Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Gli alberi sono liriche che la terra scrive al cielo

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 gennaio 2020

Sono le parole di Kahlil Gibran. Il 2020 è stato proclamato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite come “Anno internazionale della salute delle piante” Un traguardo importante, considerando il fatto che fino a pochi decenni fa il termine “vegetale” fosse sinonimo di qualcosa di inerme, immobile, vivo ma non vitale, ascrivendo automaticamente il mondo delle piante in una categoria più bassa e meno importante rispetto a quella animale e umana.Basta poco per realizzare l’idiozia di questa affermazione: sappiamo benissimo che le piante ci forniscono l’ossigeno, ci danno da mangiare (l’80% del cibo consumato dall’uomo è di origine vegetale), ci forniscono materie prime, senza di loro la vita sulla Terra non sarebbe possibile.I dati inoltre parlano chiari: l’uomo è un elemento insignificante (purtroppo solo dal punto di vista numerico!) sulla Terra: l’82% degli esseri viventi è rappresentato dalle piante (solo di alberi si contano oltre 60.000 specie), seguite dai batteri (13%) e dagli animali con un 5%… e l’uomo? Rappresenta ben lo 0,01%… con una capacità distruttiva devastante, però! Noi delle Vie dei Canti siamo fortunati: stiamo scrivendo a un popolo di camminatori, che proprio già per il fatto di scegliere il passo lento dimostra una sensibilità e un’attenzione verso il mondo esterno superiore alla media.Chi cammina conosce sulla propria pelle i benefici che le piante apportano. Chi cammina sa cosa vuol dire abbandonarsi al bosco, ai sui profumi, ai suoi suoni. Chi cammina sa quanto l’uomo sia infinitamente piccolo e impotente rispetto all’immensa popolazione vegetale che attraversa nel suo peregrinare.
Il camminatore, passo dopo passo, “vede” le piante come singoli individui e non come una massa indistinta di foglie e fiori.Che sia dunque questo 2020 una nuova occasione per camminare e camminare ancora, coinvolgendo il più alto numero di persone possibili, per preservare le piante, per conoscerle, per capirle e soprattutto per amarle. (fonte: traterraecielo.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: