Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 1 aprile 2020

Emendamenti al “Cura Italia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Gli organismi di rappresentanza di 21 Ordini professionali, raccolti attorno al CUP e alla RPT, facendo seguito alla presa di posizione unitaria dei giorni scorsi, hanno elaborato un pacchetto di proposte di emendamenti al Dl “Cura Italia”, sottoponendolo all’attenzione del Governo.Come già dichiarato in precedenza, pur apprezzando lo sforzo del Governo, essi ritengono che il Dl 18/2020 necessiti di alcuni sostanziali aggiustamenti e vada considerato solo come il primo passo per un piano più organico di interventi che guardi sin da ora anche alla fase immediatamente successiva all’emergenza. Gli emendamenti proposti dall’RPT e dal CUP spingono il Governo a sostenere in modo uniforme tutte le diverse categorie di lavoratori. Molte delle misure finora adottate si rivolgono essenzialmente ai lavoratori dipendenti e solo in via marginale agli autonomi, escludendo, peraltro, da questa categoria i liberi professionisti ordinistici, come nel caso del bonus di 600 euro previsto per il mese di marzo, che esclude dal beneficio gli iscritti alle Casse previdenziali diverse dall’Inps. Una maggiore logica inclusiva è essenziale ed irrinunciabile.RPT e CUP sono convinti che per affrontare l’emergenza e, nel contempo, per porre un primo argine alla crisi economica che si sta profilando occorra fare uno sforzo di sintesi e concentrarsi su pochi grandi assi di intervento, che agiscano su famiglie, lavoratori e imprese. Con le proposte di emendamento i professionisti chiedono al Governo:
– di prevedere sin da ora la possibilità di un uso più prolungato della Cassa Integrazione, specie quella in deroga, a cui possono accedere anche gli studi professionali di ridotte dimensioni;
– di poter accedere ad un fondo di Garanzia mutui per l’acquisto di immobili di categoria catastale A/10 utilizzati per lo svolgimento dell’attività professionale e di poter usufruire, per la medesima categoria catastale, di un credito di imposta in caso di locazione, al pari di ciò che il Dl 18 consente a chi ha in locazione una bottega o un negozio;
– di spostare in avanti, rispetto ai periodi di sospensione attualmente previsti, le scadenze di pagamento in ambito fiscale e contributivo, oltre alla possibilità di rinviare al prossimo anno i pagamenti dell’acconto irpef di novembre 2020 e di prolungare almeno fino a dicembre 2020 la possibilità, per alcune categorie di contribuenti già individuate dal DL Cura Italia, di non essere assoggettati a ritenuta d’acconto. Ciò garantirebbe, seppure in via temporanea, la formazione di un “polmone” di liquidità di cui sin da ora gran parte dei professionisti sentono il bisogno;
– di definire rapidamente i criteri di accesso al Fondo per il reddito di ultima istanza (art. 44 Dl 18/2020) indicando tra i beneficiari in modo esplicito anche i professionisti iscritti a Casse previdenziali diverse dall’Inps, oltre a sanare l’esclusione di questi ultimi dall’accesso al bonus di 600 euro previsto dall’art. 27 del Dl 18/2020;
– di coinvolgere in modo più organico proprio il sistema degli Enti previdenziali privati nella definizione di misure a sostegno di chi opera nella libera professione, liberando risorse finanziarie dall’anomalo meccanismo della così detta doppia tassazione cui cono sottoposte le Casse previdenziali private.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quali sono gli effetti del cambiamento climatico sul nostro Pianeta?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Per scoprirlo, collegarsi sui canali di Frascati Scienza lunedì 30 marzo alle ore 14.30, con Copernicus is watching us, la virtual classroom di Scienza Contagiosa in cui Giancarlo Filippazzo programme coordinator presso il Copernicus Space Office dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) di Frascati, ci farà vedere i segni del climate change osservati dallo Spazio.Copernicus è il complesso programma di osservazione satellitare della Terra che rileva e gestisce dei dati sullo stato di salute del pianeta. Ad esempio, è proprio questo programma che negli ultimi giorni ha confermato un calo di inquinamento dovuto alla sospensione delle attività come misura di contrasto all’avanzamento del COVID-19.Per partecipare agli appuntamenti di Scienza Contagiosa, basta seguire la diretta sui canali Facebook e YouTube di Frascati Scienza. È possibile interagire con gli speaker inviando domande attraverso la sezione “Commenti” delle due piattaforme, lo staff di regia si occuperà di raggrupparle e proporle ai docenti che risponderanno in diretta ai vostri quesiti. Subito dopo è prevista la replica su IGTV di Instagram.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I dirigenti di CasaPound ‘volontari temporanei’ della Croce rossa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

CasaPound scende in campo contro l’emergenza coronavirus. “L’intero direttivo del movimento – si legge in una nota – ha aderito all’appello della Croce rossa: i vertici della Tartaruga frecciata, come i tanti altri italiani che hanno scelto di reagire a questo momento difficile per la Nazione impegnandosi per la comunità, si sono iscritti al programma per diventare volontari temporanei Cri (si possono trovare tutte le informazioni all’indirizzo https://www.cri.it/12-03-2020-covid-19-diventa-volontario-temporaneo-croce-rossa) e poter dare una mano nella consegna dei pacchi alimentari o di farmaci e beni di prima necessità alle persone vulnerabili, nel controllo dei passeggeri in aeroporto o nel fornire informazione e assistenza presso i desk, le centrali operative, le tende e le strutture di emergenza”. Un invito che Cpi “rivolge anche ai suoi tanti militanti e simpatizzanti”.”L’impegno nel sociale – ricorda il movimento – non è certo una novità per CasaPound, che è stata al fianco del popolo italiano durante tutte le emergenze che l’Italia si è trovata ad affrontare negli ultimi anni. Una esperienza nata a seguito del tragico terremoto dell’Aquila, quando i volontari di Cpi si trovarono a gestire il magazzino del campo di Poggio Picenze, nel cuore dell’Abruzzo devastato dal sisma, e proseguita con il lungo impegno a fianco della protezione civile a Bondeno, in Emilia Romagna, e ancora ad Amatrice, dove i militanti del movimento di Gianluca Iannone la notte del 24 agosto 2016 furono tra i primi a portare soccorso nella cittadina sepolta dalle macerie. Un’attività – sottolinea CasaPound – portata avanti anche nel quotidiano grazie all’impegno nelle attività di protezione civile e a quello nel gruppo di pronto intervento sanitario Grimes, che ci vedono in prima linea ogni giorno nelle strade di tutta Italia per dare assistenza agli italiani in difficoltà”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Difesa dei minori e degli anziani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Dichiarazioni della Presidente Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni, Avv. Maria Giovanna Ruo:”I diritti fondamentali non sono in quarantena, ma il tutto deve essere interpretato con equilibrio e buonsenso. La relazione con entrambi i genitori è un diritto fondamentale dei figli minorenni: in questo momento sono soprattutto i genitori stessi che debbono garantirlo cooperando. Ad es. se debbo andare a fare la spesa, invece che portarmi i bambini a fare la fila, è meglio che vadano con il papà. E che casomai insieme evitiamo troppi spostamenti accorpando giorni e pernotti. Questo il senso del nostro decalogo diretto ai genitori, cui è richiesta una rinnovata disponibilità nei confronti dei figli”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stipula di copertura assicurativa per i militari colpiti da Covid-19

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Apprendiamo con soddisfazione che, a seguito della richiesta congiunta firmata da SIM Carabinieri, SAP Polizia di Stato e SIM Guardia di Finanza riguardo la stipula di copertura assicurativa per i militari colpiti da Covid-19, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri ha comunicato, con una nota odierna, che il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri ha disposto di interpellare alcune compagnie assicurative di primaria importanza per la stipula a carico del Fondo Assistenza Previdenza e Premi di polizza sanitaria, a favore dei Carabinieri che hanno contratto o che contrarranno il virus. Nella polizza dovranno essere coperte parte delle spese per:
– ricovero ospedaliero prevedendo: una diaria per un periodo di almeno 10 giorni e, “una tantum”, nel caso di ricovero in unità di terapia intensiva o sub intensiva; l’impiego di ambulanza per raggiungere il domicilio a seguito di dimissione ospedaliera; l’assistenza infermieristica domiciliare per una/due settimane;
– quarantena presso il domicilio o camerata prevedendo una diaria ridotta.
Per i militari che hanno contratto la malattia in epoca pregressa l’assicurazione o il Fondo Assistenza Previdenza e Premi si faranno carico di garantire analogo sostegno. Il Comando Generale ha, inoltre, richiesto la disponibilità di un call center per il consulto psicologico dei Carabinieri. Sarebbe auspicabile che tali iniziative fossero intraprese anche a livello di Comando Generale della Guardia di Finanza e di Dipartimento della P.S., visto che in strada a controllare le prescrizioni dell’esecutivo ci siamo tutti, fianco a fianco.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il covid-19 potrebbe attraversare la placenta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

“Sono stati studiati 33 neonati nati da madri positive al Covid-19 nell’ospedale cinese di Wuhan. Di questi neonati nati da madri affette da polmonite al momento del parto, 3 su 33 (9%) hanno presentato sintomi da infezione SARS-CoV2 a esordio precoce.” Afferma Daniela Galliano, Medico Ginecologo esperto in Fecondazione Assistita, Direttrice del Centro IVI di Roma. “Il sintomo più comune che hanno presentato questi 3 neonati è stata difficolta respiratoria e alla radiografia del torace si è diagnostica loro una polmonite.” “Il neonato più gravemente malato è nato prematuro e potrebbe essere stato sintomatico per questo e per asfissia e sepsi, piuttosto che da infezione da SARS-CoV-2.” “Poiché durante il parto sono state implementate rigide procedure di controllo e prevenzione delle infezioni, è probabile che le fonti di SARS-CoV-2 nelle vie respiratorie superiori dei neonati fossero di origine materna. Sebbene 2 studi recenti condotti in Cina abbiano dimostrato che non vi sono risultati clinici di COVID-19 nei neonati nati da madri affette, e tutti i campioni, inclusi liquido amniotico, sangue cordonale e latte materno, sono risultati negativi per SARS-CoV- 2, la trasmissione materno-fetale verticale non può essere esclusa nella coorte attuale di questo recente studio. Pertanto, è fondamentale sottoporre a screening le donne in gravidanza e attuare misure rigorose di controllo delle infezioni, quarantena delle madri infette e uno stretto monitoraggio dei neonati a rischio di COVID-19”.Ad ogni modo, secondo la dottoressa Galliano: “Non sembra che il covid-19 passi la barriera placentaria, ma se così fosse il feto potrebbe essere a rischio soprattutto all’inizio della gestazione, quando il cervello fetale è più vulnerabile.” “La placenta di solito impedisce a virus e batteri dannosi di raggiungere il feto. E consente agli anticorpi utili della madre di proteggere il feto da eventuali germi, prima e dopo la nascita.”“Tuttavia, alcuni virus penetrano nel feto. L’esempio più recente è Zika, che può causare microcefalia e danni neurologici profondi, soprattutto se contratta nel primo e nel secondo trimestre.” Infine, ha concluso la dottoressa: “Il nuovo coronavirus non sembra appartenere a questa categoria più pericolosa. In tal caso vedremmo livelli più elevati di aborto spontaneo e parto prematuro.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus, Cavallaro (Cisal): “Dpcm inconsistente”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

“Evidentemente non si ha idea di quanto occorra ad una persona per vivere, o meglio sopravvivere, per un mese”. Così il Segretario Generale della Cisal Francesco Cavallaro all’indomani del nuovo Dpcm annunciato ieri sera dal Presidente del Consiglio. “Come sempre faremo una analisi dettagliata del provvedimento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ma – spiega Cavallaro- è davvero difficile non sottolineare la poca incisività di questo ultimo strumento, non rispondente alle esigenze dei cittadini e specie quelli che vivono una profonda condizione di disagio aggravata da questa grande emergenza. Sul tavolo – continua – sono stati messi 4,3 miliardi ai quali sono stati aggiunti ulteriori 400 milioni. Il primo blocco è solo una anticipazione di fondi che lo Stato già destina ai Comuni. Quindi, praticamente una non notizia. I 400 milioni, invece, dovranno essere ripartiti tra i cittadini che, parole di Conte “non possono più fare la spesa”. Quale sarà il parametro di povertà preso in esame? I poveri assoluti censiti in Italia sono circa 5 milioni. Quelli in povertà relativa 9 milioni. Basta prendere una calcolatrice – conclude Cavallaro – per capire che la cifra venuta fuori, in entrambi i casi, non sia sufficiente neppure a fare la spesa per una settimana”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Maschere da snorkeling modificate con un filtro FFP3 al posto del boccaglio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Può essere la via per sopperire alla mancanza di dispositivi di protezione negli ospedali, indispensabili per tutelare gli operatori sanitari, soprattutto coloro che lavorano nei reparti di terapia intensiva, dal rischio di contagio da coronavirus. È la proposta di un’azienda, Master Solutions, che dispone delle competenze per la stampa in 3D in serie dei collettori che permettono di collegare le maschere da immersione con i filtri FFP3. “Offriamo gratuitamente al servizio sanitario nazionale la nostra tecnologia di stampa in 3D per produrre in grande quantità questi collettori – affermano Andrea Ferrante e Stefano Girardi, titolari di Master Solutions srl di Padova -. I risparmi per il sistema sono notevoli, perché le mascherine tradizionali in tessuto devono essere sostituite ed eliminate dopo alcune ore di utilizzo, invece le maschere da snorkeling possono essere sanificate con sistemi all’ozono e sanificanti virucidi e battericidi che la Health System srl di Padova commercializza. In questo modo, i dispositivi sono riutilizzabili in totale sicurezza. Senza dimenticare che le maschere da sub aderiscono meglio al volto dell’operatore rispetto a quelle in tessuto e non si appannano”. “Ad oggi però – continua Andrea Ferrante – vi sono ostacoli burocratici, che non consentono di distribuire nei reparti queste maschere modificate con filtri FFP3. Chiediamo alle autorità sanitarie di velocizzare quanto prima l’iter di approvazione in deroga a causa dell’emergenza, così come già avvenuto per gli strumenti di ventilazione dei pazienti”.
I collettori stampati in 3D oggi, infatti, sono applicati alle maschere da snorkeling, per poi essere collegati alla linea di ossigeno dell’ospedale per ventilare il paziente. “Stiamo producendo questi collettori con la tecnologia 3D, che aiutano i malati a respirare, e molti ospedali li chiedono – continua Andrea Ferrante -. Ma manca ancora l’approvazione da parte delle direzioni sanitarie per le maschere con il collettore per il filtro FFP3, per proteggere soprattutto i medici che devono avvicinarsi ai pazienti per intubarli. Vogliamo offrire un servizio utile agli operatori, costretti a lavorare con pochi mezzi”.
“L’idea di produrre una ‘versione’ alternativa della maschera con collettore per la ventilazione dei pazienti, cioè dotata di filtro FFP3, è di un infermiere della Clinica Columbus di Milano, Giorgio Bazzato – conclude Andrea Ferrante -. Lo ringraziamo per averla condivisa, così come è stata importante la collaborazione con un’altra azienda, Health System srl, che commercializza anche sistemi di protezione individuale medicale e servizi di sanificazione ambientale. Le potenziali applicazioni dei collettori in 3D sono diverse. Ad esempio, a breve potremo crearne una versione adatta alla ventilazione dei pazienti che vengono estubati e traferiti nei reparti di terapia subintensiva”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli infermieri ci sono e ci vogliono essere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

In 9.448 hanno risposto “ci sono” alla chiamata della Protezione civile per dare supporto, aiuto e collaborazione professionale ai colleghi delle zone d’Italia dove c’è il maggior numero di contagi e morti per COVID-19, quasi venti volte di più della richiesta.
Sono infermieri esperti nelle specialità necessarie a quelle zone, dalla terapia intensiva alla pneumologia. Lo sono perché l’assistenza degli infermieri ormai da oltre un quarto di secolo è specializzata e mirata solo a una cosa: assistere il paziente per la tutela della sua salute. “Lo sono – afferma Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche – per la loro naturale formazione e anche perché gran parte di loro è pronta proprio per COVID-19: come ha testimoniato l’Istituto superiore di Sanità, il settore infermieristico-ostetrico è quello che per la stragrande maggioranza ha partecipato da subito al corso di aggiornamento sul coronavirus dell’Istituto superiore di Sanità per sapere come affrontarlo, come cercare di sconfiggerlo con scienza e senza mai dimenticare la propria coscienza”. “Non abbiamo mai avuto dubbi come Federazione sulla preparazione, la volontà di vicinanza e di non lasciare mai soli colleghi e cittadini – dice ancora Mangiacavalli – e questa ne è la prova. Le domande avrebbero sicuramente potuto essere anche di più, ma gli infermieri sono pochi e quasi tutti sono già impegnati nelle loro Regioni nella lotta al virus, o direttamente in prima linea o anche assistendo comunque chi sta male e ha bisogno di loro, perché anche le altre malattie non si fermano. I posti sono solo 500 e loro lo hanno sempre saputo, ma la voglia di esserci, di dare supporto a chi ha bisogno è più forte della consapevolezza che non tutti potranno essere li. Ora ci auguriamo anche che questi 500, così come tutti gli altri già in prima linea, possano avere le necessarie tutele (dispositivi di protezione individuale, tamponi ecc.) per non dover mai cedere al virus e perché anche la loro salute sia tutelata”.“Eppure, tra gli infermieri – continua – c’è il maggior numero di operatori sanitari positivi a COVID: circa 4mila. Tra gli infermieri c’è chi muore di COVID per assistere ed essere vicino ai pazienti, ma lo fa comunque senza il minimo tentennamento. Tra gli infermieri il principio è uno solo: prendersi cura, perché il loro obiettivo assoluto è la salute di tutti. E lo hanno dimostrato nei fatti, chiunque lo ha visto e lo può vedere ogni giorno, ogni ora, purtroppo in un’emergenza a cui nessuno di noi avrebbe voluto mai, invece, assistere.” “Grazie a loro e alla loro volontà – conclude Mangiacavalli – grazie da parte della Federazione, ma ritengo questo sia un grazie che tutto il paese, e il ministro della Salute Speranza lo ha fatto per primo, gli rivolge in questo momento. E da domani, da quando la Protezione civile selezionerà chi di loro potrà andare ‘al fronte’ della pandemia, i nostri esperti in maxiemergenze saranno li, uniti alla Task Force di cui ora fanno parte i 300 medici scelti con lo stesso criterio, per formare davvero una prima linea d’assalto senza precedenti contro il virus”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oggi guardiamo il futuro con la lente appannata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

“Questa situazione, non semplice, ci ha chiamato tutti a cambiare le nostre abitudini. Di colpo, come ha detto il Santo Padre Francesco, “Ci siamo ritrovati impauriti e smarriti. Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, tutti bisognosi di confortarci a vicenda. Su questa barca… ci siamo tutti”.Certo è una situazione inedita, ma il nostro impegno quotidiano ha un punto di arrivo chiaro: sconfiggere il visus, non lasciando indietro nessuno, a partire dalle categorie più deboli, e creare le basi per consentire un’immediata ripartenza al Paese, appena la comunità scientifica ci dirà che questo è possibile. Nessuno resterà indietro, metteremo in campo tutti gli strumenti e tutte le risorse necessarie affinchè nessuno cadrà in povertà per il coronavirus. Lo stiamo facendo, giorno dopo giorno, rispondendo nel minor tempo possibile a tutte le necessità che si presentano.Con il Ministro Catalfo e l’INPS stiamo lavorando, incessantemente, per fare in modo che le misure contenute nel Decreto “Cura Italia”, e che vanno dalla CIG ai bonus di 600 €, siano erogate in pochissimi giorni. Cercando di ridurre, praticamente a zero, i tempi della burocrazia.Ma questo non basta, ed aprile adotteremo un nuovo Decreto con ulteriori misure.Intanto mettiamo in campo, attraverso i Comuni e con il diretto coinvolgimento del Terzo Settore, una rete solidale territoriale. Lo facciamo per riuscire a dare risposte immediate alle famiglie, agli anziani ed ai disabili che si trovano in difficoltà. Lo facciamo, lunedì saranno già operativi i nuovi fondi, con il supporto di chi, sul territorio, ha il “polso” della situazione e riesce ad intervenire con prontezza.Oltre all’erogazione anticipata del Fondo di Solidarietà Comunale, per un ammontare di 4,3 miliardi di euro, come Governo stanziamo ulteriori 400 milioni che i Comuni potranno utilizzare per erogare alimenti e generi di prima necessità. Lo faranno certamente appoggiandosi alla fitta rete di volontariato, che da sempre rappresenta la spina dorsale del nostro Paese. A loro, che sono in prima linea quasi come gli operatori sanitari, va il nostro ringraziamento.
È una barca su cui ci siamo tutti, remiamo nella stessa direzione. Insieme, possiamo farcela”.Lo scrive in un post su Facebook il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Steni Di Piazza.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

94 medici positivi nel Lazio e in italia 5280 operatori sanitari infetti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

“Nel Lazio in questo momento sono contagiati 94 medici: 84 a Roma, 6 a Latina, 2 a Viterbo e 2 a Frosinone. I dati pero’ sono sottostimati, perché non tutti i casi sono stati denunciati e molti stanno ‘sfuggendo’ al controllo perché’ non si fanno i tamponi”. Così il presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, Antonio Magi, interpellato sul tema dall’agenzia Dire.”Tra questi medici – prosegue Magi – ci sono specialisti che lavorano negli ambulatori, in particolare, delle Asl Roma 1, Roma 2, Roma 3 e Roma 6″. A preoccupare “molto” Magi non sono solo i dati che riguardano la Capitale: “Dal 12 marzo ad oggi siamo passati da 1.116 a oltre 5.280 operatori sanitari infetti – prosegue – Questo vuol dire che in 12 giorni si e’ quadruplicatoin Italia il numero dei sanitari con Coronavirus, con una media di 400 operatori infetti al giorno e dei picchi giornalieri che hanno raggiunto quota 670”.
Il fenomeno, secondo il presidente dell’Omceo Roma, e’ dovuto “sia alla mancanza di protezioni (e mi chiedo come sia possibile che vedo passeggiare in strada persone con le mascherine FFP3 destinate al personale sanitario, quando i medici non le hanno e neppure le aziende) sia al fatto di non aver eseguito su queste persone tamponi nel momento giusto. Cosi’ ogni medico infettato, nei 14 giorni precedenti, ha avuto la probabilita’ di infettare i pazienti, perche’ lui stesso non era a conoscenza di essere infetto”.
Quello che propone Magi, quindi, e’ di fare i tamponi al personale sanitario. “Ho discusso di questo con l’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato – fa sapere – e lui mi e’ sembrato favorevole a fare i tamponi su alcune categorie di operatori sanitari, come per esempio quelli che hanno avuto contatti quotidiani con pazienti risultati poi positivi al Coronavirus. Intanto stiamo aspettando la fine di questa settimana, quando credo si concludera’ la sperimentazione che sta portando avanti il Policlinico Gemelli di Roma per fornire un test rapido proprio agli operatori sanitari, chepotremmo poi estendere a tutti i colleghi. Ci siamo resi disponibili ad intervenire economicamente pur di tutelare i colleghi e ovviamente anche i pazienti”.Magi sottolinea poi la necessita’ “di dare la possibilita’ agli specialisti delle Asl di contattare i pazienti che non sono urgenti, per capire quali sono le loro necessita’, attraverso un triage telefonico. In un secondo momento si potra’ poi decidere se far andare, in totale sicurezza, o meno un paziente in ambulatorio per eseguire una visita oppure un esame diagnostico, se necessario”. Ci sono infatti pazienti che “non hanno piu’ le medicine – prosegue Magi – sto parlando di persone e anziani fragili, di pazienti cronici che non hanno la ricetta e che quindi non possono comprare le medicine e continuare la terapia, per esempio. Ma anche di tutti quei pazienti oncologici che si erano prenotati per fare una visita, magari da un anno, per controllare eventuali metastasi, e arrivato il giorno dell’appuntamento non abbiamo potuto farli entrare negli ambulatori. Non e’ una situazione facile, bisogna utilizzare sistemi di telemedicina, con piattaforme che ci permettano di fare anche dei video consulti”, conclude il presidente dei camici bianchi capitolini. (fonte: Agenzia DIRE)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le “Regole” per l’esecuzione delle autopsie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

La Società Scientifica COMLAS che rappresenta ed unisce in Italia i Medici Legali del Sistema Sanitario Nazionale (www.comlas.org), ha preso l’iniziativa di elaborare un documento che riteniamo di grande utilità in questa difficilissima fase, al fine di definire procedure ottimali per la gestione di attività sensibili al contenimento della diffusione del Virus, e per le indicazioni per l’accertamento autoptico nei casi di COVID-19 sospetta, probabile o confermata, dati questi ultimi che hanno una grande rilevanza anche a fini epidemiologici. “La stesura è stata effettuata” – spiega il Prof. Massimo Martelloni, Presidente Nazionale COMLAS – “in collaborazione con la Società Scientifica SIAPEC-IAP Società Italiana di Anatomia Patologica e Citologia Diagnostica – Divisione Italiana della International Academy Of Pathology. Sia pur in tempi straordinariamente ridotti, abbiamo coinvolto alcuni tra i maggiori esperti in materia, in ambito nazionale. Abbiamo provveduto a depositare il documento presso l’Istituto Superiore di Sanità e presso l’Osservatorio Buone Pratiche in Sanità di AGENAS”.Buona pratica COMLAS relativa all’oggetto depositata all’ISS: http://www.comlas.org/images/pdf/PRD-COVID-rev-ventitre-marzo-duemilaventi.pdf (fonte: Il Presidente Nazionale Società Scientifica COMLAS Prof. Massimo Martelloni)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The economist: A special edition on the coronavirus pandemic

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Welcome to this week’s newsletter highlighting the best of our coverage on covid-19. In an issue dominated by the disease, we had two covers. In most of the world we looked at the spread of the virus in poor countries. So far, recorded cases are few. But make no mistake: they are mounting and societies are terrifyingly underprepared.In America and Britain we wrote about how the pandemic has led to the most dramatic increase in state power since the second world war. For believers in limited government and open markets, covid-19 poses a problem. Only the state can deal with this crisis. Yet history suggests that the state will not give up all the ground it takes—with implications for the economy and surveillance.We develop those themes in this issue. We have in-depth reporting on the threat from the disease in Africa. We also examine the use of personal data to enforce quarantines, track the epidemic and pounce on new outbreaks. We look at how wars and the Depression led to a permanently bigger state with many more powers and responsibilities, and the taxes to pay for them. We describe the unprecedented global collaboration among medics searching for the best way to treat the disease. We look at how China is slowly returning to normal. And for all those long-suffering workers stuck at home, our Bartleby columnist shares the pain.
We have also been reporting on the disease on Economist radio and in Economist films. This week we highlight our science podcast, Babbage. It features items on how some people with covid-19 lose their sense of smell, the scramble to make ventilators and the effect of the pandemic on the environment.We hope that our coverage helps make you better informed, and your isolation more tolerable. By Zanny Minton Beddoes, Editor-In-Chief.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spanish labels unite to raise money for hospitals in fight against Covid-19

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

It’s clear that in facing a global crisis such as that through which we are currently living with the ongoing impacts of the Covid-19 virus around the world, we must look at our own communities and forge bonds that can help us through such times. That is exactly what a group of 20 independent Spanish labels (soon to be more!) have done. Forming under the banner of Music For Gloves, labels such as Action Weekend Records, Family Spree Recordings, You Are The Cosmos, Bickerton and more have joined forces with a simple yet vitally important aim: to raise money to help provide hospitals with the gloves needed to treat patients suffering the effects of Covid-19.Their proposal is simple and their methods even more so. Each label, which combined, cover some of the best underground garage, psych, powerpop and punk in the country and beyond, have uploaded four tracks each, available to download for just 2€. Alongside the great selection of current bands that the labels regularly release, you can also find some gems from some classic bands such as San Diego’s powerpop kings from the ’80s, Manual Scan.Forget the majors and the big businesses licking their wounds and working out how to save a few pennies, for it is clear that during times of such crises we must look to those immediately around us. Across the country, and now across the world, musicians holed up in lockdown are taking to social media to broadcast stripped-down concerts from their own homes. And now, this new initiative has been launched to provide resources directly to the frontline services fighting the pandemic.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »