Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Storia del Premio “Natale Ucsi”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 dicembre 2019

Il Premio giornalistico nazionale “Natale Ucsi” nasce oltre 25 anni fa dall’idea di un gruppo di amici, affermati giornalisti del territorio scaligero aderenti all’U.C.S.I. (Unione Cattolica Stampa Italiana) di Verona, quale riconoscimento del valore di “notizia” anche alla “cronaca del bene”.Il Premio incontra subito il sostegno dell’Ufficio regionale delle comunicazioni sociali delle Conferenza episcopale triveneta e della Fondazione Cattolica Assicurazioni che da sempre sostiene e rende possibile il Premio, condividendone i principi ispiratori. Negli anni abbracciano l’iniziativa anche Comune di Verona, Ordine Giornalisti del Veneto, Società Athesis, BPV- Banco BPM, fino al patrocinio dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, che nel 2013 eleva il Premio nato sulle sponde dell’Adige a Riconoscimento “pienamente” nazionale. Dopo la scomparsa, nel 1997, del giornalista Giuseppe Faccincani, il “profe” de L’Arena, il Premio (dedicato a giornalisti e reporter di carta stampata, online, TV e Radio, che attraverso i propri articoli/servizi testimoniano i valori della solidarietà, integrazione sociale, convivenza civile, fratellanza, attenzione verso il prossimo, difesa dei diritti e della dignità umana), viene rinnovato alla sua memoria. Nato a Cadidavid nel 1923, a soli 16 anni Faccincani si dedica al giornalismo, muovendo i primi passi nella redazione di Verona libera, per poi entrare al Corriere del mattino diretto da Pietro Gonella, e nel 1948, nella redazione de l’Arena, di cui diviene capocronista e caposervizio per diverse pagine. Qui rimane fino al 1993, incarichi esterni lo tengono vicino al giornale fino agli inizi del tragico 1997. Fu proprio lui a sostenere l’idea del Premio Ucsi lanciata da Gianfranco Tommasi, veterano dell’Ucsi di Verona, e fin dall’inizio caldeggiata da tutti i soci: «Se riuscissimo a rianimare quel certo modo di intendere la professione che oggi sta cadendo in disuso – diceva – , quel sapere cogliere ogni notizia, anche quelle che non rivelano solo il “mal fare” o “mal essere”, ma anche il bene… Se riuscissimo ad incoraggiare i colleghi a non avere paura di dar voce alla speranza…». Memoria storica della città, Faccincani, già presidente dei giornalisti cattolici di Verona, si impegna nell’attività sindacale di categoria costituendo l’Assostampa di Verona e assumendone la presidenza per oltre un ventennio. Consigliere regionale e nazionale dell’Odg e della Casagit è stato presidente del Cenacolo dei poeti veronesi, per cui ha pubblicato il giornale “El Cenacolo”. Negli anni ’40 vince alcuni concorsi di poesia e pubblica saggi di giornalismo sul dialetto e traduzioni dal latino al dialetto veronese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: