Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Archive for 18 marzo 2020

Sassoli: “Bene EUCO. Questa è l’Europa unita e utile”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Dichiarazione del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli: “L’Europa corregge gli egoismi e la mancanza di coordinamento tra i governi nazionali di fronte alla grave crisi del Covid 19. Oggi la riunione straordinaria del Consiglio europeo ha dato il via libera alle proposte della Commissione, indicate anche dall’Europarlamento, per contrastare l’avanzata del virus ed aiutare i nostri paesi.Ci muoviamo, finalmente, con spirito di solidarietà: corsie preferenziali per il passaggio dei materiali medici, difesa della libera circolazione delle merci sul nostro territorio, primi importanti aiuti per il sostegno economico alle nostre famiglie e alle imprese. Per vincere questa drammatica sfida è in campo un’Europa unita e utile. Siamo la famiglia europea, nessuno sarà lasciato solo, nessuno dovrà agire da solo. Il Parlamento europeo è pronto a fare la sua parte per difendere la vita e il lavoro della nostra gente. Non rinunceremo a vivere da europei”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trend positivo per i prezzi dell’ortofrutta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

La diffusione del Covid 19 non sta fortunatamente influenzando l’andamento dei prezzi nel campo dell’ortofrutta. Al contrario, in diversi mercati nazionali, sia per quanto riguarda la frutta, in particolar modo gli agrumi, sia per quanto riguarda gli ortaggi sono stati registrati andamenti regolari rispetto ai periodi precedenti caratterizzati da una consistente domanda.Gli unici prodotti ad aver subito leggeri incrementi sono le arance (tarocche e bionde), le mele e le patate. Per le arance, l’attuale aumento è determinato da un lato dall’esaurimento della produzione e dall’altro da un incremento della domanda di prodotti ad alto contenuto vitaminico da parte del consumatore. Stesso discorso per le mele a cui si aggiunge un rallentamento dell’operatività degli addetti ai lavori. In vista, però, di una riorganizzazione del lavoro la situazione potrebbe stabilizzarsi nel giro di qualche settimana.Tra gli ortaggi, la patata è l’unico prodotto in cui è stato osservato un leggero incremento di prezzo ma anche per questo prodotto si prevede il ritorno ad una situazione di normalità nel giro di qualche settimana grazie ad una grande quantità di produzione stoccata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus: Unc, decreto dimentica diritti consumatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

“E’ incredibile che il Governo, non solo nel decreto Cura Italia non preveda praticamente nulla a favore dei consumatori, ad esempio con gli interventi da noi richiesti sulle bollette elettriche e telefoniche, ma addirittura riduca i diritti garantiti dal Codice civile” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Come già avvenuto per i pacchetti turistici, anche per il rimborso dei contratti di soggiorno e per i biglietti di spettacoli e musei si stabilisce una deroga rispetto al diritto sacrosanto di avere il rimborso del biglietto, prevedendo un voucher di pari importo al titolo di acquisto, da utilizzare entro un anno dall’emissione” prosegue Dona.
“Insomma, nonostante lo stanziamento di 25 miliardi, per aiutare tour operator e organizzatori di eventi i soldi vengono chiesti al consumatore, invece che prevedere un Fondo per i rimborsi, non comprendendo che la crisi del settore turistico e del mondo dello spettacolo dipende dalle future prenotazioni e non dai mancati incassi di oggi. E non è certo privando gli utenti dei loro diritti che si invoglieranno lo spettatore ed il turista a fare nuove prenotazioni” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentato il dl “Cura Italia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Tutti in qualche modo ci dovremmo sentire più sicuri. Vedremo nei particolari. Nelle prossime ore anche noi pubblicheremo una disanima nei minimi particolari perché ognuno possa comprenderlo ed utilizzarlo al meglio. Un solo aspetto ci ha colpito. Lo stanziamento di fondi per Alitalia. Pare inserito all’ultimo momento, dopo varie polemiche. Ma che comunque c’è e destina tanti soldi ad una delle più decotte aziende “private e non private” che, sembra, debba tornare sotto l’egida dello Stato. La decisione è pessima e, visto il contesto, è anche tragica. Una porcata, per usare un termine popolare. Con il Paese, l’Ue e fra un po’ tutto il mondo chiuso alle comunicazioni soprattutto via aerea, si è trovato il tempo, il denaro, l’ardire e la faccia di far rientrare anche il finanziamento a questa tragedia aziendale, economica, commerciale e, alla fine, anche umana. Istintivamente, vista la rilevanza di quanto deciso, verrebbe la voglia di discreditare e delegittimare tutto il dl e chi lo ha votato. No. Non ci facciamo fregare. Anche perché in questo momento non abbiamo alternative ad avere fiducia in voi. Si’, proprio in “voi”, che avete fatto di tutto per distinguervi da quel “noi” che in queste settimane ci ha accomunati nell’affrontare l’emergenza sanitaria ed economica. Quel “noi” che “voi” avete più volte sollecitato e sul quale avete avuto una risposta meravigliosa, matura e civica. Ci spiace, ma ci avete confermato che siete “voi”. Ma il nostro rispetto verso “voi”, che siete le istituzioni è maggiore anche dello sdegno e dello stupore che ci ha colpito. La nostra dignità civica ed istituzionale – normale ed emergenziale – è maggiore di tutto. Continueremo a dare il nostro contributo in modo costruttivo mentre i soldi che avete stanziato serviranno a ridurre il danno di molti (non tutti, purtroppo) e
serviranno a dar corpo ad alcune malefiche politiche economiche che, nello specifico Alitalia, hanno tutte le caratteristiche tranne quelle che di essere emergenziali e di pubblico benessere. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nissoli (FI): Bene Fondo per Internazionalizzazione delle imprese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

In un contesto di crisi dei mercati dovuto alla pandemia da coronavirus, il Consiglio dei minsitri ha approvato il cosiddetto decreto “Cura Italia” per il sostegno all’economia italiana bloccata dall’emergenza sanitaria. Si tratta di aiutare famiglie e imprese e creare le condizioni per ripartire alla fine di questa terribile pandemia. In particolare, da eletta nella Circoscrizione estera, ho apprezzato le misure economiche atte a potenziare gli strumenti di promozione e di sostegno all’internazionalizzazione del Made in Italy e delle varie espressioni del nostro Sistema Paese. Infatti, per fare questo è stato istituito un Fondo, presso il Ministero degli Esteri, con la dotazione di 150 milioni di euro, che spero possa essere incrementato in futuro! L’ export del Made in Italy e’ fondamentale per la ripresa e deve essere messo al centro di un programma economico di risanamento, dove dovrebbero avere un ruolo rilevante gli italiani all’estero che possono contribuire in maniera decisiva al successo di una campagna di promozione dei nostri prodotti di qualità. Dobbiamo cogliere l’occasione per rendere il Sistema Italia più forte e far aumentare il senso civico degli italiani; sono sicura che dopo questo periodo di difficoltà ciò accadrà!”. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, eletta nella Circoscrizione estera – Ripartizione Nord e Centro America.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gualtieri: decreto cura Italia da 25 mld

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Il ministro Roberto Gualtieri ha confermato che il Governo ha deciso di utilizzare tutto l’indebitamento netto autorizzato dal Parlamento di 25 miliardi per l’emergenza Coronavirus.”Ottima notizia. Lo stanziamento di 25 miliardi è sicuramente consistente, pari ad una manovra di bilancio. Il problema, però, sono le misure previste. Se per le aziende ci sono misure importanti, gli aiuti finora emersi per le famiglie ed i consumatori sono deludenti ed insoddisfacenti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Ci domandiamo, ad esempio, perché chi ha figli fino a 12 anni potrà chiedere un congedo parentale solo fino a un massimo di 15 giorni e non per tutto il periodo in cui sono stati sospesi i servizi educativi per l’infanzia o le scuole e poi perché è prevista un’ìndennità pari al 50% della retribuzione e non al 100%” prosegue Dona. “Non sappiamo che fine abbia fatto la proposta di abolizione degli oneri di sistema per luce e gas. Speriamo che il provvedimento sia rimasto, visto che vi sarebbe un risparmio medio, su base annua, pari a 160 euro a famiglia” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuove attività di e-learning in Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Dopo il successo delle attività di smart learning organizzate da Samsung con le scuole di Lodi, e che hanno visto nella prima settimana di marzo la partecipazione entusiastica di decine di studenti e docenti ai corsi di formazione sul digitale in formato e-learning, Samsung Electronics Italia, azienda che si impegna da quasi un decennio nello sviluppo di progetti nell’ambito dell’Istruzione digitale dei giovani italiani, annuncia oggi l’estensione delle proprie attività di digital education a distanza in partnership con le scuole della Regione Lombardia per le prossime settimane di marzo. Per far fronte al delicato momento per il nostro Paese, minacciato dalla diffusione del Coronavirus (Covid-19), infatti, tutte le scuole d’Italia di ogni ordine e grado rimarranno chiuse come misura a tutela della salute dei cittadini fino al 3 aprile.In questo contesto, Samsung Italia vuole fare sentire la propria vicinanza agli studenti continuando a dare il proprio contributo concreto attraverso l’attivazione straordinaria di alcuni moduli di formazione a distanza. Questa settimana le lezioni coinvolgeranno circa 45 studenti e docenti di 2 scuole secondarie di secondo grado in provincia di Varese e Monza Brianza, che hanno aderito con interesse a questa nuova fase del progetto. Giovedì 19 marzo 2020 sono previste due sessioni di smart learning, alle 10 e alle 14.30, in diretta con l’Istituto Tecnico Primo Levi Seregno (MB)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con il decreto “Cura Italia” arriva il lavoro agile nelle scuole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Il decreto “Cura Italia” approvato dal Governo contiene alcune importanti disposizioni anche sulla Scuola. La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha annunciato, in attesa che venga reso pubblico il testo del decreto legge, che sono previste, nel pacchetto, ulteriori misure per il lavoro agile nella P.A., che consentiranno ai dirigenti scolastici di organizzare le attività da remoto e lasciare le scuole aperte solo per le attività “indifferibili”. Fino alla ripresa delle lezioni sarà possibile limitare al massimo le aperture degli edifici. La presenza del personale Ata (Ausiliario, tecnico, amministrativo) sarà prevista solo nei casi di stretta necessità.Inoltre, arrivano 85 milioni per il sostegno alla didattica a distanza; vengono stanziati 43,5 milioni per la pulizia straordinaria degli ambienti scolastici per salvaguardare la salute di alunni, docenti e personale al momento del rientro, acquistando materiali per le pulizie, ma anche saponi e gel igienizzanti; viene anche garantita la salvaguardia delle supplenze brevi: nessuno perderà il posto.Il sindacato si riserva di produrre un commento definitivo sul decreto, non prima di prendere visione del testo definitivo, peraltro suscettibile di modifiche in fase di conversione in Parlamento. Al momento, comunque, Anief ritiene le disposizioni sufficientemente condivisibili e in linea con una parte delle richieste del sindacato. In particolare, va apprezzata la decisione di dare la possibilità ai dirigenti scolastici di chiudere gli istituti, al fine di evitare il rischio biologico e garantire la sicurezza dei lavoratori. Anche il supporto alla didattica a distanza e i 43,5 milioni assegnati alle scuole per la pulizia straordinaria degli ambienti e degli uffici formativi appaiono punti condivisibili, a patto che i locali scolastici vengano sanificati dalle Asl e non dai collaboratori scolastici.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus: Serracchiani, in Cura Italia misure forti per lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

“Ci sono misure forti per il lavoro dipendente ma anche per gli autonomi, compresi i collaboratori sportivi, gli stagionali e i lavoratori del turismo. Entrano nel testo nostre proposte in materia di garanzia della Cig, a tutti in tutti i settori, ordinaria e in deroga, e anche alle imprese sotto soglia. Sono pronti svariati miliardi che garantiranno un reddito ai lavoratori che hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro”. Lo afferma la capogruppo Pd nella commissione Lavoro alla Camera Debora Serracchiani, commentando il decreto legge Cura Italia approvato oggi dal Consiglio dei Ministri. Per la parlamentare “è un primo e deciso atto del Governo a fronte del quale auspico un atteggiamento positivo anche dalle opposizioni, cui è stato dato ascolto. Ci attendono mesi difficili e – aggiunge – altre manovre per riuscire a mettere in sicurezza il Paese”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiutare aziende bloccando rating bancario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

“Varato il decreto sono dell’avviso che sia necessario porre maggiore attenzione al sistema bancario. Infatti, se non si interviene in maniera precisa ciò che oggi potrebbe risultare positivo, un domani potrebbe diventare negativo. Mi riferisco agli accordi di Basilea e al rating bancario e cioè al sistema di valutazione bancario delle aziende. Per il calcolo del rating il sistema utilizza diversi dati, non soltanto i parametri di bilancio ma anche altri fra cui la puntualità delle aziende nel pagare i propri debiti soprattutto nei confronti di mutui e prestiti e sul numero di insoluti ricevuti. Insomma sulla correttezza finanziaria dell’azienda, valutando anche il parco clienti. In questa particolare situazione dettata dall’emergenza del Covid-19, dove sicuramente il numero di insoluti sarà rilevante tanto che il governo prevede ulteriori garanzie per gli anticipi dei crediti insieme all’interruzione dei pagamenti delle rate di finanziamento e mutui, si potrebbe produrre un anomalo peggioramento del rating che a medio termine significa un aumento dei tassi d’interesse per le aziende e una minore accessibilità al credito. Il rischio concreto è che oggi aziende giudicate solvibili domani potrebbero, a causa di questo incrocio di condizioni, non essere più giudicate positivamente creando ulteriori difficoltà dopo il periodo di crisi. Insomma, potrebbe accadere che le aziende riusciranno a sopravvivere alla crisi ma non al sistema di rating. Tutto questo può e deve essere evitato intervenendo sul sistema bancario, affinchè sia sospeso per il periodo di crisi il calcolo del rating così che le aziende non siano penalizzate nel prossimo futuro. Bloccare il rating bancario alle aziende alla data del 20 di febbraio per riprenderlo alla fine della crisi, è questa l’unica soluzione. Aiutare le aziende non significa intervenire soltanto per l’immediato ma farlo pensando concretamente anche al domani”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio La Pietra.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus, Mollicone (FdI): “Bene Franceschini, qualcosa ma non abbastanza”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

“Le misure straordinarie del governo per la cultura sono un primo passo per arginare l’emergenza, ma sono sicuramente migliorabili. Riconosciamo a Franceschini di aver ascoltato le richieste di FDI – che da sempre ha dato battaglia per i lavoratori e le imprese dello spettacolo – ma così com’è il testo del decreto non è risolutivo della crisi dell’industria culturale. Per questo, presenteremo emendamenti migliorativi. Vanno adottati, con necessità e urgenza, provvedimenti normativi per evitare qualsiasi penalizzazione nei confronti dei soggetti finanziati dal Fondo Unico per lo Spettacolo, ai fini della rendicontazione del contributo pubblico, e vanno erogati, con necessità e urgenza, i contributi già destinati ai soggetti finanziati dal Fondo Unico per lo Spettacolo, sia il saldo 2019 che i primi acconti per il 2020. Lo stesso FUS va riformato, finanziando i progetti speciali, aumentando i fondi e ampliando la platea. I danni subiti dai teatri, sia FUS che extra FUS, vanno rimborsati e tutti i teatri vanno sostenuti finanziariamente e con una sospensione generale delle imposte dirette e indirette.Gli stanziamenti del Fondo per le emergenze vanno aumentati, almeno fino a 200 milioni, così come le indennità di base per i lavoratori dello spettacolo, la cui entità di soli 500 euro è ridicola e va prima aumentata e poi stabilizzata. Inoltre, va permesso l’accesso al credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo per tutte le imprese dello spettacolo e dell’industria culturale.
Per il cinema vanno sbloccate immediatamente le risorse per la legge sul cinema e l’audiovisivo, e istituito presso Cassa Depositi e Prestiti un Fondo di Garanzia ad hoc per sostenere le imprese del settore. Infine, va messo in campo un piano di interventi per il rilancio della domanda di cultura, permettendo la detrazione dei consumi culturali, alla pari dei ticket medicinali.”Così il capogruppo in commissione Cultura e responsabile Cultura di FDI, deputato Federico Mollicone.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il decreto legge ‘Cura Italia’ contiene misure buone ma non ancora sufficienti”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

“Per rispondere alla grave crisi sanitaria ed economica scatenata dal Coronavirus ci vuole un maggiore impegno. Al momento, in attesa del testo definitivo del decreto, siamo soddisfatti del fatto che il governo abbia ascoltato la richiesta di Fratelli d’Italia di stanziare di più dei 7 miliardi originari, arrivando fino a 25 miliardi, grazie allo scostamento di Bilancio votato nei giorni scorsi in Aula. Sospensione dei tributi, interventi su mutui, affitti, cartelle esattoriali, misure per sostenere il sistema sanitario, sono tutte proposte avanzate da Fratelli d’Italia e che sono contenute nel dl Cura Italia. Dispiace non vedere ulteriori misure che potrebbero favorire le imprese, i lavoratori autonomi e le famiglie. Aspetteremo l’arrivo del decreto Legge in Parlamento per poter fare le nostre proposte in senso migliorativo”. Lo dichiara il senatore Nicola Calandrini, capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Bilancio.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus: “Decreto cerotto o decreto confusione, fate voi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

‘Cerotto’ perché interi settori dell’economia non sono minimamente ristorati dal rovescio economico che viviamo, tra questi spiccano professionisti e piccole imprese, cui si devono purtroppo affiancare le famiglie.‘Confusione’ perché obiettivamente non si capisce granché, le norme si accavallano e non sono affatto chiare, tanto che la sospensione dei tributi viene approvata a metà della giornata in cui andavano pagati, vanificandone l’efficacia. Il reddito di cittadinanza non è toccato, professionisti e piccole aziende sono condannate agli stenti e anche sulla sanità tanti proclami e nessun ordine perentorio.In ogni caso non è nostra abitudine rinunciare inutilmente alla battaglia ed evidentemente nessuno ha spiegato a Conte che quando l’opposizione depone le armi per collaborare occorre trovare i punti d’incontro, perché la nazione non è composta solo da elettori del Pd.Sulla parte sanitaria ci saremmo accontentati di sapere se domattina medici, infermieri, agenti in divisa si vedranno consegnate quelle mascherine che improvvisamente Di Maio ha regalato alla Cina, lasciando sguarnite le nostre prime linee ed esponendole all’infezione.Se i respiratori per far partire il piano straordinario di nuove terapie intensive esistono o no, chi ce li fornirà e quando.Invece si citano tre milioni e mezzo di euro alla sanità e alla Protezione Civile che ci sembrano platealmente insufficienti, nemmeno coadiuvati dai percettori del reddito di cittadinanza impiegati in lavori utili per gli ospedali e gli uffici pubblici.A questo punto faremo la battaglia in Parlamento per migliorare il testo, sobriamente, ma senza farci prendere per i fondelli. Altrimenti la tregua andrà messa in discussione”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza coronavirus: Huawei dona tecnologia e forniture sanitarie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Huawei Italia fornirà dispositivi di protezione e soluzioni tecnologiche per far fronte alla situazione di emergenza causata dalle infezioni da Covid-19. Inoltre l’azienda ha istituito un’unità interna di crisi al fine di collaborare al meglio con le istituzioni nazionali e locali e avviare azioni di sostegno concertate con gli operatori di telecomunicazioni e i propri partner.La società ha già donato 1.000 tute protettive destinate ad alcuni ospedali di Milano e 200.000 mascherine tipo FFP2 CE sono in arrivo dalla Cina.Gran parte del piano di aiuti si basa sulla tecnologia. A partire dai dispositivi fino alla connettività di rete ad alte prestazioni, una gamma completa di soluzioni sosterrà l’enorme sforzo che l’intero Paese sta compiendo in questa difficile situazione.Huawei si offre di facilitare lo scambio di informazioni e buone pratiche tra i team sanitari italiani e cinesi attraverso la sua piattaforma di collaborazione cloud Welink. L’azienda ha già supportato l’emergenza sanitaria in Cina e pertanto mette a disposizione l’esperienza acquisita in quell’occasione e il rapporto con le strutture sanitarie delle aree critiche cinesi che adesso stanno uscendo dalla fase più acuta dell’epidemia.Inoltre saranno fornite apparecchiature per reti Wi-Fi 6 a 10 strutture ospedaliere provvisorie al fine di consentire le comunicazioni con gli altri enti sanitari. Huawei sta lavorando con alcuni dei suoi partner per creare una piattaforma di videoconferenza ad hoc in grado di garantire una connessione in tempo reale tra gli ospedali nelle aree rosse e l’unità di crisi nella regione di appartenenza o l’ente governativo designato, garantendo il continuo coordinamento dell’emergenza da remoto. Sarà possibile consultare esperti di diverse regioni e condividere informazioni in tempo reale.Huawei partecipa all’iniziativa “Solidarietà Digitale” promossa dal Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano. L’azienda donerà 500 tra tablet e smartphone che verranno destinati ad alcuni ospedali italiani per consentire le comunicazioni tra i pazienti e i propri familiari.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caso Moro: “La verità oltre il segreto”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Nel quarantaduesimo anniversario della strage di via Fani, rendiamo omaggio a Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi che sono morti nell’adempimento del proprio dovere verso lo Stato.
La tragedia che coinvolse Moro ha ancora risvolti nascosti e, per questo, chiediamo che i 150 documenti del caso, citati dall’ex parlamentare componente delle principali commissioni di inchiesta Grassi, riguardanti la strage di Bologna e altri casi di terrorismo interno e internazionale vengano, finalmente, desecretati. Quella che abbiamo saputo sulla tragedia di Aldo Moro finora ha tenuto fuori dal perimetro politico, storico e giudiziario verità enormi, come il cosiddetto “Lodo”, accordo gestito dal capocentro SISMI di Beirut Giovannone, che avrebbe permesso il transito di armi palestinesi in Italia a fronte della santuarizzazione del nostro territorio. Finalmente, grazie al costante lavoro di inchiesta e di informazione di analisti, giudici, giornalisti, dai già parlamentari come Fragalà, Mantica e Raisi, così come dalle evidenze mostrate nel suo ultimo libro dall’ex Presidente della Commissione Moro 2 Fioroni e della giornalista Calabrò, risulta sempre più chiaro il legame che vedrebbe l’omicidio Moro, la strage di Bologna e Ustica nel quadro internazionale e alle operazioni della rete del terrorismo internazionale e dell’intelligence sovietica. Per questa ragione abbiamo fondato un intergruppo trasversale, con partecipazione di parlamentari di maggioranza e opposizione, con lo scopo di arrivare al più presto – e su questo lanciamo l’appello alla maggioranza – all’istituzione di una commissione di inchiesta bicamerale sui fatti concernenti il Lodo Moro e la strage di Bologna, correlata al quadro internazionale della guerra fredda italiana in cui maturarono sia il sequestro Moro che la strage di Ustica e in particolare all’intensità dell’attività terroristica internazionale palestinese e marxista, con Carlos e i servizi del Patto di Varsavia, nella nostra Nazione in quegli anni. Lanciamo, infine, un appello al presidente Roberto Fico affinchè, al termine dell’emergenza, presenti alla Camera immediatamente la nostra proposta di legge per la costituzione di una commissione d’inchiesta sui fatti del Lodo Moro, sulla strage di Bologna e sulle connessioni internazionali ad essi collegati.”Dichiarano i parlamentari componenti dell’Intergruppo parlamentare “La verità oltre il segreto – intergruppo parlamentare per la desecretazione degli atti concernenti i fatti del terrorismo interno e internazionale legati al Lodo Moro e alla strage di Bologna” Federico Mollicone, Paola Frassinetti, Galeazzo Bignami.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Colloqui di supporto a distanza per l’emergenza Coronavirus

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

L’Università di Torino, in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia, offre a tutta la Comunità Universitaria di oltre 80 mila persone fra studentesse, studenti, docenti, ricercatori e personale Tecnico Amministrativo di Unito la possibilità di fruire di colloqui di supporto psicologico a distanza che si terranno a partire da oggi. L’iniziativa, attivata in questi giorni di emergenza da Coronavirus, prevede un ciclo di colloqui di a distanza, con psicologi abilitati alla psicoterapia, specialisti e specializzandi del Dipartimento di Psicologia, erogati garantendo la massima tutela della privacy e nel rispetto dei principi deontologici della professione psicologica.In questo frangente, caratterizzato da un clima di incertezza che può abbracciare sia la vita lavorativa sia quella familiare e personale, i bisogni delle persone si complicano e si diversificano, e può essere di sostegno l’accompagnamento alla riflessione e all’analisi, alla gestione delle criticità vissute e allo sviluppo delle proprie risorse.Il servizio è gratuito, e costituisce un’estensione e un potenziamento dello Spazio di Ascolto, attivo da maggio 2019 e gestito dalla Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute del Dipartimento di Psicologia, dedicato al personale, agli studenti e alle studentesse di Unito per chi vive situazioni di disagio o di malessere psico-fisico, con possibili conseguenze sulla qualità del proprio lavoro o dello studio. Il servizio permetterà anche di compiere azioni di orientamento sulle tipologie di richieste. Qualora le questioni si configurassero come specifiche di altri ambiti/professionisti, come ad esempio l’orientamento rispetto alla didattica on line per gli studenti, il monitoraggio di fenomeni di discriminazione, harassment o lo stalking, di competenza della Consigliera di Fiducia, oppure in presenza di specifiche richieste relative a tematiche strettamente sanitarie, gli utenti saranno indirizzati verso altri servizi più idonei interni o esterni ad UniTo.
Per accedere allo Spazio di Ascolto, che sarà attivato per tutta la durata dell’emergenza, è necessario compilare il form che sarà inviato a tutta la comunità Universitaria. La registrazione permetterà di organizzare il calendario dei colloqui.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tecnologia e adolescenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

La tecnologia al servizio della condivisione. Per favorire un uso proprio della tecnologia ed impedire ai ragazzi di usarlo come mezzo di isolamento, il genitore può valorizzare la competenza del figlio adolescente nell’uso delle nuove tecnologie per informarsi insieme a lui delle iniziative che via via stanno prendendo piede sul web: dalle visite guidate nei principali musei d’Italia ai diversi artisti che propongono dirette streaming per trasmettere le loro esibizioni casalinghe. La tecnologia, in questo momento, sta garantendo un senso di comunione e di solidarietà che, a fronte delle limitazioni imposte e delle angosce provate, rischiava di venire surclassato. In questo momento la tecnologia sta veicolando messaggi molto positivi, di speranza e di forza.
Parola d’ordine: organizzazione. Convivere pacificamente è possibile grazie all’organizzazione e alla programmazione. Facendo un programma della giornata, con compiti stabiliti si può evitare il conflitto. “È bene mantenere una continuità con quanto avveniva prima di questo momento: il mondo è fermo solo in apparenza, noi siamo chiamati ad andare avanti. Pertanto, continuare ad assolvere i propri impegni scolastici, usufruendo anche delle lezioni online, è fondamentale nel generare stabilità e garantire punti di riferimento importanti” afferma la dottoressa Arrà. Il genitore è chiamato a supportare, per quanto possibile, la loro spinta all’autonomia invogliando i figli adolescenti a impegnarsi nell’organizzazione delle loro giornate, assolvendo la funzione di “allenatore” alla gestione di sé stessi in modo sano.
“Il vuoto dato dall’assenza di svaghi e del gruppo dei pari può comportare un uso eccessivo di questi mezzi virtuali di comunicazione e di distrazione determinando quella che viene chiamata “overdose digitale” – spiega la dottoressa Arrà – È fondamentale quindi stabilire dei limiti nell’utilizzo dei dispositivi virtuali riconoscendone però il loro valore, per esempio nel permettere all’adolescente di restare in contatto con i suoi amici o il partner e nel proseguire l’attività scolastica”. Terminate le video-call, si possono proporre attività alternative ai propri figli adolescenti cercando di trasmettere la consapevolezza dell’unicità di questa occasione: avendo a disposizione tanto tempo, si possono riscoprire i rapporti con coloro che vivono con noi ma di cui sappiamo sempre meno, perché presi dalla fretta e distratti dalla tecnologia che ci circonda.
Il tempo è tanto e le cose da fare sono poche, soprattutto durante il weekend il tempo si dilata, ma la reclusione obbligata potrebbe essere riletta come occasione per svolgere attività che di solito non si ha mai tempo di fare, per dare sfogo alla propria creatività, per leggere un libro e perché no, anche per riposare! Da un lato, ai figli adolescenti si può proporre di fare qualcosa di diverso dal solito come cucinare, fare giardinaggio, suonare uno strumento… con la prospettiva di poter trasformare questo passatempo in un progetto stabile, da mantenere anche in futuro; dall’altro, questo tempo meno strutturato può rappresentare una sorta di allenamento all’autonomia nella definizione delle proprie giornate. Imparare a “sentirsi”. Empatia, capacità di ascolto di sé e della propria famiglia, imparare a stare con sé stessi. Per i ragazzi, la noia di questi giorni può essere una buona occasione per imparare a stare con le proprie emozioni, imparare a “sentirsi” e a riconoscere i propri bisogni al di là di quello che ci viene continuamente imposto. È importante approcciarsi a loro con grande empatia, riconoscendo la fatica nell’affrontare momenti di noia e insofferenza, ma anche i timori e le paure rispetto all’evolversi incerto della situazione. I genitori sono chiamati a contenere e aiutare a gestire le eventuali difficoltà emotive dei loro figli adolescenti, filtrando le proprie angosce e instaurando comunque un dialogo fondato sull’onestà dei vissuti che essi stessi sperimentano durante questa situazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Al Sud è già emergenza acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

L’agricoltura italiana, una delle poche certezze produttive al tempo del coronavirus, deve fare i conti con le disponibilità idriche per una stagione irrigua, che si preannuncia anticipata in molte zone a causa di temperature superiori alla media del periodo.E’ così nel Sud del Paese, dove è ormai emergenza: negli invasi meridionali, dove ci sono attualmente circa 2.100 milioni di metri cubi d’acqua, ne mancano all’appello circa 400 rispetto all’anno scorso, ma addirittura un migliaio, se confrontiamo il dato con il 2010.Se in Basilicata, il deficit sul 2019 è di 153 milioni di metri cubi d’acqua trattenuta (oggi sono 260 milioni ca., ma erano circa 711 nel 2010!), in Puglia (disponibili oggi, ca. 147 milioni di metri cubi), le riserve sono più che dimezzate rispetto ad un anno fa; percentualmente la crisi più evidente è, però, in Calabria: l’attuale disponibilità di circa 6 milioni di metri cubi è meno del 40% di un anno fa, ma addirittura il 25% delle riserve idriche regionali nel 2010! In deficit idrico permangono complessivamente anche gli invasi della Sicilia (- 83 milioni di metri cubi d’acqua), così come in leggera sofferenza sono i bacini di Marche ed Umbria.I dati, resi noti dall’Osservatorio ANBI sullo Stato delle Risorse Idriche, testimoniano anche come al Nord la situazione, pur non ancora allarmante, necessiti di costante monitoraggio, soprattutto in prospettiva. “Risponde a questa esigenza, l’opportuna scelta, operata dall’Autorità Distrettuale del fiume Po, che ha reso permanente l’Osservatorio sulla carenza idrica – commenta Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – La prossima riunione è già in calendario per mercoledì 8 Aprile.”
Allo stato attuale, la situazione dei corsi d’acqua in Piemonte è di sufficiente copertura dei fabbisogni idrici propri del periodo invernale, essenzialmente legati agli usi idroelettrici ed industriali.Per quanto riguarda le previsioni future, se non interverranno significative precipitazioni e dovessero innalzarsi le temperature, si avrà un rapido scioglimento delle nevi, che si tradurrà in un aumento dei deflussi idrici verso valle con la rapida perdita delle riserve idriche immagazzinate, che termineranno in mare inutilizzate prima ancora dell’attivarsi delle derivazioni irrigue.“E’ un’ulteriore dimostrazione della necessità di un Piano Nazionale Invasi per trattenere le acque sul territorio ed utilizzarle al bisogno con evidenti benefici anche di carattere ambientale – evidenza Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – Senza considerare le criticità idrogeologiche, che possono derivare da forti ed improvvisi afflussi idrici dalle aree di montagna.”Per quanto riguarda le acque sotterranee, la rete di monitoraggio del comprensorio Est Sesia evidenzia livelli di falda inferiori di circa 20 centimetri rispetto a quelli della media del periodo negli ultimi 10 anni.A fronte della precaria situazione nivometrica va pertanto sottolineata l’importanza del lago Maggiore, che ha una possibilità di invaso pari a 315 milioni di metri cubi, che salgono a 420 milioni nel periodo invernale. La disponibilità di questo bacino è fondamentale per l’agricoltura e l’ambiente della pianura piemontese (vercellese e novarese), ma anche lombarda (lomellina, milanese e pavese).
In Lombardia, la principale preoccupazione per la stagione irrigua interessa il livello di riempimento dei bacini montani e la quantità di neve ancora presente sulle Alpi; per quanto riguarda i grandi laghi, sotto la media del periodo sono i bacini di Como e di Iseo, mentre il Garda è abbondantemente sopra. Con le attuali disponibilità idriche sarà però difficile soddisfare pienamente le esigenze degli agricoltori; preoccupano specialmente le aree servite dai fiumi Adda e Oglio, ma anche da Brembo, Serio e Cherio. L’attenzione è comunque elevata in tutta la regione, poiché l’assenza di pioggia nei mesi di gennaio e febbraio ha reso le campagne secche ed abbassato il livello freatico.Situazione tranquilla, al momento, in Emilia-Romagna: il livello delle falde freatiche non desta preoccupazione ed il confronto con l’autunno 2018 non evidenzia variazioni significative di livello nel bacino del fiume Po, mentre sono evidenti situazioni localmente differenziate nel fiume Reno ed in quelli romagnoli; infine, vanno segnalate le scarse portate dei fiumi appenninici (Taro, Trebbia, Parma, Panaro, Lamone e Savio). In Veneto, infine, non si riscontrano particolari criticità ed anche gli sbarramenti antisale non sono ancora in funzione.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ostetriche e protezione individuale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

“La situazione che stanno vivendo in questi giorni, e in queste ore, le ostetriche italiane nella lotta contro la diffusione e il contenimento di infezioni da COVID-19 è oltremodo drammatica. Da più realtà arrivano costantemente segnalazioni di carenza di personale e insufficienza di dispostivi di protezione individuale adeguati. Un grido d’allarme che la FNOPO ha il dovere di portare all’attenzione delle istituzioni, delle autorità competenti e anche dell’opinione pubblica – affermano le componenti del Comitato centrale FNOPO -. Le condizioni in cui versano le ostetriche, i ginecologi, i medici, gli infermieri e tutti i professionisti sanitari attualmente coinvolti nella gestione della pandemia non sono più sostenibili e accettabili. Occorrono subito azioni concrete a salvaguardia della salute di chi deve salvare altre vite e non può e non deve diventare fonte di ulteriore contagio – aggiungono le rappresentanti nazionali della categoria ostetrica -.
La FNOPO, insieme ai 68 Ordini professionali, chiede con forza che vengano immesse nuove risorse di personale ostetrico in organico attraverso l’assunzione immediata di unità di personale ostetrico, già attivabili e disponibili attingendo dalle graduatorie concorsuali in vigore e altresì dalle unità infermieristiche disponibili in tempo reale, in quanto attualmente impiegate nelle UU.OO. ostetrico-ginecologiche (4000 circa).Occorre segnalare che, attualmente purtroppo, le Istituzioni preposte (ASL/ASST/AUP e IRCCS) stanno procedendo all’assunzione di solo personale medico, infermieristico e OSS ignorando le disposizioni urgenti per il potenziamento del SSN contenute e previste dal DL 14/2020 – sottolineano i vertici FNOPO -. L’immissione di nuovo personale ostetrico andrà a sostegno delle colleghe attualmente impegnate a fronteggiare una situazione non più gestibile, nell’area materno infantile nelle regioni attualmente più colpite dai contagi: Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, con turni massacranti di 12-14 ore.
Le ostetriche, così come tutto il personale sanitario, sono le più esposte sia al contagio visto la carenza di dispositivi di protezione individuale adeguati, rappresentando un rischio per le donne e i neonati con cui vengono in contatto, sia dal punto di vista di stress psicologico che dovrà essere affrontato una volta rientrata la pandemia. Infine, – concludono i vertici FNOPO – la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica, insieme alla comunità di ostetriche italiane, si stringe ai familiari, ai colleghi e agli amici dell’ostetrica deceduta a seguito dell’infezione di COVID-19 e dei professionisti sanitari contagiati sul lavoro”. Perdite che segnano la comunità dei professionisti della salute, già fortemente gravata dal numero di contagiati a seguito del numero di infezioni ancora troppo alto dei morti tra la popolazione tutta. La FNOPO lancia un forte appello alle Istituzioni preposte affinché preparino le regioni del sud le quali, nella maggior parte dei casi, non dispongono dei presupposti organizzativi che caratterizzano le regioni oggi più colpite ”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa: Chiusura frontiere tra Stati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

Dichiarazione del Presidente della commissione libertà civili, Juan Fernando López Aguilar (S&D, ES) sulla reintroduzione dei controlli di frontiera interni a Schengen.”Negli ultimi giorni, diversi Stati membri dell’UE hanno reintrodotto i controlli alle loro frontiere interne, dentro l’area Schengen, o le hanno addirittura chiuse per alcune categorie di persone, mentre altri Stati membri stanno prendendo in considerazione tali misure. In qualità di Presidente della commissione per le libertà civili, giustizia e affari interni del Parlamento europeo, pur condividendo pienamente la necessità di misure di politica pubblica che limitino l’interazione sociale per rallentare la diffusione del Coronavirus, esorto gli Stati membri ad adottare le loro misure nel pieno rispetto dei principi di proporzionalità e, soprattutto, di solidarietà tra gli Stati membri dell’UE, oltre che di non discriminazione e delle norme Schengen applicabili. È fondamentale che, nell’adottare tali misure, non vi sia alcuna discriminazione tra i cittadini dell’UE.È solo attraverso un approccio coordinato, piuttosto che attraverso azioni intraprese dai singoli Stati membri, che riusciremo ad affrontare con successo la sfida che tutti abbiamo davanti.La commissione per le libertà civili sta monitorando attentamente la situazione e si aspetta che la Commissione europea, la Presidenza del Consiglio UE e gli Stati membri proteggano tutti i benefici dell’area Schengen”. Il regolamento (UE) 2016/399 relativo al regime di attraversamento delle frontiere da parte delle persone (codice frontiere Schengen) prevede esplicitamente il rischio per la salute pubblica come motivo di rifiuto d’ingresso alla frontiera esterna dello spazio Schengen (titolo II), ma non prevede la possibilità di ripristinare temporaneamente i controlli alle frontiere interne per motivi di salute pubblica (titolo III).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »