Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Cura Italia, trasporti: la Faisa Cisal chiede garanzie per i lavoratori

Posted by fidest press agency su martedì, 14 aprile 2020

“Il Senato approva l’emendamento al Decreto Cura Italia, e ne condividiamo la scelta di confermare inalterati i corrispettivi ed i contributi di servizio alle aziende del Trasporto Pubblico Locale ritenendo che sarebbe impensabile che la contrazione dei servizi in ottemperanza alle misure di contrasto al contagio da Covid-19 adottate dal Governo e dalle Regioni venissero fatte gravare sulle imprese”. Così il Segretario Generale della Faisa Cisal, Mauro Mongelli il quale aggiunge e rilancia che “adesso è ora di pensare ai lavoratori del comparto, al pari di altri in prima linea, che oggi sperano a giusta ragione che questa emergenza non si trasformi da sanitaria ad economica dovendo accedere a misure di sostegno al reddito che, a questo punto, tutte le aziende senza alibi dovrebbero integrare. Quanto al Governo – aggiunge Mongelli – ascolti il grido di allarme di questo settore che ordinariamente muove 5miliardi di persone ma che soccombe a tagli già previsti al Fondo Nazionale Trasporti che va evidentemente implementato. Questo risulta ancor più necessario nella fase di ripresa del servizio, proprio perché l’offerta dello stesso, dovrà tener conto del distanziamento tra le persone e sarà necessario implementarlo. E’ ovvio – conclude – che più servizio, con meno risorse, non è possibile”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: