Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Virus, batteri: nemici invisibili

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2020

Ho scritto un articolo tempo fa sulla catena alimentare riferendomi a degli organismi che dipendono l’uno dall’altro per il nutrimento e ho avanzato l’ipotesi che al vertice della catena alimentare non vi fosse l’essere umano bensì il virus con le sue variegate sfaccettature e potenzialità. In un certo senso fa specie pensare che dobbiamo assegnare questo primato ad un microorganismo estremamente piccolo e visibile solo al microscopio elettronico. In un certo senso ciò potrebbe avere una sua logica pensando che tutti gli esseri viventi partono dal piccolo, crescono, e si stabilizzano sia pure in dimensioni diverse e alla fine del percorso ritornano “invisibili”. Se poi andiamo ad analizzare la loro composizione genetica rileviamo come il materiale è composto da DNA o RNA racchiuso in un involucro di proteine (capside) e a volte da una membrana di grassi e proteine detti, rispettivamente, fosfolipidi e pericapside. Eppure, il loro essere piccoli non li affranca dalla pericolosità che sviluppano all’interno di un corpo umano causando la distruzione dei tessuti dell’organismo e in alcuni casi con il trasformarsi in cellule tumorali. E sanno anche dove procurare danni seri una volta che infettano le persone andando a finire nell’apparato respiratorio o in quello digerente o urogenitale o peggio ancora, se sono sistemici, diffondendosi in tutto l’organismo. Possono raggiungerlo in tanti modi: per via aerea, alimentare, attraverso rapporti sessuali e vettori (soprattutto insetti). Non manca ovviamente la risposta difensiva partendo dagli anticorpi prodotti dal tessuto linfatico (linfociti B) per cercare di neutralizzare l’effetto nocivo della sostanza estranea. Ma l’azione difensiva messa in atto dall’organismo umano non sempre è puntuale e immediata. Deve, innanzitutto, riconoscere la presenza del virus e ciò non sempre accade concedendogli in questo modo di rinforzarsi e di espandersi rendendo arduo il compito degli anticorpi in fase d’intervento. A questo punto gli anticorpi hanno bisogno di un sostegno esterno possibile con farmaci efficaci o essere prevenuti in virtù di una vaccinazione specifica. Ora se diamo per scontato che al vertice della catena alimentare vi è il virus dobbiamo di conseguenza renderci conto che questa nostro invisibile, ma tenace e sempre più aggressivo, nemico lo avremo costantemente presente, generazione dopo generazione e mutante per ingannarci. Dobbiamo, quindi, tenere incessantemente alto il livello di difesa con un sistema sanitario adeguato agli attacchi imprevisti e una ricerca virologica capace di affrontare questo micidiale e insidioso nemico con strumenti sempre più evoluti. Questo è quanto e se si afferma che la presente lezione offertaci dal Covid-19 deve insegnarci qualcosa dobbiamo fare in modo di non dimenticarlo una volta vinta la battaglia. Perché non è una battaglia ma è una guerra destinata a durare a lungo. (Riccardo Alfonso)

Una Risposta a “Virus, batteri: nemici invisibili”

  1. […] Virus, batteri: nemici invisibili sabato, 18 aprile 2020 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: