Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Archive for 27 dicembre 2019

L’ultima moda dell’inverno 2020

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Passo del Tonale (TN/BS) Anche trascorrere la notte totalmente avvolti dalla neve a 2750 metri di altezza può diventare un’esperienza estremamente piacevole da vivere e da ricordare: dipende dai comfort che si hanno a disposizione e dal luogo in cui si soggiorna. In questo senso, il Ghiacciaio Presena si candida ad essere il luogo cult dell’inverno 2020.All’ormai celebre Ice Music Festival (una kermesse musicale di oltre 50 concerti ospitati in un igloo da 300 posti e suonati con 17 strumenti rigorosamente di ghiaccio), si affiancherà, a partire da Capodanno, un’iniziativa in più: accanto al Rifugio Capanna Presena e a pochi metri dall’ EQ ICE DOME sono state realizzate infatti tre lussuose camere-igloo. “Abbiamo iniziato a parlare del progetto delle Ice Room non appena conclusa la prima edizione di Ice Music Festival: l’idea è quella di una continua ricerca e sviluppo del prodotto turistico che ruota intorno al ghiacciaio del Presena, riuscendo ad impreziosirlo ogni anno con delle novità. La società Capanna Presena ha subito accettato la scommessa delle camere di ghiaccio inserendosi a pieno in questa visione che sicuramente potrà dare a tutti grandi soddisfazioni sul piano dell’immagine di località” commenta Michele Bertolini, consigliere delegato Consorzio Pontedilegno-Tonale. Ogni camera è ispirata ad un tema particolare: c’è la Arctic Room, arricchita da sculture che richiamano un paesaggio artico con orsi polari, foche e stalattiti. C’è la Forst Room in cui campeggiano botti di legno immerse in un bosco con cervi e caprioli, a simboleggiare il legame tra la famosa birra altoatesina e il territorio montano. C’è infine la Chalet Room, in cui è stata rievocata una cascina tipica montana, completa di caminetto, arredi e sullo sfondo un borgo alpino.Delle vere opere d’arte “temporanea” perché ovviamente saranno fruibili solo fino a primavera quando inevitabilmente si scioglieranno. Una caratteristica che le rende ancora più esclusive.Ma, a rendere particolare l’esperienza è ovviamente la possibilità di trascorrere la notte in un igloo, magari dopo aver assistito al concerto nell’EQ Ice Dome. Per gli inuit e le popolazioni artiche nulla di straordinario, ma alle nostre latitudini e sull’arco alpino iniziative analoghe si contano sulla punta delle dita di una mano. Eppure, le stanze-igloo vengono incontro a un secolare principio delle popolazioni della Val di Sole: “dormire al freddo e mangiare al caldo”. La temperatura interna nella stanza rimane sempre attorno ai 4 gradi. Pochi ma di gran lunga più alti delle temperature glaciali che si registrano sul Presena di notte (si arriva anche a -30°C).Rigorosamente di ghiaccio sono anche gli arredi della stanza e ovviamente il letto: sulla sua base viene infatti posto un materasso in pvc, una coperta per isolare termicamente e poi un materasso normale. Su di esso viene collocato un piumino inserito dentro a calde coperte di flanella. Il risultato è straordinario: dormire all’interno dell’igloo, anche grazie alla suggestiva illuminazione assicurata da eleganti lampade a led, risulterà comunque molto confortevole. Tanto più che gli ospiti avranno a disposizione i servizi di alto livello garantiti dalla adiacente Capanna Presena, un rifugio totalmente ristrutturato con fondi privati nel 2016. In particolare, a loro sarà riservata, dalle 21 alle 24, l’accesso alla suggestiva Spa (composta da idromassaggio, sauna e bagno turco dai quali si può ammirare il panorama mozzafiato del ghiacciaio Presena illuminato solo da luna e stelle). Lo stesso gruppo di lavoro si è poi dedicato a impreziosire il percorso che, dal Passo del Tonale porta all’Ice Dome: quattro grandi sculture, dedicate al connubio tra sport invernali e musica. Nella prima, collocata alla partenza della cabinovia Paradiso al Passo del Tonale a 1850 metri, un atleta fa una discesa libera su un tracciato realizzato su uno spartito musicale. Nella seconda, la più imponente, posta all’arrivo della cabinovia a 2587 metri, uno sciatore fa da sfondo a un grande divano nel quale i turisti possono sedersi per l’immancabile foto.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conferenza stampa Rai: “Il cantante mascherato”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Roma Mercoledì 8 gennaio Ore 12.00 Studio 5 – Studi Fabrizio Frizzi Ettore Romagnoli, 30 Conferenza stampa IL CANTANTE MASCHERATO Condotto da Milly Carlucci. Un programma di Milly Carlucci Giancarlo De Andreis e di Luca Alcini, Maddalena De Panfilis, Giovanni Giuliani, Francesco Saverio Sasso, Svevo Tognalini , Simone TroschelRegia di Luca Alcini Prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy Otto celebrità si esibiscono in performance canore in forma anonima nascosti dietro una maschera pittoresca e spettacolare. Condizione fondamentale è l’assoluta segretezza: la reale identità dei concorrenti verrà svelata in diretta soltanto al momento della loro eliminazione. A giudicare le esibizioni quattro giurati d’eccezione Patty Pravo, Ilenia Pastorelli, Flavio Insinna e Guillermo Mariotto – il televoto del pubblico e quello sui social. Intervengono: Teresa De Santis – Direttore Rai1 Maria Teresa Fiore – Vicedirettore Rai1 Milly Carlucci e i quattro componenti della giuria In onda su Rai1, venerdì 10 gennaio in prima serata.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rai: Presentazione della serie “La guerra è finita”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Roma Martedì 7 gennaio Ore 10.30 Casa del cinema Largo Marcello Mastroianni, 1 Presentazione della serie La guerra è finita
Con Michele Riondino, Isabella Ragonese, Valerio Binasco Regia di Michele Soavi Una produzione PALOMAR in collaborazione con RAI FICTION “La guerra è finita” inizia poco dopo la Liberazione, nei mesi in cui – dopo la tragedia dei campi di sterminio – i sopravvissuti tornano a casa. Tra questi, anche bambini e adolescenti che hanno visto e vissuto l’orrore. Questa storia parla di loro e di adulti coraggiosi che aiutano questi ragazzi a tornare alla vita. In un’Italia provata, miserabile, ridotta in macerie, i ragazzi scoprono il rispetto reciproco, la solidarietà, la voglia di giocare, studiare, lavorare, amare e raccontare la loro perduta umanità. Al termine della proiezione, ore 12.00 circa, conferenza stampa con il cast.Serie tv in quattro serate In prima visione su Rai1 da lunedì 13 gennaio ore 21.25

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostegno: diritto allo studio del disabile

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, è stato intervistato ai microfoni della trasmissione radiofonica ‘Effetto Giorno’ de Il Sole 24 ore sulla spinosa tematica del sostegno. Purtroppo il sostegno è sempre un grosso problema in Italia, come ci racconta anche la cronaca. L’ultimo caso: il Tar di Napoli ha riconosciuto 300 euro al mese a una ragazza gravemente disabile che aveva solo 12 ore di sostegno a settimana, pur avendone diritto a 40 ore. Adesso i ricorsi potrebbero aumentare, con risarcimenti fino a mille euro al mese.
Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ha dichiarato che il problema è più serio di quello che sembra. Infatti, i docenti di sostegno che attualmente mancano sono “più di 70mila e addirittura i 50mila utilizzati sono chiamati come precari. Viviamo dunque in un limbo, non è garantito il diritto allo studio dei nostri studenti disabili. Le famiglie possono e devono ricorrere: Anief ha attivato, come ogni anno, il ricorso Sostegno, non un’ora di meno!; il giudice sicuramente darà ragione a loro, risarcendoli e assegnando il monte ore che spetta allo studente diversamente abile”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Docenti di religione cattolica, nel 2020 torna il concorso ma servirà a poco

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Disco rosso per la procedura riservata ai supplenti storici richiesto da Anief in audizione, sarà ricorso in tribunale: in base al decreto salva precari approvato in Senato, appena 2 mila precari su 10 mila potranno essere assunti di ruolo. Eppure i posti vacanti per assumerli ci sono tutti. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, esprime tutto il suo disappunto per il mancato avvio di un concorso straordinario finalizzato all’immissione in ruolo di tanti insegnanti che a questo punto potrebbero ritrovarsi ad andare in pensione da precari: il sindacalista spiega che “la loro stabilizzazione, oltre che meritata, dopo anni e anni di supplenze, avrebbe rappresentato anche una risposta alle indicazioni che l’Unione Europea ha inviato da tempo a tutti i suoi Paesi membri per non incorrere nell’abuso contratti a termine, sfruttando anche per decenni dei lavoratori senza curarsi del loro futuro professionale e personale. Ovviamente, noi a questo gioco non ci stiamo e siamo pronti a rispondere in tribunale delle scelte errate fatte dal Governo e anche del Parlamento”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale Ata figlio di un dio minore, in ruolo solo i 12 mila ex Lsu

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

È stata prorogata all’8 gennaio la scadenza per gli ex Lavoratori socialmente utili con almeno 10 anni di servizio per presentare domanda di partecipazione al concorso Ata appalti pulizia per 12 mila posti. Nulla da fare per i supplenti Ata della scuola: per loro nemmeno un’immissione in ruolo. Il sindacato è pronto a dare battaglia: se l’associazione Radamante ritiene che per presentare ricorso servono 36 mesi di supplenze anche non continuative, per Anief invece hanno diritto a impugnare l’esclusione dal piano di assunzioni anche i collaboratori scolastici che hanno svolto servizio nello stesso arco temporale minimo richiesto agli ex Lsu, quindi almeno 24 mesi dalla data di approvazione della direttiva comunitaria 70/99. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, spiega come fare ai microfoni di Italia Stampa: “Chi ricorre con Anief, presentando una domanda cartacea sostitutiva di quella on line, lo fa sulla base di un diritto leso. L’obiettivo è chiedere ai giudici di essere inserito nella graduatoria che sarà utile ai fini della stabilizzazione”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Adoc: “soddisfatti per il rinvio degli aumenti autostradali”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Gli aumenti delle tariffe autostradali saranno bloccati fino al prossimo 30 giugno, dopo l’approvazione del decreto Milleproroghe da parte del Governo. Il rinvio degli aumenti riguarda ben 16 concessionarie per le quali sono scaduti i periodi regolatori, tra cui quelli delle principali tratte autostradali, come Autostrade per l’Italia e l’Autofiori e la Strada dei Parchi.
Il Presidente dell’Adoc Roberto Tascini si dice soddisfatto di questa notizia: “non possono essere sempre e solo gli utenti a infilare le mani in tasca, apprezziamo infatti l’intervento del Governo per vincolare gli aumenti alla manutenzione delle nostre strade”.
“La situazione è molto complicata, come Adoc ci chiediamo se è possibile per gli utenti pagare per tratti di strada completamenti dismessi e dove si registrano solo disagi e disservizi” – continua Tascini.
Ad esempio tra Ancona e Pescara, un tratto autostradale di circa 150 km., sono stati posti sotto sequestro alcuni viadotti autostradali, causando lunghe code e tempi di percorrenza anche di 6 ore. Per compensare questi evidenti disagi che si manifestano quotidianamente chiediamo ad Autostrade di sospendere il pedaggio o di prevedere una forte riduzione soprattutto nei confronti di chi per motivi di lavoro o studio è obbligato ad utilizzarla ogni giorno.
“Nonostante la lieta notizia del rinvio degli aumenti autostradali come Adoc continuiamo a ripetere che vada rivisto il meccanismo, ad oggi molto opaco, sull’adeguamento delle tariffe. Da due anni, a causa della deflazione, retribuzioni e pensioni, anche le più basse, non subiscono rivalutazioni, ma i pedaggi ogni primo dell’anno sono sempre aumentati, in alcuni casi anche in modo sensibile. Come è possibile?», domanda Roberto Tascini, presidente Adoc, «Crediamo sia opportuno e necessario riequilibrare il rapporto fra concessionari e utenti, rivedendo e rendendo più trasparente il sistema in base al quale sono decisi gli aumenti». Adoc chiede anche che i maggiori ricavi introitati dai gestore delle autostrade siano interamente investiti nella sicurezza della rete infrastrutturale. E’ opportuno, inoltre, avviare al più presto il meccanismo di revisione delle tariffe individuato dall’ Autorità dei Trasporti basato sul Price Cap che tenga conto non solo dell’efficienza ma anche degli aspetti qualitativi e quantitativi del servizio.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nella Legge di Bilancio atti concreti per potenziare l’assistenza territoriale

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

“Grazie ai finanziamenti aggiuntivi previsti dalla Legge di Bilancio 2020, la sperimentazione della “farmacia dei servizi” acquista uno slancio ancora maggiore: non soltanto si amplia la partecipazione a tutte le 15 Regioni a statuto ordinario più la Sicilia, ma si prolunga la sua durata all’anno 2022. E’ senz’altro la prova che il nostro paese è seriamente impegnato a fare dell’assistenza sul territorio il perno per risolvere le criticità dell’assistenza sanitaria, ma anche la conferma del valore del progetto di evoluzione del ruolo del farmacista promosso dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti” dice il presidente della FOFI, Andrea Mandelli. Con la Legge di Bilancio 2020 (comma 524) si dispone infatti un’integrazione di risorse per gli anni 2021 e 2022 per un totale di 50,6 milioni di euro in aggiunta ai 36 stanziati nel 2017. “Anche in considerazione di quanto prevede il Patto per la Salute 2020-2021” prosegue Mandelli ”la farmacia di comunità ha la possibilità di dimostrare di poter essere realmente il punto di accesso al Servizio sanitario più capillare e un presidio capace di orientare il cittadino e di fornire prestazioni di prima istanza così come servizi cognitivi, capaci di rendere più efficace ed efficiente il processo di cura, in collaborazione con gli altri professionisti della salute”. Un aspetto sottolineato al Comma 525 della Legge, dove si sottolinea l’importanza del rapporto tra farmacisti, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta per costruire un accesso personalizzato al farmaco che garantisca, oltre a continuità e sicurezza all’uso del farmaco, il rispetto delle indicazioni del medico. “Si dimostra così l’importanza delle prestazioni del farmacista a supporto dell’aderenza terapeutica, di cui la Federazione aveva già dimostrato e fattibilità ed efficacia con il suo progetto I-MUR, ma anche di uno strumento come il dossier farmaceutico, che abbiamo a suo tempo ottenuto fosse un elemento costitutivo del Fascicolo sanitario elettronico”. Va dato atto al Ministro della Salute, Onorevole Roberto Speranza e alle Regioni, di aver riconosciuto le potenzialità della farmacia dei servizi per costruire una rete territoriale capace di prendere in carico il paziente, rispondere all’emergenza della cronicità e operare per un accesso alle cure il più possibile uniforme su tutto il territorio nazionale. “Rinnoviamo il nostro impegno a collaborare a tutti i livelli per la riuscita della sperimentazione” conclude Mandelli ”e sono certo che tutti farmacisti italiani sapranno cogliere questa opportunità storica, che è cruciale per la sostenibilità del nostro SSN e dalla quale dipende anche il futuro della nostra professione”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Diplomati magistrale, non c’è soluzione. A giugno licenziati

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Niente da fare: anche il decreto salva-precari, approvato in via definitiva al Senato, chiude la porta ai maestri con diploma magistrale conseguito fino al 2002. Dopo la mancata soluzione nel decreto Dignità del 2018, il Governo cambia colore ma non la sostanza, limitandosi ad assicurare a migliaia di docenti di mantenere solo la supplenza in essere, anche dopo l’eventuale sentenza che dovesse intervenire in corso d’anno, in modo così da garantire la continuità didattica. La prossima estate, stando così le cose, quanti dovessero ricevere sentenza negativa non avranno scampo: si ritroveranno fuori dalle GaE e verranno licenziati. Compresi gli oltre 7 mila maestri già immessi in ruolo e con anno di prova superato. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “siamo alla schizofrenia governativa: esattamente cosi come è accaduto con i Dsga, questi lavoratori precari, anche da vent’anni, vanno più che bene allo Stato per tappare i vuoti di organico, assicurando il servizio pubblico e a condurre la didattica con regolarità; poi però quando si tratta di stabilizzarli, si tirano fuori tutti i cavilli legislativi possibili per mantenerli nella condizione di supplenti. Noi continuiamo a essere convinti che i maestri con diploma magistrale hanno pieno diritto a rimanere nelle GaE ed essere confermati in ruolo”. “Arrivare a un licenziamento di massa del genere è un atto di irriconoscenza professionale e di illegittimità senza precedenti. Siamo anche convinti che le stesse aule di giustizia, alla lunga, non potranno che darci ragione riguardo chi ha superato l’anno di prova: coloro che sono stati licenziati a seguito di sentenza negativa, hanno la concreta possibilità di opporsi a tale provvedimento aderendo al nostro ricorso in modo da sottoporre la propria specifica situazione ai nostri legali. Per dire no – conclude il presidente nazionale del giovane sindacato – all’ennesima ingiustizia, che nemmeno la politica è stata in grado di sanare”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corsi TFA V ciclo sostegno: Le Università cominciano a programmare l’offerta formativa

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Anief avvisa il Miur. Bisogna chiedere agli Uffici scolastici provinciali la consistenza degli organici, il fabbisogno in base alle richieste presenti nel PEI di ognuno dei 280 mila alunni con handicap. In caso contrario faremo annullare il bando dai giudici, come avverrà per quello emanato dal ministro Bassetti.Mentre nella Legge di Bilancio 2020 vengono consolidati in organico di diritto appena mille dei 60 mila posti sul sostegno agli alunni disabili che vengono assegnati ogni anno in deroga, le Università si mettono al lavoro per l’attivazione del V ciclo di specializzazione dal quale dovranno uscire oltre 20 mila docenti – in possesso dell’abilitazione all’insegnamento oppure della laurea comprendente 24 CFU universitari – col titolo di esperto di didattica speciale: dopo la richiesta agli atenei, da parte del Miur, di indicare il numero massimo di studenti che potrebbero frequentare i corsi, le strutture accademiche cominciano a fornire le risposte, “ma toccherà sempre al Ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti la responsabilità di andare a valutare le effettive esigenze territoriali a differenza di quanto non fatto dal suo predecessore”, ricorda Marcello Pacifico.“Quello che c’è da capire – commenta il leader dell’Anief – è se anche stavolta ci ritroveremo con regioni intere con un numero maxi di posti vacanti e di aspiranti, a fronte dei pochissimi posti messi a bando. In occasione del precedente ciclo specializzante, in diverse regioni, soprattutto al Nord, migliaia di candidati si ritrovarono in competizione per aggiudicarsi poche centinaia di posti messi a bando. Dinanzi a quel forte squilibrio nell’assegnazione dei posti dell’ultimo ciclo di specializzazione nel sostegno, Anief si è opposto in tribunale. E anche stavolta, se il grave errore dovesse ripetersi, non starà a guardare. Ad ogni modo sarebbe opportuno permettere a tutti di conseguire la specializzazione su sostegno, senza numero programmato, a partite proprio da quei precari che si sono ritrovati a fare i supplenti senza titolo”.
Le prime notizie sull’attivazione del V ciclo di specializzazione sul sostegno arrivano dall’Università di Palermo, che per l’anno accademico 2019/20 si dice disponibile ad organizzare i corsi anche per la secondaria, mentre lo scorso anno c’erano stati posti solo per infanzia e primaria. L’Università, scrive Orizzonte Scuola, ha indicato in 950 posti la capienza massima di corsisti nell’anno accademico 2019/20. Se autorizzati dal Ministero, i posti saranno così suddivisi: 200 per la scuola di infanzia; 350 per la scuola primaria; 200 per la scuola secondaria di I grado; 200 per la scuola secondaria di II grado.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Lavori gravosi, entro gennaio commissione tecnica al lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Appello Anief: considerare anche l’insegnamento per aprire una finestra come per il personale delle forze armate e comunque permettere il pensionamento a 63 anni senza penalizzazioni. In questo modo si riconoscerebbe il bornout e si abbasserebbe l’età media più vecchia del mondo tra i docenti in servizio, dichiara Marcello Pacifico, che ha inviato in passato una lettera specifica al MEF per conoscere i dati clinici denunciati.La lista delle professioni gravose potrebbe allungarsi, rispetto a quella attuale limitata a 11 lavori. La Legge di Bilancio, ad un passo dall’approvazione finale, prevede infatti la costituzione, entro fine gennaio, di due commissioni tecniche: una sulla previdenza che si dovrà occupare dei lavori gravosi e un’altra che si occuperà della spesa pensionistica e assistenziale, in rapporto anche a quanto succede in altri Paesi. Il sindacato ritiene che questa è l’occasione buona per includere tra le categorie di mansioni ritenute gravose, l’insegnamento a tutti i livelli, non solo quello della scuola dell’Infanzia. Lo dicono le più recenti indagini e conclusioni scientifiche sullo stress da lavoro correlato. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “quella di considerare gravoso solo il lavoro delle maestre che operano con bambini fino a sei anni è una scelta priva di motivazioni valide, se non derivanti dalla necessità di limitare la spesa previdenziale e quindi di risparmiare soldi pubblici sopprimendo i diritti dei cittadini lavoratori. Stiamo parlando di una posizione scellerata, perché è ormai scientificamente acclarato da tutti gli organismi internazionali più accreditati che l’insegnamento debba essere collocato tra le professioni gravose. Il nostro sindacato ha di recente presentato un emendamento alla Legge di Bilancio 2020, proprio avvalendosi dei più recenti risultati derivanti dagli ‘studi sullo stress da lavoro correlato e burnout’, in Italia condotti dal dott. Vittorio Lodolo D’Oria, chiedendo di allargare l’attuale finestra di pensione anticipata prevista solo per i maestri dell’infanzia. Adesso, la costituzione di una commissione ad hoc potrebbe essere l’occasione buona per accogliere la nostra proposta”.
La manovra di fine anno prevede, tra i vari provvedimenti, l’allestimento nelle prossime settimane di due commissioni qualificate per migliorare gli accessi e le regole relative alla previdenza in Italia. I due gruppi di lavoro saranno presieduti dal ministro del Lavoro: parteciperanno Mef, ministero della Salute, Istat, Inail, Inps; i lavori termineranno entro la fine del 2020. La prima commissione si occuperà di lavori gravosi rispetto all’età e alle condizioni dei lavoratori ed esposizione ambientale, chiedendo la collaborazione di rappresentanti di imprese e sindacati. La rivista Orizzonte Scuola ricorda che ad oggi è considerato gravoso solo l’insegnamento nella scuola dell’Infanzia. Quello che si svolge dalla scuola primaria in su, a torto, viene invece considerato un lavoro come gli altri, tanto è vero che l’Italia si ritrova con il personale insegnante più vecchio al mondo. È bene che i componenti della commissione di esperti sui lavori gravosi faccia cadere questa ingiusta divisione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La manovra finanziaria 2020 ha ottenuto la fiducia

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Tra le norme dichiarate inammissibili anche lo slittamento della fine del mercato tutelato per l’energia, che pertanto diventerà obbligatorio dal prossimo primo luglio.Da sempre la maggior tutela, che riguarda al momento quasi 18 milioni di utenti nell’elettrico e 9,6 milioni nel gas, consente di beneficiare di tariffe fissate dall’Autorità dell’energia che, in caso di abbassamento dei costi energetici, riduce anche i costi in bolletta. Al contrario, senza il controllo dell’autorità di vigilanza, che deve tener conto del carattere sociale dei servizi, la libera concorrenza comporterà un aumento esponenziale dei costi di luce e gas, al solo scopo di garantire il profitto alle aziende esercenti.Il governo ha la possibilità di far slittare al 1° gennaio 2022 l’obbligo al libero mercato, inserendo la norma nel prossimo decreto Milleproroghe. L’USB invita il governo a riconsiderare il provvedimento, analizzando le eventuali ricadute economiche sulle migliaia di famiglie che, già ridotte alla soglia di povertà, potrebbero subire un aumento eccessivo delle tariffe su beni e servizi pubbici di primaria importanza. L’USB si impegnerà affinché questo non accada, informando e organizzando i cittadini, ancora ignari dell’ennesima tegola che rischia di cadere sulle loro teste.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Natale dell’eCommerce è green

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

L’economia delle feste diventa sempre più green grazie a eBay. Il celebre marketplace contribuisce infatti a rendere il commercio sostenibile attraverso #eBayDonaPerTe, l’iniziativa di regifting che consente di “rimettere in circolo” i regali e gli oggetti che non si usano più, promuovendo il riuso e andando così a ridurre l’impatto sull’ambiente.Quest’anno, inoltre, il regifting sarà ancora più green: per ogni oggetto messo in vendita tra il 27 dicembre e il 6 gennaio con l’hashtag #eBayDonaPerTe nel titolo dell’inserzione,eBay si impegna, per ogni articolo venduto entro il 30 gennaio, a donare 1 euro a Mosaico Verde, campagna nazionale promossa da Legambiente e AzzeroCO2 e patrocinata da Kyoto Club. La campagna si propone di coinvolgere aziende, enti pubblici e cittadini in un progetto di sostenibilità ambientale con l’obiettivo di piantare 300.000 nuovi alberi e tutelare 30.000 ettari di boschi in Italia. La campagna può vantare il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, oltre che dell’ANCI, di alcune delle amministrazioni delle maggiori città italiane e di importanti associazioni.Secondo una ricerca, le feste passate hanno lasciato nelle case degli italiani oltre 66,6 milioni di regali ricevuti non graditi e quasi 2,8 milioni di italiani dichiara di mettere in vendita abitualmente i regali di Natale non apprezzati. Questa tendenza sta così contribuendo ad alimentare un’economia più sostenibile: l’acquisto di un oggetto di seconda mano permette infatti di impattare sull’ambiente fino a 2,5 volte in meno rispetto ad un oggetto nuovo. eBay si pone sempre più come traino per questo trend: tramite la piattaforma, nel 2018 il mercato C2C per le due sole categorie moda e tech ha infatti contribuito a ridurre le emissioni di 12.709 tonnellate di Co2

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UEFA Euro 2020: avviata procedura per la selezione dei Media Partner

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Roma. Per il supporto promozionale degli eventi di avvicinamento e dell’intera manifestazione di UEFA Euro 2020, in programma dal 12 giugno al 12 luglio del prossimo anno, Roma Capitale si potrà avvalere di due Media Partner.La manifestazione sportiva, per il suo 60’ anniversario, si svolgerà in 12 diverse città europee, con la Capitale d’Italia che sarà protagonista indiscussa: sarà infatti sede di quattro partite in totale, tra cui la gara inaugurale del 12 giugno Italia-Turchia con annessa cerimonia di apertura, oltre che del concerto inaugurale che si terrà la sera precedente, l’11 giugno, lungo la Via dei Fori Imperiali.Durante l’intero mese di manifestazione la città sarà interessata in più zone da una Fan Zone, la più grande mai realizzata in Europa, con diverse attività di intrattenimento, di food&beverage, di gioco del calcio, di musica, per poter vivere il Campionato Europeo a 360 gradi e per tutto il mese dell’evento.
Dopo la gara per la selezione del Local Operator, dedicato proprio alla realizzazione delle attività collaterali alla manifestazione sportiva, si è aperta oggi la procedura per la selezione dei Media Partner.Questi dovranno avere un forte richiamo a livello locale (regionale e comunale) mentre il settore merceologico ricercato è quello dell’emittente radiofonica e della stampa/quotidiani.
I criteri di valutazione dei Media Partner selezionati saranno i seguenti per i diversi settori merceologici:
-Settore radiofonico: minimo 200.000 ascolti medi giornalieri nella regione Lazio
-Settore stampa/quotidiani: minimo 15.000 copie per diffusione media giornaliera nella Regione Lazio.
“Proseguono ininterrotti i lavori per la realizzazione del Campionato Europeo di calcio più bello di sempre, abbiamo rimarcato più volte come la manifestazione non avrà una sola e semplice connotazione sportiva, ma sarà occasione di integrazione, divertimento, unione di tifoserie, sport e passioni differenti. Gli UEFA Euro 2020 sono anche, e soprattutto direi, una importante occasione per la città a livello di indotto economico, non soltanto per le migliaia di persone che parteciperanno alla manifestazione, spendendo cifre importanti in alloggi, ristorazione e intrattenimento, ma anche come occasione lavorativa per tantissimi. La selezione del Media Partner è una nuova possibilità di indotto, lavoro e guadagno a favore della città. Ci aspettiamo una forte partecipazione dalle testate radiofoniche e cartacee più importanti sul territorio locale”, dichiara il Commissario Straordinario per UEFA Euro 2020 Daniele Frongia.
I Media Partner dovranno supportare l’attività di promozione attraverso i propri strumenti di comunicazione e attività destinate all’animazione all’interno delle diverse aree allestite. Sarà garantita dall’Host City l’esclusività merceologica dei Media Partner.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mara Fusco presenta “Lumbre de vida”: Omaggio al flamenco

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Napoli Anteprima nazionale venerdì 27 dicembre (ore 18, repliche il 28 e 29) Mostra d’Oltremare di Napoli – Teatro dei Piccoli. La Spagna ed il flamenco protagoniste di “Lumbre de vida”, la nuova produzione del Balletto di Napoli diretto da Mara Fusco che sarà presentata, in anteprima nazionale, venerdì 27 dicembre (ore 18, repliche il 28 e 29) alla Mostra d’Oltremare, nell’allestimento realizzato al Teatro dei Piccoli per la rassegna “La Scena Sensibile”.Il “fuoco della vita”, ovvero “la grande scintilla che è sintesi di amore e passione” è la suggestione da cui prende corpo un intenso spettacolo che, nelle coreografie originali di Mara Fusco, Laura Perez e Raffaella Caianiello, rende omaggio alla grande tradizione musicale e coreutica di matrice iberica.“La forza della danza flamenca – sottolinea Mara Fusco – riesce a offrire un sorprendente esempio di come si possa tradurre per la scena i moti più intimi e antitetici dell’animo umano. Amore, passione e gioia fanno da contraltare a odio, gelosia e dolore e sono proprio questi sentimenti a nutrire un‘azione scenica che si realizza attraverso la combinazione di vari stili di danza, dal neoclassico al flamenco, uniti ad azioni mimiche e numerosi momenti recitativi”. In scena, venti danzatori professionisti, tra cui Laura Perez e Nello Giglio, protagonisti dei “passi a due” e Giovanna di Vincenzo impegnata anche nei recitativi.Danzeranno, e con loro anche una rappresentativa selezione dei diplomandi del Lyceum Mara Fusco di Napoli, su musiche di Enrique Granados, Isaac Albéniz, Manuel de Falla, Francisco Tárrega, oltre che su arie popolari tradizionali dell’Andalusia.“Lumbre de vida” è la prima tappa di “Passi Nel Tempo”, un progetto triennale avviato dal Balletto di Napoli che propone uno focus specifico dedicato ai Paesi del Mediterraneo e intende contribuire alla promozione e diffusione dell’Arte della Danza, in particolar modo nelle giovani generazioni.“Dopo 50 anni dedicati all’insegnamento – conclude Mara Fusco – ritengo con certezza che l’educazione al movimento e la sua cura, l’armoniosità del linguaggio coreutico, il controllo assoluto del proprio corpo e lo scambio di energie offra, al di là dell’aspetto spettacolare, una centratura, una disciplina fisica e psichica di fondamentale importanza nel percorso di crescita, di sviluppo, di formazione e di educazione alla bellezza dei nostri giovani”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carini: Un festival dedicato a Pirandello

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Carini (Pa) Al via subito dopo Natale il Festival del teatro Pirandelliano. Il 28 e 29 dicembre, al teatro Totuccio Aiello di Carini, i Teatranti Instabili aprono il sipario con un fuori programma “Miseria e Nobiltà” di Scarpetta. Poi si parte con il calendario dedicato a Pirandello: 10 appuntamenti da non perdere in teatro. Il 12 gennaio “La morsa”, a cura de I Teatranti instabili, il 26 gennaio “Io scrivo la vita”, piece a cura di Giovanna Messina, compagnia teatrale I Sognatori di Agrigento, il 9 febbraio “Pensaci, Giacomino! della compagnia Art&Fatti di Capaci, il 15 marzo “Cecè” della compagnia teatrale “I Siciliani” di Catania, il 29 marzo “La Patente” della compagnia Triscele di Cefalù, il 5 aprile tocca alla compagnia L’armonia di Cefalù con “A birritta chi ciancianieddi”, il 19 aprile ci sarà la conclusione della rassegna con la serata di gala e l’esibizione di due brevi saggi “Lumìe di Sicilia” e “Sogno (ma forse no). Alla direzione artistica ancora Maria Ansaldi, già direttrice artistica del festival Falcone e Borsellino. “Riportare la gente a teatro, rieducandola al buongusto ed alla buona commedia è il nostro scopo, cosi facendo promuoviamo la cultura e rinnoviamo le nostre radici” dice la regista Maria Ansaldi. La commedia con cui la compagnia aprirà la scena, è un classico della risata elegante italiana. “Credo nell’arte, nel teatro e nel bello che è nella nostra storia e nella nostra cultura”. Con queste parole, Giulio Messina, imprenditore palermitano del settore food, ha sposato l’idea organizzativa del festival, sostenendola come sponsor e creando un trattamento ad-hoc per il pubblico. Durante il concorso teatrale vi saranno alcune serate fuori concorso, il 23 febbraio in scena la compagnia Catanese di Edoardo Saitta con Uno, Nessuno, Centomila Folllower. Alla domanda “Cosa ti ha spinto a sposare l’idea del festival Pirandelliano organizzato da I Teatranti Instabili? risponde “Non sempre un lavoro ti consente di scegliere cosa fare e dove andare. Per fortuna il mio lavoro, per come lo intendo io, cioè con tutto l’amore possibile, mi dà la possibilità di scegliere ed è per questo che ho sposato il progetto dell’associazione, perché il teatro lo fa col mio stesso intento”. Altra serata fuori concorso il 18 aprile, in cui i ragazzi del laboratorio teatrale “I Piccoli Teatranti Instabili”, porteranno in scena una riduzione originale de l’Antigone. Tutto questo è stato possibile grazie al contributo attivo di Giuseppe Monteleone (sindaco di Carini) e di Salvatore Badalamenti (vicesindaco).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Allarme Banche

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

L’attenzione di questi giorni è focalizzata sulla vicenda della Banca Popolare di Bari, ma siamo sicuri sia l’unica crisi? Stanno emergendo fatti, circostanze e vicende di cui Konsumer Italia, ha sempre denunciato fino a costituire attraverso il settore di competenza un Comitato per gli azionisti. Dobbiamo fare in modo che l’esperienza della Banca Popolare di Bari, una tragedia da lungo tempo annunciata e che da più parti si è voluto fare in modo che si verificasse, non faccia da apripista ad altre vicende.Non da oggi lanciamo appelli affinché si controlli che la mancanza di mercato per le azioni di altre Popolari non sia sinonimo di crisi.Restando in Puglia ad esempio, altre vicende preoccupanti come il decremento del valore e la illiquidità dei titoli della Banca Popolare di Puglia e Basilicata e della Banca Popolare Pugliese.La Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha visto il valore delle proprie azioni passare da € 5,10 a € 1,37, con un decremento del 73,14 %. In più sul mercato multilaterale ha una scarsissima liquidita: nel mese di novembre ad esempio sono stati scambiati solo 45 contratti.Sorte pressochè analoga per le azioni della Banca Popolare Pugliese il cui valore è passato da € 4,71 a 1,50, con un decremento del 68,15%. Nel mese di novembre il titolo ha scambiato sul mercato multilaterale solo 10 contratti. Anche il Lazio vive il dramma del decremento del valore delle azioni, e anche in questa regione Konsumer Italia è molto impegnata avendo già incontrato in più occasioni i risparmiatori della Banca Popolare del Lazio avviando azioni a tutela dei propri risparmi. Il valore dell’azione da € 36,92 è pari oggi a 22,60 con un decremento pari al 38,79%. Nel mese di novembre sul mercato sono state scambiate n. 3 azioni.
Anche gli azionisti della banca popolare del Frusinate soffrono. Il prezzo iniziale di negoziazione era di € 186,59 mentre attualmente valgono € 132 con un decremento del 29,26%. Nel mese di novembre sono stati stipulati solo n. 6 contratti.In Sicilia sorte pressochè analoga riguarda gli azionisti della BANCA POPOLARE RAGUSA, i cui titoli sono diminuiti del 30% circa.L’elenco purtroppo potrebbe continuare Esiste quindi un problema delle banche popolari: c’è una debolezza sistemica o c’è un disinteresse della politica ad intervenire per evitare che possano verificarsi in futuro altre tragedie delle banche popolari?Il nostro Paese ha già conosciuto il disastro di importanti banche del territorio che sono letteralmente scomparse. La vicenda di Banca Etruria, di Veneto Banca, di Popolare di Vicenza sembra non aver insegnato nulla. Adesso tocca alla Puglia soffrire per l’episodio della Banca Popolare di Bari: un caso su cui ci sarebbe potuto intervenire da tempo, se soltanto chi sapeva e chi doveva si fosse attivato come doverosamente avrebbe dovuto fare.Come associazione non intendiamo rimanere alla finestra e aspettare che altri cittadini, altri consumatori debbano vedere i propri risparmi in fumo nell’indifferenza della politica e degli organi di vigilanza. Konsumer ha messo a disposizione uno sportello permanente a cui rivolgere tutte le vostre segnalazioni. (by Avv. Massimo Melpignano Resp. Sett Banca e finanza e Fabrizio Premuti Presidente Konsumer Italia)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Leave a Comment »

CyberPower Named a 2019 CRN Product of the Year Winner

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

CRN®, a brand of The Channel Company, has named the Smart App Online High-Density UPS systems by Cyber Power Systems (USA), Inc., a leader in power protection and management products, a winner in the 2019 Product of the Year Awards, for Revenue and Profit in the Power Management Software and Tools category. Products and services named on the list represent best-in-class offerings based on technological innovation, financial opportunity, and customer demand. For the fourth consecutive year, winners were determined using a combination of editorial selection and a survey of solution providers who are currently selling the technology and product to capture real-world satisfaction among partners.CRN editors selected the top five finalists in 22 different product categories. Then solution providers rated each product considering a number of factors, including product quality and reliability, richness of product features and functionality, technical innovation, compatibility and ease of integration, and ability to create new customer relationships or improve existing ones. This year’s survey garnered over 5,000 responses.Mid-size and large corporations, along with education and government organizations, are among the end customer base for CyberPower’s Smart App Online High-Density UPS systems sold by value-added resellers and managed service providers in North America.The Smart App Online High-Density UPS systems are distinguished by 2U compact form factor, power factor of 1 rating, and user-friendly, LCD control panel. CyberPower launched the product line in mid-2019, available in two outputs: 5,000 VA/5,000 Watts, and 6000 VA/6,000 Watts. CRN’s 2019 Products of the Year are featured in the December issue of CRN and published online at http://www.crn.com/poty. CRN also recognized the same CyberPower product line for its innovation as a finalist in the 2019 CRN Tech Innovator Awards.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coupang Launches Global Retail Partner Program

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Coupang, one of the world’s largest and fastest-growing ecommerce companies, today announced a global partner program that will enable brands to immediately access a market that ranks the fifth largest in online retail sales. The Korean ecommerce segment is on pace to be the world’s third largest, with $119 billion in annual sales by 2021, behind only China and the U.S. Ecommerce in Korea is on pace to grow by 18% this year, and Coupang is growing more than three times as fast. Coupang is the leading Korean retailer of U.S.-based brands, including Downy, Lego, Earth Mama, Jarrow, Nature’s Way, California Baby, Carters and Gap. It has proven to be an effective on-ramp for international companies that want to launch in Korea. Based on Coupang’s success with international sales and market demand for U.S. products, Coupang has strategically established teams and warehouses in the U.S., making sales and distribution of goods in Korea easy. This includes giving brands direct access to top-notch advertising services to market and grow their brands in Korea. Coupang also allows brands to store their goods in Coupang’s California warehouse where Coupang will ship the products directly to the customer in Korea with delivery in three days.By partnering with Coupang, brands are instantly introduced to a massive audience of engaged, repeat Customers as millions of consumers purchase from Coupang more than 75 times a year. Retail partners also leverage Korea’s largest privately-owned delivery fleet and most sophisticated logistics network with Coupang, as well as the industry’s best Customer service.Coupang consistently delivers 2 million shipments per day as Korea’s largest online retailer. It has more than twice the number of monthly active users as its competitors and remains the only ecommerce platform to provide dawn and same-day services at a national scale. Today, 99.3% of Coupang’s orders are delivered within one day, often within only a few hours, and a staggering one third of its orders are delivered via Dawn Delivery or Same-Day Delivery, 365 days a year.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Walmart and Roku Launch New Atvio Roku TV Lineup in Mexico

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Walmart (NYSE: WMT) and Roku, Inc. (NASDAQ: ROKU) today announced the launch of the new Atvio Roku TV lineup of smart TVs, exclusively available in Walmart stores in Mexico. Atvio Roku TVs will offer consumers a smart TV experience that is easy to use so they can enjoy streaming entertainment at an affordable price. Atvio Roku TV models will be available in the upcoming weeks and will include a 32 inch HD screen, and a 50 and 55 inch UHD screen, starting at $3,499 pesos.“We know our customers shop with us for quality products at an affordable price,” said Jesús Enrique Guzman Güereca, vice president of Walmart Mexico. “We’re thrilled to bring Roku’s leading operating system to our Atvio smart TVs in Mexico this holiday season so our customers can enjoy the best entertainment that is easy to use and at an incredible value.” “We are happy to partner with Walmart to launch Atvio Roku TVs in Mexico. We have worked together with Walmart for years to give millions of people access to affordable streaming devices, and now consumers in Mexico will be able to enjoy the first Walmart-branded Roku TV models,” said Arthur van Rest, vice president of International at Roku. “We are bringing affordable streaming entertainment for families in Mexico.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »