Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Ospedali Regina Elena e San Gallicano di Roma: attivato il servizio di telemedicina

Posted by fidest press agency su martedì, 7 aprile 2020

Roma Il servizio DermOnline San Gallicano, telemedicina per problemi dermatologici e venereologici è stato l’apripista. “In poco più di una settimana abbiamo ricevuto 150 richieste teleconsulti – afferma con soddisfazione Aldo Morrone, direttore scientifico del San Gallicano e già promotore di teleconsulenze con i paesi africani – Non lasciamo nessuno da solo e tutti i nostri specialisti hanno aderito al progetto e rispondono in massimo 48 ore.”
Ora è la volta di OncOnline Regina Elena con le prime specialità attive, la neurochirurgia e la terapia del dolore, la chirurgia epatobiliopancreatica e quella dei tumori peritoneali. A queste ogni giorno si aggiungeranno altre specialità fino ad avere il ventaglio completo dell’offerta specialistica nel giro di pochi giorni. Pazienti e amici del Regina Elena e del San Gallicano, non vi lasciamo soli! “In una fase storica che vede tutto il sistema sanitario impegnato sul fronte covid 19 – sottolinea Francesco Ripa di Meana, Direttore Generale IFO – il nostro compito è stare vicino ai pazienti oncologici e dermatologici, incrementare le attività di sostegno e garantire la massima sicurezza a pazienti, familiari, operatori ed anche dare un contributo con la nostre competenze e tecnologie alla ricerca scientifica. La telemedicina è una delle attività messe in campo, ma non è l’unica.”I cittadini possono accedere attraverso i banner presenti sul nostro sito e scegliere il percorso di interesse: per l’oncologia OncOnline Regina Elena oppure DermOnline San Gallicano per problemi dermatologici e venereologici. La registrazione è semplice, pochi i dati richiesti. Si accede così nella “stanza” della specialità di interesse, qui si risponde ad un breve questionario anamnestico e si allegano gli esami effettuati che forniscono i primi dati allo specialista, possono essere inoltrate ulteriori informazioni, formulati quesiti o richieste. Si avvia così un dialogo tra medico e paziente.Lo specialista IFO, che dall’inizio dell’emergenza contatta il paziente telefonicamente per definire necessità e priorità e riprogrammare i tempi del controllo, invita gli assistiti presenti in agenda a collegarsi alla piattaforma dove avrà a disposizione una serie di strumenti di dialogo (messaggistica, diario clinico, trasferimento referti.) La piattaforma digitale utilizzata è regolata dalla normativa vigente sul trattamento e la riservatezza dei dati personali e sanitari, secondo quanto previsto dal regolamento europeo (GDPR n.679/2016). Il medico ha quindi la possibilità di prendere visione delle informazioni e della documentazione inviata dal paziente prima dell’appuntamento in chat. Si ottimizza così il tempo e la modalità del consulto della persona. L’obiettivo è far sentire la nostra vicinanza, gestire al meglio il rapporto con i pazienti e monitorare i dati che contribuiscono alla personalizzazione del percorso di diagnosi e cura. E’ chiaro che non si può utilizzare la piattaforma #IFOconTeOnline nelle situazioni di urgenza e di emergenza sanitaria, dove bisogna ricorrere ai canali che possono dare risposta immediata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: