Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 25

La professoressa Marta Cartabia nuovo presidente della Corte costituzionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 dicembre 2019

Roma “Sono contenta per l’elezione, a Presidente della Corte Costituzionale, della professoressa Marta Cartabia, apprezzata e stimata giurista e costituzionalista. Prima donna a ricoprire l’alto incarico, sono certa che saprà svolgere al meglio le funzioni attribuite. Il voto unanime è il riconoscimento tangibile delle indiscusse qualità. È un momento storico per il nostro Paese, che per la prima volta registra una parità di genere nelle più Alte Cariche dello Stato. Alla Presidente Cartabia esprimo le più fervide congratulazioni e felicitazioni, unitamente ai migliori auguri di buon lavoro”.Cosi il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, sull’elezione di Marta Cartabia a Presidente della Corte Costituzionale. Da parte sua Giorgia Meloni presidente di Fratelli d’Italia, così scrive su Twitter: Congratulazioni al neo presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartabia. Con la sua capacità e competenza saprà dimostrare che il tabù di una donna alla guida della Consulta avrebbe dovuto essere abbattuto prima. Sinceri auguri di buon lavoro da parte mia e di Fratelli d’Italia» (n.r. Ci associamo agli auguri espressi dal vice ministro dell’economia e da Giorgia Meloni per tale nomina. Non siamo tra quelli portati a valutare i meriti in base alle scelte di genere ma intendiamo riconoscere, semmai, il valore delle persone in quanto tali e la professoressa Cartabia è una tra queste come lo è su un altro fronte l’on.le Giorgia Meloni. Per quest’ultima suggerimmo, a dispetto dell’età che non l’avrebbe consentito, una sua candidatura alla presidenza della repubblica. Oggi vorremmo, a tutto tondo, pensare che la professoressa Cartabia potrebbe essere la giusta personalità per succedere all’attuale presidente della repubblica nel suo fine mandato tra qualche anno. Lo diciamo convintamente proprio perché in Italia, da anni, si sta gettando discredito sulle istituzioni minando seriamente il rispetto delle stesse da parte degli italiani e, a volte, a ragione se si pensa a talune scialbe figure che sono state demandate a rappresentarle.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: