Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Possibili scenari economico-finanziari legati alla pandemia di Covid-19

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 marzo 2020

A cura di Luc Filip, Head of Private Banking Investments. Grazie al nostro approccio di allocazione più difensiva, i portafogli dei nostri clienti hanno sovraperformato in media del +6% rispetto a portafogli omologhi. Vediamo tre scenari possibili:
Ottimistico: le misure dispiegano rapidamente i loro effetti, risollevando il contesto dal lockdown prima di quanto ci si aspetti;
Scenario base: anche qualora le misure di governi e banche centrali inizino ad avere effetto, i titoli potrebbero essere ancora dominati dalle cattive notizie circa i tassi di mortalità, disoccupazione e aumento del rischio di fallimenti;
Pessimistico: più duraturi e profondi effetti del virus con conseguenze pesanti sulla fiducia dei consumatori e spese di capitale vicine allo zero. Un impatto sui giovani adulti maggiore di quanto inizialmente previsto.
Ad oggi vediamo difficile il verificarsi dello scenario ottimistico, in considerazione anche del fatto che i governi occidentali hanno impiegato molto tempo per rispondere all’emergenza e hanno imposto contromisure meno stringenti di quanto avvenuto in Asia (Cina, Corea del Sud, Hong Kong, Singapore). Anche lo scenario pessimistico non ci sembra il più probabile, viste le notizie che giungono da Cina e Corea del Sud: la diffusione del virus può essere contenuta con l’adozione di misure restrittive della circolazione e la collaborazione da parte della popolazione.Conseguentemente, riteniamo che lo scenario base sia quello maggiormente probabile. In questo scenario non ci affretteremmo ad approfittare delle valutazioni interessanti di alcuni asset, perché l’incertezza resta alta. Ad ogni modo, non ridurremo drasticamente l’allocazione attuale.La nostra posizione può essere sintetizzata come segue: “protezione degli asset con prospettive di lungo termine”.
Grazie al solido processo di investimento che seguiamo ormai da molti anni, abbiamo ridotto l’esposizione sull’equity e sul credito dallo scorso febbraio, continuando a ridurre progressivamente l’esposizione dei clienti al rischio da allora. La nostra allocazione azionaria è vicina al limite minimo consentito dalle nostre linee guida. La nostra priorità, al momento, è concentrarci sulla conservazione del capitale e mantenere i rischi bassi. (fonte: SYZ Private Banking)
Founded in 1996 in Geneva, SYZ is a Swiss banking group experiencing strong growth, focusing exclusively on asset management via two complementary business lines: high-level private banking and asset management. SYZ offers private and institutional investors an investment style based on active management and risk management aimed at absolute performance. The Group has substantial equity and enjoys its status as an independent company due to its family shareholding structure.
http://www.syzgroup.com.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: