Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Oltre la web-tax

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 novembre 2019

Roma. Ore 10,00 – Hotel Nazionale sala cristallo Piazza di Monte Citorio 131 Apertura dei lavori a cura di Carlo Sangalli, Presidente Confcommercio Imprese per l’Italia
10:40 – Presentazione della ricerca “LA CONCORRENZA ASIMMETRICA”, Marco Gambaro, Docente di Economia Università Statale di Milano
11:20 – Tavola rotonda con: Dario Bossi, Vice Presidente Vicario di Ancra Confcommercio, Senatore Gianni Pittella, Commissione Politiche dell’Unione Europea, Onorevole Andrea Dara, Commissione Attività Produttive, Onorevole Carla Ruocco, Commissione Finanze, Andrea Scozzoli, Presidente di Aires Confcommercio
12:30 – Conclusioni a cura dell’Onorevole Mirella Liuzzi, Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico
L’avvento delle piattaforme multinazionali di intermediazione commerciale online ha dato vita a nuove forme distributive e a nuove strutture di organizzazione del commercio. Affinché queste trasformazioni possano rappresentare una vera opportunità – non solo per i consumatori ma anche e soprattutto per il Paese – è necessario che tutti gli operatori usufruiscano di pari condizioni competitive o quantomeno – ove non sia oggettivamente possibile applicare le medesime norme – di regolamentazioni simmetriche. L’analisi dello scenario complessivo, promossa da Aires e Ancra Confcommercio con un focus particolare sul settore dell’elettronica di consumo, si propone di esplorare le aree in cui la mancanza di questa parità di condizioni sta creando distorsioni della concorrenza e danni per tutta la collettività.Il Mercato dell’Elettronica di Consumo è tra i settori che più subiscono questa situazione di concorrenza asimmetrica e per il quale il problema si pone in maniera particolarmente stringente. Ogni anno gli Italiani spendono in prodotti elettrici ed elettronici (compresi i giocattoli) – dato Gfk 2018 – quasi 18 miliardi di Euro, di cui circa il 18% venduti tramite canali online, pari a 3,2 miliardi di Euro. Di questi oltre 3 miliardi, circa il 60%, sono generati da vendite che transitano attraverso piattaforme multinazionali di intermediazione digitale, e ovviamente queste percentuali sono destinate a ampliarsi.Al netto della Web Tax, tema estremamente attuale e dibattuto quando si pensa alla vendita online, sono numerose le discrasie evidenti nel confronto non tra commercio tradizionale e commercio elettronico, ma tra moderni rivenditori omnicanale e piattaforme multinazionali di intermediazione online.La Web Tax dunque non esaurisce il tema della regolamentazione delle piattaforme multinazionali di intermediazione online, anzi è solo uno dei molti profili critici di una situazione per la quale è necessario intervenire non solo a livello fiscale ma anche e soprattutto dal punto di vista delle norme di sistema e di politica economica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: