Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for dicembre 2019

Maxar Technologies to Sell MDA to Northern Private Capital for CAD$1 Billion

Posted by fidest press agency su martedì, 31 dicembre 2019

Maxar Technologies (NYSE:MAXR) (TSX:MAXR), a trusted partner and innovator in Earth Intelligence and Space Infrastructure, today announced it has entered into a definitive agreement to sell MDA to a consortium of financial sponsors led by Northern Private Capital (NPC), for CAD$1 billion (US$765 million), subject to customary adjustments. The company expects to use proceeds to reduce leverage and improve its capital structure to prioritize investments for growth in its core areas of Earth Intelligence and Space Infrastructure.The transaction includes all of MDA’s Canadian businesses, encompassing ground stations, radar satellite products, robotics, defense, and satellite components, representing approximately 1,900 employees. These businesses are expected to generate approximately US$370 million and US$85 million in revenue and Adjusted EBITDA, respectively in 2019. This revenue is inclusive of approximately US$78 million of intercompany sales to other Maxar entities.Following the completion of the transaction, the MDA team will operate as a stand-alone company within NPC’s portfolio, retaining its name and standing as the leading space and defense company in Canada. MDA expects to continue to supply Maxar with certain components and subsystems, and the companies expect to sell each other’s complementary satellite data. The revenue and Adjusted EBITDA numbers for MDA highlighted above include approximately US$52 million of revenue and US$29 million of Adjusted EBITDA for certain radar related imagery sales which have historically been included in Maxar’s imagery segment. This business activity has been included in the sale of MDA.
The completion of the transaction is conditioned on regulatory approvals, including review by the Committee on Foreign Investment in the United States, Hart-Scott-Rodino review by the U.S. Department of Justice and the U.S. Federal Trade Commission, and Canadian government reviews under the Radiocommunications Act and the Competition Act. PJT Partners, RBC Capital Markets, and Bank of America Merrill Lynch are serving as financial advisors to Maxar. Wachtell, Lipton, Rosen & Katz and Stikeman Elliott LLP are serving as the company’s legal advisors for this transaction.
The amounts of revenue and Adjusted EBITDA given above in this release represent the expected results of MDA as they flow into Maxar’s Space Systems and Imagery segments and will vary from the amounts ultimately classified as discontinued operations for MDA, which will reflect interest, depreciation, amortization, taxes, certain corporate expenses, and the effect of blending margins on projects for which MDA is an intercompany subcontractor. The MDA businesses are expected to have approximately US$10 million in Depreciation and Amortization expense.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SiFive to Attend CES 2020

Posted by fidest press agency su martedì, 31 dicembre 2019

SiFive, Inc., the leading provider of commercial RISC-V chips, today announced its first-ever participation in the premier technology event, CES 2020, held January 7 – 10. Seven executives will be present over the multi-day event held at the Las Vegas Convention Center. The company will be making a strategic announcement on January 6th at 6am ET to demonstrate its leadership in IP licensing for AI solutions.As the leading provider of commercial RISC-V chips, SiFive enables high-quality IP and SoC design with comprehensive tools and support. Engineers at leading semiconductor companies worldwide have declared silicon independence and unleash product roadmaps by designing custom cores and SoCs that maximize the potential of domain-specific designs needed for 5G, AI, and mission-critical markets. With RISC-V, a free, open-source alternative to proprietary, legacy ISAs, these emerging markets now have low-power, high-performance designs for products to power continued market growth. CES attendees will have the opportunity to learn more about the RISC-V uprising that is driving chip customization and how SiFive is powering the next generation of custom SoCs and shipping millions of cores worldwide. This year, SiFive will have booths at CES Unveiled and the Pepcom Digital Experience! to engage with media and analysts.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Antisemitismo Usa, attacco nella casa di un rabbino: 5 feriti, alcuni gravi

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

A Monsey, a circa 50 chilometri a nord di New York, un uomo si è introdotto nell’abitazione di un rabbino e ha iniziato a colpire i presenti a colpi di machete, causando il ferimento di cinque persone, di cui alcuni gravi.Secondo i media statunitensi l’uomo è stato arrestato dopo una fuga nella zona di Harlem. Al momento ci sono solo ricostruzioni parziali. Secondo alcune fonti, però, l’aggressore dopo il grave atto antisemita avrebbe tentato di rifugiarsi nella vicina sinagoga.I presenti all’interno del tempio ebraico, sentendo le urla che venivano dalla casa del rabbino, hanno prontamente chiuso le porte dello stabile, impedendo all’uomo di entrare e commettere chissà quale altro atto di antisemitismo.L’attacco contro la casa del rabbino è stato commentato dal governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo: “Un atto spregevole e codardo. Voglio essere chiaro: l’antisemitismo e l’intolleranza sono ripugnanti e abbiamo assolutamente tolleranza zero per tali atti di odio”.Una dura condanna è arrivata anche dal procuratore di New York, Letitia James:“C’è tolleranza zero per atti di odio di qualsiasi tipo, continueremo a monitorare la situazione”.Fatto sta che al momento i buoni propositi rimangono tali. In poche settimane gli Stati Uniti dopo divenuti teatro di episodi di antisemitismo, avvenuti nella seconda metà di dicembre.
Quanto sta accadendo negli Stati Uniti non va assolutamente sottovalutato. Gli atti di antisemitismo si stanno ripetendo con assiduità. Non si tratta di aggressori sprovveduti o di maniaci, ma di persone informate. L’attacco nell’abitazione del rabbino, infatti, è stato fatto proprio quando all’interno c’erano tante persone per celebrare la festa di Channukkà (festa delle Luci).

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diversamente politici: Un pensiero agli albori del 2020

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Scriveva Rosario Amico Roxas: “Non basta il voto degli elettori per fare di persone dotate di buona volontà anche dei buoni politici. La loro vocazione di servire la democrazia si scontra frontalmente con l’imposizione del capo che non tratta, non discute, non collabora, e non permette che si possa trattare, discutere, collaborare. Una filippica che Rosario aveva, nel 2013, rivolta ai grillini e che oggi “stranamente a dirsi” si può rivolgere ai leghisti.
E’ a mio avviso un argomentare interessante e condivisibile se non vi fosse un ma. Ebbi già modo nel 2013 di parlare del Movimento Cinque stelle e vi intravidi la possibilità che potesse funzionare da grimaldello per aprire la porta e farvi entrare aria nuova. Aggiunsi, tuttavia, che per essere completo il successo il movimento avrebbe dovuto ottenere almeno il 39% dei consensi. Non è stato allora e non lo è oggi. Me ne rammarico perché lo schiaffo ricevuto dai partiti non è stato da K0 e ora cercano di correre ai ripari adottando i soliti sistemi di corruzione, di seduzione, di disinformazione. Per quanto si possa dire male di Di Maio egli è stato il solo capace di renderci consapevoli di quello che siamo e che potremmo non essere se solo lo volessimo. Qui parliamo di quasi la metà degli italiani che ha votato la coalizione ispirata e voluta da Berlusconi completamente dimentichi di ciò che è stato e continua a essere e dei danni che ha provocato con i suoi Governi. Qui parliamo di un’altra metà degli italiani, o giù di lì, che ha votato il Pd dimentico che è stato il partito responsabile dell’ascesa di Berlusconi, di averlo favorito non affrontando la legge sul conflitto d’interessi e sui tanti processi che se non hanno avuto la loro naturale conclusione lo si deve alle diverse leggi ad personam che gli hanno permesso di stravolgere il sistema giudiziario italiano. Non dimentichiamo, inoltre, che il PD durante tutta la recente campagna elettorale, come lo è stato nel 2013, ha mostrato poca propensione ad “aggredire” l’area del centro-destra. Questa volta, al gioco a due tra il politico buono (leggasi Berlusconi) e il politico castigamatti Salvini la risposta è stata sterile e poco convinta. Si percepiva quasi la voglia di favorire Berlusconi e di portarlo a governare di nuovo il paese come se nulla fosse e in subordine alla riesumazione del patto del Nazareno. E ora ci meravigliamo che almeno una parte degli italiani abbia avuto la consapevolezza che esisteva ed esiste una sola forza capace di spezzare questi inciuci e d’offrire agli italiani un’alternativa scompaginando gli orditi di palazzo oltre alla speranza di un ravvedimento di Salvini e dei leghisti? Per quanto possa sembrare surreale a taluni il successo, sia pure non assoluto dei grillini, esso è diventato la sola e unica speranza degli italiani, anche se oggi tende a diminuire, nei consensi elettorali, a vista d’occhio. Ora mi chiedo dove sono quelli, per intenderci, come Rosario, che credono nei valori della democrazia, della giustizia e della libertà? Vi è forse un’alternativa diversa se non quella di una svolta autoritaria? Non credo sic stantibus rebus. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dall’uomo qualunque al M5S

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Esiste un precedente di movimento che volle proporsi all’attenzione degli italiani in chiave antipartitica. Si chiamò “Fronte dell’uomo qualunque” e partì nel 1944 con l’omonimo settimanale diretto dal suo fondatore Guglielmo Giannini. Il motto che lo ispirava era: “non ci rompete più le scatole.” Ebbe una tiratura media di 800.000 copie. Si trasformò, subito dopo, in partito e nelle prime elezioni del 1946 raccolse il 5,3% dei consensi popolari con trenta deputati che parteciparono all’Assemblea costituente. Fu un movimento-partito che si sciolse come neve al sole e che chiuse la sua parabola politica nel 1953. Se vogliamo, sia pure in una stringata sintesi, spiegare la sua fine ingloriosa lo dobbiamo attribuire all’errore che Giannini commise alleandosi in modo scomposto ora con un partito ora con un altro. Per quanto non sia possibile fare un paragone con l’attuale movimento “antipartitico” di Grillo sia per ragioni storiche, sia per il suo bacino elettorale (proprietari terrieri ed elettorato prevalentemente meridionale) una ragione la trovo là dove il “qualunquismo” s’infranse quando intese ricercare un punto di riferimento con gli stessi partiti con i quali intendeva distinguersi. Dico tutto questo per spiegare, ammesso che ce ne fosse bisogno, che oggi l’errore grave dei partiti tradizionali sta proprio nella loro incapacità di rispondere realisticamente alle attese della società civile e se non riescono a rinnovarsi al proprio interno occorre che dall’esterno qualcuno dia loro la sveglia e questa si chiama “consenso elettorale alternativo”. Ora sono proprio questi partiti ancorati al passato che credono d’imbrigliare il Movimento cinque stelle con la stessa tecnica dei loro “antenati” ovvero facendoli diventare una loro costola. E’ ciò che devono capire soprattutto gli eletti che oggi siedono sugli scranni parlamentari e il popolo che li ha votati mentre il il consenso, purtroppo, continua a diminuire in misura drammatica intorno a loro. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giustizia: Perseguitati e persecutori

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

La giustizia in Italia ha toccato il fondo. I suoi limiti sono sotto gli occhi di tutti. E’ una giustizia che può essere imbrigliata come si vuole se si hanno gli ingredienti giusti e si adottano i suoi difetti per giustificare i propri. La mancanza è dei processi lunghi. L’anomalia è nei suoi tre gradi di giudizio. Il difetto sta nel legislatore che può cambiare a comando le leggi mentre si celebrano i processi depenalizzando il falso in bilancio, riducendo la prescrizione trasformando il legittimo impedimento in una farsa. Così questa giustizia ante litteram trasforma l’imputato in inquisitore e gli consente di prendersi beffa delle istituzioni trasformando le aule dei tribunali in tribune elettorali e per fare in modo che si proclami vittima e perseguitato. Ora che i processi “rischiano” di arrivare al loro naturale epilogo si trovano mille stratagemmi per umiliare non i giudici e i pubblici ministeri ma il sistema nel suo complesso. E questa farsa è destinata perpetuarsi perché la vittima-imputato ha da guadagnarci in termini elettorali riscuotendo negli ingenui elettori simpatie e complicità. Siamo noi come cittadini di questo paese che si chiama Italia a doverci vergognare che questa melina continui a rubare le prime pagine della carta stampata e dei media, più in generale, invece di parlare dei problemi reali del paese tra disoccupazione e miseria, ricchezza e povertà. Smettiamola una volta per sempre, diventiamo adulti. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Non c’è peggior sordo…

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

…Di chi non vuol sentire. Mi sembra la classica commedia di Goldoni: “un sordo, due sordi, tutti sordi. Alla fine si scopre che tutti ci sentivano bene. Ciò sta accadendo in questi giorni in Italia nella convulsa ricerca di una quadratura del cerchio ma che di convulso ha solo il non voler sentire la voce degli altri. Ci stracciamo le vesti nel declamare la crisi del sistema Italia, e a ragione, ma ci guardiamo bene a ricercare la soluzione sebbene sia a portata di mano poiché ciò significherebbe perdere il controllo nella stanza dei bottoni. E allora di quale interesse nazionale parliamo? Non è certo dell’economia del paese, dell’industria, del lavoro, della giustizia, del fisco, della salute e della scuola. Discettiamo, semmai, sul modo come mercanteggiare una presidenza del consiglio e della repubblica, un posto di ministro e di sottogoverno. Questa è, per costoro, la priorità del paese mentre altri tremano alla sola idea che qualcuno possa votare la sua ineleggibilità che lo costringerebbe a presentarsi “nudo” davanti alla giustizia. Una giustizia che è stata presa a sberleffi per 25 anni e costretta a fare da cassa di risonanza ad un uomo che in tutti i modi ha cercato di sfuggire ad un giudizio ma a servirsene per presentarsi da vittima al suo elettorato. Un’Italia che per colpa di questi sordi per vocazione fa perdere il senso della misura a tutti gli altri. Usque tandem… (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

EricèNatale chiude l’anno con gli Ottoni Animati e i Qbeta

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

(TP) Sicilia Due giorni di festa ad Erice dedicati al Capodanno. Si chiuderà il 30 dicembre, alle ore 19.00, con i ritmi e i suoni itineranti tra le vie di Erice della seguitissima band trapanese degli Ottoni Animati, il risultato di una continua ricerca tra i suoni della tradizionale banda siciliana e la musica moderna. Il suono che esce da questo mix è spontaneo ed esplosivo.
Per i bambini, alle 17.00, al Teatro Gebel Hamed, la compagnia Teatro Atlante proporrà “Soffio di Mani”, uno spettacolo teatrale che nasce dall’incontro fra un’attrice e un percussionista, fra l’arte della musica e quella della parola. Gli spettatori sono condotti in un viaggio delicato e onirico, fatto di racconti e suoni inediti, in cui regnano la fantasia e l’immaginazione.
Il 31 dicembre, a partire dalle ore 23.30, a scaldare la piazza della Loggia ad Erice ci sarà la musica dei Qbeta ed ancora giochi pirotecnici, brindisi offerto da Firriato. Presenterà la serata Marcello Mordino.
I Qbeta amano definirsi un caos polimorfo, un calderone di influenze musicali fra le più varie. Hanno radici forti e profonde, quelle della Sicilia, su cui costruiscono la loro “visione” di una contaminazione senza limiti che è musica ma non solo: è cultura, è politica, è arte. Ad accoglierli sono ora lo ska, ora il funky, gli echi del pop di qualità degli anni ’80, e poi le sonorità afro, quelle dell’Est Europa. Due concerti per chiudere il 2019 e aprire il nuovo anno in modo straordinario. EricèNatale con la galleria di eventi, mercatini, animazione, presepi, concerti dà appuntamento al 2020. Gli eventi continueranno fino al 6 gennaio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola:Il decreto scuola è convertito nella L. 159/2019: la legge in vigore

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Ma per Anief vi sono diversi profili di incostituzionalità legati in primo luogo all’esclusione dai ruoli della procedura straordinaria del personale della scuola statale dell’infanzia e primaria, dei docenti di religione cattolica, delle paritarie o dei corsi regionali Iefp, dei precari con 24 mesi di servizio, come dei collaboratori scolastici dalla stabilizzazione. Il sindacato conferma la volontà di ricorrere al Tar Lazio in attesa dell’informativa sui bandi. Nei prossimi giorni saranno aperte le pre-adesioni ai ricorsi per il personale docente escluso
Arriva dunque in Gazzetta Ufficiale il decreto scuola, più noto come salva-precari: si tratta della Legge 159/2019, la quale proprio da oggi entrerà in vigore.Scorrendo il testo convertito in legge, si prende atto che a seguito dell’audizione parlamentare in VII – XI Commissione di Montecitorio e la manifestazione nazionale proclamata da Anief, sono state accolte solo alcune richieste: l’immissione del personale delle paritarie e dei percorsi regionali alla procedura abilitante, l’estensione agli ultimi dieci anni del servizio prestato, la valutazione del servizio prestato senza titolo su posto di sostegno, lo scorrimento delle graduatorie degli idonei dell’ultimo concorso per Insegnanti di religione cattolica, la partecipazione con riserva per gli specializzandi del V ciclo o per chi svolge servizio anche per l’anno in corso, la possibilità di concorrere sia su posti di sostegno che curricolari, il raddoppio dei posti banditi per dirigenti tecnici, la trasformazione delle graduatorie di istituto in provinciali ma soltanto per le supplenze annuali o al termine dell’attività didattica, la riapertura della terza fascia ai laureati. Sono tutti provvedimenti importanti quelli approvati, ma, alla resa dei conti, risultano “poca roba” rispetto alla grandissima platea di candidati esclusi che potrebbero ambire, per mille ragioni, a un ruolo o a un’abilitazione all’insegnamento, ma anche ai più di centomila posti che continueranno a essere assegnati in supplenza a dispetto delle nuove otto graduatorie da cui assumere gli insegnanti. Sono tutte esclusioni che per lo studio legale di Anief appaiono sempre più incostituzionali, rispetto al fine della norma di assorbire il precariato e risparmiare sui risarcimenti ordinati dai giudici nelle cause presso i tribunali del lavoro per abuso dei contratti a termine.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Mostra Conversation Piece Part VI

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Roma Martedì 14 gennaio, ore 11.00, via Fontanella Borghese 56b si terrà alla Fondazione Memmo la press preview della mostra Conversation Piece | Part VI, il nuovo appuntamento del ciclo di mostre, a cura di Marcello Smarrelli, dedicate agli artisti italiani e stranieri temporaneamente presenti a Roma.L’esposizione, aperta al pubblico dal 15 gennaio 2020 al 22 marzo 2020, avrà come protagonisti Corinna Gosmaro (artista, CRT Italian Fellowship in Visual Arts presso l’American Academy in Rome), Philippe Rahm (architetto, borsista presso l’Accademia di Francia – Villa Medici nel 1999/2000 e attualmente residente a Roma) e Rolf Sachs (artista e designer svizzero, che ha da poco stabilito il proprio studio a Roma).La mostra, oltre a rappresentare un’occasione di confronto e di dialogo con Roma, si offre come momento di discussione tra personalità artistiche differenti tra loro nell’intento di far convergere energie, saperi e metodi diversi in un unico evento espositivo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Teatro: Lo cunto de li cunti

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Roma dal 3 al 6 gennaio venerdì ore 20.45, sabato ore 19, domenica e lunedì ore 18 Teatro di Documenti via Nicola Zabaglia, 42. E’ un’antica fiaba in “cartone animato”, da Lo cunto de li cunti. Trattenemiento de li peccerilledi Giambattista Basile. Versione teatrale di Vincenzo Longobardi. Con A. Ancona, G. Barbero, M. Barchiesi, D. Busini, M. Colucci, F. Di Bernardino, R. Gargiulo, R. Inserra, V. Longobardi, G. Masala, S. Marazzi, R. Moschella, C. Rossi, B.M. Salvati, M. Toscanelli, S. Venettoni. Prod. Il Camerino.
Da un antico libro di fiabe popolari, si anima una vicenda in cui le forze negative dell’inganno e dell’invidia, oggi ci fanno riflettere sulla immutata condizione dell’uomo. Un nutrito gruppo di attori guidato da una lettura registica intelligente e fantasiosa che richiama per ritmo e scansione delle immagini la forma tipica del cartone animato.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Itinerari turistici: Leonardo al Louvre e visita alla Parigi meno conosciuta

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Parigi da mercoledì 12 a venerdì 14 febbraio 2020 Guida culturale Salvatore Sutera Organizzatrice: Lidia Annunziata. Breve ma intensa visita della Parigi meno conosciuta, che lascia nei visitatori nuove, affascinanti sensazioni. La mostra sul genio incomparabile di Leonardo da Vinci, che in Francia trascorse gli ultimi anni della sua vita: l’Uomo Vitruviano ed altre opere (circa 180) tra dipinti e disegni nella grande retrospettiva del maestro italiano e di artisti della sua epoca.
Mercoledì 12 febbraio Alle ore 8.00 ritrovo all’aeroporto di Milano Linate, al check in di Air France partenza alle ore 9.50 per Parigi CDG, arrivo alle ore 11.25. Trasferimento in centro, pranzo libero. Nel pomeriggio visita Museo etnologico del Quai Branly, a pochi metri dalla Tour Eiffel. Immerso in un rigoglioso giardino e in una sorprendente architettura contemporanea ad opera di Jean Nouvel il Museo è dedicato alle arti primitive e alle civiltà “non occidentali”. Quattro continenti da esplorare, Africa, Asia, Oceania e Americhe, un museo da non perdere, un’esperienza originale e appassionante. Sistemazione in Hôtel Beaubourg , 11 rue Simon Lefranc, hotel di charme, nel centro del quartiere del Marais. Cena in ristorante e pernottamento.
Giovedì 13 febbraio Prima colazione. Visita della Mostra “Leonardo da Vinci”. Per commemorare i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci, il museo del Louvre ha allestito una mostra dedicata interamente al pittore e inventore fiorentino. Una buona ragione per attraversare le porte di questo museo emblematico e scoprire delle opere d’eccezione riunite per la prima volta a Parigi per questo importantissimo anniversario. Il percorso di visita raccoglie 120 opere di Leonardo. Tra queste, pitture, disegni, sculture, ma anche opere d’arte e manoscritti provenienti da istituzioni prestigiose come la Royal Collection, il British Museum e la National Gallery di Londra, la Pinacoteca vaticana, il Metropolitan Museum di New York e l’Institut di Francia, per citarne qualcuno. La Gioconda rimane esposta nel corso della collezione permanente del Louvre, ma la mostra dedicata a Leonardo da Vinci è un’occasione inedita di vedere raccolte così tante opere d’arte del maestro fiorentino. Pranzo libero (possibilità di pranzare all’interno del museo, anche per proseguire individualmente le visite nel pomeriggio). Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.
Venerdì 14 febbraio Prima colazione. Visita della città: panoramica dei luoghi meno noti della capitale, quali La Coulée verte René-Dumont, un lungo spazio verde adibito a passeggiata pedonale e parco pubblico che ha preso il posto del tracciato di una vecchia ferrovia sopraelevata rispetto alla strada circostante e passeggiata nel Marais, un quartiere delizioso con tanti negozietti, stradine in cui si respira ancora l’atmosfera d’un tempo, belle residenze e una tra le piazze più poetiche della città, Place des Vosges. Il Marais deve il suo nome alla natura acquitrinosa dei terreni (marais è la parola francese per palude) sui quali venne edificato a partire dal XII secolo e dove, tra ‘500 e ‘600, la nobiltà parigina fece costruire http://www.italianostramilano.org

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intossicazione per alcol e droghe

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Bergamo. Stop&Go: è il nome dell’ambulatorio che da gennaio offrirà una risposta in due fasi ai casi di intossicazione per alcol e droghe di ragazzi che hanno meno di 25 anni. “Il primo punto in cui intercettiamo questi casi è il Pronto soccorso – spiega Marco Riglietta, direttore dell’Unità Dipendenze di cui fa parte il SerD -. Il numero degli accessi per quadri di vario tipo legati all’intossicazione acuta da sostanze psicoattive si aggira intorno ai 400 casi l’anno, con episodi di diversa gravità”.“Per lo più non rivediamo questi giovani – prosegue Riglietta – e l’episodio resta un caso isolato: ma per qualcuno è il segnale che c’è un problema che sarebbe opportuno valutare per identificare condizioni a rischio di un aggravamento. Già oggi i ragazzi, e le famiglie nel caso di minorenni, vengono indirizzate al SerD, ma la risposta è bassa”.Il Servizio Dipendenze, l’ex SerT, viene ancora troppo spesso percepito come il centro a cui si rivolgono i dipendenti cronici da eroina in un contesto già di grave deriva sociale, mentre oggi è un servizio che vuole occuparsi soprattutto di interventi precoci: come in tutta la Medicina, più si interviene precocemente e più è efficace e rapido l’intervento, minore è il rischio che il problema diventi cronico. Oggi fra l’esordio di consumo problematico di sostanze e l’accesso ai servizi di trattamento trascorrono anche 8-10 anni, che per l’alcol possono anche arrivare a 20 anni.L’ambulatorio “Stop&Go” nasce proprio per vincere questa visione superata e mettere a proprio agio ragazzi e famiglie, a cominciare dalla sede, affacciata sull’Hospital Street del Papa Giovanni all’altezza della Torre 1 (ingresso 8, lato sud dell’Ospedale).
“Chi viene trovato sotto l’effetto di sostanze o di alcol, nel referto del Pronto Soccorso trova già un appuntamento fissato all’ambulatorio ospedaliero, in cui offriremo una consulenza medica e psicologica – continua Riglietta -. L’obiettivo è valutare la presenza di condizioni a rischio di aggravamento e offrire la possibilità di riflettere sull’episodio acuto che ha provocato l’accesso al Pronto Soccorso”.
Nel 2019 il servizio per le dipendenze dell’Asst Papa Giovanni XXIII ha seguito 239 ragazzi sotto i 25 anni, di cui 43 fra i 15 e i 19, e 2 fra i 10 e 14 anni. Sul dato complessivo l’81% è maschio e il 19% femmina, ma se analizziamo la fascia inferiore ai 19 anni osserviamo una leggera differenza: la percentuale di maschi si abbassa al 74% e quella di femmine sale al 26%.Quasi il 50% di questi ragazzi arriva al SerD inviata dai servizi legati all’area del controllo (Prefettura, Tribunali, Commissione medica per le patenti di guida …), il 30% arriva volontariamente, segno che riconoscono il servizio come un luogo di consulenza/cura adeguato al problema. “Molto limitati sono invece gli invii dalla famiglia (6%), dai servizi sanitari (6%), dai servizi sociali, dalla scuola e dal volontariato (3%) – conclude Riglietta -: come dire che lo stigma nei confronti del servizio lo hanno soprattutto gli adulti e non i ragazzi”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Grafoterapia» è un nuovo strumento per la crescita e il cambiamento interiore

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

In libreria per Rubbettino il libro di Emma Paolillo Magaldi. Quanto può raccontare di noi la grafia? Può essere usata da chi si occupa della reclutazione del personale per indagare alcuni aspetti della personalità del candidato o per aiutare le persone che lavorano con noi a migliorarsi? Lo studio della nostra grafia può dunque essere uno strumento per attivare quel cammino di pacificazione e rigenerazione interiore a cui molti di noi aspirano? 
Queste e altre domande trovano risposta nel nuovo saggio di Emma Paolillo Magaldi “Grafoterapia. L’arte di esprimere e interpretare le emozioni” in libreria per Rubbettino Editore. Il saggio è frutto di un cammino di meditazione alla ricerca di quel filo che collega il progetto dell’anima al divino interiore. L’autrice focalizza l’attenzione sui grafemi e sul simbolismo grafico già indagato da illustri grafologi, per dimostrare che la scrittura, in quanto espressione del nostro essere fisico, mentale ed emozionale, ha il potere benefico della guarigione. Il grafologo esperto studia e individua le peculiarità di ogni grafema legate al comportamento e ne indica la correzione volta al raggiungimento del benessere della persona. L’autrice ha tratto spunto per le sue ricerche da Change Your Handwriting. Change Your Life di Vimala Rodgers, del 1993. La grafoterapia crea l’opportunità di vivere una nuova esperienza cambiando alcuni comportamenti di vita abitudinari. Il messaggio è indirizzato a coloro i quali avvertono la spinta a dare un nuovo senso alla propria esistenza e che sono pronti a fare un viaggio interiore. Le storie, riportate nel testo, dimostrano che la grafoterapia ha successo quando la persona è intenzionalmente proiettata verso l’obiettivo e ha la volontà di attivare l’energia psichica necessaria per raggiungere il fine desiderato.
Emma Paolillo Magaldi è laureata in Sociologia presso l’Università di Salerno, diplomata in Grafologia presso il Ce.S.Graf di Roma, ha conseguito il Diploma di Counselor Professionale presso il Q.I.S.S. di Salerno. Dal 1983 è Responsabile della selezione, valutazione e incentivazione del personale presso Magaldi Group Aziende leader mondiali di impianti industriali nel settore Power.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gruppo 2003: Bene due ministeri per Scuola e Università e ricerca

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Il Gruppo 2003 per la ricerca scientifica si rallegra della scelta operata dal governo di separare il Ministero dell’Istruzione dal Ministero dell’Università e ricerca, come proposto dallo stesso Gruppo lo scorso settembre. La scissione del MIUR in due ministeri era già avvenuta dal 1988 al 2001, e successivamente dal 2006 al 2008 (poi riuniti prima per la legge Bassanini e poi per una disposizione della Finanziaria del 2008). La riforma, infatti, consente un lavoro migliore in due ambiti di primaria importanza per lo sviluppo del Paese: la scuola da un lato, che attende da tempo un rinnovamento anche in considerazione dei deludenti risultati dell’ultima rilevazione PISA; la ricerca dall’altro, che da anni soffre di una preoccupante disattenzione politica e di un cronico sottofinanziamento.Positiva quindi la notizia della istituzione di un Ministero che d’ora in poi potrà concentrare la propria azione sul rilancio economico e programmatico delle università e della ricerca, aiutato in questa opera ambiziosa anche dalla istituzione della Agenzia nazionale per la ricerca dedicata alla gestione trasparente e indipendente dei bandi di ricerca.Con queste due notizie, il 2019 può rappresentare davvero l’anno della svolta invocata da tempo, sempre che a queste nuove strutture faccia seguito la volontà, accennata dal premier Giuseppe Conte nel bilancio di oggi, di dedicare nuove risorse alla ricerca scientifica. “Auguriamo dunque buon lavoro ai nuovi ministri Lucia Azzolina e Gaetano Manfredi perché sappiano infondere ai nuovi dicasteri della scuola e della università e ricerca un nuovo slancio. Un ministero dedicato alla ricerca rende più facile occuparsi del settore, purché lo si faccia guardando globalmente al Paese e alla sua economia”, ha dichiarato il presidente del Gruppo 2003 Nicola Bellomo. (by Gruppo 2003 per la ricerca scientifica)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Norsk Hydro: Production resumed at Paragominas and Alunorte

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

The power supply to Hydro’s Paragominas bauxite mine has been resumed, allowing production to restart. Production is consequently being ramped up at Hydro’s Alunorte alumina refinery.On December 18, a transmission tower overturned, ceasing power supply to Paragominas, temporarily halting the production at the mine. The transmission tower has been repaired, and the power connection resumed.There were no personnel injuries, damages to other production assets or impact on the nearby environment related to the power outage.Financial and operational impact has been limited, and no negative customer impact is expected.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Halo Enters Into Binding LOI To Acquire Canmart Limited (UK)

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Halo Labs Inc. (“Halo” or the “Company”) (NEO: HALO, OTCQX: AGEEF, Germany: A9KN) is pleased to announce that it has entered into a binding Letter of Intent (the “LOI”) to acquire all of the common shares of Canmart Limited (“Canmart”) in the United Kingdom (“UK”). This is Halo’s first planned international acquisition of an importer and distributor of licensed medicinal cannabis products. The Company aims to acquire, partner and apply for further national licenses within Europe and other territories to give Halo direct market access for its products made from medical cannabis grown at the Company’s 205-hectare Bophelo cannabis cultivation zone (“Bophelo”) in Mafeteng, Lesotho. Via Canmart, which is approved for import into the UK, Halo anticipates commencing exports to the UK towards the second half of 2020, subject to regulatory approvals. The total transaction size of the Canmart acquisition is anticipated to be C$6 million, payable in Halo common shares and at a deemed price of C$0.35 per share which is based on the 30-day VWAP as of December 23, 2019 (“the Consideration”). Consideration will be paid as Canmart achieves critical business milestones. Halo’s acquisition of Canmart is expected to sign and close within the next seventy-five days. Completion of the Acquisition is subject to, among other things, the satisfaction or waiver of any conditions’ precedent to the consummation of the Acquisition (including the receipt of any requisite regulatory and stock exchange approvals). Commenting on the transaction, CEO and Co-Founder of Halo Kiran Sidhu said, “The UK is one of the world’s largest individual cannabis markets. Our goal is to become a major player in the UK in the coming years. With the quality and cost of medical cannabis we are growing in Lesotho, the acquisition of Canmart will put us in prime position to grow our business as cannabis-based medicinal treatments become more mainstream across Great Britain.” Darran Quinn, Founding Director of Canmart added, “The UK Medicinal Cannabis market is poised for major growth. Working with Halo provides Canmart a sustainable competitive advantage in the both short and long term. Halo’s management team combined with the Company’s focused seed to sale international strategy will provide great value for us now that we will be Halo shareholders.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Presidente Conte una buona notizia per il mondo della Ricerca e dell’Università

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

Accogliamo con grande favore le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Conte riguardo l’istituzione del comparto Università e Ricerca e della creazione di un ministero dedicato. In questo modo si pone rimedio ad una palese stortura causata dall’imposizione della legge Brunetta che limitava a 4, più la Presidenza del Consiglio, il numero dei comparti di contrattazione del Pubblico Impiego, ma soprattutto è un segnale di attenzione al mondo della Ricerca che finora non avevamo assolutamente registrato da questo governo, così come dai precedenti.L’auspicio è che il provvedimento si concretizzi in tempo utile per la prossima tornata contrattuale e consenta ai lavoratori dell’Università e della Ricerca di riappropriarsi di un contratto che riconosca la centralità di questi settori e risponda alle loro necessità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo – Castelli, “Congratulazioni ad Azzolina e Manfredi, certa del buon lavoro che faremo”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

Roma – “Sono contenta della designazione di Lucia Azzolina a Ministro per la Scuola, una collega ed un’amica, eletta in Piemonte, che ha vissuto dall’interno il mondo della scuola e che saprà proseguire la positiva azione di Governo che abbiamo avviato. A lei, come al designato Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, personalità accademica di indubbia competenza, faccio le mie congratulazioni, certa del bel lavoro che potremo fare assieme”.
Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: le urgenze da affrontare

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

Riorganizzazione del Ministero, concorsi, educazione civica e coding, avvio nuovo anno scolastico, tra le prime questioni che richiedono una pronta soluzione. Altrimenti la mastodontica macchina dell’istruzione rischia di incepparsi Lucia Azzolina, 37 anni, è l’ottava donna a ricoprire l’incarico di ministro dell’istruzione e il 99.mo ministro dall’unità d’Italia a occupare il posto di comando del Palazzo della Minerva.Prima di lei hanno diretto il dicastero di viale Trastevere a Roma altre sette donne: Franca Falcucci (dal 1982 al 1987), Maria Rosa Jervolino (1992-94), Letizia Moratti (2001-06), Mariastella Gelmini (2008-11: la più giovane ministra dell’istruzione, lo è diventata a 34 anni), Maria Chiara Carrozza (2013-14), Stefania Giannini (2014-2016), Valeria Fedeli (dal 2016-18).E’ una delle pochissime ad essere passata, in meno di due anni, da una cattedra di scuola (storia e filosofia al liceo “Quintino Sella” di Biella) alla scrivania che fu di Benedetto Croce, Giovanni Gentile e, nel periodo repubblicano, di eminenti politici poi eletti Presidenti della Repubblica, come Antonio Segni, Pier Luigi Scalfaro e Sergio Mattarella. In questo breve lasso di tempo è stata membro della VII Commissione cultura in Parlamento e dal settembre scorso sottosegretario al Miur. Una carriera fulminante, da “soldato semplice a comandante in capo” di un universo di oltre un milione di dipendenti, con oltre 40 mila sedi sul territorio.Appena formalizzato l’incarico, il neo ministro dovrà affrontare una serie di dossier urgenti – che Tuttoscuola riepiloga – in quanto la repentina uscita di scena di Fioramonti crea notevoli problemi operativi per il funzionamento della scuola, in un momento di passaggio in cui è necessario dare attuazione immediata ai provvedimenti appena emanati dal Parlamento.Prima di tutto si dovrà occupare del ridisegno organizzativo del Ministero dell’istruzione, senza il quale la complessa macchina amministrativa rischia di rimanere in panne. La Azzolina dovrà scegliere e nominare ben nove nuovi direttori generali all’interno del ministero e quattro direttori negli uffici scolastici regionali, centri nevralgici dell’amministrazione sul territorio. Queste in particolare le posizioni attualmente scoperte, per le quali i candidati hanno presentato domanda entro lo scorso venerdì 27 dicembre:
• Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione;
• Direzione generale per il personale scolastico;
• Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico;
• Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale.
• Direzione generale per la formazione universitaria, l’inclusione e il diritto allo studio;
• Direzione generale per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica;
• Direzione generale per il coordinamento e la valorizzazione della ricerca e dei suoi risultati;
• Direzione generale per le risorse umane, finanziarie e i contratti;
• Direzione generale per i sistemi informativi e la statistica;
• Direzione generale per la progettazione organizzati va, l’innovazione dei processi dell’amministrazione e la comunicazione.
Sul territorio risultano privi di titolare gli uffici scolastici regionali (Usr) di Lazio, Liguria, Lombardia e Sicilia. Regioni pesanti, che gestiscono la frequenza di due milioni e 700 mila studenti su un totale di 7 milioni e seicentomila (circa il 35% del totale della popolazione studentesca nelle scuole statali).
Inoltre il ministro Azzolina dovrà al più presto assegnare le deleghe ai sottosegretari che Fioramonti non aveva ancora formalizzato. Da un punto di vista normativo sarà inoltre necessario un provvedimento di “scorporo” rispetto all’Università e Ricerca da parte del Governo controfirmato dal Presidente della Repubblica.
La riorganizzazione del “nuovo” Ministero della Pubblica Istruzione (sarà recuperato l’aggettivo “Pubblica”?) non rappresenta l’unico dossier urgente di cui dovrà occuparsi la neo ministra. Concorsi, procedure per l’avvio del nuovo anno scolastico (quello in corso ha raggiunto un livello esorbitante di cattedre scoperte), nuova educazione civica saranno le prime azioni da affrontare.
Il 2020 si annuncia come uno degli anni più carichi di concorsi, per molti dei quali dovranno essere predisposti preliminarmente o integrati i regolamenti di attuazione da cui dovranno uscire i bandi dei concorsi veri e propri. Tra tutti, quelli per l’assunzione di nuovi dirigenti tecnici (gli ispettori del Ministero, ridotti al momento a poche decine) e degli insegnanti di religione cattolica (per questo l’ultimo e primo dei concorsi è di quindici anni fa).
Sempre in materia di concorsi dovrà sovrintendere a tutta la gestione dei concorsi ordinari e straordinari previsti dal recente decreto legge del salva precari per riuscire a portarli a termine il più presto possibile con le nomine di 48 mila nuovi docenti.
La legge sull’educazione civica che ha visto in Parlamento l’apporto quasi unitario delle forze di maggioranza e opposizione dovrà trovare un’attuazione funzionale e condivisa che non deluda mondo politico e scolastico.
Sullo sfondo delle azioni immediate dovrà porre attenzione a grandi problemi strutturali quali la dispersione scolastica, la formazione dei docenti, la stabilizzazione del sistema.
Dovrà concertare con altri ministri le azioni di sistema per affrontare gli effetti (che si annunciano preoccupanti per la scuola) del calo demografico, per cercare di invertire la tendenza e/o per reinvestire le risorse umane eccedenti nel potenziamento del sistema. (fonte: redazione tuttoscuola)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »