Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 24 ottobre 2019

“Battuta in Europa la sinistra immigrazionista e filo-Ong”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

“Il Parlamento europeo ha bocciato la risoluzione che voleva impegnare gli Stati membri a tenere sempre e comunque i porti aperti. Anche grazie a FdI, le forze di centrodestra si sono compattate e hanno votato insieme per impedire l’approvazione di questo pericolissimo documento». È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “Alfabeti pittorici. Opere scelte dagli anni ’60 ad oggi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Reggio Emilia (Via Sessi, 1/F) dal 30 ottobre 2019 al 30 gennaio 2020,Galleria d’Arte 2000 & NOVECENTO mostra “Alfabeti pittorici. Opere scelte dagli anni ’60 ad oggi”, una collettiva che permette di documentare, attraverso lo sguardo attento del collezionista, la complessa vicenda artistica passata e recente, avvalendosi di alfabeti, linguaggi e modalità prettamente estetiche e di forte impatto emotivo.A partire da una base comune (che funziona quasi come un primitivo DNA), materiali, colori, segni grafici, alfabeti si caratterizzano in tantissime varianti, grazie alla creatività dei diversi artisti presentati in questa mostra, come Jean Fautrier, Marco Gastini e Giorgio Milani.Nei lavori di Jean Fautrier (1898-1964), uno tra i principali interpreti dell’Informale – in esposizione è stato scelto di presentare un dipinto del 1957 – non si ritrovano figure, storie, composizioni geometriche o vivaci soluzioni cromatiche ma, protagonista dell’opera, diventa la materia: vitale e di grande energia evocativa; concrezioni spesse e rugose di colore, che si stagliano compatte su fondali amorfi.La storia di Marco Gastini (1938-2018) – come quella di altri artisti presenti in questa mostra – è davvero infinita e ricca di esperienze importanti che hanno attraversato l’arte italiana e contemporanea. La sua opera s’interseca con pittura, scultura, materiali. La sapienza di Gastini è nel far sì che l’opera si dipani nello spazio e ne reinventi le tensioni che sottendono al volume architettonico, per cui la pittura che si tesse al suo interno non potrà che creare forti emozioni.
Giorgio Milani (1946), artista che ha fatto invece della scrittura, del segno e dell’alfabeto il centro della sua ricerca, nonché una vera e propria identità artistica, è presente con due “Sindoni di Gutenberg”. Tecnicamente sono grandi teli di lino che, una volta posati su un Poetario (realizzato con 1867 fregi, cliché e caratteri tipografici di legno che simboleggiano il vasto patrimonio culturale dell’antico Occidente), vengono lavorati a spatola con un impasto di cera e colore ad olio. In queste opere l’immagine delle lettere si rivela in negativo: emergono acrome mentre ombre di colore tracciano le intercapedini. In esposizione anche opere di Giorgio Griffa, Herbert Hamak, Nunzio, Angelo Savelli.La collettiva sarà visitabile fino al 30 gennaio 2020, tutti i giorni con orario 10-12,30 e 16-19,30, aperto anche domenica e festivi. Ingresso libero.www.duemilanovecento.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Forum ColON Action!

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Roma 20 novembre ore 11 Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva Piazza della Minerva, 38 Nei Paesi occidentali il cancro del colon-retto rappresenta il secondo tumore maligno per incidenza dopo quello della mammella nella donna e il terzo dopo quello del polmone e della prostata nell’uomo. Nel 2019 l’incidenza stimata in Italia è di 49.000 nuovi casi, in calo rispetto agli anni precedenti. Il cancro del colon-retto è un tumore per il quale la prevenzione, primaria e secondaria, può fare la differenza rispetto ad altri tipi di neoplasie: stili di vita corretti, adesione agli screening oncologici e diagnosi precoce sono gli strumenti d’elezione per contrastare questo big killer.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra Micaela Lattanzio: Corpus Imago a cura di Alessia Carlino

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Roma Sabato 26 Ottobre 2019 (27 Ottobre 2019 – 31 Gennaio 2020) Galleria Emmeotto Via di Monte Giordano,36 Palazzo Taverna. Il lavoro di Micaela Lattanzio si sviluppa in un percorso suddiviso in tre capitoli che narrano, di stanza in stanza, l’evoluzione del corpus nella sua forma e nella sua natura. Nel primo capitolo dedicato alla serie Fragmenta, l’artista costruisce attraverso lo strumento della frammentazione l’immagine di molteplici configurazioni visuali.
Il corpo espande il suo raggio d’azione ondeggiando in uno spazio illimitato. Le fisionomie si disperdono dalle proprie fattezze, tessono trame di un’inedita prospettiva geografica, i tasselli d’epidermide si ricompongono nella mescolanza di pelle, ciglia, capelli, unghie in una geometria dai contorni organici e sociali. In questo spazio dai confini illimitati l’artista, deus ex machina, racconta il corpus nella sua condizione impossibile: perdere il proprio aspetto per proporsi allo sguardo come Imago, ovvero come una raffigurazione indecifrabile che si compie al di là di ogni linguaggio identitario.
Nel secondo capitolo del progetto espositivo, il corpus si evolve in un giardino straordinario.Florilegio è la scelta antologica di opere esemplari, è un hortus conclusus dove i bulbi più rari e le piante più esotiche vengono raccolte e collezionate. Nella visione di Micaela Lattanzio, il florilegio rappresenta la summa estetica del corpus: la pelle diviene petalo esibendo la simultaneità del taglio (già operato in Fragmenta) e della sua ricomposizione contenuta nelle materiche fattezze edonistico-floreali. 48 steli sorreggono antropomorfici boccioli, in un semicerchio architettonico i sensi vengono inclusi all’interno di un disegno sinestetico: grazie all’intervento di PROFVMVM ROMA, azienda creatrice di fragranze, i boccioli di epidermide prendono vita nella loro dimensione olfattiva.
L’ultimo capitolo svela la Cosmogonia del corpus: i tratti fisionomici sono solo un celato suggerimento, la carne è divenuta materia celeste, lo spazio assume una dimensione fugace. “La visione di un corpo che oscilla in uno spazio cosmico, simile a una galassia, e si deposita in sedimenti che la propria densità 0ffre al toccare”. Nelle parole di Nancy ritroviamo il fulcro della rappresentazione: il corpus, secondo il criterio dell’artista, non è più reale, ma intimamente immerso in una interrogazione trascendente, ovvero come sia possibile venire alla luce. In questo gioco innescato dal dialogo tra visibile ed invisibile, Micaela Lattanzio decostruisce la figura, dimentica la forma, dissemina nuove configurazioni immaginifiche per accompagnarci nell’atto del guardare, che è, in ultima istanza, vedere se stessi.
Micaela Lattanzio nasce a Roma nel 1981, dove attualmente vive e lavora. Si forma all’Accademia di Belle Arti di Roma laureandosi nel 2005 con una tesi incentrata sull’antropologia del viaggio in collaborazione con l’università dell’Habana, Cuba.
web: http://www.emmeotto.net Visite su appuntamento Chiusura: Domenica e festivi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Medici di famiglia e ospedale si mettono in rete

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

«Il 95 per cento delle nostre richieste di consulenza specialistica passa attraverso l’ospedale Fatebenefratelli di Erba e costruire una rete con gli specialisti ospedalieri è dunque una cosa naturale e utile per i medici di famiglia, soprattutto per migliorare l’accuratezza e la tempestività del nostro lavoro». Negli ultimi mesi si è fatto pressante il problema dell’antibioticoresistenza e per questa ragione si è concretizzato il progetto “Microbiologia clinica partecipata”, un gruppo di lavoro supportato da un sito internet dedicato per far lavorare insieme l’Ospedale e i medici della zona. A parlarne è Giuseppe Enrico Rivolta, medico di famiglia a Erba e responsabile del progetto per l’Ordine dei medici e chirurghi di Como, sotto la cui regia si svolge l’iniziativa. «Stiamo perfezionando un network – ci racconta – tra ospedale e territorio che inizierà con l’affrontare il problema dell’antibioticoresistenza, di cui mi occupo da tempo». Rivolta, infatti è medico di famiglia ma specializzato in malattie infettive da tempo impegnato anche a livello europeo per la categoria iin quest’emergenza; nell’ambito del progetto con l’Ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba si sono già pianificati alcuni incontri cui parteciperanno medici di famiglia del territorio e microbiologi ospedalieri. «Da parte nostra puntiamo a migliorare la cultura dei medici del territorio sul tema della microbiologia clinica, affinare le procedure per invio e conservazione dei campioni biologici, migliorare l’appropriatezza delle prescrizioni, diffondere la conoscenza delle nostre metodiche» spiega Pierpaolo Maggioni, direttore sanitario dell’Ospedale. Il network opererà attraverso riunioni periodiche e un sito ad accesso riservato dove i medici potranno scaricare documenti e porre quesiti, ottenendo una sollecita risposta dagli specialisti ospedalieri. Non si escludono le collaborazioni con le società scientifiche, corsi Ecm e pubblicazioni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sagra del fungo e del tartufo

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Vizzolo Predabissi (Milano) venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 ottobre avrà infatti luogo nell’Area Feste di Vizzolo Predabissi (Milano) la prima edizione della Sagra del fungo e del tartufo.La manifestazione, organizzata per la prima volta da Club Magellano, avrà lo scopo di valorizzare appunto funghi e tartufi. Materie prime, queste, tra le più pregiate in assoluto, che caratterizzeranno qualsiasi portata, dagli antipasti ai contorni, dai risotti ai secondi, fino alla polenta, rigorosamente preparata dai polentieri di Storo, località della Valle del Chiese (Trentino).«Porcini, champignon, prataioli e tartufo nero saranno perciò gli ingredienti principali di piatti che sapranno appagare tutti i palati, anche quelli più esigenti – dichiara Alessandro Fico, titolare di Club Magellano -. I sapori stagionali, trattati con professionalità dai nostri chef, creeranno anche l’occasione per trascorrere un momento gioioso per amici, famiglie e comitive. Non mancheranno ovviamente castagne fumanti, preparate con il vivace fuoco dei bracieri, come da tradizione».Nel ricco menù figureranno inoltre dessert caserecci, amari, grappe, bibite, patate fritte, vini rossi e bianchi (barbera, bonarda, riesling, pinot e rosè). E per gli estimatori, sarà allestito un banco per la vendita di tartufo fresco nero uncinato e bianco pregiato, salse, conserve e condimenti al tartufo.
La proposta culinaria sarà affiancata dall’accompagnamento musicale live, a cura di orchestre di liscio (25 ottobre – Pinuccia Cerri Band; 26 ottobre – Dona & Music Live; 27 ottobre – Monica Riboli). Chi vorrà, potrà danzare sulla pista da ballo.
Il clima autunnale che accompagnerà la Sagra del fungo e del tartufo potrebbe non essere clemente. Per questo motivo è stata allestita una tensostruttura da 1300 mq, con oltre 2000 posti a sedere, per proteggere gli avventori dal freddo e da eventuali intemperie. I cancelli della Sagra del fungo e del tartufo saranno aperti da venerdì ore 19.00 a domenica. Il servizio ristoro è quindi previsto per venerdì sera, sabato e domenica sia a pranzo che a cena. L’ingresso è gratuito.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia e le leggi ignorate

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Qualcuno ha provato a calcolare quante leggi vi sono in Italia ma arrivato a un certo numero astronomico vi ha rinunciato. Eppure, se ci guardiamo in giro molte di loro sembrano inesistenti tanto che non sono pochi coloro che ne invocano di nuove. Se a questo riguardo apriamo il discorso chiedendoci chi dovrebbero farle rispettare pensando alla magistratura o rivolgendoci al legislatore per darne una sostanziosa sforbiciata per ridare le restanti più visibili e ottimizzarne l’applicazione nella fattispecie pratica, notiamo una logica consolidata negli anni di chi presenta una sordità cronica a tali impegni. Sembra che non ci rendiamo conto, o meglio lo sappiamo ma fingiamo di ignorarlo e il che è ancora peggio, che se vogliamo un sistema paese efficiente bisogna, e con urgenza, porvi mano con determinazione e soprattutto in maniera risolutiva.
Direi che ai tanti programmi che ogni partito si appresta a redigere ad uso e consumo degli elettori edulcorandolo di promesse, e soprattutto di illusioni, potremmo farne carta straccia in modo radicale proponendo una sola riforma: quella della giustizia e con essa con leggi chiare dove l’evasore fiscale sappia che se individuato rischia subito ed in tempo reale senza rinvii e passaggi ai vari gradi di giudizio che in Italia significa farsi beffe delle leggi. Che chi delinque per reati comuni potrà contare in processi che non richiedono anni per la sentenza definitiva pur nel rispetto dei diritti dell’incriminato. Quante volte un cittadino si sente una nullità al cospetto della farraginosità delle procedure per farsi riconoscere un diritto o una tutela d’ordine amministrativo nei confronti di un privato o di una pubblica amministrazione? Alla fine, se subisce uno scippo, un borseggio, un furto in casa o una truffa telematica preferisce non denunciarli tanto, pensa, non riusciranno a prendere i colpevoli e se lo fanno nel giro di qualche anno ce lo ritroviamo a reiterare lo stesso delitto. E il poliziotto che ferma in flagrante un ladruncolo di certo si sentirà stressato se lo rivede il giorno dopo in libertà e nello stesso posto dove lo ha bloccato in precedenza a commettere lo stesso reato. E dalle piccole vicende di criminalità di strada alle truffe in grande stile ci ritroviamo fatalmente con un paese difficilmente governabile e se diciamo che vogliamo mettere le manette ai grandi evasori facciamo ridere i polli. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Andrea Mantegna: Rivivere l’antico, costruire il moderno

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Torino, Palazzo Madama, Corte Medievale e Piano Nobile 12 dicembre 2019 – 4 maggio 2020 una grande esposizione che vede protagonista Andrea Mantegna (Isola di Carturo 1431 – Mantova 1506), uno dei più importanti artisti del Rinascimento italiano, in grado di coniugare nelle proprie opere la passione per l’antichità classica, ardite sperimentazioni prospettiche e uno straordinario realismo nella resa della figura umana. Intorno alle sue opere si articolano le testimonianze di una stagione artistica – il Rinascimento in pianura padana, prima a Padova e poi a Mantova – capace di rivivere l’antico e di costruire il moderno. La rassegna presenta il percorso artistico del grande pittore, dai prodigiosi esordi giovanili al riconosciuto ruolo di artista di corte dei Gonzaga, articolato in sei sezioni che evidenziano momenti particolari della sua carriera e significativi aspetti dei suoi interessi e della sua personalità artistica, illustrando al tempo stesso alcuni temi meno indagati come il rapporto di Mantegna con l’architettura e con i letterati.Viene così proposta ai visitatori un’ampia lettura della figura dell’artista, che definì il suo originalissimo linguaggio formativo sulla base della profonda e diretta conoscenza delle opere padovane di Donatello, della familiarità con i lavori di Jacopo Bellini e dei suoi figli (in particolare del geniale Giovanni), delle novità fiorentine e fiamminghe, nonché dello studio della scultura antica. Un’attenzione specifica è dedicata al suo ruolo di artista di corte a Mantova e alle modalità con cui egli definì la fitta rete di relazioni e amicizie con scrittori e studiosi, che lo resero un riconosciuto e importante interlocutore nel panorama culturale, capace di dare forma ai valori morali ed estetici degli umanisti.Il percorso della mostra è preceduto e integrato, nella Corte Medievale di Palazzo Madama, da uno spettacolare apparato di proiezioni multimediali: ai visitatori viene proposta una esperienza immersiva nella vita, nei luoghi e nelle opere di Mantegna, così da rendere accessibili anche i capolavori che, per la loro natura o per il delicato stato di conservazione, non possono essere presenti in mostra, dalla Cappella Ovetari di Padova alla celeberrima Camera degli Sposi, dalla sua casa a Mantova al grande ciclo all’antica dei Trionfi di Cesare.Il Piano Nobile di Palazzo Madama accoglie, quindi, l’esposizione delle opere, a partire dal grande affresco staccato proveniente dalla Cappella Ovetari, parzialmente sopravvissuto al drammatico bombardamento della seconda guerra mondiale ed esposto per la prima volta dopo un lungo e complesso restauro e dalla lunetta con Sant’Antonio e San Bernardino da Siena proveniente dal Museo Antoniano di Padova.
Il percorso espositivo non è solo monografico, ma presenta capolavori dei maggiori protagonisti del Rinascimento nell’Italia settentrionale che furono in rapporto col Mantegna, tra cui opere di Donatello, Antonello da Messina, Pisanello, Paolo Uccello, Giovanni Bellini, Cosmè Tura, Ercole de’ Roberti, Pier Jacopo Alari Bonacolsi detto l’Antico e infine il Correggio. Accanto a dipinti, disegni e stampe del Mantegna, saranno esposte opere fondamentali dei suoi contemporanei, così come sculture antiche e moderne, dettagli architettonici, bronzetti, medaglie, lettere autografe e preziosi volumi antichi a stampa e miniati.
Il comitato scientifico della mostra è composto dai curatori Sandrina Bandera e Howard Burns, con Vincenzo Farinella come consultant curator per l’antico, insieme a Laura Aldovini, Lina Bolzoni, Molly Bourne, Caroline Campbell, Marco Collareta, Andrea Di Lorenzo, Caroline Elam, David Ekserdjian, Marzia Faietti, Claudia Kryza – Gersch, Mauro Mussolin, Alessandro Nova, Neville Rowley e Filippo Trevisani.La mostra, promossa dalla Fondazione Torino Musei e da Intesa Sanpaolo, è organizzata da Civita Mostre e Musei. Il catalogo, comprendente numerosi saggi introduttivi e di approfondimento oltre alle schede scientifiche di tutte le opere in mostra, è pubblicato da Marsilio Editori.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Governo sta ipotizzando un piano da 2 miliardi di euro per l’elettrico

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Ma quante sono le autovetture alimentate a elettricità e ibride presenti in Italia? Poche; secondo l’analisi Facile.it su dati ACI, a dicembre 2018 erano appena poco più di 256.000, vale a dire lo 0,66% del totale parco auto circolante.Guardando alle singole regioni, La Lombardia, con una percentuale di autovetture elettriche/ibride pari all’1,20% del totale mezzi circolanti nella regione, risulta essere l’area più virtuosa d’Italia. Scorrendo la classifica, al secondo posto si posiziona il Trentino-Alto Adige (1,12%), mentre al terzo si trova l’Emilia-Romagna (1,03%). Le regioni meno virtuose, invece, sono la Campania (solo lo 0,13% delle auto è elettrica/ibrida), la Basilicata (0,14%) e la Calabria (0,16%).Nonostante un tasso di crescita a tre cifre (+130% dal 2015 al 2018), i mezzi elettrici e ibridi rappresentano ancora una nicchia; eppure già oggi gli incentivi non mancano, anche dal punto di vista dell’RC auto. Come evidenziato da Facile.it, seppur non vi siano obblighi normativi, alcune compagnie riconoscono sconti per chi vuole assicurare un veicolo “green”, che in alcuni casi possono arrivare ad incidere sino al 20% sul premio finale.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, risoluzione del M5S per fare corsi e concorsi regolari

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

La deputata pentastellata Rosa Alba Testamento ha chiesto “percorsi di specializzazioni continuativi per la formazione dei docenti di sostegno, attraverso la promozione di modelli didattici inclusivi. Occorre rassicurare le famiglie sulla presenza di tale personale, attraverso la pubblicazione di numerosi bandi di concorso, che possano essere continuativi nel tempo, per assicurare l’effettiva copertura delle classi e delle cattedre vacanti e disponibili”. Il presidente Anief, Marcello Pacifico, si dichiara favorevole a condizione che, però, siano inseriti in organico di diritto gli attuali posti in deroga, siano rispettate le ore di insegnamento previste dal PEI di ogni alunno, siano riaperti gli attuali corsi di TFA sostegno senza numero programmato e per il personale con servizio affinché possa partecipare al nuovo concorso riservato. Leggi l’intervista su Orizzonte Scuola.
Dal Governo si continua a parlare di sostegno come settore da migliorare e riformare. Dopo la presa di posizione del sottosegretario all’Istruzione, Lucia Azzolina, la quale in un’intervista televisiva ha detto espressamente di volere agire e «lavorare per aumentare il numero degli insegnanti di ruolo sul sostegno, trasformando parte di quelle cattedre che oggi sono instabili, ovvero destinate alle supplenze, il cosiddetto organico di fatto, in cattedre di diritto», è ancora il M5S a schierarsi: il partito di maggioranza relativa ha presentato una risoluzione affinché il Governo si impegni a garantire maggiore controllo del settore. Rosa Alba Testamento, portavoce molisana del MoVimento Cinque Stelle e componente della Commissione Cultura alla Camera dei Deputati, prima firma della risoluzione, ha giustificato la sua richiesta spiegando che “molte famiglie italiane con bambini e ragazzi in situazioni di disabilità devono ogni giorno scontrarsi con le inadempienze e le carenze di un sistema scolastico che non riesce ad assicurare la copertura delle cattedre scoperte a causa dell’assenza di insegnanti di sostegno e quest’anno, rispetto al passato, la situazione è ancor più critica”.
Anche il ministro dell’Istruzione si è detto favorevole ad ampliare i corsi TFA sostegno: potrebbero essere varati al più presto, per dare una pronta risposta alla cronica mancanza di insegnanti di sostegno nelle scuole italiane. “Abbiamo troppe cattedre di sostegno scoperte – ha affermato Lorenzo Fioramonti illustrando le linee programmatiche del suo mandato in Senato – e troppi insegnanti di sostegno non formati”. Questo impegno si concretizzerà nel prossimo avvio del corso Tfa sostegno V ciclo, al quale potranno partecipare anche i docenti idonei alle precedenti selezioni.
È allo studio del Miur – conferma la rivista Orizzonte Scuola – un ampliamento del numero dei posti nelle varie Università. I posti totali, già autorizzati, sono 40.000. I requisiti di accesso finora noti: abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure laurea coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso + 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e in metodologie e tecnologie didattiche; gli ITP continueranno a partecipare con il diploma fino al 2024/25. Da quella data laurea triennale + 24 CFU.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Università degli Studi di Milano si apre alle nuove tecnologie

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Milano 25 e 26 ottobre 2019, Università degli Studi di Milano, Sala Napoleonica, via Sant’Antonio, 12. Quali sono le sfide che le nuove tecnologie stanno portando agli istituti tradizionali del diritto, dell’economia e del sociale? Se ne parlerà nel Convegno organizzato dal Dipartimento di diritto pubblico italiano e sovranazionale dell’Università degli Studi di Milano con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Milano rivolto ad accademici, studenti, professionisti e mondo dell’industria.
I panel che si succederanno nel corso dei due giorni saranno dedicati a tematiche specifiche: dopo l’introduzione da parte delle Istituzioni, CONSOB, Banca d’Italia ed esperti internazionali si interrogheranno sulle questioni più di sistema che derivano dall’espansione di blockchain. Seguiranno poi panel in cui si tratterà di questioni economiche, dei riflessi delle cripto-monete sul mondo della finanza; parallelamente si indagherà sui presunti nuovi modelli contrattuali, i cosiddetti smart (legal) contracts, che hanno sempre maggiore diffusione.La mattina del 26 si riuniranno esperti per discutere sul come blockchain possa essere messa al servizio di uno sviluppo sostenibile, nonché essa possa modificare i procedimenti di risoluzione delle controversie. Si tratterà infine di GDPR e privacy rispetto ai quali la blockhain sembra porsi come ostacolo. I lavori saranno chiusi da un esperto di CODEX, The Stanford Center for Legal Informatics.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E-commerce delle crociere, ecco perché funziona

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Trenta valute internazionali disponibili, transazioni sicure, user experience fluida e intuitiva. Sono le chiavi del successo del servizio e-commerce di Taoticket, agenzia di viaggi online specializzata in crociere, e dello shop sul suo canale italiano Ticketcrociere.
Se acquistare voli, traghetti, hotel in e-commerce oggi è molto diffuso, la crociera ha un target diverso e un gran numero di variabili da considerare rispetto alla prenotazione di una camera d’albergo dove è semplice standardizzare l’offerta.Quando si sceglie una crociera, si parte da circa 20 tipi di cabine, tra yacht club, suite, esterne, con balcone, interne, cabine a prua, a poppa, vicine o lontane dagli ascensori, per citare alcune opzioni. Poi ne subentrano altre, tra cui le diverse tariffe, i pacchetti, le politiche di sconto per chi acquista online, i codici sconto cumulabili per i possessori di fidelity card delle compagnie di navigazione. Un prodotto sfaccettato come quello delle crociere va strutturato per accompagnare per mano il cliente nell’acquisto, anche attraverso una user experience semplice e intuitiva.Il 10% del prodotto viaggia su e-commerce, il restante 90% è venduto dalle agenzie di viaggi online e tradizionali. «Sono percentuali che si mantengono costanti nel tempo; per quanto ci riguarda, siamo partiti dal 5% tre anni fa e adesso siamo allineati alla media del 10%, con picchi del 12% – dichiara il responsabile Qualità e Produzione di Ticketcrociere Andrea Barbaro – Quello che sta facendo la differenza, anche a livello di reputation, è che offriamo l’e-commerce per tutte le valute internazionali, circa 30. Le principali sono euro, dollaro, sterlina e yuan, la moneta cinese».Bisogna poi fare i conti con la resistenza del mercato Italia. «È questione di cultura; gli italiani sono legati all’acquisto tradizionale, preferiscono parlare e trattare – spiega Barbaro – Nonostante la nostra azienda abbia visibilità maggiore in Italia, in percentuale l’e-commerce funziona molto di più all’estero. Le cose però stanno cambiando: le transazioni online sono diventate molto sicure, ancor più dal 14 settembre scorso, con l’obbligo di inserire ulteriori codici di sicurezza nelle operazioni online». Per adeguarsi alle richieste italiane, l’e-commerce proposto da Ticketcrociere offre due strade: l’acquisto immediato con carta di credito; la possibilità di pagare mediante bonifico che di fatto lascia opzionata una cabina per 2-3 giorni, fino all’arrivo del pagamento.Ticketcrociere è il brand italiano di Taoticket S.r.l, agenzia di viaggi online specializzata nel segmento crociere che nel 2018 ha fatto registrare quasi 20mila prenotazioni, per un volume d’affari di circa 16 milioni di euro. Per il 2019 l’azienda prevede una crescita del 22%, con un fatturato che toccherebbe quota 20 milioni di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Osservatorio sui bilanci delle SRL”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Non si arresta la crescita delle SRL in Italia, seppur il ritmo segna una moderata decelerazione: gli addetti aumentano del+3,8% e il fatturato del +6,3%. Questa la fotografia scattata dall’ “Osservatorio sui bilanci delle SRL” per il Triennio 2016-2018” realizzato dal Consiglio e dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti. Lo studio, che ha riguardato 367.350 Srl, propone un’elaborazione dei principali indicatori economici ed ha confermato il trend emerso nella primavera scorsa. In particolare oltre ad addetti e ricavi, cresce il valore della produzione (+6%) ed il valore aggiunto (+5,7%). Migliora invece la quota di Srl che nel 2018 chiudono il bilancio in utile, passando dal 70,3% del 2017 al 71,6% del 2018 (+1,3%). In linea anche il ROE che si attesta al 12,4% (+0,8% rispetto al 2017) e il ROI (+3,3% sul 2017). Un quadro positivo se paragonato all’andamento globale dell’economia italiana che nello stesso periodo ha registrato una stagnazione del PIL. La tenuta del trend di crescita coinvolge tutti i comparti, con una accelerazione per costruzioni, trasporti e servizi professionali. Rallentano invece industria, commercio, ristoranti ed alberghi.Nel dettaglio, emerge per quanto riguarda gli addetti, il settore dei trasporti (+12,5%), seguito da alberghi e ristoranti (+5,5%) mentre per fatturato il comparto in maggiore espansione risulta quello dei servizi (+8,1) che precede i trasporti (+8%).In relazione alle dimensioni, si conferma la tendenza che vede le grandi aziende più performanti delle piccole. Infatti le medie e le grandi trainano l’incremento, aumentando rispettivamente del +4,3% e del +9,6% a fronte delle micro che registrano un calo del -1,5%.Soprattutto in relazione al valore aggiunto, sono le medie e grandi imprese a trainare la crescita (+5,9% e +9,9% rispettivamente l’incremento nel 2017), mentre le piccole crescono di meno (+3,1%) e le micro sono in calo (-0,9%). Una dinamica simile si riscontra per ciò che concerne le variazioni di fatturato, valore della produzione e numero di addetti. Le Srl in Italia globalmente sono 866.247 pari a quasi 5,5milioni di addetti per un fatturato di 1.219miliardi di euro. Il 61,7% è costituito da microimprese (ovvero aziende con fatturato fino a 350mila euro, il 26,9% da piccole imprese (fatturato compreso tra 350mila e 2milioni di euro) ed il restante rispettivamente da medie (9,5%) e grandi (1,9%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Due innovative pubblicazioni scientifiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Bilbao (Spagna) Il dottor Luca Aiello e il dottor Daniele Bellantonio della Uo di Anestesia e Rianimazione di Forlì, diretta dal dottor Stefano Maitan, hanno presentato, nel settembre scorso, due importanti pubblicazioni scientifiche al 38° congresso Europeo di Anestesia Loco-regionale (ESRA: European Society of Regional Anesthesia), svoltosi a Bilbao, in Spagna.
I due lavori rappresentano due innovative esperienze applicate nell’ospedale “Morgagni – Pierantoni” di Forlì.
Una riguardava un nuovo approccio anestesiologico al carcinoma della mammella e l’altra al tumore della prostata, trattato con la chirurgia robotica. “Il carcinoma della mammella – spiega il dottor Luca Aiello – è la neoplasia maligna più frequente nelle donne e ne rappresenta, in Italia, la prima causa di morte per tumore. Il trattamento chirurgico, associato alla chemioterapia e/o radioterapia, rappresenta la terapia di elezione. Circa il 30-40% delle pazienti affette da carcinoma mammario vanno incontro a mastectomia, cioè asportazione dell’intera ghiandola mammaria. Questa tecnica chirurgica richiede un ampio uso intraoperatorio e postoperatorio di farmaci oppioidi, spesso con un controllo del dolore non adeguato. Tali farmaci, inoltre, presentano effetti collaterali quali stipsi, nausea e vomito e recentemente sono stati anche chiamati in causa come probabili co-responsabili della ripresa di malattia oncologica, a distanza di tempo. Recentemente abbiamo trattato una donna alla decima settimana di gravidanza, affetta da carcinoma mammario, candidata ad intervento di mastectomia. Abbiamo adottato un protocollo di anestesia basato sul solo approccio loco -regionale associato ad una leggera sedazione, evitando così l’uso di oppiacei sia nel periodo intraoperatorio che postoperatorio, con grande beneficio per la gestante e per il feto, essendo farmaci in grado di attraversare il filtro placentare. La tecnica di anestesia prevede una iniezione di anestetico locale sotto guida ecografica, sul dorso della paziente, in vicinanza della scapola del lato da operare. Tale nuovo approccio anestesiologico ha permesso di eliminare la necessità di ulteriori analgesici nel post-operatorio con minore impatto per il feto. La paziente è stata precocemente mobilizzata e dimessa dalla struttura ospedaliera e la gravidanza è stata portata a termine senza problematiche. “L’approccio robotico – prosegue il dottor Daniele Bellantonio – è diventato la metodica di scelta per il trattamento chirurgico del tumore della prostata. A Forlì abbiamo elaborato un protocollo di anestesia che combina il beneficio delle tecniche locoregionali all’anestesia generale. Così facendo si riduce il consumo di farmaci oppiacei sia nel periodo intraoperatorio che postoperatorio e le complicanze ad essi correlati quale stipsi, nausea e vomito. Dalla nostra esperienza è emersa oltre ad una riduzione del dolore post-operatorio, anche la completa risoluzione del disagio dovuto alla presenza del catetere vescicale. Viene così garantita una più precoce mobilizzazione del paziente ed una ridotta degenza ospedaliera riducendo, di conseguenza, i costi della spesa sanitaria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Fermare il sistema degli appalti nel mercato del lavoro, basta cooperative spurie

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

USB chiede al ministro del Lavoro ed al governo un atto politico e legislativo coraggioso e coerente con gli intenti dichiarati per porre fine al sistema degli appalti che sovrintende il mercato del lavoro ove la logica del massimo ribasso nell’offerta produce il risultato di un risparmio sulla pelle delle lavoratrici e dei lavoratori basato sull’applicazione dei contratti meno vantaggiosi per gli stessi, sulla contrazione dei diritti, sulla proliferazione delle illegalità contrattuali, fiscali, quando non anche dell’evasione/elusione e riciclaggio dei proventi da attività criminali.Gli attori centrali di questo fenomeno sono le forme di somministrazione del lavoro e le cooperative spurie, ormai divenute maggioranza nel movimento cooperativo, che sempre più sono protagoniste di truffe ai danni dei lavoratori e dello Stato.Le notizie di reato vanno di pari passo con la loro “notevole resistenza alle difficoltà della crisi” (fonte Unioncamere).
In Italia parliamo di 150.000 soggetti con una presenza pari al 45% nel sud del paese ed una maggiore capacità occupazionale al nord (si tratta del 2,1 % delle imprese con 1 milione e 400.000 addetti), ma dietro tale vivacità imprenditoriale si cela un uso distorto della forma cooperativa.Nel 2017 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha infatti eseguito controlli su 3317 cooperative; di queste 1826 (55%) sono risultate fuori norma con un numero di lavoratori irregolari pari a 16838 di cui 1444 completamente in nero.Il ricorso al lavoro irregolare (che ne abbassa il costo del 50%) genera un’evasione contributiva che si calcola in oltre 10 miliardi di € (fonte Vita).
I mutamenti intervenuti nel diritto societario ed in quello del lavoro hanno trasformato profondamente il sistema cooperativo rendendolo sempre più strumentale a meccanismi economici di sfruttamento ed aggiramento delle normative sul lavoro.Ne esce assolutamente mortificato l’art. 45 della nostra Costituzione in quel dettato che sancisce: “La Repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità e senza fini di speculazione privata”. Un mercato del lavoro che ruba salari ai lavoratori, che sottrae risorse allo Stato, che produce un’ulteriore degenerazione della capacità imprenditoriale del paese, che alimenta l’economia della malavita organizzata è una mostruosità che va debellata senza se, senza ma, senza nessuna ipocrita titubanza.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo. La grande evasione la fanno i piccoli evasori. Informare Di Maio

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

“E’ la somma che fa il totale”. E’ una celebre frase dell’insuperabile Totò nel film “Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi”. Ovviamente, il totale è il risultato della somma, intesa come operazione aritmetica, ma il concetto sembra di difficile comprensione ai nostri governanti, a proposito della evasione fiscale.Vediamo.
Scrive l’Istat che “Il valore aggiunto, generato dall’economia non osservata (cioè in nero), ovvero dalla somma di economia sommersa e attività illegali, si è attestato a poco meno di 211 miliardi di euro” l’anno.
Di questi 211 miliardi di economia in nero, 19 sono dovuti ad attività illegali. Rimangono 192 miliardi di economia in nero e, come scrive l’Istat, “il 41,7% del sommerso economico si concentra nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio, trasporti e magazzinaggio, attività di alloggio e ristorazione”. Insomma, commercianti, ristoratori, albergatori e trasportatori, “producono”, si fa per dire, 80 miliardi di economia in nero. Il lavoro irregolare, cioè in nero, vale 79 miliardi dove, scrive l’Istat, “la domanda di prestazione lavorative non regolari da parte delle famiglie è rilevante”.Ovviamente, il tutto esentasse. Passiamo ai lavoratori autonomi, che fanno la loro parte, perché le imposte evase ammontano a 33 miliardi di euro sui 97 dovuti (commissione Giovannini). Nonostante l’apprezzamento di un suo collega di governo, ci riesce difficile credere che il ministro Di Maio studi i dossier, anche quelli sulla evasione fiscale. Nei giorni scorsi abbiamo sentito il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, invocare il carcere per i grandi evasori.Occorre ricordare che le piccole e medie imprese rappresentano il 99,9% delle imprese italiane, mentre le grandi imprese sono appena lo 0,1%. Facile, quindi, controllare le grandi imprese. Di Maio ci dovrebbe dire quali sono le grandi imprese che evadono e quanto evadono, altrimenti si fa propaganda elettorale, additando il nemico di turno: le multinazionali, le banche, ecc.
Storia già vista: in momenti di difficoltà si individua un nemico su cui far concentrare l’attenzione del popolo. Lo facevano anche nell’antico Egitto. Qualcuno dovrebbe informare Di Maio che la grande evasione la fanno i piccoli evasori. Eppure, capire che è la somma che fa il totale, non è difficile; lo diceva anche Totò ai giovani d’oggi. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campi Flegrei: uno studio integrato svela struttura e dinamica

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Mappate, mediante l’integrazione di tecniche avanzate di analisi di interferometria radar e sismica, le porzioni della struttura interna del supervulcano flegreo, attualmente più attive in termini di concentrazione degli sforzi, di dinamica del suolo ed emissione fumaroliche superficiali. A rivelarlo, uno studio condotto da Cnr, Ingv e Università Federico II di Napoli, pubblicato su Remote Sensing of Environment. Individuate le regioni interne più attive dei Campi Flegrei mediante l’integrazione di indagini geofisiche, della sismicità e delle deformazioni del suolo dell’area telerilevata. A mettere in luce le parti più attive del supervulcano flegreo, situato ad occidente dell’area urbana napoletana, uno studio condotto dall’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irea), dall’Osservatorio vesuviano dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv-Ov) e dal Dipartimento di scienze della terra dell’ambiente e risorse dell’Università degli studi di Napoli Federico II, in collaborazione con INVOLCAN (Instituto Volcanológico de Canarias, Tenerife, Spagna) e Institute for Geosciences JGU (Johannes Gutenberg-Universität Mainz). La ricerca, ‘Volcanic structures investigation through SAR and seismic interferometric methods’, è stata pubblicata su Remote Sensing of Environment. “L’integrazione di tecniche di analisi innovative dei dati satellitari e sismici”, spiega il coordinatore scientifico Pietro Tizzani, ricercatore Cnr-Irea, “ha permesso di mappare le porzioni della struttura interna del supervulcano flegreo attualmente più attive sia in termini di concentrazione degli sforzi, che di dinamica del suolo”. In particolare, i risultati sono ottenuti dai dati radar satellitari in banda X della costellazione Cosmo-SkyMed dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), elaborati presso i laboratori del Cnr-Irea di Napoli insieme ai dati sismici acquisiti dalla rete di monitoraggio permanente dell’Ingv-Ov.Inoltre, spiega Francesca Bianco, direttrice Ingv-Ov, le analisi integrate hanno evidenziato “come l’area a est della solfatara, in prossimità della regione fumarolica di Pisciarelli, rappresenti la porzione di caldera caratterizzata dai più alti tassi relativi di deformazioni del suolo, tra il 2011 ed il 2014, a cui corrisponderebbe, a una profondità tra gli 0.8 ed 1.2 km, una regione caratterizzata dalla massima concentrazione di sismicità registrata: tendenza che prosegue anche dopo il 2014”.I risultati della tecnica di interferometria sismica impiegata nell’analisi, nota come Ambient Noise Tomography (ANT), hanno poi evidenziato in quest’area una porzione di crosta in cui si registra un significativo cambiamento nella velocità di propagazione delle onde sismiche, che testimonierebbe la presenza di corpi geologici con caratteristiche meccaniche diverse rispetto alla regione ad est di Pisciarelli. Variazioni probabilmente legate a intensi fenomeni idrotermali estesi tra la superficie topografica e circa 1.5 km di profondità, che andrebbero a costituire strutturalmente il sistema di interconnessione della sorgente magmatica profonda con la superficie. Tale interpretazione è supportata anche dall’intensa attività fumarolica registrata tra la solfatara e la località Pisciarelli nel periodo 2011-2014.
“La ricerca”, conclude Riccardo Lanari, direttore Cnr-Irea, “rappresenta un esempio di come la collaborazione e l’integrazione multidisciplinare delle professionalità presenti nel contesto scientifico partenopeo delle scienze della terra, abbiano portato ad un avanzamento significativo della conoscenza della natura e del comportamento del vulcano flegreo e dello sviluppo tecnologico dei sistemi per il monitoraggio vulcanico, fondamentale sia per lo studio della loro struttura interna sia per il riconoscimento delle regioni dinamicamente più attive con relativa gestione del rischio”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Allumette, un capolavoro di Tomi Ungerer

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Da oggi in libreria per Camelozampa. Un capolavoro del grandissimo autore e illustratore Tomi Ungerer, che torna sugli scaffali delle librerie italiane dopo decenni di assenza e per la prima volta in edizione integrale e come albo illustrato: Allumette, deliziosa riscrittura della storia della piccola fiammiferaia. È la vigilia di Natale. La piccola Allumette, orfana, è stanca, affamata, mezza congelata nei suoi stracci. Le vetrine dei negozi sono colme di
meraviglie, le strade piene di gente alle prese con gli ultimi acquisti, ma nessuno vuole comprare i suoi fiammiferi. Il suo destino sembra segnato… Ma a mezzanotte, ormai stremata, Allumette esprime un desiderio. Ed ecco, dal cielo cominciano a piovere torte, salsicce, giocattoli e ogni ben di Dio! Ce n’è per tutti e Allumette è pronta a condividere: fonderà un’organizzazione per aiutare i poveri di tutto il mondo.La riscossa della piccola fiammiferia, una storia di riscatto, speranza e solidarietà: con il suo inconfondibile tono ironico, Tomi Ungerer si infila nella fiaba di Andersen per farne un racconto sul consumismo e l’egoismo della nostra società, e poi ne ribalta il finale, restituendoci il ritratto di una ragazzina forte e determinata, intraprendente e generosa.
Picture book tra i più noti e amati del grande autore e illustratore vincitore dell’Hans Christian Andersen Award, già tradotto in nove lingue, Allumette arriva ora ai lettori italiani in edizione integrale e grande formato.
scritto e illustrato Tomi Ungerer traduzione di Sara Saorin cm 22 x 28, 40 pp., euro 16.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fazzolari (FdI): Rischio tempesta finanziaria, rimpatriare subito riserve auree italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

“L’Italia riporti subito in Patria le sue riserve auree custodite all’estero. È partita la corsa all’oro in tutto il mondo per timore di una tempesta finanziaria: Russia e Cina aumentano le riserve auree, Germania e Austria lo rimpatriano; Usa, Uk, Francia e Svizzera costituiscono il “Golden Billion Group” e detengono riserve auree di molti Stati esteri. Mentre l’Italia, che è il terzo Stato possessore di riserve auree al mondo, lascia all’estero gran parte dei suoi lingotti. Una assurdità alla quale Fratelli d’Italia ha provato a mettere fine con una mozione, a mia firma, che è stata vergognosamente bocciata con il voto contrario di tutte le altre forze politiche: PD, M5S, Lega e FI. Oggi che il tema torna prepotentemente di attualità ed espone la Nazione a gravissime conseguenze, Fratelli d’Italia torna a chiedere che il governo e Bankitalia si attivino immediatamente per riportare all’interno dei confini nazionali l’oro degli italiani”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari, responsabile nazionale del programma di FdI.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso per Amministratore Condominiale

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

“Siamo orgogliosi dei 16 ragazzi che hanno voluto partecipare alla prima edizione del Corso per Amministratore Condominiale, il progetto pilota a livello nazionale, attivato dall’ I.S. BESTA di Treviso e organizzato dall’ente di formazione Primarete con il patrocinio di RevCond (Associazione Revisori Condominiali) e CONFASSOCIAZIONI. 16 ragazzi che da oggi, nonostante la giovane età, sono pronti per esercitare la professione.” Lo ha dichiarato in una nota Giorgio GRANELLO, Presidente di CONFASSOCIAZIONI NORD ITALIA. “La collaborazione con l’Istituto trevigiano partita nel febbraio del 2018 – ha continuato GRANELLO – ha rappresentato una vera sfida per CONFASSOCIAZIONI, ma i risultati ci hanno dato ragione. I ragazzi hanno partecipato con grande impegno ed entusiasmo alle lezioni in aula (40 ore frontali) e agli stage (200 ore) presso studi professionali della zona. Due di loro hanno già avuto un contratto di lavoro a tempo indeterminato, mentre gli altri un futuro lavorativo di tutto rispetto. Infine, oltre a prepararci per il secondo ciclo sempre al Besta di Treviso, nell’anno scolastico 2018/2019 la stessa iniziativa è stata attivata all’Istituto Bertarelli Ferraris di Milano come pure stiamo valutando le richieste provenienti da altre scuole italiane.” “Il Corso per Amministratore Condominiale è un progetto pilota in quanto il Besta – ha evidenziato il Responsabile scientifico di Primarete Srl, Deborah FURCI – è stato il primo istituto di scuola superiore in Italia ad aver avviato, utilizzando la modalità dell’alternanza scuola-lavoro, un percorso di studio per il titolo di amministratore condominiale sulla base del DM 140/2014. Attraverso la nostra collaborazione ogni anno a rotazione, le associazioni del settore aderenti a CONFASSOCIAZIONI, prenderanno in affidamento gli under 20 una volta terminato il percorso. Tra i ringraziamenti non possono mancare i professionisti di Primarete che hanno svolto gratuitamente una funzione di docenza insostituibile e indispensabile per la piena riuscita del progetto. Ringrazio infine la FIGIAC e il suo Presidente Francesco Vittorio SCIUBBA, per aver accolto i primi 20 neo amministratori di Treviso nella associazione da lui rappresentata.”

Posted in Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »