita di quattro giorni in Messico, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Filippo Grandi, ha fatto visita a un programma innovativo di integrazione e ha incontrato richiedenti asilo e rifugiati in diverse città settentrionali e meridionali del Paese. Le persone ascoltate hanno raccontato delle violenze, degli abusi e delle persecuzioni che hanno patito per mano di gruppi criminali che le hanno costrette a fuggire dai propri Paesi. L’Alto Commissario Filippo Grandi ha cominciato la visita in Messico venerdi scorso (27 settembre) dallo Stato nordorientale di Coahuila, recandosi a Saltillo, presso una fabbrica che impiega circa 70 rifugiati su un totale di 1.500 dipendenti. I rifugiati impiegati nello stabilimento erano stati ricollocati dal sud del Paese mediante uno schema di cooperazione tra le autorità centrali, nazionali e locali, il settore privato, la società civile e l’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Il programma aiuta i rifugiati a integrarsi e a dare il proprio contributo all’economia locale. L’Alto Commissario si è sentito rincuorato una volta ascoltati i riscontri positivi sulle esperienze vissute al loro arrivo, il benvenuto ricevuto dalle comunità locali e il continuo processo di integrazione nella società messicana.Nell’ambito dello schema, e col sostegno delle autorità locali, solo nel corso di quest’anno oltre 3.000 rifugiati sono stati ricollocati tra quattro Stati messicani. In media, ogni settimana più di cento rifugiati sono ricollocati in varie città del Messico centrale e settentrionale.Da Paese di transito per le persone che sperano di raggiungere gli Stati Uniti, il Messico sta sempre più divenendo un Paese di destinazione per i rifugiati dell’America Latina e di altre regioni. Le domande di asilo presentate in Messico sono aumentate dalle circa 2.100 del 2014 alle oltre 48.000 dei primi otto mesi di quest’anno.
L’Alto Commissario ha inoltre visitato lo Stato meridionale del Chiapas, che accoglie quasi il 70 per cento dei richiedenti asilo presenti in Messico. La Commissione messicana di sostegno ai rifugiati (Comisión Mexicana de Ayuda a Refugiados/COMAR) ha compiuto progressi per accelerare il processo di esame delle domande di asilo, tuttavia i richiedenti sono ancora costretti ad attendere mesi prima di ottenere i necessari documenti che danno loro accesso al mercato del lavoro e, spesso, anche ai servizi sociali. L’UNHCR sta sostenendo la COMAR su vasta scala, aprendo nuovi uffici a Monterrey, Tijuana e Palenque, e impiegando oltre 110 collaboratori esterni per la registrazione e l’esame dei casi. Durante la tappa a Tapachula, l’Alto Commissario ha inaugurato due nuovi centri di registrazione gestiti da COMAR e RET, partner dell’UNHCR.Lungo il confine meridionale, l’Alto Commissario ha potuto constatare di persona alcune delle problematiche che devono affrontare le autorità messicane per l’immigrazione. Pur riconoscendo il diritto sovrano del Messico di controllare i propri confini, l’Alto Commissario ha espresso preoccupazione in merito all’assenza di tutele sistematiche e di protocolli adeguati per lo screening e la presa in carico dei richiedenti asilo al confine. L’Alto Commissario ha inoltre manifestato la propria apprensione rispetto alla detenzione automatica di quanti presentano domanda di asilo alla frontiera, comprese le famiglie con bambini. A Tapachula, l’Alto Commissario ha ascoltato anche il dramma di molte persone originarie di diversi Paesi africani, nonché Haiti e Cuba, che non desiderano presentare domanda di asilo in Messico. Per tutti coloro che non hanno diritto a protezione internazionale, sono necessarie soluzioni in linea con il Global Compact per una migrazione sicura, ordinata e regolare.A Tapachula, Saltillo e Città del Messico, l’Alto Commissario ha visitato gli alloggi destinati a richiedenti asilo e migranti vulnerabili gestiti dalle organizzazioni della società civile e della Chiesa. Queste svolgono un ruolo fondamentale, dato che assicurano a rifugiati e migranti alloggi di emergenza e altri servizi vitali, fra i quali sostegno psicosociale, orientamento e assistenza legale per le domande di asilo. Tuttavia, necessitano anch’esse di maggiori risorse.L’Alto Commissario ha concluso la propria missione lunedi a Città del Messico, dove ha incontrato esponenti del Governo fra i quali Olga Sanchez Cordero, Ministro dell’Interno, e Marta Delgado Peralta, Vice Ministro degli Esteri.L’Alto Commissario ha espresso soddisfazione in merito all’impegno costante profuso dalle autorità messicane per adempiere gli obblighi internazionali e i principi di protezione internazionale, trattamento umanitario e rispetto dei diritti umano. Le autorità hanno sottolineato come queste costituiscano una componente fondamentale delle politiche nazionali e di quelle internazionali del Paese.Durante i colloqui con le autorità, l’Alto Commissario ha accolto con favore l’impegno preso dal Governo poco dopo essersi insediato in merito alla volontà di risolvere il dramma degli sfollati interni e ha offerto il sostegno continuo dell’UNHCR per sviluppare normative e politiche pubbliche capaci di rispondere a questo problema che per troppo tempo è stato trascurato.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Global Energy Prize for energy storage and integration technologies

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Moscow (Russia). Russian Minister of Energy Alexander Novak awarded the prestigious and lucrative world science award, the 2019 Global Energy Prize, to professors Khalil Amine of the United States and Frede Blaabjerg of Denmark for their work on energy storage and integration technologies. The prize annually honors outstanding research that impacts live across the planet and provides technology addressing energy challenges.We would truly appreciate if you consider publishing this press release. In case you would like to make an additional interview with the speakers, we are happy to assist you with this process. The Global Energy Association develops international research and projects in the field of energy. The Association operates with the support of the leading Russian energy companies PJSC “GAZPROM”, “FGC UES”, PJSC, PJSC “Surgutneftegas”. The Association manages the Global Energy Prize, organizes the eponymous summit, and implements the Global Energy Youth Program. The Global Energy Prize is an international award for outstanding scientific research and technological development in energy. Since 2003, the Global Energy Prize has been awarded to 39 Laureates from 13 countries: Australia, Austria, Canada, Denmark, France, Iceland, Japan, Russia, Sweden, Switzerland, Ukraine, the UK and the USA. According to IREG Observatory on Academic Ranking and Excellence, the Global Energy Prize is one of TOP-99 international academic awards with the highest prestige and significance. In the prestige rating of the International Congress of Distinguished Awards (ICDA) the Global Energy Prize is in the category of “Mega Prizes” for its laudable goals, exemplary practices and the overall prize fund. https://globalenergyprize.org/en/

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paolo Gentiloni, candidato italiano per il portafoglio economico

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Nel suo intervento introduttivo, Gentiloni ha sottolineato come la crescita economica e la trasformazione delle economie non debbano andare contro le pressanti priorità ambientali e sociali. Si è impegnato a concentrarsi sulla riduzione del debito pubblico, incoraggiando al tempo stesso l’uso di qualsiasi spazio fiscale disponibile per gli investimenti. Anche la revisione del quadro fiscale a livello comunitario sarà fra le azioni prioritarie del suo mandato, ha aggiunto.I deputati hanno mostrato particolare interesse nelle intenzioni di Gentiloni relative al Patto di stabilità e di crescita; alcuni per chiedere garanzie sull’applicazione delle regole UE, altri per capire il suo punto di vista su come il Patto potrebbe essere riformato. Molti deputati hanno inoltre sottolineato la necessità, per la Commissione, di affrontare in maniera più adeguata evasione fiscale e paradisi fiscali, in particolare introducendo un’aliquota minima UE dell’imposta sulle società, ampliando l’elenco dei paesi considerati paradisi fiscali e negoziando con gli Stati membri dell’UE che si comportano come paradisi fiscali.I deputati hanno poi chiesto a Gentiloni come concretizzare la proposta per un regime europeo di riassicurazione delle indennità di disoccupazione e quali strumenti potrebbero essere utilizzati per gestire in maniera migliore le politiche anticicliche. Nel corso dell’audizione, i deputati hanno infine sollevato la questione del rafforzamento della dimensione sociale del semestre europeo e hanno chiesto come poter avanzare sui dossier bloccati in seno al Consiglio dei Ministri UE.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs put forward several questions on the new rule of law mechanism, the ongoing Article 7 proceedings concerning

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Hungary and Poland and whether there should be action against other EU countries. They also asked about the Parliament’s right of initiative, human rights and environmental protection in commercial dealings, as well as holding multinationals to account.Members also questioned the Commissioner-designate on the need to establish an EU strategy for combatting corruption and digitalising judicial systems in the EU.You can watch the video recording of the full hearing here.
At the end of the hearing, Committee Chairs Juan Fernando López Aguilar (S&D, ES) and Lucy Nethsingha (Renew Europe, UK) held a press point outside the meeting room: watch it here Based on the committees’ recommendations, the Conference of Presidents will decide on 17 October if Parliament has received sufficient information to declare the hearing process closed. If so, the plenary will vote on whether or not to elect the Commission as a whole on 23 October, in Strasbourg.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »