Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Governo. Arrivano i turchi!

Posted by fidest press agency su sabato, 11 gennaio 2020

“Mamma li turchi!”, oltre che un film di Savino del 1973, è una espressione, diremmo preoccupata, per le scorrerie effettuate sui nostri litorali nel corso dei secoli. Oggi possiamo dire che i turchi sono presenti in quello che era una colonia italiana: la Libia. Nel 1911, l’Italia dichiarò guerra all’Impero ottomano per ottenere il controllo della Tripolitania e della Cirenaica, le due regioni libiche che si affacciano sul Mediterraneo.Sembra la nemesi, i turchi, ovvero, la Turchia, sono tornati in Tripolitania per appoggiare il governo di accordo nazionale, riconosciuto dall’Onu e dall’Italia.Come è noto, in Libia si contrappongono Fayed Al-Sarraj, capo del governo di accordo nazionale, che gestisce parte della Tripolitania e il generale Khalifa Haftar, che controlla la Cirenaica.
La Turchia e la Russia si sono offerti come mediatori del conflitto, la prima a sostegno di Al-Sarraj, la seconda in appoggio ad Haftar.
Insomma, abbiamo i turchi di fronte all’Italia. Il presidente turco, Recep Erdogan, ha sottoscritto un accordo con Al-Sarraj per lo sfruttamento di risorse energetiche in ambito marino e, ora, potrebbe controllare quelle di terra, utilizzate dall’Eni, e il flusso di migranti.
Sicchè, la Turchia controllerebbe il flusso di migranti dall’Est, verso la Grecia, e dal Sud verso l’Italia. E il governo Conte (1 e 2) che fa? Niente, anzi, commette errori madornali come quello di invitare a Roma, contestualmente, i due contendenti, Al Sarraj e Haftar, ottenendo un rifiuto dal primo.Il governo Conte (1 e 2) dopo aver riconosciuto Al-Serraj, non lo ha sostenuto politicamente, economicamente e militarmente, anzi, è arrivato a dichiarare “Né con Sarraj né con Haftar, stiamo con il popolo libico”, che significa lasciare vuoto uno spazio politico, prontamente riempito dalla Turchia.E il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio? Non pervenuto. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: