Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Archive for 22 febbraio 2020

Coronavirus e quarantena

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

“La notizia del contagio da Coronavirus di altre due persone residenti a Castiglione D’Adda conferma che tutti coloro che tornano dalla Cina devono essere sottoposti ad accurati controlli sanitari, caso analogo della Regione Toscana dove 2500 cinesi sono rientrati dopo aver festeggiato il loro capodanno. Vicenda sulla quale ho presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro per far luce sui provvedimenti intrapresi dal governatore Rossi. E’ necessario mantenere alto il livello di attenzione con maggiori interventi di vigilanza e messa in quarantena – come affermato anche dall’immunologo prof. Burioni – di tutti coloro che tornano in Italia dalla Cina o che comunque provengono dalle aree del focolaio”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra “La riscoperta di un capolavoro”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Bologna dal 12 marzo al 28 giugno 2020 Palazzo Fava a Bologna ospita la mostra “La riscoperta di un capolavoro”, che riporta a Bologna a 300 anni dalla dispersione le 16 tavole originali del Polittico Griffoni, la celeberrima pala d’altare di Francesco del Cossa ed Ercole de’ Roberti. Oltre 100mila visualizzazioni sui diversi social (YouTube, Instagram, Facebook) in meno di 24 ore: è l’effetto Luis Sal, grazie al video da lui realizzato dedicato alla storia del Polittico Griffoni, la pala d’altare realizzata dai ferraresi Francesco del Cossa ed Ercole de’ Roberti per la Basilica di San Petronio di Bologna nel 1470, smembrata poi nel corso del Settecento ed oggi ricomposta a Bologna, in occasione della mostra “La riscoperta di un capolavoro”, che aprirà il prossimo 12 marzo a Palazzo Fava – Palazzo delle esposizioni del circuito museale Genus Bononiae. Musei nella città.
La collaborazione tra Genus Bononiae e lo youtuber bolognese famoso in tutta Italia (oltre 1 milione di follower su Instagram) nasce dal desiderio di avvicinare anche il pubblico più giovane a questa mostra e alla storia che racconta, definita da Lonely Planet una “spy story degna di un romanzo di Dan Brown”.
Diventa dunque oggi realtà la poderosa impresa di riunire il Polittico, resa possibile grazie all’impegno di Genus Bononiae e del suo Presidente Fabio Roversi-Monaco e dagli straordinari prestiti concessi dai 9 Musei oggi possessori delle singole opere: National Gallery di Londra, Pinacoteca di Brera di Milano, Louvre di Parigi, National Gallery of Art di Washington, Collezione Cagnola di Gazzada (Va), Musei Vaticani, Pinacoteca Nazionale di Ferrara, Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam, Collezione Vittorio Cini di Venezia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vertenza precarie Piaggio: USB convocata al Ministero del Lavoro

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Roma Lunedì 24 alle ore 15 una delegazione di lavoratrici licenziate, insieme al sindacato USB, si recherà a Roma per esporre le ragioni della protesta e chiedere un intervento del governo.Dopo lo sciopero di questa mattina in solidarietà con le lavoratrici Piaggio licenziate, che ha visto nella zona industriale di Pontedera un’alta adesione in tutti gli stabilimenti interessati, e grazie all’interessamento della consigliera regionale Irene Galletti, è arrivata per le precarie licenziate la convocazione presso il Ministero del Lavoro, da una settimana in lotta sul tetto del Palazzo Blu di viale Africa.Sull’altro fronte aperto cioè quello in Regione, a breve dovrebbe arrivare la convocazione di un tavolo specifico. Anche il consigliere regionale Fattori ha predisposto una mozione specifica in tal senso.
Al di là dell’aspetto istituzionale, assolutamente importante, USB ringrazia tutti gli operai e le operaie che oggi hanno deciso di scioperare “perdendo” due ore del proprio salario per stare accanto alle colleghe licenziate dopo dodici anni da un’azienda che macina utili ma si trincera dietro il decreto dignità. Colpiscono uno colpiscono tutti!

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Percorso di formazione cristiana

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Roma Venerdì 28 Febbraio 2020 dalle ore 21.00 presso la basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini (Piazza dell’Oro 4) proseguirà il percorso di formazione cristiana dell’associazione cattolica romana MEIC Sant’Ivo alla Sapienza, sul tema Profeti di Pace con l’intervento del Sac. Luigi Maria Epicoco, sul tema “Pace a voi!” Il percorso “profeti di pace” vuole formare i partecipanti alla vocazione profetica del cristiano in modo pacifico. Chi è il profeta di pace? E’ colui che rimanda il contenuto divisivo della profezia seminando pace in chiunque incontra, ma al contempo è capace di rimanere fedele alle sue idee, fino al sacrificio estremo se necessario. L’obbiettivo è coniugare la pace con gli altri senza rinunciare alle istanze della propria coscienza. Il ciclo, che ha già visto diversi protagonisti della scena romana, p. Emidio Alessandrini ofm, il prof. Marco Guzzi, p. Maurizio Botta C.O., p. Ottavio de Bertolis s.j., prosegue con don Luigi Maria Epicoco, e si inquadra all’interno dell’offerta formativa del MEIC dell’anno 2019-2020 fatta di: Cineforum sulle relazioni affettive, percorso culturale “Storie: inconti di Letteratura” e scuola socio politica “Don Lorenzo Milani”. Maggiorni informazioni alla pagina http://www.facebook.com/meicroma.
Don Luigi Maria Epicoco (Mesagne, 21 ottobre 1980) è un presbitero della diocesi di L’Aquila. Insegna filosofia alla Pontificia Università Lateranense e all’ISSR Fides et ratio dell’Aquila di cui è anche Preside. Responsabile dell’Ufficio Cultura e della Pastorale Universitaria. Ha fondato e guidato la Parrocchia Universitaria (2008-2019). Nei suoi studi e nel suo ministero si occupa di formazione e spiritualità cristiana. Ha al suo attivo molte pubblicazioni tradotte anche in inglese, francese, spagnolo, portoghese, coreano.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contraffazioni e difesa del “Made in Italy”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

La lotta contro la contraffazione è un pilastro fondamentale nella difesa del made in Italy e della nostra agricoltura, in special modo ora che assistiamo a un inasprimento delle guerre commerciali a livello mondiale – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Il rispristino di barriere alle esportazioni, infatti, incoraggia operatori senza scrupoli a immettere sui mercati esteri prodotti che fanno leva sulla riconosciuta qualità dei marchi italiani per trarre in inganno il consumatore. Ma il problema è anche italiano.
Il rinnovato impegno espresso dalla ministra per le Politiche agricole Teresa Bellanova durante la sua visita in Sicilia, ci fa sperare che la questione resti prioritaria nell’agenda del Governo in questo 2020. In gioco non c’è solo la sostenibilità delle imprese che subiscono le contraffazioni, ma anche la salute e la fiducia dei consumatori in Italia e nel mondo – prosegue Tiso. Resta aperto il nodo delle risorse, nonostante i nuovi finanziamenti previsti nel decreto Milleproroghe a favore degli ispettorati.Il fenomeno ha dimensioni rilevanti. Secondo il rapporto dell’Ispettorato centrale repressione frodi (Icqrf) del ministero delle Politiche agricole, nel 2019 le irregolarità hanno riguardato il 17,5% degli operatori e l’11,4% dei prodotti, mentre il 10% dei campioni analizzati sono risultati irregolari. La merce sequestrata, grazie a oltre 55mila controlli, ha raggiunto circa 72 milioni di chilogrammi per un valore di oltre 301 milioni di euro.Queste cifre confermano che la minaccia della contraffazione è ancora diffusa e che bisogna mantenere alta la guardia. L’innovazione può essere un’importante arma per contrastare il fenomeno. Tecnologie come la blockchain, ad esempio, possono contribuire a migliorare la trasparenza e la tutela del marchio di origine a vantaggio del consumatore e delle imprese italiane.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Direttiva UE sull’efficienza energetica degli edifici

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

È stata resa pubblica la bozza del recepimento in Italia della Direttiva 2018/844 che modifica ed integra la Direttiva europea sull’efficienza energetica degli edifici (EPBD). Sul recepimento si esprimono le Associazioni Kyoto Club, Legambiente e Renovate Italy in una lettera al Governo in cui sottolineano come il nostro Paese debba fare scelte coraggiose senza bisogno di decisioni dilatorie. Chiedono perciò che il recepimento avvenga correttamente nei contenuti (adeguatamente al testo della Direttiva), nei modi (tramite convocazione degli stakeholder, alla quale saremo felici di portare i nostri contributi) e nei tempi (almeno entro la fine del presente anno). (fonte: Ufficio stampa Kyoto Club)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mappa dei Rischi 2020 di SACE SIMEST

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Gruppo CDP) Roma mercoledì 26 febbraio presso la sede di Roma alle ore 11:15 (piazza Poli 37/42). Interverranno Andrea Montanino, Chief Economist CDP e Alessandro Terzulli, Responsabile Ricerca e Studi SACE per delineare lo scenario dei profili di rischio per chi esporta e si internazionalizza in 198 mercati al mondo. Tensioni e rivalità tra Stati Uniti, Cina ed Unione Europea, una Brexit ancora tutta da gestire, crescente instabilità, criticità finanziarie e indebitamento di diverse economie emergenti: si profila un 2020 complesso sui mercati esteri e per chi, come le imprese italiane, fa dell’export e dell’internazionalizzazione il proprio motore di crescita. Quali le prospettive per l’anno che verrà? E quali i punti da tenere in mente per le imprese che puntano sui mercati esteri per crescere?

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Canone d’affitto corretto per la propria abitazione

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Housing Anywhere, la piattaforma internazionale di affitti, presenta RentRadar, un algoritmo di previsione dei prezzi per il mercato immobiliare, potenziato dall’apprendimento automatico. Disponibile al momento per Milano, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Madrid, Rotterdam e Vienna, a breve il tool sarà disponibile anche per altre città.Grazie a questo strumento innovativo per gli affitti di medio e lungo termine, proprietari e gestori immobiliari potranno ora ottenere una stima veritiera di quanto potrebbero guadagnare con le loro proprietà. “Con il lancio del RentRadar, i nostri utenti hanno ora a disposizione una nuova tecnologia all’avanguardia per gestire i propri affitti su HousingAnywhere” afferma Djordy Seelmann, CEO di HousingAnywhere. “Stabilire il canone di affitto adeguato può richiedere diverse ore; grazie al RentRadar chi dispone di una proprietà non correrà più il rischio di proporre un prezzo troppo alto o troppo basso e risparmierà tempo prezioso, non dovendo condurre lunghe ricerche di mercato”.Lanciando il primo algoritmo di previsione dei prezzi per il mercato immobiliare, HousingAnywhere fornisce una soluzione a questo problema. “Volevamo creare uno strumento per aiutare chi dispone di una proprietà a stabilire un canone di affitto adeguato, in modo rapido e accurato” continua Seelmann. “Durante gli anni la nostra piattaforma ha registrato centinaia di migliaia di interazioni tra domanda e offerta a livello globale, interazioni che si sono convertite in prenotazioni o che non sono andate a buon fine. Sappiamo quindi quali prezzi hanno più probabilità di generare prenotazioni, e quali invece sono fuori mercato. Dopo aver alimentato per mesi il nostro algoritmo abbiamo sviluppato uno degli strumenti più impressionanti mai visti nel mercato immobiliare, e siamo felici di renderlo disponibile al pubblico in maniera totalmente gratuita”. Su HousingAnywhere, ogni annuncio è definito da una serie di criteri (come posizione, superficie e caratteristiche dell’immobile) che ne influenzano il canone mensile. Ad esempio, a Milano gli utenti preferiscono case con l’aria condizionata, e sono disposti a pagare caro per averla, mentre a Berlino sono altre le caratteristiche richieste. Il RentRadar considera anche elementi esterni, ad esempio la distanza rispetto a punti di riferimento importanti, come per esempio fermate della metro e università.
Combinando tutti questi dati in modo intelligente, il RentRadar suggerisce un canone di affitto adeguato, competitivo e in linea con il mercato di riferimento. L’analisi dei dati è fondamentale nel mercato immobiliare e permette di prendere la decisione giusta e di risparmiare tempo: grazie al RentRadar, chi dispone di una proprietà può determinarne il prezzo ottimale in pochi secondi. Essendo migliorato dall’apprendimento automatico, il tool RentRadar fornisce sempre risultati aggiornati, risparmiando agli utenti il tempo necessario per condurre lunghe analisi di mercato, tempo che può essere utilizzato in altri modi per aumentare il tasso di occupazione della proprietà.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CWT nomina Linda Creighton VP, Customer Business Finance

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Minneapolis. CWT, la piattaforma di gestione dei viaggi B2B4E, ha nominato Linda Creighton Vice President, Business Finance in ambito Customer Organization. Nel suo ruolo, la cui portata è stata recentemente ampliata, Linda – con il suo team – sarà responsabile, oltre che del potenziamento delle attività di supporto aziendale di CWT, anche dell’innalzamento del livello e dell’ottimizzazione dell’analisi sul pricing e sulla redditività.Riportando a Michelle Frymire, CFO, Creighton entra così a far parte dei team Financial Leadership e Customer Leadership di CWT.“Non potrei essere più entusiasta nel promuovere Linda a questo nuovo incarico, nel quale avrà, senza dubbio, un immediato impatto positivo”, ha dichiarato Michelle Frymire. “Linda è stata per molti anni una componente altamente stimata e apprezzata del team Finance di CWT e ammiro la sua capacità di condurre la funzione finanziaria in un business di vertice complesso mantenendo, al contempo, un’attenzione incessante al servizio e al supporto ai clienti”.
Dopo essere entrata in CWT come Manager, Operations Analysis nel 1996, negli ultimi 23 anni Linda Creighton ha ricoperto diverse posizioni apicali all’interno dell’azienda. È stata promossa Director, Pricing nel 1999, VP Global Pricing & Client Finance nel 2005, VP Finance Transformation nel 2013 e VP Business Finance – Americas, GCG & Pricing nel 2018. Prima di entrare in CWT, ha trascorso 13 anni in Thomas Cook Travel rivestendo ruoli manageriali nei settori finanza, analisi finanziaria e contabilità. Linda Creighton ha conseguito una laurea in Business Administration presso la University of Dayton.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libia. Rauti (FdI): FdI preoccupata per difesa e sicurezza nazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

“Fratelli d’Italia è preoccupata per la difesa e la sicurezza nazionale, perchè dal ministro Di Maio non sono giunte risposte chiare sulla nuova missione europea che sostituirà l’operazione ‘Sophia’ ma soltanto generici ‘vedremo’ e ‘faremo notare’. Inoltre, stigmatizziamo il silenzio sulla nostra reiterata richiesta di un blocco navale, quella ‘interdizione marittima’ che, peraltro, lo stesso Di Maio aveva invocato prima della Conferenza di Berlino”. A dirlo il vicepresidente vicario del gruppo di Fratelli d’Italia al Senato e componente della Commissione Difesa, Isabella Rauti, nel corso del question time con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.”La nuova missione annunciata dimostra che, se si possono schierare navi per garantire l’embargo sulle armi, si può farlo anche per attuare il blocco navale impedendo così agli scafisti e ai barconi della morte di partire. Rimane però il problema di chi guiderà la nuova missione, che probabilmente sarà molto più utile alla Francia che all’Italia, e quali saranno i parametri di riferimento per misurare il rischio di ‘pull factor’, stabilendo quale sia la ‘soglia’ di un’ondata migratoria. Il rischio che intravediamo è quello di un aumento incontrollato dei flussi migratori, degli sbarchi in Italia, oltre quello di abbassare la guardia nell’azione di contrasto ai trafficanti di esseri umani. Temi su cui il governo non ha dato finora risposte serie e si è limitato ad enfatizzare gli ‘Accordi di Malta’ come una soluzione, mentre ad oggi non c’è nessun accordo europeo sugli sbarchi e sulla distribuzione dei migranti”, conclude la senatrice Rauti.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova bozza Pac penalizza nostra agricoltura

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

“La bozza sulla nuova Pac presentata dalla Commissione europea, purtroppo conferma quanto da tempo sostiene Fratelli d’Italia e cioè un danno per la nostra agricoltura quantificato in un taglio netto di 2,7 miliardi di euro. Cifre che si scontrano con gli annunci del Commissario europeo. Non si può pensare di sviluppare l’agricoltura attraverso politiche green se poi si operano tagli alle risorse. Tutto questo penalizzerà la nostra agricoltura, aumentando a sua volta il divario rispetto gli altri paesi dell’area euro, dove i costi del lavoro, la tassazione e i servizi sono profondamente diversi dai nostri. La verità è che si sta creando un vero e proprio sistema di concorrenza sleale nei confronti della nostra agricoltura. L’Italia non può subire quello che è un vero e proprio attacco, l’ennesimo, da parte di una Commissione a trazione franco-tedesca. Il governo e il ministro Bellanova, quindi, prendano una posizione ferma tutelando gli interessi della nostra Nazione e degli agricoltori italiani”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio La Pietra, capogruppo in Commissione Agricoltura.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un nuovo capitalismo: il capitalismo di sorveglianza

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

di Giuseppe Bianchi. Si parla con sempre maggiore insistenza di una nuova forma di capitalismo, “il capitalismo di sorveglianza”. La cosa non deve stupire perché il capitalismo ha subito continue evoluzioni che Ralf Dahrendorf ha individuato nel passaggio dal capitalismo del risparmio a quello dei consumi per approdare poi al capitalismo del debito.
Ma quali sono i tratti di questo nuovo capitalismo?
Secondo una recente letteratura i tratti sono forgiati dalla rivoluzione digitale che ha reso possibile una architettura globale della sorveglianza. Cerchiamo di cogliere alcuni tratti di questo nuovo ciclo di capitalismo. Il primo tratto è dato dalle nuove tecniche commerciali attivate dalle grandi aziende che, combinando una grande disponibilità di dati personali e comportamentali con l’utilizzo di algoritmi, riescono a personalizzare le offerte commerciali con l’obiettivo di fidelizzare i propri clienti. L’obiettivo della sorveglianza è quello di alimentare una domanda di consumo che si autoproduce assecondando la stabilità del sistema produttivo.
Non meno importante è l’applicazione delle nuove tecnologie dell’intelligenza artificiale (un prodotto dell’evoluzione digitale) ai processi di produzione che da vita a nuove forme di collaborazione fra macchine e lavoratori con l’intento dichiarato di alimentare nuove forme di automazione, meno standardizzate e replicative del passato e più aperte al contributo attivo dei lavoratori. Un superamento della proceduralizzazione del lavoro di marca tayloristica? Ad oggi non sembra.Anzi la nuova fabbrica digitalizzata è più sorvegliata introducendo nella scomposizione dei processi produttivi l’estensione di parametri misurabili e controllabili. L’autonomia concessa ai lavoratori è un’autonomia sorvegliata, una razionalizzazione neotayloristica più sofisticata in cui la microregolazione riconosciuta ai lavoratori per risolvere problemi di incertezza è vincolata a procedure rigidamente prestabilite.Ma c’è un aspetto ancora più inquietante di questo capitalismo di sorveglianza. L’emergere di nuovi poteri forti rappresentati dalle grandi aziende tecnologiche (Usa e Cina) che, tramite il governo delle piattaforme e l’utilizzo di algoritmi, raccolgono dati ad insaputa degli utenti che vengono usati per manipolare il consenso politico. È noto il caso della “Cambridge Analytica” che ha prelevato da Facebook una grande quantità di dati, elaborati da modelli e algoritmi, per creare profili di elettori ai quali indirizzare una pubblicità politica mirata. Si ha conferme di una intrusione distorsiva di tale pratica nelle elezioni di Trump e nelle votazioni per la Brexit. C’è poi il caso estremo della Cina che sta sviluppando una rete di sorveglianza che consente di classificare i cittadini sulla base della loro “affidabilità”, di cui il partito è giudice, un rating individuale che regola l’accesso ad alcuni benefici. La tentazione di schedare in segreto i cittadini è presente anche in alcuni paesi democratici. Un caso noto è quello in Olanda ove i cittadini più poveri sono stati schedati in funzione del “rischio” che ricorrano illegalmente ad alcune prestazioni dello Stato sociale. La reazione popolare ha indotto la magistratura ad intervenire abolendo tale discriminazione.Di fronte a queste manifestazioni del capitalismo di sorveglianza non si può non parlare di una evoluzione degenerativa del capitalismo che abbiamo fino ad oggi sperimentato. Un capitalismo che nel nostro continente Europeo ha assunto la denominazione di economia sociale del mercato proponendo un equilibrio, per quanto instabile, fra crescita economica, benessere sociale, libertà politiche.Oggi questo modello è in crisi perché sono venute meno le condizioni che lo reggevano: una crescita economica costante, il ruolo attivo dello Stato (lo Stato Keynesiano), il protagonismo dei movimenti di massa (partiti e Sindacati). In questo contesto si inserisce il ruolo trasversale dell’evoluzione digitale che introduce nuove disuguaglianze, in aggiunta a quelle esistenti: la disuguaglianza nelle conoscenze perché le conoscenze sono state prese in ostaggio dai giganti del web, costruendo una concentrazione di potere e di ricchezza mai prima vista. La nostra già debole democrazia è sfidata negli ambienti di lavoro e nelle società da un progressivo autoritarismo che non riduce i diritti democratici ma li svuota di contenuti partecipativi.Gli ottimisti possono pensare ad una ricostruzione del governo del popolo e del potere dei lavoratori, i pessimisti a salvare quello che si può.Il dato essenziale è ridare alla democrazia una capacità di controllo dei poteri forti dei gruppi tecnologici che hanno reso remoti e spesso impenetrabili i processi decisionali sottraendoli ad ogni forma di controllo sociale. La democrazia liberale, di fronte alle sfide del capitalismo di sorveglianza, è chiamata a difendere il suo futuro ricreando le istituzioni grazie alle quali il progresso tecnologico nella sua evoluzione digitale torni ad essere fattore di progresso economico e di benessere sociale. (fonte: https://isrilstudi.wordpress.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pedagogia: Una nuova collana Rubbettino diretta da Mario Caligiuri

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

“Pedagogia anima mundi” è il titolo della nuova collana editoriale appena promossa dalla Rubbettino per contribuire a un profondo cambiamento della cultura nazionale, affidandone la direzione a Mario Caligiuri, uno dei pedagogisti più originali e brillanti degli ultimi anni.“Una novità editoriale di assoluto rilievo – ha dichiarato l’editore Florindo Rubbettino –sia per l’obiettivo di dare un contributo di rinnovamento alla disciplina, sia per il profilo del Comitato Scientifico e del suo direttore”.Direttore della Collana è appunto Mario Caligiuri, ordinario di pedagogia della comunicazione all’Università della Calabria, intellettuale che da anni anima il dibattito culturale nazionale. Del comitato scientifico fanno parte le principali esponenti della pedagogia italiana: Simonetta Polenghi, Direttrice del Dipartimento di Pedagogia dell’Università “Cattolica” di Milano e Presidente della Società Italiana di Pedagogia, la più prestigiosa associazione del settore; e Maria Grazia Riva, Direttrice del Dipartimento di Scienze Umane per la formazione “Riccardo Massa” dell’Università Milano Bicocca e Presidente della Conferenza Universitaria Nazionale di Scienze della Formazione. C’e poi Raffaella Rumiati della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, una delle più importanti studiose di neuroscienze cognitive a livello internazionale.Seguono Andrea Gavosto, Direttore della Fondazione “Giovanni Agnelli” che si occupa in modo costante da anni dell’istruzione in Italia; Claudio Gentili che è stato Direttore Education di Confindustria dal 1992 al 2017, occupandosi costantemente del rapporto tra occupazione e lavoro; Piero Dominici, Fellow della World Academy of Art & Science degli Stati Uniti e Direttore Scientifico del Complexity Education Project dell’Università di Perugia.Prestigiosa è anche la componente internazionale del Comitato scientifico rappresentata da Derrick De Kerckhove, dell’Università di Toronto, uno degli allievi più noti di Marshall McLuhan; Concepción Naval, Ordinaria di Teoría dell’educazione e già prorettrice dell’Università della Navarra; Ehrenhard Skiera, professore Emerito di Pedagogia generale all’Università tedesca di Flensburg.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In uscita il primo libro sulla vita privata di Sordi

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

“Negli ultimi anni, Alberto era profondamente rammaricato di non essersi sposato e mi confessò che era stato il più grande errore della sua vita”. Pippo Baudo, grande amico di Alberto Sordi, lo rivela nel primo libro sulla vita privata dell’attore “Alberto Sordi segreto”, che uscirà il 9 aprile pubblicato da Rubbettino e scritto da chi Sordi lo ha conosciuto bene e frequentato in tante situazioni familiari e non sul set, per motivi professionali o per interviste ufficiali, ma in quanto cugino: Igor Righetti, parente da parte della madre dell’attore Maria Righetti, giornalista professionista e docente universitario di Comunicazione, autore e conduttore del fortunato programma quotidiano “Il ComuniCattivo” andato in onda per 12 anni consecutivi su Rai Radio 1 con versioni televisive su Rai2 e all’interno del Tg1 libri su Rai1.“Alberto Sordi segreto”, la cui prefazione è di Gianni Canova, rettore e professore di Storia del Cinema e filmologia all’Università IULM di Milano, è un libro che i milioni di fan di Alberto Sordi attendevano da tempo per conoscere, finalmente, il lato privato del loro mito e avere le risposte alle tante domande che si sono sempre posti. Del resto, chi meglio di un parente che ha frequentato Alberto Sordi assieme alle rispettive famiglie può conoscere veramente fatti e antefatti? Di Alberto Sordi si sa soltanto che fosse riservatissimo. Con il pubblico, a cui era molto legato e riconoscente, e con i suoi collaboratori ha condiviso la sua vita professionale, ma mai quella privata.Il libro, anche in versione e-book, esce in occasione del centenario della sua nascita e farà scoprire, per la prima volta, chi fosse il grande attore fuori dal set, dalle interviste e dalle apparizioni televisive ufficiali. Rivela, inoltre, le tante menzogne raccontate su di lui. Il volume, unico sia per gli aneddoti e le curiosità sia per le decine di foto esclusive provenienti dagli album di famiglia di Igor Righetti e da Reporters Associati & Archivi, presenta anche le testimonianze di alcuni cugini dell’attore: da parte della madre Maria Righetti e del padre Pietro Sordi. I ricordi inediti di diversi amici di Alberto Sordi e di celebri personaggi del cinema e della tv con i quali ha lavorato contribuiscono a rendere pubblica la vita reale, e mai raccontata, dell’attore. Non manca l’intervista a un noto personaggio della tv con cui Sordi ebbe una love story nei primi anni Settanta.
Alberto Sordi non amava l’ostentazione e la sua vita privata era blindata. A quei parenti che ha frequentato di più ha sempre fatto una raccomandazione: “I vostri ricordi con me e con i nostri cari”, ci diceva, rivela Igor Righetti, “raccontateli soltanto quando sarò in ‘orizzontale’. Allora mi farete felice perché sarà anche un modo per non farmi dimenticare dal mio pubblico che ho amato come fosse la mia famiglia e per farmi conoscere alle nuove generazioni”. Il libro viene arricchito con il cd della prima canzone dedicata a Sordi “Alberto nostro”, della quale Igor Righetti è autore e compositore assieme al cantautore Samuele Socci. Il videoclip del brano, girato a Trastevere e nelle vie del centro storico di Roma care ad Alberto, sarà pubblicato sul canale YouTube Alberto Sordi Forever. Una canzone nata per integrare a livello musicale questo primo volume sulla vita privata di Alberto Sordi e per colmare il vuoto di un brano a lui dedicato. Un piacevole libro utile anche alle nuove generazioni perché la memoria storica di un grande attore come Sordi non vada perduta e, al contrario, rigeneri. Il volume “Alberto Sordi segreto”, è scritto dal cugino Igor Righetti e pubblicato da Rubbettino in occasione del centenario della nascita del grande attore (www.rubbettinoeditore.it)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stati Uniti d’Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Questa politica, per la nostra presidente, può essere riassunta con l’espressione “sovranità tecnologica”, le capacità dell’Europa per compiere le scelte sulla base dei propri valori e nel rispetto delle proprie regole. L’uso del termine “sovranità” è per noi inappropriato, ché la terminologia ha una sua importanza per spiegare le proprie intenzioni, soprattutto a livello politico. Dove anche le virgole e le enfasi sono produttrici di impegno o meno. E parlare di “sovranità” in un mondo dove ciò che conta è il mercato globale e i valori globali, forse per intenderci sarebbe stato meglio parlare di “specificità” e “qualità” europea. Noi lo intendiamo così, non vorremmo sbagliarci e magari ritrovarci, dopo le continue battaglie per scongiurare qualunque tipo di “sovranismo nazionale”, a dover contrastare un “sovranismo europeo”. Che, oltre l’aspetto politico, ci pare perdente, anche da un punto di vista tecnologico ed economico.
– Dice la nostra presidente: “Non vogliamo nuove normative, ma salvaguardie pratiche, responsabilità e la possibilità di intervento umano in caso di pericolo o controversie”. Così come accaduto, per esempio, in ambito alimentare e automobilistico, faremo altrettanto nella “nuova economia agile basata sui dati”.Oggi viviamo nel mondo dell’algoritmo. Anche se in Europa non lo stiamo ancora sperimentando (come in Usa) per l’applicazione della giustizia, l’uso dell’algoritmo (e spesso anche la logica dell’algoritmo) è notevolmente diffuso. L’algoritmo può essere applicato al caso singolo con il “modo della correlazione”, sostituendosi al “modo logico”. “Correlazione”, cioé, visto il numero di casi simili, anche il tuo è considerato nello stesso modo in cui sono stati trattati gli altri; per esempio: le tue caratteristiche (anche etniche e di genere) sono tali per cui, se la maggior parte dei casi risultano dannosi al mio interesse, in questa dannosità ci rientri anche tu. “Logico”, invece, significa che ogni caso viene trattato a sé; l’algoritmo viene usato solo per raggruppare e confrontare velocemente i casi simili (invece di ore ed ore di ricerca in archivio), che poi servono per meglio capire cosa accade ed è accaduto, ma il giudizio finale spetta all’elaborazione di un cervello umano.Il “modo logico” sembra ciò che auspica la presidente von der Leyen. Noi crediamo che questo auspicio si debba, anche duramente, confrontare, per molto limitarlo se non debellarlo, col “modo della correlazione”, oggi molto diffuso. Noi siamo oggi attori di un’economia dei servizi (si pensi a banche, telecomunicazioni, energia, pubblica amministrazione e altro) in cui chi offre fa strage del “modo logico”, anche sconfinando nella parte penale dei nostri codici. E siccome la nostra presidente ha posto al centro del suo programma la soddisfazione e il governo dei cittadini (tutti utenti e consumatori), ci aspettiamo azioni conseguenziali. Le politiche verso l’industria sono determinanti, ma solo nella misura in cui queste industrie agiscano creando opportunità e ricchezze che rispondano al “modo logico” e non esclusivamente al “modo della correlazione”. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conto bloccato per le rate del mutuo: un illecito che può anche diventare reato

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Una cattiva, e indebita, prassi di taluni direttori di agenzia bancaria è quella di bloccare la disponibilità in conto per un ammontare pari a quello delle rate di mutui e prestiti che scadranno di lì a qualche settimana. Quello dei “blocchi dare” dei rapporti su cui si appoggiano le rate è un comportamento purtroppo diffuso nonostante la sua illiceità sotto più di un aspetto. Prima di tutto, la data di addebito effettivo della rata deve essere quella prevista dal contratto di mutuo, e nessun contratto può imporre che la somma debba essere presente sul conto in anticipo rispetto a tale data. Il cliente-debitore, infatti, è libero anche di versare contanti il giorno stesso.
Alla stessa maniera è irregolare, altro caso frequente, quando il conto viene bloccato a seguito di un mancato addebito della rata a causa della mancanza o insufficienza dei fondi. A quel punto, in molte agenzie il conto viene apposto il “blocco dare” in maniera da potersi appropriare delle somme in arrivo, in genere lo stipendio successivo. Non mancano le armi a disposizione dei clienti. La prima è quello dell’esposto alla Banca d’Italia, la cui presentazione, a differenza di ciò che in molti pensano, è agevole. E’ sufficiente infatti indicare in modo chiaro e sintetico il comportamento scorretto e, come ovvio, l’istituto bancario verso cui l’esposto è rivolto.
L’esposto si può presentare mediante consegna a mano, posta, ordinaria, fax, email, pec oppure email ordinaria con firma digitale. Destinataria può essere qualsiasi Filiale della Banca d’Italia, ma è meglio rivolgersi a quella di competenza del territorio dove l’intermediario ha la direzione generale. Esito dell’esposto è spesso la cessazione del comportamento scorretto da parte dell’agenzia, e se le segnalazioni sono numerose si può anche arrivare a delle sanzioni. Suggeriamo la strada dell’esposto alla Banca d’Italia perché la cattiva abitudine dei “blocchi dare” sta sempre più prendendo piede, ed andrebbe severamente censurata, nonché sanzionata, dalla Vigilanza. Per questo motivo i clienti non devono spaventarsi o lasciare correre, perché tante segnalazioni vogliono dire che il comportamento scorretto è pratica comune e non iniziativa di alcuni.
Nei casi più gravi si può addirittura prendere in considerazione una denuncia che può far emergere i reati di appropriazione indebita e di usura, dato che i recenti orientamenti della Cassazione in materia considerano valevole lo stato di difficoltà anche solo temporanea del debitore e non, come avveniva tempo addietro, il vero e proprio stato di bisogno. E l’articolo 644 del Codice Penale prevede, tra gli altri, che sono usurai i compensi e gli altri vantaggi comunque sproporzionati. (Anna D’Antuono, legale, consulente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo Master post-universitario in Private Banking & Wealth Management

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Milano giovedì 5 marzo, presso la sede di AIPB (Associazione Italiana Private Banking) in Via San Nicolao 10, una giornata di orientamento in cui verrà presentato il primo Master post-universitario in Private Banking & Wealth Management (www.master.aipb.it) una nuova iniziativa pensata per giovani neolaureati e laureandi.La giornata di Open Day prevede tre momenti distinti, uno la mattina (dalle 10.00 alle 11.30) e due nel pomeriggio (dalle 14.30 alle 16.00 e dalle 17.00 alle 18.30) durante i quali verranno presentate le opportunità, le caratteristiche e le specificità del programma.Gli aspiranti iscritti devono soddisfare i seguenti requisiti ed essere:
Neolaureati alla magistrale in Economia o Ingegneria Gestionale con votazione minima pari a 99/110Laureandi alla magistrale in Economia o Ingegneria Gestionale che abbiano ultimato tutti gli esami prima della decorrenza del Master (4 maggio 2020) con una votazione media che consenta di conseguire il voto minimo finale pari almeno a 99/110 e si laureino entro l’anno 2020
Nati non prima del 1993 (incluso)La figura professionale del Private Banker richiede un giusto equilibrio fra competenze tecniche, costante aggiornamento e preparazione, unite a capacità relazionali, a partire da una profonda dedizione e passione.Oggi sono circa 16.000 i private Banker in Italia con un’età media di 49 anni (fonte AIPB).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pensioni, Velardi (Cisal): “La previdenza complementare non è il tema centrale”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Basterebbe leggere i dati legati alle adesioni ai fondi complementari per capire che l’introduzione del cosiddetto “secondo pilastro”, non è la soluzione ai problemi che derivano dal sistema di calcolo contributivo”. Lo ha detto Davide Velardi, Segretario Confederale della Cisal, a margine del quarto tavolo di confronto sulla riforma previdenziale. “Gli errori commessi in passato evidentemente – continua – non hanno insegnato nulla. Ci chiediamo come si può pensare di istituire sgravi fiscali sulle retribuzioni mirati ad incrementare il potere d’acquisto dei lavoratori, certificando così le difficoltà economiche di milioni di essi, e nello stesso tempo immaginare che gli stessi lavoratori abbiano voglia e possibilità di versare una seppure piccola parte del loro stipendio ed il Tfr nei fondi complementari”. “Per la Cisal – conclude – la priorità era e resta un intervento massiccio sul sistema di calcolo delle pensioni che non può più essere disciplinato dai parametri imposti dalle riforme ‘Dini’ e ‘Fornero’”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Al cinema: Delitto Mattarella

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

6 gennaio 1980. Il Presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella si sta recando a Messa con la sua famiglia. Un giovane si avvicina al finestrino dell’auto e spara a sangue freddo a Piersanti e lo uccide. Pur nel disorientamento del momento con una serie di depistaggi verso il terrorismo di sinistra, il delitto apparve anomalo per le sue modalità. Il giovane Sostituto Procuratore di turno, quel giorno dell’Epifania, sarà Pietro Grasso, futuro Procuratore Antimafia e Presidente del Senato. Le indagini saranno proseguite dal Giudice Istruttore Giovanni Falcone, che scoverà pericolose relazioni tra Mafia, Politica, Nar e neofascisti, banda della Magliana, Gladio e Servizi Segreti. Il film ricostruisce il clima politico che ha preceduto l’omicidio: protetto a Roma dal Segretario della DC e dal Presidente della Repubblica Pertini, Mattarella è totalmente avversato dai capicorrente siciliani del suo partito. Mattarella non disturbava solo gli equilibri in essere nella DC ma entrava a gamba tesa sugli affari e gli accordi tra politica e mafia, la quale, per l’omicidio Mattarella, si allea con l’estrema destra romana neofascista in cambio dell’evasione dal carcere Ucciardone del leader Concutelli. Ma l’omicidio Mattarella è anche la storia di una famiglia, di esseri umani, di valori e ideali perseguiti con sincero spirito di servizio e afflato solidale: aspetti che nel film hanno un ruolo centrale. Aurelio Grimaldi ripercorre quei tragici giorni con occhio attento e sensibile. Un film di Aurelio Grimaldi conAntonio Alveario, Claudio Castrogiovanni, Nicasio Catanese, David Coco, Francesco Di Leva, Donatella Finocchiaro, Lollo Franco, Sergio Friscia, Ivan Giambirtone, Leo Gullotta, Guia Jelo, Francesco La Mantia, Tuccio Musumeci, Tony Sperandeo, Andrea Tidona, Vittorio Magazzù.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università europea di Roma: Inaugurazione nel segno del digitale e dei giovani

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

“Nella costruzione del futuro di un paese, giocano un ruolo fondamentale le Università come luoghi dove si guarda al futuro con serenità e fiducia, e con il desiderio di dare ognuno il meglio di sé per poter formare una comunità umana dove possa regnare la giustizia e la pace ad ampio raggio: pace tra i popoli, pace con il creato, pace con sé stessi. Le Università, pur in un mondo così mutevole, continuano ad essere luogo privilegiato di metabolizzazione delle grandi sfide del futuro e dove, in un certo senso, si possono anticipare le soluzioni.Ma per realizzare questo compito, sono necessari un atteggiamento fondamentale di fiducia – che talvolta si deve recuperare superando le paure – e un alto senso di responsabilità condivisa, perché tutti siamo chiamati a dare una risposta libera, consapevole e fattiva di un impegno sereno e sincero, nelle proprie capacità e competenze, per costruire una società più umana, dove sia possibile, malgrado i diversi problemi strutturali e congiunturali, guardare al futuro con speranza.“ Ha dichiarato il Magnifico Rettore Prof. Padre Pedro Barrajón, L.C. .“In particolare, con il suo fondamentale supporto, la Congregazione ha finalmente reso possibile, nel settembre 2019, l’inaugurazione ed il lancio ufficiale della Residenza UER, nell’ottica di un progetto più ampio di potenziamento dei servizi del Campus Universitario, a beneficio soprattutto degli studenti fuori sede.La Residenza UER, che si trova a pochi passi dall’Università ed è immersa in ampi spazi verdi, è in grado di ospitare fino a cento studenti fuori sede, offrendo loro non solo i più moderni servizi e tutte le comodità, ma anche seminari e programmi di formazione ed accompagnamento personale, grazie ad un’equipe di formatori sempre disponibili.
Il bilancio tratteggiato dal Rettore è d’altronde molto positivo: nel 2019 Università Europea di Roma ha superato i 1.500 studenti, crescendo del 25% nell’ultimo anno e posizionandosi prima a Roma tra le piccole università non statali nella classifica Censis 2019 della Università Italiane.È quindi intervenuto Il Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, S.E.R. Mons. Rino Fisichella che ha dichiarato: “La cultura digitale si presenta con alcune caratteristiche che meritano di essere analizzate. A differenza del processo culturale come conosciuto sinora, la cultura digitale si afferma come un fenomeno globale e globalizzante. Si introduce l’hic et nunc dell’immediato; il linguaggio appare più sintetico, disintermediato, essenziale, spesso riassunto in un’immagine che esprime l’emozione del momento ed è compreso intuitivamente.La tecnologia digitale aiuta la memoria, permette l’archiviazione dei dati aiutando la vita sociale e personale. Assistiamo così ad un vera e propria trasformazione antropologica. Per la Chiesa si apre una nuova fase di evangelizzazione, ed è una sfida da non perdere. La vera domanda non è come utilizzare le nuove tecnologie per la formazione, ma come diventare presenza formativa nel continente digitale.Quanto mai attuale e dibattuto, per quanto non regolamentato, il mondo di Internet si impone nelle vite dei giovani. Diversi i punti di vista esposti dai relatori all’evento che hanno generato un interessante e costruttivo dibatto; il Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro- Internazionale ha affermato: “L’uomo sta oggi vivendo la rivoluzione digitale strettamente connessa al progresso tecnologico, alla comparsa di internet, della connessione globale, nonché all’espansione vertiginosa della robotica e dell’intelligenza artificiale.
Di fronte a tale sfida, che sta provocando un mutamento persino antropologico e che interessa trasversalmente ogni settore – provocando comprensibili timori ed incertezze così come accaduto in occasione dei precedenti mutamenti epocali che hanno coinvolto il nostro mondo – ritengo che occorra essere fondamentalmente ottimisti nelle capacità dell’uomo di adattarsi e di governare il fenomeno in questione.Un fenomeno che trae da esso tutte le opportunità di maggior benessere e di sviluppo che senza dubbio offre, pur tenendo sempre fissi due principi inderogabili : la tutela della dignità e l’integrità dell’uomo, intese nel senso più completo e profondo.Per affrontare con determinazione e responsabilità questa sfida cruciale, occorre partire dalla formazione e dalla competenza e, per questo, sono convinto che sia imprescindibile garantire il massimo dell’impegno, ad ogni livello, pubblico e privato, nell’obiettivo di offrire alle nuove generazioni gli strumenti culturali e formativi necessari per gareggiare su questo difficile terreno.Nel fornire alle nuove generazioni gli opportuni strumenti conoscitivi, professionali, scientifici e culturali, resta a mio giudizio fermo ed imprescindibile che la dimensione etica e spirituale dell’uomo – il quale deve rimanere sempre e comunque il soggetto che governa, in piena autonomia dalla macchina, i processi di elaborazione tecnologica, nonché quelli di applicazione nei diversi ambiti – non devono essere in alcun modo trascurati, né dati per scontati, bensì debbono costituire il criterio indefettibile e non negoziabile di ogni percorso formativo.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »