Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Coronavirus, Mollicone (FdI): “Bene Franceschini, qualcosa ma non abbastanza”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2020

“Le misure straordinarie del governo per la cultura sono un primo passo per arginare l’emergenza, ma sono sicuramente migliorabili. Riconosciamo a Franceschini di aver ascoltato le richieste di FDI – che da sempre ha dato battaglia per i lavoratori e le imprese dello spettacolo – ma così com’è il testo del decreto non è risolutivo della crisi dell’industria culturale. Per questo, presenteremo emendamenti migliorativi. Vanno adottati, con necessità e urgenza, provvedimenti normativi per evitare qualsiasi penalizzazione nei confronti dei soggetti finanziati dal Fondo Unico per lo Spettacolo, ai fini della rendicontazione del contributo pubblico, e vanno erogati, con necessità e urgenza, i contributi già destinati ai soggetti finanziati dal Fondo Unico per lo Spettacolo, sia il saldo 2019 che i primi acconti per il 2020. Lo stesso FUS va riformato, finanziando i progetti speciali, aumentando i fondi e ampliando la platea. I danni subiti dai teatri, sia FUS che extra FUS, vanno rimborsati e tutti i teatri vanno sostenuti finanziariamente e con una sospensione generale delle imposte dirette e indirette.Gli stanziamenti del Fondo per le emergenze vanno aumentati, almeno fino a 200 milioni, così come le indennità di base per i lavoratori dello spettacolo, la cui entità di soli 500 euro è ridicola e va prima aumentata e poi stabilizzata. Inoltre, va permesso l’accesso al credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo per tutte le imprese dello spettacolo e dell’industria culturale.
Per il cinema vanno sbloccate immediatamente le risorse per la legge sul cinema e l’audiovisivo, e istituito presso Cassa Depositi e Prestiti un Fondo di Garanzia ad hoc per sostenere le imprese del settore. Infine, va messo in campo un piano di interventi per il rilancio della domanda di cultura, permettendo la detrazione dei consumi culturali, alla pari dei ticket medicinali.”Così il capogruppo in commissione Cultura e responsabile Cultura di FDI, deputato Federico Mollicone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: